Articolo
13 set 2018

Cresce del 3,3% il traffico di passeggeri negli aeroporti italiani nel mese di luglio

di mobilita

Assaeroporti rende noti i dati del traffico degli aeroporti italiani relativo al mese di luglio. Sono 19.757.365 i passeggeri transitati a luglio negli aeroporti italiani con una crescita del 3,3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Nelle prime dieci posizioni, riferite al mese di Luglio 2018, l'aeroporto di Catania fa registrare numeri da record posizionandosi al 5° posto dopo l'aeroporto di Venezia scavalcando l'aeroporto di Milano Linate e l'aeroporto di Napoli. L'aeroporto che è cresciuto di più è quello di Palermo con una crescita del 13,7%, mentre l'aeroporto di Milano Linate segna ancora una crescita negativa del -5,0%. seguito dall'aeroporto di Roma Ciampino con una crescita negativa del -0,8% Ecco nel dettaglio il movimento passeggeri dei dieci aeroporti italiani riferito al mese di luglio: Fiumicino (Roma) con 4.432.641 passeggeri in transito e una crescita del 3,6% Malpensa (Varese) con 2.521.377 passeggeri in transito e una crescita del 9,6% Orio al Serio (Bergamo) con 1.269.721 passeggeri in transito e una crescita del 1,3% Tessera (Venezia) con 1.252.641 passeggeri in transito e una crescita del 7,6% Fontanarossa (Catania) con 1.081.587 passeggeri in transito e una crescita del 6,8% Capodichino (Napoli) con 1.053.106 passeggeri in transito e una crescita del 5,2% Linate (Milano) con 903.744 passeggeri in transito e una crescita negativa del -5,0% Borgo Panigale (Bologna) con 845.234 passeggeri in transito e una crescita del 0,9% Punta Raisi (Palermo) con 724.616 passeggeri in transito e una crescita del 13,7% Ciampino (Roma) con 516.288 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,8% Nei primi sette mesi del 2018 il traffico complessivo negli aeroporti italiani è stato di 105.095.507 passeggeri  con una crescita complessiva del 5,4% Considerando le prime dieci posizioni, riferite ai sette mesi del 2018, l'aeroporto di Napoli fa registrare ancora numeri da record con una crescita del 20,5%, seguito dall'aeroporto di Palermo con una crescita del 16,2%, ma è l'aeroporto di Catania Fontanarossa che fa un balzo in avanti riprendendosi il primato del principale scalo del Sud. Negative sono invece le crescite degli aeroporti di Milano Linate, con un -2,9%, e  dell'aeroporto di Roma Ciampino con in - 1,7%. Ecco nel dettaglio il movimento passeggeri dei dieci aeroporti italiani riferito ai primi sette mesi del 2018 Fiumicino (Roma) con 24.542.941 passeggeri in transito e una crescita del 4,5% Malpensa (Varese) con 13.910.860 passeggeri in transito e una crescita del 10,8% Orio al Serio (Bergamo) con 7.428.797 passeggeri in transito e una crescita del 4,9% Tessera (Venezia) con 6.216.190 passeggeri in transito e una crescita del 7,5% Fontanarossa (Catania) con 5.539.928 passeggeri in transito e una crescita del 8,5% Capodichino (Napoli) con 5.528.502 passeggeri in transito e una crescita del 20,5% Linate (Milano) con 5.390.984 passeggeri in transito e una crescita negativa del -3,2% Borgo Panigale (Bologna) con 4.875.183 passeggeri in transito e una crescita del 4,5% Punta Raisi (Palermo) con 3.693.131 passeggeri in transito e una crescita del 16,2% Ciampino (Roma) con 3.394.977 passeggeri in transito e una crescita negativa del -1,5% .

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2018

Ernest Airlines sospende per la prossima stagione invernale i voli tra Italia e Romania

di mobilita

Ernest Airlines, la compagnia italiana con base a Milano, che ha gestito con successo l’apertura di 4 collegamenti diretti tra Italia e Romania,   Verona-Bucarest , Genova-Bucarest, Verona- Iaşi e Cuneo-Iaşi, prevede di sospendere temporaneamente tali voli dall’8 ottobre 2018 a Marzo 2019. Tale decisione è stata presa nell’ambito di un piano di potenziamento che coinvolge non solo la Romania, ma anche altri Paesi in tutta Europa. Il progetto di espansione prevede un ampliamento della flotta, grazie all’arrivo di quattro nuovi Airbus A320 entro Aprile 2019. Le nuove rotte saranno annunciate entro la fine dell’anno corrente. Il team Ernest sta lavorando a una serie di servizi ed innovazioni dedicate al mercato rumeno, a partire dalla versione in lingua rumena del sito della compagnia, a cui farà seguito l’apertura di un Call Center basato proprio in Romania, la creazione una APP per Smartphone e la possibilità di effettuare il Check-in online. “Siamo particolarmente soddisfatti dell’andamento dei voli tra Italia e Romania che abbiamo operato durante la stagione estiva ed intendiamo fare ancora di più per soddisfare i bisogni dei nostri passeggeri. Per questo, a partire dalla primavera 2019, i nostri passeggeri potranno beneficiare di un servizio ancora più completo e di rotte aggiuntive. I nuovi collegamenti verranno comunicati prima dell’apertura delle vendite per la stagione Summer 2019. I 4 collegamenti già esistenti ed i rispettivi 10 voli a settimana, continueranno anche durante la prossima stagione estiva, ha afferrmato Davide Strinna, Country Manager per la Romania e Ucraina “. I passeggeri che hanno già acquistato biglietti per i voli che dovevano essere operati nel periodo di pausa, riceveranno immediatamente il rimborso totale del costo del biglietto. Le tempistiche di restituzione dell’importo potranno variare da 7 a 30 giorni. Tutti i passeggeri coinvolti verranno informati via email e contattati telefonicamente dal Customer Care Ernest. Le informazioni relative alla sospensione dei voli e rispettivo rimborso sono disponibili sul sito Ernest Airlines flyernest.com. In alternative è possibile contattare il Call Center al +40 (31) 229 45 60 dalla Romania o +39 02 897 30 660 da tutti gli altri Paesi 06:00-22:00 / Lunedi- Domenica.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2018

ROMA | Da oggi i filobus da e per il deposito effettuano servizio tra Laurentina e Termini

di mobilita

Dal 10 settembre, i filobus che, dal deposito di Tor Pagnotta si recano a prendere servizio sulle linee 60 e 90 a piazza Venezia e Termini, e i filobus diretti al deposito, anziché viaggiare fuori servizio effettueranno alcune fermate tra via Laurentina/altezza via Celine e il Centro. I filobus effettueranno le fermate lungo il percorso per aumentare l'offerta nelle ore mattinali e serali sulla direttrice Laurentina-Eur-Centro e viceversa. Collegamento F01 via Laurentina-piazza Venezia Fermate: - 82261: Laurentina/Celine - 82264: Laurentina/Cecchignola - 82275: stazione metro B Laurentina - 70656: Colombo/Agricoltura - 70667: Navigatori - 70670: Colombo/circonvallazione Ostiense - 78287: stazione Ostiense - 70875: Marmorata/Vanvitelli - 70518: Petroselli - 72983: piazza Venezia/capolinea linea 60 Collegamento F10 piazza Venezia-via Laurentina Fermate: - 72983: piazza Venezia/capolinea linea 60 - 70543: Petroselli - 70923: Marmorata/Vanvitelli - 70788: stazione Ostiense (temporaneamente sospesa) - 70693: Colombo/Capitan Bavastro - 70698: Navigatori - 70715: Colombo/Agricoltura - 78467: Nairobi/Ospedale Sant'Eugenio - 82275: stazione metro B Laurentina - 82257: Laurentina/Cecchignola - 82260 Laurentina/Celine Collegamento F02 via Laurentina-stazione Termini Fermate: - 82261: Laurentina/Celine - 82264: Laurentina/Cecchignola - 82275: stazione metro B Laurentina - 70656: Colombo/Agricoltura - 70667: Navigatori - 70670: Colombo/circonvallazione Ostiense - 70775: piazza San Giovanni in Laterano - 70678: Santa Maria Maggiore - 80745: stazione Termini, capolinea linea 90 Collegamento F20 piazza Venezia-stazione Termini Fermate: - 80745: stazione Termini, capolinea linea 90 - 70243: Santa Maria Maggiore - 70683: piazza San Giovanni in Laterano - 70693: Colombo/Capitan Bavastro - 70698: Navigatori - 70715: Colombo/Agricoltura - 78467: Nairobi/Ospedale Sant'Eugenio - 82275: stazione metro B Laurentina - 82257: Laurentina/Cecchignola - 82260 Laurentina/Celine

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2018

Air Italy ricerca nuovo personale per sostenere la crescita della compagnia aerea

di mobilita

Air Italy è pronta a coprire, nel corso di questa settimana, altre 5 nuove posizioni lavorative vacanti fra i vari reparti aziendali. In conseguenza di ciò, il numero totale di nuovi posti di lavoro aggiunti nell'intera compagnia aerea, negli ultimi sei mesi dal lancio del nuovo marchio, ammonta a 58, di cui 53 sono stati creati in Italia e 5 all'estero. "Queste nuove posizioni hanno generato nel gruppo Air Italy una moltitudine di nuove opportunità sia per il personale già in forza, sia per i nuovi e futuri occupati. Mentre la compagnia aerea continua a crescere – in seguito al costante ingresso di nuovi aeromobili e all'apertura di nuove destinazioni in tutto il mondo – queste nuove opportunità di lavoro sono destinate a crescere", ha dichiarato Neil Mills, Chief Operating Officer di Air Italy. Air Italy sta attraversando un importante fase di trasformazione, che la porterà ad essere da una piccola compagnia aerea regionale focalizzata sul charter ad una compagnia aerea internazionale di medie dimensioni con il suo hub a Malpensa. Questo comporterà una crescita importante del personale in tutta l'azienda, in particolare per piloti, personale di bordo, ingegneri e tecnici, oltre a tutti i posti di lavoro indiretti, ad esempio nella ristorazione e nell'handling aeroportuale. Già nel 2018 la crescita andrà ben oltre 100 dipendenti di terra e stiamo attualmente lavorando per sviluppare il budget dettagliato delle nuove assunzioni per il 2019. " Oltre alle nuove posizioni già create, Air Italy ha anche avviato una serie di progetti formativi per qualificare ulteriormente la nostra attuale forza lavoro, fornendole sia opportunità di crescita in Air Italy, sia un maggiore potenziale di carriera a lungo termine. Tutto questo è il risultato del nostro nuovo piano industriale, che prevede una ristrutturazione completa della vecchia organizzazione al fine di renderla più agile, flessibile, orientata al profitto e pronta per il significativo sviluppo che intendiamo intraprendere nei prossimi anni". Air Italy ha bisogno di procedere rapidamente e quindi, come per ogni squadra, dobbiamo assicurarci di avere il personale idoneo, che sia adeguatamente motivato, avendo provveduto a dotarlo delle giuste competenze per far crescere questo business e superare i nostri concorrenti. Fare impresa non vuol dire stare fermi, ma significa adattarsi costantemente al mutevole panorama economico e sfruttare le nuove opportunità. Ma per essere in grado di farlo, dobbiamo essere flessibili e adeguatamente qualificati – e questo è quanto intendiamo raggiungere con la nostra ristrutturazione, le nuove assunzioni e la formazione". Negli ultimi sei mesi Air Italy ha ricevuto cinque nuovi aeromobili e lanciato tre nuove destinazioni internazionali, tra cui Bangkok, il cui primo volo è stato inaugurato ieri. Altri tre aerei entreranno in flotta negli ultimi tre mesi del 2018. Nell'ambito del nuovo piano industriale di Air Italy, la compagnia aerea sta rinnovando la propria flotta con i moderni aeromobili Airbus A330-200 e Boeing 737 MAX 8. Air Italy è attualmente l'unica compagnia aerea in Italia a operare il B737 MAX 8. Le nuove rotte di lungo raggio per New York e Miami hanno iniziato ad operare lo scorso mese di giugno e già durante l'estate hanno avuto coefficienti di riempimento superiori al 90% e ci sono aspettative simili per Bangkok, inaugurata ieri, mentre Delhi e Mumbai saranno inaugurate alla fine di ottobre. Nell'ambito della ristrutturazione in corso, Meridiana Maintenance verrà inoltre incorporata in Air Italy, come già annunciato nel piano industriale, con l'integrazione che dovrebbe essere completata entro le prossime settimane. "Tutte le attività attualmente svolte da Meridiana Maintenance proseguiranno regolarmente e non ci sarà alcun cambiamento per il personale", ha affermato Mills. Il nostro obiettivo è rendere le due unità ancora più sinergiche. Avendo raggruppato l'intera area operativa nella compagnia Air Italy, possiamo concentrarci meglio sul nostro obiettivo aziendale principale. Dato che Air Italy continua ad espandersi e a crescere, il volume di lavoro e le opportunità di crescita e sviluppo di nuovo personale all'interno della divisione manutenzione - come nel resto di Air Italy - aumenterà e si diversificherà." L'incorporazione delle funzioni di manutenzione, non influenzerà né le attività attualmente svolte, né i dipendenti coinvolti. In particolare, dopo il trasferimento di 18 tecnici di linea a Malpensa, non ci saranno ulteriori trasferimenti da Olbia, e nel 2018 il reparto manutenzione vedrà diverse nuove assunzioni. Negli ultimi mesi abbiamo già apportato una serie di modifiche all'intero business per semplificare le operazioni e migliorare le prestazioni. Abbiamo quindi aperto la ricerca di molte nuove posizioni aziendali, che sono in via di definizione. Con l'incorporazione di Meridiana Maintenance e la costante crescita e sviluppo di Air Italy, questo processo continuerà e si espanderà". Sono inoltre in corso ulteriori ristrutturazioni, tra cui il trasferimento di 51 ruoli da Olbia a Malpensa, come annunciato a giugno 2018. "Questi trasferimenti garantiranno l'efficienza e la scalabilità delle operazioni di Air Italy in futuro", ha affermato Mills. "Lo staff coinvolto rappresenta il 16% dello staff di Air Italy con sede a Olbia. I reparti delle altre 267 persone - l'84% del personale di Air Italy ad Olbia - non saranno trasferiti come è stato già confermato. I nostri assistenti di volo saranno ovviamente basati dove è posizionata la flotta e diversi mesi fa abbiamo concordato con tutte le parti che avremmo gestito un eccesso temporaneo di equipaggi di cabina a Olbia fino a quando non fossero stati necessari a Malpensa, e tale piano non è cambiato." Tutti gli sviluppi più sopra enunciati, facevano parte del piano industriale originale che è stato presentato, insieme al nuovo marchio, all'inizio di quest'anno, il cui punto focale è lo sviluppo di un nuovo hub a Milano Malpensa e la permanenza della sede centrale della società a Olbia.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2018

Il porto smart naviga sulle rotte digitali

di mobilita

I maggiori porti europei e mediterranei sono nel mezzo di una grande trasformazione; porto “digitale”, “connesso”, “smart”: definizioni che evidenziano aspetti diversi della complessità che la portualità deve oggi governare e rispetto alla quale l’uso di tecnologie ICT è condizione necessaria, ma non sufficiente. Mentre il commercio globale impone ai porti di innovarsi con velocità sempre accelerata, la sfida è mettere in campo soluzioni e sistemi adatti alle esigenze dei diversi soggetti che compongono la “port community estesa”; ma soprattutto di far sì che queste soluzioni siano pienamente integrate e connesse lungo tutta la catena logistica, attraverso il paradigma delle soluzioni standard ed aperte. L’attenzione a questi temi è al centro dell’edizione 2018 del Naples Shipping Week, dove si danno appuntamento tutti i più importanti operatori di settore. L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale promuove la discussione, per verificare con gli stakeholder priorità, strumenti e metodi dell’Agenda Digitale del Porto. Quali tecnologie sono destinate a trasformare i porti? In quale orizzonte temporale? Come anticipare e pienamente incorporare la visione tecnologica nei piani di sviluppo portuale? Quali soggetti pubblici o privati sono i veri driver dell’innovazione in porto? Con quale metodo e modello di governance è possibile ridisegnare i processi portuali e logistici, valutando ex ante l’impatto dell’innovazione tecnologica? Quali scelte strategiche e tecnologiche consentono la piena integrazione e interoperabilità tra i diversi segmenti della supply chain (marittimo, portuale, logistico, intermodale) che, pur fortemente automatizzati e digitalizzati, non sono ancora pienamente connessi tra loro? Quali servizi nuovi e più competitivi sono abilitati dalla connettività pervasiva a vantaggio dei traffici merci e passeggeri? In che modo il port monitoring di nuova concezione innalza i livelli di sicurezza, di integrazione città-porto, di sostenibilità ambientale?

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2018

ROMA | Chiusa la linea A della metropolitana per un incendio

di mobilita

Chiusa la linea A della metropolitana di Roma per un incendio che si è sviluppato nel tratto tra San Giovanni e Ottaviano in una galleria di servizi utilizzata dagli impianti di cavi elettrici, telefonici, fibra ottica. L'Atac ha disposto un servizio di navette sostitutive di superficie con le seguenti fermate: Repubblica<San Giovanni: via Vittorio Emanuele Orlando; <Ottaviano: viale Luigi Einaudi; Terminii>Ottaviano: piazza dei 500 angolo via Cavour; Termini>Ottaviano: via Giolitti angolo via Cavour

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2018

ÖBB | Arriva il treno diretto Bolzano-Vienna

di mobilita

Con l'orario invernale del 2019 sarà introdotto il treno diretto da Bolzano a Vienna, da molti anni chiesto e atteso dagli altoatesini. La Provincia di Bolzano sostiene l'iniziativa delle ferrovie austriache Öbb con un milione di euro all'anno. Il viaggio del treno, che può raggiungere 230 km/h, durerà 6,5 ore. Il treno diretto a Vienna partirà da Bolzano alle ore 8.10, quello di ritorno invece alle 15.30 nella capitale austriaca. Fermerà - con ogni probabilità - nelle stazioni di St. Pölten, Linz, Salisburgo, Innsbruck, come anche in Alto Adige al Brennero, a Vipiteno, a Fortezza e a Bressanone. Il servizio, in caso di successo, potrebbe essere ampliato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2018

Fondazione FS Italiane: da Licata e Caltanissetta alla Valle dei Templi con i Treni del Gusto

di mobilita

Prosegue così con successo il programma redatto dall'Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia, realizzato con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020. Nello specifico, domenica 9 settembre alle 9:15 partirà da Licata il Treno delle dolcezze di convento e dei pani sacri. Fermerà in tutte le principali stazioni - Campobello-Ravanusa, Canicattì, Racalmuto, Grotte, Aragona e Agrigento Bassa - fino a giungere a Tempio di Vulcano. Qui i passeggeri potranno optare per un’escursione al Giardino della Kolymbetra o nell’area archeologica, oppure continuare in treno fino alla stazione di Porto Empedocle da dove sarà possibile raggiungere i vicini lidi o, in alternativa, visitare il centro storico della Vigata del Commissario Montalbano. A bordo treno, la condotta Slow Food di Agrigento organizzerà, durante la corsa di andata, un Laboratorio del gusto con degustazioni di pani votivi e dolcetti di mandorla. Il ritorno da Porto Empedocle è previsto per le 17:25, con arrivo a Licata alle 19:35. Stesso programma anche domenica 30 settembre e domenica 28 ottobre. Domenica 23 settembre, invece, partirà dalla stazione di Caltanissetta Centrale, alle 9:30, il Treno delle pizze, focacce e ciambelle. Fermerà nelle stazioni di San Cataldo, Serradifalco, Canicattì, Racalmuto e Grotte per giungere a Comitini Zolfare alle 10:45. Qui i passeggeri potranno partecipare a numerose attività promosse dalla locale Pro Loco, tra cui escursioni guidate nel grande parco minerario delle zolfare e visite al Museo di Palazzo Bellacera. Non mancheranno, anche in questo caso, i laboratori del gusto curati dalla condotta Slow Food di Caltanissetta. Alle 13:50 il treno storico ripartirà alla volta della Valle dei Templi e Porto Empedocle, fermando ad Aragona Caldare e Agrigento Bassa. I passeggeri potranno scegliere tra un’escursione alle rovine dell’antica Akragas oppure raggiungere la borgata marinara di Porto Empedocle e visitare l’ottocentesca stazione ferroviaria, dove è in programma un altro Laboratorio del gusto. Il ritorno da Porto Empedocle è previsto per le 17:24, con arrivo a Caltanissetta Centrale alle 19:30. Stesso programma anche domenica 14 ottobre e domenica 4 novembre. I biglietti per salire a bordo dei treni storici sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 set 2018

ROMA | Attivo il servizio bus navette Ostia-Ponte della Scafa

di mobilita

In funzione il nuovo servizio Atac che collega Ostia con il ponte della Scafa, attivo tutti i giorni dalle 4 alle 24 e in coordinamento con le navette del Comune di Fiumicino.  La nuova circolare, 060,  ha un unico capolinea. Il percorso previsto è da piazzale della Stazione di Lido Centro fino al ponte della Scafa con frequenza ogni 30 minuti, a supporto delle navette del Comune di Fiumicino e dei mezzi Cotral.  Ecco il percorso e le fermate: stazione Lido Centro della ferrovia Roma-Lido viale Cardinal Ginnasi via delle Baleniere altezza via Vasco De Gama via delle Baleniere altezza via delle antille via Carlo Marenco di Moriondo via delle Azzorre via del Ponte di Tor Boacciana (corrispondenza con bus navetta Aeroporti di Roma) La navetta di Aeroporti di Roma collega l'aeroporto Leonardo da Vinci e l'Isola Sacra a Ponte della Scafa e, come la linea 060, è attiva dalle 4 alle 24. La navetta Aeroporti di Roma effettua le fermate: direzione Ponte della Scafa: Fiumicino Aeroporto/partenze Terminal 3 via della Scafa angolo via Coni Zugna via del Faro altezza ponte 2 giugno via Bezzi angolo via Frassinetti via Trincea delle Frasche altezza via Passo Buole via Trincea delle Frasche altezza via Leandro Veri via della Scafa altezza via Monte Nozzolo ponte della Scafa (corrispondenza con bus Atac linea 060) Direzione Fiumicino Aeroporto: ponte della Scafa (corrispondenza con bus Atac 060) via Trincea delle Frasche altezza via Passo Buole via Trincea delle Frasche altezza via Leandro Veri via Bozzi angolo via Frassinetti via Coni Zugna altezza via del Faro via di Villa Guglielmi via Redipuglia (prima del viadotto Fiumicino Aeroporto/partenze terminal 3

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 set 2018

L’Etr 700 esce con la livrea definitiva Frecciarossa

di mobilita

Il 30 agosto 2018 è uscito, dalla fabbrica Hitachi di Pistoia, il primo ETR.700, con la livrea definitiva Frecciarossa e da dicembre 2018 sarà inserito, insieme ad altri, nel parco rotabili dei Frecciarossa ed espleteranno i servizi commerciali sulla linea Torino-Milano-Venezia e lungo l'Adriatica. Questo treno fa parte della commessa del 4 agosto 2017 di Trenitalia ad AnsaldoBreda di 17 dei 19 convogli V250 “Albatros” inizialmente destinati alle ferrovie olandesi NS e belghe SNCB per i servizi FYRA sulla linea AV Amsterdam–Bruxelles, treni che poi furono rifiutate da entrambe le compagnie ferroviare. Ecco le caratteristiche  tecniche del nuovo treno: Lunghezza: 200 m Capacità: 546 posti; Peso in servizio: 485 T Diametro ruote motrici: 920 mm Ruote portanti: 850 mm Potenza:  5.5 KW Velocità: 250 Km /h Gli ETR 700 di Trenitalia saranno composti da 8 carrozze;  Carrozza 1: Executive (10 posti complessivi) Carrozze 2 e 3: Business Carrozza 4: Premium Carrozze 5-8: Standard Nella carrozza 3 sarà presente lo spazio ristorante, denominato Bistrò. Tutti i posti a sedere saranno dotati di prese elettriche e WIFI Foto di Salvatore Romano d'Orsi   Ti potrebbe interessare: Continuano i test per gli ETR. 700 destinati a Frecciarossa

Leggi tutto    Commenti 0