Articolo
02 set 2017

Visite e iniziative a Palazzo Lombardia

di mobilita

Dopo la pausa estiva da domenica 3 settembre 2017 riprendono le visite domenicali al Belvedere, con orario 10 - 18.  Ingresso gratuito, non serve la prenotazione Si tratta di una iniziativa che l'Amministrazione regionale lombarda mantiene viva ormai da 6 anni e che trova sempre più un riscontro positivo in termini di gradimento e di affluenza da parte del pubblico. E i visitatori sono in crescita: .oltre 78.000 sono i cittadini che ci hanno fatto visita dall'inizio di quest'anno! Nel corso della visita si salirà al Belvedere del 39° piano dove, da un'altezza assolutamente straordinaria (160 metri), potrete ammirare tutta la città e, nelle giornate più limpide, godere di un panorama mozzafiato che spazia dalla pianura fino alle montagne dell’arco alpino. Al piano terreno invece potrete scoprire le Colonne dell'arte, alcune opere del Museo Verticale, realizzate da artisti italiani e stranieri, con materiali e tecniche originali. In allegato trovate una breve presentazione con le fotografie di queste e altre opere che costituiscono il Museo Verticale. In piazza Città di Lombardia, esclusivamente di domenica, presso lo stand di Explora si può acquisire il passaporto "InLombardia". Nei giorni di festività nazionale e il 7 dicembre (Festività di Sant'Ambrogio)  il Belvedere è chiuso al pubblico.  Numeri altezza della torre 161,3 m piani fuori terra 39 kg di acciaio 13 milioni - kg di carpenteria metallica 1,3 milioni - mc di calcestruzzo 102.000 mq di facciata 75.000 mq di uffici 72.000 ascensori 32 giardino lineare 9.000 mq - giardino pensile 2.700 mq - aree a bosco 3.700 mq di - giardini di pertinenza 2.200 mq superficie della piazza 4.000 mq - copertura trasparente 4.050 mq piazze alberate 3.200 mq aree porticate 2.060 mq aree verdi tra via Restelli e il nuovo parco urbano 3.300 mq superficie totale del Piano Integrato d'Intervento mq 230.338 superficie totale dell'intervento (slp.) mq 87.000 superficie totale occupata dal complesso Palazzo Lombardia mq 30.000 superficie costruita complessiva mq 190.000 spazi con funzioni pubbliche mq 4.500 superficie parcheggi mq 35.150 Giardini ed energia pulita Il progetto della nuova sede, che ha previsto l'utilizzo di tecnologie innovative e all'avanguardia, punta al massimo risparmio energetico e a un profilo di alta sostenibilità ambientale. I metri quadrati di aree a bosco sono 3.300 mentre un giardino pensile assomma a 2.700 metri quadrati. Completano il paesaggio le pavimentazioni delle piazze e delle promenades, realizzate con materiali provenienti dalle cave delle montagne lombarde tra cui la Beola Dorata della Val Malenco. Mediante l'utilizzo di pompe di calore tutta l'energia termica necessaria al riscaldamento degli edifici è ottenuta dal riscaldamento dell'acqua di falda pompata in pozzi sotterranei e poi scaricata nel canale della Martesana. Infine, una parte dell'energia elettrica consumata dagli edifici è prodotta dai pannelli fotovoltaici collocati sulle due facciate trasversali della torre e inseriti nella copertura della piazza interna. In particolare, è prevista l'installazione di celle fotovoltaiche sulle facciate verticali esposte a sud di alcuni edifici oltre che sulla copertura della piazza per un totale complessivo di circa 3.000 mq. I pannelli installati sulle pareti verticali sono del tipo ad alta efficienza. Mediante l'utilizzo di inverter la corrente continua prodotta dai pannelli è trasformata in corrente alternata e totalmente utilizzata internamente (copertura del carico di circa il 4%). È previsto il sistema a "travi fredde", con utilizzo di pompe di calore ad acqua di falda sia per il riscaldamento sia per il raffreddamento. Il consumo energetico è interamente elettrico, con una potenziale compensazione (fino al 9,3%) attraverso l'utilizzo di elettricità generata da pannelli fotovoltaici, incorporati nelle aree dei parapetti sulla facciata dell'edificio. Il sistema prevede la presenza del "muro climatico" (intercapedine tra facciata esterna e vetri interno) dove viene trasferita l'aria di scarico che raccoglie il calore solare per essere diversamente utilizzata a seconda delle stagioni. Palazzo Lombardia Piazza Città di Lombardia - Milano Ingresso: Nucleo 1  Come raggiungere Palazzo Lombardia Metropolitana: Linea 2: fermata Gioia Linea 3: fermata Centrale FS o Sondrio Linea 5: fermata Isola Bus: linee urbane 43, 60

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 set 2017

L’aeroporto di Milano Bergamo apre profili sociali – Facebook, Instagram e Twitter

di mobilita

L’Aeroporto di Milano Bergamo battezza i propri profili social, presenti da oggi sulle piattaforme Facebook e Instagram come “Milan Bergamo Airport” e su Twitter come @MilanBergamoBGY. SACBO sceglie così di allargare ai canali web di più larga diffusione la comunicazione relativa alle attività e ai servizi aeroportuali. Una connessione permanente a beneficio di quanti utilizzano lo scalo e, attraverso i propri device mobili, desiderano essere aggiornati sulle novità giornaliere e ottenere indicazioni utili per fruire di vantaggi e opportunità dedicati a chi viaggia. I profili “Milan Bergamo Airport” su Facebook e Instagram e @MilanBergamoBGY su Twitter veicoleranno una serie di informazioni, oltre che su collegamenti aerei e le destinazioni, relative all’accessibilità e ai parcheggi, alla forme di intermodalità, raccomandazioni e suggerimenti sulle operazioni che precedono l’imbarco, ai servizi personalizzati come Vip Lounge e BGY TOP, alle assistenze che si possono ricevere in funzione di particolari necessità individuali (come quelle garantite ai passeggeri a ridotta mobilità), ai servizi presenti in aerostazione con particolare riferimento alle offerte in chiave retail & food, come risposta al crescente interesse per lo shopping preimbarco e la cultura enogastronomica. I post sui profili social “Milan Bergamo Airport” e @MilanBergamoBGY richiamano le destinazioni ma sono mirati anche ai passeggeri in arrivo, con riferimenti agli eventi che hanno luogo sul territorio di Bergamo e della Lombardia e agli itinerari stagionali. “La presenza dell’Aeroporto di Milano Bergamo sui social a più alto numero di iscritti si è rivelata una scelta indispensabile per poter cogliere l’attenzione di un’utenza sempre più connessa attraverso i propri smartphone e tablet – dichiara Emilio Bellingardi, direttore generale di SACBO – Una scelta consapevole dell’evoluzione degli schemi di comunicazione, che rende il nostro aeroporto meglio riconoscibile e a più diretto contatto con i passeggeri. Anche le informazioni e comunicazioni istituzionali, presenti nel sito web orioaeroporto.it e veicolate attraverso i canali media tradizionali, saranno oggetto di default verso i profili social ufficiali Milan Bergamo Airport e @MilanBergamoBGY “.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2017

Trekking col treno, ecco le escursioni di settembre alla scoperta dell’Appennino

di mobilita

Proseguono gli appuntamenti di Trekking col treno che per il mese di settembre propone otto escursioni percorrendo i freschi sentieri dell'Appennino nel week-end. 3 settembre: La Martina Dal passo della Raticosa, gioia delle moto ma anche dei camminatori, verso il parco La Martina. Ritrovo presso Bologna autostazione alle ore 07,45 per prendere il bus per Frassineta dove è prevista la partenza a piedi alle ore 9,30. Itinerario: Frassineta - Cà Nove - Passo della Raticosa - Monte Canda - Tre Poggioli - Monte Gurlano - Campeggio La Martina - La Palazza. Tempo di percorrenza 7 ore. Grado di difficoltà medio. 9 settembre: Alta via della patata Escursione con visita al Museo storico di Montese. Itinerario: Tolè - Vedettola - Borricelle - Torre Lussi Pulano - Caseletta - Orrido di Gea – Montese. Ritrovo a Bologna Stazione Centrale Piazzale Ovest alle ore 7,00 per prendere il treno per Pilastrino e poi raggiungere con il bus Tolè da dove è prevista la partenza a piedi alle 8,30. Durata 7 ore. Grado di difficoltà medio. 10 settembre: Lungoreno alla Rocchetta Mattei Spalle ai monti ed una bella camminata per visitare la bizzarra costruzione del diciannovesimo secolo. Itinerario: Porretta Terme - Poggio Barone - Rivabella - Rocchetta Mattei – Riola. Ritrovo Bologna stazione (piazzale ovest) alle ore 6,50 per prendere il treno per Porretta terme da dove è prevista la partenza a piedi alle 8,25. Durata 7 ore. Grado di difficoltà facile. 17 settembre: Alle sorgenti del Lavino Alla scoperta di una vallata ricca di interessi, tra vigneti e ceraseti, per una lettura dell'evoluzione del territorio nel corso dei secoli. Itinerario: Osteria Nuova del Pilastrino – Sentiero Cai 209 - I Forchetti - Croce delle Pradole - Montepastore - Via Varsellane - Borra - San Chierlo - Monte Bonzara – Tenuta Bonzara - Rovere - Osteria Nuova del Pilastrino. Ritrovo a Bologna stazione (piazzale ovest) alle ore 9,00 per prendere il treno per Pilastrino e poi raggiungere con il bus Osteria Nuova del Pilastrino da dove è prevista la partenza a piedi alle 10,05. Durata 7 ore. Grado di difficoltà facile. 23 settembre: Ai Sassi di Rocca Malatina Ai piedi delle rupi, spettacolari guglie che svettano verso il cielo. Itinerario: Monteombraro Osteria Bassa – Montecorone - Rocca Malatina - Torre del Castellaro - Casa del Parco Sassi di Rocca Malatina - Ronco Nuovo – Zocchetta. Ritrovo a Bologna stazione (piazzale ovest) alle ore 8,00 per prendere il treno per Bazzano e poi raggiungere in bus Monteombraro Osteria Bassa da dove è prevista la partenza a piedi alle ore 10,15. Durata 7 ore. Grado di difficoltà medio. 24 settembre: Il silenzio di Bel Poggio Ormai tradizionale e doverosa commemorazione della strage di Burzanella, due giorni prima dell’eccidio Marzabotto. Itinerario: Riola - La Scola - Sterpi - Bel Poggio di Burzanella - Lagaro - Cà D’Onofrio - San Benedetto Val di Sambro. Ritrovo a Bologna stazione (piazzale ovest) alle ore 6,50 per prendere il treno per Riola da dove è prevista la partenza a piedi alle ore 8,10. Durata 8 ore. Grado di difficoltà medio. 24 settembre: La Via Lattea Una passeggiata attorno a Granarolo, per conoscere da vicino il latte e la sua storia. Itinerario: Granarolo - Via Ghiaradino - Via Bolina - Santa Brigida - Cividale - Chiusa - Villa Boselli - Via Calabria Vecchia – Granarolo. Ritrovo a Bologna Piazza dei Martiri alle ore9,20 per prendere il bus per Granarolo da dove è prevista la partenza a piedi alle ore 10,15. Durata 6 ore. Grado di difficoltà facile. 30 settembre: In bici in Val di Zena Un anello nella valle più amata dai cicloescursionisti alla scoperta della storia e della geologia dell’Appennino bolognese. Itinerario: Pulce - Val di Zena - Zena - Tazzola – lungo valle Idice - San Lazzaro. Ritrovo a San Lazzaro, parcheggio circolo sala Paradiso alle ore 8,30. Durata 7 ore. Grado di difficoltà alto. Prenotazione obbligatoria con SMS al 348 4464534 entro 30 settembre. E' possibile telefonare a ore pasti. Il casco è obbligatorio. Ricordiamo che prima di partecipare è necessario leggere il regolamento nella sezione “Come partecipare” del sito. In particolare è consigliato un equipaggiamento adeguato, un minimo di allenamento - soprattutto per le escursioni di difficoltà alta - e l’impegno a collaborare con gli accompagnatori e seguire il percorso stabilito senza allontanarsi dal gruppo. Tutte le informazioni e il programma completo su www.trekkingcoltreno.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

“La mia bicicletta a lavoro” | Il concorso fotografico verso SEM 2017

di Fabio Nicolosi

Con le vacanze agli sgoccioli, si ritorna a programmare la stagione degli eventi legati alla mobilità sostenibile. Come ogni anno, a Settembre vanno in scena le attività legate alla Settimana Europea della Mobilità, edizione 2017. E dalla Liguria riparte per la quarta volta il "Premio di Fotografia": il tema di quest'anno è "la mia bicicletta a lavoro". Il regolamento per partecipare è stato pubblicato da Fiab Tigullio, che organizza il concorso  con “Carpe Diem” e l’Opificio Ceramico Alfredo Gioventù. La partecipazione è aperta a tutti e ogni autore può partecipare con un massimo di tre opere, che saranno selezionate sia da una giuria composta da fotografi ed appassionati di arti grafiche, una “giuria popolare”, costituita dai visitatori. Un modo divertente per valorizzare chi decide di muoversi pedalando anche nella quotidianità lavorativa.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ago 2017

Viale Platani…un pezzo della storia di Avellino a rischio estinzione: parte la petizione

di avellino

Una petizione per rilanciare Viale Italia ad Avellino è stata lanciata da Antonio Dello Iaco, un cittadino avellinese di 14 anni. Viale Italia, conosciuto dagli avellinesi come viale Platani, rappresenta uno dei simboli storico-naturalistici più belli ed importanti dell'intera città. I platani presenti in questa via vengono continuamente tagliati dall'amministrazione comunale perchè attaccati dal cancro blu e non ripiantati. Questo magnifico Viale fu il soggetto di varie opere e rappresentazioni di artisti a livello nazionale come Pacichelli, Orlando, Carafa, Troisi, Montella. (foto by IrpiniaNews) L’aspetto ultimo dato al Viale, si deve al Sindaco Catello Solimene che, a partire dai suoi primi anni di amministrazione, uniformò il grande viale con un sapiente intervento botanico creando dei duplici filari di giganteschi platani cresciuti nel corso degli anni, tali da rappresentare un vero monumento vegetale che ha caratterizzato Avellino in tutta Italia. La petizione cerca di promuove la riqualificazione del Viale settecentesco, patrimonio dell'intero meridione, attraverso il reimpianto dei platani magari con essenze geneticamente modificate immuni al cancro colorato. La petizione è raggiungibile a questo indirizzo. Viale platani è un viale settecentesco avellinese, che negli ultimi anni sta in un vero e proprio degrado. I platani stanno morendo a causa del cancro colorato e non vengono più ripiantati. Non averli più sarebbe un peccato per le generazioni future.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2017

I viaggi in treno storico della Fondazione FS Italiane

di mobilita

Binari senza tempo. Si chiama così il progetto della Fondazione FS Italiane che, con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha trasformato circa 400 km di linee ferroviarie d’altri tempi, ormai prive di trasporto pubblico, in un suggestivo museo dinamico. Con un obiettivo congiunto: valorizzare un patrimonio per lo più sconosciuto al turismo di massa con proposte culturali e artistiche di alto livello. Come la Ferrovia del Lago, da Palazzolo sull’Oglio a Paratico - Sarnico (Lago d’Iseo), la Ferrovia della Val d’Orcia, da Asciano a Monte Antico (SI), e della Valsesia, da Vignale a Varallo. E ancora la ferrovia del Parco detta Transiberiana d’Italia, la più alta del Paese dopo il Brennero, che va da Sulmona a Castel di Sangro, quella dell’Irpinia, da Rocchetta Sant'Antonio-Lacedonia (FG) a Lioni (AV), del Tanaro Ceva-Ormea (CN) e dei Templi, che porta da Agrigento a Porto Empedocle. Così, a bordo di vecchie locomotive a vapore, diesel o elettriche e carrozze d’epoca tipo Centoporte, Corbellini e Terrazzini, si gode del fascino e della quiete di percorsi abbandonati, dove la storia, l’arte e la natura hanno ancora molto da dire. Negli ultimi anni è cresciuto il favore del pubblico verso questo tipo di turismo slow: 60mila i viaggiatori a bordo nel 2016 e 230 gli eventi turistici organizzati (+47% e +39% rispetto al 2015). Abruzzo in testa: la Transiberiana d’Italia è molto amata, mentre la Sicilia è la prima regione per numero di iniziative. Il calendario completo e dettagliato dei tour sui treni storici si può consultare sul sito fondazionefs.it e i biglietti si acquistano su tutti i canali di vendita Trenitalia. Visita il sito della Fondazione FS Italiane PIETRARSA EXPRESS 6 E 20 agosto/3 e 17 settembre da Napoli A Pietrarsa e Portici REGGIA EXPRESS 10 settembre da Napoli a Caserta ARCHEOTRENO CAMPANIA 30 agosto Ee24 settembre da Napoli a Pompei e Paestum CAPUA EXPRESS 10 settembre da Caserta a Capua FERROVIA DEL TANARO 17 settembre da Torino Porta Nuova a Nucetto TRANSIBERIANA D’ITALIA 6 agosto da Sulmona a S. Pietro Avellana e Carovilli13 e 20 agosto da Sulmona a Carovilli 26 agosto da Isernia a Rivisondoli e Campo di Giove 2 settembre da Sulmona a Rivisondoli e Roccaraso 10 e 18 settembre da Sulmona a Roccaraso 15, 16, 17 e 19 settembre da Sulmona a Castel di Sangro 17 settembre da Isernia a Campo di Giove TRENO DEL BAROCCO 6 agosto e 3 settembre da Siracusa a Ragusa 20 agosto da Siracusa a Modica SPONZFEST EXPRESS 25, 26 E 27 agosto da Foggia a Lioni FERROVIA DELLA VALSESIA 3 agosto da Novara a Varallo Sesia FERROVIA DELLA VAL D’ORCIA 3 settembre da Siena a Chiusi Chianciano Terme 9, 13, 15, 19, 22, 25 e 29 settembre da Siena ad Ascianno e Monte Antico 24 settembre da Siena ad Asciano, Buonconvento e ritorno FERROVIA DEL LAGO 10 settembre da Milano Centrale a Palazzolo sull'Oglio e Paratico - Sarnico IN TRENO PER PIETRELCINA 23 settembre da Napoli a Bevento e Pietrelcina 24 E 30 settembre da Salerno a Benevento e Pietrelcina

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2017

Approvata la legge sulle ferrovie turistiche

di mobilita

Ieri la Commissione lavori pubblici del Senato ha approvato in sede legislativa e all'unanimità la proposta di legge per l'istituzione delle ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico e archeologico.  "La nuova legge è in completa sintonia con la 'cura del ferro' e con le strategie per la valorizzazione del patrimonio esistente e la mobilità dolce - commenta il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio - ed è un'azione qualificante del Piano per la mobilità turistica che stiamo redigendo con il Mibact per valorizzare i siti di interesse del Paese, un modo diverso di vivere e conoscere il nostro bellissimo territorio". La legge è finalizzata a favorire la salvaguardia e la valorizzazione delle linee ferroviarie di particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico, compresi i tracciati ferroviari, le stazioni e le relative opere d'arte e pertinenze, oltre che dei convogli storici e turistici abilitati a percorrerle.L'istituzione delle ferrovie turistiche attraverso il reimpiego delle linee in disuso in aree di pregio, alcune delle quali risalgono alla fine dell'Ottocento, prevede anche l'allestimento di nuovi spazi museali insieme alla valorizzazione dei mezzi ferroviari storici consente di arricchire la proposta turistica del Paese , migliorare la mobilità sostenibile ed offrire nuove ed importanti opportunità di lavoro.Il nuovo asset ferroviario può creare nuove opportunità di lavoro e nuove forme di turismo che si inquadrano a pieno titolo nelle politiche di tutela ambientale e mobilità sostenibile. L'individuazione delle tratte ferroviarie interessate avverrà con decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e d'intesa con la Conferenza Stato-Regioni, in coerenza con il Piano Strategico del Turismo.In sede di prima applicazione la legge individua già alcune tratte ferroviarie ad uso turistico e, in particolare: Sulmona-Castel di Sangro; Cosenza-San Giovanni in Fiore; Avellino-Lioni-Rocchetta Sant'Antonio; Sacile-Gemona; Palazzolo-Paratico; Castel di Sangro-Carpinone; Ceva-Ormea; Mandas-Arbatax; Isili-Sorgono; Sassari-Palau Marina Macomer-Bosa; Alcantara-Randazzo; Castelvetrano-Porto Palo di Menfi; Agrigento Bassa-Porto Empedocle; Noto-Pachino; Asciano-Monte Antico; Civitavecchia-Capranica-Orte; Fano-Urbino.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 lug 2017

Festival dello Spazio, dal 27 al 30 luglio a Busalla (GE)

di mobilita

Parte oggi la prima edizione del "Festival dello Spazio" a Busalla (GE) dal 27 al 30 luglio con il coordinamento scientifico di Franco Malerba.  Il Festival è organizzato e promosso dalla Amministrazione di Busalla e gode del Patrocinio del Parlamento Europeo e della Regione Liguria (www.festivaldellospazio.com).  Il "Festival dello Spazio" è un appuntamento per tutti, fatto di conferenze, mostre, osservazioni astronomiche e non, film, laboratori e altri eventi per dire, con linguaggi semplici e di taglio divulgativo, del rapporto fra l’uomo e lo spazio che lo contiene. È un modo di vivere in prima persona le missioni di esplorazione oltre i confini della Terra, e di avvicinare l’immaginazione al nostro futuro prossimo venturo.Incentrata sulla ricorrenza del venticinquesimo anniversario del lancio nello spazio del primo astronauta italiano Franco Malerba, cittadino di Busalla, questa edizione “0” del Festival offre un ricco programma di conferenze scientifiche divulgative, un calendario di osservazioni astronomiche e di iniziazione all’astronomia e una serie di attività di “edutainment”. La giornata inaugurale è preceduta, il 27 luglio, da un’anteprima improntata all’attenzione “in presa diretta” per il lancio del Soyuz dal Kazakhstan verso la Stazione Spaziale Internazionale con l’astronauta italiano Paolo Nespoli dell’ESA a bordo. Oltre all’astronauta Luca Parmitano in conference call, un altro “ospite d’onore” eccezionale è il modello ingegneristico in scala 1:1 del satellite Tethered (TSS-1), che insieme allo shuttle Atlantis e alla piattaforma EURECA fu uno dei tre protagonisti non-umani della missione del 1992. Consulta il programma completo su www.festivaldellospazio.com  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 lug 2017

EasyJet cerca 1.200 assistenti di volo: al via le selezioni

di mobilita

Prende il via la più grande campagna di assunzioni di sempre per easyJet. La compagnia ha infatti annunciato le selezioni per la ricerca di 1.200 assistenti di volo che fa seguito all’annuncio della ricerca di 450 piloti. «Siamo orgogliosi di poter annunciare oggi l’apertura di oltre 1.200 posizioni come assistenti di volo commenta Tina Milton, head of cabin services di easyJet -. easyJet è un bell’ambiente di lavoro in cui tutte le funzioni collaborano come un unico team per garantire i più elevati standard di servizio per la nostra clientela. Gli assistenti di volo sono un team con caratteristiche uniche di grande professionalità e friendliness capace di garantire un’esperienza piacevole e rilassata ai nostri passeggeri. Non vediamo l’ora di accogliere sempre più persone nel nostro team in continua crescita». Le persone interessate possono già fare domanda sul sito careers.easyjet.com. I neoassunti completeranno una serie di attività online propedeutiche al corso vero e proprio, il quale consisterà in 3 settimane di dimostrazioni pratiche dettagliate in ambiti quali le procedure di sicurezza e il primo soccorso. I team di bordo di easyJet sono formati da tre assistenti di volo e un cabin manager, i quali lavorano a stretto contatto con il comandante e il primo ufficiale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

L’Unità di Crisi della Farnesina con Assaeroporti ed ENAC lancia campagna per “viaggiare sicuri” all’estero.

di mobilita

Prende avvio oggi in ventiquattro aeroporti italiani la campagna informativa, promossa dall'Unità di Crisi della Farnesina con Assaeroporti, l'associazione dei gestori aeroportuali italiani, ed ENAC, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, che invita gli italiani in partenza per l'estero ad usufruire dei portali "Viaggiaresicuri.it" e "Dovesiamonelmondo.it", per restare aggiornati sull'evoluzione delle condizioni di sicurezza nei Paesi di destinazione delle proprie vacanze estive e per facilitare l'assistenza in caso di emergenza. "Informatevi ed informateci" afferma Stefano Verrecchia, Capo dell'Unità di Crisi della Farnesina "è da sempre il nostro motto. Viaggiare, aprirsi a nuove realtà e nuove culture è un elemento fondamentale del nostro modello di società, ed un valore da difendere. Ma è essenziale anche che chi si muove oggi nel mondo -per turismo, per lavoro, per studio, per sport- compia scelte responsabili ed informate: i nostri strumenti sono concepiti proprio per questo. I servizi dell'Unità di Crisi sono accessibili anche attraverso una comoda APP per smartphone e tablet, totalmente gratuita. Il nostro invito agli italiani è di scaricarla prima di partire, di continuare a consultare gli avvisi di sicurezza, e di registrarsi sul nostro portale". Per tutto il periodo estivo, ENAC e Assaeroporti metteranno a disposizione i propri canali e strumenti di comunicazione per supportare la campagna e contribuire a diffonderne i messaggi, con la pubblicazione di info banner e video istituzionale sui propri siti web. Allo stesso modo, i gestori aeroportuali coinvolti sosterranno l’iniziativa divulgando la campagna informativa presso gli aeroporti di Alghero, Bari, Bergamo, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Pisa, Rimini, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Trieste, Venezia e Verona attraverso i monitor presenti in aerostazione, i portali web, i canali social e le wi-fi tv. Il video istituzionale verrà trasmesso inoltre nei totem ENAC presenti negli scali di: Bari, Genova, Milano Linate, Napoli, Olbia, Pantelleria, Pisa, Reggio Calabria, Roma Ciampino, Roma Fiumicino – Cerimoniale di Stato, Roma Fiumicino – Terminal 3, Roma Urbe, Torino e Venezia.  

Leggi tutto    Commenti 0