Articolo
22 nov 2018

Investimenti RFI in Sicilia, Gentile illustra i progetti previsti nel contratto di programma

di mobilita

Durante l'inaugurazione della nuova nave 'Trinacrià" del gruppo Bluferries al molo Norimberga a Messina, l'amministratore delegato e direttore generale di rete ferroviaria italiana Maurizio Gentile, ha affermato che, in base al contratto di programma, RFI deve spendere in Sicilia ben 14 miliardi di euro di investimenti di cui 2 miliardi e trecento milioni riguardano il raddoppio tra Messina e Catania nel tratto tra Giampilieri e Fiumefreddo. Il 29 Novembre 2018 si aprirà la conferenza dei servizi per il progetto definitivo che sarà approvato dal commissario Maurizio Gentile. Nella prima metà di dicembre si avvieranno invece i lavori tra Catania Bicocca e Catenanuova, il primo lotto tra Catania e Palermo e nei primi mesi del 2019 si aprirà la conferenza dei servizi per un ulteriore lotto fino a Dittaino. Il progetto prevede di realizzare prima un binario e poi eventualmente l’altro e già nel 2024 si può sperare di coprire il tragitto tra Palermo e Catania in due ore. Per quanto riguarda la fermata di Rfi all’aeroporto di Fontanarossa Maurizio Gentile conferma che è un progetto già finanziato con il contratto di programma ed è in via di definizione. RFI sta inoltre discutendo con Enac per garantire l’interramento della linea ferrata e quindi consentire l'allungamento della pista dell'aeroporto di Fontanarossa. Ti potrebbe interessare: Cura del ferro: CIPE approva contratto di programma (invest. 2017-21) tra MIT e RFI La linea ferroviaria Palermo-Catania sarà veloce, ma a un solo binario Taormina, ecco come sarà la nuova fermata ferroviaria STRETTO DI MESSINA | Inaugurata Trinacria, la nuova nave Blueferries

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 nov 2018

Baleària inizia la rimotorizzazione di Napoli, il primo di sei traghetti che cambieranno in LNG

di mobilita

La compagnia di navigazione di Baleària ha avviato i lavori di riqualificazione per il traghetto Napoli in modo che possa essere alimentato da gas naturale liquefatto.  La nave è arrivata presso i cantieri navali di Gibdock a Gibilterra, dove verrà effettuata la modifica dei motori e l'installazione del serbatoio LNG, il cui completamento è previsto per il 15 febbraio. Pertanto, i due motori attuali della nave (MAN9L48 / 60) passeranno alla versione 9L51 / 60DF, i doppi motori al gas naturale liquefatto e il carburante dalla società MAN Energy Solutions. Questo cambiamento di combustibile eliminerà completamente le emissioni di zolfo e particolato (che è 75.95 tonnellate SOx). Il risparmio annuale di anidride carbonica sarebbe equivalente all'emissione di 6.000 automobili (o all'impianto di 18.000 nuovi alberi). Anche la nave gemella Sicilia sarà interessata a questa rimotorizzazione Inoltre, sulla nave verrà installato un serbatoio per lo stoccaggio di gas naturale liquefatto con una capacità di 440 metri cubi, dalla società Wärtsilä, che consentirà alla nave di raggiungere un'autonomia di 1.200 miglia. Le tubazioni del gas saranno fornite da Cryospain, mentre il progetto di ingegneria è stato realizzato da Cotenaval. L'investimento totale in questo ammodernamento ammonta a 12 milioni di euro, il 20% dei quali sarà erogato tramite i fondi CEF (Connecting Europe Facility) dell'Unione europea, che hanno qualificato come eccellente il progetto presentato per la ridistribuzione al GNL di un totale di cinque navi della flotta. Così, in aggiunta a Napoli , fino alla fine del 2021 Baleària ha iprogrammato di modificare i motori nei traghetti Abel MATUTES, Sicilia, Bahama Mama e Martin i Soler , e in altri traghetti  senza l'aiuto dei fondi CEF. L'uso del gas naturale liquefatto come combustibile è un impegno strategico di Baleària, che risponde a criteri di responsabilità sociale e redditività economica. In questa linea, la spedizione è anche portando a termine la costruzione delle prime due navi intelligenti con motori GNL che sarnno utilizzate nel Mediterraneo ( l'Ipazia di Alessandria sentrerà in funzione nei primi mesi del 2019 e le Marie Curie pochi mesi dopo) e la prima veloce traghetto mondiale per passeggeri e merci alimentato da motori a doppio GNL. "L'assioma, meno inquinamento, maggiore redditività economica funziona pienamente con questo carburante - afferma il presidente di Baleària, Adolfo Utor - Abbiamo in programma di avere, nei prossimi tre anni, almeno la metà della nostra flotta di  traghetti   con questa energia pulita, e raggiungere il cento per cento della flotta entro un periodo di dieci anni". Il gas naturale liquefatto è uno dei combustibili fossili più rispettosi dell'ambiente. Il suo uso implica la riduzione delle emissioni di CO2 del 30%, l'NOx del 35% e l'eliminazione totale di zolfo e particelle, che ha un effetto immediato sul miglioramento della qualità dell'aria e sulla riduzione dell'effetto serra . Va notato che la compagnia di navigazione ha lavorato su progetti relativi al gas naturale liquefatto dal 2012. Così, in oltre ad essere un membro fondatore della Associazione Spagnola di gas naturale per la mobilità (GASNAM), creato nel 2013, ha accordi strategici con Naturgy (con chi ha un contratto di subminister esclusivo LNG per 10 anni) e Rolls Royce e Wärtsilä (per la costruzione di motori). In aggiunta, l'anno scorso ha lanciato il primo generatore di GNL di energia elettrica su una nave passeggeri, l'Abel Matutes , e ha lanciato dal 2015 un piano di formazione nel GNL per i suoi ispettori dell'equipaggio e della nave.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Air Italy sigla un accordo di code-share con Latam Airlines Brazil

di mobilita

Air Italy e LATAM Airlines Brazil hanno siglato un accordo di code-share grazie al quale da oggi, 21 novembre 2018, potranno offrire ai loro clienti una maggiore connettività fra San Paolo e sette importanti destinazioni in Italia. In base all'accordo sottoscritto, il codice "IG" di Air Italy verrà utilizzato per i voli LATAM fra Milano Malpensa e San Paolo. Analogamente, LATAM utilizzerà il proprio codice "LA" sui voli Air Italy che collegano Milano Malpensa e Roma Fiumicino, Napoli, Olbia (Sardegna), Palermo e Catania (Sicilia) e Lamezia Terme (Calabria). Rossen Dimitrov, Chief Operating Officer di Air Italy, ha così commentato: "L'inizio di questa partnership con LATAM è un'ottima notizia per i passeggeri di entrambe le compagnie. I nostri clienti potranno beneficiare di nuove opzioni per viaggiare da Milano Malpensa a San Paolo anche da sei principali aeroporti italiane. Siamo infatti lieti di poter accogliere i passeggeri di LATAM a bordo dei nostri voli Air Italy che collegano Milano Malpensa a Roma, Napoli, Catania, Palermo, Lamezia Terme e Olbia. "Grazie alla collaborazione con il nostro nuovo partner LATAM, l'Italia e il Brasile sono più vicini a tutto vantaggio dell'elevato numero di aziende italiane che hanno investito soprattutto nell'area di San Paolo e degli scambi commerciali che intercorrono fra i nostri Paesi. Le connessioni via Milano apriranno le porte delle più belle destinazioni turistiche italiane al turismo brasiliano, particolarmente amante dei viaggi verso mete come Milano, Roma e Napoli." I biglietti per i voli delle rotte Italia/San Paolo oggetto dell'accordo di code-share sono disponibili presso le agenzie di viaggio e sul sito web e i call center di entrambe le compagnie.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

L’ENAC convoca la DAT per le frequenti interruzioni del servizio aereo con l’isola di Pantelleria

di mobilita

Il presidente dell'Enac Vito Riggio ha chiesto alla direzione generale di convocare con urgenza la compagnia danese Danish Air Transport (DAT) che opera i collegamenti tra Catania e Palermo e le isole di Pantelleria e Lampedusa, in regime di oneri di servizio pubblico.La convocazione si è resa necessaria per le frequenti interruzioni del servizio aereo con l'isola di Pantelleria che stanno comportando notevoli disagi per i passeggeri che hanno voli prenotati su tali rotte.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 nov 2018

Milano – Venezia: con due corse in più i Frecciarossa salgono a 48

di mobilita

Due nuovi collegamenti Frecciarossa portano a 48 i Frecciarossa tra Milano e Venezia. Il Frecciarossa 9701 parte da: Milano Centrale alle 6.15 Brescia (a. 6.51 – p. 6.53), Peschiera Del Garda (a. 7.12 – p. 7.14), Verona Porta Nuova (a. 7.28 – p. 7.30), Vicenza (a. 7.54 – p. 7.56), Padova (a. 8.12 – p. 8.14), Venezia Mestre (a. 8.28) Venezia Santa Lucia alle 8.40. Il Frecciarossa 9764 parte da: Venezia Santa Lucia alle 20.50 e arriva a Milano Centrale alle 23.15 Qui tutte le fermate: Venezia Santa Lucia parte alle 20.50; Venezia Mestre (p. 21.02), Padova (a. 21.16 – p. 21.18), Vicenza (a. 21.33 – p. 21.35), Verona Porta Nuova (a. 22.00 – p. 22.02), Peschiera del Garda (a. 22.16 – p. 22.18) e Brescia (a. 22.37 – p. 22.39). Milano Centrale alle 23.15 Confermati anche i due collegamenti Frecciarossa sulla rotta Genova – Milano – Venezia. La coppia di treni di andata e ritorno collega il capoluogo ligure alla città lagunare fermando a Milano, Brescia, Verona, Vicenza e Padova. La partenza del Frecciarossa è prevista da Genova Brignole alle 6.58 e da Genova Piazza Principe alle 7.05 con arrivo a Milano Rogoredo alle 8.24, a Milano Centrale alle 8.35, a Venezia Santa Lucia alle 11.10. Ritorno programmato dal Capoluogo veneto alle 15.50, da Milano Centrale alle 18.25, da Milano Rogoredo alle 18.37, con arrivo a Genova Piazza Principe alle 19.55 e a Genova Brignole alle 20.03.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Il Frecciarossa arriva a Lecce da Torino e Milano

di mobilita

Il Frecciarossa arriva a Lecce, due nuove corse da Torino/Milano per l’Adriatica: 24 Frecce collegano Milano con Rimini, Ancona, Bari e Lecce. Due Frecciarossa in più tra Torino, Milano e le località della costa Adriatica per un totale di 24 Frecce al giorno, con il Frecciarossa che arriva fino a Lecce. Previste sensibili riduzioni dei tempi di viaggio tra il Capoluogo piemontese e Rimini, Ancona, Bari e Lecce: da Torino a Rimini bastano tre ore e 18 minuti invece che quattro ore e quattro minuti. Da Torino a Ancona si passa da quattro ore e 56 minuti a quattro ore e 13 minuti. È invece di sei ore e 47’ la percorrenza Frecciarossa tra Milano e Bari e di otto ore e cinque minuti tra Torino e Bari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Salgono a 104, con tre nuovi collegamenti, le corse Frecciarossa che uniscono Roma e Milano

di mobilita

Salgono a 104, con tre nuovi collegamenti, le corse Frecciarossa che uniscono Roma e Milano. Un’offerta che inizia alle 5 del mattino e si protrae entro la mezzanotte, orario in cui è prevista l’ultimo arrivo. Il Frecciarossa 9502 parte da Roma Termini 5.35 e arriva a Milano Centrale alle 9.10. Queste le fermate: Roma Termini 5.35 Roma Tiburtina (a. 5.43 – p. 5.45), Firenze Santa Maria Novella (a. 7.10 – p. 7.30) e Bologna Centrale (a. 8.05 – p. 8.08). Il Frecciarossa 9620 è previsto sempre da Roma Termini alle 10.30 Queste le fermate: Roma Termini alle 10.30 Bologna Centrale (a. 12.25 – p. 12.28) Milano Centrale alle 13.29, Il Frecciarossa 9607 parte alle 6.30 da Milano Centrale e arriva a Roma Termini alle 9.29 Queste le fermate: Milano Centrale parte alle 6.30 Bologna Centrale (a. 7.32 – p. 7.35). Roma Termini arriva alle 9.29 Arrivano così a 56 i Frecciarossa che uniscono Colosseo e Madonnina in meno di tre ore, senza fermate intermedie tra le due città o con fermata a Bologna Centrale. A questi se ne aggiungono altri due con fermate intermedie solo a Reggio Emilia AV in tre ore e due minuti. Gli altri 46 Frecciarossa, che completano l’offerta sulla rotta Roma – Milano e che diventano 49 nella giornata di picco massimo del venerdì, offrono un servizio su misura per ogni esigenza di spostamento collegando anche le altre città del sistema AV: Torino, Bologna, Reggio Emilia AV, Firenze, Napoli e Salerno. Inoltre a Roma e Milano il Frecciarossa assicura una ampia copertura territoriale con fermate nelle altre stazioni delle due città: Roma Tiburtina, Milano Porta Garibaldi e Milano Rogoredo. Da Milano – Centrale (ore 5.20) e Milano Rogoredo (ore 5.32) – e da Reggio Emilia AV (ore 6.09), poi, il Frecciarossa 9601 è il primo treno ad arrivare a Roma Termini alle ore 8.29.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Roma e Messina in cinque ore e 15 minuti con i Frecciargento

di mobilita

Con l'introduzione dell'orario invernale Trenitalia ha introdotto alcune novita anche per la Calabria e la Sicilia. I quattro Frecciargento che uniscono la Calabria a Roma avranno una migliore copertura delle fasce orarie per una migliore connessione con le principali città del Nord: Firenze, Bologna, Milano e Venezia. Il Frecciargento 8351 parte da Roma Termini alle 8.53, proprio per permettere di arrivare nella Capitale con i primi treni del mattino. Roma Termini parte alle 8.53 Napoli Afragola (a. 9:54 – p. 9:56), Salerno (a. 10:23 – p. 10:26), Paola (a. 12:04 – p. 12:07), Lamezia Terme (a. 12:32 – p. 12:35), Rosarno (a. 12:57 – p. 13:00), Villa San Giovanni (a. 13:31 – p. 13:34) Reggio Calabria Centrale con arrivo alle 13.49. Il Frecciargento 8358 parte da: Reggio Calabria Centrale alle 15.20, Villa San Giovanni (a. 15:34 – p. 15:37), Rosarno (a. 16:06 – p. 16:09), Lamezia Terme (a. 16:35 – p. 16:38), Paola (a. 17:05 – p. 17:08), Salerno (a. 18:45 – p. 18:48), Napoli Afragola (a. 19:17 – p. 19.19) Roma Termini arriva alle 20.23, garantendo così il proseguimento dei viaggi verso Nord. Si potrà raggiungere ad esempio Firenze da Lamezia Terme in cinque ore e 23 minuti. Tutte le Frecce Reggio Calabria-Roma sono in connessione anche con la Sicilia grazie ai collegamenti Bluferries, la società di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) che svolge il servizio di traghettamento con navi veloci tra Villa San Giovanni e Messina. Roma e Messina sono collegate in cinque ore e 15 minuti con la soluzione Freccia più nave.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Frecciarossa raggiunge per la prima volta l’aeroporto di Fiumicino

di mobilita

Un deciso cambio di passo per FS Italiane, con il Frecciarossa, simbolo dell’Alta Velocità made in Italy, che da Venezia raggiunge per la prima volta l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino. Due nuove corse AV – altra novità assoluta – garantiranno anche i collegamenti tra l’aeroporto di Roma Fiumicino e le città di Firenze, Pisa, La Spezia e Genova, per valorizzare ulteriormente le potenzialità dell’integrazione tra trasporto ferroviario e aereo. Da Milano – Centrale (ore 5.20) e Milano Rogoredo (ore 5.32) – e da Reggio Emilia AV (ore 6.09), poi, il Frecciarossa 9601 è il primo treno ad arrivare a Roma (ore 8.29), garantendo così una maggiore copertura oraria nei collegamenti tra Milano e la Capitale. Attenzione particolare anche al Sud, dove aumenterà in modo significativo l’offerta. Il Frecciarossa abbrevierà il viaggio da Torino e da Milano per la costa adriatica, consentendo di raggiungere più rapidamente la Romagna e la Puglia e collegando, per la prima volta, Torino con la città di Lecce. Dieci le Frecce sulla Roma - Bari nel fine settimana, con l’introduzione di due Frecciargento no stop che uniranno i due Capoluoghi in tre ore e trenta, anticipando così i futuri tempi di viaggio tra Roma e la Puglia. Queste le principali novità con cui Trenitalia arricchisce, a partire dal 9 dicembre, giorno in cui parte l’orario invernale 2018/2019, la gamma della propria offerta commerciale (promozioni, partnership e nuovi servizi di caring) su tutto il territorio nazionale, mettendo ancora una volta le persone e i loro bisogni al centro della propria azione e dei propri obiettivi. Tra le novità, dieci nuovi treni al giorno, sei Frecciarossa e quattro Frecciargento. Le due nuove corse AV su Fiumicino Aeroporto da e per Genova, La Spezia, Pisa, Firenze si aggiungeranno alle attuali quattro corse da e per Venezia che a iniziare dal 18 dicembre saranno fatte con il Frecciarossa. L’offerta complessiva sulla lunga percorrenza si amplia con 55 nuove fermate che realizzano oltre 200 nuovi collegamenti. Sulla Roma - Milano AV, diventano 104 i Frecciarossa (+3) e 54mila i posti offerti al giorno; tra Milano e Venezia 48 i Frecciarossa (+2) e 26mila i posti, con l’introduzione di una prima corsa del mattino da Milano e di un’ultima la sera da Venezia Santa Lucia. Un nuovo Frecciarossa collegherà di prima mattina Firenze con Roma e Napoli. Prosegue e si estende la positiva esperienza dei FRECCIAlink che saranno operativi anche sulla rotta Bari - Matera, raggiungendo la Capitale europea della Cultura 2019, evento che vede Trenitalia nel ruolo di official carrier. Il servizio integrato treno+bus di Trenitalia tornerà anche nel prossimo inverno a raggiungere direttamente le più ambite località sciistiche tra cui Cortina, Madonna di Campiglio, la Val Gardena, la Val di Fassa, Aosta e Courmayeur. L’offerta Regionale si amplia e migliora, anche grazie ai Contratti di Servizio sottoscritti con le Regioni, in maniera generalizzata con interventi mirati su importanti aree e direttrici. Sarà così tra Bologna e la Romagna con 24 treni al giorno tra il Capoluogo felsineo e la riviera romagnola (via Ravenna) e 24 corse per il nuovo servizio metropolitano tra Bologna e Imola. In Liguria, 18 collegamenti tra Savona - Genova - Sestri Levante e il ritorno del 5 Terre Express dal primo marzo. Con 4mila posti in più per accompagnare pendolari e turisti dal Ponente al Levante ligure. Cresce l’offerta tra Roma Termini e l’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino con 16 nuove corse del Leonardo Express che diventano 126 al giorno. In Campania, un treno ogni 8 minuti a Napoli per attraversare in soli 20 minuti tutte le stazioni del Capoluogo campano e un treno ogni 15 da Campi Flegrei verso Pozzuoli. Una nuova offerta completamente rivisitata per la Puglia tra Barletta e Fasano e velocizzata sulla Foggia - Bari - Lecce. Sul Passante di Palermo, 12 collegamenti in più da Punta Raisi al Capoluogo siciliano. Le novità dell’orario, nel regionale, si associano al recente esordio delle attività di caring e sicurezza dedicate ai pendolari, prima esperienza in Europa, e all’ormai imminente avvio, dalla primavera 2019, della fornitura dei primi 78 nuovissimi treni Rock e Pop, insieme alla consegna di altri Jazz e Swing. Un ammodernamento della flotta destinato a rivoluzionare in positivo l’esperienza di viaggio di quei milioni di italiani che salgono in treno per i loro spostamenti quotidiani. Proseguono e si intensificano le promozioni, per rendere sempre più conveniente il viaggio con Trenitalia, e le partnership fra il Gruppo FS Italiane e i principali musei ed Enti organizzatori di eventi culturali, musicali e artistici del paese che concederanno esclusivi vantaggi e agevolazioni a famiglie e clienti CartaFRECCIA. Ad arricchire la loro esperienza di viaggio anche i media del Gruppo FS, da La Freccia a Note, oggi in versione digitale su trenitalia.com, alla galassia dei social media fino al Portale Frecce, che offre anche una programmazione dedicata ai più piccoli. Sul fronte della comunicazione digitale da evidenziare che il Wi-Fi di bordo, grazie ad un innovativo e performante sistema di aggregazione del traffico dati, consentirà nei prossimi mesi una connessione più stabile e potente, con una progressiva diffusione su tutti i treni Frecciarossa 1000 nel corso del 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 nov 2018

Presentazione del nuovo orario invernale Trenitalia

di mobilita

È stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa il nuovo orario Trenitalia in vigore dal prossimo 9 dicembre. Tra le principali novità illustrate un nuovo collegamento Frecciarossa che da Venezia raggiunge per la prima volta l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino, ma anche due nuove corse AV che garantiranno i collegamenti tra l’aeroporto di Roma Fiumicino e le città di Firenze, Pisa, La Spezia e Genova, per valorizzare ulteriormente le potenzialità dell’integrazione tra trasporto ferroviario e aereo. Da Milano – Centrale (ore 5.20) e Milano Rogoredo (ore 5.32) – e da Reggio Emilia AV (ore 6.09), poi, il Frecciarossa 9601 è il primo treno ad arrivare a Roma (ore 8.29), garantendo così una maggiore copertura oraria nei collegamenti tra Milano e la Capitale. Attenzione particolare anche al Sud, dove aumenterà in modo significativo l’offerta. Il Frecciarossa abbrevierà il viaggio da Torino e da Milano per la costa adriatica, consentendo di raggiungere più rapidamente la Romagna e la Puglia e collegando, per la prima volta, Torino con la città di Lecce. Dieci le Frecce sulla Roma - Bari nel fine settimana, con l’introduzione di due Frecciargento no stop che uniranno i due Capoluoghi in tre ore e trenta, anticipando così i futuri tempi di viaggio tra Roma e la Puglia. Ad arricchire l'offerta anche dieci nuovi treni al giorno, sei Frecciarossa e quattro Frecciargento. Le due nuove corse AV su Fiumicino Aeroporto da e per Genova, La Spezia, Pisa, Firenze si aggiungeranno alle attuali quattro corse da e per Venezia che a iniziare dal 18 dicembre saranno fatte con il Frecciarossa. L’offerta complessiva sulla lunga percorrenza si amplia con 55 nuove fermate che realizzano oltre 200 nuovi collegamenti. Sulla Roma - Milano AV, diventano 104 i Frecciarossa (+3) e 54mila i posti offerti al giorno; tra Milano e Venezia 48 i Frecciarossa (+2) e 26mila i posti, con l’introduzione di una prima corsa del mattino da Milano e di un’ultima la sera da Venezia Santa Lucia. Un nuovo Frecciarossa collegherà di prima mattina Firenze con Roma e Napoli. Prosegue e si estende la positiva esperienza dei FRECCIAlink che saranno operativi anche sulla rotta Bari - Matera, raggiungendo la Capitale europea della Cultura 2019, evento che vede Trenitalia nel ruolo di official carrier. Il servizio integrato treno+bus di Trenitalia tornerà anche nel prossimo inverno a raggiungere direttamente le più ambite località sciistiche tra cui Cortina, Madonna di Campiglio, la Val Gardena, la Val di Fassa, Aosta e Courmayeur. L’offerta regionale si amplia e migliora, anche grazie ai Contratti di Servizio sottoscritti con le Regioni, in maniera generalizzata con interventi mirati su importanti aree e direttrici. Sarà così tra Bologna e la Romagna con 24 treni al giorno tra il Capoluogo felsineo e la riviera romagnola (via Ravenna) e 24 corse per il nuovo servizio metropolitano tra Bologna e Imola. In Liguria, 18 collegamenti tra Savona - Genova - Sestri Levante e il ritorno del 5 Terre Express dal primo marzo. Con 4mila posti in più per accompagnare pendolari e turisti dal Ponente al Levante ligure. Cresce l’offerta tra Roma Termini e l’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino con 16 nuove corse del Leonardo Express che diventano 126 al giorno. In Campania, un treno ogni 8 minuti a Napoli per attraversare in soli 20 minuti tutte le stazioni del Capoluogo campano e un treno ogni 15 da Campi Flegrei verso Pozzuoli. Una nuova offerta completamente rivisitata per la Puglia tra Barletta e Fasano e velocizzata sulla Foggia - Bari - Lecce. Sul Passante di Palermo, 12 collegamenti in più da Punta Raisi al Capoluogo siciliano. Le novità dell’orario, nel regionale, si associano al recente esordio delle attività di caring e sicurezza dedicate ai pendolari, prima esperienza in Europa, e all’ormai imminente avvio, dalla primavera 2019, della fornitura dei primi 78 nuovissimi treni Rock e Pop, insieme alla consegna di altri Jazz e Swing. Un ammodernamento della flotta destinato a rivoluzionare in positivo l’esperienza di viaggio di quei milioni di italiani che salgono in treno per i loro spostamenti quotidiani. Proseguono e si intensificano le promozioni, per rendere sempre più conveniente il viaggio con Trenitalia, e le partnership fra il Gruppo FS Italiane e i principali musei ed Enti organizzatori di eventi culturali, musicali e artistici del paese che concederanno esclusivi vantaggi e agevolazioni a famiglie e clienti CartaFRECCIA. Ad arricchire la loro esperienza di viaggio anche i media del Gruppo FS Italiane, da La Freccia a Note, alla galassia dei social media fino al Portale Frecce, che offre anche una programmazione dedicata ai più piccoli. Sul fronte della comunicazione digitale da evidenziare che il Wi-Fi di bordo, grazie ad un innovativo e performante sistema di aggregazione del traffico dati, consentirà nei prossimi mesi una connessione più stabile e potente, con una progressiva diffusione su tutti i treni Frecciarossa 1000 nel corso del 2019.

Leggi tutto    Commenti 0