Articolo
12 mar 2018

Con Italo viaggi gratis a Cosenza

di mobilita

Italo ha deciso di facilitare il viaggio dei propri passeggeri offrendo un nuovo servizio congiunto che rafforzi il concetto da sempre portato avanti di una mobilità sostenibile dando vita ad una partnership con AMACO, l’azienda di trasporti cosentina. L’alleanza tra Italo e AMACO nasce non solo dalla volontà di agevolare ulteriormente tutti i viaggiatori Italo, ma anche dall'esigenza di incentivare quanto più possibile l'uso dei mezzi pubblici a beneficio dell'ambiente, del traffico e della mobilità eco-sostenibile. Italo, infatti, il treno green, costruito per il 98% con materiali riciclabili e con una tecnologia all’avanguardia che riduce fortemente le emissioni di CO2 nell’atmosfera, è da sempre attento alle problematiche ambientali. L’iniziativa rientra nelle Politiche ambientaliste portate avanti in questi ultimi anni dall’Esecutivo guidato dal sindaco Mario Occhiuto, che evidenzia: “Cosenza si caratterizza sempre più come città a misura delle persone e dei pedoni. Attraverso la spinta motivazionale a non utilizzare l’automobile, non facciamo altro che promuovere azioni indirizzate a tutelare la salute di tutti. Ringrazio pertanto sia Italo che Amaco perché la sinergia nell’offerta dei servizi è fondamentale al raggiungimento del nostro obiettivo, ovvero quello di una migliore qualità della vita”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore alla Mobilità sostenibile Michelangelo Spataro: “Prosegue la proficua collaborazione instaurata un anno fa dal Comune di Cosenza con Italobus. Oggi l’intesa si allarga ad Amaco. Si tratta infatti di una collaborazione che garantisce ai passeggeri di usufruire in maniera ampia, nell’arco del viaggio, dei servizi di trasporto fin dentro alla città. Pensiamo dunque ad agevolare quanto più possibile il trasporto su gomma e garantire snellezza negli spostamenti, incentivandoli ulteriormente in maniera gratuita nell’arco di un’ora e un quarto dall’arrivo o dalla partenza in e dalla città”. Grazie a questo nuovo accordo tutti i viaggiatori a partire dal 12/3/2018 in possesso di un biglietto Italobus da o per Cosenza,entro i 75 minuti successivi all’orario programmato di arrivo o precedenti a quello di partenza, potranno quindi viaggiare gratuitamente nell’area urbana di Cosenza, sui bus di AMACO. Per poterne usufruire basterà esibire ai conducenti dei mezzi di trasporto AMACO e/o al personale addetto ai controlli il biglietto elettronico e/o cartaceo di Italo, unitamente ad un valido documento di identità. Per permettere a tutti i viaggiatori di raggiungere Cosenza e visitare la città, Italo mette a disposizione due servizi Italobus giornalieri che collegano la città alle diverse destinazioni del network, ma già dalla prossima primavera i collegamenti raddoppieranno. La città di Cosenza ha infatti risposto molto positivamente all’iniziativa di Italobus partita da meno di un anno e per questo motivo Italo sta lavorando per raddoppiare l’offerta. Chi vorrà recarsi a Cosenza, potrà salire a bordo degli Italobus dalla stazione di Salerno passando attraverso le fermate di Sala Consilina, Lauria e Frascineto (Castrovillari) fino ad arrivare all’autostazione in via delle Medaglie D'oro (corsia n. 11) dove i bus AMACO hanno un’altissima frequenza.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 gen 2018

COSENZA | Inaugurato il ponte di Calatrava

di mobilita

Il ponte di Calatrava, intitolato a San Francesco di Paola, è stato ufficialmente tenuto a battesimo venerdì 26 gennaio con il tradizionale taglio del nastro a cui oltre il sindaco Mario Occhiuto hanno partecipato il progettista di fama mondiale Santiago Calatrava, il vescovo emerito di Cosenza-Bisignano mons. Salvatore Nunnari, il prefetto Giancarlo Tomao e le autorità civili e militari del territorio. Tantissimi i sindaci e gli amministratori, fra cui il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci, arrivati da ogni parte della Calabria. Ma, soprattutto, nel rituale dell’inaugurazione accompagnato da una voce narrante e poi dallo spettacolo ideato dal direttore artistico Valerio Festi, c’erano loro, i bambini che rappresentano il futuro e ai quali questa imponente opera architettonica è principalmente dedicata. Il primo cittadino, con alle spalle la folla in attesa di fare il suo ingresso, si è idealmente impossessato del ponte a nome della città, riflettori a illuminare il momento, quindi tutti sopra, insieme, vivendo una festa collettiva che ha tenuto con il capo all’insù, tra la musica, le luci e i colori cangianti degli stralli che ricordano le corde di un’arpa. Non è mancata la benedizione religiosa, poi i saluti introduttivi, tra cui quelli emozionati, subito dopo l’intervento del Prefetto, di Armando Cimolai, patriarca ultra novantenne della ditta che ha portato a compimento i lavori. Moltissimi e doverosi i ringraziamenti del sindaco Occhiuto, al suo vice Jole Santelli, alla sua Giunta, all’Amministrazione comunale che dopo 15 anni dalla genesi ha portato a compimento il progetto consegnando la struttura alla città, un grazie alla stessa ditta Cimolai e a tutte le ditte a supporto, le maestranze, gli operai che hanno realizzato il ponte “strallato” più alto in Europa alto 104 metri, per una inclinazione di 52 gradi e lunga 130 metri. “Ho avuto l’onore - ha detto il sindaco Occhiuto ricordando anche Giacomo Mancini sotto il cui governo fu avviato il percorso- di completare questo progetto per la città, che è simbolo di continuità tra passato e futuro, tra la storia e la modernità. Destiniamo quest’opera ai giovani perché possano essere orgogliosi di Cosenza, città che porta con sé l’idea di innovazione. Sono felice di vedere qui moltissime persone che dopo tanta attesa si riappropriano di un pezzo di città che noi oggi abbiamo realizzato, fra l’altro in due aree marginali in fase di riqualificazione. Questo credo sia un segno importante di innovazione e qualità, e di crescita del Sud”. "Questo ponte - ha detto Calatrava- collega due generazioni, il sindaco Mancini, per il quale l’ho progettato, e il sindaco Occhiuto che è riuscito a portarlo a termine. Simbolicamente è un’opera che dimostra che a Cosenza c'è un grandissimo desiderio di modernità e di rinnovo. Sono fiero di vedere che in questa città millenaria abbiamo lasciato qualcosa che appartiene nettamente al ventunesimo secolo. Diversamente da quelli a cui siamo abituati, questi sono ponti che marcano un segno, marcano il territorio, e creano anche un senso dell’umanità che proviene dal significato intrinseco del collegamento”. Da ogni parte, e in migliaia, si sono dunque goduti lo spettacolo di un’ora curato dallo Studio Festi, già ideatore di cerimonie olimpiche e che, nel capoluogo bruzio, in questa circostanza ha realizzato quadri carichi di poesia visiva, dedicati alla cultura di Cosenza, con le musiche di Alfonso Rendano, angeli sospesi, una grande sfera che è salita in alto raggiungendo l’antenna curvata come un lupo che ulula alla luna. Donne volanti, candidi uccelli e meravigliosi fuochi pirotecnici specchiati nell’acqua: così il ponte di Calatrava è stato consegnato alla vita e alla vivibilità di tutti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2017

Autostrada del Mediterraneo, chiusa un tratto nella notte tra l’8 e il 9 novembre

di mobilita

Anas comunica che, per consentire l’avanzamento  dei lavori di adeguamento della strada statale 534 `di Cammarata e degli Stombi` come raccordo Autostradale tra l`autostrada A2 (svincolo di Firmo) e la strada statale 106 `Jonica` (svincolo di Sibari), nella notte tra l’8 e il 9 novembre, sarà provvisoriamente chiuso al transito veicolare un tratto autostradale tra i territori comunali di Saracena, Altomonte e San Lorenzo del Vallo in provincia di Cosenza. Nel dettaglio, per effetto della chiusura e per consentire l'esecuzione del varo sulla travata metallica del cavalcavia a scavalco dell’autostrada, a partire dalle ore 22:00 di mercoledì 8 novembre e fino alle ore 06:00 di giovedì 9 novembre 2017, sarà disposta la chiusura dell’Autostrada A2 tra lo svincolo di Sibari/Firmo (Km 208,000) e lo svincolo di Altomonte (Km 213,400). Il traffico veicolare in direzione Salerno verrà deviato con uscita allo svincolo di Altomonte sulla Strada Provinciale 174, con proseguimento lungo la strada statale 534 ‘ di Cammarata e degli Stombi’ e rientro in Autostrada allo svincolo di Sibari/Firmo. Percorso Inverso in direzione Reggio Calabria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2017

COSENZA | Riaperto al transito dei mezzi leggeri il Viadotto Cannavino

di mobilita

Sono terminati i lavori sul Viadotto Cannavino sulla strada statale 107 'Silana Crotonese'. Il tratto è riaperto al traffico esclusivamente ai mezzi leggeri ed in entrambi i sensi di marcia. Da lunedì 23 ottobre 2017 il transito sarà consentito anche agli autobus di linea mentre i mezzi pesanti potranno transitare sul Viadotto dal prossimo 30 ottobre. Conclusi i lavori di prima fase si comunica che sono in progettazione gli interventi di seconda fase, finalizzati al miglioramento sismico del viadotto e che potranno essere cantierizzati entro la seconda metà del 2018. Su richiesta delle autorità locali e come concordato in sede di COV presso la Prefettura di Cosenza, Anas effettuerà ulteriori sopralluoghi, insieme alla Polizia stradale, Provinciale ed alle Municipali, per definire meglio la tipologia degli interventi di messa in sicurezza del percorso alternativo della ex Ss 107 in vista dei lavori di seconda fase.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ago 2017

Aperto al traffico il tratto della nuova strada statale 534 “di Cammarata e degli Stombi”,

di mobilita

Anas comunica che è stato aperto al traffico il  tratto della nuova strada statale 534 “di Cammarata e degli Stombi”, tra lo svincolo di Torre del Mordillo (Km 6,550 circa) e il Km 14,100 (fine Lotto), tra i territori comunali, Spezzano Albanese e Cassano allo Jonio  in provincia di Cosenza. Il nuovo tratto a doppia carreggiata, ha una lunghezza complessiva di circa 7,5 Km, sarà percorribile su quattro corsie, due per senso di marcia e rappresenta metà dell’intero tracciato in corso di ammodernamento. La nuova strada statale 534 “di Cammarata e degli Stombi”, una volta completati i lavori di potenziamento dei restanti 7 km, dallo svincolo di Sibari dell'Autostrada A2, fino allo svincolo di Torre del Mordillo al km 6,550  , rappresenterà la prima trasversale di collegamento ammodernata tra il versante jonico e l’A2 “Autostrada del Mediterraneo”. Inoltre la nuova arteria, insieme al Megalotto 3 della strada statale 106 ‘Jonica’, un tracciato di circa 38 km compreso tra Roseto Capo Spulico e Sibari, completerà l’itinerario dall’Adriatica fino all’ A2 , un importante tassello strategico ai fini dello sviluppo del collegamento viario dell’intera Calabria. L’ultimazione dei lavori di ammodernamento è prevista entro il primo semestre del 2018. L’impresa realizzatrice dell’opera è la Intercantieri Vittadello S.p.A. Ti potrebbero interessare: Calabria, in Gazzetta la delibera Cipe su progetto definitivo I tratta 3° megalotto SS. 106 “Jonica” SS 107 ‘Silana Crotonese’ si discute sulle fasi dei lavori in corso sul Viadotto “Cannavino”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Metrotramvia di Cosenza, firmato contratto per progettazione esecutiva

di mobilita

E' stato firmato oggi dai rappresentanti del Dipartimento "Lavori Pubblici" della Regione e della ditta CMC di Ravenna, in qualità di mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese aggiudicatario dell'appalto, il contratto per la progettazione esecutiva, la realizzazione del sistema collegamento metropolitano tra Cosenza, Rende e l'Università della Calabria e la fornitura e messa in esercizio del relativo materiale rotabile. Il contratto - informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta - prevede un investimento complessivo di 98 milioni di euro. Il termine per l'ultimazione della progettazione esecutiva è fissato in 60 giorni mentre la consegna dell'opera è fissata in 900 giorni dopo l'approvazione del progetto.   "La firma del contratto - ha detto il Presidente della Regione Mario Oliverio - rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione di un'opera strategica non solo per l'area urbana cosentina ma per l'intero sistema di trasporto regionale. Dopo gli importanti investimenti già avviati per la metropolitana di Catanzaro e per la ferrovia ionica, continuiamo ad investire nel ferro per ridisegnare il trasporto pubblico locale". Già nella prossima settimana è previsto un incontro tra i tecnici della Regione, i tecnici dei Comuni di Cosenza e Rende e della provincia di Cosenza, per permettere, in coerenza con l'accordo di Programma Quadro sottoscritto il dodici giugno scorso, l'avvio delle attività di progettazione esecutiva già nel mese di agosto. "Stiamo rispettando - ha concluso il Presidente - il cronoprogramma che avevamo stabilito, continueremo a lavorare alacremente per consentire l'avvio dei lavori già entro il 2017 e consegnare alla Calabria un'opera che rappresenta un tassello fondamentale del nuovo sistema della mobilità che stiamo realizzando nella nostra regione". La Metrotramvia si sviluppa, per complessivi 9.411 m, dall'inizio di Viale G. Mancini, a Cosenza, sul lato est del Centro Commerciale, fino all'Università della Calabria, a Rende. L’infrastruttura, che servirà un bacino di utenza di oltre 200 mila persone, ha lo scopo di collegare l’area urbana cosentina con Rende.

Leggi tutto    Commenti 0