Articolo
11 ott 2017

You vote, we fly – Oggi la finale su facebook

di mobilita

Trapani in Sicilia, Mostar in Erzegovina e Shannon in Irlanda erano le tre finaliste. Una di queste destinazioni farà parte dell’orario estivo di Eurowings. La vincitrice è stata decretata oggi con un voto live alle 15.00 su www.facebook.com/eurowings ed è risultata vincitrice Mostar in Bosnia-Erzegovina. Il network di Eurowings comprende più di 160 destinazioni in circa 50 paesi e la tendenza è in crescita. Poiché anche il network più grande può non aver considerato tutti i desideri dei propri passeggeri, Eurowings ha lanciato la campagna “You vote, we fly” per far decidere ai propri clienti e fan della pagina Facedbook quale città europea sarà la prossima meta della compagnia. Non c’è stato bisogno di dirlo due volte! Oltre 300.000 persone hanno votato in questi ultimi giorni su www.vote-and-fly.com scegliendo fra 10 destinazioni: Biarritz, Brac, Bergen, Belfast, Trieste, Castellón, Shannon, Mostar, Podgorica e Trapani. Dopo il primo round sono rimaste tre destinazioni finaliste. “Stiamo ampliando il nostro network e vogliamo andare incontro alle richieste dei nostri clienti” dice il CEO e COO di Eurowings Oliver Wagner. “Di sicuro le campagne sui social media ci avvicinano ai nostri clienti”. “Siamo entusiasti dei molti commenti positivi ricevuti a seguito di questa campagna. Dopo il successo della prima edizione di “You vote, we fly” ne stiamo preparando un’altra per il 2018” ha detto Thomas Labonde, Responsabile Marketing di Eurowings. www.eurowings.com

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ott 2017

Ryanair: aggiornamento modifiche programmazione e puntualità

di mobilita

Ryanair ha fornito un aggiornamento in merito alle azioni portate avanti a seguito delle modifiche alla programmazione di 18.000 dei suoi 800.000 voli tra novembre 2017 e marzo 2018. Riguardo alle cancellazioni di settembre e ottobre (annunciate in data 18 settembre): Tutti i 315.000 clienti affetti hanno ricevuto notifiche via e-mail Oltre 311.000 richieste di cambio volo o rimborso (oltre il 99% dei clienti coinvolti) sono state processate I restanti 4.000 clienti (1%) non hanno ancora contattato Ryanair Per le modifiche alla programmazione invernale (annunciate in data 27 settembre): Tutti i 400.000 clienti affetti hanno ricevuto notifiche via e-mail Oltre 360.000 richieste di cambio volo o rimborso (90% dei clienti coinvolti) sono state processate Ci aspettiamo di raggiungere oltre il 95% (più di 380.000 richieste) questa settimana. I restanti 20.000 clienti (5%) non hanno ancora contattato Ryanair Negli ultimi 7 giorni, la puntualità della prima serie di voli Ryanair resta estremamente alta, raggiungendo il 97%. Su 15.000 voli operati la scorsa settimana, solo 23 (21 di questi a causa di uno sciopero degli operatori aeroportuali a Pisa) sono stati cancellati (come da tabella seguente). PUNTUALITÀ E CANCELLAZIONI Puntualità prima serie Cancellazioni giornaliere Lunedì 2 96% 22 (21 per lo sciopero a Pisa, 1 per avverse condizioni meteorologiche) Martedì 3 98% 0 Mercoledì 4 97% 0 Giovedì 5 99% 0 Venerdì 6 97% 0 Sabato 7 99% 0 Domenica 8 96% 1 (avverse condizioni meteorologiche) Media  97%   Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer di Ryanair ha affermato: “Il 99% dei clienti affetti a settembre e ottobre è ora stato riprotetto e invitiamo il restante 1% (meno di 4.000 clienti) a contattarci in merito alla possibilità di ricevere un rimborso o di prenotare un altro volo. Ci scusiamo inoltre con i 400.000 clienti coinvolti dalla riduzione della nostra programmazione invernale. Entro la fine della settimana sarà processato oltre il 95% delle loro richieste di cambio volo o rimborso. La riduzione della nostra programmazione invernale ha contribuito a ripristinare la nostra puntualità da leader del settore raggiungendo il 97% nella prima serie di voli partiti la scorsa settimana, il che significa che ora i clienti possono prenotare i nostri voli a tariffe basse senza alcun pericolo di cancellazioni di voli dovute dalla programmazione dei turni.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

Hitachi Rail Italy e Ansaldo STS ad Atlanta per APTA 2017

di mobilita

Altro importante appuntamento per Hitachi Rail Italy e Ansaldo STS è il meeting annuale organizzato dall’American Public Transportation Association (APTA) in programma dal 9 all’11 ottobre al Georgia World Congress Cente di Atlanta. Per Hitachi Rail Italy e Ansaldo STS si tratta della seconda grande manifestazione fieristica dell’anno sul territorio americano (lo scorso maggio si è tenuto in Canada l’UITP). APTA costituisce un’importante occasione di incontro per il settore ferroviario e vi parteciperanno costruttori, fornitori ed esperti provenienti da tutto il mondo. Le due aziende italiane, che dal 2015 fanno parte del Gruppo Hitachi, avranno l’opportunità di mostrare, attraverso un’area espositiva comune, l’innovazione dei loro prodotti con un focus particolare a quelli destinati al mercato americano, tra cui la nuova metro per la città di Baltimora. A luglio scorso, infatti, Hitachi Ansaldo Baltimore Rail Partners LLC (HAB) - costituita proprio da Hitachi Rail Italy e Ansaldo STS -, si è aggiudicata un contratto, del valore di 400.5 milioni di dollari, che prevede la fornitura di treni e dei relativi sistemi di segnalamento per la linea Baltimore Metro Subway Link. “L’America – afferma Maurizio Manfellotto, CEO Hitachi Rail Italy – è per noi un territorio fondamentale dove abbiamo una presenza storica in termini di prodotti e dove ormai da alcuni anni abbiamo anche una nostra fabbrica. In Florida, infatti, stiamo costruendo i veicoli per la metropolitana di Miami e realizzeremo quelli per Baltimora. L’innovazione tecnologica e l’affidabilità dei nostri treni, unita alla nostra capacità di rispetto dei tempi di consegna, ci rendono capaci di rispondere al meglio alle esigenze della mobilità americana”. “In Ansaldo STS – dichiara Andy Barr- definiamo il Nord America come uno dei nostri mercati domestici. Questo per due motivazioni principali: in primis perché la nostra presenza nell’area è forte e solida da tempo; in secondo perché tra i nostri obiettivi principali c’è quello di puntare ancor di più su quel mercato. APTA è una delle fiere più importanti per noi e lì presenteremo molti dei nostri prodotti di punta come, tra gli altri, il CBTC, l’High Speed Rail e il MicroLok-Vipro. Inoltre il recente contratto stipulato a Baltimora riflette la grande fiducia che il mercato Nord Americano ci accorda da tempo. Crediamo nell’innovazione e il nostro posto nella famiglia Hitachi ci assicura l’accesso a prodotti e tecnologie innovative che renderanno i nostri prodotti ancora più competitivi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

Aeroporto di Genova, Volotea vola a Madrid, Lampedusa e Mykonos

di mobilita

Volotea, la compagnia aerea che collega medie e piccole destinazioni in Europa, ha annunciato l’avvio di 3 nuove rotte da Genova per la prossima stagione estiva. Fiore all’occhiello della nuova programmazione di Volotea sarà il volo per Madrid (disponibile dal 30 marzo con 2 frequenze settimanali per un totale di più di 16.200 biglietti), primo collegamento Volotea dall’Italia per la capitale spagnola. Il volo punta a rafforzare ulteriormente l’asse turistico ligure verso l’estero. Inoltre, dal Cristoforo Colombo sarà possibile decollare con Volotea alla volta di due splendide isole, Mykonos (disponibile dal 29 maggio una volta a settimana per un totale di più di 4.850 biglietti) e Lampedusa (dal 26 maggio una frequenza a settimana per un totale di 4.850 biglietti). Volotea opererà così un totale di 16 rotte da e per Genova - 8 in Italia e 8 all’estero -, riconfermandosi come la prima compagnia dello scalo per numero di mete collegate. Per il 2018 il vettore collegherà il Cristoforo Colombo con 16 destinazioni, 8 in Italia – Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa (novità 2018), Napoli, Olbia, Palermo – e 8 all’estero: Ibiza, Madrid (novità 2018), Minorca e Palma di Maiorca in Spagna, Vienna in Austria, oltre ad Atene, Mykonos (novità 2018) e Santorini in Grecia. E una speciale promozione è stata ideata per il lancio delle nuove rotte in partenza da Genova: sarà, infatti, possibile acquistare biglietti con tariffe a partire da 9 Euro verso Madrid, Mykonos e Lampedusa. Sin dall’inizio della sua attività, nel 2012, Volotea ha creduto nelle potenzialità turistiche liguri e, dal suo primo volo, ha trasportato a oggi più di 755.200 passeggeri da e per Genova. I numeri e l’annuncio delle nuove rotte testimoniano l’importante impegno del vettore nel proporre nuove destinazioni di grande richiamo: per il 2018, la compagnia scenderà in pista, per un totale di 3.250 voli e più di 400.000 biglietti in vendita. A Genova Volotea ha continuato a conquistare i passeggeri grazie a collegamenti diretti e veloci, raggiungendo un tasso di raccomandazione pari al 90% e un load factor dell’89%. Inoltre, nei mesi estivi, nonostante il picco di operatività, il tasso di puntualità dei voli della compagnia è stato dell’83%. I biglietti verso le 16 destinazioni raggiungibili da Genova con Volotea sono in vendita sul sito della compagnia aerea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

#lamusicastacambiando: inizia il roadshow dei nuovi treni regionali “Pop” e “Rock”

di mobilita

Parte da Bologna #lamusicastacambiando, il tour che vedrà protagonisti i due nuovi treni della flotta regionale Trenitalia "Pop" e Rock", in arrivo in Emilia Romagna dal 2019. Riproduzioni in scala 1:1 saranno esposti nelle principali piazze italiane. Sarà possibile conoscere e apprezzare nel dettaglio le caratteristiche dei nuovi treni: dalla cabine di guida ai nuovi sedili oltre a poter costruire virtualmente un treno su misura, grazie a un configuratore di bordo. BOLOGNA - VILLAGGIO TRENITALIA Dal 9 al 12 ottobre. Aperto dalle 9.00 alle 20.00 Martedì 10 ottobre l'evento inaugurale a cui parteciperanno il Ministro Graziano Delrio, gli AD di FS e Trenitalia Renato Mazzoncini e Orazio Iacono, il sindaco di Bologna Virginio Merola e l'Assessore ai Trasporti Raffaele Donini. Lo stesso giorno, dalle 17.00 alle 19.00, nel villaggio ci sarà l’animazione di Angelo Baiguini di RTL 102.5.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2017

Grimaldi assume 500 marittimi nel ro-ro

di Fabio Nicolosi

La compagnia marittima ha iniziato la selezione di cinquecento italiani da imbarcare su dieci navi per il trasporto di autoveicoli tra Mediterraneo e Nord America. La società sottolinea che tutti i nuovi assunti saranno italiani e saranno imbarcati sulla car carrier Grande Baltimora e sulle nove gemelle in costruzione e che saranno varate entro il 2019. Queste navi Pctc (Pure Car & Truck Carrier) viaggeranno sulla rotta tra Mediterraneo e Nord America per trasportare autovetture e camion nuovi. Sempre nel ro-ro, Grimaldi sta definendo un ordine per sei unità della nuova generazione Hybrid Ro-Ro (G5GG), con l'opzione per altre quattro, che serviranno le autostrade del mare del Gruppo nel Mediterraneo. Inoltre, entro la fine di ottobre la compagnia impiegherà il ro-pax Euroferry Corfu (già Finneagle) nel cabotaggio nel Mediterraneo occidentale e a gennaio 2018 rientreranno nella flotta i ro-pax Amsicora e Bonaria. Per quanto riguarda l'assunzione dei marittimi, la compagnia informa che "i profili professionali richiesti per le navi in arrivo in flotta riguardano le sezioni di coperta (comandante, 1° ufficiale, allievo ufficiale, ufficiale di navigazione, nostromo, marinaio, carpentieri, mozzo), macchina (direttore, 1° macchina, ufficiali, allievo ufficiale, operaio motorista, operaio meccanico, ottonaio, giovanotto macchina, elettricista) ed hotel (commissario di bordo, cuoco, cuoco equipaggio, piccolo e garzone cucina, piccolo e garzone di camera, cameriere, 1° cameriere)". Grimaldi precisa che marittimi italiani sia sulle navi che percorrono rotte in cabotaggio nazionale, sia su quelle delle rotte nord-europee ed atlantiche. Oggi il Gruppo armatoriale impiega 13.500 persone (78% personale europeo e 22% extra-europeo) di cui 4100 a terra e 9400 a bordo. Per quanto riguarda il personale marittimo, il Gruppo Grimaldi impiega sulle sue oltre 120 navi con varie bandiere europee (italiana, finlandese, svedese, inglese, greca e maltese) 4600 italiani, 2500 europei e 2300 extra-europei.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Malpensa Express in crescita del 28%

di mobilita

Sono due milioni e trecentomila i passeggeri che nei primi nove mesi del 2017 hanno utilizzato il treno per raggiungere l'aeroporto di Malpensa, in aumento del 28%, rispetto allo stesso periodo del 2016. Numeri record per il Malpensa Express, per il quale si prevedono 3 milioni di passeggeri entro fine 2017, ben un milione in più del 2016. Mentre l'aeroporto cresce del 15% rispetto al 2016, a nove mesi dall'apertura della stazione ferroviaria del Terminal 2 il treno guadagna nuove quote di mercato confermandosi il mezzo più sostenibile e veloce per raggiungere i due Terminal. I 148 treni giornalieri che collegano le stazioni di Milano Centrale, Milano Garibaldi, Milano Cadorna e Milano Bovisa all'Aeroporto, ad oggi hanno registrato performance di puntualità superiori al 90%. Aumenta del 7%, arrivando al 34% sul totale, il numero di passeggeri aeroportuali che utilizza il treno con origine/destinazione Milano Centrale, hub interscambio con le linee dell'Alta Velocità, delle Frecce e con le altre linee Trenord. In crescita, +49%, anche le vendite online tramite e-store dedicato. Il Malpensa Express è pioniere del servizio ferroviario anche nella vendita dei biglietti: da dicembre è attivo per la prima volta in Italia l'innovativo servizio sviluppato da Trenord e Mastercard che consente di pagare il biglietto del Malpensa Express semplicemente avvicinando la carta contactless (di credito, di debito, prepagata) o lo smartphone con tecnologia NFC (Near Field Communication) a uno degli 8 tra tornelli e totem dedicati presenti nelle stazioni di Milano Cadorna, Centrale, Porta Garibaldi e di Malpensa T1 e T2. "Si tratta di numeri estremamente positivi che proiettano il treno verso segmenti di mercato in costante crescita e diversi dal commuting. Importanti segnali vengono dai segmenti aeroportuali e transfrontalieri. La mobilità in Lombardia ha scelto il binario giusto, sostenibile, e non solo per gli spostamenti di lavoro o di studio - spiega l'amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisè -. Mentre Milano e la Lombardia si dimostrano uno straordinario dinamismo, in ambito turistico e culturale, Trenord si conferma protagonista della mobilità e cerniera tra i diversi territori. Il potenziamento della connessione aeroportuale con le linee suburbane, regionali e dell'alta velocità conferma Trenord come il principale player della mobilità lombarda. Nel 2018 - continua Cinzia Farisè - dopo l'apertura del collegamento Mendrisio-Varese, anche il Canton Ticino e la grande area varesina, godranno di un collegamento con l'aeroporto decisamente concorrenziale rispetto all'auto. E mediante le suburbane Varese-Passante di Milano-Treviglio (S5), Novara-Passante di Milano-Treviglio (S6) e Saronno-Monza-Milano-Albairate (S9), anche l'aeroporto di Linate è facilmente raggiungibile in treno utilizzando la fermata di Milano Forlanini". Il servizio aeroportuale: 148 corse dalle 4:27 alle 01:00 Il Malpensa Express collega il centro di Milano con l'aeroporto di Malpensa T1-T2 con 148 corse al giorno, 4 per direzione all'ora, 7 giorni su 7, dall'alba (prima corsa verso Malpensa alle 4:27 da Milano Cadorna e alle 5:25 da Milano Centrale) a dopo mezzanotte (ultima corsa dall'aeroporto per Milano Cadorna alle 01:00). Da Milano Cadorna i treni partono ai minuti .27 e .57 di ogni ora, da Milano Centrale ai minuti .25 e .55, da Milano Porta Garibaldi ai minuti .05 e .35. Ai minuti .20 e .50 partono le corse in direzione Milano Cadorna, ai minuti 7. e .37 quelle verso Milano Porta Garibaldi / Milano Centrale. In corrispondenza degli arrivi notturni di voli EasyJet sono state inoltre istituite tre corse notturne che partono dal Terminal 2 verso Milano Cadorna alle 0:20, 1:00 e 1:51 (quest'ultima con bus). Tutti i treni percorrono la nuova linea T1 - T2 in 6 minuti, compreso un minuto di sosta al T1 per salita e discesa passeggeri Titoli di viaggio dedicati Corsa singola a 13 euro, andata e ritorno a 20 euro con validità di 30 giorni, Malpensa Family valido per 2 adulti e 2 ragazzi (dai 4 ai 18 anni non compiuti) a 33 euro e carnet di 6 corse a 71 euro con un risparmio del 10%. Biglietto di corsa singola e andata e ritorno sono acquistabili anche online su store.trenord.it e tramite la App Trenord, disponibile gratuitamente per iOs e Android. Biglietterie La biglietteria del Terminal 2 è aperta tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 8.30 alle 00.25, quella del Terminal 1 è aperta tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 6.15 alle 21.20. Qui è possibile acquistare tutti i titoli di viaggio Trenord e ricevere informazioni e consigli per muoversi in Lombardia, anche per il tempo libero con le proposte Discovery Train, utilizzando una delle 2.300 corse effettuate tutti i giorni da Trenord. Flotta di ultima generazione Il servizio Malpensa Express viene effettuato con treni di ultima generazione Coradia Meridian monopiano in composizione semplice o accoppiata da più di 500 posti a sedere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Busitalia e Trenitalia: nasce Umbria.Go, biglietto integrato all inclusive per muoversi in Umbria

di mobilita

Nasce in Umbria, laboratorio dell'integrazione globale dei sistemi di trasporto pubblico, Umbria.GO, il biglietto integrato all inclusive per muoversi ovunque e con qualsiasi mezzo. Primo esempio in Italia di integrazione tra i diversi vettori del Gruppo Fs Italiane, Umbria.GO permette l'utilizzo dei treni regionali, degli autobus urbani ed extraurbani, dei battelli del Lago Trasimeno, della funicolare di Orvieto e del Minimetrò di Perugia. Una vera e propria carta di libera circolazione da utilizzare sull'intero territorio regionale umbro, senza il vincolo di relazioni specifiche.Umbria.Go è stato presentato stamani a Perugia dalla Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, dall'AD di Busitalia Stefano Rossi e dall'AD di Trenitalia Orazio Iacono. Presenti anche Giuseppe Chianella e Fabio Paparelli - rispettivamente Assessori regionali ai trasporti e al turismo - Maria Annunziata Giaconia, direttore Passeggeri regionale di Trenitalia, Bruna Di Domenico, direttore Trenitalia Regionale Umbria e Velio Del Bolgia, direttore Busitalia Umbria. Un ventaglio di opportunità di trasporto che copre tutto il territorio umbro e che, per quanto riguarda i treni regionali, ne supera anche i confini geografici, prevedendo la validità del biglietto integrato fino alle stazioni di Terontola, Chiusi ed Orte. Umbria.GO si rivolge prevalentemente ai circa 2,5 milioni di turisti che annualmente scelgono l'Umbria per le sue infinite bellezze e scoprirne i borghi nascosti, che custodiscono storia, arte, cultura e gastronomia. Agevolando l'interscambio modale tra i diversi mezzi di trasporto, si propone di offrire loro un'esperienza unica del viaggio, realizzando così la mobilità collettiva integrata, uno dei pilastri del Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane Quattro le tipologie previste - Umbria.GO 1, 2, 3 e 7 - in relazione ai giorni di validità del biglietto. Il ticket è personale e non cedibile e deve essere convalidato al primo utilizzo. Assolutamente conveniente anche il prezzo: le quattro tipologie costano rispettivamente 15, 26, 33 e 45 euro. Per i ragazzi sotto i 12 anni è prevista la riduzione junior del 50%. La vocazione prettamente turistica del nuovo biglietto presuppone una sua grande facilità di acquisto: sarà possibile farlo in tutte le biglietterie di Trenitalia, Busitalia e nelle Agenzie di Viaggio e negli uffici di promozione turistica. E' già in atto una selezione tra le 4 mila strutture ricettive regionali come rivenditori di Umbria.GO.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

REGIONE PUGLIA | Un bando per aprire gli aeroporti di Foggia e Grottaglie

di Roberto Lentini

Il governatore della regione Puglia Michele Emiliano vuole riaprire gli scali di Foggia e Grottaglie alle compagnie aeree low cost grazie un bando della regione Puglia di 7,5 milioni di euro all'anno per tre anni, per attrarre compagnie aeree  low cost. L'aeroporto di Foggia è attualmente fra gli scali meno utilizzati d'Italia e, secondo fonti dell'Assaeroporti, ha un traffico passeggeri che arriva appena alle 540 unità in tutto il 2017. L'aeroporto di Grottaglie, sebbene completamente fruibile e funzionante per i voli passeggeri è allo stato attuale destinato ad uso esclusivamente cargo. Attualmente la regione Puglia paga circa 12 milioni di euro l'anno alla compagnia aerea Rynair per garantire agli scali di Bari e Brindisi collegamenti con le principali città italiane ed europee. "Naturalmente sarà il mercato a decidere - puntualizza un dirigente regionale - Se nessuna compagnia aerea vorrà atterrare e decollare su Foggia e Grottaglie non possiamo continuare a investire su queste due infrastrutture e le risorse potrebbero essere dirottate sugli scali di Bari e Brindisi". L'obiettivo principale del governatore Emiliano resta è di attrarre turisti italiani e stranieri in altri due scali pugliesi. “Il segreto dello sviluppo economico di un territorio è l’unità di intenti – ha concluso Emiliano - ed è questo l’invito che rivolgo a Foggia, a cittadini, operatori turistici, industriali. C’è bisogno di grande sinergia per muovere tutto ciò che è possibile per valorizzare e mettere a sistema tutti gli asset rilevanti”.   Se poi questo piano dovesse fallire, Foggia potrebbe sempre puntare sulla Protezione civile e Grottaglie si specializzerebbe ancora di più come scalo a vocazione industriale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Volvo Trucks punta sul gas naturale

di mobilita

Volvo Trucks sta per lanciare veicoli pesanti conformi a Euro 6 alimentati a gas naturale liquido o a biogas. I nuovi mezzi pesanti offrono pari prestazioni, guidabilità e consumo di carburante dei modelli Volvo alimentati a diesel. Inoltre, in base al carburante impiegato, le emissioni di CO2 generate dai nuovi veicoli possono essere ridotte dal 20 al 100% rispetto a quelle dei veicoli diesel. I nuovi Volvo FH LNG e Volvo FM LNG sono disponibili nei modelli da 420 o 460 CV per attività di trasporto pesante regionali e di lungo raggio. "Grazie ai nostri nuovi veicoli alimentati a gas naturale liquido o a biogas, siamo in grado di offrire un'alternativa a basso impatto sul clima che soddisfa anche gli elevati requisiti di prestazioni, riduzione dei consumi di carburante e autonomia operativa. È proprio questa la combinazione richiesta dai nostri clienti per i trasporti regionali e di lungo raggio" afferma Lars Mårtensson, Direttore Ambiente e innovazione di Volvo Trucks. Piuttosto che un motore a ciclo Otto, la tradizionale soluzione per i veicoli a gas, il Volvo FH LNG e il Volvo FM LNG sono alimentati da motori a gas che impiegano la tecnologia a ciclo diesel. Ciò significa che optando per il gas si ottengono pari guidabilità, consumo di carburante e affidabilità. Il motore a gas da 460 CV di Volvo genera una coppia massima di 2.300 Nm, mentre il modello da 420 CV raggiunge i 2.100 Nm, ovvero le stesse coppie ottenute con i corrispondenti motori diesel. Inoltre, il consumo di carburante è simile a quello dei motori diesel Volvo, ma più basso del 15­-25% rispetto ai convenzionali motori a gas. Il carburante impiegato è gas naturale in forma di LNG (gas naturale liquefatto) o biogas (noto anche come bio-LNG), entrambi composti principalmente da metano. Impiegando il biogas, è possibile ridurre l'impatto climatico del 100%, mentre il gas naturale consente di ridurlo del 20%. Questi dati si riferiscono alle emissioni complessive (in inglese dette anche "tank-to-wheel") del veicolo durante l'utilizzo. Al fine di ampliare al massimo la percorrenza, i serbatoi vengono riempiti con LNG, conservato a una pressione di 4-10 bar e a una temperatura compresa tra -140 e -125 °C. Il modello più grande di serbatoio del carburante contiene LNG sufficiente per una percorrenza pari a 1.000 km. Il rifornimento richiede quasi lo stesso tempo che con il diesel. Durante la guida, il carburante viene riscaldato, pressurizzato e trasformato in gas prima di essere iniettato nel motore. Per accendere il gas, al momento dell'iniezione viene aggiunta una piccola quantità di diesel. Per ottenere una riduzione del 100% le emissioni di CO2, occorre sostituire il diesel fossile con HVO (oli vegetali idrogenati, Hydrogenated Vegetable Oils) e combinarlo con bio-LNG. Attualmente, Volvo Trucks sta collaborando con i fornitori di gas e i proprio clienti per sviluppare l'espansione delle infrastrutture di LNG in Europa. Tale sviluppo è supportato anche a livello politico da molti paesi e dall'UE. Anche il pacchetto di interventi della Commissione europea e degli stati membri, volto a garantire la fornitura energetica europea nel lungo termine, include una strategia per ampliare le infrastrutture di LNG. "Il gas naturale offre notevoli vantaggi a livello climatico, ha un prezzo competitivo in molti paesi e ve ne sono riserve sufficienti per giustificarne un utilizzo su grande scala. Grazie all'adozione sui veicoli LNG stiamo creando nuovi requisiti per i nostri clienti nell'ambito della riduzione del carburante e dei prezzi. Al contempo, ciò ci consente di ridurre notevolmente l'impatto ambientale delle loro attività con mezzi pesanti", spiega Lars Mårtensson. Le vendite dei modelli Volvo FM LNG e Volvo FH LNG inizieranno nella primavera del 2018. Dati su Volvo FM LNG e Volvo FH LNG Modelli disponibili: trattori (4x2, 6x2, 6x4) e carri (4x2, 6x2, 6x4) con peso totale massimo di 64 tonnellate per attività di trasporto regionale e di lungo raggio. Motore: Volvo G13C Euro 6. Motore common rail a 6 cilindri in linea da 13 litri; iniettori con ugelli per gas e diesel. Disponibile nei modelli da 420 CV/2.100 Nm e da 460 CV/2.300 Nm. Trasmissione: Volvo I-Shift. Serbatoi del carburante: Disponibile con 115 kg (275 l), 155 kg (375 l) o 205 kg (495 l) di LNG per una percorrenza massima di 1000km. Viene montato anche un piccolo serbatoio per diesel. Post-trattamento dei gas di scarico: SCR e filtro antiparticolato. Il Volvo FH LNG e il Volvo FM LNG rispondono all'omologazione unica europea (WVTA) e sono certificati conformemente allo standard europeo ECE R110.

Leggi tutto    Commenti 0