Articolo
18 giu 2018

VENEZIA | Rivoluzione rotatorie ai 4 cantoni

di mobilita

Partiranno lunedì 18 giugno, e dureranno fino al 27 luglio, i lavori da parte di Italgas nella zona dei “4 cantoni” per la sistemazione e sostituzione dei sottoservizi, necessari per procedere poi con la creazione delle nuove 4 rotatorie che modificheranno la viabilità in centro a Mestre. Gli incroci interessati sono i seguenti: quello dei 4 cantoni, all'uscita dei 2 sottopassi del Terraglio e della Castellana; quello tra via Filiasi, via Padre Giuliani e via Torre Belfredo, quello tra via Padre Giuliani e Einaudi, e infine quello tra via Piave, via Miranese e via Carducci. “Obiettivo dell'intervento – spiega l'assessore alla Mobilità Renato Boraso -  è la fluidificazione del traffico di questi incroci, la diminuzione del numero di incidenti gravi e la riduzione dell'inquinamento acustico e atmosferico. Non ultimo la possibilità, contestualmente ai lavori stradali, di riqualificare i marciapiedi e le aree pedonali circostanti i 4 incroci, e di completare i tratti mancanti di piste ciclabili, garantendo più sicurezza ai cittadini. Si approfitterà dell'occasione di questi lavori, che interesseranno tutto il manto stradale di questi quattro incroci strategici per la rete viaria di terraferma, per metter mano anche a tutti quei sottoservizi che necessitano di interventi di rifacimento e manutenzione”. “Per diminuire il disagio – prosegue Francesca Zaccariotto, assessore ai Lavori pubblici – abbiamo deciso di far partire i lavori nel periodo estivo, e, in particolare, nelle settimane che registrano i valori più bassi di volumi di traffico. Da metà luglio a fine agosto in città si vedranno all'opera ruspe e impiantisti per togliere le 30 paline semaforiche che oggi regolano 3 dei 4 incroci citati e sostituirle con new jersey e segnaletica di cantiere, necessaria a disegnare le nuove rotatorie in forma sperimentale per i primi mesi”. La necessità di approntare le nuove rotatorie, prima in forma sperimentale e poi in forma definitiva, è legata ai due fattori: la possibilità di far provare la nuova conformazione degli incroci (con nuove regole di precedenza da rispettare) a tutti gli utenti della strada in una versione che attira al massimo la loro attenzione in quanto esteticamente caratterizzata tutta da segnaletica gialla di cantiere e da new jersey colorati, e la necessità di concentrare in agosto tutte le lavorazioni del cantiere che creano più disagi per la circolazione lasciando le finiture più avanti, distribuite nel tempo e nelle diverse zone. La nuova viabilità, nella sua forma sperimentale, dovrebbe essere pienamente operativa a fine agosto. In particolare, si provvederà a realizzare una rotatoria “a fagiolo” tra via Miranese, via Carducci, via Piave e via Circonvallazione con un diametro esterno 25 metri, una seconda rotatoria “a fagiolo” tra via Castellana, Terraglio, Circonvallazione e Torre Belfredo con uguale diametro esterno e una terza rotatoria compatta, di diametro 27 metri, tra via Torre Belfredo, Padre Giuliani e Filiasi. “Ai residenti e ai pendolari – conclude l'assessore Boraso – chiediamo un po' di pazienza per i possibili disagi. Si tratta di un intervento necessario per rendere più fluida una delle zone più centrali di Mestre. Le deviazioni del traffico saranno segnalate sul posto, in modo evidente, così da garantire la piena sicurezza del cantiere, che opererà anche nelle ore serali e notturne per ridurre i tempi di intervento. Sta partendo la rivoluzione delle rotatorie dei 4 cantoni”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 giu 2018

VENEZIA | Modifiche alla viabilità pedonale per manutenzione ponte del Pestrin

di mobilita

Lunedì 18 giugno inizierà la manutenzione del piano di calpestio della passerella e del ponte del Pestrin (sestiere di San Marco), intervento che sarà eseguito da Insula nell’ambito della Gestione territoriale Venezia Nord. Considerato l’attuale degrado, il ponte necessita del rifacimento totale della pavimentazione in resina: per eseguire i lavori in sicurezza, la Direzione lavori pubblici del Comune ha emesso un’ordinanza per la gestione della viabilità pedonale. Da lunedì 18 a mercoledì 20 giugno sarò interdetto il transito pedonale sulla passerella con deviazione verso calle del Pestrin, campiello Nuovo già dei morti e Piscina San Samuele. Da giovedì 21 a venerdì 22 giugno sarà interdetto il transito pedonale sul ponte con deviazione su passerella del Pestrin e Piscina San Samuele. I lavori si concluderanno venerdì 22 giugno

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Il Frecciarossa arriva nel Cilento

di mobilita

L’estate è Trenitalia: con il Frecciarossa sarà possibile raggiungere in tutti i fine settimana estivi le principali mete turistiche del Cilento. L’opportunità viene offerta grazie a un accordo fra Trenitalia e la Regione Campania per promuovere i viaggi in treno verso le più ambite località di vacanza dell’area cilentana. Oltre al Cilento, infatti, la programmazione estiva di Trenitalia guarda anche a Sorrento, Pompei e Caserta, con la sua Reggia, tutte mete di grande fascino e attrazione turistica, oggi servite dai Freccialink. Il programma e i suoi obiettivi sono stati illustrati nella Sala Freccia, alla stazione di Salerno, da Gianpiero Strisciuglio, direttore della Divisione Passeggeri Long Haul Trenitalia, e da Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. Alla conferenza stampa erano presenti i sindaci dei comuni collegati e, al termine della breve cerimonia, gli invitati hanno viaggiato sul Frecciarossa 9593 per Sapri che collega, fino al 16 settembre,  il Cilento al resto d’Italia nelle giornate di venerdì, sabato e domenica. Questi gli orari dei due Frecciarossa a cui vanno aggiunti due Frecciabianca sulla rotta Roma – Reggio Calabria che questa estate fermeranno anche ad Agropoli. Frecciarossa 9593  Milano Centrale alle 7:20 – come 9591 – il treno arriva a Sapri alle 14:14 con fermate intermedie a Bologna Centrale (a. 8:22 – p. 8:25), Firenze Santa Maria Novella (a. 8:59 – p. 9:08), Roma Tiburtina (a. 10:27 – p. 10:29), Roma Termini (a. 10:40 – p. 10:53), Napoli Centrale (a. 12:00 – p. 12:20), Salerno (a. 12:56 – p. 12:58), Agropoli–Castellabate (a. 13:22), Vallo della Lucania (a. 13:36), Centola–Palinuro-Marina di Camerota (a. 13:54). Frecciarossa 9590 partenza da Sapri alle 14:52 con arrivo a Milano Centrale alle 21:45. Fermate intermedie a Centola–Palinuro –Marina di Camerota (p. 15:08), Vallo della Lucania (p. 15:26), Agropoli–Castellabate (p. 15:42), Salerno (a. 16:11 – p. 16:13), Napoli Centrale (a. 16:50 – p. 17:00), Roma Termini (a. 18:10 – p. 18:20), Roma Tiburtina (a. 18:27 – p. 18:29), Firenze Santa Maria Novella (a. 19:51 – p. 20:00), Bologna Centrale (a. 20.:35 – p. 20:38) – Reggio Emilia AV (a. 20.57 – p. 20.59). Alle fermate stagionali studiate ad hoc per incentivare i flussi turistici si aggiungono le promozioni estive di Trenitalia che prevedono speciali sconti del 30%, con l’offerta “Insieme”, per gruppi fino a 5 persone; sconti dal 30 al 50% per giovani under 30 e senior over 60 anni con l’offerta “Young” e “Senior”; gratuità completa per minori di 15 anni accompagnati grazie a “Bimbi gratis”; un particolare servizio di accompagnamento esteso a tutti, con un’attenzione particolare a clienti anziani o con difficoltà, che potranno quindi muoversi anche da soli,  e la possibilità di portare il proprio cane in vacanza con sé ad agosto viaggiano al prezzo simbolico di 5 euro. Numerosissime le partnership che Trenitalia ha siglato a vantaggio dei propri clienti, che otterranno speciali sconti e agevolazioni per tutta l’estate pernottando in vari hotel e alberghi, o partecipando a festival, rassegne estive, spettacoli musicali e teatrali, oppure visitando musei e centri espositivi. A conferma dello slogan che accompagna l’intera programmazione stagionale della società del Gruppo FS Italiane: l’Estate è Trenitalia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

REGIONE LIGURIA | Consegnati i primi due treni Jazz

di mobilita

Consegnati oggi i primi due nuovi treni Jazz per i pendolari e i turisti della Liguria. Il tradizionale taglio del nastro e la presentazione dei moderni convogli, al binario 11 della stazione di Genova Piazza Principe, è avvenuto alla presenza del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, dell’Assessore Regionale ai Trasporti, Giovanni Berrino, del Sindaco di Genova, Marco Bucci, dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia, Orazio Iacono e del Direttore Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia, Maria Giaconia.  A soli cinque mesi dalla firma del contratto di servizio tra Regione e Trenitalia, siglato a gennaio, sono arrivati in Liguria i primi due dei 48 nuovi treni previsti per i pendolari e i turisti. Convogli dotati di un eccezionale livello di comfort, sicurezza, affidabilità e accessibilità in grado di circolare su tutte le linee, dalla costa all’entroterra. Entro l’estate saliranno a cinque i treni Jazz in circolazione in Liguria a cui si aggiungeranno, dal 2020, 28 Rock e 15 Pop. Con i 20 Vivalto già in esercizio i viaggiatori liguri avranno una flotta rinnovata al 100% e, entro i prossimi cinque anni, più giovane di quasi 20 anni. Il primo dei due nuovi treni Jazz presentati entrerà subito in servizio come Regionale 6184 sulla linea Savona-Ventimiglia: partenza prevista alle 15.55, arrivo nella stazione di confine alle 17.47 per poi proseguire con un turno di più collegamenti giornalieri da Genova al ponente ligure. Il secondo treno Jazz entrerà in servizio a partire dalla prossima settimana. I cinque treni della flotta Jazz circoleranno in tutta la Liguria. Caratteristiche principali treno Jazz Lungo 82,2 metri e largo 2,9 metri, il nuovo treno è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, conta 309 posti a sedere, più due per disabili in carrozzella. L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche alle persone a ridotta capacità motoria. Molti i servizi a bordo: impianto di videosorveglianza live globale, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Porto Aperto sbarca sull’Isola d’Elba

di mobilita

Porto Aperto sbarca a Portoferraio. Il prossimo 17 giugno, la città elbana aderirà alla proposta del Port Day nazionale fatta da Assoporti, con la quale verrà celebrata in più scali portuali nazionali una giornata in cui si esalta il legame imprescindibile tra il porto e il suo territorio. Lo farà in compagnia dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale che ha così cominciato ad esportare a Piombino e all’Isola d’Elba il suo programma di apertura del porto alla città, che a Livorno ha compiuto quest’anno 11 anni. In occasione dell’arrivo delle navi da crociera Seabourne Encore e Seadream II e dei traghetti provenienti da Piombino, alle 8.30, presso il Molo Alto Fondale, la Filarmonica Elbana “Giuseppe Pietri”, darà il benvenuto ai passeggeri con la rievocazione storica della Petite Armée e della Fanfara Militare Napoleonica. Alle 12.00 la stessa Filarmonica si esibirà in un concerto aperitivo in collaborazione con i The Horn Project e con il Quintetto di Ottoni Gabrieli. La giornata “porte aperte” si concluderà alle 18.00 con un’altra pregevole esibizione della “Giuseppe Pietri”. «Porto Aperto è uno strumento con il quale a Livorno abbiamo sperimentato in questi anni esempi positivi di integrazione tra il porto e la città – ha detto il presidente dell’Adsp dell’Alto Tirreno, Stefano Corsini – ora intendiamo fare qualcosa di simile sia per Piombino che per l’Isola d’Elba. Il Port Day, iniziativa promossa dall’Associazione dei Porti Italiani (Assoporti), è l’occasione che aspettavamo per cominciare a definire un percorso col quale intendiamo promuovere la cultura del mare in tutto il sistema portuale dell’Alto Tirreno». Soddisfatto l’assessore comunale al demanio di Portoferraio, Angelo Del Mastro: «E’ un’iniziativa che viene fatta per la prima volta a Portoferraio ma alla quale noi crediamo. Il traffico crocieristico sta diventando sempre più importante e quindi abbiamo deciso di concerto con l’Autorità di Sistema di accompagnare i nostri ospiti con dei piccoli concerti, accompagnandoli nel nostro meraviglioso centro storico con della buona musica. Anche la partecipata del comune, la Cosimo dé Medici, farà la sua parte, accogliendo i crocieristi in costumi napoleonici. Intanto, buone notizie sul fronte del traffico crocieristico: tra marzo e maggio si sono imbarcati e sbarcati dalle banchine di Portoferraio 9mila passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Alberta Ferretti svela le nuove divise Alitalia

di mobilita

La collezione è stata presentata oggi, in apertura della Settimana della Moda Uomo di Milano e in occasione della doppia sfilata delle collezioni Resort 2019 e Limited Edition di Alberta Ferretti. Alberta Ferretti ha creato una nuova uniforme elegante e senza tempo. Il guardaroba dedicato al personale di terra e di bordo della Compagnia italiana prevede il completo da uomo, il tailleur e l’abito da donna realizzati in fresco di lana blu, un tessuto ‘no season’ dalla mano sottile e traspirante che assicura comfort e libertà di movimento durante il volo e l’attività in aeroporto. I capi sono personalizzati con bottoni incisi con la A di Alitalia in oro satinato e il punto vita della giacca da donna è segnato con un nastro in gros-grain logato con i colori del Tricolore. I capispalla realizzati sono un impermeabile maschile e uno femminile in cotone e nylon waterproof, rifiniti internamente con un’imbottitura rimovibile leggermente trapuntata. Il look include camicie in popeline di cotone con taschino, foulard e cravatte coordinate in twill di seta, guanti in pelle e maglieria in pura lana. Per il servizio di bordo sono stati infine disegnati un gilet e un abito-grembiule in tessuto jacquard logato Alitalia. La nuova collezione Alitalia nasce dall’esigenza di venire incontro alle numerose richieste provenienti dal personale operativo, con l’obiettivo di migliorare la qualità del lavoro di chi le indossa tutti i giorni. Le divise coniugano dunque praticità ed eleganza, per garantire a tutto il personale, di volo e di terra, comfort e benessere in ogni occasione lavorativa e in tutte le stagioni, attraverso abiti comodi e funzionali. A questo scopo, le uniformi, create da Alberta Ferretti, sono state studiate e disegnate dalla stilista tenendo in considerazione i consigli e i suggerimenti del personale Alitalia. “L’idea di portare la creatività, l’eleganza e la qualità del nostro Paese nel mondo, a bordo di Alitalia, mi rende molto orgogliosa. Sono felice di presentare questo progetto durante la Settimana della Moda di Milano in una cornice così ufficiale come Palazzo Reale in Piazza del Duomo”, ha dichiarato la stilista Alberta Ferretti. “La collaborazione con Alberta Ferretti dà prestigio ad Alitalia. Le nuove divise rappresentano un riconoscimento al lavoro di migliaia di colleghe e colleghi che tutti i giorni svolgono con professionalità un compito cruciale per ogni compagnia aerea: assicurare che i passeggeri vivano un’esperienza di viaggio unica all’insegna della qualità. Per questo, abbiamo ritenuto doveroso garantire loro il massimo comfort e benessere nella loro attività quotidiana”, ha dichiarato Fabio Maria Lazzerini, Chief Commercial Officer and Revenue Management di Alitalia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

REGIONE TOSCANA | Presentate a Pistoia le carte ‘Mobile’ e ‘Multipla’ per il TPL

di mobilita

Presentate a Pistoia le innovazioni, previste dal contratto ponte 2018-19 sottoscritto dalla Regione Toscana con la società Scarl One (che raccoglie tutti gli attuali gestori del servizio di tpl), che cambieranno il volte del servizio di trasporto pubblico su gomma di Copit-BluBus. All'iniziativa hanno partecipato l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, il presidente di Copit/Blubus Antonio Di Zanni, il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e l'assessore alla mobilità Alessandro Capecchi. "Il contratto ponte, in attesa che si perfezioni il contenzioso sorto in gara, ci consente di non scaricare sui cittadini le negatività dell'attesa del nuovo gestore unico, favorendo invece l'anticipazione di positive novità che ci attendiamo con l'aggiudicazione definitiva della gara regionale", ha detto l'assessore Ceccarelli. "Ciò che sta facendo Copit-BluBus è l'esempio di quello che avverrà in grande scala in tutta la Toscana. Oggi abbiamo presentato strumenti innovativi per la realtà pistoiese, come le carte elettroniche 'Mobile' e 'Multipla', così come altri importanti interventi". Saranno infatti installate le prime 8 paline intelligenti, che comunicheranno l'avvicinarsi del bus in tempo reale, e successivamente ne saranno attivate altre 14. Gli autobus saranno dotati di sistema di controllo satellitare AVM, necessario per segnalare il loro movimento su app e siti consultabili anche dall'utenza. Tutti interventi che fanno parte delle politiche regionali di qualificazione del servizio così come richiede una moderna politica per la mobilità sostenibile, che contempla anche azioni per l'integrazione modale, come gli interventi, ricordati da Ceccarelli, per il raddoppio della linea ferrovia Pistoia-Montecatini, gli investimenti per l'acquisto di nuovi nuovi treni e la realizzazione delle piste ciclabili e delle ciclostazioni. "Queste e molte altre novità, a partire dal rinnovo del parco autobus circolante – ha concluso Ceccarelli - aiuteranno a rendere i servizi più accessibili e più fruibili. Anche l'adeguamento del titolo di viaggio dal prossimo luglio, che ci mette in linea con molte città italiane, va in questa direzione: quella di garantire investimenti necessari al miglioramento costante del servizio. Tale adeguamento coincide tuttavia con l'attenzione riservata ai pendolari ed agli abbonati, grazie all'applicazione di soglie Isee particolarmente elevate e alla detrazione del 19℅ prevista dalla legge di stabilità nazionale. Misure che alleggeriscono l'impatto per chi usa con costanza il trasporto pubblico".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Dal 1 luglio partono i voli di Dat dalla Sicilia per Pantelleria e Lampedusa

di Roberto Lentini

Dal 1 luglio, in regime di continuità territoriale, partiranno i voli per Lampedusa e Pantelleria da Palermo, Trapani e, per la prima volta, anche da Catania, operati  dalla compagnia aerea Danese Danish Air Transport A/S (DAT)  che opera voli di linea e voli charter. Il periodo di assegnazione, così come si legge nella GUUE C n. 441 del 22 dicembre 2017, va dal 1 luglio 2018 fino al 30 giugno 2021. La Dat  impiegherà 3 Atr 72 da 66 posti che faranno base a Pantelleria e Lampedusa.  Ecco gli operativi di volo da Pantelleria per Catania e Viceversa 12:35 PNL → 13:35 CTA DX 1900 -4-5-6-7- 14:05 CTA → 15:05 PNL DX 1901 -4-5-6-7- da Pantelleria per Palermo e viceversa 09:40 PNL → 10:25 PMO DX 1822 -1-2-3-4-5-6-7- 15:35 PNL → 16:20 PMO DX 1826 -1-2-3-4-5-6-7- 10:55 PMO → 11:40 PNL DX 1821 -1-2-3-4-5-6-7 16:55 PMO → 17:40 PNL DX 1825 -1-2-3-4-5-6-7 da Pantelleria per Trapani e viceversa 07:00 PNL → 07:40 TPS DX 1832 -1-2-3-4-5-6-7- 18:10 PNL → 18:50 TPS DX 1836 -1-2-3-4-5-6-7- 08:05 TPS → 08:45 PNL DX 1831 -1-2-3-4-5-6-7 19:15 TPS → 19:55 PNL DX 1835 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Catania e viceversa 12:35 LMP → 13:40 CTA DX 1842 -1-2-3-4-5-6-7- 14:20 CTA → 15:25 LMP DX 1841 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Palermo e viceversa 06:30 LMP → 07:30 PMO DX 1802 -1-2-3-4-5-6-7- 09:35 LMP → 10:35 PMO DX 1806 -1-2-3-4-5-6-7- 15:55 LMP → 16:55 PMO DX 1808 -1-2-3-4-5-6-7- 18:55 LMP → 19:55 PMO DX 1804 -1-2-3-4-5-6-7- 08:00 PMO → 09:00 LMP DX 1803 -1-2-3-4-5-6-7- 11:05 PMO → 12:05 LMP DX 1805 -1-2-3-4-5-6-7- 17:25 PMO → 18:25 LMP DX 1807 -1-2-3-4-5-6-7- 20:25 PMO → 21:25 LMP DX 1801 -1-2-3-4-5-6-7- I voli sono prenotabili presso il sito della DAT ed è prevista una tariffa per i non residenti e una tariffa ridotta per i residenti a Pantelleria, Lampedusa e Linosa ed ai lavoratori pendolari che prestano servizio a Pantelleria, Lampedusa e Linosa.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 giu 2018

REGIONE TOSCANA | Chiesta un’accelerazione per i progetti della nuova Darsena Europa

di mobilita

Un cronoprogramma con tempistiche certe sui lavori e un'accelerazione delle procedure. Li ha richiesti il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi nell'ambito del consueto incontro della cabina di regia per la Darsena Europa di Livorno che si è tenuta a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, al quale hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti dell'Autorità portuale, del Comune di Livorno, il sindaco del Comune di Piombino Massimo Giuliani, rappresentanti di ASA Spa, il consigliere regionale Francesco Gazzetti e Vanni Bonadio già componente del Comitato portuale di sistema dell'Alto Tirreno. Manifestando una certa preoccupazione a fronte del ritardo di un anno sui tempi annunciati per la presentazione dei progetti della nuova Darsena, Rossi ha chiesto all'Autorità portuale di accelerare le procedure per i sondaggi e di presentare un nuovo report con le scadenze previste che permetta di aggiornare gli orizzonti sul calendario dell'avanzamento opere. Al tempo stesso ha chiesto di fissare due riunioni a strettissimo giro: una con gli ingegneri dell'Autorità portuale e quelli regionali per approfondire i temi sulle progettazioni. Un'altra, con i tecnici di Eni per discutere proposte innovative di progetti riguardanti lo spostamento del cavo che sta ostruendo i canali di accesso al porto. L'obiettivo è quello di poter dragare liberamente il canale così da portare il fondo a 13 metri e permettere a navi di 120 metri di lunghezza di poterlo imboccare, mentre adesso può accogliere al massimo natanti di 60 metri. L'allargamento dell'accesso al porto e l'intubamento del cavo Eni consentiranno di mantenere alta la collocazione del porto di Livorno nel panorama nazionale e internazionale anche in attesa della realizzazione della darsena Europa. Durante la riunione Rossi ha avuto modo di apprezzare l'avvenuto completamento dell'illuminazione notturna del porto di Livorno che permetterà di prolungare l'attività in condizioni di sicurezza. A questo proposito ha proposto un incontro con i lavoratori interessati per ridiscutere sulle opportunità di lavoro che si aprono grazie alla nuova condizione. Inoltre, a fronte dello schema di convenzione appena approvato in giunta tra Regione, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Comune di Pisa, per finanziare con 6 milioni (altri 6,5 a carico di privati) la realizzazione di una conca di navigazione all'intersezione tra il canale dei Navicelli e l'Autostrada A12 che consentirà il passaggio di grandi imbarcazioni tra la darsena Pisana ed il Porto di Livorno, Rossi ha ribadito la grande opportunità che questo intervento significa per l'economia pisana e non solo. L'opera permetterà la messa in mare di scafi di grandi dimensioni e lo sviluppo anche del settore refitting, rendendo competitiva la cantieristica pisana. La Darsena Europa è in estrema sintesi un unico grande canale largo 350 metri sulle cui sponde si affaccerà una nuova diga foranea, cioè un terrapieno situato esternamente al porto. I fondali saranno escavati passando dai 13 metri attuali ai 20 metri. Potranno così attraccare portacontainer con capacità fino a 12.000 e 18.000 teus, vale a dire quelle in grado di attraversare il canale di Panama dopo l'ampliamento del 2009 o quelle che costituiscono la nuova generazione e rappresentano il futuro del trasporto via mare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 giu 2018

Nuovo bollo europeo, ecco tutte le novità

di Roberto Lentini

In arrivo dall’Europa diverse novità per il bollo auto che verrà calcolato non più su quello del mero possesso ma sui chilometri effettuati, premiando al contempo coloro i quali posseggono veicoli meno inquinanti. La proposta, attualmente in discussione alla Commissione Trasporti del Parlamento UE, prevede l'introduzione di un “eurobollo” a partire dal 2023 per i soli mezzi pesanti (bus e tir oltre le 2,4 tonnellate), mentre a partire dal 2026 ad essere tassate col nuovo metodo dovrebbero essere le auto dei privati. Per calcolare i chilometri affettivamente percorsi, senza possibilità di errore e manomissioni, in ogni auto dovrà essere prevista l'installazione obbligatoria di una scatola nera, simile a quella in dotazione in molte auto per ottenere lo sconto sull'assicurazione. Tra i benefici fiscali riconosciuti ai disabili dalla legge 104/92, emerge l'esenzione del pagamento della tassa automobilistica per i veicoli destinati alla mobilità dei cittadini portatori di handicap o invalidi.

Leggi tutto    Commenti 0