Articolo
24 mar 2018

Giornate FAI di Primavera: le novità della ventiseiesima edizione

di mobilita

Palazzi della politica solitamente inaccessibili, aree archeologiche, borghi che custodiscono antiche tradizioni, colonie marine abbandonate, luoghi dello sport e della produzione, chiese e monumenti che svelano spazi sorprendenti. Le aperture delle Giornate FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un'Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. Un Paese che ritrova la propria identità in un evento festoso e rassicurante che supera gli schieramenti e fa sentire tutti parte di uno stesso grande e meraviglioso Paese, bene comune di ogni italiano. Le emozioni che ci uniscono sono il desiderio e la passione di scoprire le tante facce della bellezza che ci circonda: per questo il FAI invita tutti a partecipare a questa grande festa italiana, vivendo la gioia di sentirsi parte di un popolo con solide radici che in questo modo rafforza il filo che lo lega. Nessun evento collettivo è tanto ricco di entusiasmo e di tolleranza, nulla come le grandi code davanti ai nostri monumenti simboleggiano con più forza questa unione al di là dei propri convincimenti. C'è un'Italia che invita e un'Italia che partecipa: l'energia dei 50.000 volontari del FAI attraversa la Penisola da nord a sud alle isole e spinge la gente a scoprire, negli oltre 1000 i luoghi aperti al pubblico, i tanti frammenti di una stessa identità. La manifestazione, oltre a essere un momento di incontro tra il FAI e le persone, uniti nel festeggiare e raccontare la propria storia più bella e più nobile, è anche un importante evento di raccolta fondi e un'occasione per raccontare a tante persone gli obiettivi e la missione della Fondazione. Per questo, all'accesso di ogni luogo aperto verrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro: i preziosi contributi raccolti saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali del FAI. Ogni regione ha i propri appuntamenti, ogni località le sue sorprese e anche quest'anno il catalogo dei luoghi aperti a tutti è molto vario e ricco di proposte. Su www.giornatefai.it si trova l'elenco completo delle aperture, tra cui segnaliamo: Roma: Palazzo Marina, sul Lungotevere, noto come "Palazzo delle ancore", inaugurato nel 1928 e sede del Ministero della Marina. Sarà visitabile anche la biblioteca, tra gli ambienti più suggestivi dell'edificio. Milano: lo Stadio Meazza, dove si potranno visitare in esclusiva anche gli spogliatoi delle due squadre milanesi e percorrere il tunnel che li collega al campo; l'Ippodromo SNAI San Siro aprirà luoghi normalmente inaccessibili come la Palazzina del Peso, degli anni '20, con la sala Bilancia, in cui vengono pesati i fantini e la loro sella. Livorno: aprirà in via eccezionale l'Accademia Navale, ente universitario che si occupa della formazione degli ufficiali della Marina Militare. Scarlino (GR): si potrà ammirare lo straordinario affresco raffigurante la Crocifissione, appartenente alla scuola senese del Quattrocento, fino a poco tempo fa sconosciuto perché all'interno di un'abitazione privata. Parma: sconsacrata e solitamente chiusa, aprirà la Chiesa di San Francesco del Prato che, con il convento annesso, fu carcere cittadino fino al 1992. Qui venne recluso Gaetano Bresci, regicida di Umberto I. Taranto: si potranno vedere i tesori nascosti del MArTA, il Museo Archeologico Nazionale. Tra i reperti una corona funeraria di foglie di quercia in lamina d'oro del II secolo a.C. e un kylix (coppa da vino) di produzione attica decorata con scene di simposio degli inizi del V secolo a. C. Napoli: il Mausoleo di Posillipo, uno dei più interessanti esempi di architettura neoegizia in Italia, costruito tra il 1881 e il 1889 e poi adibito a monumento funebre per i caduti delle Guerre mondiali. Celle Ligure (SV): il Parco delle Colonie bergamasche costruito nel 1889 e rimasto attivo fino al 1998 per ospitare bambini e ragazzi. Dal 1944 alla fine della Seconda Guerra mondiale ebbe funzione di transito per i campi di concentramento. Cagliari: l'Aeroporto Militare di Elmas, progettato negli anni Trenta del '900 e chiuso a dicembre 2015, perfetto esempio di architettura razionalista. Campobasso: alla scoperta del quartiere San Giovanni, oggetto di un progetto di riqualificazione grazie ai murales di artisti di street art. Lucca: ex Ospedale psichiatrico di Maggiano, che riecheggia nei romanzi di Mario Tobino. Chiuso definitivamente nel 1999, conserva ancora sulle pareti i disegni e le scritte dei pazienti. Lecce: i palazzi che sono stati set cinematografici, come Palazzo Marulli - Famularo e Palazzo Tamborino Cezzi, location di Mine vaganti di Ozpetek. E ancora: l'ex Convento di San Procolo a Bologna, dell'XI secolo, da fine '800 al 1998 Ospedale della Maternità; le Vetrate Artistiche Grassi a Milano, storica bottega artigiana che vanta collaborazioni con importanti architetti e artisti, come Ettore Sottsass e Oscar Niemeyer; la Villa romana dei Bagni della Regina Giovanna a Sorrento (NA), i resti di una residenza patrizia del I secolo a.C. sul Golfo di Napoli; il Grand Hotel Des Iles Borromées di Stresa (VB), affacciato sul Lago Maggiore, che ha incantato artisti, principesse e scrittori, tra cui Ernest Hemingway. Infine, Palazzo D'Orleans a Palermo, sede della Presidenza della Regione Siciliana, proprietà dei sovrani di Francia e poi dei loro eredi fino agli anni Quaranta del Novecento; l'Eremo di San Marco ad Ascoli Piceno, chiesa rupestre del XIII secolo, riaperta in questa occasione dopo 40 anni; il Castello di Aymavilles ad Aosta, interessato da lavori di restauro, originario del XIII secolo e nel Settecento trasformato in una dimora signorile circondata da un parco. Tra i protagonisti delle Giornate di Primavera ci saranno anche numerosi borghi: da Asciano (SI), che custodisce tesori come il Museo Civico, la Farmacia Naldini e un antico mosaico romano, Finale Emilia(MO), dove si percorrerà il centro storico danneggiato dal sisma del 2012 alla scoperta dei palazzi settecenteschi che lo rendono unico nella regione, a Curinga (CZ) con i resti delle terme romane e della chiesa bizantina, fino a Castelbuono (PA), nella vallata delle Madonie, che si è sviluppato intorno al trecentesco castello dei principi di Ventimiglia. Le Giornate FAI di Primavera 2018 in 90 secondi https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=bZWVLzCxkbQ

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

VENEZIA | Presentate tutte le novità del servizio navigazione con l’orario primaverile

di mobilita

L’avvio dell’orario primaverile porta grandi novità al servizio di trasporto pubblico di navigazione AVM/Actv. A partire dal 29 di marzo, in affiancamento al consueto servizio di linea 1 e 2 in Canal Grande (5 corse/ora per ciascuna linea con frequenza 12 minuti), a cui si aggiungono le corse di rinforzo nelle fasce pendolari della linea 2/, viene introdotta la nuova linea 1/ che dalle 09 alle 17 erogherà un servizio capillare tra P.le Roma e Rialto con partenze ogni 12 minuti e fermate a Ferrovia, Riva di Biasio, San Marcuola, San Stae, Ca’ d’Oro e Rialto Mercato. La linea 1 (compresa la linea 1/), nella parte iniziale del Canal Grande, sarà quindi erogata con una corsa ogni 6 minuti. Nelle ore centrali della giornata viene così ulteriormente incrementata la capacità e la frequenza di trasporto lungo il primo tratto del Canal Grande al fine di garantire un miglior livello di confort, soprattutto alla popolazione residente che deve muoversi per motivi personali, di lavoro o di svago da una riva all’altra della principale via d’acqua di Venezia. Complessivamente quindi, tra P.le Roma e Rialto viaggerà un vaporetto ogni 4 minuti tra linea 1 e linea 2 (comprese 1/ e 2/). Resta il consueto impegno nel garantire corse di rinforzo lungo tutte le tratte di maggior afflusso a seconda dell’effettiva necessità e sotto il coordinamento della Centrale Operativa di Navigazione, tanto nella relazione P.le Roma/Ferrovia - Rialto/ San Marco quanto con corse di sfollamento dalle Isole della Laguna di Venezia e dalle spiagge di Lido e Pellestrina. La presentazione del nuovo orario si è svolta ieri mattina nel Municipio di Mestre alla presenza del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, del direttore generale del gruppo AVM Giovanni Seno e i presidenti di Actv e AVM, rispettivamente Luca Scalabrin e Paolo Pettinelli. “Rispondiamo con risposte concrete alle esigenze della città. E' da un anno che lavoriamo a questo piano combinando orari, battelli, disponibilità per migliorare la mobilità dei residenti. L'unica critica che non ci possono dire è che non abbiamo coraggio. Basti vedere i risultati delle priority agli imbarcaderi: 18-20 mila persone al giorno passano per questi varchi dedicati a veneziani, lavoratori e studenti, un grande successo costruito facendo sperimentazione e senza trionfalismi. Ora invece dal 29 marzo, da piazzale Roma fino a Rialto, dalle 9 alle 17, la frequenza di vaporetti passerà a 6 minuti, con tempi di attesa quasi ininfluenti, alleggerendo l'affluenza sui mezzi e favorendo i residenti. Non solo, al centro del bacino di San Marco attiveremo una barca per il controllo del moto ondoso e scaricare la pressione sulla piazza. Stiamo inoltre seguendo con attenzione l'idea di un progetto per creare flussi diretti da piazzale Cialdini a San Giuliano – ha aggiunto il sindaco – così come quello per creare un asse tra San Giuliano  e Rio di Cannaregio. Stiamo lavorando per i residenti – ha evidenziato il primo cittadino – che non abbiamo mai pensato potessero non avere la priorità rispetto all'assegnazione dei parcheggi al Garage comunale nel nuovo bando in arrivo”. In piano investimenti è inoltre già inserito per il futuro il rifacimento del pontile di P.le Roma “D” ed “E” (di fronte agli ex Magazzini Parisi) da cui parte la linea 1, con previsione di installazione dei varchi “Priority” per l’ulteriore ampliamento della rete di accesso che agevola la fruizione dei mezzi pubblici a favore di residenti, studenti e lavoratori. Saranno infine organizzate nel pomeriggio, e a seconda dell’effettivo livello di affollamento registrato, delle corse di rinforzo sulla relazione San Marco-P.le Roma tramite il Canale della Giudecca, sfruttando quindi le percorrenze esterne per far defluire correttamente la domanda turistica, evitando il più possibile sovrapposizioni rispetto a residenti e pendolari. “Il mandato che ci aveva indicato chiaramente il sindaco – ha spiegato il presidente di Avm Pettinelli - era quello di studiare un piano che andasse nella direzione di incrementare la frequenza dei battelli per i residenti”. L'intervento in Canal Grande è poi accompagnato da due ulteriori implementazioni sui servizi per le isole: la linea 6 effettuata anche nei festivi sempre con frequenza 20 minuti (3 corse/ora) e la linea 3 che passerà ad una frequenza 15 minuti (4 corse/ora), garantendo un collegamento diretto e veloce rispettivamente con il Lido di Venezia e con l’isola di Murano. Un incremento di offerta che AVM/Actv ha deciso di implementare su richiesta dell’Amministrazione Brugnaro al fine di garantire - parallelamente al percorso intrapreso di risanamento economico ed ottimizzazione delle spese aziendali - un livello di servizio adeguato alla mutevole e mutata realtà della Venezia insulare e rispondere così alla pressione turistica che ogni giorno viene esercita sulla Città e sui suoi residenti ed abituali frequentatori. “Con le novità in Canal Grande e sulle linee circolari 3 e 6 – ha spiegato il direttore Seno - diamo una risposta concreta alla giusta richiesta di attenzione che proviene dalla cittadinanza rispetto alla montante pressione turistica esercitata sulla Città. Sulla tratta P.le Roma-Rialto viaggerà una battello ogni 4 minuti tra linea 1, linea 2 e linee 1/ e 2/. Inoltre sulla tratta Rialto-San Marco passerà un mezzo ogni 6 minuti. Dopo la sperimentazione degli accessi prioritari e l’introduzione dei titoli integrati con ATVO, Trenitalia e a breve anche MOM, continua così l’impegno di AVM/Actv su sollecitazione della Giunta Brugnaro nei confronti di residenti e pendolari per studio e lavoro, affinché ci si avvicini sempre più ad un servizio di mobilità disegnato sulle esigenze quotidiane delle persone, nel rispetto dell’equilibrio economico e della qualità del servizio” Uno sforzo notevole, con un impegno di spesa che si aggira intorno a 1 milione di € ed un incremento di produzione di circa 5,5 mila ore moto aggiuntive all’anno, interamente coperto con mezzi propri. “L'Actv sta facendo un grande sforzo di investimenti a titolo di autofinanziamento perché queste variazioni, che sono migliorative hanno un costo – ha dichiarato il presidente Scalabrin. Visto che la leva tariffaria è fissa l'impegno è negli investimenti, come quello sul trasporto green al Lido o nella cantieristica per trovare soluzioni per i cittadini".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

VENEZIA | Torna il 24 e il 25 marzo l’appuntamento con le Giornate Fai di Primavera

di mobilita

Mille luoghi da visitare in tutta Italia tra chiese, ville giardini, aree archeologiche e borghi. Torna il 24 e il 25 marzo l'appuntamento con le Giornate Fai di Primavera, l'iniziativa promossa dal Fondo Ambiente nazionale giunta alla 26. edizione. Come ogni anno, grazie all'impegno di 7500 volontari e 35 mila apprendisti ciceroni si potranno scoprire tesori di arte e natura sconosciuti o generalmente inaccessibili. Anche a Venezia saranno diversi i beni culturali aperti al pubblico, come è stato spiegato nel corso della presentazione della 26. Giornata Fai di Primavera a cura delle delegazione di Venezia. All'appuntamento, a cui ha partecipato in rappresentanza dell'Amministrazione comunale la vicesindaco Luciana Colle, sono intervenuti tra gli altri, l’ambasciatore Giampaolo Scarante, presidente dell’Ateneo Veneto, Francesca Barbini e Laura Corti della delegazione Fai di Venezia, Gaetano De Stefano del Ministero della Difesa, Adriana Baso del Casinò di Venezia e gli studenti degli Istituti Benedetti, Gritti, Guggenheim, Polo che faranno da guida nel corso delle visite. Per le Giornate di primavera nel territorio veneziano saranno accessibili al pubblico: Ca’ Vendramin Calergi Chiesa di Sant’Elena Imperatrice Chiesa di Sant’Iseppo Chiesa di san Giovanni Elemosinario Palazzo Morosini Gatterburg Forte San felice a Chioggia Villa Priuli Grimani Morosini - Ca' della Nave a Martellago Passeggiata nella storia di Mirano Negozio Olivetti a Venezia Casa Bortoli a Venezia “Mi piace molto questo sguardo allargato alla Città metropolitana – ha commentato la vicesindaco Luciana Colle. Noi siamo circondati da monumenti e opere d’arte, ma ogni tanto ce ne dimentichiamo. E’ significativo riscoprirle, con consapevolezza, perché scontate non sono, così come è importante averne cura e rispettarle. Ringrazio il Fai, promotore di questa iniziativa e tutti i giovani coinvolti che spiegheranno con uno sguardo diverso questi tesori”.  Per l’elenco completo delle 1000 aperture, dal 14 marzo sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Al via nuovi voli di linea per sei destinazioni in Russia

di mobilita

Mosca Domodedovo, Ekaterinburg, Kazan, Krasnodar, Rostov e Samara: sono le sei nuove destinazioni russe che da aprile saranno raggiungibili da Bologna con voli di linea diretti. I voli saranno operati dalla compagnia aerea russa Ural Airlines con aeromobili Airbus A320 da 160 posti. “L’Aeroporto di Bologna – commenta Antonello Bonolis, direttore Business Aviation e Comunicazione del Marconi – rafforza notevolmente la propria presenza nel mercato russo, con i nuovi voli per la Capitale e per cinque importanti città del Paese. Ci attendiamo benefici importanti, soprattutto sul versante incoming, ma non vanno sottovalutate anche la componente business, in considerazione delle aziende del territorio che hanno interessi in Russia, e la componente di traffico etnico, cioè gli spostamenti dei cittadini stranieri residenti nella nostra regione”. “L’apertura di nuovi collegamenti per Bologna è un fatto significativo per lo sviluppo dei rapporti fra la Compagnia Ural Airlines e l’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna nell’ambito dello sviluppo di una rete di collegamenti per l’Italia. I nostri passeggeri ora potranno raggiungere sei città russe dall’Aeroporto di Bologna, con comode prosecuzioni da Mosca e da Ekaterinburg”, ha commentato Kirill Skuratov, primo Vicedirettore generale e Direttore Commerciale della compagnia Ural Airlines. Nel dettaglio, i nuovi voli avranno una frequenza settimanale, tutti con partenza il sabato. Il volo di Mosca (DME) partirà dalla capitale russa alle 5.00 con arrivo a Bologna alle 7.30. Il rientro da Bologna è fissato alle 19.05 con arrivo a Mosca alle 23.25. Il volo di Ekaterinburg partirà dalla città russa alle 6.15 con arrivo al Marconi alle 8.40, mentre il rientro è fissato alle 20.10 con arrivo alle 4.15 del giorno successivo. Il collegamento di Kazan partirà alle 14.35, con arrivo sotto le Due Torri alle 18.05. Il volo di rientro è programmato alle 8.30, con arrivo nella città russa alle 13.35. Il volo da Krasnodar partirà alle 10.35, con atterraggio a Bologna alle 13.25, mentre il rientro è fissato alle 14.25, con arrivo alle 18.50. Da Rostov il volo partirà alle 15.55, con arrivo a Bologna alle 19.10. Il volo da Bologna a Rostov è programmato alle 9.40 con arrivo alle 14.25. Infine, il volo da Samara partirà alle 5.20 con arrivo al Marconi alle 7.40, per poi ripartire alle 8.40 ed atterrare a Samara alle 14.50. Tutti gli orari sono espressi in ora locale. Fatta eccezione per Mosca DME, già servita in passato, le destinazioni operate da Ural sono novità assolute per il network del Marconi.Ural Airlines si attesta oggi fra i maggiori vettori russi per volumi di traffico passeggeri. Sono stati più di 8 milioni i passeggeri trasportati nel 2017 con un incremento del 23,7% rispetto al 2016. Ural Airlines, vincitrice di riconoscimenti nazionali ed internazionali, come Wings of Russia, Safety Leaders Awards, Best Russian Social Projects, National Geographic Travel Awards, Tome of Innovations, serve oltre 200 destinazioni, con una flotta composta di 43 Airbus (23 A320, 13 A321 e 7 A319).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

REGGIO CALABRIA | Oggi parte “Music on the bus”, musica itinerante a bordo dei bus ATAM

di mobilita

Oggi prende il via, nella città di Reggio Calabria, “Music on the bus”. un'iniziativa che nasce con l’obiettivo di avvicinare l’arte e la musica calabrese alle persone in un momento di vita quotidiana come quello del viaggio in bus. Si tratta di un format, quello di “Music on the bus”, già collaudato a livello internazionale, accolto sempre con grande entusiasmo dal pubblico per la spontaneità che lo caratterizza. Il piccolo spettacolo verrà trasmesso in diretta su Radio Antenna Febea (100.3/6 fm www.antennafebea.it), media partner dell’iniziativa,  e live nella pagina Facebook di ATAM, per consentire al pubblico sui social di essere il vero protagonista dei prossimi appuntamenti di “Music on the bus” a Reggio Calabria, dal momento che l’iniziativa stessa mette al centro dell’esperienza il piccolo pubblico di passeggeri del bus. Se infatti la community dimostrerà di aver apprezzato le performance musicali, verrà resa artefice degli appuntamenti successivi, avendo la possibilità di scegliere tramite votazione gli artisti che verranno invitati a suonare sul bus. I concerti si svolgeranno sul bus di linea ATAM n. 28, in partenza alle ore 17.30 dall’Aeroporto dello Stretto “Tito Minniti”, a far data dal prossimo 24 marzo con l’esordio a bordo dal Triplet Acustic Trio (Noemi Rugolino - voce e percussioni, Jessica Grande – voce e Chiara Rinciari - voce e chitarra), il 31 marzo il viaggio proseguirà con il soprano Carolina Scopelliti e con Giuseppe Leoni al pianoforte, il 7 aprile sarà la volta del Trio jazz/manouche (Daniele Siclari – Chitarra, Nino Spezzano – Clarinetto,  Alessandro Calcaramo – Chitarra), il 14 aprile la protagonista dell’iniziativa sarà la musica tradizionale calabrese (Peppe Sapone - voce e tamburello, Paolo Paviglianiti – chitarra, Francesco Marrara - strumenti etnici) ed il viaggio si concluderà, per il momento, il 25 aprile con il concerto alla Stele del Partigiano presso la Villa Comunale, organizzato dall’A.N.P.I, ogni anno, in occasione della Festa della Liberazione, con la cantautrice calabrese Francesca Prestia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

Il presidente Musumeci propone un’unica società di gestione per i quattro aeroporti siciliani

di mobilita

Per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è necessario lavorare per la costruzione di un'unica società di gestione per i quattro aeroporti siciliani.  "La parcellizzazione gestionale non favorisce la crescita del trasporto aereo - ha affermato il presidente Musumeci - gli aeroporti di Catania, Palermo, Trapani e Comiso devono darsi una governance unica e soprattutto autonomia finanziaria gestionale perché non è pensabile continuare a gestire soprattutto gli scali minori col denaro pubblico".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

REGIONE SICILIANA | Biglietto unico per il TPL nel disegno di legge di stabilità regionale

di mobilita

Nel disegno di legge di stabilità regionale per il 2018 approvato dalla giunta Musumeci è stato inserito il biglietto unico per il trasporto locale che prevede progetti sperimentali di integrazione tariffaria tra i servizi urbani delle tre Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina e quelli ferroviari regionali. Il disegno di legge passerà adesso all’Assemblea regionale siciliana per l’esame da parte delle Commissioni di merito.    

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 mar 2018

AEROPORTO CAGLIARI | Volotea riparte per Napoli, Venezia e Verona

di mobilita

Tris di ripartenze a Cagliari per Volotea: in calendario la ripresa dei collegamenti su Napoli, Venezia (entrambi dal 28 marzo) e Verona (dal 30 marzo). Per aprile il vettore conferma le ripartenze per Tolosa (dal 12 aprile) e Nantes (dal 26 aprile) mentre si dovrà attendere maggio per ritornare a volare verso Ancona (26 maggio). Confermato, infine, l’avvio delle due 2 nuove rotte francesi per fine maggio: dal 31 si volerà anche verso Lione e Bordeaux. “È tutto pronto per le ripartenze dei nostri voli estivi da Cagliari - afferma Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Volotea in Italia -. L’accoglienza riservataci la scorsa estate ci ha spinto non solo a riconfermare l’intero ventaglio voli, ma ad ampliarlo ulteriormente. Oltre a Napoli e a due bellissime città del nord Italia, quali Venezia e Verona, il nostro network di collegamenti prevede anche la ripartenza delle rotte verso la Francia con Tolosa e Nantes, oltre all’avvio per fine maggio di due nuovi voli verso Lione e Bordeaux. Per tutti i passeggeri sardi che ancora non hanno deciso dove trascorrere le prossime vacanze o che vogliono raggiungere più agevolmente la penisola italiana, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ma non solo: allo stesso tempo i nostri voli sostengono il flusso incoming dei turisti desiderosi di trascorrere una vacanza tra le rinomate località turistiche isolane”. Alberto Scanu, amministratore delegato di SOGAER, società di gestione dell’Aeroporto di Cagliari, ha espresso viva soddisfazione per l’annuncio di oggi: “La partnership con Volotea è solida e fruttuosa, come dimostra l’apertura delle nuove rotte: Bordeaux e Lione amplieranno ulteriormente il ricco network di collegamenti diretti di linea dallo scalo di Cagliari nella Summer ’18”. “La Francia”, prosegue Scanu, “è già uno dei mercati più importanti per il nostro aeroporto: nel 2017 i volumi di passeggeri trasportati da e per le città francesi sono cresciuti di oltre il 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, dimostrando ottime potenzialità per il futuro. Volotea, dall’inizio delle operazioni a Cagliari, ha già fatto registrare più di 443.000 passeggeri trasportati e la prossima estate, con un totale di 10 rotte tra domestiche e internazionali, contiamo di raggiungere un nuovo record”. Ottimi risultati all’Aeroporto di Cagliari per la low cost che ha concluso positivamente il 2017 trasportando nei mesi estivi oltre 90.000 passeggeri, con un incremento del 34% rispetto allo stesso periodo del 2016 (giugno-agosto). Infine, per i prossimi mesi, Volotea scenderà in pista con più di 1.900 voli pari ad un’offerta di oltre 277.000 biglietti. Ancora più ricco il bouquet di destinazioni raggiungibili direttamente dallo scalo cagliaritano nell’estate 2018. Con Volotea, infatti, è possibile decollare da Cagliari verso 6 mete italiane – Genova, Torino, Venezia e Verona al Nord; Ancona al Centro e Napoli al Sud - 4 in Francia - Bordeaux (novità 2018), Lione (novità 2018), Nantes e Tolosa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

AEROPORTO MILANO MALPENSA | LOT aumenta la capacità sui voli per Varsavia

di mobilita

La compagnia aerea polacca, LOT, una delle più longeve della storia dell’aviazione con oltre 70 anni di attività, prevede un aumento di capacità durante l’estate 2018 sui tre voli giornalieri (7.30 – 10.35 e 19.25) che collegano Milano Malpensa con Varsavia Varsavia, raggiungibile con volo diretto in poco più di due ore, è la città più verde d’Europa per i suoi numerosi parchi. La capitale è caratterizzata dall’architettura del realismo socialista ben simboleggiata dall’enorme e monumentale Palazzo della Cultura e della Scienza, situato accanto alla stazione centrale. L’area della città più amata dai turisti è la Città Vecchia di Varsavia che, ricostruita fedelmente dopo la seconda guerra mondiale, è entrata a far parte del Patrimonio Culturale dell’Umanità. Altri luoghi di interesse sono il Castello Reale, il parco Łazienki, che ospita lo splendido "Palazzo sull'acqua", e il Museo della Storia degli Ebrei Polacchi, nella zona dell’ex ghetto, dedicato alla memoria, alla cultura e all’eredità ebraica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

A Pasqua l’80% dei biglietti prenotati con FlixBus riguardano l’Italia

di mobilita

8 Italiani su 10 trascorreranno il ponte di Pasqua nel Belpaese: è quanto emerge dall'analisi di FlixBus delle prenotazioni effettuate dall'Italia per il periodo compreso tra venerdì 30 marzo e lunedì 2 aprile. Oltre l'80% dei biglietti prenotati è infatti per destinazioni nazionali, ma quest'anno la società degli autobus green, leader del settore in Europa, ha registrato anche un aumento delle prenotazioni per l'estero, complice l'incremento esponenziale delle tratte internazionali.Di seguito qualche dettaglio in più sulle mete nazionali ed estere più gettonate dai passeggeri italiani. In Italia: tra città d'arte e piste da sci, con qualche rivelazione Pur confermando molte aspettative, la classifica nazionale riserva anche qualche sorpresa: se in testa si incontrano le città d'arte d'Italia che hanno contribuito alla sua fama di "museo a cielo aperto", col podio occupato da Milano, Roma e Venezia, e Firenze e Torino al 4° e 5° posto, le posizioni successive sono occupate da mete meno tradizionali come Trieste, Pescara e Taranto, facilmente raggiungibili in autobus anche dall'estero. La regione preferita è il Veneto, seguito dalla Puglia e dal Trentino-Alto Adige che, grazie alle corse per Trento e Bolzano si conferma meta preferenziale di sciatori e snowboarder. All'estero: Monaco di Baviera e Zurigo in testa alla classifica, ma è la Francia il Paese più gettonato La classifica estera è altrettanto variegata, in linea con la continua espansione della rete FlixBus in Europa: al 1° e 2° posto si trovano Monaco di Baviera e Zurigo, raggiungibili, fra le altre, da Roma, Milano, Bologna e Firenze, mentre in 3° posizione si incontra Nizza, incantevole meta della Costa Azzurra dove godersi i primi raggi del sole primaverile con una passeggiata sul lungomare. E la Francia è in assoluto il Paese più gettonato dai passeggeri FlixBus in partenza dall'Italia, con Lione, Parigi, Grenoble, Marsiglia e Montpellier presenti in classifica. Tra le mete estere preferite, anche Barcellona, Vienna e Budapest. In generale, FlixBus prevede un incremento delle prenotazioni per il ponte di Pasqua 2018 di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo nel 2017. In questo contesto, la netta prevalenza di prenotazioni per l'Italia attesta un desiderio diffuso, tra i passeggeri italiani, di riscoprire i tesori artistici e naturali nazionali. Di seguito, le classifiche complete delle mete nazionali ed estere preferite dai passeggeri italiani di FlixBus:

Leggi tutto    Commenti 0