Articolo
15 feb 2019

MILANO | Al lavoro su varchi e sistemi informatici per adeguare la città all’entrata in servizio di Area B

di mobilita

Procedono le attività degli operatori di Comune e Atm , il prossimo 25 febbraio. Attivati anche i canali Social del Comune e avviata una campagna informativa. Milano cambia aria e accende la ZTL più grande d’Italia che delinea, all’interno del perimetro urbano, circa il 72% dell’intero territorio comunale, un’area a basse emissioni inquinanti con divieto di ingresso ai veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e le moto a due tempi Euro 0, 1 dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 19:30, esclusi i festivi, con lo stesso orario della congestion charge Area C. A regime Area B sarà presidiata da 186 telecamere piazzate in altrettanti varchi lungo i confini della città; il 25 febbraio ne saranno attive 15, per poi arrivare nel corso dei mesi successivi all’attivazione di tutte. L’area soggetta a restrizioni comprende quasi 1.400.000 abitanti (il 97,6% della popolazione residente). Dopo quello del 25 febbraio, il secondo step di Area B avverrà il 1° ottobre 2019 con lo stop ai diesel Euro 4, già vietati dal 2017 in Area C. Seguiranno gli altri divieti progressivi per classi di veicoli immatricolati persona e merci a step successivi fino al 2030, quando a Milano saranno vietati tutti i veicoli diesel. Per consentire la realizzazione di Area B è necessaria una serie di attività preparatorie, prima fra tutte la realizzazione dei varchi di accesso dove le squadre del Comune stanno ultimando il posizionamento dei cartelli di segnalamento e di indicazione dei percorsi alternativi per i veicoli che non possono accedere. Nei prossimi giorni saranno sostituiti e adeguati anche i cartelli di Area C, l’area del centro città soggetta alla congestion charge, che subisce alcuni cambiamenti per adeguarsi alla nuova ZTL. Inoltre, ottenute tutte le autorizzazioni ministeriali nelle scorse settimane, i tecnici informatici di Comune e Atm stanno adeguando i sistemi operativi e realizzando il sistema di registrazione on line. Proprio per consentire lo svolgimento di questi lavori, lunedì 18 febbraio non sarà possibile richiedere pass sosta, permessi per l’ingresso nelle Ztl o nelle corsie preferenziali, né utilizzando il Servizio Pass Online né presso gli sportelli delle delegazioni anagrafiche o presso i comandi di Zona della Polizia Locale. “Milano cambia aria per alzare la qualità della vita – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente –. L’aria che respiriamo è migliorata ma è ancora sopra i livelli di guardia per le polveri sottili nocive alla salute che dobbiamo abbattere drasticamente. Per questo dal 25 febbraio attiviamo Area B. Il sistema comprende anche soldi immediatamente disponibili alle imprese, per incentivare il ricambio del parco auto senza penalizzare le attività, e di deroghe, per consentire a tutti il passaggio a classi di veicoli che inquinano meno. Siamo certi che le famiglie siano pronte a questo cambiamento”. A partire dall’introduzione di Area B, tra il 2019 e il 2026, le emissioni atmosferiche da traffico si ridurranno complessivamente di circa 25 tonnellate di PM10 allo scarico e di 900-1.500 tonnellate di ossidi di azoto: nel primo caso si tratterà di un’accelerazione immediata con già il 14% di emissioni in meno nel 2019 (-24% nel 2020 e -21% nel 2021); nel caso dell’ossido di azoto il calo maggiore si presenterà tra il 2023 e il 2026 con -11% ogni anno, ma già dal 2019 e gli anni successivi il NOx diminuirà del 5% ogni anno. Nel 2018 la media annuale delle concentrazioni di PM10 si è attestata su 33 microgrammi/mc, facendo registrare il risultato migliore dal 2003 e restando sotto il limite europeo di 40 microgrammi/mc. Lo stesso vale per il PM2.5, la cui media annuale è stata di 23 microgrammi/mc – per la prima volta al di sotto della soglia di 25 microgrammi/mc – e per il biossido di azoto (NO2). Infine, i giorni di superamento dei livelli di PM10 nel 2018 sono stati 79, il terzo miglior dato dal 2002, molto meno dei 97 del 2017, ma ancora lontani dal limite dei 35 superamenti annui previsti dall’Europa e soprattutto da una qualità dell’aria soddisfacente. FACILITAZIONI Al fine di consentire a tutti di adeguarsi alle nuove regole e senza penalizzare l’uso occasionale dell’auto vi saranno alcune facilitazioni per particolari tipologie di veicolo, anche a seconda dell’utilizzo. In particolare nei primi dodici mesi di attuazione del provvedimento tutti avranno cinquanta giorni di libera circolazione anche non consecutivi. Al primo accesso l’automobilista riceverà via posta un alert che spiega il funzionamento del provvedimento invitandolo a mettersi in regola ma anche ad iscriversi al portale per controllare e gestire gli accessi disponibili. Dal secondo anno di entrata in vigore di Area B i residenti a Milano e le imprese della città avranno 25 giorni all’anno di libera circolazione anche non consecutivi, previa registrazione al sistema on line, tutti gli altri cinque giorni. Solo all’esaurimento dei giorni di libera circolazione scatterà la sanzione. Per conoscere nei dettagli la disciplina di Area B e informarsi sui calendari dei divieti, si può consultare www.comune.milano.it/areab dove sono presenti informazione utili, atti e normativa di riferimento. INCENTIVI In totale, tra il 2017 e il 2019, il Comune di Milano mette a disposizione 32 milioni di euro per aiutare i milanesi a combattere l’inquinamento, cambiando i vecchi veicoli inquinanti, scegliere modalità di mobilità più sostenibili e migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Nello specifico, sono 8 i milioni dedicati alla mobilità e 24 quelli per l’efficientamento energetico. Per i veicoli immatricolati persone e merci, taxi e ncc sono e saranno attivati quattro bandi per un totale di circa 7 milioni di euro di contributi per la rottamazione di diesel euro 0, 1, 2, 3, 4 immatricolati merci e loro sostituzione con veicoli meno inquinanti, e per quelli immatricolati persona anche per acquisto di scooter, biciclette a pedalata assistita e/o pieghevoli, cargo bike e abbonamenti annuali Atm. Il Comune ha invece concluso i bandi sull’acquisto dei FAP, con i quali in questi due anni ha dato 1.370.800 euro di contributi per 474 veicoli merci. Questi contributi, destinati a migliorare la qualità dei veicoli circolanti, si aggiungono ai 25 milioni di euro che il Comune ha già messo a disposizione dei privati per il rinnovo delle caldaie e dei sistemi di coibentazione degli edifici residenziali. In totale un ingente investimento di 32 milioni di euro. Per consultare tutte le regole di Area B e avere informazioni è attivo il sito www.comune.milano.it/areab

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2019

MILANO | Probabile slittamento del nuovo prezzo del biglietto ATM a luglio

di mobilita

Probabile slittamento del nuovo prezzo del biglietto ATM  a luglio anzichè aprile come inizialmente previsto. La nuova tariffazione prevede un aumento del biglietto ordinario urbano da 1,50 a 2 euro con validità anche nei Comuni di Pero, Rho, Settimo Milanese, Cesano Boscone, Corsico, Buccinasco, Assago, Rozzano, Opera, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Segrate, Vimodrone, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Novate Milanese. Il biglietto giornaliero passerà da 4,50 a 7 euro; l'abbonamento mensile ordinario da 35 a 39 euro; il settimanale da 11,30 a 17 euro; il carnet da dieci corse da 13,80 a 18 euro. Resta invariato l'abbonamento annuale a 330 euro che potrà essere rateizzati in 12 mensilità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2019

MILANO | Potenziata la linea del bus 63 ATM a Muggiano

di mobilita

Proseguono gli interventi coordinati tra Comune e ATM a servizio dei quartieri, che già nel corso del biennio 2017-18 hanno visto il potenziamento di numerose linee di trasporto pubblico per favorire la mobilità dei cittadini tra le diverse zone della città e con il centro. Lunedì 14 gennaio migliora il servizio della linea 63 a Muggiano, con due nuove fermate nelle immediate vicinanze dei centri scolastici e sportivi del quartiere. “Continua il nostro lavoro di ricucitura delle linee di superficie nei quartieri –  dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità –. Da lunedì la linea 63 si allunga nel quartiere di Muggiano dove sarà il nuovo capolinea. Il bus attraverserà il quartiere Olmi. Abbiamo condiviso e fatto nostra una richiesta dell’attivo comitato di Quartiere”. In particolare i bus mantengono il consueto percorso tra la stazione M1 in piazza De Angeli e via Moltoni. Da lì proseguono il tragitto e, passando da via Jemolo e via Guascona, raggiungono il nuovo capolinea di via Muggiano 7, con una nuova fermata al civico numero 6 in direzione De Angeli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

MILANO | BikeMi compie dieci anni e festeggia con numerose iniziative

di mobilita

Dieci giorni di tariffe speciali, sette nuove stazioni da inaugurare e 150 nuove biciclette elettriche con seggiolino per bambini in arrivo nei prossimi giorni. E ancora, un convegno alla Statale e molte novità in agenda per il 2019: BikeMi compie dieci anni e festeggia con la città il successo del servizio di bike sharing nato il 3 dicembre del 2008. A presentare le iniziative in programma sono stati oggi, in una conferenza stampa a Palazzo Marino, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli, il Presidente di Atm Luca Bianchi e il general manager di Clear Channel Italia Mats Lundquist. Per celebrare il compleanno delle bici gialle, dal 3 al 13 dicembre gli abbonati BikeMi potranno utilizzare gratuitamente senza limiti di tempo le biciclette normali ed elettriche, la cui flotta verrà implementata con l'arrivo di 150 nuovi modelli con pedalata assistita e seggiolino; il 13 dicembre chiunque potrà attivare gratuitamente un abbonamento giornaliero e, sempre in quei giorni, verranno aperte sette nuove stazioni (Angilberto-Comacchio, Bologna, Ortles-Ripamonti, Ortles-Orobia, Cuoco-Monte Cimone, Corvetto-Polesine, Gabrio Rosa), realizzate nell'ambito del progetto europeo Sharing cities. A queste, entro il 2019, se ne aggiungeranno altre 34, portando il numero delle stazioni sparse per la città a quota 323. A crescere, il prossimo anno, sarà anche la flotta delle "gialle", che passeranno dalle attuali 3.650 a 4.280, alle quali si uniranno le 1.150 elettriche a pedalata assistita. Numeri in crescita che rispondono al gradimento dei cittadini per un servizio pensato da Comune e ATM, e gestito da Clear Channel, che conta ad oggi più di 650mila iscritti e 23 milioni di utilizzi per oltre 46 milioni di chilometri percorsi in città. Pedalate che hanno permesso di risparmiare oltre 9,3 milioni di anidride carbonica in termini di mancate emissioni, alle quali si aggiunge il contributo di una centrale di ricarica elettrica con energia (75 khW/annui) prodotta da pannelli fotovoltaici. BikeMi ha quindi raggiunto e superato gli obiettivi per i quali era nato e oggi è a tutti gli effetti un servizio di trasporto pubblico efficiente e capillare, con stazioni che non distano tra di loro più di quattrocento metri, in grado di collegare i quartieri alle grandi reti di trasporto pubblico. Un sistema che ha il merito di diffondere buone pratiche, invogliando anche chi non vive in città ad utilizzare le due ruote a pedali per gli spostamenti. Grazie allo sharing, infatti, possono andare in bici anche i “cittadini temporanei” che si trovano a Milano per lavoro o vacanza, e possono sperimentare le due ruote anche persone che non vogliono acquistare il veicolo o che organizzano gli spostamenti passando dalla metropolitana, al bus e a sistemi più flessibili. Le biciclette in condivisione sono ormai una parte ormai decisiva del sistema di mobilità sostenibile e a basso impatto per il quale Milano sta diventando un modello e punto di riferimento, grazie alla capacità di integrare i mezzi tradizionali con quelli più moderni della sharing mobility.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 nov 2018

MILANO | Al via i lavori per migliorare le linee tram 2 e 27

di mobilita

Prosegue l’attività dell’Amministrazione per migliorare la qualità del trasporto pubblico e renderlo sempre più efficiente con migliori collegamenti tra i quartieri e con il centro della città. Da giovedì 8 novembre, partiranno i lavori per l’accessibilità alle fermate della linea tram 2 da Porta Genova a piazzale Negrelli. Mentre a partire dal 12 novembre, interventi importanti interesseranno la linea 27. Sono state già migliorate le linee bus 220 (con nuove corse) e 328 (con prolungamento). “Quartieri sempre meglio collegati fra loro e con il centro città - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente–. Ma anche con i comuni limitrofi affinché sia sempre più facile servirsi del trasporto pubblico e integrare la rete urbana con la ferrovia. Un lavoro di ricucitura che abbiamo intrapreso da tempo su tutte le linee”. I lavori riguardano la riqualificazione, la velocizzazione e l’adeguamento alla normativa per le persone con disabilità di tutte le fermate delle principali linee tranviarie anche della linea 27 (XXII Marzo, Corsica, Forlanini, Mecenate, Ungheria). Interventi che partiranno lunedì 12 novembre e che consentiranno di avere una linea più veloce con l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di nuove pensiline dalla lunghezza adatta per i tram modello Eurotram, Sirio e Sirietto e l’ottimizzazione delle fermate. I lavori sono stati finanziati dall’Amministrazione e sono affidati ad Atm. Gli interventi verranno eseguiti a lotti, fermata dopo fermata, così da limitare, nel corso dei mesi, i disagi ai cittadini. Le fermate interessate saranno spostate o accorpate. Da questa settimana migliorano anche le linee bus numero 328 che da ieri arriva al quartiere delle Rose di Pieve Emanuele e il 220 con due nuove corse nell’orario di punta del mattino. Si tratta di potenziamenti progettati nel quadro del prolungamento del tram 15 a Rozzano che aiutano a collegare meglio i comuni con Milano e a integrare bus e ferrovia. In particolare questi potenziamenti rafforzano Pieve Emanuele e un loro quartiere popolare, il quartiere delle Rose, e una scuola superiore. Sul sito web e sull’app mobile di Atm sarà possibile conoscere le fermate coinvolte dai lavori e quelle provvisorie.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ott 2018

MESSINA | Da sabato istituita nuova linea 15/BIS e modifiche su altre linee

di mobilita

Da sabato 3 novembre l’Azienda Trasporti Messina immetterà in servizio la nuova linea 15/bis (Unrra-Cavallotti) con il seguente tragitto: villaggio Unrra, via Marco Polo, via La Farina, Cavallotti, via T. Cannizzaro, via C. Battisti, via Catania, via Celi, villaggio Unrra. Di conseguenza sarà modificata la linea 6 (Tipoldo-Larderia-Unrra- Zir). Per motivi logistici e per ottimizzare il servizio si attiveranno inoltre le seguenti modifiche: lo spostamento del capolinea situato nell’area ex Gasometro a piazza Castronovo; variazione percorso linea 1 (Shuttle), a seguito dell’ordinanza comunale per lavori in via I Settembre; modifiche dei tragitti delle seguenti linee: 18 (San Michele–Castronovo), 18/Bis (Giampilieri-San Michele), 19 (Giostra-Cavallotti), 20 (San Licandro), 21 (Circonvallazione) e 32 (Ponte Gallo-Papardo); linea 1 (Shuttle), modifica del percorso in esecuzione dell’ordinanza del dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità n. 789 dello scorso 23 ottobre e per lavori della rete fognaria in via I Settembre. Nuovo percorso andata: Giampilieri-S.S.114-Cavallotti-Via Santa Maria Alemanna-viale San Martino-via T. Cannizzaro-corso Cavour-via Garibaldi-Terminal Annunziata-capolinea via Circuito; linea 6 (Tipoldo-Larderia), nuovo tragitto: Tipoldo-Larderia-S.S.114-Zir; linea 15/Bis (villaggio Unrra-Cavallotti), percorso: villaggio Unrra-via Marco Polo-via La Farina-Cavallotti-via T. Cannizzaro-via C. Battisti-via Catania-via Celi-villaggio Unrra; linea 18 (San Michele-Castronovo) nuovo tragitto: San Michele-viale Giostra-piazza Castronovo-via Istria-viale della Libertà-viale Giostra-San Michele; linea 18/bis (Giampilieri-San Michele) nuovo percorso: Giampilieri Superiore-San Michele-viale Giostra-via Garibaldi-via T. Cannizzaro-Cavallotti; linea 19 (Giostra-Cavallotti) nuovo tragitto: Cavallotti-via Santa Maria Alemanna-viale San Martino-via T. Cannizzaro-corso Cavour-via Garibaldi-via Ogliastri-Giostra; linea 20 (San Licandro) nuovo tragitto: contrada Citola-Conca D’Oro-San Licandro-viale Regina Elena-viale Regina Margherita-via T. Cannizzaro-Cavallotti; linea 21 (Circonvallazione), nuovo capolinea in piazza Castronovo. Nuovo tragitto: piazza Castronovo-via Istria-viale della Libertà-viale Giostra-via Regina Margherita- viale Principe Umberto-viale Europa-via La Farina-Cavallotti; linea 31 (Sperone-Torre Faro), nuovo capolinea in via Circuito (Torre Faro). Nuovo tragitto: contrada Badessa-Serri-ospedale Papardo-via Consolare Valeria-via Circuito-padre Pio-Torre Faro-Istituto Marino; linea 32 (Ponte Gallo-Papardo), nuovo capolinea Terminal Annunziata. Nuovo tragitto: Ponte Gallo-Spartà-ospedale Papardo-via ConsolareValeria- Terminal Annunziata. Le variazioni potranno essere consultate sul sito dell’ATM www.atmmessina.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2018

MILANO | Sciopero generale, si fermano metro tram e bus ATM

di mobilita

Per venerdì 26 ottobre la Confederazione Unitaria di Base (CUB) e il Sindacato Generale di Base (SGB) hanno proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore con rivendicazioni riguardanti “il salario, il welfare, la rappresentanza nei luoghi di lavoro, i diritti universali, contro le privatizzazioni e liberalizzazioni, per abolizione delle diseguaglianze, per la salute e sicurezza”. CUB Trasporti e SGB, in adesione allo sciopero, hanno indicato le modalità che variano da città a città. A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8:45 alle 15:00 e dalle 18:00 al termine del servizio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ott 2018

MESSINA | Per il consigliere Biancuzzo il trasporto pubblico deve essere gestito da privati

di mobilita

Per il consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo il nuovo piano viario, adottato dall'ATM, non funziona e chiede al sindaco e al presidente dell'Atm il ritorno delle linee private sulla Statale 113 dir: “Chiedo di ripristinare il percorso delle linee private, via strada statale 113 transitando da Orto Liuzzo, Rodia, San Saba, Piano Torre, Spartà, Tono e Mortelle,  che provengono da Milazzo, Saponara ed altri Comuni che, giunti a Ponte Gallo, si immettono sulla Tangenziale per raggiungere la città e di autorizzare le ditte private a transitare dalla litoranea concedendo di viaggiare gratuitamente ai ragazzi che frequentano le scuole e trasformare l’Azienda trasporti municipalizzata e farla gestire ai privati per consentire il potenziamento ed il miglioramento del servizio pubblico"    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2018

MESSINA | Domenica 14 ottobre verrà sospeso il tram nonostante il MessinaStreet Food

di mobilita

Domenica 14 ottobre continuerà la fase sperimentale del nuovo piano viario dei trasporti con la sospensione del tram, sostituito dal bus gommato Shuttle. Si farà quindi a meno del tram proprio quando domenica ci sarà il MessinaStreet Food, l'evento dedicato al cibo di strada che richiama una moltitudine  di visitatori. Intanto, in un incontro con la III circoscrizione e Atm, sono state chieste alcune modifiche al nuovo piano viario e in particolare alle linee 9 10 11  12 12bis 13 e 14 e per altre è stato richiesto il passaggio dal mercato Vascone e dal cimitero.

Leggi tutto    Commenti 2