Articolo
16 lug 2019

REGIONE SICILIANA | Firmato dm per continuità aeroporti Trapani e Comiso

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in conformità con l’esito della Conferenza di Servizi, ha firmato il decreto ministeriale per imporre gli oneri di servizio pubblico su alcune rotte da e per gli aeroporti di Trapani e Comiso. Il decreto è necessario per assicurare la continuità territoriale aerea siciliana attraverso servizi aerei che siano adeguati, regolari, continuativi e da svolgersi con voli di linea. Gli oneri di servizio diventeranno obbligatori dal 29 marzo 2020. In particolare saranno soggette a oneri di servizio pubblico le rotte da Comiso a Roma Fiumicino e Milano Linate e viceversa, da Trapani a Trieste, Brindisi, Parma, Ancona, Perugia e Napoli e viceversa. Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza frequenze minime, orari e un numero minimo di posti. Il decreto prevede anche le tariffe massime da applicare per tutto l’anno su ciascuna rotta onerata, sia per i residenti in Sicilia che per i non residenti. Per assicurare la continuità territoriale da e per gli aeroporti di Comiso e Trapani si è stimato un fabbisogno finanziario massimo complessivo di 48.373.020,30 euro, di cui 31,057 milioni di euro a carico dello Stato e 17,315 milioni a carico della Regione Siciliana, indispensabile per far fronte agli obblighi di compensazione nell’eventualità si debba procedere all’aggiudicazione del servizio per il triennio tramite gare pubbliche, per mancata presentazione di accettazione da parte di un vettore senza compensazione e senza diritti di esclusiva. Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza le frequenze minime, gli orari e il numero minimo di posti secondo le indicazioni dei seguenti schemi: Il testo del decreto è liberamente consultabile a questo link: Decreto Ministeriale Continuità Territoriale Trapani e Comiso 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mag 2019

REGIONE SICILIANA | Si sta lavorando per aggregare gli aeroporti di Catania, Comiso e Trapani

di mobilita

Gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone, su mandato del presidente Nello Musumeci, hanno chiesto alla Sac di individuare un percorso per valutare la possibilità di una aggregazione tra gli scali di Catania, Comiso e Trapani, qualora non dovesse concretizzarsi l'intesa tra l'Airgest e la Gesap di Palermo per la creazione di una unica società di gestione aeroportuale della Sicilia occidentale. L'obiettivo del governo regionale è favorire la creazione di una società unica per realizzare una concreta sinergia tra gli scali dell'Isola per migliorare i servizi, abbassare i costi e valorizzare i diversi territori in un'ottica di sviluppo economico e turistico. «Definire l'acquisizione di Soaco da parte della Sac e individuare un percorso per aggregare anche Trapani, in alternativa alla trattativa già avviata con Palermo - hanno  affermato  gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone - sono due passaggi fondamentali per realizzare il progetto del presidente Musumeci sulla razionalizzazione del sistema aeroportuale in Sicilia. Già ieri  il commissario dell'Irsap, Giovanni Perino, su nostra richiesta ha rappresentato alla Assemblea dei soci di Sac l'opportunità di avviare trattative per l'acquisizione del controllo di Airgest, pur rimanendo privilegiata e razionale l'idea di un unico soggetto di gestione degli aeroporti della Sicilia occidentale».    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 giu 2018

AEROPORTO COMISO | lunedì si firma convenzione bando per incremento flussi turistici,

di mobilita

Lunedi 4 giugno, alle ore 16, sarà firmata la convenzione con i sindaci dei comuni iblei per l'avvio dell'iter del bando di gara per l'incremento dei flussi turistici nel territorio afferente l'aeroporto di Comiso. Ai quasi 7 milioni di euro già stanziati dalla Regione Sicilia, dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa, dalla Camera di Commercio del Sud Est e dal Comune di Ragusa si aggiungeranno ulteriori 1,7 milioni di euro stanziati dalla Regione Sicilia con l'ultima legge finanziaria regionale. Capofila del bando sarà il Comune di Comiso e non la società di gestione dell'aeroporto, come ipotizzato in prima battuta. Pertanto le somme messe a disposizione dagli enti pubblici per l'attuazione del progetto non transiteranno più nelle casse di Soaco, società di gestione dell'aeroporto di Comiso. Il ritardo nella firma della convenzione definitiva con i sindaci dei comuni iblei - e la relativa approvazione del progetto, che darebbe il via libera all'iter per la pubblicazione del bando di gara, pronto da tempo – è stato causato dal temporaneo stop legato all'emissione del nuovo decreto dell'assessore regionale al turismo della Regione Sicilia che assegna ulteriori 1,7 milioni di euro per l'annualità 2020 con l'ultima legge finanziaria regionale. Ricevuta la firma del decreto assessoriale, Soaco, il cui ruolo è solamente quello di coordinare e assistere i comuni iblei nella realizzazione tecnica del progetto, si è immediatamente attivata per proseguire - insieme ai Sindaci dei Comuni Iblei, al Libero Consorzio Comunale di Ragusa e alla Camera di Commercio del Sud-Est - l'iter burocratico per la pubblicazione del bando di gara. Stazione appaltante del bando di gara sarà la Cuc (Centrale Unica di Committenza) Trinakria Sud dei Comuni di Comiso – Mazzarrone – Vittoria – Acate - S, Croce Camerina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

Air Malta festeggia il nuovo volo Comiso-Malta con 50 posti gratuiti

di Roberto Lentini

Domenica 17 dicembre partirà il primo volo di Air Malta dall'Aeroporto di Comiso, Ragusa e per festeggiare l'evento la compagnia maltese regala 50 posti a tutti i siciliani che vogliono visitare Malta. Air Malta offre  infatti la possibilità di visitare la Sicilia e di tornare, sempre con Air Malta, su un altro volo da Comiso o da Catania in qualsiasi giorno in base alla disponibilità.  Ai primi followers che invieranno un messaggio privato alla pagina Facebook  della compagnia entro Domenica 10 Dicembre indicando le preferenze di volo e il numero di posti richiesti, avranno automaticamente diritto ai posti (massimo 4 per famiglia / gruppo).  Per il primo volo da e per Comiso ci sarà un fotografo che catturerà tutti i bei momenti della manifestazione. Ti potrebbe interessare: AEROPORTO DI COMISO, presentato oggi il nuovo volo Air Malta al via dal 17 dicembre

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2017

AEROPORTO DI COMISO, presentato oggi il nuovo volo Air Malta al via dal 17 dicembre

di mobilita

Air Malta inizierà ad operare da Comiso questo dicembre offrendo ai Siciliani ancora più opzioni e opportunità di volare in Europa e in Nord Africa. In linea con questa strategia Air Malta ha lanciato oggi il suo nuovo volo dall'Aeroporto siciliano di Comiso, che opererà con due frequenze settimanali, ogni venerdì e domenica, a partire dal 17 dicembre. La scorsa estate, la compagnia aerea maltese ha anche ripreso le operazioni da Palermo con 3 voli settimanali, e con i 14 voli settimanali da Catania, Air Malta serve ora tre aeroporti siciliani verso la più grande isola mediterranea, creando comode connessioni sia per i turisti che per i viaggiatori d'affari. La popolare tariffa Air Malta Go Light, con il solo bagaglio a mano incluso, sarà disponibile anche su questa nuova rotta, offrendo la possibilità di volare a solo 39 € a tratta, tasse e supplementi inclusi. Questo nuovo volo rafforzerà la strategia che Air Malta sta adottando dei voli in connessione e offrirà ai siciliani più opportunità di voli e destinazioni alle tariffe migliori. Così ha commentato Joseph Galea, Air Malta Acting CEO, durante la conferenza stampa di lancio del nuovo operativo a Comiso: "Il lancio di questa nuova rotta è una grande opportunità per entrambe le isole. Come compagnia aerea, sappiamo bene quale sia il forte legame che unisce Malta e la Sicilia, legame che è stato rinforzato dall'aumento costante di traffico registrato su tutte le rotte che operano dall'isola. Lo scorso anno abbiamo trasportato 150.000 passeggeri da Catania (+6%) e quasi 20.000 dalla nuova rotta da Palermo. Siamo davvero orgogliosi di questi risultati e dell'introduzione di questa nuova rotta. Le nuove operazioni andranno incontro alle necessità dei cittadini residenti nell'area di Ragusa, non solo di volare a Malta, ma anche di raggiungere altre destinazioni volando via Malta, grazie al nostro network. Questo nuovo volo, è un'ulteriore prova del nostro impegno per Malta e la Sicilia e rafforzerà la nostra posizione, conquistando nuovi mercati in linea con la nostra attuale strategia di crescita e al contempo lavorando per rendere Air Malta la compagnia aerea della Isole Mediterranee." "Malta è una destinazione ideale – spiegano Silvio Meli e Giorgio Cappello, Presidente e Amministratore Delegato di SOACO, società di gestione dello scalo ibleo – sia per l'incoming in Sicilia, e le positive proiezioni economiche sull'indotto del territorio, sia per l'outgoing: Malta è infatti un importante hub internazionale, uno "snodo" strategico per proseguire verso altre rotte europee  (Londra, Monaco, etc.) oppure per smistare e collegare alla Sicilia sud-orientale, attraverso Comiso, passeggeri provenienti da altri scali comunitari. E' un risultato importante, frutto del costante impegno e delle interlocuzioni del management Soaco con il vettore maltese in occasione di eventi di settore in Europa. Un obiettivo accarezzato per anni da Soaco e che si inquadra in una politica commerciale che punta a incrementare i collegamenti diretti differenziando l'offerta attraverso più compagnie aeree. Per la Sicilia sud-orientale, Air Malta a Comiso sarà una grande occasione di sviluppo che certamente stimolerà sia il comparto business (sono già numerosi i pendolari siciliani e maltesi fra le due isole), sia quello vacanziero alla continua ricerca dei tesori dell'arte, della cultura, della natura e della gastronomia che accomunano le due comunità, quella maltese e quella siciliana". ​ Soaco ha annunciato per i viaggiatori Air Malta una promozione per tutto il periodo invernale, ovvero fino al 31 marzo: parcheggio gratuito in aeroporto per chi vola con Air Malta da Comiso. La grande storia e la cultura delle isole maltesi, la vita notturna e il sorriso accogliente della sua gente, sono in attesa di essere scoperti. Air Malta offre la scelta migliore per i viaggiatori che desiderano esplorare l'Italia e Malta, con il maggior numero di frequenze per destinazione rispetto a qualsiasi altro vettore. Questo ampio programma rafforza la posizione leader della compagnia aerea per i voli tra Italia e Malta. Air Malta mantiene il suo impegno a offrire tariffe convenienti e un servizio di qualità, sia in Classe Economy che in Classe Business. I voli sono già in vendita e operano come segue: Venerdì, domenica KM659 Par.                 Comiso           22:00              Arr.                  Malta               22:40 KM658 Par.                 Malta              20:30              Arr.                  Comiso           21:10   I clienti possono prenotare i voli su airmalta.com o chiamando il call center internazionale al numero 199 259 103 (€ 0,15 scatto alla risposta + € 0,30 al minuto), dall'Ufficio biglietteria Air Malta presso l'Aeroporto Internazionale di Malta oppure presso le agenzie di viaggio italiane o maltesi.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 lug 2017

Aeroporto di Comiso, approvati il bilancio e il nuovo piano industriale 2017-2020

di mobilita

SOACO, società che gestisce l'aeroporto di Comiso, comunica che, nel corso dell'ultima assemblea dei soci, sono stati approvati il Piano Industriale 2017-2020, redatto dal nuovo management insediatosi nel febbraio scorso, e il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016, che si chiude con una perdita di 2.910.405 milioni di euro. Risultati che, per l'Aeroporto di Comiso, struttura nata nel 2013 e che nel 2016 è ancora cresciuta arrivando a 450 mila passeggeri, si ripresenteranno anche nell'esercizio 2017 prima di un miglioramento previsto, sulla base di questo piano industriale, a partire dal secondo trimestre 2018. Nel dettaglio, sono due gli scenari del piano industriale ipotizzati dal management guidato dall'AD Giorgio Cappello. Uno di base, considerando tassi di crescita annuali in linea con quelli registrati, prevede l'ampliamento di volumi di traffico passeggeri con l'attivazione di nuove rotte e linee charter per arrivare al 2020 con 875mila utenti l'anno. Insieme al progressivo innalzamento dei ricavi per passeggero (a partire dal 2018), è prevista una iniezione di liquidità da parte dei soci per fronteggiare le esigenze patrimoniali. Uno scenario migliorativo e ottimale, che come il primo tiene conto del supporto commerciale dell'azionista di maggioranza, SAC (Società Aeroporto Catania), tramite Intersac con il 65% delle quote (i restanti 35% sono del Comune di Comiso), prevede ancora l'iniezione di liquidità da parte dei soci, contratti strategici con i vettori per ottenere due aeromobili di base nello scalo ibleo con collegamento giornaliero su Roma e Milano, varie rotte nazionali e internazionali e potenziamento dei charter e infine ulteriori iniziative nella direzione dell'ottimizzazione dei costi di gestione di Soaco. "In entrambi gli scenari – chiarisce il Presidente di SOACO, Silvio Meli, in carica dallo scorso mese di maggio – è previsto l'impiego di circa 7 milioni di euro di fondi pubblici (Regione Sicilia L.R. 24 art.11/2016 – Fondi Ex Insicem del Libero Consorzio Comunale di Ragusa – CCIAA Ragusa – Comune di Ragusa) attraverso un maxibando della durata di tre anni destinato alle compagnie aeree e finalizzato all'incremento dei flussi turistici nell'area di riferimento dell'Aeroporto di Comiso nel triennio 2018-2020. Siamo comunque soddisfatti di questo progetto di sviluppo, punto di partenza per nuove e mirate strategie di sviluppo per l'intero territorio". Da parte sua, l'Amministratore Delegato, Giorgio Cappello, sottolinea come quello approvato dai soci SOACO sia un piano industriale "credibile, realistico e attuabile". E spiega: "In questi 160 giorni di gestione abbiamo studiato l'azienda e messo in piedi una strategia di sviluppo che, garantendo la necessaria continuità aziendale, mantenesse le rotte esistenti e l'ipotesi di sviluppo a partire dal 2018. L'approvazione dei soci, al termine di un'attenta analisi, ci sostiene e ci incoraggia nella sfida a supporto del territorio. Abbiamo dimostrato che, senza ulteriori investimenti in infrastrutture, e ottimizzando i costi fissi di gestione, possiamo passare dai 450mila passeggeri l'anno (il cui costo pesa come un macigno sul bilancio) fino a 1 milione. Confermiamo infine l'interesse di Soaco nel settore cargo attivando qualsiasi iniziativa a sostegno dei privati e fornendo il supporto operativo e amministrativo necessario per sviluppare un settore strategico dell'aviazione commerciale. Fondamentale, in questa direzione, il supporto del territorio in termini di contribuzione economica senza il quale non si raggiungerebbe l'auspicato pareggio di bilancio. L'aeroporto crea sviluppo al territorio, ma questo deve restituire all'aeroporto".  

Leggi tutto    Commenti 0