Articolo
11 lug 2017

Hitachi Railway Italy completa la produzione delle carrozze Vivalto a doppio piano

di mobilita

Salutano lo stabilimento di Reggio Calabria le ultime carrozze del Vivalto realizzate da Hitachi Rail Italy per Trenitalia: brindisi nel sito calabrese con le maestranze e le istituzioni del territorio. Le CDPTR – Carrozze Doppio Piano Traporto Regionale – rappresentano un’importante commessa che ha visto la realizzazione di 706 carrozze (126 Semipilota e 580 Rimorchiate) per Trenitalia. Alle 350 commissionate attraverso il contratto base del 2010 si sono aggiunte ulteriori 356 dei tre successivi contratti di opzione (novembre 2013, marzo 2015 e novembre 2015) per un valore complessivo di 987 milioni di euro. La produzione di questi treni ha interessato tutte le fabbriche italiane di Hitachi Rail Italy: Napoli per la realizzazione del carrello su gran parte della flotta complessiva, Pistoia e Reggio Calabria per la carpenteria, i montaggi e gli allestimenti interni nonché per i test e i collaudi finali col cliente. Le carrozze che ufficialmente consegnate a Trenitalia sono le ultime delle 280 costruite nel sito calabrese. Il Vivalto, nome con cui Trenitalia ha battezzato il convoglio, è un veicolo a doppio piano, caratterizzato da innovativi elementi di confort e praticità. Nella composizione a 6 casse, cinque rimorchiate più una semipilota, dispone di 725 posti a sedere e, tenendo conto anche dei posti in piedi, di una capienza complessiva di circa 1.300 posti. Il treno, dotato di comodo accesso per disabili, può raggiungere la velocità massima di 160 km/h. Presenta un alto livello di comfort e sicurezza legato alla massima fruibilità degli spazi con ampie superfici vetrate che offrono grande visibilità e luminosità. Il convoglio è equipaggiato di un impianto antincendio di ultima generazione e di un impianto di videosorveglianza predisposto per la visualizzazione delle immagini in tempo reale sui monitor di bordo. Maurizio Manfellotto, CEO Hitachi Rail Italy: “Oggi confermiamo, ancora una volta, la nostra capacità di fornire un prodotto all’avanguardia rispettando i tempi di consegna. Tanti ed importanti sono stati i cambiamenti che hanno interessato diverse aziende del raggruppamento di cui Hitachi Rail Italy è Main Contractor per la realizzazione di questa commessa. Potendo contare sull’impegno delle nostre fabbriche siamo riusciti a presentarci al nostro maggiore cliente come partner affidabile non solo per l’attenzione agli accordi contrattuali ma anche per la qualità del prodotto. Il trasporto regionale rappresenta un segmento importante nel nostro portafoglio prodotti. Hitachi Rail Italy, con il Vivalto nel presente e il Rock nel prossimo futuro, punta a innovarlo continuamente soprattutto dal punto di vista della sicurezza, della tecnologia e della sostenibilità”. “Con le oltre 700 carrozze Vivalto acquistate nel corso di questi ultimi anni, che vanno a comporre circa 126 treni ad alta frequentazione, Trenitalia ha impresso una decisa svolta nell’ammodernamento della sua flotta regionale – ha dichiarato Barbara Morgante, amministratrice delegata di Trenitalia. - A quella svolta stiamo dando un’accelerazione risolutiva con la gara per i 135 treni alimentati a gasolio, lanciata qualche settimana fa, e con l’accordo quadro per la fornitura di 450 elettrotreni, 300 dei quali usciranno proprio dagli stabilimenti di Hitachi a partire dal 2019.” “Stiamo parlando – ha concluso Morgante – di treni di ultimissima generazione nei quali materiali e soluzione tecnologiche di assoluta avanguardia consentiranno di coniugare il massimo comfort per i viaggiatori con eccellenti prestazioni, estrema sicurezza, sostenibilità e risparmio energetico. Qualità che hanno già assicurato da parte del GSE un percorso privilegiato verso l’acquisizione dei Certificati Bianchi” Hitachi Rail Italy SpA Hitachi Rail Italy è la più importante società ferroviaria italiana e da novembre 2015 è passata sotto il controllo di Hitachi Rail Europe. L’azienda nasce dalla fusione delle storiche Ansaldo Trasporti e Breda Costruzioni Ferroviarie, che in 160 anni, hanno segnato il settore della mobilità urbana ed extraurbana. Hitachi Rail Italy impiega circa 2.000 dipendenti, suddivisi fra gli stabilimenti di Napoli, Pistoia, Reggio Calabria, San Francisco e Miami. I prodotti di Hitachi Rail Italy spaziano dall’alta velocità, con l’ETR1000, ai tram, alle metropolitane (incluse le driverless), ai treni per il trasporto regionale Vivalto, TSR e TAF. I veicoli prodotti da Hitachi Rail Italy circolano in più di quindici paesi nel mondo. La società è guidata dall’ing. Maurizio Manfellotto. Per ulteriori informazioni su Hitachi Rail Italy, visitare il sito web www.hitachirail.com Trenitalia SpA Controllata al 100% da Ferrovie dello Stato Italiane SpA, Trenitalia opera nel settore della mobilità ferroviaria dei viaggiatori in ambito nazionale e internazionale. I servizi di tipo metropolitano, regionale e interregionale sono garantiti dalla Divisione Passeggeri Regionale (DPR). La DPR gestisce circa 6500 treni (media giorno feriale) assicurando la mobilità giornaliera di 1,5 milioni di passeggeri.  La sua flotta, oggetto negli ultimi anni di un profondo rinnovamento, comprende 650 locomotive, 750 automotrici elettriche e diesel, un totale di 3.800 carrozze. Alle dipendenze della DPR operano 14.600 risorse al servizio di 21 Direzioni Regionali e Provinciali che, complessivamente, contano su 80mila punti vendita (oltre alla rete commerciale digitale), 28 impianti di manutenzione e 16 Control Room Integrate, per un’ottimale ed efficace gestione della quotidiana operatività. www.trenitalia.com

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2017

Il super treno proiettile inglese verrà prodotto a Pistoia

di Andrea Baio

Dopo il treno a levitazione magnetica low cost in progettazione a Pisa, arriva una nuova importante tappa per l'ingegneria italiana (e per la Toscana nello specifico): i nuovi treni proiettile destinati alle ferrovie inglesi del Devon e della Cornovaglia saranno realizzati in Italia, e precisamente negli stabilimenti Hitachi Rail Italy di Pistoia. Una super appalto che prevede la realizzazione di 33 nuove vetture, di cui 20 a cinque casse e 13 a nove casse. Il lotto complessivo prevede la realizzazione di 93 vetture. Oltre le 33 prodotte in Italia, 3 verranno realizzate in Giappone e la restante parte in Inghilterra, dove a breve verrà messa in funzione la prima vettura già realizzata. La tecnologia sfruttata è quella dei treni proiettile giapponese, già collaudata e garanzia di affidabilità. I passeggeri godranno di maggiori posti a sedere, svariati comfort e minori tempi di percorrenza. I nuovi treni saranno a trazione ibrida, sia diesel che elettrica, così da poter essere utilizzati anche sulle linee ancora in fase di ammodernamento. La tecnologia a bordo prevede l'utilizzo di schermi per informazioni in tempo reale e per la prenotazione dei posti a sedere.

Leggi tutto    Commenti 1