Articolo
30 nov 2018

REGIONE SICILIANA | Ottocentomila euro per mettere in sicurezza nove piste ciclabili di sette Comuni siciliani.

di mobilita

Il governo della Regione ha approvato la graduatoria del bando predisposto a luglio dall’assessorato delle Infrastrutture, guidato da Marco Falcone. Le risorse, provenienti dal Piano nazionale della sicurezza stradale e integrate da un cofinanziamento regionale, erano rivolte agli Enti locali superiori ai ventimila abitanti. Nei mesi scorsi, con un analogo provvedimento, erano stati finanziati altri dodici cantieri. «La decisione - evidenzia il presidente Nello Musumeci - si inserisce nella scelta strategica della Regione di rendere fruibili i vari percorsi per gli amanti della bicicletta e dell’ambiente. Voglio rivolgere un plauso al dipartimento alle Infrastrutture, diretto da Fulvio Bellomo, che in appena tre mesi è riuscito a predisporre il bando, a fare l’istruttoria delle domande pervenute e a esitare la graduatoria finale, che adesso dovrà essere inviata al competente ministero per il via libera definitivo». Questo l’elenco dei Comuni che hanno ottenuto il finanziamento: Misterbianco, in provincia di Catania (interventi sulle piste ciclabili di via Madonna degli Ammalati-via Santa Margherita per 108mila euro e strada per San Giovanni Galermo-via Verga-via Madonna degli Ammalati-via San Rocco Vecchio-via Oscar Romero-via Raccomandata per 75mila euro); Ragusa (pista ciclopedonale di via Cavaliere Bisani a Marina di Ragusa, 55mila euro e messa in sicurezza circolazione ciclistica cittadina, 36mila euro); Catania (pista sul lungomare da piazza Europa a via Ulisse, 201mila euro); Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese (pista lungo la passeggiata a mare tra i torrenti Mela e Patrì, 26mila euro); Palermo (messa in sicurezza della circolazione ciclistica cittadina, 163mila euro); Erice, in provincia di Trapani (pista lungomare Dante Alighieri, 100mila euro); Avola, nel Siracusano (percorso nel centro urbano, 33mila euro).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

ROMA | Ecco i 18 progetti scelti dal bilancio partecipativo sui quali investire circa 17 milioni di euro

di mobilita

Grazie al bilancio partecipativo i cittadini romani hanno scelto 18 progetti sui quali investire circa 17 milioni di euro che l’amministrazione destinerà a interventi nel Municipio VIII. Per la prima volta Roma ha sperimentato un bilancio partecipativo di tale entità, con una votazione online sul nuovo portale di Roma Capitale, offrendo ai cittadini la possibilità di decidere. Nello specifico, i residenti del Municipio hanno potuto scegliere come investire circa 17 milioni di euro recuperate mediante il nuovo accordo raggiunto tra il Campidoglio e i curatori fallimentari delle imprese che avrebbero dovuto occuparsi della riqualificazione di Piazza dei Navigatori e Viale Giustiniano Imperatore. Ecco i progetti vincitori: Montagnola – Parco via Badia di Cava €420.000 Sistemazione dei marciapiedi municipali €3.160.000 Messa in sicurezza stazione metro San Paolo €165.000 Riqualificazione del parco del Forte Ardeatino €265.000 Abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel territorio municipale €550.000 Opere di sistemazione e messa a dimora di essenze arboree Tor Marancia, Giustiniano Imperatore, Garbatella e San Paolo €750.000 Riqualificazione delle piste ciclabili esistenti €400.000 Collegamento ciclopedonale Tenuta Tor Marancia – Parco Scott – Caffarella €1.000.000 Progetto di rilancio del Polo Civico di Viale Aldo Ballarin €1.020.000 Demolizione e ricostruzione ex edificio scolastico via di Grotta Perfetta 302 per uffici e servizi del Municipio €5.200.000 Pista ciclabile Grotta Perfetta - Appia Antica €1.425.000 Riqualificazione dello spazio esterno del plesso scolastico Ferrari/Ranocchio Scarabocchio e del giardino Piero Taruffi €290.000 Messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e miglioramento della viabilità nei pressi delle scuole Roma 70 e Rinnovamento €80.000 Demolizione dell’ex edificio scolastico di Viale di Tor Marancia 103 €700.000 Recupero del campetto di Piero e dell’area verde €129.632,52 Integrazione del Parco di Via Rosa Raimondi Garibaldi €335.000 Parco della fotografia: giochi, arredi e recinzioni €370.000 Risistemazione di via Leonardo Da Vinci e del Largo Leonardo Da Vinci €630.000 Sono stati  più di  2.200 cittadini che hanno votato sul portale di Roma Capitale tra gli 80 progetti selezionati tra le oltre 200 proposte pervenute dai cittadini o avanzate dall’Amministrazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

ROMA | Procedono i lavori sulla ciclabile Nomentana

di mobilita

Procedono i lavori sulla ciclabile Nomentana, per completare i 4 chilometri di tracciato fino a via Valdarno, nella zona nord est della città.  I lavori, partiti da Porta Pia, sono arrivati fino a viale XXI Aprile. L’opera consentirà il collegamento di diversi quadranti della città e amplierà la rete di ciclabili, disegnando una nuova mobilità per Roma.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

Milano partecipa a “Reinventing Cities” un bando internazionale per progetti urbani a zero emissioni di carbonio

di mobilita

Milano insieme ad altre città del mondo partecipa a Reinventing Cities. È la modalità innovativa con cui son stati messi in vendita 5 vuoti urbani con una selezione che non premia la miglior offerta economica ma il miglior progetto secondo 10 parametri ambientali. Il secondo elemento di valutazione è la qualità del team proponente e solo in terza battuta il rilancio economico. Nella prima fase che si e' conclusa in estate Milano con Parigi è stata la città che ha attratto più offerte e ognuna delle 5 aree (Scalo Greco, Mercato Gorla, Scuderie de Montel, un lotto in Via Serio e uno in Andrea Doria) ha ora tre team finalisti. Martedì 11 dicembre, a partire dalle 9 all’Urban center, associazioni, comitati e cittadini interessati potranno portare i propri contributi e suggerimenti relativi al futuro sviluppo di porzioni di via Serio e viale Doria, del Mercato Gorla, delle Scuderie de Montel e dello Scalo Greco. All’incontro, oltre ai rappresentanti di ciascun team finalista, saranno presenti per ascoltare i rappresentanti del Comune e di Ferrovie dello Stato, attuali proprietari di quattro delle cinque aree soggette ad alienazione a favore di progetti di elevata qualità ambientale. Per partecipare all’incontro gli interessati devono iscriversi a questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-reinventing-cities-as… specificando, nel caso vogliano intervenire, il sito di interesse. È inoltre possibile mandare suggerimenti senza presenziare all’evento inviandoli all’indirizzo [email protected] entro il 9 dicembre. Il bando “Reinventing cities” è stato avviato dal C40 Cities Climate Leadership Group, con 16 città pioniere: oltre a Milano, Auckland, Città del Capo, Chicago, Houston, Madrid, Città del Messico, Montreal, Oslo, Parigi, Portland, Reykjavík, Rio de Janeiro, Salvador, San Francisco e Vancouver. Il progetto ricalca quello di Reinventer Paris, il bando che nel 2015 ha consentito di avviare la rivitalizzazione, attraverso progetti di elevata qualità ambientale e urbanistica, di 22 aree parigine.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

REGIONE SICILIANA | Ultimati i lavori sul viadotto Cinque Archi in direzione Catania

di mobilita

Sono stati ultimati i lavori di manutenzione straordinaria sulle strutture della carreggiata in direzione Catania del viadotto Cinque Archi, che si estende dal km 95,700 al km 97,600 dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”. L’intervento, per un investimento complessivo pari a quasi un milione di euro, ha previsto il ripristino della funzionalità statica di alcune travi della carreggiata in direzione Catania, mediante l’utilizzo di fibre di carbonio, nonché i ripristini corticali delle travi stesse. È stato quindi rimosso il doppio senso di circolazione sulla opposta carreggiata in direzione Palermo, lungo la quale permarranno, fino al 12 gennaio, restringimenti della carreggiata, in tratti saltuari, per interventi di manutenzione ordinaria relativi alla sostituzione delle barriere di sicurezza laterali. La riapertura del viadotto Cinque Archi segue quella del viadotto Mulini, i cui lavori in direzione Catania erano stati ultimati sabato scorso, come già comunicato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

Fincantieri parteciperà alla costruzione in Romania di un ponte sospeso, il terzo con la campata centrale più lunga in Europa

di mobilita

Fincantieri, attraverso la sua controllata Fincantieri Infrastructure, parteciperà alla costruzione in Romania di un ponte sospeso, che una volta ultimato sarà il più lungo del Paese e il terzo con la campata centrale più lunga in Europa. All’avvio dei lavori, nel giugno 2019, sarà il ponte sospeso più grande al mondo in via di realizzazione. Con una lunghezza complessiva di 1.975 metri e una campata centrale di 1.120 metri, questo ponte rappresenta un’opera altamente strategica per il Paese, cofinanziata dall’Unione Europea. Il valore del contratto per Fincantieri è pari a circa 70 milioni di euro, ulteriormente incrementabile qualora venissero assegnate al Gruppo altre attività ancora oggetto di negoziazione. In base all’ordine ricevuto, Fincantieri Infrastructure fornirà l’impalcato metallico del ponte alla joint venture formata da Astaldi S.p.A. e IHI Infrastructure Systems CO.LTD, assegnataria dell’appalto da parte della Compania Nationala de Administrare a Infrastructurii Rutiere (C.N.A.I.R.), che curerà la progettazione e l’installazione. I lavori dureranno circa 24 mesi. IHI Infrastructure è una controllata di IHI Corporation, gruppo quotato alla Borsa di Tokyo che nel 2017 ha registrato un fatturato pari a circa 12 miliardi di euro. Il ponte sorgerà sul Danubio a soli 8 km di distanza dalla cittadina di Braila, in Romania, dove ha sede lo stabilimento di Vard, società del Gruppo Fincantieri. Il cantiere impiegherà circa 200 risorse per la realizzazione e l’assemblaggio dei 79 blocchi di acciaio dell’impalcato, per un totale 20.000 tonnellate. Le attività di progettazione costruttiva e ingegnerizzazione saranno realizzate presso lo Stabilimento di Valeggio sul Mincio (Verona), ex sede Cordioli & C., recentemente acquisito da Fincantieri Infrastructure. L’Amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha dichiarato: “Si tratta per noi di un risultato di straordinaria valenza strategica, perché ci permettere di consolidare la nostra presenza in un mercato altamente specializzato e dalle grandi potenzialità. Grazie a questo contratto Fincantieri Infrastructure, infatti, sarà la prima società italiana a collaborare alla realizzazione di un ponte sospeso di queste dimensioni, che costituirà una referenza prestigiosa che solo in pochi al mondo possono vantare”. Bono ha concluso: “Posso anche aggiungere che con IHI Corporation, multinazionale giapponese leader mondiale nella progettazione e realizzazione di ponti sospesi, abbiamo già intavolato discussioni interessanti per valutare possibili ulteriori collaborazioni volte allo sviluppo delle nostre due società”.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
29 nov 2018

ROMA | Riaperto ponte Pasa al transito dei bus

di mobilita

Il ponte Principe Amedeo di Savoia Aosta (P.A.S.A.) è stato riaperto al traffico di autobus e mezzi superiori alle 3,5 tonnellate, dopo la fine dei lavori necessari alla messa in sicurezza dell’infrastruttura. L’iter si è concluso con il collaudo tecnico dell’opera che ha consentito la riapertura del ponte ai mezzi pubblici, da oltre due anni costretti a deviazioni. Ripristinato dunque un collegamento diretto con il centro per chi proviene da quartieri della zona sud-ovest della capitale e utilizza le 8 linee diurne (40-46-62-64-98-881-916-982), le tre notturne (N5-N15-N20) o la festiva (190F). I lavori condotti: completata la messa in sicurezza di un fornice secondario di scarico idraulico, rifatti i marciapiedi così come la segnaletica e il manto stradale. Sostituite, inoltre, alcune condotte Italgas e Acea Ato2. “Nell'ambito dei lavori di manutenzione strutturali di strade e ponti che questa Amministrazione è impegnata a portare avanti, questo è uno dei tanti lavori programmati non solo per mettere in sicurezza l’opera stradale ma anche per ripristinarne il completo utilizzo a favore della cittadinanza”, dichiara l’assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta. “Si tratta infatti di un ponte che serve ai collegamenti con l’ospedale Santo Spirito e anche con il centro di Roma, un meraviglioso ponte che attraversa il Tevere e contribuisce anche a esaltare la bellezza della Capitale”. “La riapertura del ponte permetterà a chi proviene dai quartieri più periferici come Primavalle, Bravetta e Pisana di arrivare fino al centro storico risparmiando almeno dieci minuti nelle ore di punta”, spiega l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo. “Dopo due anni di blocco ai mezzi pesanti, gli autobus non saranno più costretti a subire lunghe deviazioni, a beneficio di cittadini e turisti”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

FIRENZE | Continuano le operazioni preliminari alla messa in sicurezza del Ponte Vespucci

di mobilita

Continuano le operazioni preliminari alla messa in sicurezza del Ponte Vespucci. Si tratta dell’intervento già annunciato di sistemazione dello scalzamento parziale della pila lato San Frediano. Oggi è stato aperto il percorso pedonale e lunedì saranno riattivate le porte telematiche di Borgo San Frediano e lungarno Vespucci. I veicoli autorizzati settore B potranno transitare esclusivamente sotto la porta telematica di Borgo San Frediano sull'itinerario Borgo San Frediano-piazzza Nazario Sauro-Ponte alla Carria diretti verso piazza Goldoni.  I veicoli con permesso del settore O potranno continuare a passare sotto la porta di lungarno Vespucci esclusivamente per accedere al proprio settore da Ponte alla Carraia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2018

BOLOGNA | Proseguono i lavori della passerella coperta del People Mover

di mobilita

Proseguono i lavori per la realizzazione della passerella coperta che collegherà il capolinea della monorotaia People Mover con il primo piano del Terminal Passeggeri dell'aeroporto di Bologna. La passerella sarà lunga 70 metri e questa mattina  è stata posizionata la prima delle 4 campate in acciaio che costituiranno la struttura della passerella: un elemento lungo 28 metri e pesante 30 tonnellate. Ti potrebbero interessare: BOLOGNA | Il people mover entro marzo 2019: collegherà la stazione all’aeroporto in 7 minuti e mezzo La prima navetta del People Mover è arrivata all’aeroporto di Bologna Marconi Express: continuano i lavori del people mover di Bologna  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 nov 2018

Le navi Grimaldi che trasportano auto nuove attraccheranno alle banchine vadesi del Reefer

di mobilita

Dal primo dicembre di quest'anno al 31 marzo 2019 le navi della flotta Grimaldi, che trasportano auto nuove verso i mercati mondiali, attraccheranno una volta alla settimana alle banchine vadesi del Reefer (controllato da Apm Terminals-Maersk) L'accordo siglato nei giorni scorsi dopo i danni provocati alle banchine di Savona dalla violenta mareggiata del 29 ottobre scorso, è il simbolo del reciproco aiuto fra operatori portuali e che coinvolge anche la compagnia portuale"Pippo Rebagliati" Reefer Terminal ha messo a disposizione per i prossimi quattro mesi un'area di 20 mila metri quadrati finché non sarà pronto l'edificio multipiano di Savona Terminal Auto. Le navi della flotta NYK, invece, continueranno ad attraccare a Savona

Leggi tutto    Commenti 0