Articolo
13 apr 2019

AEROPORTO ROMA FIUMICINO | Tre nuove destinazioni per la Cina, arrivano a dodici le città cinesi direttamente connesse

di mobilita

Diventerà ancora più stretto nei prossimi mesi il legame tra Roma e la Cina. Tra maggio e luglio di quest'anno saranno attivati dall'aeroporto Leonardo da Vinci tre nuovi collegamenti diretti con altrettante nuove destinazioni cinesi, anche in virtù dell'arrivo a Fiumicino di  una nuova compagnia aerea, la Sichuan Airlines. Raggiungono così quota dodici le città della Greater China direttamente collegate con l’aeroporto di Fiumicino, che si conferma tra i leader in Europa per numero di destinazioni servite e di vettori attivi. Nel dettaglio, dal 25 giugno la Sichuan Airlines opererà un nuovo collegamento Italia-Cina, con un volo diretto per Chengdu tre volte a settimana. Ancora prima, altre due novità di rilievo: dal 30 maggio la Hainan Airlines aprirà un volo diretto per Shenzhen, che opererà due volte alla settimana, mentre il 12 giugno Air China darà il via al collegamento con Hangzhou con un volo operato tre volte a settimana. Fausto Palombelli, Direttore Marketing e Sviluppo Aviation, annuncia: “Shenzhen, Chengdu e Hangzhou e la nuova compagnia aerea Sichuan Airlines, insieme al potenziamento dell’offerta quotidiana di voli sulle altre destinazioni cinesi, sono le novità che proiettano anche quest’anno il Leonardo da Vinci verso nuovi record”. Nel 2018 le sei compagnie aeree operanti tra Roma e la Greater China  hanno fatto il pieno di passeggeri trasportati: sono stati 760.000, con una crescita del 60% rispetto al 2014. Per il 2019 è previsto un vero e proprio boom di passeggeri da e per la Cina: si stima infatti un incremento del traffico del 20% rispetto al 2018 e il superamento della soglia dei 900 mila passeggeri entro la fine dell’anno. L’attenzione che Aeroporti di Roma dedica da diversi anni all’accoglienza di passeggeri e vettori cinesi ha consentito allo scalo di raggiungere e superare traguardi impensabili fino a qualche anno fa. Fiumicino infatti è uno dei  primi scali al mondo a essere stato ufficialmente accreditato come “Welcome Chinese Airport”, aggiudicandosi nel 2018 il livello “Platinum” grazie alle numerose iniziative rivolte ai passeggeri cinesi come: la segnaletica in lingua, la personal shopper per facilitare gli acquisti nello scalo o l’acqua calda gratuita presso tutti i bar e ristoranti dell’aeroporto. Inoltre, tutte le attività commerciali dell’aeroporto hanno adottato i principali sistemi di pagamento diffusi in Cina: Alipay,  Wechat Pay e la carta di credito UnionPay. Aeroporti di Roma è anche presente da più di un anno su Wechat, il principale social network cinese, per promuovere Fiumicino come eccellenza nella connessione con la Cina e i servizi creati ad hoc per i viaggiatori cinesi che, in questo modo, possono pianificare il proprio viaggio in Europa scegliendo ancor più facilmente l’Italia e Roma come destinazione di arrivo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mar 2019

AEROPORTO FIUMICINO | Nuovo volo Roma-Hangzhou operato da Air China

di mobilita

Dal prossimo 12 giugno partirà dall'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino il nuovo collegamento diretto Roma-Hangzhou, operato da Air China. I voli saranno operativi tre volte alla settimana (mercoledì, venerdì, domenica) e saranno effettuati con aerei Airbus 330-200. L’arrivo di questa nuova destinazione nel network offerto da Roma Fiumicino si inserisce nel percorso di forte sviluppo della connettività di lungo raggio dell'hub gestito da Aeroporti di Roma, che è stato il primo scalo al mondo ad ottenere nel 2014 la certificazione Welcome Chinese e che negli ultimi anni ha costruito un’offerta ad hoc dedicata ai vettori e passeggeri cinesi. Con la città di Hangzhou diventano 10 le destinazioni cinesi connesse con Roma, che si conferma così una delle capitali europee meglio collegate con la Cina.          “Con questo nuovo volo diretto tra Roma e Hangzhou -afferma il general manager Mr. Ma Nan - Air China completa l’attuale offerta di voli diretti verso la Cina arrivando a proporre 10 voli settimanali No-Stop. Solo due anni fa abbiamo celebrato 30 anni di successi con Aeroporti di Roma e la collaborazione prosegue in modo proficuo”. “Questo nuovo collegamento diretto – dichiara Fausto Palombelli, Direttore Marketing e Sviluppo Aviation di Aeroporti di Roma – conferma l’importanza della Cina come area di sviluppo strategica per Roma e ribadisce il ruolo dello scalo di Fiumicino come gateway europeo di riferimento nell’attrarre flussi di traffico tra questo mercato ed il Vecchio Continente. Conferma anche l’efficacia della strategia commerciale di supporto ai vettori intercontinentali e siamo convinti che ulteriori buone notizie possano arrivare a breve”. Hangzhou, antica capitale della seta, dista circa 100 km da Shanghai alla quale è collegata attraverso treni ad alta velocità. Marco Polo la descrisse come “la più bella ed elegante città del mondo”,  ricca di scorci suggestivi come il famoso lago XiHu contornato da pagode e salici, la cui secolare bellezza ha ispirato artisti e letterati. Da sempre Hangzhou attrae turisti da tutto il mondo grazie alla vicinanza con Shanghai e Suzhou, quest’ultima gemellata con Venezia. Peraltro Hangzhou non è solo un’importante meta turistica ma è anche un centro nevralgico per le maggiori aziende del settore tessile, grazie all’antica tradizione commerciale della seta e alla sua posizione centrale nel cosiddetto triangolo d’oro, tra Shanghai Hangzhou e Suzhou. In quest'area della Cina sono, infatti, particolarmente intensi gli scambi commerciali con il Made in Italy.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2017

Aeroporto di Bologna. Da Giugno 2018 voli diretti verso cinque città cinesi

di mobilita

Hangzhou, Nanchang, Shenyang, Taiyuan e Xi’an: sono le cinque città cinesi che da giugno del prossimo anno saranno collegate a Bologna con voli diretti, per un totale di 60 voli in arrivo ed altrettanti in partenza. Le nuove rotte, operate dalla compagnia italiana Blue Panorama Airlines con aeromobili Boeing 767-300 ER da 267 posti, saranno gestite come charter dal tour operator cinese Phoenix Travel Worldwide, che per i turisti cinesi metterà in vendita pacchetti di 10 giorni tra l’Italia e l’Europa, con partenza ed arrivo da/a Bologna.Il 15 Giugno atterrerà al Marconi il primo volo diretto da Nanchang, capoluogo dello Jiangxi, nel sud-est della Cina. Due giorni dopo sarà la volta di Hangzhou, città di sei milioni di abitanti a 140 km da Shanghai e area di origine della maggior parte della comunità cinese residente in Italia. Dopo altri due giorni, ecco sbarcare i cinesi di Shenyang, primario centro finanziario del paese con oltre otto milioni di abitanti. Quindi arriveranno i turisti di Taiyuan, hub stradale e ferroviario del nord della Cina, mentre il 23 giugno atterrerà il primo volo da Xi’an, la Silicon Valley Cinese sede anche del famoso “Esercito di Terracotta”. La sequenza dei voli si ripeterà fino all’11 ottobre, con l’ultimo volo in arrivo da Xi’an. E’ comunque possibile un’estensione del programma anche nei mesi successivi.L’avvio dei voli da/per la Cina rafforza ulteriormente il network di destinazioni offerte dal Marconi, che negli ultimi anni ha puntato fortemente sull’Est del mondo, con i nuovi collegamenti per Istanbul, Mosca e Dubai, confermandosi il quarto scalo italiano per connettività mondiale. Prossimo obiettivo, dopo questa prima apertura al “Paese del Dragone”, sarà quello di attivare anche voli di linea sulle nuove rotte cinesi, in modo da offrire un servizio non solo in incoming, per i cinesi che vengono a visitare Bologna e l’Italia, ma anche outgoing, per gli italiani che intendono recarsi in Cina per lavoro o turismo.Le nuove rotte sono state presentate oggi a Bologna dal presidente dell’Aeroporto di Bologna Enrico Postacchini e dall’amministratore delegato di Blue Panorama Airlines Giancarlo Zeni, insieme al sindaco di Bologna Virginio Merola.“Fino ad oggi – ha commentato il presidente di AdB Enrico Postacchini – solo Roma e Milano offrivano collegamenti diretti con la Cina. Con questi nuovi voli, l’Aeroporto di Bologna si conferma sempre più uno scalo di rilevanza internazionale e un volano di sviluppo per il territorio. Questo è un risultato che abbiamo fortemente voluto, facendo squadra con gli enti locali, regionali e di promozione turistica, che voglio ringraziare insieme a tutte le persone di AdB coinvolte a vario titolo”.“Questo progetto è l’ennesimo tassello di un percorso di crescita che Blue Panorama sta mettendo in atto da diverso tempo e che sta dando i suoi risultati.  – ha dichiarato Giancarlo Zeni, amministratore delegato di Blue Panorama Airlines – Possiamo certo affermare che il 2017 è stato un anno fondamentale per la storia della compagnia e ancora di più lo sarà il 2018. La Cina è un mercato verso il quale il turismo è necessariamente obbligato a rivolgersi. Sono sicuro che questa nuova opportunità sia solo l’inizio per un ulteriore percorso di crescita e sviluppo che ci vedrà sempre più protagonisti. Queste nuove rotte dall’aeroporto di Bologna rappresentano inoltre il completamento dell’offerta di Blue Panorama che si estende anche ai voli intercontinentali oltre a quelli domestici e internazionali già operati”.I voli con la Cina arrivano dopo l’ottenimento, da parte del Marconi, della certificazione di accoglienza Welcome Chinese della Chinese Tourism Academy, il riconoscimento governativo cinese che attesta l’offerta di servizi aeroportuali pensati per il passeggero cinese e che favorisce l’entrata nel mercato cinese.“L’Aeroporto di Bologna è il quarto scalo in Europa e il secondo in Italia che ha ottenuto la certificazione Welcome Chinese, siamo molto orgogliosi di aver collaborato per il raggiungimento di questo strategico accordo di business - ha dichiarato Concetta Caravello, Direttore Generale di Welcome Chinese - un enorme passo in avanti per lo sviluppo del turismo cinese nel territorio di Bologna e nella Regione, che permetterà a turisti e investitori cinesi di conoscere le eccellenze del forte tessuto economico che la contraddistingue. Con questo accordo ci saranno voli diretti da Bologna con cinque città cinesi, Nanchang, Shenyang, Taiyuan, Xi'an e Hangzhou, città di 9 milioni di abitanti a 140 chilometri da Shanghai, sede del colosso mondiale Alibaba. La scelta di Bologna e del suo Aeroporto di certificarsi come destinazione Welcome Chinese è un passo importante e fondamentale per rafforzare la sua posizione in questo mercato anche in previsione del 2018 Anno del turismo UE-Cina, dove i partner di Welcome Chinese avranno la possibilità di partecipare in via esclusiva al business forum e al networking con le principali aziende cinesi del settore turistico".Hanno partecipato alla presentazione di oggi anche: l’assessore regionale alle Attività Produttive Palma Costi, l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, l’assessore all’Economia e alla Promozione della città di Bologna Matteo Lepore, il presidente di Bologna Welcome Celso De Scrilli, l’amministratore delegato di AdB Nazareno Ventola e il direttore Business Aviation e Comunicazione di AdB Antonello Bonolis.

Leggi tutto    Commenti 0