Articolo
18 gen 2019

Alitalia cancella il contratto di leasing dei tre aerei Airbus A321 neo di nuova generazione

di mobilita

Alitalia cancella il contratto di leasing dei tre aerei Airbus A321neo di nuova generazione precedentemente in forza a Primera Air. Alitalia non ha rilasciato una dichiarazione ufficiale ma molti forum, esperti di aviazione, confermano la notizia. L'attuale amministrazione ha infatti ritenuto più prudente cancellare il contratto, fortemente voluto dall'ex commissario Luigi Gubitosi, piuttosto che modernizzare la flotta e cogliere i benefici finanziari immediati di una minore quantità di carburante bruciata su molte delle sue rotte popolari. La sigla neo, significa New Engine Option, in italiano si traduce letteralmente in Opzione Nuovo Motore. Il cambiamento principale consiste infatti nell'uso di motori più grandi e più efficienti, con il 15% in meno di consumo di carburante, costi operativi inferiori dell'8%, meno rumore e una riduzione di NOx  almeno del 10% rispetto alla serie A320. Attualmente Alitalia gestisce alcuni dei più vecchi A321 del mondo e di questi ci sono aerei che hanno volato per ben 22 anni.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 gen 2019

Nota stampa Air Italy in merito al Bando di Gara di Continuità Territoriale in Sardegna

di mobilita

In riferimento alle recenti dichiarazioni rilasciate dal Ministro dei Trasporti e della Regione Sardegna riguardo all’esito della gara sulla Continuità Territoriale della Sardegna, riceviamo da Air Italy questo comunicato per alcune precisazioni: "Come noto la Compagnia ha avviato nel corso del 2018 un profondo cambiamento, che ha avuto inizio con la presentazione del nuovo brand e della nuova strategia di business, incentrata su un network di collegamenti con hub principale sull’aeroporto di Milano Malpensa. Da maggio a dicembre 2018 sono stati inaugurati progressivamente cinque collegamenti intercontinentali da e per Milano e nel corso del 2018 sono entrati in flotta otto nuovi aerei, tre B737 Max e cinque A330-200. Nel 2019 Air Italy prosegue nel percorso di sviluppo perseguendo con coerenza gli obiettivi del business plan presentato nel 2018. Inoltre dal 31 marzo verrà lanciata la nuova linea nazionale fra Milano Malpensa e Cagliari. Riguardo all'aggiornamento di questa settimana, relativo al bando di gara sulla Continuità Territoriale in Sardegna, la Compagnia ha appreso con rammarico i risultati emersi dalla pubblicazione delle offerte economiche, incluso il fatto che i criteri adottati dal bando per i punteggi assegnati alle offerte non abbiano tenuto in considerazione gli investimenti fatti in Sardegna da Air Italy, relativamente alle persone e alle infrastrutture della base di Olbia. Questo punto è di estrema importanza in quanto in passato l’investimento e le risorse già presenti in Sardegna venivano considerati, tanto da avere una maggiore rilevanza nella valutazione complessiva dell’offerta. E’ invece da notare che fra i criteri del bando 2018/19 vi erano elementi direttamente o indirettamente collegati alla dimensione della compagnia aerea (numero di aerei in flotta e numero di accordi commerciali con vettori terzi) ed è di tutta evidenza che la dimensione di Alitalia e quella di Air Italy siano molto diverse, a tutto danno di quest’ultima. Abbiamo, infatti, presentato un’offerta commercialmente valida e coerente con livelli di redditività bassi ma sostenibili. Air Italy confida che la Regione Sardegna stia vagliando attentamente gli atti del procedimento, effettuando le dovute verifiche sulle offerte presentate, tenendo anche in considerazione la complessiva situazione di Alitalia. Al contrario di quanto affermato dal Ministro dei Trasporti italiano, Air Italy non ha beneficiato di finanziamenti pubblici, mentre il vettore risultato primo nella graduatoria per l’assegnazione delle due rotte fra Olbia, Milano Linate e Roma Fiumicino è in Amministrazione Straordinaria e beneficia di un prestito concesso dallo Stato Italiano pari a 900 milioni di euro, senza contare i finanziamenti miliardari versati nelle casse della ex compagnia di bandiera negli ultimi dieci anni. Al contrario Air Italy non ha mai percepito alcun tipo di finanziamento pubblico, mentre Meridiana – fino al 2016 ha usufruito esclusivamente degli ammortizzatori sociali previsti per tutto il comparto del trasporto aereo in Italia in situazioni di crisi aziendale. Vogliamo rassicurare le Istituzioni sul fatto che Air Italy stia esaminando molto attentamente la situazione, anche al fine di valutare ogni iniziativa finalizzata a tutelare gli interessi della Compagnia e dei nostri dipendenti in Sardegna. Confidiamo che il Governo e le Istituzioni comprendano e supportino il nostro impegno affinché Air Italy diventi una compagnia aerea di successo, in grado di impiegare nuova forza lavoro e di servire il mercato italiano e globale".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 gen 2019

Matera 2019, l’impegno di FS Italiane per la Capitale Europea della Cultura

di mobilita

Una rete di collegamenti, servizi e offerte, ma anche maggiore accessibilità e assistenza rivolta alle persone, durante tutto l’arco della manifestazione (19 gennaio – 20 dicembre 2019), è l’impegno di Ferrovie dello Stato Italiane per Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. “Matera 2019 è un’esperienza unica, che vede tutta l’Italia impegnata in una manifestazione di respiro internazionale. Un’occasione d’importanza strategica per il Paese. Il Gruppo FS Italiane, sempre più coinvolto nello sviluppo del binomio vincente cultura e turismo, come official carrier di Matera 2019 offre un’ampia combinazione di mobilità integrata studiata per soddisfare le esigenze di quanti vorranno raggiungere la Città dei Sassi. Vogliamo garantire una maggiore accessibilità a Matera e ai territori circostanti. Abbiamo l’obiettivo di promuovere il made in Italy nel mondo con un ampio coinvolgimento dei luoghi di produzione di cultura, di espressione dello stile italiano oltre che di diffusione dell’industria culturale e creativa della Basilicata, del Mezzogiorno e di tutta Italia” ha dichiarato Gianfranco Battisti Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane. Le Società del Gruppo FS Italiane, ciascuna per la propria esperienza e affidabilità, mettono a disposizione il loro know how per Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. Trenitalia Il Gruppo FS Italiane con Trenitalia è official carrier della manifestazione. FRECCIAlink, il servizio integrato treno+bus di Trenitalia, arriva a Matera con sei corse al giorno. Due nuovi FRECCIAlink uniscono dal 21 gennaio la Città dei Sassi e Bari in connessione con i Frecciarossa che percorrono la direttrice Adriatica da e per Milano e Torino. A cui si aggiungono i quattro FRECCIAlink che uniscono Matera a Salerno, in connessione con i Frecciarossa da e per Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino. Sono 26 i treni regionali che ogni giorno collegano Napoli, Salerno, Potenza e Taranto a Ferrandina – Scalo Matera, la stazione ferroviaria del Gruppo FS Italiane più vicina alla Città dei Sassi. Due i Frecciarossa tra Milano e Taranto che fermano a Ferrandina – Scalo Matera oltre che nelle vicine stazioni di Potenza e Metaponto a cui si aggiungono, sempre con fermata a Ferrandina – Scalo Matera, quattro InterCity della linea Roma – Taranto. In occasione della giornata inaugurale Trenitalia è presente a Matera con uno stand in Piazza San Francesco d’Assisi dove è possibile informarsi e seguire attività promozionali e commerciali realizzate direttamente dai dipendenti della società del Gruppo FS. La partnership Trenitalia – Matera 2019 Capitale Europea della Cultura permette a turisti e visitatori di acquistare sul sito trenitalia.com il Passaporto per Matera 2019, un pass che consentirà di seguire oltre 1.500 appuntamenti in programma. Il dettaglio delle attività di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura è consultabile sul sito ufficiale, dove sono costantemente aggiornate tutte le informazioni relative agli eventi in calendario. Trenitalia ha deciso, per la durata dell’intero evento di estendere, l’offerta Young, riservata ai possessori CartaFRECCIA di età inferiore a 30 anni che vantano sconti fino al 50%, ai viaggi in FRECCIAlink da e per Matera. Inoltre Trenitalia offre la possibilità di acquistare il servizio FRECCIAlink da e per Matera, in combinazione al servizio Freccia e all’offerta riservata ai gruppi, al prezzo fisso di 10 euro a persona. Le due offerte sono valide per partenze dal 19 gennaio al 20 dicembre 2019. Rete Ferroviaria Italiana Nella stazione di Ferrandina – Scalo Matera, Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha realizzato interventi per migliorare il comfort e il decoro degli spazi. In particolare, le opere di riqualificazione hanno interessato le pensiline, il rinnovo degli arredi della sala d’attesa e delle aree aperte al pubblico. Potenziato anche l’impianto di illuminazione, reso più moderno e sostenibile grazie all’utilizzo di tecnologia a led. Lo scalo ferroviario è inoltre dotato di servizi igienici aperti al pubblico h24 e di quattro binari, con due marciapiedi già adeguati a quota 55 cm (standard europeo) per facilitare l’accesso ai treni. Tutti i marciapiedi sono collegati tra loro attraverso un sottopasso pedonale dotato di rampe, fruibili anche dalle persone a ridotta mobilità o con disabilità. A partire da gennaio 2019, la stazione di Ferrandina – Scalo Matera fa parte del circuito nazionale delle Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana. Anche in questa stazione i viaggiatori con disabilità e in condizioni di ridotta mobilità, anche temporanea, possono richiedere e usufruire dei servizi di assistenza. Il punto di riferimento per la richiesta del servizio sarà - come per tutte le stazioni del circuito - una delle 14 Sale Blu presenti nei 14 principali scali ferroviari del Paese, fra cui Bari, aperte tutti i giorni dalle 6.45 alle 21.30. Le persone interessate possono inviare una mail, telefonare al numero verde gratuito 800 90 60 60 (raggiungibile da telefono fisso) o al numero nazionale a tariffazione ordinaria 02 32 32 32 (raggiungibile da telefono fisso e mobile), oppure utilizzare il servizio SalaBlu online. Inoltre, RFI sta realizzando un nuovo parcheggio intermodale bus/auto/treno, per favorire il trasporto dei numerosi visitatori che raggiungeranno la città dei Sassi in occasione di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Il progetto prevede 35 posti auto (tre per le persone a ridotta mobilità e due per le donne in gravidanza) e cinque stalli bus. Saranno presenti anche dei punti informativi, protetti da pensiline, dove sarà possibile reperire tutte le informazioni utili sui servizi forniti dai gestori dei vettori coinvolti. I lavori dell’area parcheggio si concluderanno a giugno 2019, per un investimento complessivo di un milione di euro. nugo Lanciata a giugno 2018 dal Gruppo FS Italiane, nugo, anche in occasione di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, permette di acquistare soluzioni di viaggio che integrano diverse modalità di trasporto: dal treno all’autobus e alla metropolitana, dal traghetto al car e bike sharing. L’app è semplice e intuitiva: selezionando partenza e arrivo, nugo elenca tutte le possibili soluzioni per raggiungere la destinazione, combinando diversi mezzi di trasporto e indicando per ognuno di essi la durata del viaggio e il prezzo del biglietto. Una volta scelto il mezzo, o la combinazione di mezzi proposti, è possibile acquistare con un solo click tutti i biglietti, rendendo quindi molto più rapido e pratico organizzare i propri viaggi. Attraverso filtri e preferenze è inoltre possibile personalizzare il viaggio rendendo gli itinerari sempre più affini alle esigenze di ogni persona. L’app è disponibile su Google Play e App Store. Ad affiancare la nuova app, la rivista travel digitale nugo magazine che include anche il profilo YouTube e il profilo Instagram. Anas Anas (Gruppo FS Italiane) sta completando gli interventi di adeguamento della strada statale 96 “Barese”, in particolare lungo la tratta Bari – Altamura per l’ammodernamento a quattro corsie, che completa il potenziamento del collegamento infrastrutturale tra Puglia e Basilicata. Migliorando così la connessione intermodale con i nodi ferroviari e aeroportuali dell’area metropolitana di Bari nonché l’accessibilità in occasione di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. Il nuovo itinerario interregionale Bari-Altamura-Matera è lungo più di 60 chilometri e, per quanto riguarda la tratta Altamura - Bari, comporta un investimento complessivo di 227 milioni di euro. Nell’ambito dei piani di valorizzazione territoriale turistico-culturale promossi da Anas lungo le principali arterie di competenza, e alla luce della designazione di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, è stata siglata con l’Azienda di Promozione Turistica (APT) della Regione Basilicata, deputata alla promozione del territorio e del turismo della regione, una convenzione volta a permettere la più ampia fruizione turistica delle ricche testimonianze culturali, religiose, paesaggistiche, archeologiche, storiche e legate alle produzioni agroalimentari di qualità. In particolare, lungo le vie di accesso ai siti di interesse turistico, l’APT di concerto con Anas ha elaborato un progetto generale di razionalizzazione e

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 gen 2019

MSC svela alcuni dettagli su “Ocean Cay”, la sua isola privata che sarà aperta al pubblico dal 9 novembre

di mobilita

MSC svela alcuni dettagli su "Ocean Cay", la sua isola privata che sarà aperta al pubblico dal 9 novembre. Ocean Cay fa parte della catena di isole Bimini nelle Bahamas occidentali, 32 km a sud di Bimini e solo 104 km a est di Miami. MSC Crociere ha aiutato questo paese a sviluppare su un’isola remota di questo distretto un paradiso ambientale e un luogo di vacanza esclusivo in totale armonia con la natura: la riserva marina di MSC Crociere Ocean Cay. Qui si potranno ammirare più di sei spiagge stupende, un’ampia e tranquilla laguna, le linee armoniose delle abitazioni tipiche di un centro delle Bahamas e non solo. Un fiore all’occhiello di Ocean Cay saranno le attività sportive acquatiche adatte a grandi e piccini, in più le famiglie hanno una spiaggia dell’isola a loro dedicata, poco distante dalla nave e completamente attrezzata. I crocieristi più romantici invece potranno immaginare il loro matrimonio sulla spiaggia più a nord o semplicemente passeggiare al calare della sera alla luce delle torce piantate nella sabbia. Le escursioni MSC Crociere prevedono l’esplorazione subacquea del MSC Marine Reserve con la sua stupefacente parata di vita sottomarina tropicale. Un’altra escursione, per chi non vuole bagnarsi, prevede una comoda uscita in mare a bordo di imbarcazioni dal fondo trasparente. Ocean Cay vanta chilometri di sabbia bianca incontaminata, curata con premura, e si sviluppa su sette distinte aree di spiaggia, ognuna con le sue caratteristiche e fascino. Ogni spiaggia è fornita di lettini e alcuni hanno anche un numero limitato di cabana che possono essere noleggiate durante il giorno. La più grande spiaggia singola, The Great Lagoon, è un paradiso con acque cristalline poco profonde per il nuoto e gli sport acquatici protetti. Nelle vicinanze si trova la Seakers Lagoon, una spiaggia per famiglie pensata per il divertimento dei più piccoli, con acque poco profonde e numerosi giochi. A oltre mezzo miglio di lunghezza, la spiaggia di Great Bimini è il più grande tratto di spiaggia dell'isola, ed è il luogo idelae per godersi una varietà di sport acquatici. Gianni Onorato, CEO DI MSC Crociere ha detto: " la riserva Marina Msc Ocean Cay introduce qualcosa di nuovo sui nostri itinerari ai Caraibi in partenza da Miami e l'Avana, e promette di offrire ricordi indimenticabili per i nostri ospiti. Abbiamo progettato un'esperienza che integra la bellezza naturale di questa regione particolarmente notevole dei Caraibi. Non abbiamo avuto bisogno di costruire in modo intensivo su un'isola che già presentava tutte le caratteristiche di un paradiso naturale. Detto questo, abbiamo comunque fatto molti sforzi per ripulire l'isola e rimuovere tonnellate di rifiuti industriali per consentire alle spiagge e alla laguna di ritrovare il loro stato naturale. Abbiamo voluto optare per la semplicità in termini di servizi sull'isola, in modo da consentire ai nostri ospiti di godere al massimo delle gioie della natura. La nave è parte integrante dell'esperienza, poiché abbiamo costruito un molo che consente una libera circolazione tra l'isola e la nave durante tutto il giorno. Questo dispositivo permette di godere pienamente dei due ambienti."

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2019

VENEZIA | Approvato il progetto definitivo per la realizzazione di opere di elettrificazione per il sistema di TPL con autobus elettrici

di mobilita

La Giunta comunale, riunitasi oggi a Ca’ Farsetti, ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione di opere di elettrificazione per il sistema di trasporto pubblico locale con autobus elettrici per il Lido di Venezia e Pellestrina. Nello specifico si tratta di un investimento di quasi 6 milioni di euro che fanno parte di un progetto complessivo dal valore di 28 milioni che permetterà di portare al Lido e a Pellestrina un sistema di trasporto pubblico locale completamente “green” garantendo così di abbattere i livelli di CO2 in ambiente di oltre 2,2 mila tonnellate e una mobilità più silenziosa nel rispetto del territorio. “Oggi abbiamo ufficialmente approvato il progetto definitivo per la realizzazione di 9 punti di ricarica veloce degli autobus nelle due isole - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto – Nello specifico andremo a realizzare 3 punti nel deposito autobus di vicolo Zeno che saranno funzionali per la ricarica notturna; due punti in località “Cavalli” nelle vicinanze di piazzale Santa Maria Elisabetta verso San Nicolò, due punti in prossimità del capolinea della linea A agli Alberoni e altri 2 punti a Pellestrina Cimitero in prossimità del capolinea della linea 11. A questi si aggiungeranno altri 9 punti di ricarica lenta, un dispositivo di ricarica lenta carrellabile, un sistema di controllo remoto e centralizzato dei punti di ricarica veloce presenti sulla linea e in deposito e 4 cabine di trasformazione della corrente elettrica da media tensione a bassa. Un programma di lavori che l’Amministrazione comunale ha intenzione di completare entro la fine dell’anno per permettere all’intero sistema di entrare in esercizio progressivamente tra la fine del 2019, con i primi test sul campo, e nel corso del 2020 con mezzi ad alimentazione completamente elettrica in sostituzione di quelli diesel oggi impiegati nelle due isole". "A questo investimento infrastrutturale si aggiungeranno oltre 22.065.000 di euro per la fornitura dei 30 autobus ad alimentazione elettrica che saranno oggetto di una procedura di affidamento distinta - commenta l'assessore al Bilancio Michele Zuin - Risorse che abbiamo trovato efficientando il bilancio del gruppo AVM/ACTV. Da quando ci siamo insediati siamo riusciti a dare al Lido nuovo slancio e una significativa attenzione. Siamo partiti con la chiusura del tristemente noto "buco" del Lido, e abbiamo proseguito con la riasfaltatura delle strade, la sistemazione del Gran Viale Santa Maria Elisabetta, il rifacimento dell'area antistante al Palazzo del Casinò e, prossimamente, la ristrutturazione dell'intero edificio, la sistemazione delle spiagge e tantissimi altri interventi che, nonostante i debiti che abbiamo ereditato dal passato, siamo riusciti ad eseguire senza pesare sulle tasche dei cittadini. Ora stanziamo anche questi importanti fondi per portare al Lido e a Pellestrina una mobilità pubblica all'avanguardia che farà del nostro territorio un esempio d'eccellenza per l'Italia intera". “Un risultato che, frutto di un costante impegno del sindaco Brugnaro, siamo riusciti a ottenere attraverso un lavoro durato più di un anno, nella sua fase preliminare, e che oggi, dopo l’approvazione del progetto di massima nell’agosto 2018, è continuato con il coinvolgimento, oltre ai vari uffici competenti in materia del Comune di Venezia, anche dei numerosi soggetti pubblici del territorio, tutti con capacità di attribuire al progetto modifiche o prescrizioni: dalla Soprintendenza all’Agenzia del Demanio, dal Comando provinciale dei Vigili del fuoco alla Città metropolitana, dal Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche alla Ulss, da Enel a Terna e Italgas alle compagnie di telefonia fissa e mobile – commenta il prosindaco del Lido Paolo Romor - A tutti loro va un sincero ringraziamento perché, con il loro impegno, abbiamo creato, primi in Italia, un sistema di circolazione che rivoluzionerà il nostro modo di viaggiare sui mezzi pubblici. Una dimostrazione della grande attenzione della nostra Amministrazione per il Lido, cui si dedica uno straordinario investimento in piena coerenza con il concetto di 'Green Lido', così da renderlo attrattivo per un turismo rispettoso dell'ambiente e favorirne lo sviluppo e il rilancio”. “Grazie a questo investimento, che abbiamo presentato nel dossier Unesco - aggiunge l’assessore all’Ambiente, Massimiliano De Martin – stiamo dimostrando quanto questa amministrazione e, in primis, il sindaco Brugnaro, abbiano a cuore la mobilità green. I trenta nuovi autobus elettrici che si potranno ricaricare grazie ai lavori che abbiamo approvato oggi avranno emissioni pari a zero, con una riduzione di oltre 2,2 mila tonnellate all’anno di anidride carbonica rispetto alla situazione attuale e di 17 tonnellate di ossidi di azoto e loro miscele, 16 di monossido di carbonio, 1 di idrocarburi e 245 chilogrammi di particolato. Numeri certificati da Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, che dimostrano quanto importante sia per la tutta la nostra Città portare aventi progetti così innovativi”. Opere di elettrificazione che avranno anche il compito di riqualificare aree del territorio, soprattutto a Pellestrina. Sull'isola, con l’occasione di realizzare una cabina di trasformazione e due punti di ricarica per gli autobus, si è stabilito di ridisegnare l’intera zona nei pressi del cimitero. “Ringrazio il sindaco per aver inserito in questo progetto elementi di arredo urbano, parcheggi, panchine e verde pubblico per i cittadini, in modo che la zona del capolinea degli autobus di AVM/Actv si possa trasformare in un luogo di aggregazione ed incontro per le famiglie e i bambini ” - Con questa delibera l’Amministrazione sta dimostrando, ancora una volta, che Pellestrina e tutte le isole non sono abbandonate a loro stesse come spesso è accaduto nel passato. Oggi abbiamo messo a segno un importante punto a favore di tutti i residenti del Lido e di Pellestrina, della mobilità silenziosa, della salvaguardia dell’ambiente e dell’aria che respiriamo. Non parole ma fatti concreti”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2019

AEROPORTO TRIESTE | Prima fase della gara europea per l’acquisizione del 55%

di mobilita

F2i, fondo infrastrutturale leader a livello europeo, azionista di numerosi scali italiani attraverso cui gestisce il 40% dei voli nazionali, ha presentato un'offerta per l'acquisizione del 55% di Aeroporto Fvg. Questo l'esito della prima fase della gara europea che, nel corso delle sedute successive sedute pubbliche, vedrà valutata l'offerta tecnica ed economica attraverso i criteri definiti nel bando: l'iter si chiuderà entro fine gennaio, mentre il "closing" vero e proprio, con la cessione delle quote al privato, avrà luogo a marzo. "L'offerta di F2i - commenta il governatore Fedriga - rappresenta non solo un mero dato tecnico, ma un tangibile punto di partenza su cui costruire il rilancio del territorio in termini di traffico aereo e, di conseguenza, di sviluppo economico." "Qualora la cessione delle quote di Aeroporto Fvg si concretizzasse - conclude Fedriga - la Regione conterebbe su un partner di primissimo piano nella definizione di obiettivi sempre più ambiziosi per la nostra comunità."

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2019

ROMA | Quasi raddoppiati i punti ricarica per acquistare i biglietti con la card Atac

di mobilita

Si è completata a fine dicembre scorso, secondo il programma, la terza fase di aggiornamento dei parcometri Pay&Go in servizio nella Capitale. Utilizzando la carta di credito e di debito è possibile non solo pagare la sosta e le sanzioni del trasporto pubblico, ma anche comprare titoli di viaggio ricaricando le card Atac. La nuova funzionalità consente quasi di raddoppiare, passando da 1.200 a 2.200, i punti vendita dove si possono ricaricare le tessere Atac. Grazie ai nuovi parcometri è possibile acquistare titoli di viaggio in qualsiasi momento, tutti i giorni della settimana. Il processo di trasformazione delle macchine è iniziato lo scorso aprile con l'introduzione della possibilità di pagare la sosta attraverso carta di credito e debito e la contestuale rimozione della necessità di esporre il tagliando sull'auto, cui è seguita l'attivazione del servizio di pagamento delle sanzioni per il trasporto pubblico entro i primi cinque giorni. I titoli di viaggio che possono essere ricaricati sulle card Atac sono i BIT 100 minuti, 10Bit, ROMA24H, ROMA48H, ROMA72H, CIS 7 giorni, e l'abbonamento mensile personale. Basta dunque digitare il tasto giallo sul parcometro e selezionare: Ricarica Card Atac. E il gioco è fatto: mai più senza biglietto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2019

Fincantieri costruirà una nuova nave crociera per Regent Seven Seas Cruises

di Roberto Lentini

Fincantieri e il gruppo americano Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. hanno firmato un contratto per la costruzione di una nuova nave da crociera ultra lusso destinata al brand Regent Seven Seas Cruises, con consegna prevista nel 2023. L’accordo ha un valore di circa 474 milioni di euro. La nuova unità sarà gemella di “Seven Seas Explorer”, che ha preso il mare nel 2016, e “Seven Seas Splendor”, che verrà consegnata nel 2020. Con 54.000 tonnellate approssimative di stazza lorda la nave potrà ospitare a bordo fino a 750 passeggeri, e sarà la sesta nave di sole suite della flotta Regent. Al pari delle gemelle, la nuova unità adotterà le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale. L’allestimento sarà particolarmente ricercato e sarà prestata molta attenzione al comfort. “Siamo entusiasti di sfruttare lo straordinario successo di Seven Seas Explorer e Seven Seas Splendor per dare vita a una nuova nave che addirittura stabilirà nuovi livelli di eleganza, lusso e stile”, ha dichiarato Frank Del Rio, Presidente e CEO di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “Questa unità rafforza ulteriormente il profilo di crescita regolare della nostra società con ordini in essere per tutti e tre i nostri brand, consentendoci di espandere la nostra presenza a livello globale, diversificare ulteriormente la nostra offerta di prodotti e continuare a conseguire ritorni per gli azionisti”. “Questo accordo è il suggello perfetto del lavoro che il nostro Gruppo ha svolto in questi anni e del ruolo che abbiamo acquisito sul mercato. Siamo capaci di penetrare e mantenere il presidio in ogni nicchia, comprese le più peculiari e competitive come quella dell’ultra lusso in cui opera Regent Seven Seas Cruises, un armatore che fa della qualità il proprio marchio distintivo e che si affida a Fincantieri ancora una volta” ha dichiarato Giuseppe Bono, CEO di Fincantieri. “Per Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. oggi abbiamo in portafoglio 10 unità, ben 5 delle quali ottenute addirittura negli ultimi 5 mesi, per tutti e tre i brand del gruppo: un risultato che conferma la forza delle strategie adottate e che ci permette di ribadire una leadership nel settore a livello globale”. Norwegian Cruise Line Holdings è fra i primi gruppi crocieristici al mondo. Ne fanno parte, oltre a Regent Seven Seas Cruises, i brand Norwegian Cruise Line, per il quale Fincantieri sta sviluppando la nuova classe “Leonardo”, 6 unità con consegne comprese tra il 2022 e il 2027, e Oceania Cruises, per il quale il Gruppo ha annunciato la scorsa settimana 2 nuove navi da crociera di nuova concezione che saranno consegnate nel 2022 e 2025 e che daranno avvio alla “classe Allura”, oltre ad aver costruito “Marina” e “Riviera” rispettivamente nel 2011 e 2012 presso il cantiere di Sestri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2019

REGIONE SARDEGNA | Alitalia si aggiudica tutte le rotte in continuità territoriale

di mobilita

Colpaccio dell'Alitalia che si aggiudica, provvisoriamente, le sei rotte in continuità territoriale per i tre aeroporti sardi con la penisola La commissione si riserva di aggiudicare ufficialmente le rotte solo dopo aver ricontrollato tutta la documentazione fornita dalla compagnia, che arriverà entro fine mese. Dalla pubblicazione del bando è comunque necessario attendere sei mesi entro i quali una compagnia aerea può accettare gli oneri di servizio anche senza compensazione economica ma appare assai improbabile che ciò avvenga. Le buste sono state aperte  questa mattina da una commissione appositamente nominata, nella sede dell'assessorato ai Trasporti a Cagliari; le compagnie partecipanti al bando e che hanno presentato una propria offerta erano Alitalia e Air Italy. Le tratte assegnate provvisoriamente ad Alitalia avendo ottenuto il punteggio più alto sono: Cagliari → Roma, Cagliari → Milano, Olbia → Roma, Olbia → Milano, Alghero → Roma Alghero → Milano Air Italy rimane quindi fuori e non dovrebbe più gestire la continuità a Olbia. La nuova continuità territoriale partirà dal 17 aprile 2019 e durerà fino al 2022. Le tariffe previste per i residenti, disabili all'80%, studenti universitari fino a 27 anni, giovani dai 2 a 21  sono di 40 euro + tasse per Roma e 49 euro + tasse per Milano. Per i turisti, dal 1 ottobre al 31 maggio la tariffa prevista è di 80/98 euro + tasse e dal 1 giugno al 30 settembre la tariffa prevista è di 120/147 euro + tasse.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2019

CDP, Fincantieri e Snam sottoscrivono accordo per l’innovazione delle strutture portuali in Italia

di mobilita

Cassa depositi e prestiti (CDP), Fincantieri e Snam hanno sottoscritto un accordo preliminare di collaborazione finalizzato a individuare, definire e realizzare progetti strategici di medio periodo in alcuni settori chiave per l’innovazione e lo sviluppo delle strutture portuali in Italia, nonché per lo sviluppo di tecnologie sostenibili applicate al trasporto marittimo, in linea con quanto previsto dalla Proposta di Piano nazionale integrato per l’Energia ed il Clima (PNIEC). L’intesa è stata firmata oggi a Roma dagli Amministratori delegati di CDP, Fabrizio Palermo, di Fincantieri, Giuseppe Bono, e di Snam, Marco Alverà. In particolare, le aree oggetto dell’accordo riguardano: Porti e aree costiere – progetti di costruzione, all’interno di strutture portuali o aree costiere, di infrastrutture di approvvigionamento, trasformazione e utilizzo di gas naturale liquefatto (GNL) e fonti di energia alternative nei trasporti marittimi; Nuove tecnologie ed energie innovative – attività di ricerca, sviluppo e realizzazione di impianti di trasporto marittimo basati su nuove tecnologie (turbine per moduli GNL, sistemi di contenimento e gestione del metano liquido e gassoso), nuovi fonti di energia innovative (GNL, idrogeno, celle combustibili); Ingegneria – attività di confronto e condivisione di modelli operativi e best practice tra le rispettive direzioni di ingegneria e costruzione; Efficienza energetica – iniziative di efficientamento dei consumi, con particolare riferimento ai settori navale e industriale. Per la riuscita dell’accordo, Fincantieri e Snam condivideranno le proprie competenze tecniche avviando dei tavoli di lavoro dedicati e CDP supporterà, dal punto di vista economico-finanziario e in linea con la propria mission istituzionale, i progetti che abbiano ricadute positive a beneficio dell’interesse pubblico del Paese. L’intesa sarà eventualmente oggetto di successivi accordi vincolanti che le parti definiranno nel rispetto dei profili regolatori applicabili, ivi inclusi quelli in materia di operazioni tra parti correlate. “L’’intesa sottoscritta oggi s’inserisce nel solco tracciato dal nuovo piano industriale di Cassa depositi e prestiti per una piena collaborazione fra le società del Gruppo, a supporto della crescita del Paese”, ha affermato Fabrizio Palermo, Amministratore delegato di CDP. Con le attività che verranno avviate in virtù di questo accordo CDP, Fincantieri e Snam metteranno a fattor comune le proprie competenze d’eccellenza e la propria capacità innovativa per dare un contributo concreto alla competitività del trasporto marittimo, uno dei settori chiave dell’economia anche in una prospettiva più ampia di livello europeo”.  Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri ha dichiarato: “L’intesa raggiunta oggi ci consentirà innanzitutto di valorizzare il nostro patrimonio di esperienze e competenze in un megatrend come quello della sostenibilità ambientale. L’industria globale, compresa quella armatoriale, si rivolge in questa direzione, accogliamo quindi con grande favore che anche il nostro Paese metta in campo un accordo dal profilo altamente strategico come questo, che coinvolge tre eccellenze nazionali, con la finalità di incrementare le posizioni di leadership acquisite”. Marco Alverà, amministratore delegato di Snam ha commentato: “Con questo accordo, grazie alla regia di CDP, facciamo sistema con Fincantieri per dare un contributo alla riduzione dei costi energetici e alla sostenibilità ambientale del settore marittimo nazionale e delle nostre città. Snam metterà a disposizione del sistema portuale italiano le proprie competenze e tecnologie nei settori del GNL e del bio-GNL, che rappresentano il futuro della mobilità sostenibile e in particolare del trasporto pesante e marittimo”.

Leggi tutto    Commenti 0