Articolo
01 lug 2019

Arriva il treno Rock per i pendolari fra Milano e Bologna

di mobilita

In circolazione da oggi i primi due treni Rock sulla linea Milano - Bologna, a servizio dei pendolari che ogni giorno scelgono il treno per gli spostamenti fra Lombardia e Emilia-Romagna. Quattro da oggi le corse giornaliere con i nuovi treni che saliranno a sei entro la fine della settimana. I nuovi convogli migliorano significativamente la qualità degli spostamenti fra Lombardia ed Emilia con le fermate Milano Lambrate, Milano Rogoredo, Lodi, Piacenza, Fiorenzuola, Fidenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Si tratta in particolare dei Regionali 2275 e 2283 (con partenza da Milano rispettivamente alle 9.20 e alle 17.20 e arrivo a Bologna alle 12.10 e 20.10) e dei Regionali 2290 e 2282 (con partenza da Bologna rispettivamente alle 5.28 e alle 13.50 e arrivo a Milano alle 7.55 e alle 16.47), a cui si aggiungeranno i Regionali 2277 (con partenza da Milano alle 11.20 e arrivo a Bologna alle 14.10) e 2274(con partenza da Bologna alle 5.50 e arrivo a Milano alle 8.50). I collegamenti con nuovi treni Rock faciliteranno gli spostamenti in treno dei pendolari con maggiore comfort e più alti standard di puntualità. Grazie all’accordo fra Trenitalia e Trenord, i nuovi treni Rock e Pop arriveranno anche per gli spostamenti regionali e metropolitani in Lombardia. Saranno 15 (10 Pop e 5 Rock) che entreranno a far parte della flotta di Trenord grazie a una cessione di una quota dell’Accordo Quadro sottoscritto da Trenitalia con Hitachi e Alstom. Sarà così possibile colmare il gap qualitativo che vive il trasporto ferroviario regionale e metropolitano in Lombardia, anche grazie a una forte accelerazione nelle consegne di treni a Trenord. ROCK  E' il nuovo treno regionale a doppio piano e alta capacità di trasporto progettato e costruito da Hitachi Rail Italy. Un treno per i pendolari a 4, 5 o 6 casse con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare circa 1.400 persone, con oltre 700 sedute nella composizione più lunga. POP E' il nuovo treno regionale a mono piano e media capacità di trasporto, a 3 o 4 casse, con 4 motori di trazione, progettato e costruito da Alstom. Viaggia a una velocità massima di 160 km/h, ha un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e trasporta circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere nella versione a 4 casse, e circa 400, con 200 sedute, in quella a 3 casse. I nuovi treni regionali Rock e Pop sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni di precedente generazione. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione. Complessivamente sono oltre 600 i nuovi treni regionali che, con un investimento economico da parte di Trenitalia di circa 6 miliardi di euro, garantiranno, entro cinque anni, il rinnovo dell’80% dell’intera flotta nazionale per il trasporto regionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2019

Pop e Rock, il primo viaggio in Emilia Romagna

di mobilita

Sono partiti stamane da Rimini e Piacenza i nuovi treni regionali di Trenitalia Pop e Rock a servizio dei pendolari dell'Emilia Romagna. Un viaggio inaugurale alla volta di Bologna per presentare, nel corso di un evento istituzionale, i nuovi convogli realizzati da Alstom (Pop) e Hitachi Rail (Rock), che, con 86 nuovi modelli in circolazione entro il 2020 (47 Pop e 39 Rock), puntano a rivoluzionare la mobilità pendolare della Regione. Si tratta di una rivoluzione che fa parte di un piano ben più ampio e ambizioso di rinnovamento dei convogli regionali, punto focale del nuovo Piano di impresa di FS,  che vedrà nei prossimi anni quasi 600 nuovi treni (di cui 216 Pop e 250 Rock) in circolazione sulle linee ferroviarie italiane grazie ad un investimento pari a 6 miliardi di euro. Oltre a contribuire al dimezzamento dell'età media della flotta Trenitalia a servizio dei pendolari, da 21 anni (nel 2018) a 10 anni (nel 2023), Pop e Rock rappresentano una vera e propria svolta green nella mobilità di migliaia di persone, che quotidianamente viaggiano sui nostri treni per studio, lavoro o tempo libero grazie a una riciclabilità superiore al 95% e con una riduzione di energia del 30% rispetto alla precedente generazione. Un impegno a favore della sostenibilità ambientale, che si concretizza anche attraverso l’utilizzo di green bond per la realizzazione dei nuovi convogli regionali, confermando l’attenzione di FS a favore dell'utilizzo di strumenti e mezzi sostenibili, non solo nell'ambito della mobilità collettiva, ma anche in campo economico sostenendo lo sviluppo di prodotti finanziari verdi. Altro punto di forza dei nuovi treni Pop e Rock è sicuramente l’accessibilità. Con prestazioni più performanti, rispetto a quelle obbligatorie previste nella normativa europea, rappresentano una best practice tutta italiana, frutto di un continuo e proficuo confronto tra l’azienda e i rappresentanti delle principali associazioni delle persone con disabilità durante le fasi di progettazione e produzione. Le azioni concretamente intraprese sono state sintetizzate in un report reso pubblico il 3 dicembre 2018 in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 mar 2018

#lamusicastacambiando: Pop e Rock a Verona

di mobilita

Il roadshow #lamusicastacambiando fa tappa a Verona, in piazza Bra dal 16 al 20 marzo. Le due riproduzioni scala 1:1 dei nuovi treni regionali Pop e Rock saranno visitabili dalle 10.00 alle 19.30. Ad accompagnare l'appuntamento veronese il dj set di RTL 102.5, che ogni giorno animerà il Villaggio Trenitalia dalle 16.30 alle 19.00. Domenica 18 marzo è prevista la partecipazione della speaker Francesca Cheyenne. Mercoldì 21 marzo si svolgerà un evento istituzionale a cui parteciperanno i vertici del Gruppo FS Italiane. POP E ROCK IN VENETO Grazie al nuovo contratto di servizio tra Regione e Trenitalia saranno 78 i nuovi treni Pop e Rock destinati al Veneto. I primi convogli circoleranno già dai primi mesi del 2020.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

#lamusicastacambiando: Pop e Rock a Roma dal 26 al 30 gennaio

di mobilita

Continua il roadshow #lamusicastacambiando dei nuovi treni regionali Pop e Rock. Due riproduzioni scala 1:1 saranno visitabili dal 26 al 30 gennaio in Piazza del Popolo a Roma. Ad inaugurare la tappa nella Capitale, venerdì 26 gennaio, i vertici di FS Italiane e il mondo delle istituzioni. IL VILLAGGIO TRENITALIA Aperto dalle 10.00 alle 19.30, venerdì 26 dalle 17.00 Dalle 16.30 alle 19.00 ad intratenere i visitatori il dj set a cura di RTL 102.5. Sabato 27 gennaio sarà presente la conduttrice e speaker radiofonica Federica Gentile. I NUOVI TRENI POP E ROCK Più comodi, più sostenibili e più accessibili, i nuovi Rock e Pop - attualmente in costruzione – sono stati commissionati da Trenitalia rispettivamente a Hitachi Rail Italy e Alstom e saranno consegnati in tutte le regioni d’Italia a partire dalla primavera del 2019. La prima regione dove arriveranno i nuovi treni pendolari sarà l’Emilia-Romagna. Complessivamente 86 convogli: 39 Rock e 47 Pop. Le nuove flotte dei treni regionali - complessivamente 300 Rock e 150 Pop - compongono la maxi fornitura da 450 nuovi convogli della commessa da oltre 4 miliardi di euro che, per valore economico e numero di treni, non ha precedenti in Italia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 nov 2017

FIRENZE | Continua il roadshow dei treni Pop e Rock fino al 2 dicembre

di mobilita

Continua il roadshow #lamusicastacambiando dei nuovi treni regionali Pop e Rock. Due riproduzioni scala 1:1 saranno visitabili fino al 2 dicembre a Firenze in Piazza della Repubblica. VENERDÌ 1 DICEMBRE Ad inaugurare la tappa fiorentina Renato Mazzoncini, AD e DG di FS Italiane, insieme a Tiziano Onesti, Presidente Trenitalia, e Orazio Iacono, AD Trenitalia. IL VILLAGGIO TRENITALIA Aperto dalle 10.00 alle 20.00 - venerdì 1 dicembre gli orari possono variare in vista dell'inaugurazione del villaggio Dalle 17.00 alle 19.00 ad intratenere i visitatori il dj set a cura di RTL 102.5. I NUOVI TRENI POP E ROCK Più comodi, più sostenibili e più accessibili, i nuovi Rock e Pop - attualmente in costruzione – sono stati commissionati da Trenitalia rispettivamente a Hitachi Rail Italy e Alstom e saranno consegnati in tutte le regioni d’Italia a partire dalla primavera del 2019. La prima regione dove arriveranno i nuovi treni pendolari sarà l’Emilia-Romagna. Complessivamente 86 convogli: 39 Rock e 47 Pop. Le nuove flotte dei treni regionali - complessivamente 300 Rock e 150 Pop - compongono la maxi fornitura da 450 nuovi convogli della commessa da oltre 4 miliardi di euro che, per valore economico e numero di treni, non ha precedenti in Italia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

#lamusicastacambiando: inizia il roadshow dei nuovi treni regionali “Pop” e “Rock”

di mobilita

Parte da Bologna #lamusicastacambiando, il tour che vedrà protagonisti i due nuovi treni della flotta regionale Trenitalia "Pop" e Rock", in arrivo in Emilia Romagna dal 2019. Riproduzioni in scala 1:1 saranno esposti nelle principali piazze italiane. Sarà possibile conoscere e apprezzare nel dettaglio le caratteristiche dei nuovi treni: dalla cabine di guida ai nuovi sedili oltre a poter costruire virtualmente un treno su misura, grazie a un configuratore di bordo. BOLOGNA - VILLAGGIO TRENITALIA Dal 9 al 12 ottobre. Aperto dalle 9.00 alle 20.00 Martedì 10 ottobre l'evento inaugurale a cui parteciperanno il Ministro Graziano Delrio, gli AD di FS e Trenitalia Renato Mazzoncini e Orazio Iacono, il sindaco di Bologna Virginio Merola e l'Assessore ai Trasporti Raffaele Donini. Lo stesso giorno, dalle 17.00 alle 19.00, nel villaggio ci sarà l’animazione di Angelo Baiguini di RTL 102.5.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ott 2017

Alstom e Trenitalia presentano Pop il nuovo treno regionale

di mobilita

Presentato oggi a Expo Ferroviaria il nuovo treno regionale della famiglia Coradia Stream progettato e costruito da Alstom Ferroviaria per Trenitalia. Il treno è stato battezzato "POP" alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. Le autorità e la stampa hanno potuto ammirare il modello in scala reale di POP e apprezzare il comfort, la spaziosità, la luminosità e gli eccezionali servizi di questo treno, che entrerà in servizio commerciale nel 2019 "La nostra decennale esperienza al servizio di flotte regionali ci ha permesso di creare treni pensati per il mercato italiano. Progettato e costruito da Alstom Ferroviaria per Trenitalia, Pop è un treno di nuova generazione che si avvale delle ultime tecnologie dell'industria ferroviaria 4.0 e dell'esperienza di Alstom, con oltre 100 treni della famiglia Coradia, già in servizio commerciale in 10 regioni italiane. Pop è facilmente personalizzabile, grazie al configuratore 3D, che consentirà alle Regioni di variare il layout degli interni e modificarne la disposizione secondo la tipologia di servizio. Le zone interne possono essere adattate alle regioni e alle stagioni: per esempio, inserendo moduli porta biciclette o portasci. I viaggiatori apprezzeranno il design, il comfort e la tecnologia di questo bellissimo treno." Ha dichiarato Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria. Una nuova generazione di treni regionali, che trasporterà, dal 2019, in totale comfort e sicurezza i viaggiatori delle regioni italiane. La prima regione nella quale entreranno in servizio sarà l’Emilia Romagna. Carta d’identità: elettrico, mono piano, a 3 o 4 casse, dotato di 4 motori di trazione il nuovo Pop, fa parte della famiglia Coradia Stream, viaggerà a una velocità massima di 160 km orari, avrà un’accelerazione superiore del 20% rispetto alla generazione precedente e trasporterà oltre 300 posti a sedere nella versione 4 casse e oltre 200 nella versione a 3 casse. Personalizzabile con un’enorme varietà di interni e accessori. Il nuovo treno costituisce la quarta generazione, evoluzione di un modello già esistente, già in servizio commerciale in 10 regioni italiane. Il treno sarà conforme alle più recenti Specifiche Tecniche di Interoperabilità, le normative europee in materia. Un treno comodo e accessibile: Le carrozze spaziose offrono aree di seduta ampie per i viaggi di media durata tipici del servizio regionale ed interregionale, mentre le sedute singole o quelle longitudinali e il facile accesso nell’area del vestibolo sono adatti per i viaggi di breve durata tipici del servizio suburbano. Le sedute sono dotate di prese per alimentazione di PC, tablet e cellulari. L’illuminazione è ottimizzata grazie a grandi finestrini che consentono un maggior ingresso di luce naturale. La circolazione dei passeggeri è ottimizzata grazie ad ampi corridoi conformi alla UIC567 e adatti alle persone con ridotta mobilità. Anche i livelli di rumore e vibrazioni sono stati ridotti al minimo, al fine di assicurare un viaggio tranquillo e indisturbato. Livelli di temperatura confortevoli vengono mantenuti grazie a un impianto di condizionamento potenziato. La struttura e l’isolamento della cassa in alluminio contribuiscono a migliorare l’isolamento termico, pertanto i tempi di raffreddamento dell’ambiente viaggiatori durante la stagione estiva e di riscaldamento, durante la stagione invernale, sono stati ulteriormente ridotti. Il monitoraggio dell’anidride carbonica consente di regolare la quantità d’aria fresca proveniente dall’esterno. I sedili cantilever senza appoggi a pavimento consentono una agevole pulizia. Un treno tecnologico: Il treno è dotato di un sistema informativo integrato con l’infrastruttura di terra di Trenitalia ed offre un servizio di informazione e intrattenimento audio video con numerosi display LCD su ciascun veicolo visibili da tutte le aree, una rete Wi-Fi accessibile ai passeggeri e al personale di bordo, la sicurezza dei passeggeri è garantita da un sistema di telecamere digitali di videosorveglianza con visualizzazione sui monitor nei comparti delle immagini riprese. Un sistema di conta-passeggeri permetterà la consuntivazione in tempo reale dei passeggeri presenti a bordo. Sono stati inseriti monitor più grandi per fornire informazioni ai passeggeri sugli aggiornamenti del traffico in tempo reale, sulle condizioni meteorologiche e sulle attrazioni turistiche locali e per proiettare “live” le immagini catturate dalle telecamere aumentando la sicurezza percepita dal passeggero. Il sistema informativo per i passeggeri presente in ciascuna carrozza utilizza monitor e display disposti in modo ergonomico e dotati di un sistema di diffusione del suono. Un treno facilmente personalizzabile: I treni sono facilmente riconfigurabili. L’architettura consente alle regioni di personalizzare il layout degli interni e modificare la disposizione dei sedili secondo la tipologia di servizio. Possono essere inseriti sedili aggiuntivi per i viaggi più lunghi, o un numero minore di sedili e un maggiore spazio in piedi per le tratte più brevi. I treni Pop hanno una capacità di trasporto fino al 15% superiore rispetto alla precedente generazione oltre a 8 porta biciclette di serie. Le zone interne possono essere adattate alle regioni e alle stagioni. Un treno amico dell’ambiente e del risparmio energetico: i nuovi treni regionali rispondono alla politica di sostenibilità ambientale e sono riciclabili per il 95%. Consumano il 30% percento di energia in meno rispetto alla precedente generazione. Nessun solvente o altra sostanza chimica tossica utilizzati nel processo di produzione dei treni. I sistemi di condizionamento dell’aria e di ventilazione sono regolati in funzione del numero dei passeggeri. La chiusura delle porte è programmata al fine di evitare la dispersione termica. La modalità Eco viene attivata quando è necessario. L’illuminazione per i passeggeri, a LED, si regola automaticamente sulla base della luce esterna. I siti di produzione Italiana: nella progettazione e costruzione dei nuovi treni regionali per Trenitalia saranno coinvolti tre siti di Alstom in Italia: Savigliano (1.000 dipendenti), Sesto San Giovanni (340 dipendenti) e Bologna (600 dipendenti). Il contratto contribuirà a creare un’opportunità di sviluppo per la rete italiana dei fornitori Alstom. Le principali milestone relative al primo contratto: La progettazione e realizzazione dei treni è stata affidata da Trenitalia ad Alstom, che è risultata vincitrice di una gara internazionale. La formula contrattuale messa a base di gara prevede la stipula di un Accordo Quadro per la fornitura fino a 150 convogli; il primo contratto applicativo prevede la consegna di 47 treni.

Leggi tutto    Commenti 0