Articolo
30 nov 2018

AEROPORTO VENEZIA | Volotea riconferma per la prossima stagione estiva tutti i voli

di mobilita

Volotea ha riconfermato per la prossima stagione estiva l’intera offerta al Marco Polo: grazie alla flotta del vettore sarà infatti possibile decollare dallo scalo veneto verso 35 destinazioni, 16 esclusive.  Ottimi, inoltre, i risultati registrati dalla low-cost a Venezia: da gennaio a ottobre 2018, il vettore ha trasportato oltre 784.000 passeggeri (+15% vs 2017), superando così l’intero volume dello scorso anno e registrando una forte crescita presso lo scalo. “Siamo felicissimi di riconfermare tutte le rotte in partenza da Venezia per la prossima stagione estiva – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. – Dal 2012 ci siamo affermati a livello locale, attestandoci come una tra le compagnie aeree più conosciute e apprezzate del territorio, grazie ad una rete di collegamenti che, anno dopo anno, si è andata incrementando, fino alle attuali 35 destinazioni raggiungibili. Non va dimenticato, infine, che presso l’aeroporto, sono allocati 7 aeromobili”. Con i voli comodi, diretti e veloci, i passeggeri di Volotea in Veneto potranno raggiungere alcune tra le più affascinanti mete turistiche, non solo in Italia, ma anche all’estero. Sono 9 le destinazioni domestiche collegate allo scalo – Alghero, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa, Olbia, Palermo e Pantelleria – e 26 quelle internazionali – Bordeaux, Marsiglia, Nantes e Tolosa in Francia, Alicante, Asturie, Bilbao, Malaga, Palma di Maiorca, Santander e Saragozza in Spagna, Spalato e Dubrovnik in Croazia, Atene, Corfù, Creta, Cefalonia, Kos, Mykonos, Preveza-Lefkada, Samos, Santorini, Skiathos, Zante e Karpathos in Grecia e, infine, Praga in Repubblica Ceca. Nel 2019 il vettore scenderà in pista a Venezia con un’offerta totale di oltre 855.000  biglietti in vendita e circa 6.850 voli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ott 2018

AEROPORTO VENEZIA | Nuovo volo per Lanzarote operato da easyJet

di mobilita

easyJet amplia l’offerta internazionale per i passeggeri in viaggio da e per l’aeroporto Marco Polo inaugurando i nuovi voli Venezia-Lanzarote – unico collegamento diretto tra la laguna e le isole Canarie – e Venezia-Glasgow. I voli sono già disponibili sul sito easyJet.com, sull’app mobile e sui canali GDS. easyJet è l’unica compagnia aerea a volare da Venezia a Lanzarote con un collegamento diretto, che verrà operato con due frequenze settimanali – il martedì e il sabato – a partire da oggi e per tutta la stagione invernale. Oggi la compagnia inaugura anche il volo Venezia-Glasgow, anch’esso operativo con due frequenze settimanali, martedì e sabato, aumentando cosí le connessioni dirette tra il Veneto e la Scozia, giá collegata con il volo Venezia-Edinburgo. I voli inaugurati oggi testimoniano ancora una volta l’importanza strategica della base di Venezia e di tutto il Triveneto per la compagnia: nel 2018 easyJet ha volato su 47 rotte da e verso Venezia, collegandola a 43 città in tutta Europa e offrendo un totale di 3,2 milioni di posti, con 7 aerei basati stabilmente all’aeroporto Marco Polo. Le cinque destinazioni maggiormente collegate da Venezia per il 2019 saranno Londra Gatwick, Napoli, Parigi Orly e Parigi Charles de Gaulle, e Catania. Lanzarote è la prima isola delle Canarie servita da easyJet dalla base di Venezia nonché la prima isola spagnola a essere collegata durante il periodo invernale. Finora, infatti, easyJet collegava Venezia alle isole spagnole soltanto durante il periodo estivo, con voli verso Ibiza (con tre frequenze settimanali, il martedì, il giovedì e il sabato), Palma di Maiorca (con cinque frequenze settimanali nei periodi di picco, il martedì, il mercoledì, il giovedì, il sabato e la domanica) e Mahon (con fino a tre frequenze settimanali, il martedì, il giovedì e il sabato). Da Venezia Operativo da Voli settimanali Lanzarote 30/10/2018 2 (mar, sab) Glasgow 30/10/2018 2 (mar, sab)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2018

AEROPORTO VENEZIA | Dal 1 ottobre sarà attiva la ZTC

di mobilita

Con l’ordinanza nr. 16/2018 del 4/9/2018, efficace dal 01.10.2018, ENAC ha istituito una Zona a Traffico Controllato (in breve: ZTC) sul sedime dell’Aeroporto Marco Polo di Venezia. In base a tale Ordinanza, tutti i veicoli che entreranno in Aeroporto dovranno impegnare la viabilità per un tempo massimo di 7’ (sette minuti) entro il quale dovranno: entrare in uno dei parcheggi dell’Aeroporto, che sono esclusi dalla validità della ZTC (tecnicamente i varchi di ingresso ai parcheggi sono varchi di uscita dalla ZTC); uscire dalla ZTC senza entrare nei parcheggi Cosa è e come funzionerà la ZTC? La Zona a Traffico Controllato è un’area di viabilità all’interno della quale è consentito, ai sensi della Legge 33/2012, permanere per un tempo limitato. La gestione della viabilità e delle relative sanzioni è in capo alle Forze dell’Ordine a ciò preposte. Per l’Aeroporto di Venezia tale tempo limitato è stato fissato in sette minuti, sulla base di studi viabilistici e stress test redatti nei mesi di maggior traffico aeroportuale. La ZTC può essere controllata dalle Forze dell’Ordine anche con sistemi di rilevazione automatica del tempo di permanenza tramite telecamere che rilevano la targa del veicolo in transito confrontando data e ora di ingresso e data e ora di uscita, calcolando così il tempo di permanenza all’interno della ZTC. Perché è stata istituita una ZTC? Le crescenti esigenze in materia di sicurezza dei siti sensibili come gli Aeroporti, hanno indotto ad adottare provvedimenti che riducano sensibilmente la congestione delle arterie viarie interne al sedime aeroportuale. Ciò anche in considerazione del crescente numero di passeggeri e delle attività di cantiere che interessano lo scalo. Inoltre, si è reso necessario migliorare le condizioni di accessibilità all’aeroporto, garantendo la sicurezza dell’utenza e l’ordinato flusso veicolare, anche in ragione delle frequenti rilevate infrazioni al Codice della Strada (come ad esempio i numerosi casi di sosta vietata lungo la viabilità), che richiedono altresì un dispendioso e costante controllo da parte delle Forze dell’Ordine. Dove sono ubicati i varchi della ZTC? I varchi di ingresso e uscita dalla ZTC sono consultabili sulla mappa. È importante sapere che entrando in qualsiasi parcheggio dell’Aeroporto si uscirà automaticamente dalla ZTC e si potranno effettuare le operazioni di carico/scarico passeggeri e bagagli in sicurezza. Cosa succede in caso di permanenza superiore al limite di 7’? Qualora il sistema rilevi un tempo di permanenza all’interno della ZTC superiore a 7’, le Forze di Polizia potranno emettere contravvenzione ai sensi dell’art.1 comma 3 della Legge n. 33 del 22 Marzo 2012, di importo pari ad una somma da euro 38 a euro 156 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 81 a euro 321 per i restanti veicoli. L’Aeroporto di Venezia – la SAVE Spa o qualsiasi società del Gruppo SAVE - non ha alcuna potestà/possibilità di emettere sanzioni, di conoscere i dati di transito e permanenza dei veicoli nella ZTC, né le targhe dei mezzi transitati, di alterare le modalità e tempistiche di rilevazione dei tempi di permanenza nella ZTC. né tantomeno di consultare/cancellare/emendare le sanzioni, non occupandosi della gestione di tale sistema. Chi incassa i proventi delle sanzioni amministrative? L’intero importo delle sanzioni emesse è incamerato dall’Ente che emette la sanzione per tramite delle proprie Forze di Polizia (non quindi da SAVE né da ENAC). Chi accede ai dati immagazzinati dal sistema? I dati relativi ai transiti e alle targhe immagazzinati nei database al servizio del sistema di rilevazione delle infrazioni ZTC sono accessibili esclusivamente alle Forze dell’Ordine. Cosa succede in caso di rallentamenti o blocchi della viabilità? Qualora per qualsiasi motivo si dovesse registrare un forte rallentamento alla fluidità del traffico all’interno della ZTC (es: tamponamento, trasporti eccezionali, lavori in corso che rallentino il traffico, etc.), il sistema sarà disattivato e, di conseguenza, non saranno elevate sanzioni, fino al ripristino di una normale situazione di traffico. Cosa posso fare se ritengo di aver ricevuto una multa non corretta? Come per tutte le sanzioni amministrative è possibile proporre ricorso presso il Prefetto o presso il Giudice di Pace competente. Quando entrerà in vigore la ZTC? L’Ordinanza ENAC di istituzione della ZTC entra in vigore il giorno 1/10/2018. Sono previsti dei minuti gratuiti di sosta nei parcheggi per effettuare il carico scarico dei passeggeri/bagagli? Alcuni parcheggi prevedono una gratuità della sosta per i primi 10 minuti dall’ingresso al parcheggio (consultare i parcheggi che dispongono di tale gratuità sul sito web veniceairport.it o all’ingresso del parcheggio). Si ricorda che nel parcheggio “Sosta Breve” e nel parcheggio “SpeedyPark” l’ingresso con franchigia di gratuità di cui sopra è consentito fino ad un massimo cumulativo di tre accessi al giorno da parte del medesimo veicolo. Cosa cambia per i passeggeri che arrivano in aeroporto con la propria auto? I passeggeri che arrivano in aeroporto con la propria auto dovranno accedere all’area di sosta prescelta o prenotata entro i 7’ previsti dalla ZTC. Una volta terminata la sosta ed usciti dal parcheggio, occorrerà raggiungere l’uscita dalla ZTC entro 7’. Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato. Cosa cambia per gli accompagnatori? Come detto sopra, il Parcheggio “Sosta Breve” fronte Terminal dedicato principalmente al carico e scarico veloce dei passeggeri e bagagli, prevede una gratuità della sosta per i primi 10 minuti dall’ingresso al parcheggio. Si ricorda che il parcheggio “Sosta Breve” prevede una tariffazione maggiorata e senza gratuità della sosta a partire dal quarto passaggio dello stesso veicolo nell’arco della medesima giornata. In particolare, quindi, gli accompagnatori interessati al solo carico/scarico di passeggeri, una volta superato il portale di ingresso alla ZTC, potranno, ad esempio, entrare nel Parcheggio “Sosta Breve” entro 7’. In tale parcheggio, come sopra specificato, avranno a disposizione 10’ gratuiti per effettuare le operazioni di carico/scarico passeggeri e bagagli. Gli accompagnatori dovranno, pertanto, evitare l’attesa lungo le strade interne alla ZTC, dove, comunque, già vige il divieto di sosta e fermata. Una volta terminata la sosta, ed usciti dal parcheggio, occorrerà raggiungere l’uscita dalla ZTC entro 7’. Cosa cambia per i PRM – Passeggeri a Ridotta Mobilità e per i soggetti con disabilità? Per i PRM e per i soggetti con disabilità, siano essi passeggeri o accompagnatori e siano essi provvisti o meno del contrassegno di cui ai DPR 16 dicembre 1992 n. 495 e DPR n. 151 del 30 luglio 2012, valgono le stesse considerazioni di cui ai punti precedenti, essendo, i parcheggi aperti al pubblico, dotati di posti auto a loro dedicati, come da normativa vigente in materia. Cosa cambia per i clienti della stazione di rifornimento Tamoil? La stazione di rifornimento Tamoil, presente all'interno dell'Aeroporto, si trova in un'area esterna alla ZTC (come evidente consultando la mappa); pertanto non esiste alcun vincolo di tempo per coloro i quali effettueranno un rifornimento o un lavaggio dell'auto. Cosa cambia per i taxi? Tutti i taxi titolati all’accesso alle aree di sosta riservate del Terminal Arrivi/Partenze dovranno continuare, come sempre, a raggiungere l’area di attesa o di scarico passeggeri a loro destinata; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerla entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso. Per i taxi non subconcessionari di SAVE in attesa della propria clientela, sono riservate delle aree di sosta fuori dalla ZTC. Cosa cambia per gli NCC? Tutti gli NCC titolari di contratto di sub-concessione dovranno continuare, come sempre, a raggiungere le aree di attesa (es: park polmone al P5) e/o di carico/scarico a loro destinate; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerle entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso. Per gli NCC non subconcessionari di SAVE o in attesa della propria clientela, sono riservate delle aree di sosta fuori dalla ZTC come da seguente planimetria (LINK) Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato. Cosa cambia per i Bus? Sia i bus autorizzati ad accedere alla corsia fronte Terminal , sia i bus che utilizzano il parcheggio “P Bus“ dovranno continuare, come sempre, a raggiungere le suddette aree; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerle entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso. Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato. Cosa cambia per le auto a noleggio? I passeggeri che ritirano un’auto a noleggio avranno a disposizione 7’, una volta usciti dal parcheggio dedicato (dove hanno ritirato l’auto) per uscire dalla ZTC. I passeggeri che consegnano un’auto a noleggio, una volta entrati in ZTC, avranno a disposizione 7’ per raggiungere il parcheggio dedicato (dove devono consegnare l’auto). Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato. Cosa cambia per gli operatori aeroportuali? Tutti gli operatori aeroportuali dovranno continuare, come sempre, a raggiungere il parcheggio a loro destinato; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà entrare nel parcheggio entro 7’, tempo ampiamente sufficiente a raggiungere qualsiasi parcheggio anche in condizioni di traffico molto intenso. Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato. Qualora l’operatore aeroportuale necessiti di permanere in viabilità con un proprio automezzo per un tempo superiore ai 7 minuti dovrà preventivamente o fino a 5 giorni dopo il transito, accreditarsi compilando il form sottostante (RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO ZTC), allegando i documenti richiesti. Cosa cambia per i fornitori? I fornitori che, per l’esecuzione dell’attività, utilizzeranno le aree di parcheggio dell’Aeroporto, dovranno raggiungere le predette aree entro 7’. Quelli che, invece, per la particolare natura dell’attività hanno necessità di permanere in viabilità (es: attività manutentive) dovranno, preventivamente o fino a 5 giorni dopo il transito, accreditarsi compilando il form sottostante (RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO ZTC), allegando i documenti richiesti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 apr 2018

AEROPORTO VENEZIA | E-Gates disponibili anche per i passaporti americani

di mobilita

Dal 24 aprile - in aggiunta ai passaporti biometrici europei - è possibile utilizzare gli e-gates dal Venice Airport anche per i passaporti americani. L'aeroporto Marco Polo di Venezia ha investito in questa nuova tecnologia che permette un tempo di attesa ai controlli inferiore. Gli Egate sono una tecnologia innovativa, sempre più diffusa nei principali hub internazionali, consente di effettuare in modo totalmente automatizzato le procedure di controllo del passaporto. Garantiscono i massimi livelli di sicurezza nei controlli, e diminuiscono le tempistiche di attesa dei passeggeri, con un vantaggio sulla qualità complessiva dell’esperienza di viaggio. Il viaggiatore si presenta ad un varco automatico e pone il proprio passaporto aperto in uno scanner, in modo che venga superato il controllo di accesso. Successivamente viene acquisita da una telecamera l’immagine del suo volto e confrontata con quella contenuta nel chip del passaporto. In caso di esito favorevole si apre il varco, in caso contrario il viaggiatore dovrà necessariamente procedere attraverso il controllo al varco operato da un Agente di Frontiera. Da un punto di vista più tecnico, i dati e il riconoscimento facciale del passeggero vengono controllati istantaneamente, poiché ogni macchina lavora in collegamento diretto con i database del Viminale. L’apparecchiatura effettua in autonomia e nel giro di pochi secondi una serie di controlli per verificare l’autenticità e integrità dei documenti, analizza i parametri biometrici del viso e delle impronte digitali (solo per i passeggeri italiani) e verifica che non vi siano motivi ostativi al transito. Uniche accortezze, per usare gli Egates, sono l'avere a disposizione un passaporto elettronico ed avere almeno 14 anni. E’ facilmente identificabile, basta controllare che sulla copertina del documento sia raffigurato, in basso, un piccolo chip.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2017

Iberia aumenta le frequenze da Roma, Firenze e Venezia per Madrid

di mobilita

Iberia, compagnia aerea spagnola, aumenta, per l'estate 2018, le frequenze da Roma, Firenze e Venezia per Madrid. La rotta Roma Fiumicino-Madrid avrà cinque frequenze giornaliere (una in più), il lunedi, mercoledi, venerdi, sabato e domenica La rotta Firenze-Madrid vede l'aumento da sei a otto frequenze settimanali con un volo serale il giovedì e sabato. La rotta Venezia-Madrid avrà un quarto volo giornaliero il martedì, venerdi, sabato e domenica, portando le frequenze da 21 a 25.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2017

Nuovi voli diretti Italia-Ucraina operati da Ernest Airlines

di mobilita

A partire dal 20 ottobre 2017, cominceranno i voli di linea Ernest Airlines tra MILANO BERGAMO e LVIV, conosciuta in Italia come Leopoli (Ucraina). Inizialmente la frequenza sarà bisettimanale – ogni venerdì e domenica – e dal prossimo dicembre diventerà trisettimanale con il volo del martedì. La rotta Milano Bergamo – Lviv è solo il primo passo verso il mercato ucraino, infatti con la stagione invernale, e più precisamente da dicembre, saranno aperte altre quattro rotte: Napoli – Lviv da dicembre; venerdì e domenica. Venezia – Lviv da dicembre; martedì, venerdì e domenica. Milano Bergamo – Kiev da dicembre; lunedì, mercoledì e sabato. Napoli – Kiev da dicembre; lunedì, mercoledì e sabato. Il CEO e fondatore di Ernest Airlines David Girhammar ha dichiarato: “La nostra azienda è dinamica e ricettiva, il personale è molto cortese e disponibile e al primo posto tra le priorità del nostro staff c’è la soddisfazione del cliente”. Il sito web flyernest.com va in questa direzione: è molto user friendly e permette di acquistare biglietti in modo semplice e intuitivo. Girhammar ha continuato: “Vorremmo che il passeggero, quando sale a bordo di uno dei nostri aerei, sentisse di essere entrato a far parte di una famiglia. Siamo felici di continuare il nostro viaggio con le nuove destinazioni in Ucraina: ci aspettiamo una buona risposta dai passeggeri e speriamo che in molti entrino a far parte del mondo Ernest sin da subito.” “Ernest Airlines apre il mercato Italia - Ucraina per ovviare a una carenza di collegamenti tra i due Paesi”, spiega il dottor El Tannir, Business Developer della compagnia. “Puntiamo molto sul traffico etnico. Abbiamo infatti iniziato con l’Albania, collegando la sua capitale Tirana con 10 aeroporti italiani. L’Ucraina è il secondo mercato che Ernest apre” continua El Tannir, “ma l’espansione continua e il nostro business plan prevede la l’ingresso in altri mercati europei, ma sempre con un’attenzione particolare al traffico etnico.” Con i nuovi voli verso Lviv e Kiev, Ernest Airlines si pone l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per tutti gli ucraini che vivono in Italia e di contribuire al consolidamento dei già buoni rapporti commerciali tra i due Paesi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mag 2017

La nuova compagnia Ernest Airlines farà base operativa a Milano Malpensa.

di Roberto Lentini

Ernest Airlines, la nuova compagnia aerea italiana conosciuta in precedenza grazie al lancio del brand “Fly Ernest”, può già registrare con soddisfazione il grande entusiasmo della sua clientela a meno di una settimana dall’apertura delle vendite. Lo scorso 11 aprile 2017, Ernest Airlines ha ricevuto dall’Ente Nazionale Aviazione Civile Italiana il Certificato di Operatore Aereo IT.AOC.175 e la Licenza di Esercizio I-L 518.Il vettore, codice ICAO “ERN”, opererà i voli con codice IATA “EG”. “A conclusione di un intenso lavoro di squadra, abbiamo finalmente raggiunto il nostro primo obiettivo: operare come compagnia aerea. È stato fatto il passo più importante per consentirci di rafforzare ulteriormente la nostra offerta e di esplorare nuove destinazioni europee” ha spiegato David Girhammar, CEO e Presidente del Consiglio di Amministrazione di Ernest Airlines. Ha poi aggiunto: “La nascita di una nuova compagnia aerea rappresenta un fenomeno controcorrente che fa ben sperare, perché lancia un messaggio di ottimismo a tutto il settore e all’Italia in generale. I punti di forza di Ernest sono l’entusiasmo, la creatività e la flessibilità tipiche di una startup”. I primi voli di Ernest Airlines verranno inaugurati a partire dal 1° giugno con l'Airbus A319 EI-FVG, 141 posti. La flotta verrà ampliata subito dopo con un Airbus A320 e, nei mesi successivi, da altri due aeromobili dello stesso modello. Inizialmente i voli Ernest Airlines collegheranno Milano Malpensa, Bergamo, Bologna, Pisa, Venezia e Verona con Tirana.

Leggi tutto    Commenti 0