Articolo
12 mag 2018

BRESCIA | Al via il nuovo servizio di bike-sharing elettrico e-BICIMIA

di mobilita

Al via il nuovo servizio di bike-sharing elettrico e-BICIMIA: Bicimia cresce con l’introduzione di 20 bici elettriche a pedalata assistita collocate in 5 postazioni: FS, San Faustino, Zanardelli, Branze e Arnaldo. Tutti gli utilizzatori di Bicimia e tutti coloro che desiderano sfruttare i vantaggi della mobilità ciclistica disporranno di biciclette a pedalata assistita adatte a tutte le età e a tutte le preparazioni atletiche, per lavoro o per il tempo libero. Un mezzo che, nel modello proposto a Brescia, è dotato di una batteria al litio da 36 volt e di un motore “brushless” da 250 watt, con un’autonomia di carica in grado di raggiungere i 70 km. Le e-bike si utilizzano come le normali biciclette Bicimia: basta essere abbonati, avvicinarsi alle postazioni identificate dal colore verde, sganciare l’e-bike con la tessera e iniziare a pedalare! Attenzione a riconsegnare sempre l’e-bike in una delle apposite postazioni con ricarica, dove dovrà essere collegata la staffa di ancoraggio, abilitata alla ricarica e in questo modo sarà possibile ricaricare automaticamente l’e-BICIMIA. Il nuovo servizio E-Bike Sharing ha carattere sperimentale e proprio per questo avrà le stesse caratteristiche della Bicimia tradizionale, tra cui i primi 45 minuti di utilizzo gratuiti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 apr 2018

BRESCIA | Domani chiusa la stazione FS della metropolitana

di mobilita

La stazione Fs della metropolitana di Brescia rimarrà temporaneamente chiusa al pubblico dalle ore 22.00 di mercoledì 18 aprile 2018 per lavori in corso legati al cantiere del tunnel FS. Dalle ore 22.00 e fino alle ore 24.00 il collegamento tra la stazione Fs e la stazione Vittoria sarà garantito da un servizio autobus sostitutivo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2018

BRESCIA | Domenica 18 marzo metro gratuita per il Metro Day

di mobilita

A cinque anni dalla sua inaugurazione la metropolitana di Brescia è sempre più legata alla sua città e ai suoi utenti, ed è proprio insieme a tutti loro che il Comune di Brescia e il Gruppo Brescia Mobilità dedicano alla metropolitana una giornata di festa. Bresciani e non, tutti sono invitati al Metro Day in programma domenica 18 marzo alle 16.30 in Piazza Vittoria con grande show musicale, con molti importanti ospiti. Sul palco saranno presenti la giovanissima Gaia Massetti, Le Deva il quartetto femminile composto da Roberta Pompa, Greta Manuzi, Verdiana Zangaro e Laura Bono. A seguire direttamente da Los Angeles arriva Sergio Sylvestre, vincitore della quindicesima edizione del talent show Amici di Maria de Filippi, con in chiusura la musica dance di Marvin & Andrea Prezioso. Il tutto sarà sapientemente condotto dal comico bresciano Giorgio Zanetti. L’evento sarà, come sempre, gratuito e viaggiare in metropolitana sarà gratuito a partire dalle ore 14.00 e fino a fine servizio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 feb 2018

BRESCIA | Stanziati dalla regione Lombardia 2,3 milioni per il TPL

di mobilita

E' di 2.352.120 euro l'aiuto straordinario concesso dalla giunta regionale della Lombardia alla Provincia di Brescia per il Trasporto pubblico locale.  Lo ha stanziato l'esecutivo lombardo che ha approvato la delibera su proposta dell'assessore regionale all'Economia, Crescita e Semplificazione. La misura e' attuata ai sensi della Legge regionale 42/2017 che autorizza lo svincolo a fronte dell'impegno delle province a stanziare le risorse per il Tpl. L'aiuto regionale garantito dalla delibera permettera' alla Provincia di Brescia di approvare il bilancio, evitando forme di dissesto finanziario che si ripercuoterebbero sul territorio e sui cittadini e assicura nuove risorse a disposizione per il Trasporto pubblico locale. Lo svincolo di fondi a favore della Provincia di Brescia e' subordinato alla comunicazione di un suo formale impegno a stanziare il medesimo importo per i servizi di Trasporto pubblico locale resi dal 2018.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

BRESCIA | FS pronte a finanziare il nuovo tram

di mobilita

Le Ferrovie dello Stato sono pronte a finanziare il nuovo tram di Brescia, un progetto da 350.000.000 euro. Lo ha rivelato l’ad del Gruppo Renato Mazzoncini durante un Forum svoltosi al Giornale di Brescia. Il nuovo tram dovrebbe coprire le zone della città scoperte dal metrò (ovvero i quartieri ad ovest, da Urago Mella a Chiesanuova) percorrendo il tracciato della linea 2 del bus urbano, che dalla Pendolina scende ad Urago Mella, Chiesanuova fino al nuovo PalaEib. FOTO DI COPERTINA TRAM MIilano. Guido Catasta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2018

BRESCIA | Dal 10 al 17 febbraio il Festival Internazionale delle Luci

di mobilita

Dal 10 al 17 febbraio il Festival Internazionale delle Luci animerà il Castello di Brescia con installazioni, videoproiezioni e performance musicali live ad ingresso libero Un viaggio magico tra videoproiezioni, installazioni luminose e performance musicali, uno spettacolo emozionante in una cornice di inestimabile valore storico e artistico. Il percorso all’interno del Castello prevede 19 installazioni – in crescita rispetto alle 15 della prima edizione – con artisti provenienti da Olanda, Germania, Slovacchia, Polonia, Canada, Finlandia, Portogallo e Italia. L’obiettivo della manifestazione è coniugare un respiro internazionale con la valorizzazione di giovani talenti bresciani: a tale scopo, alcune installazioni rappresentano produzioni originali appositamente commissionate per mettere in luce specifici temi culturali e aree del castello. La sezione “Giovani Artisti per CidneON” si preannuncia quindi ricca di eventi. Con l’installazione “Le mura parlanti” tre giovani donne - l’attrice Camilla Filippi, la scrittrice Isidora Tesice la musicista Eleuteria Arena - raccontano in modo originale, in parole e musica, la nostra città. Il compositore Paolo Gorini, allievo di Mauro Montalbetti, ha scritto appositamente per CidneON l’accompagnamento musicale della installazione “Ecce homo”, realizzata da Scena Urbana e ispirata a “Cristo e l’angelo”, capolavoro di Alessandro Bonvicino, detto il Moretto. Il giovanissimo rapper Marco Maninetti ha realizzato il brano musicale che anima l’installazione “Albero dei desideri”, che ha la voce dell’attore Luca Muschio. Due delle 19 installazioni saranno un omaggio alla riapertura della Pinacoteca Tosio Martinengo di Bresciache a marzo, dopo nove anni di chiusura, riaprirà i battenti. Le due installazioni sono ispirate ad altrettanti capolavori della Pinacoteca: “Il drago del Castello”, opera ispirata alla quattrocentesca tavola di “San Giorgio e il drago”, e “Ecce homo”, che trae ispirazione da uno dei vertici dell’arte rinascimentale bresciana e lombarda, “Cristo e l’angelo” di Alessandro Bonvicino, detto il Moretto. CidneON ricorderà l’opera di due importanti compositori bresciani: Antonio Bazzini e Giancarlo Facchinetti. Antonio Bazzini, anzitutto, celebre violinista, didatta e compositore del quale ricorre nel 2018 il duecentesimo anniversario dalla nascita: la sua musica accompagnerà l’installazione “Colonne sonore”, nel cortile del Mastio Visconteo. La musica di Giancarlo Facchinetti (1936 – 2017) è invece il tessuto sonoro di “Acordaos”. Il tema della memoria. Tema centrale per ogni comunità, la memoria assume a Brescia particolari risonanze. L’installazione “Acordaos. Coro di luce”, opera di Stefano Mazzanti con musica di Giancarlo Facchinetti, è collocata nella Fossa dei Martiri, quale omaggio alle vittime delle guerre e delle battaglie che videro come teatro il Castello nel corso dei secoli, dalle Dieci Giornate del 1849 alle persecuzioni fasciste dell’ultimo conflitto mondiale; otto colonne luminose rosse rimandano idealmente alle vittime della strage di piazza Loggia, nel 1974, evento fortemente iscritto nella memoria storica della città. CidneON ha tessuto una importante rete di collaborazioni con le istituzioni accademiche bresciane, a cominciare dalle due Università, Statale e Cattolica, che hanno concesso il patrocinio all’evento. In questo quadro, l’Università degli Studipresenterà il progetto “Le autostrade della luce”, dedicato allo sviluppo delle fibre ottiche, in calendario il 16 febbraio alle 17 nel salone Apollo di palazzo Martinengo Palatini. Le due Accademie d’Arte della città, Laba e Santa Giulia, hanno realizzato invece ben tre installazioni per CidneON, frutto di un percorso didattico. CidneON 2018 consentirà anche di riscoprire il fascino e la magia del Castello di Brescia, la più grande fortezza urbana d’Italia, ricchissima sotto il profilo storico artistico. Nei giorni del Festival sarà possibile visitare gratuitamente il Museo delle Armi “Luigi Marzoli”, straordinaria collezione di armi bianche e armi da fuoco, testimonianza della vocazione industriale della Leonessa d’Italia. I visitatori potranno anche ammirare il grande plastico ferroviario “Cidneo”, curato dal Club Fermodellistico Bresciano. Concorso Zoom “CidneON2018”. Anche in questa seconda edizione è previsto un concorso fotografico in collaborazione con il Giornale di Brescia. Una nuova avventura fino all’ultimo scatto. Il Festival, giunto alla sua seconda edizione attraverso i servizi integrati del Gruppo Brescia Mobilità sarà possibile raggiungerlo scegliendo tra molteplici soluzioni. Dal 10 al 17 febbraio Via Brigida Avogadro e Via del Castello, che collegano Piazzale Arnaldo e la zona di San Faustino con il Castello, saranno chiuse al traffico a partire dalle 17.30 e sarà possibile raggiungere la sommità del Colle Cidneo in totale relax grazie al servizio di bus navetta gratuito che ogni sera dalle 17.30 all’1.00 collegherà Piazzale Arnaldo (fermata all’angolo con Via Avogadro) e Via San Faustino (fermata all’angolo con Via del Castello) con Piazzale Sferisterio, nei pressi delle mura di cinta del Castello, con partenze ogni 15 minuti. Mentre per chi vorrà raggiungere il Festival delle Luci in modo dolce, godendosi appieno il panorama che il Colle offre, sarà a disposizione il trenino gratuito che dalle 17.00 alle 22.00, con partenza da Piazza Paolo VI, raggiungerà direttamente il Castello. E per agevolare ancora di più gli spostamenti, l’orario della metropolitana sarà prolungato fino all’una di notte nelle giornate di sabato 10, domenica 11, mercoledì 14, venerdì 16 e sabato 17 febbraio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 nov 2017

Nuovi sistemi di gestione del traffico ferroviario nel nodo di Verona, tra Brescia e Vicenza

di mobilita

Gli impianti ferroviari del tratto di linea Brescia-Vicenza sono ora gestiti direttamente dalla “torre di controllo” della circolazione ferroviaria di Verona Porta Nuova dove, da oggi, è situata la Postazione dell’Operatore di Movimento che sovrintende i sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario. L’intervento rappresenta un’ulteriore tappa del percorso di rinnovo tecnologico sull’intero asse Torino-Milano-Venezia, che garantirà a regime sia l’incremento degli standard di puntualità e regolarità della circolazione ferroviaria, sia il miglioramento delle attività di manutenzione dell’infrastruttura e della qualità dei sistemi di informazione e comunicazione ai viaggiatori. L’investimento complessivo di Rete Ferroviaria Italiana, per tutti i lavori programmati sulla direttrice, ammonta a circa 770 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2017

A35 Brebemi si collega con la A4 nei pressi di Brescia

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio ha partecipato all’inaugurazione dell’interconnessione diretta tra A35 Brebemi e A4 nell’area di Brescia, presso la nuova barriera autostradale di Castegnato (Bs). "E' un'opera molto importante che dà piena funzionalità alla Brebemi, e che permette spostamenti più rapidi ed una logistica più semplice" ha detto il ministro Delrio. "E' un'opera  che seppur non enorme è utilissima e darà una grande funzionalità al sistema autostradale italiano che stiamo potenziando, privilegiando le gare, le tariffe sotto controllo e gli investimenti. Le istituzioni hanno la responsabilità di fare una buona pianificazione strategica, che vuol dire individuare le opere: non è importante che siano grandi o piccole, ma che siano realmente utili al territorio, allo sviluppo della logistica, delle imprese e alla vita delle comunità. Il nuovo tracciato, inaugurato con 3 mesi di anticipo rispetto al cronoprogramma di progetto, ha una lunghezza di circa 5,6 km e partendo dall’intersezione tra la A35 e la S.P.19, collega direttamente le autostrade A35 Brebemi e A4. Grazie a quest’opera, si completa finalmente il progetto originario, inserendo pienamente la A35 nel sistema autostradale nazionale ed internazionale. Ora Brebemi potrà essere facilmente utilizzata da tutti gli utenti come autostrada direttissima Brescia-Milano, agevolando il traffico proveniente da Est e da Ovest sull’asse Venezia-Verona-Brennero-Genova-Torino. In questi primi tre anni di vita, malgrado la mancanza del collegamento diretto con il sistema autostradale nazionale verso Brescia, la A35 Brebemi è cresciuta in termini di transiti, ad oggi aumentati del 163% rispetto a quelli registrati nel primo semestre dell’apertura nel 2014. Ha liberato dal traffico i Comuni dell’area interessata dall’infrastruttura (il traffico pesante sulla A35 è circa il 30% del totale) riducendo i tempi di percorrenza e le emissioni di CO2 e ha valorizzato il territorio dal punto di vista turistico, culturale, eno-gastronomico e soprattutto economico.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2017

Norvegia 12% – Italia 0,2%: l’Europa a due velocità sulla mobilità elettrica

di Giulio Di Chiara

Il tema della mobilità sostenibile si proietta sempre in avanti, cercando di consegnare alle generazioni future sistemi di spostamento ottimizzati al maggior rendimento con il minor impatto. Un argomento che abbraccia tante tematiche e che può essere affrontato sotto diversi aspetti. Tale obiettivo è perseguito dal Forum Innovazione Mobilità sostenibile, il primo evento di alto livello in Italia a parlare di intermodalità e innovazione nella mobilità sostenibile in Europa e non solo http://mobilityinnovationforum.it. A corredo dell'evento in programma a Dicembre presso la città di Brescia, lo staff ha lanciato già degli spunti di riflessione che saranno oggetto del dibattito e che ci piace condividere per stimolare il dibattito. Uno di questi è legato alla mobilità elettrica: Mobilità elettrica: nel 2020 almeno un milione di veicoli elettrici in Italia La grande sfida dell’Italia per introdurre la mobilità elettrica su larga scala (large scale early adopter) è uno degli argomenti centrali del Forum Innovazione Mobilità Sostenibile: oggi in EU i veicoli elettrici (EV) costituiscono solo l’1% del totale del mercato automobilistico, ma mentre la Norvegia ha raggiunto il 12% grazie a pesanti investimenti, l’Italia è ancora allo 0,2%. Guardando al futuro, in Italia potrebbe esserci almeno un milione di veicoli elettrici al 2020 e, secondo RSE (Ricerca Sistema Energetico), nel 2030 ci saranno circa 10 milioni di veicoli elettrici, il 50% dei quali nelle grandi aree urbane, caratterizzati da strutture leggere, sistemi di autoguida e materiali derivati da processi rigenerati (circular automotive). «La Comunità Europea ha già dato dei riferimenti con la direttiva 94/2014, circa 120.000 punti di ricarica nazionali, di cui almeno 20.000 pubblici, sia sui corridoi ad interesse Europeo (i cosiddetti Ten-T) e Nazionale, che nelle città, soprattutto a supporto del turismo, nelle aree di scambio internazionale, nelle soste brevi casa-lavoro-shopping-scuole», spiega Franco Barbieri, amministratore di Route 220, leader nei sistemi di ricarica, che sarà relatore al Forum Innovazione Mobilità Sostenibile. Guardando ai costi, RSE stima circa 2 miliardi di Euro, fra attrezzature e infrastrutture di supporto, molti di questi a carico dell’Europa, che ha già definito linee di intervento specifiche. «Ma anche di aziende come Route220», spiega Barbieri, «che fanno impresa lavorando sulla catena del valore e sui ruoli e vantaggi degli stakeholders coinvolti, che non possono solo essere players locali con una visione mono-territoriale, ma integrati in un contesto di relazioni e di sviluppo continentale». Ad oggi si contano in Italia 700 colonnine, contro 22.500 stazioni di rifornimento carburante ma si potrebbero raggiungere obiettivi ambiziosi e vedere in strada, al 2020, oltre 1 milione e mezzo di veicoli elettrici. «Enel è in prima linea per la realizzazione di una infrastruttura di ricarica innovativa e adeguata in tutto il territorio nazionale per favorire l’utilizzo dei veicoli elettrici», afferma Ernesto Ciorra, direttore Innovazione e Sostenibilità del Gruppo Enel (fonte)  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Brescia | 20 nuovi mezzi per la flotta bus piu’ metanizzata d’italia

di Fabio Nicolosi

Venti nuovi autobus in servizio sulle linee urbane di Brescia e Desenzano d/G: il 90% circa dei km verrà effettuato con mezzi a metano Continua il percorso green che Brescia Trasporti, in piena sinergia con l’Amministrazione Comunale di Brescia, ha da tempo intrapreso e che si pone due obiettivi principali: la riduzione delle emissioni inquinanti e la promozione del risparmio energetico. Con il nuovo orario invernale, a partire dal 12 settembre p.v., entrano in servizio 20 nuovi bus a metano della Industria Italiana Autobus (IIA): diciannove saranno impiegati all’interno della città di Brescia; uno sarà destinato al servizio di trasporto pubblico di Desenzano del Garda, gestito da Brescia Trasporti. Dei 20 nuovi bus, sette sono stati acquistati in totale autofinanziamento da parte di Brescia Trasporti, dieci hanno beneficiato di un cofinanziamento al 50% da parte del Ministero dell’Ambiente e tre di un cofinanziamento al 70% da parte di Regione Lombardia. L’investimento in autofinanziamento da parte di Brescia Trasporti è stato dunque di 2,6 mln € e l’investimento complessivo di 4 mln €, con un costo medio a bus di 200.000€, cifra estremamente competitiva grazie agli esiti molto positivi della gara indetta dal Gruppo Brescia Mobilità. Tutti i bus sono modello Citymood 12CNG e sono dotati delle caratteristiche necessarie per effettuare in modo ottimale il servizio in un contesto urbano: la lunghezza di 12 m, un alto livello di manovrabilità, il cambio automatico con logica auto adattativa a 6 marce, le sospensioni di tipo automatico integrale con correttore di assetto a controllo elettronico ECAS, il pianale ribassato, l’aria condizionata, il sistema di videosorveglianza, la presenza di pedana per il trasporto di passeggeri diversamente abili e una capienza che permette di trasportare 19 viaggiatori seduti e 76 in piedi. Inoltre, tutti i nuovi bus sono dotati di dispositivo per il conteggio dei passeggeri. Tutti bus sono a metano e di modello Euro 6, al fine di garantire la massima riduzione delle emissioni inquinanti e con un basso livello di rumorosità in modo da contenere anche le emissioni sonore. L’impianto del metano risponde alle norme ECE 110, al fine di garantire la massima sicurezza durante l’utilizzo delle quattro bombole in alluminio e fibra di carbonio. La scelta dei mezzi è stata inoltre effettuata con l’obiettivo di curare l’aspetto ergonomico e l’abitabilità del posto guida, così da migliorare il comfort di guida nel rispetto delle diverse esigenze dei conducenti. Il posto guida è facilmente accessibile e dotato di una chiusura di sicurezza a disposizione dell’autista. La separazione tra postazione del conducente e parte accessibile ai passeggeri è realizzata in modo da assicurare sia una perfetta visibilità in tutte le direzioni sia un’adeguata protezione all’autista in caso di necessità. Con l’introduzione dei 20 nuovi bus salgono a 156 gli autobus a metano della flotta di Brescia Trasporti (ovvero il 79,6% del parco mezzi aziendale), che effettueranno il 90% delle percorrenze chilometriche nell’area urbana di Brescia. Brescia Trasporti peraltro ha già in programma, quale step successivo, la totale sostituzione degli ultimi 40 bus a gasolio. Grazie ai finanziamenti già stanziati allo scopo, nel 2018 saranno introdotti altri 20 nuovi bus a metano.

Leggi tutto    Commenti 0