Articolo
10 lug 2017

Trenitalia inizierà la sperimentazione dei treni ad Idrogeno

di Roberto Lentini

I treni ad idrogeno potrebbero essere una realtà anche in Italia. Lo si è appreso dal convegno "Muoversi in Toscana", che si è svolto il 6 e 7 luglio all’auditorium di Sant’Apollonia, a Firenze, organizzato dalla Regione Toscana per fare il punto sui temi delle infrastrutture e della mobilità. (vedi articolo) Tra i prossimi traguardi del Gruppo FS Italiane delineati da Maurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana (RFI), e Orazio Iacono, Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, c'è infatti la prima sperimentazione dei treni a idrogeno che inizierà proprio in Toscana per un eventuale impiego sulle linee secondarie non elettrificate. Sarà comunque la Germania il primo Paese al mondo ad inaugurare un treno passeggeri a idrogeno e a emissioni zero. Si chiamerà Coradia iLint ed è stato progettato, in soli due anni, dalla società francese Alstom. Entrerà in servizio sui binari della linea Buxtehude-Bremervörde-Bremerhaven-Cuxhaven, in Bassa Sassonia, già a partire da dicembre 2017. Nel cuore di Coradia iLint c’è la tecnologia ‘hydrail’, una combinazione di fuel cell a idrogeno, batterie e sistemi di stoccaggio in sostituzione al diesel power pack che permette una resa equivalente a quella dell’unità elettrica multipla. Sul tetto saranno posizionate delle celle a combustibile a idrogeno, ed inoltre saranno collocati dei punti di rifornimento lungo le linee ferroviarie, senza alcun bisogno di ulteriori interventi infrastrutturali o adeguamenti delle linee. Le sue uniche emissioni saranno vapore e acqua di condensa. Con un pieno, afferma la società, la nuova locomotiva potrà percorrere tra i 600 e gli 800 chilometri, raggiungendo una velocità massima di 140 km / h. Ti potrebbero interessare: Regione Toscana, ecco le grandi opere necessarie per una mobilità di eccellenza Il primo treno a idrogeno del mondo correrà in Germania dal 2017 Test positivo per il primo treno ad idrogeno Alstom Ups testa i furgoni ad idrogeno

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 lug 2017

Otto nuovi minibus per la città di Bologna

di mobilita

Due mezzi sono già entrati in servizio sulla linea A della navetta urbana. Altri tre verranno consegnati entro luglio e gli ultimi tre saranno in strada a partire da metà settembre, quando inizierà il servizio invernale. Sono dunque otto i nuovi minibus che entrano nella flotta Tper per la città di Bologna. Un nuovo passo avanti nel rinnovo del parco mezzi, dopo l'arrivo - in primavera - di nuovi bus per i servizi extraurbani. "Con questi minibus - ha commentato la presidente Giuseppina Gualtieri - diamo un ulteriore contributo al miglioramento di confort e accessibilità per i collegamenti tra i principali punti d'interesse cittadini, procediamo nell'impegnativo rinnovamento della flotta per un sempre migliore trasporto pubblico". Gli otto nuovi mezzi sono, infatti, autobus di ridotte dimensioni, particolarmente adatti per l'utilizzo sulle linee-navetta urbane. Si tratta di mezzi dotati di climatizzazione integrale e di pedana d'accesso e posto attrezzato per passeggeri su carrozzina. L'assessore ai trasporti della regione Emilia-Romagna Raffaele Donini e l'assessore alla mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo, hanno espresso soddisfazione per questo ulteriore passo concreto di miglioramento e qualificazione del trasporto pubblico locale. Per gli otto minibus è stato sostenuto un investimento di 1,7 milioni di euro, finanziato per una quota superiore al 50% direttamente dall'azienda e per la parte restante con finanziamento dalla Regione Emilia-Romagna su fondi ministeriali specificatamente dedicati al rinnovo delle flotte del trasporto pubblico.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 lug 2017

La zona dei binari di Zurigo è un biotopo per animali a rischio

di mobilita

La zona dei binari attorno alla stazione centrale di Zurigo nasconde molto più di quanto ci si possa inizialmente aspettare. Sapevate che qui vive un numero incredibile di animali e piante? E addirittura alcune specie a rischio? Grazie a idee intelligenti le Ferrovie Federali Svizzere (FFS) proteggono il ricco mondo animale e vegetale. Da sempre le FFS si impegnano a fondo per proteggere la natura che costeggia i binari. Infatti la rete ferroviaria si estende come un «corridoio verde» attraverso tutta la Svizzera. Numerosi animali vi trovano rifugio e le piante un ambiente adatto. Le FFS fanno in modo che al termine degli interventi di costruzione animali e piante trovino un ambiente in grado di continuare a ospitarli. Ne sono un esempio i cantieri ai margini della zona dei binari di Zurigo. Grazie alla varietà di specie animali e vegetali presenti, il territorio tra la stazione centrale di Zurigo e Altstetten è un ambiente prezioso da proteggere. Le FFS salvaguardano gli spazi vitali di animali e piante con numerosi provvedimenti e per questo hanno ricevuto dalla Fondazione Natura & Economia il label di qualità «Parco naturale». Gli interventi di costruzione nella zona dei binari influiscono sugli spazi vitali, è ovvio. Le FFS compensano questi interventi con diversi provvedimenti. Gli spazi vitali che vanno perduti vengono sostituiti nel modo migliore e più naturale possibile con altre soluzioni.  Nella zona dei binari oltre a insetti, uccelli e volpi vive anche un gran numero di animali a rischio, riportati nella lista rossa dell’Ufficio federale dell’ambiente. In quest’ambito le FFS adottano provvedimenti particolari e proteggono in special modo tre gruppi di animali: la lucertola muraiola, la cavalletta celestina e l’ape selvatica. Per le lucertole muraiole sono state realizzate strisce di ghiaia e sabbia che creano per loro una rete di collegamento. Inoltre lungo i binari sono stati posati cesti metallici contenenti pietre dove le lucertole possono prendere il sole o svernare. Per le api selvatiche ci sono nidi artificiali e legno vecchio. Un altro animale raro di casa nella zona dei binari è l’ululone a ventre giallo. Questa piccola rana è riconoscibile dal ventre giallo acceso macchiettato di nero. Grazie alla creazione di piccoli stagni per depositare le uova il loro numero non si è solo stabilizzato, ma è addirittura aumentato. I provvedimenti per il mantenimento e l’ampliamento degli spazi vitali tra i binari sono quindi molteplici.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2017

Alitalia: tornano voli Roma-Trapani dall’8 luglio

di mobilita

Alitalia riprende i collegamenti diretti Roma-Trapani dall’8 luglio, dopo due anni di assenza. I nuovi voli saranno operativi fino al 17 settembre, con due frequenze settimanali nei mesi di luglio e settembre (il sabato e la domenica) e collegamenti giornalieri per tutto il mese di agosto. Con questo nuovo servizio, Alitalia rafforza la propria offerta sulla Sicilia Occidentale, aggiungendo alla propria rete di destinazioni una popolare meta balneare molto apprezzata dai turisti italiani e stranieri. Da Trapani, inoltre, si possono raggiungere facilmente le più famose destinazioni turistiche della regione come, ad esempio, San Vito Lo Capo, Erice, Favignana e le altre Isole Egadi. I voli Roma-Trapani saranno effettuati con aerei Airbus A319. Gli orari dei voli variano a seconda del giorno di partenza e possono essere consultati sul sito alitalia.com. I soci del programma MilleMiglia potranno accumulare e spendere miglia anche con questi nuovi collegamenti. I biglietti dei voli da e per Trapani sono in vendita su alitalia.com, chiamando il Customer Center Alitalia al numero 89.20.10, nelle agenzie di viaggio e nelle biglietterie aeroportuali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2017

Ryanair: traffico a giugno cresce del 12%

di mobilita

Il traffico passeggeri della compagnia aerea Ryanair, relative al mese di giugno, è aumentato del 12% per un totale di 11,8 milioni di clienti, il load factor è cresciuto di due punti percentuali raggiungendo il 96%. Il traffico annuo fino a giugno è aumentato del 13% raggiungendo i 123,8 milioni di clienti.   Giugno 2016 Giugno 2017 Variazione Clienti 10,6 milioni 11,8 milioni +12% Load Factor 94% 96% +2%     Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer Ryanair, ha dichiarato: “Il traffico di Ryanair nel mese di giugno è cresciuto del 12% con 11,8 milioni di clienti trasportati, mentre il nostro load factor è aumentato di due punti percentuali raggiungendo il 96% grazie alle tariffe più basse e al continuo successo del nostro programma “Always Getting Better”. I clienti possono ancora approfittare di fantastiche tariffe per programmare le proprie vacanze estive low cost e per prenotare in anticipo quelle invernali. Non c’è mai stato periodo migliore per prenotare un volo Ryanair, e invitiamo tutti i clienti che vogliono prenotare le proprie vacanze a farlo ora sul sito Ryanair.com o sulla app per smartphone per usufruire delle tariffe più basse d’Europa.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2017

Più collegamenti ferroviari con la riviera per la Notte Rosa e i weekend estivi

di mobilita

Grazie a un accordo tra Regione Emilia-Romagna e Trenitalia da domani, venerdì 7 luglio e fino a domenica 3 settembre l’offerta regionale estiva - già potenziata - si arricchirà di ulteriori nuove corse nei weekend. Si comincia con la Notte Rosa, la grande festa della Riviera Romagnola in programma il prossimo fine settimana (7-9 luglio), per la quale saranno messe in campo 11 corse straordinarie in aggiunta alla normale offerta, per un totale di circa 6.000 posti in più. Venerdì 7 e sabato 8 luglio sarà potenziato, in particolare, il servizio pomeridiano e serale sulla tratta Bologna-Rimini/Pesaro, con due corse di andata (partenza da Bologna alle 19:20 e alle 20:33) e tre di rientro (partenza da Pesaro alle 21:42 e alle 23:10 e da Rimini alle 18:30). Le corse offriranno un servizio anche a chi utilizzerà il treno per spostarsi da una località all’altra grazie alle fermate di Rimini, Rimini Miramare, Riccione, Misano e Cattolica. Intensificati anche i regionali per il rientro nella mattina di domenica 9, con un servizio in più fra Rimini e Bologna, in partenza alle 11:20. Più treni anche nei successivi otto weekend con l’introduzione, a partire da sabato 15 luglio e fino a domenica 3 settembre, di tre nuovi collegamenti veloci il sabato e tre la domenica e i festivi, che vanno a rafforzare l’offerta nelle fasce orarie di maggiore richiesta con oltre 3500 posti in più ogni fine settimana. I nuovi treni regionali partiranno da Bologna alle 9:00 (destinazione Pesaro e fermate a Faenza, Forlì, Cesena, Rimini, Rimini Miramare, Riccione, Misano e Cattolica), da Pesaro alle 11:33 (destinazione Rimini e fermate a Cattolica, Misano, Riccione e Rimini Miramare) e da Rimini alle 17:40 i festivi e 17:10 il sabato (destinazione Bologna e fermate a Cesena, Forlì e Faenza). I nuovi collegamenti si aggiungono al consueto potenziamento estivo dell’offerta fra le città dell’Emilia e la Riviera Romagnola, che già prevede in aggiunta alla normale programmazione altri 22 treni: una coppia i festivi fra Milano e Rimini, una coppia i festivi fra Piacenza e Ancona, un collegamento il sabato e i giorni festivi da Milano a Rimini con ritorno in partenza da Pesaro, una coppia  il sabato e i festivi da Piacenza a Pesaro, un collegamento il sabato da Piacenza a Rimini con ritorno la domenica, una coppia di collegamenti notturni del fine settimana tra Bologna e Pesaro, una coppia i festivi fra Bologna e Ravenna/Rimini cui si aggiungono ulteriori due collegamenti con andata il venerdì e rientro la domenica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2017

Alitalia: tornano collegamenti per la Croazia dopo due anni di assenza

di mobilita

Alitalia, dopo due anni di assenza, torna a volare in Croazia. Durante l’estate, la Compagnia italiana avvierà due nuovi collegamenti diretti da Roma verso Spalato. (da oggi 7 luglio) e Dubrovnik (dal 23 luglio). Entrambi i servizi saranno operativi con due frequenze settimanali fino al 10 settembre; sulle rotte per la Croazia voleranno aerei Airbus 319 e 320. Alitalia rafforza così la propria offerta verso due fra le mete turistiche estive più popolari fra i viaggiatori italiani: secondo i dati riportati dall’Ente nazionale del turismo croato (HTZ), infatti, nel 2016 gli arrivi sono stati pari a 15,6 milioni, di cui 13,8 milioni dall'estero (+8,7% rispetto al 2015). L’Italia si è posizionata al quinto posto per numero di turisti, con 1.119.000 visitatori italiani arrivati nelle splendide destinazioni croate, in particolare nel periodo estivo. I voli Roma-Spalato saranno attivi il venerdì e la domenica (nel mese di luglio); ad agosto e a settembre i voli opereranno il martedì e la domenica. A seconda dei giorni, la partenza da Roma Fiumicino sarà la mattina presto o a metà giornata, mentre il decollo da Spalato avverrà durante la mattinata o nel primo pomeriggio. La durata del volo è di un’ora e dieci minuti. I collegamenti fra Roma e Dubrovnik opereranno il martedì (con partenza da Fiumicino alle 16.00 e da Dubrovnik alle 18.10) e la domenica (decollo da Roma alle 6.50, partenza da Dubrovnik alle 9.00). La durata del volo è di un’ora e venti minuti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 lug 2017

Boeing al Paris Air Show 2017 lancia il 737 MAX 10

di mobilita

Boeing, durante il Paris Air Show 2017, ha rafforzato ulteriormente la sua posizione sul mercato con annunci importanti di ordini multi-miliardari e impegni per aerei commerciali e servizi di difesa. L’azienda ha lanciato il 737 MAX 10, l’ultimo componente della famiglia 737 MAX, con oltre 361 ordini ed impegni da parte di 16 clienti in tutto il mondo. Questo enorme consenso sul mercato promuove il 737 MAX 10 come l’aereo single-aisle più efficiente e redditizio dell’industria. Il velivolo sarà alimentato da motori CFM Leap progettati da Safran in joint venture con General Electric ed è a corridoio singolo da 190 a 230 posti a sedere, in competizione con Airbus A321neo,  Clienti commerciali hanno annunciato ordini e impegni durante la settimana per un totale di 571 aerei Boeing, del valore di 74,8 miliardi di dollari a prezzi di listino. Boeing ha inoltre diffuso il suo Current Market Outlook 2017, alzando la sua stima ventennale ad oltre 41.000 nuovi aerei, per un valore di 6,1 trilioni di dollari e prevede una crescita significativa nel mercato dei Servizi Aerospaziali, con una domanda stimata in 2,6 trilioni di dollari per servizi commerciali e governativi nei prossimi 10 anni. Boeing ha confermato che il suo business Global Services è in linea per crescere e avanzare il prossimo mese. Sostenere un business di servizi globali intensificherà il focus dell’azienda ed accelererà le sue capacità di espansion. Michael Delaney, Airplane Development Vice President, ha spiegato l’approccio cauto e disciplinato che Boeing Commercial Airplanes sta seguendo nell’esecuzione dello sviluppo dei programmi MAX, 787-10 e 777X e nello studio di come indirizzarli al meglio sul mercato nel prossimo decennio. Il Product Development Vice President Mike Sinnett ha esplorato le possibilità di progresso nella tecnologia indipendente al fine di rafforzare la sicurezza, la capacità di decisione ed il traffic management in vista delle prevista continua crescita del trasporto aereo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 lug 2017

Trentino Alto Adige: Treni regionali Flirt e Jazz con rivestimenti Moessmer

di mobilita

I viaggiatori dei treni regionali di Trenitalia in Alto Adige e in Trentino possono godere di una nuova nota di stile e comfort. Questo anche grazie all’azienda Moessmer, responsabile per lo sviluppo dei sofisticati rivestimenti dei sedili dei treni “Flirt” e “Jazz”. Si tratta in tutto di 20 convogli - circa 200 corse al giorno - dei quali gli ultimi 7 sono stati da poco consegnati. Tutti i dettagli a tal proposito sono stati presentati oggi alla stampa in una conferenza congiunta  Trenitalia/Moessmer in cu erano presenti: Orazio Iacono Direttore Divisione Passeggeri Regionale,  Roger Hopfinger, Responsabile della Direzione Provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher, Presidente della regione Trentino Alto Adige e della Provincia autonoma di Bolzano, Ugo Rossi, Presidente della Provincia Autonoma di Trento e Walter Niedermair, CEO di Moessmer. Quando si dice regionale, fuori e dentro. In Alto Adige e in Trentino la maggior parte dei treni realizzati dai costruttori Stadler e Alstom con criteri di massima modernità e gradevolezza oltre che di affidabilità, presenta i colori del rispettivo marchio provinciale, mentre i rivestimenti interni sono caratterizzati dagli speciali tessuti in loden del Lanificio Moessmer di Brunico. “La collaborazione è iniziata nel 2013 con i primi treni “Flirt” per poi rafforzarsi nel tempo. Sono seguiti i 6 treni “Jazz” in Trentino e i 7 ulteriori convogli “Flirt” di seconda generazione, afferma Roger Hopfinger. “Negli anni passati Trenitalia ha investito in treni di moderna concezione, nell’ambito dei due contratti di servizio con le Province di Bolzano e Trento con le quali si è instaurata un’ormai consolidata e proficua collaborazione, per un totale di circa 140 milioni di euro, offrendo quindi ai viaggiatori un notevole aumento del comfort”. Questi treni assicurano oggi circa l’80% dei servizi in Regione. I rimanenti vengono effettuati con convogli tradizionali e sono perlopiù servizi Regionali Veloci del contratto di servizio con lo Stato ai quali è stata aumentata la capacità (6 carrozze invece delle precedenti 4 o 5). Per quanto riguarda il giudizio dei clienti, le ultime rilevazioni evidenziano che a maggio il 94,3% dei passeggeri in Alto Adige e il 92,2% in Trentino si ritiene soddisfatto del viaggio nel suo complesso. L’indice di regolarità (ovvero le corse effettuate rispetto alle programmate) per l’Alto Adige è del 99,7%, per il Trentino del 99,9%. Comfort e design, di fatto, sono divenuti da tempo fattori chiave, anche nell’ambito del trasporto locale di passeggeri. I tessuti in loden firmati Moessmer assicurano agli interni attraverso l’autentica materia prima, la lana, un ambiente naturale e un buon clima. Sono inoltre traspiranti e repellenti allo sporco e rispettano i requisiti più severi in tema di sicurezza e protezione antincendio (primo loden ignifugo in Europa). Lo sviluppo di questi rivestimenti ha visto il Lanificio Moessmer lavorare a stretto contatto con altre ditte leader, tra cui ED Design, una delle aziende specializzate di industrial design più rinomate in tutto il mondo, e l’azienda Kiel, produttrice di sistemi di seduta personalizzati. Il costo aggiuntivo per il rivestimento in stoffa si aggira intorno ai 33 euro per ogni sedile ed ogni sedile costa circa 1000 euro. Il costo degli otto nuovi treni si aggira intorno ai 69,5 milioni di euro ai quali si aggiungono otto moduli il cui costo è di altri 8 milioni di euro per un costo complessivo di 77,5 milioni di euro. “Per il futuro ci aspettiamo altri progetti interessanti, anche perché vediamo che temi come design e comfort acquisiscono nel trasporto pubblico sempre maggiore importanza. Oltre a questo, c’è anche da dire che l’esperienza ci ha dimostrato che se l’ambiente interno è di qualità, si riducono anche i casi di vandalismo”, spiega Walter Niedermair. “E’ vero, conferma Hopfinger, quando i treni sono sentiti propri e sono anche belli esteticamente i danneggiamenti si riducono drasticamente”. L’azienda Moessmer è conosciuta in tutto il mondo per i suoi tessuti di alta qualità e non solo rifornisce grandi marchi di moda come Chanel, Prada, Gucci e Luis Vuitton, ma vanta un notevole successo anche nel settore del design d’interni, con clienti, oltre che nell’industria dei trasporti pubblici, anche nel settore alberghiero di lusso.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2017

Nuovo Contratto di Servizio tra la Regione Molise e Trenitalia

di mobilita

Firmato oggi a Campobasso il nuovo Contratto di Servizio tra la Regione Molise e Trenitalia, che sarà valido fino al dicembre del 2023. Siglato da Massimo Pillarella, Direttore del IV Dipartimento Governo del Territorio, Mobilità e Risorse Naturali della Regione Molise e Alessandro Tullio, Direttore Regionale Molise di Trenitalia, presenti alla firma anche il Governatore del Molise Paolo Di Laura Frattura e l’Assessore Regionale ai Trasporti Pierpaolo Nagni. Il nuovo Contratto di Servizio definisce le caratteristiche principali dell’offerta ferroviaria regionale e punta ad incrementare la qualità dei servizi destinati ai pendolari – circa 26 treni e 37 autobus al giorno - nell’ottica di una sempre maggiore integrazione dei servizi tra ferro e gomma, cardine del Piano Industriale di FS Italiane. Il contratto ha valore economico complessivo di 223 milioni di euro -  comprensivo di corrispettivi e ricavi da mercato – e definisce anche un investimento economico in autofinanziamento di 13,5 milioni di euro, finalizzato all’acquisto di tre nuovi treni. La progressiva entrata in esercizio di questi nuovi convogli, sommata agli interventi di riqualificazione dei treni Minuetto in servizio sulle linee molisane, continuerà a contribuire al rinnovo dell’età media della flotta del Molise. Il primo di questi nuovi treni, lo Swing,  è stato presentato oggi alle autorità ed alla stampa con un viaggio inaugurale sulla tratta Campobasso – Bojano, il secondo verrà consegnato nel 2018 e l’ultimo entro il 2020. Il nuovo convoglio sarà in servizio da domani. Inoltre, il contratto, attraverso una rinnovata politica della qualità dei servizi, introduce un ulteriore incremento degli standard di puntualità dei collegamenti, oltre ad un sistema di valutazione delle prestazioni di Trenitalia da parte della Regione. La Regione Molise, competente in materia di programmazione e finanziamento del servizio, corrisponderà a Trenitalia corrispettivi medi per 22 milioni di euroall’anno a fronte di una produzione annuale di 2 milioni di treni-km (26 treni al giorno, che percorrono 2 linee interregionali e che fermano in una stazione in territorio laziale (Cassino) e in 5 stazioni in territorio campano (Vairano, Teano, Pignataro, Capua, S. Maria Capua Vetere). Ed è proprio nell’ottica di un costante miglioramento della qualità del servizio offerto che Trenitalia ha modificato la composizione del treno Regionale 22217/18 Campobasso – Roma: il treno, che circola nei festivi, viene infatti ora effettuato con una composizione di due Minuetti Diesel (prima era composto da quattro Aln 663), mettendo a disposizione dei viaggiatori ben 290 posti a sedere. In questo modo si dà seguito all’impegno di inserire progressivamente solo treni nuovi per la tratta più importante del servizio ferroviario. L’impegno profuso da Trenitalia nel miglioramento dei servizi ha fatto sì che la qualità percepita dai clienti, che Trenitalia misura con apposite indagini di Customer Satisfaction effettuate da soggetti esterni, sia andata progressivamente crescendo: la valutazione del viaggio nel suo complesso è aumentata (dati rilevati lo scorso mese di maggio) nell’anno corrente rispetto al 2016 di 4,4 punti percentuali.

Leggi tutto    Commenti 0