Articolo
24 lug 2019

VENEZIA | Presto le grandi navi da crociera fuori dal canale della Giudecca

di mobilita

Si è tenuto ieri, nella sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un nuovo incontro tecnico per analizzare le soluzioni alla problematica delle grandi navi a Venezia. Durante la riunione, che si è svolta alla presenza del Ministro Danilo Toninelli, si è parlato degli attracchi diffusi alternativi che permetteranno di non far passare più i colossi del mare a San Marco ma di spostare da subito, già dalle prossime settimane, decine di navi sopra le 40mila tonnellate fuori dal canale della Giudecca. Per approfondire questa soluzione, che sarebbe attuabile nel giro di pochi giorni, e per una maggiore condivisione della decisione per tutti gli stakeholder, verranno convocate nei prossimi giorni le compagnie per far sì che già dalle prossime settimane le prime grandi navi attracchino fuori Venezia, così da tutelare le attività commerciali e la sicurezza di una delle città più belle del mondo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2019

L’Aeroporto di Milano Bergamo offre 131 destinazioni in 39 Paesi di Europa e Mediterraneo

di mobilita

La chiusura dell’aeroporto di Milano Linate dal 27 luglio al 26 ottobre avvicina naturalmente i residenti di Brescia e provincia all’aeroporto di Milano Bergamo, che offre 131 destinazioni in 39 Paesi di Europa e Mediterraneo fino all’Egitto e alle isole iberiche atlantiche, con in più la possibilità di utilizzare vantaggiosamente le connessioni per le rotte intercontinentali. E’ quanto offre Alitalia, che dal 27 luglio riapre il collegamento tra Bergamo e Roma Fiumicino, operato con quattro voli giornalieri in andata e altrettanto al ritorno, consentendo sia di raggiungere la capitale e rientrare anche in giornata, sia di proseguire con comode coincidenze con voli di lungo raggio. Il volo Alitalia tra Bergamo e Fiumicino resterà anche nell’orario invernale, che scatta a fine ottobre, con tre frequenze giornaliere. Altra interessante novità è in calendario il 1° settembre, quando British Airways inaugurerà il collegamento con Londra Gatwick, operato tutti i giorni, eccetto il sabato, con un Airbus 320 da 177 posti, e dal 7 dicembre con frequenza giornaliera, incrementando le possibilità di raggiungere la capitale inglese e di avvantaggiarsi di un ulteriore ventaglio di destinazioni internazionali e intercontinentali per proseguire dallo scalo a Gatwick. I residenti a Brescia e provincia, che rappresentano il 17% dell’utenza lombarda, ovvero il 13% del movimento passeggeri all’Aeroporto di Bergamo, corrispondente a 1,7 milioni, hanno a disposizione un network che comprende 92 destinazioni servite da Ryanair, con ulteriore possibilità di sfruttare la rete dei voli in connessione gestita dal vettore irlandese, una dozzina nell’est Europa raggiunte da Wizz Air, con aggiunta a partire dal 24 dei voli su Barcellona operati da Vueling che rafforza l’offerta per rispondere alla comanda crescente di collegamenti con la città catalana. Da Bergamo operano anche Pobeda Airlines per Mosca, Air Arabia Maroc e TUIFly per Casablanca, Air Arabia Egypt per Alessandria Sharm el Sheikh, Arkia per Tel Aviv, Lauda per Vienna, Dusseldorf e Stoccarda, Blue Panorama per Reggio Calabria, Tirana e una serie di destinazioni vacanziere del Mediterraneo, Volotea, con i voli bisettimanali per Pantelleria Lampedusa, quelli in esclusiva per Spalato e Dubrovnik, e il giornaliero per Olbia, e Pegasus Airlines verso il proprio hub di Istanbul collegato con Paesi del medio Oriente, arabi e africani. L’aeroporto di Milano Bergamo ha curato particolarmente il tema dell’accessibilità da est. Per chi arriva in auto è stata introdotta una tariffa giornaliera di 4 euro valida per le aree parcheggio P2 (settore B e scoperto) e P3 scoperto per una sosta da effettuare entro il 9 settembre. Da Brescia l’aeroporto di Milano Bergamo è raggiungibile comodamente anche in bus autostradale, con 11 corse giornaliere in partenza dalla pensilina 24 dell’autostazione dalle 4:10 del mattino alle 20:30 e altrettante corse di ritorno dalle 5:10 del mattino alle 22:30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 lug 2019

Sciopero nazionale dei trasporti il 24 e 26 luglio

di mobilita

Per domani, dalle 9.00 alle 17.00, è previsto uno sciopero generale che interesserà gli addetti del trasporto pubblico e metro, i ferrovieri, marittimi, merci e logistica e il personale delle autostrade.  Lo sciopero è stato indetto dalle Organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fast Confsal. TRENI Trenitalia comunica che i treni potranno subire cancellazioni o variazioni. La protesta sindacale non comprende il personale di RFI operante in Campania. Circoleranno regolarmente le Frecce di Trenitalia. Saranno inoltre garantiti i collegamenti regionali nelle fasce pendolari, con possibili leggere modifiche al programma dei treni. Sarà assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. Trenord in un comunicato fa sapere che lo sciopero. pur non interessando il personale Trenord, potrà causare ritardi, limitazioni e cancellazioni per le corse regionali, suburbane e a lunga percorrenza e il servizio Malpensa Express. Non sono coinvolte le fasce orarie di garanzia. Circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio. Per la Lunga Percorrenza saranno garantite le corse indicate sul sito di Trenord al link /it/assistenza/treni-in-caso-di-sciopero.aspx MARITTIMI Si asterranno dal lavoro il personale viaggiante sui collegamenti con Sicilia e Sardegna nell'arco dell'intera giornata, da mezz'ora prima delle partenze. Per i collegamenti con le isole minori il personale viaggainte si asterrà per  24 ore quello viaggiante sui collegamenti con le isole minori. Saranno però garantiti le linee ed i servizi essenziali. Per il TPL, gli orari dello sciopero dei trasporti del 24 luglio varieranno da città a città. Qui gli orari: Firenze, Milano e Torino dalle 18 alle 22; Venezia dalle 10 alle 14; Genova dalle 11:30 alle 15:30; Napoli dalle 9 alle 13; Palermo dalle 9:30 alle 13:30; Bologna dalle 11 alle 15; Roma e Bari dalle 12:30 alle 16:30. Il 26 luglio è stato invece proclamato lo sciopero del trasporto aereo: 4 ore dei sindacati di categoria, 24 ore dalle associazioni professionali.  Il ministro Danilo Toninelli ha chiesto che vengano annullati gli scioperi  del 24 e 26 luglio. È questa la richiesta presentata dal ministro delle Infrastrutture anche alla luce dell'attentato di ieri sulla linea dell'alta velocità. I sindacati hanno però respinto la richiesta secondo cui "non ci sono le condizioni per revocare nè rinviare lo sciopero".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 lug 2019

MILANO M4 | Arrivato il primo dei 47 treni della linea M4

di mobilita

Arrivato il primo dei 47 treni della linea M4 della metropolitana di Milano che da gennaio del 2021 collegherà l’aeroporto di Linate fino alla stazione Forlanini (dove la linea blu incrocerà il passante). Il treno è stato collocato all'interno della galleria (pronta già al 100%) attraverso il pozzo di servizio che immette direttamente nei binari. È stato costruito negli stabilimenti Finmeccanica-AnsaldoBreda parte a Napoli, (per quanto riguarda i componenti di trazione, di controllo del veicolo) e parte a Reggio Calabria (per la parte relativa alla costruzione di casse e montaggi). I treni saranno a guida automatica (driverless) con una capacità di trasporto di 600 passeggeri e una velocità massima di 80 km/h. Ogni Unità di Trazione sarà composta da 4 casse, articolate, per una lunghezza complessiva di 50 metri, e saranno alimentate a 750 Vcc tramite terza rotaia. La foto di copertina è tratta da "La Repubblica"  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

Accordo Trenitalia e Blu Jet per garantire coincidenze treno-nave veloce sullo stretto di Messina

di mobilita

Garantire le coincidenze dei treni media e lunga percorrenza in arrivo e in partenza alla stazione di Villa San Giovanni con i mezzi veloci del Gruppo FS Italiane che fanno servizio nello Stretto di Messina.  Sono le priorità dell’accordo fra Trenitalia e Blu Jet operativo da lunedì 29 luglio per assicurare ai viaggiatori un collegamento veloce ed efficiente fra Sicilia e Calabria. La stretta collaborazione fra le Sale operative delle due Società permetterà di garantire il proseguimento del viaggio, in particolare in caso di ritardo del treno o della nave veloce. Gli operatori attiveranno le procedure per assicurare le coincidenze e per l’assistenza ai viaggiatori. Sono 21 i treni (Frecciargento, Frecciabianca, InterCity, InterCityNotte) che rientreranno nell’accordo, 11 in direzione Nord e 10 verso Sud. Questa nuova sinergia viene incontro alle esigenze delle persone che viaggiano nello Stretto di Messina e favorisce l’integrazione modale, uno degli obiettivi strategici del Gruppo FS Italiane.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

Grandi Navi Veloci blocca la commessa di due navi Ro-Pax con i cantieri Gsi in Cina

di mobilita

Grandi Navi Veloci blocca, al momento, la commessa delle due navi adibite sia al trasporto passeggeri sia al trasporto merci per un importo previsto di circa 150 milioni di euro ognuna. L'accordo era stato siglato a febbraio del 2018 a Pechino con i cantieri Gsi, e prevedeva la costruzione a Guangzhou, in Cina, di nuove unità adibite sia al trasporto passeggeri che a quello merci. Le navi previste dovevano essere quattro, di cui due destinate alla famiglia Onorato e le restanti a GNV. Al momento restano confermate solo le due navi destinate alla famiglia Onorato la cui consegna è prevista nel 2022 e verranno utilizzate sulle rotte tra la Sardegna e la Penisola. Ti potrebbe interessare: L’armatore Achille Onorato annuncia la costruzione in Cina di due nuove navi ro-pax

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

FIRENZE | Da oggi i biglietti ATAF si possono acquistare anche con carta di credito contactless

di mobilita

Dal 18 luglio 2019 è attiva su tutti gli autobus Ataf Gestioni la possibilità di acquistare il biglietto Ataf&Li-nea valido 90’ al prezzo di Euro 1,50 direttamente a bordo del bus, utilizzando la carta di pagamento contactless dei circuiti abilitati Mastercard, Maestro, Visa e V PAY. Il biglietto Ataf&Li-nea acquistato a bordo dei bus Ataf Gestioni con questa modalità definita “cashless” è un biglietto digitale, valido nei novanta minuti successivi all’acquisto anche sui servizi gestiti da Li-nea e sulla Tramvia.  Scarica qui la brochure informativa MODALITÀ DI ACQUISTO CASHLESS DEL BIGLIETTO Ataf&Li-nea Occorre essere in possesso di valida carta di pagamento contactless dei circuiti abilitati (MasterCard, Maestro, Visa, VPay). Per acquistare il biglietto occorre avvicinare la carta di pagamento al validatore verde e attendere il messaggio di conferma “biglietto valido”. Nel caso in cui la carta non sia abilitata (es. carta di pagamento non appartenente ai circuiti abilitati e/o credito residuo non sufficiente), il validatore comunica il seguente messaggio “carta bancaria in lista nera” e il passeggero è tenuto a munirsi di valido titolo di viaggio. ACQUISTO CASHLESS DI PIÙ BIGLIETTI Ataf&Li-nea  È possibile acquistare con la stessa carta di pagamento fino ad un massimo di 5 biglietti Ataf&Li-nea: i passeggeri devono viaggiare insieme per tutta la durata del viaggio. Come funziona l'acquisto cashless di più biglietti?  Dopo aver acquistato il primo biglietto e aver ricevuto il messaggio di conferma di acquisto “biglietto valido” occorre procedere all’acquisto degli altri biglietti per i passeggeri successivi selezionando l’icona “Aggiunta passeggeri” e ripassando la carta di pagamento contactless sul validatore verde attendendo il messaggio di conferma “biglietto valido 2 passeggeri”. Per aggiungere ulteriori biglietti, occorre ripetere l’operazione selezionando nuovamente l’icona “Aggiunta passeggeri” e avvicinando la carta per ogni ulteriore passeggero al validatore verde: il messaggio cambierà in sequenza “biglietto valido 3 passeggeri” → “biglietto valido 4 passeggeri” → “biglietto valido 5 passeggeri”. Il numero di biglietti massimo acquistabile corrisponde a 5. IN CASO DI TRASBORDO SUI MEZZI ATAF In caso di trasbordo su un altro autobus Ataf Gestioni, occorre sempre procedere alla validazione della carta di pagamento sul validatore verde che comunicherà il messaggio “biglietto valido”. ATTIVITÀ DI VERIFICA DEL TITOLO DI VIAGGIO CASHLESS In caso di verifica il passeggero deve mostrare e comunicare le ultime 4 cifre della carta di pagamento con cui è stato effettuato l’acquisto.  VISUALIZZARE E STAMPARE LE RICEVUTE Sul portale cashless.fsbusitalia.com il passeggero, registrandosi compilando l’apposito form, può visualizzare il riepilogo degli acquisti dei biglietti acquistati con la propria carta di pagamento e stampare la ricevuta d’acquisto. THE MALL E VOLAINBUS È possibile acquistare il biglietto di corsa semplice alla tariffa ordinaria in modalità cashless su tutti gli autobus in servizio Volainbus e The Mall di Busitalia al costo, rispettivamente, di Euro 6,00 (Volainbus) e Euro 7,00 (The Mall).  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

Un Hyperloop tra Milano-Torino? Ne hanno parlato i sindaci di Milano e Torino

di mobilita

I sindaci di Milano e Torino, Giuseppe Sala e Chiara Appendino, si sono incontrati a Novara e hanno condiviso alcune tematiche relative alla collaborazione tra le due città relativamente a mobilità e promozione del turismo. Per quanto riguarda la mobilità tra le due città, si vuole collaborare allo sviluppo della sperimentazione di una tecnologia innovativa come è la guida autonoma, partendo da attività di testing in ambito urbano e sull’autostrada Torino - Milano. I due sindaci hanno convenuto, inoltre, di analizzare congiuntamente l’opportunità offerta dall’Hyperloop. Hanno, infine, deciso di avviare verifiche sulle modalità di realizzazione di titoli di viaggio comuni per il trasporto pubblico utilizzabili nelle due città e per il collegamento tra di esse. In tal senso si sono impegnati a chiedere la convocazione di un tavolo con le regioni Piemonte e Lombardia. La promozione del turismo rimane un obiettivo comune. A tal proposito una nuova occasione può nascere dai grandi eventi che le due città ospiteranno (Olimpiadi invernali del 2026 e ATP finals dal 2021 al 2025).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2019

Ferrovia PA-ME linea interrotta, Falcone: “Privilegiamo Sicurezza”

di mobilita

L'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone interviene sul blocco del traffico dei treni su parte della costa tirrenica dovuto ai lavori di risanamento strutturale della Galleria ferroviaria Montagnareale, fra Patti e Gioiosa. «Comprendiamo le legittime rimostranze provenienti dal territorio riguardo la chiusura della ferrovia Palermo-Messina, nel tratto fra Patti e Gioiosa Marea, ma occorre ribadire l'assoluta urgenza dell'intervento in corso, purtroppo non realizzabile senza sospendere il passaggio dei treni. Era necessario, dunque, anteporre le ragioni della sicurezza alle difficoltà dovute a disagi che, in ogni caso, non dovranno prolungarsi più del dovuto».  «Negli ultimi anni - illustra l'esponente del Governo Musumeci - l'infrastruttura è stata oggetto di deformazioni tenute sotto controllo da Rete ferroviaria italiana ma che, nelle ultime settimane, hanno raggiunto il livello di guardia. Si è resa dunque improcrastinabile una totale messa in sicurezza della galleria. Il piano di Rfi - spiega Falcone - vale cinque milioni di euro e prevede la costruzione di un arco rovescio in calcestruzzo per sorreggere la struttura, di una doppia paratia di pali e altre opere collaterali. Un intervento complesso e radicale - sottolinea l'assessore - che implica anche la rimozione della massicciata, rendendo impossibile il transito dei convogli».«Il Governo Musumeci sta vigilando costantemente sul rispetto della tabella di marcia fornita da Rfi, prendendo atto di un tempismo poco felice ma, purtroppo, obbligato dalle criticità della galleria. Resteremo, inoltre - conclude l'assessore Falcone- attenti e inflessibili sui servizi alternativi offerti da Trenitalia per i collegamenti fra Patti e Gioiosa. I disagi sono e dovranno continuare a essere ridotti al minimo». La chiusura della tratta è prevista fino all'8 settembre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2019

ROMA | Le ferrovie concesse Roma Lido e Roma Nord passano da Atac a Cotral

di mobilita

Ieri la giunta regionale del Lazio ha deliberato il passaggio, nel 2020, delle due ferrovie concesse, Roma Lido e Roma Nord di proprietà regionale, da Atac alla Cotral. La decisione dell'affidamento in house è stata presa sia per ragioni di efficienza del servizio, sia per garantire l'occupazione e la continuità, dato che l'affidamento diretto ad Atac, non è più consentito dalla normativa europea. La Roma-Lido è una linea ferroviaria urbana che collega la stazione di Roma Porta San Paolo al limite sud del quartiere costiero Lido di Ostia, utilizzata ogni giorno da oltre 100mila persone ed è considerata da anni tra le tratte peggiori d’Italia. Ogni giorno vengono trasportati mediamente 55.000 passeggeri. Nei progetti futuri è previsto un progetto di ammodernamento e potenziamento della linea per circa 180 milioni per trasformarla nella futura linea Metropolitana E. La Roma Nord collega la città di Roma al capoluogo della Tuscia con un percorso di 102 km che, fino a Civita Castellana, corre parallelo alla via Flaminia. Per la terza ferrovia concessa, la Roma-Giardinetti,si sta valutando l'ipotesi di cedere la competenza a Roma Capitale, visto che di fatto ormai è un servizio di metropolitana di superficie.   

Leggi tutto    Commenti 0