Articolo
14 gen 2019

MILANO | Potenziata la linea del bus 63 ATM a Muggiano

di mobilita

Proseguono gli interventi coordinati tra Comune e ATM a servizio dei quartieri, che già nel corso del biennio 2017-18 hanno visto il potenziamento di numerose linee di trasporto pubblico per favorire la mobilità dei cittadini tra le diverse zone della città e con il centro. Lunedì 14 gennaio migliora il servizio della linea 63 a Muggiano, con due nuove fermate nelle immediate vicinanze dei centri scolastici e sportivi del quartiere. “Continua il nostro lavoro di ricucitura delle linee di superficie nei quartieri –  dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità –. Da lunedì la linea 63 si allunga nel quartiere di Muggiano dove sarà il nuovo capolinea. Il bus attraverserà il quartiere Olmi. Abbiamo condiviso e fatto nostra una richiesta dell’attivo comitato di Quartiere”. In particolare i bus mantengono il consueto percorso tra la stazione M1 in piazza De Angeli e via Moltoni. Da lì proseguono il tragitto e, passando da via Jemolo e via Guascona, raggiungono il nuovo capolinea di via Muggiano 7, con una nuova fermata al civico numero 6 in direzione De Angeli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

MILANO | BikeMi compie dieci anni e festeggia con numerose iniziative

di mobilita

Dieci giorni di tariffe speciali, sette nuove stazioni da inaugurare e 150 nuove biciclette elettriche con seggiolino per bambini in arrivo nei prossimi giorni. E ancora, un convegno alla Statale e molte novità in agenda per il 2019: BikeMi compie dieci anni e festeggia con la città il successo del servizio di bike sharing nato il 3 dicembre del 2008. A presentare le iniziative in programma sono stati oggi, in una conferenza stampa a Palazzo Marino, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli, il Presidente di Atm Luca Bianchi e il general manager di Clear Channel Italia Mats Lundquist. Per celebrare il compleanno delle bici gialle, dal 3 al 13 dicembre gli abbonati BikeMi potranno utilizzare gratuitamente senza limiti di tempo le biciclette normali ed elettriche, la cui flotta verrà implementata con l'arrivo di 150 nuovi modelli con pedalata assistita e seggiolino; il 13 dicembre chiunque potrà attivare gratuitamente un abbonamento giornaliero e, sempre in quei giorni, verranno aperte sette nuove stazioni (Angilberto-Comacchio, Bologna, Ortles-Ripamonti, Ortles-Orobia, Cuoco-Monte Cimone, Corvetto-Polesine, Gabrio Rosa), realizzate nell'ambito del progetto europeo Sharing cities. A queste, entro il 2019, se ne aggiungeranno altre 34, portando il numero delle stazioni sparse per la città a quota 323. A crescere, il prossimo anno, sarà anche la flotta delle "gialle", che passeranno dalle attuali 3.650 a 4.280, alle quali si uniranno le 1.150 elettriche a pedalata assistita. Numeri in crescita che rispondono al gradimento dei cittadini per un servizio pensato da Comune e ATM, e gestito da Clear Channel, che conta ad oggi più di 650mila iscritti e 23 milioni di utilizzi per oltre 46 milioni di chilometri percorsi in città. Pedalate che hanno permesso di risparmiare oltre 9,3 milioni di anidride carbonica in termini di mancate emissioni, alle quali si aggiunge il contributo di una centrale di ricarica elettrica con energia (75 khW/annui) prodotta da pannelli fotovoltaici. BikeMi ha quindi raggiunto e superato gli obiettivi per i quali era nato e oggi è a tutti gli effetti un servizio di trasporto pubblico efficiente e capillare, con stazioni che non distano tra di loro più di quattrocento metri, in grado di collegare i quartieri alle grandi reti di trasporto pubblico. Un sistema che ha il merito di diffondere buone pratiche, invogliando anche chi non vive in città ad utilizzare le due ruote a pedali per gli spostamenti. Grazie allo sharing, infatti, possono andare in bici anche i “cittadini temporanei” che si trovano a Milano per lavoro o vacanza, e possono sperimentare le due ruote anche persone che non vogliono acquistare il veicolo o che organizzano gli spostamenti passando dalla metropolitana, al bus e a sistemi più flessibili. Le biciclette in condivisione sono ormai una parte ormai decisiva del sistema di mobilità sostenibile e a basso impatto per il quale Milano sta diventando un modello e punto di riferimento, grazie alla capacità di integrare i mezzi tradizionali con quelli più moderni della sharing mobility.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 nov 2018

MILANO | Al via i lavori per migliorare le linee tram 2 e 27

di mobilita

Prosegue l’attività dell’Amministrazione per migliorare la qualità del trasporto pubblico e renderlo sempre più efficiente con migliori collegamenti tra i quartieri e con il centro della città. Da giovedì 8 novembre, partiranno i lavori per l’accessibilità alle fermate della linea tram 2 da Porta Genova a piazzale Negrelli. Mentre a partire dal 12 novembre, interventi importanti interesseranno la linea 27. Sono state già migliorate le linee bus 220 (con nuove corse) e 328 (con prolungamento). “Quartieri sempre meglio collegati fra loro e con il centro città - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente–. Ma anche con i comuni limitrofi affinché sia sempre più facile servirsi del trasporto pubblico e integrare la rete urbana con la ferrovia. Un lavoro di ricucitura che abbiamo intrapreso da tempo su tutte le linee”. I lavori riguardano la riqualificazione, la velocizzazione e l’adeguamento alla normativa per le persone con disabilità di tutte le fermate delle principali linee tranviarie anche della linea 27 (XXII Marzo, Corsica, Forlanini, Mecenate, Ungheria). Interventi che partiranno lunedì 12 novembre e che consentiranno di avere una linea più veloce con l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di nuove pensiline dalla lunghezza adatta per i tram modello Eurotram, Sirio e Sirietto e l’ottimizzazione delle fermate. I lavori sono stati finanziati dall’Amministrazione e sono affidati ad Atm. Gli interventi verranno eseguiti a lotti, fermata dopo fermata, così da limitare, nel corso dei mesi, i disagi ai cittadini. Le fermate interessate saranno spostate o accorpate. Da questa settimana migliorano anche le linee bus numero 328 che da ieri arriva al quartiere delle Rose di Pieve Emanuele e il 220 con due nuove corse nell’orario di punta del mattino. Si tratta di potenziamenti progettati nel quadro del prolungamento del tram 15 a Rozzano che aiutano a collegare meglio i comuni con Milano e a integrare bus e ferrovia. In particolare questi potenziamenti rafforzano Pieve Emanuele e un loro quartiere popolare, il quartiere delle Rose, e una scuola superiore. Sul sito web e sull’app mobile di Atm sarà possibile conoscere le fermate coinvolte dai lavori e quelle provvisorie.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ott 2018

MESSINA | Da sabato istituita nuova linea 15/BIS e modifiche su altre linee

di mobilita

Da sabato 3 novembre l’Azienda Trasporti Messina immetterà in servizio la nuova linea 15/bis (Unrra-Cavallotti) con il seguente tragitto: villaggio Unrra, via Marco Polo, via La Farina, Cavallotti, via T. Cannizzaro, via C. Battisti, via Catania, via Celi, villaggio Unrra. Di conseguenza sarà modificata la linea 6 (Tipoldo-Larderia-Unrra- Zir). Per motivi logistici e per ottimizzare il servizio si attiveranno inoltre le seguenti modifiche: lo spostamento del capolinea situato nell’area ex Gasometro a piazza Castronovo; variazione percorso linea 1 (Shuttle), a seguito dell’ordinanza comunale per lavori in via I Settembre; modifiche dei tragitti delle seguenti linee: 18 (San Michele–Castronovo), 18/Bis (Giampilieri-San Michele), 19 (Giostra-Cavallotti), 20 (San Licandro), 21 (Circonvallazione) e 32 (Ponte Gallo-Papardo); linea 1 (Shuttle), modifica del percorso in esecuzione dell’ordinanza del dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità n. 789 dello scorso 23 ottobre e per lavori della rete fognaria in via I Settembre. Nuovo percorso andata: Giampilieri-S.S.114-Cavallotti-Via Santa Maria Alemanna-viale San Martino-via T. Cannizzaro-corso Cavour-via Garibaldi-Terminal Annunziata-capolinea via Circuito; linea 6 (Tipoldo-Larderia), nuovo tragitto: Tipoldo-Larderia-S.S.114-Zir; linea 15/Bis (villaggio Unrra-Cavallotti), percorso: villaggio Unrra-via Marco Polo-via La Farina-Cavallotti-via T. Cannizzaro-via C. Battisti-via Catania-via Celi-villaggio Unrra; linea 18 (San Michele-Castronovo) nuovo tragitto: San Michele-viale Giostra-piazza Castronovo-via Istria-viale della Libertà-viale Giostra-San Michele; linea 18/bis (Giampilieri-San Michele) nuovo percorso: Giampilieri Superiore-San Michele-viale Giostra-via Garibaldi-via T. Cannizzaro-Cavallotti; linea 19 (Giostra-Cavallotti) nuovo tragitto: Cavallotti-via Santa Maria Alemanna-viale San Martino-via T. Cannizzaro-corso Cavour-via Garibaldi-via Ogliastri-Giostra; linea 20 (San Licandro) nuovo tragitto: contrada Citola-Conca D’Oro-San Licandro-viale Regina Elena-viale Regina Margherita-via T. Cannizzaro-Cavallotti; linea 21 (Circonvallazione), nuovo capolinea in piazza Castronovo. Nuovo tragitto: piazza Castronovo-via Istria-viale della Libertà-viale Giostra-via Regina Margherita- viale Principe Umberto-viale Europa-via La Farina-Cavallotti; linea 31 (Sperone-Torre Faro), nuovo capolinea in via Circuito (Torre Faro). Nuovo tragitto: contrada Badessa-Serri-ospedale Papardo-via Consolare Valeria-via Circuito-padre Pio-Torre Faro-Istituto Marino; linea 32 (Ponte Gallo-Papardo), nuovo capolinea Terminal Annunziata. Nuovo tragitto: Ponte Gallo-Spartà-ospedale Papardo-via ConsolareValeria- Terminal Annunziata. Le variazioni potranno essere consultate sul sito dell’ATM www.atmmessina.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2018

MILANO | Sciopero generale, si fermano metro tram e bus ATM

di mobilita

Per venerdì 26 ottobre la Confederazione Unitaria di Base (CUB) e il Sindacato Generale di Base (SGB) hanno proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore con rivendicazioni riguardanti “il salario, il welfare, la rappresentanza nei luoghi di lavoro, i diritti universali, contro le privatizzazioni e liberalizzazioni, per abolizione delle diseguaglianze, per la salute e sicurezza”. CUB Trasporti e SGB, in adesione allo sciopero, hanno indicato le modalità che variano da città a città. A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8:45 alle 15:00 e dalle 18:00 al termine del servizio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ott 2018

MESSINA | Per il consigliere Biancuzzo il trasporto pubblico deve essere gestito da privati

di mobilita

Per il consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo il nuovo piano viario, adottato dall'ATM, non funziona e chiede al sindaco e al presidente dell'Atm il ritorno delle linee private sulla Statale 113 dir: “Chiedo di ripristinare il percorso delle linee private, via strada statale 113 transitando da Orto Liuzzo, Rodia, San Saba, Piano Torre, Spartà, Tono e Mortelle,  che provengono da Milazzo, Saponara ed altri Comuni che, giunti a Ponte Gallo, si immettono sulla Tangenziale per raggiungere la città e di autorizzare le ditte private a transitare dalla litoranea concedendo di viaggiare gratuitamente ai ragazzi che frequentano le scuole e trasformare l’Azienda trasporti municipalizzata e farla gestire ai privati per consentire il potenziamento ed il miglioramento del servizio pubblico"    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2018

MESSINA | Domenica 14 ottobre verrà sospeso il tram nonostante il MessinaStreet Food

di mobilita

Domenica 14 ottobre continuerà la fase sperimentale del nuovo piano viario dei trasporti con la sospensione del tram, sostituito dal bus gommato Shuttle. Si farà quindi a meno del tram proprio quando domenica ci sarà il MessinaStreet Food, l'evento dedicato al cibo di strada che richiama una moltitudine  di visitatori. Intanto, in un incontro con la III circoscrizione e Atm, sono state chieste alcune modifiche al nuovo piano viario e in particolare alle linee 9 10 11  12 12bis 13 e 14 e per altre è stato richiesto il passaggio dal mercato Vascone e dal cimitero.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
10 ott 2018

MESSINA | Per il presidente ATM Campagna il nuovo piano dei trasporti è il migliore per la città

di mobilita

In merito al nuovo piano linee dei bus il Presidente dell'ATM fa pervenire una nota: “Riteniamo che ogni critica o suggerimento sul nuovo piano delle linee degli autobus – sottolinea il presidente dell’Azienda Trasporti Messina Giuseppe Campagna – non possa prescindere dalla problematica situazione finanziaria in cui versa l’ATM. Ormai tale considerazione sembra appartenere anche ai più incalliti sostenitori della precedente gestione, seppure con tutte le riserve sulla consistenza dei debiti di quella Azienda che andranno ulteriormente chiariti in altra sede. Oggi va ribadito che l’attuale piano delle linee è l’unico – ed a nostro avviso il migliore – che questa città, giunta sull’orlo del dissesto finanziario, possa permettersi. È ovvio che operando senza limiti di spesa e continuando ad immettere ulteriori autisti sarebbe risultato facile a chiunque garantire più mezzi e più corse. Rimane il fatto che il traffico urbano nelle ore di punta non diminuisce, ma semmai aumenta, incrementando il numero di mezzi in strada. E ciò non permetterebbe certamente di ridurre i tempi di percorrenza. Senza dubbio quest’Amministrazione ed il management ATM intendono mantenere l’impegno ad assicurare sulla linea 1 (Shuttle) i tempi di percorrenza programmati senza eccessivi ritardi e, soprattutto, minori attese alle fermate. A tal fine si sta provvedendo al suo potenziamento con ulteriori mezzi negli orari di punta ed in particolare nella fascia oraria che va dalle ore 7 alle 8,30. Ed inoltre, si stanno approntando alcuni primi interventi sui nodi critici della viabilità con particolare riferimento alla zona sud. Fluidificare il traffico in direzione sud – nord nelle prime ore della giornata è infatti l’unico modo per assicurare il rispetto degli orari di qualunque piano delle linee a prescindere dalla quantità di uomini e mezzi messi in strada. Il resto – conclude il presidente Campagna – appartiene alla eterna contesa tra i difensori di interessi particolari (lavoratori ATM, automobilisti, commercianti, ambulanti, etc.) che da sempre in questa città rende difficile l’attuazione di ogni nuovo piano viabile”.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 ott 2018

MESSINA | Shuttle, da sabato 13 partono i primi correttivi

di mobilita

Il nuovo piano viario, varato da ATM, non decolla e il sindaco di Messina Cateno di Luca ha voluto verificare personalmente come si viaggia sullo shuttle nella zona sud. E' salito a Giampilieri ed è sceso, dopo un ritardo di circa 33m, presso la sede ATM  rendendosi conto che il servizio, così come è impostato, non funziona. Mentre era a bordo ha ascoltato alcune proposte tra le quali: Prevedere delle corse via autostrada da Tremestieri o San Filippo con uscita al centro; Istituire il senso unico da sud a nord nel tratto di via Marco Polo da Contesse a MINISSALE con l'uscita dello Shuttle in Largo La Rosa. Subito dopo il sindaco ha indetto una riunione con le parti interessate per individuare ed applicare le soluzioni (la n 2) in cui si è deciso di avviare i correttivi già da sabato 13. " Abbiamo preso atto di alcuni errori di valutazione a seguito del viaggio che stamani ho fatto sullo shuttle ed abbiamo deciso di mettere in campo da sabato 13 ottobre alcuni correttivi che ruotano attorno alla soluzione proposta dall’ ispettore Capo Domenico Caminiti della polizia municipale di Messina".  

Leggi tutto    Commenti 1