Articolo
08 lug 2019

ROMA | Apre Corridoio mobilità Eur Laurentina-Tor Pagnotta

di mobilita

In servizio il nuovo corridoio della mobilità Eur Laurentina-Tor Pagnotta, un collegamento diretto tra quartieri periferici come Tor Pagnotta, Cecchignola, Fonte Laurentina e la metro B. Con questa preferenziale, circa 11 chilometri andata/ritorno, sono state attivate tre nuove linee ed è stata ridisegnata la rete bus esistente. “A circa dieci anni dall’avvio dei lavori abbiamo completato quest’opera che rappresentava una ferita aperta per la città. Con il Corridoio, Roma ha un nuovo servizio per migliorare la mobilità delle periferie. Questo significa più trasporto pubblico e meno traffico grazie agli autobus che collegheranno il quadrante sud di Roma. Quartieri come Fonte Laurentina, Cecchignola e Tor Pagnotta saranno connessi alla rete metropolitana con i filobus. Quarantacinque filobus che erano in un deposito e abbiamo già recuperato e che ora potranno circolare lungo questo corridoio. Abbiamo ultimato un progetto rimasto su carta per molto tempo: ora i cittadini possono beneficiare di un’opera così strategica”, dichiara la sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo: abbiamo dato ai cittadini un servizio in più per dotare Roma di infrastrutture indispensabili a migliorare il trasporto pubblico locale. Con il corridoio della mobilità siamo certi che cambierà la viabilità di un intero quadrante”, aggiunge l’assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo. L’intervento è stato progettato ridisegnando l’intera sede stradale, inserendo un asse ciclabile e realizzando un’opera integrata per un trasporto pubblico fluido, efficiente e accessibile alle persone con disabilità. Sul corridoio circoleranno tre linee, la 72, la 73 e la 74, mentre è prevista una riorganizzazione di tutta la rete del trasporto pubblico dell’area in più fasi. L’obiettivo è migliorare il collegamento tra i quartieri posti lungo le vie Laurentina e Ardeatina verso la metro B e il capolinea bus di piazzale dell’Agricoltura. Ti potrebbe interessare: ROMA | Apre il Corridoio della mobilità Laurentino: cosa cambia per il trasporto pubblico

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2019

ROMA | Sciopero dei mezzi pubblici, la situazione in tempo reale

di mobilita

Oggi 25 giugno è iniziato lo sciopero del trasporto pubblico a Roma proclamato dalle segreterie territoriali di OrSA e Usb Lavoro Privato. dalle ore 8.30 alle ore 17 e dalle ore 20 al termine del servizio diurno e, nella notte tra il 25 e il 26 giugno. Stato del servizio alle 8.30 metro A: chiusa metro B/B1: attiva con riduzioni di corse metro C: chiusa Roma-Lido: chiusa Roma-Viterbo: attiva con possibili riduzioni di corse Termini-Centocelle: attiva con riduzioni di corse superficie: possibili riduzione di corse I varchi ZTL Centro e Trastevere non sono attivi, attiva, invece, la ZTL TRIDENTE.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2018

ROMA | Oggi sciopero bus e metro, ZTL non attive

di mobilita

Possibili disagi nel trasporto pubblico venerdì 12 ottobre per uno sciopero di 24 ore indetto in Atac dal sindacato Cambia-Menti M410. Per quanto riguarda l'Atac, l'agitazione coinvolge  bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle. In vigore comunque le fasce di garanzia: fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Per i bus periferici della Roma Tpl lo sciopero previsto di  4 ore è stato sospeso. Per agevolare la mobilita’ durante lo sciopero del trasporto pubblico non saranno attive le Zone a traffico limitato diurne del Centro e di Trastevere. Il transito sarà quindi consentito anche ai veicoli privi di permesso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 dic 2017

ROMA | Continuano i collaudi della linea C della metropolitana.

di mobilita

Continuano i lavori di collaudo sulla linea C della metropolitana in vista dell’apertura della stazione San Giovanni e del nodo di interscambio con la linea A. Oggi i treni della metro C sono in servizio dalle 5,30 alle 20,30. Dalle 20,30 alle 23,30, per i lavori di collaudo ci sarà un servizio sostituito con le due linee di bus-navetta Mc2 e Mc5. La navetta dalle 20,30 alle 23,30 sarà attiva tutti i giorni fino al 23 dicembre in sostituzione dei treni per il collaudo. L'apertura è prevista per marzo 2018 in attesa del completamento dei corridoi di interscambio con la stazione preesistente. "È in corso il collaudo statico della stazione di San Giovanni, e quello parallelo della stazione della linea A - ha affermato Pasquale Cialdini amministratore unico di RomaMetropolitane- Sono poi in corso i collaudi specifici di vario genere. Abbiamo fatto un patto di acciaio per aprire tra fine febbraio e inizio marzo. Ma l'apertura dipende anche da Ustif, commissione sicurezza e Regione Lazio". Le linee A e B/B1 della metropolitana oggi sono in funzione dalle 5,30 alle 23,30 orario dell'ultima partenza dai capolinea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2017

Buon Compleanno Stanga, da 70 anni compagna di viaggio dei romani

di mobilita

A Roma, il 22 novembre del 1947, ovvero proprio 70 anni fa usciva per la prima volta in servizio, sui binari della rete tramviaria di Roma, la vettura 7003, capostipite della flotta del Tram Articolato Stanga.  Tali tram, costruiti presso le Officine Meccaniche Stagna di Padova, con equipaggiamento elettrico TIBB, proseguivano le scelte progettuali iniziate negli anni '30 con i tram articolati ideati dall'ing. Urbinati che sfruttavano una particolare articolazione a "giostra" posizionata sul carrello Jackobs intermedio. Mezzi di grande capacità, furono utilizzati sin da subito sulle linee più trafficate, tra cui l'iconica "Circolare Rossa". Nei decenni, tali vetture sono diventate il sinonimo dei tram della città eterna, percorrendone praticamente tutta la rete.Ai 50 tram, forniti ad Atac tra il 1947 ed il 1950, di cui l'ultimo con la matricola 7001 in sostituzione del prototipo ATAG anteguerra, andato distrutto nel bombardamento del luglio 1943, si aggiunsero 8 tram simili forniti alla STEFER per il servizio sulle trafficate tratte urbane della gloriosa tranvia dei Castelli. Alla chiusura delle linee urbane Stefer anche gli 8 tram bianchi blu furono trasferiti sulla rete sociale Atac. Tali mezzi, passati anche per importanti ammodernamenti, continuano ancora oggi a garantire la mobilità di migliaia di cittadini al giorno, rappresentando, anche dopo 70 anni una certezza ed un'affidabilità ineguagliata, complici anche i successivi acquisti di materiale rotabili non esenti da difficoltà. L'augurio che le Stanga, così come succede con le più anziane motrici "28" di Milano, continuino il loro servizio, portando avanti l'immagine, seppur nostalgica, dell'Italia della ricostruzione e del boom economico.  Questo, senza dimenticare la necessità per la città di dotarsi di nuovi materiali, con procedure di acquisto che consentano di far arrivare a Roma nuovi mezzi in grado di eguagliare, finalmente, le caratteristiche di questi mezzi storici completi di tutti i confort richiesti dall'utenza. Foto di copertina Omar Cugini

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2017

ROMA | Dal 13 novembre le corse scolastiche dello 078 modificano il percorso

di mobilita

Da lunedì 13 novembre le corse scolastiche della linea 078 modificano il percorso. La modifica (che riguarda anche gli orari di partenza dai capolinea) è stata progettata per servire gli studenti della zona Torrino-Mezzocammino che frequentano gli istituti secondari di Spinaceto. Qui potete vedere il nuovo percorso. Le corse ordinarie (non scolastiche) mantengono il percorso attuale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ago 2017

Roma | L’antitrast ha comminato una multa da 3,6 milioni di euro ad ATAC

di Fabio Nicolosi

Per cancellazioni corse e mancata informazione ai consumatori nelle ferrovie suburbane, sanzione da 3,6 mln di euro ad atac L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha concluso l’istruttoria avviata d’ufficio nei confronti di ATAC S.p.A. lo scorso mese di novembre, accertando una pratica commerciale scorretta nell’offerta del servizio pubblico di trasporto ferroviario nell’area metropolitana di Roma consistente nella falsa prospettazione, attraverso l’Orario Ufficiale diffuso presso le stazioni e nel sito Internet www.atac.roma.it, di un’offerta di servizi di trasporto frequente e cospicua, a fronte della sistematica e persistente soppressione di molte corse programmate, nonché nella omessa informazione preventiva ai consumatori in merito alle soppressioni previste. Tale servizio - offerto da ATAC in regime di esclusiva lungo le direttrici Roma - Lido di Ostia, Roma — Civita Castellana - Viterbo (le due più importanti tratte pendolari italiane) e Roma — Giardinetti - Pantano - interessa complessivamente un’area di circa 140 km, trasportando quotidianamente oltre 200.000 utenti. Nel corso del procedimento sono emerse la persistenza e la significatività del fenomeno relativo alla mancata effettuazione di molte corse programmate, dal 2010 ad oggi, che nella maggior parte del periodo ha raggiunto un’incidenza ben superiore a quella considerata fisiologica. Le evidenze dimostrano che tali soppressioni sono dipese in larga misura da motivi riconducibili a dirette responsabilità di ATAC che, in tal modo, ha falsato le aspettative degli utenti/consumatori e le loro decisioni relative alla mobilità quotidiana, in particolare di tipo pendolare, basate sugli orari e le frequenze del servizio atteso da ATAC secondo appunto quanto indicato nell’Orario Ufficiale. L’istruttoria ha altresì messo in luce la mancata - o non adeguata - informazione preventiva all’utenza circa l’impossibilità di effettuare determinate corse programmate, anche nei casi in cui ATAC aveva avuto in anticipo conoscenza delle ragioni interne che avrebbero potuto causarne la soppressione, evidenziando quindi il mancato rispetto dello standard di diligenza professionale richiesto ad un concessionario di un servizio pubblico nella gestione di linee essenziali di trasporto e per la mobilità cittadina. Tali condotte, responsabili di notevoli disagi ai consumatori per un rilevante arco temporale (dal 2010 ad oggi), sono state sanzionate in quanto ingannevoli ed omissive, in violazione degli articoli 20, 21 e 22 del Codice del Consumo, applicando una sanzione di 3 milioni e 600 mila euro, misura ridotta tenuto conto della situazione economica disagiata dell’azienda. L’Autorità si è avvalsa della preziosa collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza e ha tenuto conto del parere reso dall’ART (Autorità Regolazione Trasporti) oltre a quello di AGCOM sul mezzo di diffusione.

Leggi tutto    Commenti 0