Articolo
17 nov 2018

FIRENZE | City of Flowers in the Sky, un’esplosione di fuochi d’artificio diurni

di mobilita

Domenica 18 novembre alle 16 l’artista contemporaneo Cai Guo-Qiang esegue City of Flowers in the Sky, un’esplosione di 50 mila fuochi d’artificio diurni che per circa 10 minuti sbocceranno” sullo sfondo del cielo di Firenze. L’evento, organizzata in collaborazione con il Comune di Firenze, introduce Flora Commedia: Cai Guo-Qiang agli Uffizi, la mostra personale di Cai Guo-Qiang, in programma alle Gallerie degli Uffizi dal 20 novembre al 17 febbraio 2019. City of Flowers in the Sky si ispira alla Primavera di Botticelli ed è un’opera pirotecnica composta da un preludio e sei atti: Tuono primaverile e, a seguire, Dio del vento dell’Ovest e dea della Terra, Nascita di Flora, Caduta di Venere, Le tre Grazie, Giardino spirituale e Giglio rosso. City of Flowers in the Sky è la performance più complessa di Cai Guo-Qiang dopo Black Ceremony, la prima esplosione di fuochi d’artificio diurni nel deserto di Doha nel 2011, ed Elegia realizzata lungo il fiume Huangpu di Shanghai nel 2014. L’artista ha ideato l’effetto pirotecnico di ogni scena dipingendo centinaia di disegni e il team di Liuyang, città in cui sono nati i fuochi d’artificio, ha contribuito alla realizzazione degli effetti speciali in base ai lavori progettati dall’artista. PROVVEDIMENTI DI CIRCOLAZIONE Per ragioni di pubblica sicurezza e pubblica incolumità, gli uffici della Mobilità hanno predisposto una serie di provvedimenti di circolazione che riguardano la viabilità dell’area intorno a piazzale Michelangelo. Tra questi, il divieto di transito, dalle 5 alle 18.30, del viale dei Colli.  Ecco tutte le misure di circolazione. Dalla mezzanotte di sabato 17 novembre, deroga al divieto di sosta e transito nel piazzale Michelangelo per i mezzi interessati alla manifestazione, dalla notte di domenica 18 novembre sono previsti divieti di sosta anche nelle parti normalmente usate a parcheggio del piazzale, in viale Michelangiolo (tra piazzale e via San Miniato al Monte), viale Poggi, viale Galilei (tra piazzale Michelangelo e via del Monte alle Croci). Termine previsto alle 18.30 di domenica. Per le operazioni di messa in sicurezza propedeutiche all’evento, dalle 5 alle 18.30 di domenica 18 novembrescatteranno ulteriori provvedimenti. Il primo è il divieto di transito pedonale sul piazzale Michelangelo, viale Michelangiolo (tratto in corrispondenza del piazzale e l’area antistante il Flo), viale Poggi, via dei Bastioni (da viale Poggi a via San Salvatore al Monte). A questo si aggiunge il divieto di transito per i veicoli (eccetto i mezzi dell’organizzazione) in piazzale Michelangelo, viale Michelangiolo (eccetto direttrice di collegamento via Marsuppini-piazza Ferrucci), viale Galileo, viale Poggi, via dei Bastioni (tratto viale Poggi-via San Salvatore al Monte), via Giramonte (all’incrocio con piazza Unganelli). Previste deroghe in viale Michelangiolo per i veicoli diretti/in uscita dall’ex IOT, veicoli dei frontisti, veicoli diretti/in uscita da attività ricettive interne all’area, veicoli provenienti da via San Miniato al Monte per la sola corsia discendente in direzione di via Marsuppini. Altre deroghe sono previste in viale Galilei per i veicoli provenienti da via San Leonardo in uscita verso piazzale Galileo, veicoli dei frontisti compresi quelli di via del Giramontini, mezzi con contrassegno invalidi. A questi si aggiungeranno, fino alle 14, i veicoli delle persone dirette alle funzioni religiose presso la Chiesa di San Salvatore a Monte e all’Abbazia di San Miniato al Monte, oltre a quelli diretti al cimitero delle Porte Sante utilizzando l’itinerario piazzale Galileo-viale Galileo-via delle Porte Sante-via del Monte alle Croci-viale Galilei-piazzale Galilei. Ancora deroghe per i mezzi dei frontisti in via del Giromontino È prevista la chiusura anche in via dei Bastioni (tratto viale Michelagiolo-via Ser Venturi) con deroghe, oltre,che per i mezzi dell’organizzazione, per i veicoli dei frontisti di via Ser Ventura Monachi e di quelli di via dei Bastioni nel tratto viale Michelangelo-viale Poggi. Il tratto di via dei Bastioni compreso fra via Ser Ventura Monachi e viale Poggi diventerà senza sfondo con ingresso/uscita lato via Ser Ventura Monaci solo per i frontisti. Dalle 5 alle 18.30 di domenica saranno chiuse le stradelaterali afferenti alle aree chiuse. Previste deroghe per i veicoli diretti ai passi carrabili o in sosta sulla strada in uscita dall’area chiusa. Dalle 14 alle 18.30 di domenica sarà in vigore anche un divieto di sosta in via delle Porte Sante (tratto viale Galileo-via Monte alle Croci) mentre dalle 5 alle 18.30 sarà revocata l’area pedonale sull’itinerario piazza Pitti-via Guicciardini-via dei Bardi con spegnimento della porta telematica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

GENOVA | Verso una città vivibile e intelligente con la Genova Smart Week

di mobilita

La resilienza è il tema trasversale a tutti gli argomenti trattati nella settimana dedicata alle 'città intelligenti' in programma a Genova dal 19 al 24 novembre.  A presentarla, martedì 13 novembre nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, è l’assessore allo Sviluppo economico Giancarlo Vinacci, insieme con il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari e l’assessore all’Ambiente Matteo Campora. «La Genova Smart Week – spiega Giancarlo Vinacci - è arrivata ormai alla IV edizione e, oggi più che mai, rappresenta la più importante occasione per dialogare con i cittadini e per aprire nuove prospettive di sviluppo, amplificando le nostre attrattive verso il mondo delle imprese, a investitori di qualunque provenienza. Le tematiche di quest’anno sono attraversate da un fenomeno nuovo, la resilienza, trasversale a tutti gli argomenti trattati e a cui dedicheremo la giornata di martedì 20 novembre, con diversi tavoli di lavoro, più uno, trasversale, sulla resilienza. Genova è già coordinatore europeo per gli eventi climatici in tema di resilienza e probabilmente a breve entreremo a far parte delle cento città resilienti del mondo e accedere, quindi, a finanziamenti della Rockefeller Foundation». Rigenerazione urbana, resilienza, edifici intelligenti, economia circolare, human technology e mobilità elettrica, questi i macro-temi che saranno affrontati nel corso della settimana, tra il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi e Great Campus Erzelli, mentre venerdì 22 e sabato 23 in piazza Matteotti saranno esposti mezzi elettrici a basso impatto ambientale e sarà possibile conoscere da vicino i sistemi di ricarica (wallbox e colonnine) e provare l’esperienza di un test drive in prima persona.  Di mobilità elettrica, pubblica e privata, ha parlato il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari: «Parleremo di Valpolcevera a 360 gradi – ha sottolineato – un territorio che necessita di un occhio particolare e avrà un focus all’interno della settimana. Il prolungamento della metropolitana era necessario prima del 14 agosto e lo è diventato più che mai dopo. Con la nostra azienda di trasporto pubblico, che parteciperà a diversi tavoli di lavoro nell’ambito di Genova Smart Week, stiamo puntando su mezzi completamente elettrici e, per quanto riguarda il trasporto privato o intermodale, oltre ad aumentare le auto elettriche in car-sharing, si stanno avviando contatti per la sperimentazione dello scooter-sharing».Promossa dall’Associazione Genova Smart City, dal Comune di Genova e da Regione Liguria con il supporto tecnico e organizzativo di Clickutility Team, Genova Smart Week analizzerà gli strumenti tecnologici per rendere le città smart e a dimensione umana, riducendo il peso energetico e i costi economici. «Questa smart week è un’occasione per confrontarci sulle nuove tecnologie e sul futuro della nostra città e del nostro pianeta – aggiunge l’assessore alla Ambiente Matteo Campora – Con la circular eonomy affronteremo il tema della gestione dei rifiuti in Italia e nel mondo, tema che è tra i diciassette obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. Entro gennaio 2019 il Comune di Genova farà il primo bando di gara per il trattamento dei rifiuti. Giovedì 22 novembre sarà la giornata in cui ci confronteremo con i temi concreti del recupero energetico e del riutilizzo dei rifiuti, ma anche dellaloro riduzione alla fonte, con l’obiettivo di passare dalle attuali 180 tonnellate a 150». La Genova Smart Week, giunta alla sua IV edizione, si conferma anche quest’anno un importante tavolo di confronto a livello internazionale sui temi dello sviluppo di una città innovativa e vivibile grazie al coinvolgimento di prestigiose collaborazioni e al know how delle aziende partecipanti.   «E’ un evento che ha dato molta visibilità alla nostra città - sottoline Giancarlo Vinacci - lo scorso anno ha infatti ospitato oltre 1500 operatori di settore, e che quest’anno si arricchisce di nuove tematiche fondamentali, come la trasversalità della resilienza, per rendere Genova sempre più dinamica, pulita e vivibile e come richiamo appetibile per nuove aziende e nuovi residenti. La scorsa edizione, vivacizzata dal contributo di oltre 200 relatori tra nazionali ed esteri, ha favorito l'avvio di un tavolo di lavoro condiviso con le aziende del territorio e, a distanza di un anno, con estrema soddisfazione posso dire che tutte le istituzioni si sono allineate in un progetto comune per la diffusione di tutte le tecnologie fondamentali per rendere Genova una tra le città europee più smart». IL PROGRAMMAL'edizione numero quattro della Genova Smart Week inaugura lunedì 19 ottobre 14 con un focus sulla RIGENERAZIONE URBANA che delineerà le politiche atte a stimolare e governare il recupero e la riqualificazione delle aree urbane, presentando alcune case history di eccellenza nazionali per poi focalizzarsi su Genova, dove sono in corso svariati interventi di rigenerazione. I lavori, avviati da Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica del Comune di Genova, si concluderanno poi con una tavola rotonda di confronto per la rigenerazione del Quadrante della Valpocevera.Martedì 20 si parlerà di RESILIENZA delle città che, attraverso una migliore previsione e programmazione di azioni, porta a uno sviluppo sostenibile del territorio, incrementando la qualità della vita e riducendo i rischi naturali o antropici. La cooperazione internazionale resta fondamentale nel sostenere gli sforzi delle autorità nazionali e locali, delle comunità e delle imprese. La sessione, conGiovanni Toti, presidente e commissario straordinario, Regione Liguria, Marco Bucci, sindaco e commissario per la ricostruzione, Comune di Genova e Giancarlo Vinacci, assessore allo Sviluppo economico, Comune di Genova affronterà il tema di come si prepara e trasforma la città resiliente. Seguirà la tavola rotonda partnership pubblico e privato per lo sviluppo della città resiliente che vedrà coinvolte istituzioni e aziende in un confronto diretto.Nel pomeriggio, si avvieranno i lavori per la StrategiaGenova@Resiliente con tre tavoli di lavoro: Asset GREY – Sviluppo delle Infrastrutture, reti, comunicazioni; Asset GREEN -  Adattamento ai cambiamenti climatici e rigenerazione urbana; Asset SOFT -  Impatti economici, Community/Imprese che avranno l’obiettivo di definire una strategia condivisa e strumenti per prevenire, limitare i danni e potenziare il tessuto urbano, economico e sociale di Genova.Sempre nel pomeriggio, a Palazzo della Borsa si svolgerà la finale della SMARTcup Liguria a cura di Filse, Regione Liguria e Liguria International che decreterà le tre startup che concorreranno alla finale nazionale del Premio nazionale innovazione promosso da PNI Cube.La giornata di mercoledì 21 sarà dedicata ai quartieri e agli edifici intelligenti con la sessione SMARTDISTRICT&BUILDING che analizzerà le soluzioni innovative a oggi disponibili - connessione a banda larga, ICT, IoT, automazione, sensoristica big data, sicurezza informatica, software di monitoraggio e sistemi avanzati di storage – sottolineando quanto un’integrazione armonica delle tecnologie nella gestione e nell’erogazione dei servizi pubblici necessari alla vita cittadina sia il presupposto fondamentale per una smart city.Sempre mercoledì, prenderà l’avvio SMAU GENOVA, la tappa del roadshow di Smau in Italia dedicato al tema dell’open innovation e finalizzato a portare l’innovazione in giro per l’Italia. Un fitto calendario di SMAU Live Show (aperti al pubblico) e di tavoli di lavoro tematici (a porte chiuse) animeranno tutto il giorno la Sala delle Grida e la Sala del Telegrafo a Palazzo della Borsa.Giovedì 22 ospite dell’Auditorium Liguria Digitale – Parco Tecnologico degli Erzelli si svolgerà Human Technology Forum con due sessioni che analizzeranno, rispettivamente, le nuove frontiere dell’e-health, il settore più innovativo in ambito sanitario, e quelle di Remote Assistance & Healthcare, con un focus sulle avanguardie dei processi diagnostici, terapeutici e assistenziali a domicilio. Entrambe riuniranno i protagonisti del settore con l’obiettivo di rendere Genova uno dei centri più all'avanguardia nel panorama mondiale della sanità e, nel contempo, di soddisfare esigenze economiche e di servizio alla persona sempre più crescenti.Sempre alla mattina, nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, riflettori puntati sul ruolo delle città come motore di sviluppo dell’economia circolare nella sessione circular economy che sarà avviata da Matteo Campora, assessore all’Ambiente, servizi civici e informatica del Comune di Genova. Affinché le città possano assumere in pieno il loro ruolo verso un sistema economico sempre più circolare, sono necessarie un’azione d’indirizzo e di organizzazione degli enti pubblici e una partecipazione delle imprese e dei soggetti privati, sia sul fronte industriale che dei servizi. La sessione analizzerà i due punti di vista anche attraverso l’esame di esperienze innovative del territorio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

ROMA | Tornano le domeniche ecologiche

di mobilita

Prevenire e contenere l’inquinamento atmosferico, contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche sono alcuni degli obiettivi delle Domeniche ecologiche, che tornano nella Capitale a partire dal 18 novembre. La Giunta capitolina ha dato il via libera all’iniziativa che prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" del PGTU (il Piano generale del traffico urbano), nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. La limitazione comprende anche gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. Le domeniche ecologiche sono state programmate secondo il seguente calendario:  18 novembre 2018, 2 dicembre 2018, 13 gennaio 2019, 10 febbraio 2019, 24 marzo 2019. Le date e gli orari possono essere modificati, qualora si verifichino eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, siano ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente. L'Assessorato alla Città in Movimento e i relativi uffici dipartimentali provvedono al potenziamento del trasporto pubblico locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale vigila per garantire il rispetto del provvedimento. “Le domeniche ecologiche rappresentano occasioni importanti - dichiara l'assessora alla Città in movimento Linda Meleo - per promuovere la mobilità sostenibile e sensibilizzare i cittadini al tema del rapporto tra inquinamento e trasporti. Con il piano per la mobilità elettrica stiamo mettendo in atto un’azione incisiva per la riduzione delle emissioni inquinanti. Come ogni anno, in occasione del blocco del traffico è previsto il potenziamento del trasporto pubblico locale, con un incremento delle corse di bus, tram e taxi”. L'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale promuove il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della qualità dell'aria e dei suoi effetti sulla salute e sull'ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all'utilizzo più responsabile delle fonti energetiche. "La sfida dei cambiamenti climatici - spiega Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale - è una delle sfide principali che dobbiamo affrontare, soprattutto nelle grandi città come Roma. Questa iniziativa rientra tra tutte le azioni volute dall'Amministrazione per garantire una migliore qualità dell’aria. Su questi temi occorre un approccio rigoroso e scientifico e iniziative concrete a favore del benessere e della salute".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 nov 2018

GENOVA | Arriva la nave portaerei Cavour, ecco come fare per visitarla

di mobilita

Arriva a Genova la nave portaerei Cavour, costruita da Fincantieri nel cantiere di Riva Trigoso ed è entrata in servizio per la Marina Militare italiana nel 2009. La Marina Militare Italiana e il Comune di Genova promuovono visite guidate gratuite ai cittadini, in gruppi di ottanta persone. Per ragioni di sicurezza è possibile portare solo minorenni in grado di camminare in modo autonomo. Giorni e orari di visita Necessaria la prenotazione online sul sito Eventbrite 9 -10 -12 novembre, orari al punto di accoglienza: 9 - 9.30 - 10 - 10.30 - 11 - 11.30 - 12 - 12.30 - 13.00 - 13.30 - 14.00 - 14.30 - 15 - 15.30 - 16 - 16.30 - 17 - 17.30 - 18.00 11 novembre, solo pomeriggio orari al punto di accoglienza: 15.30 - 16 - 16.30 - 17 - 17.30 - 18.00 Punto di accoglienza: hall del Centro Commerciale Terminal Traghetti, Piazzale dei Traghetti Iqbal Masih - presso gazebo Associazione Nazionale Carabinieri. Una navetta bus AMT trasporterà i gruppi di visitatori dal Terminal Traghetti sino alla nave. Portare un documento di riconoscimento; non sarà possibile scattare foto o effettuare riprese video nella zona portuale e sulla nave; presentarsi puntuali all’orario prescelto e seguire gli accompagnatori. I volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri forniranno supporto per l’accoglienza, il controllo delle prenotazioni e l'affidamento dei visitatori al personale della Marina Militare per il percorso interno alla nave. In caso di allerta Rossa, emanata da Arpal/Regione Liguria, le visite previste non saranno effettuate. Prenotazioni Occorre prenotare sul sito EVENTBRITE , scegliere l'orario e compilare con i dati richiesti; una prenotazione per ciascun partecipante, anche per i minorenni e gli accompagnatori di persone con esigenze particolari. Il giorno della visita portare con sé un documento di riconoscimento. Identikit della nave  lunghezza totale: 244 m  lunghezza ponte di volo 220 m con una larghezza di 34  il suo hangar accoglie fino a 12 elicotteri oppure, in alternativa, 8 aerei  può imbarcare un gruppo di volo misto, aerei ed elicotteri, composto da circa 20 aeromobili. Gli aerei impiegati sul Cavour sono gli AV8B, a decollo corto ed atterraggio verticale, con compiti di protezione aerea della flotta e supporto ravvicinato alle operazioni anfibie e terrestri.  possiede un’area medica di bordo che è un vero e proprio ospedale galleggiante dotato delle più moderne apparecchiature, che consentono di assicurare il ruolo di supporto ad ogni tipo di missione di natura militare, fondamentale anche per la condotta di operazioni umanitarie e di supporto a popolazioni colpite da calamità. Proprio per le sue caratteristiche, la nave rappresenta uno dei luoghi di sviluppo dei lavori del Convegno della Società Radiologica Italiana - S.I.R.M., dall'8 all'11 novembre, e di ulteriori attività di formazione e aggiornamento dei medici a cura dell’Ordine Provinciale dei Medici.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ott 2018

CAGLIARI | Il Comune aderisce alla Giornata Nazionale del Trekking Urbano

di mobilita

Quello del trekking urbano è un evento nazionale che valorizza il turismo esperienziale e che promuove la possibilità per il turista e per il cittadino di scoprire in maniera inedita le città d'arte, puntando sulla destagionalizzazione dei flussi turistici. Il trekking urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratteristici non sempre oggetto di visite guidate: una forma di turismo libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo. Oltre ad essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di far conoscere nuovi luoghi oltre alle zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree meno conosciute dei centri urbani e prolungare i soggiorni. L’idea è nata nel 2002 dal Comune di Siena e sin dalle prime edizioni è stata sposata da altre città. Il Trekking Urbano ha conquistato un numero sempre crescente di amanti di una moderata attività sportiva all’insegna della curiosità, grazie a percorsi che coniugano la salubrità di attività all’aria aperta, con la scoperta dell’arte e della bellezza. Per l'edizione 2018 è stata individuata la tematica enogastronomica dal titolo “Raccontami come mangi e ti dirò chi sei”, al fine di realizzare percorsi che coniughino  il trekking urbano alla tradizione enogastronomica oltre che all'arte, al paesaggio e alla cultura e agli aneddoti presenti nella nostra città. Tre gli itinerari previsti, in programma mercoledì 31 ottobre (Biddanoa Tour), giovedì 1 novembre (quartieri di Castello e Villanova, guida in lingua inglese, con degustazioni in una casa tipica) e venerdì 2 novembre (Castello, con aperitivo molecolare in uno dei palazzi storici del quartiere) Informazioni e prenotazioni ai numeri (+39) 393 4417811-(+39) 392 0508181, oppure via mail all'indirizzo info@tripsardinia.com

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ott 2018

NAPOLI | Ritorna la decima edizione di Chocoland

di mobilita

Ritorna la decima edizione di Chocoland dal 30 ottobre al 4 novembre, la più importante kermesse del centrosud dedicata al cioccolato. La rassegna, patrocinata dalla quinta Municipalità e dal Comune di Napoli, è in programma al Vomero ‪fino al 4 novembre‬. Per festeggiare l'importante traguardo dei dieci anni, Chocoland quest'anno propone tante novità dedicate agli amanti del cioccolato. Tra gli appuntamenti previsti, il 31 ottobre ed il 2 novembre alle 12 la presentazione degli usi alternativi del grano cotto Chirico e la realizzazione di torte al cioccolato, alle 17 il laboratorio di torte Chirico per bambini che saranno protagonisti della realizzazione delle torte.  Il Clubino di via Luca Giordano ospiterà il 30 ed il 31 ottobre dalle 10 alle 15 gli alunni delle classi elementari e medie di circa trenta scuola che saranno coinvolti dal maestro Antonio Vanacore direttamente nella realizzazione di dolci a base di cioccolato. ‪Sabato 3 novembre‬ dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17 ci saranno corsi gratuiti del maestro Vanacore nella stessa location su “L’Abc del cioccolato”. Il 31 ottobre alle 21 “Il Gusto della cultura”, rubrica di cultura enogastronomica a cura di Piera Salerno. Le performances della pastry blogger e cake designer, Valentina Cappiello che elaborerà per Chocoland la sua "Ricetta che Vale" per una torta al cioccolato. Con l’associazione Ulivita.it, ci saranno momenti dedicato al connubio tra olio e cioccolato, quest’ultimo preparato con olio di oliva e non con il burro di cacao. Presenti tanti marchi della pasticceria napoletana, come Poppella e Cuori di sfogliatella, oltre a vari maestri provenienti da tutta Italia. Anche la Fondazione Santobono Pausilipon Onlus sarà impegnata a Chocoland, con un suo stand, in una raccolta fondi per la neurochirurgia. In programma anche varie escursioni di carattere culturale e l’animazione per i più piccoli, affidata come sempre a Puerta del Sol che realizzerà le sue baby dance tutti i giorni alle ore 18. Il 31 ottobre previsti uno spettacolo di magia e una parata di palloncini ‘mostruosi’. Il 1 novembre alle 12 un attesissimo ‘chocolate face painting’ con Weronique Art. Ma quali sono le curiosità che saranno proposte dai vari stand? Ci sarà la scarpetta di Maradona in cioccolato e la spalmabile al tiramisù della Cioccolateria Veneziana, il senza glutine e vegano di Cioccolato&Benessere, i torroni di Gallucci Faibano. La kermesse sarà raccontata da Lino D’Angiò con la sua Cioccolativù e dagli speakers di Radio Marte, emittente ufficiale della rassegna, che sarà in diretta tutti i giorni dalle 16 alle 20 e giovedì, sabato e domenica anche dalle 10 alle 13

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 ott 2018

ROMA | Domenica 28 ottobre pedaliamo insieme per la lotta contro il tumore al seno

di mobilita

Tutto pronto a Roma per la ciclo-pedalata non competitiva di raccolta fondi per la lotta contro il tumore del seno e l’educazione ai corretti stili di vita. Bicinrosa mira a sensibilizzare le donne, e la popolazione in generale, sull’importanza della prevenzione del tumore al seno attraverso lo sport e una dieta sana per ridurre il rischio di carcinoma mammario.  Partecipando all’evento – che si terrà a Roma domenica 28 ottobre, nel mese dedicato alla lotta contro il tumore al seno – si contribuirà proprio alla formazione e alla ricerca su questa patologia. Il carcinoma della mammella è la neoplasia più frequentemente diagnosticata nel sesso femminile, rappresentando il 30% di tutti i tumori. Nel 2016 sono state oltre 500 mila le donne che hanno ricevuto una diagnosi di tumore al seno (47.000 solo in Italia). È il tumore più frequente in ogni classe di età: tra le donne di età inferiore a 45 anni è il 36,0% di tutti i cancri diagnosticati, tra quelle con età compresa tra 45 e 64 anni il 39,8%, e il 22,3% tra le donne ultrasessantacinquenni. Il crescente tasso di incidenza dei tumori della mammella può essere dovuto a cambiamenti nelle abitudini di vita e a mutamenti negli schemi sociologici. Si stima che l’aumento del peso corporeo e l’inattività fisica, il fumo e l’alimentazione non corretta siano alcuni dei fattori di rischio che possono incidere fino al 25-33% di casi di carcinoma mammario. Studi epidemiologici hanno dimostrato che l’attività fisica riduce il rischio di sviluppare un tumore al seno. L’indicazione è dunque di praticare regolare attività fisica, aggiungendo alla classica camminata quotidiana anche un impegno ulteriore in palestra, in bicicletta, in piscina, nella corsa, nel ballo o in qualsiasi attività sportiva di proprio gradimento. La prevenzione del tumore al seno passa anche attraverso lo stile di vita. Un’alimentazione equilibrata, basata sui principi della dieta mediterranea, lo svolgimento di una regolare attività fisica, l’astensione dal fumo e un consumo moderato di alcolici sono ad oggi considerati strumenti efficaci di prevenzione dell’insorgenza del tumore al seno e delle recidive nelle donne operate (documento) Gli obiettivi specifici della manifestazione sono: richiamare l’attenzione della popolazione sul tema dell’importanza dello sport e di un’alimentazione sana per la prevenzione del tumore al seno dare visibilità alle donne che hanno già affrontato il problema e che  lo vivono con spirito positivo e di speranza far conoscere le possibilità di cura presso le Breast Unit o centri di senologia multidisciplinari, che permettono alla donna di affrontare il tumore al seno con la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti dedicati, curata secondo i più alti standard europei, e accompagnata nell’intero percorso di malattia.  N.B: si stima che le donne trattate in questi centri hanno una percentuale di sopravvivenza più alta del 18% rispetto a chi si rivolge a strutture non specializzate, e hanno anche una migliore qualità di vita richiamare l’attenzione dei media e delle istituzioni sul tema della prevenzione e cura del tumore al seno raccogliere fondi da destinare alla formazione e ricerca per il tumore al seno dare visibilità alle politiche dell’Unione europea sul cancro al seno Il Percorso La pedalata parte e arriva presso lo Stadio "Nando Martellini" delle Terme di Caracalla, Viale delle Terme di Caracalla, seguendo un percorso circolare all'interno del centro storico di Roma con orario di inizio alle ore 11.00.  Sono previsti nell’area di partenza/arrivo della manifestazione degli stand informativi a partire dalle ore 8.00.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

MILANO | Ritorna la PittaRosso Pink Parade per la Fondazione Umberto Veronesi

di mobilita

Domenica si terrà la PittaRosso Pink Parade, l’ormai tradizionale corsa rosa organizzata per raccogliere fondi a sostegno di Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca scientifica contro i tumori femminili. Quest’anno, prima della partenza, tutti i partecipanti verranno coinvolti nel tentativo di realizzare il nastro rosa umano più grande del mondo e conquistare così il Guinness World Records. Tutti i partecipanti dovranno già indossare la t-shirt e pettorale ufficiali dell’evento. Magliette e pettorali dovranno essere ritirati al Villaggio PPP in Piazza del Cannone, che sarà aperto sabato 27/10 dalle 11.00 alle 18.00 e domenica 28/10 dalle 7.30. In Piazza Duomo non ci sarà la possibilità di ritirare né t-shirt né pettorale. All’arrivo in Piazza Duomo riceverai in omaggio una bandana rosa che dovrai indossare sul capo per partecipare al fiocco rosa, secondo le linee guida del GUINNESS WORLD RECORDS™. Ci sarà un percorso obbligato da seguire che farà confluire tutti i partecipanti all’interno dell’enorme sagoma tracciata a terra e che darà forma ad un nastro rosa umano di massimo 10.000 persone. In circa 2 ore il nastro prenderà forma e nell’attesa ci sarà da divertirsi a ritmo della musica e dell’intrattenimento di R101. La camminata 5Km non competitiva organizzata da PittaRosso a sostegno di Pink is Good. La quota di iscrizione è di 12€. Per tutti i bambini fino a 12 anni (nati dopo il 2006) l'iscrizione invece è gratuita. Tutti i fondi raccolti con le iscrizioni e le donazioni saranno interamente devoluti a Fondazione Umberto Veronesi a sostegno della ricerca scientifica contro i tumori femminili.Puoi iscriverti in tutti i negozi PittaRosso fino a sabato 27 ottobre, ed online fino a venerdì 26 ottobre alle ore 16.00 su questo sito: clicca qui.La partenza della camminata è fissata alle 10.30 del 28 ottobre a Milano in Piazza Duomo.  Puoi iscriverti anche alla challenge non competitiva cronometrata di 10 Km, organizzata da PittaRosso a sostegno di Pink is Good.  La quota di iscrizione alla corsa è di 16 € ed è possibile iscriversi solamente online: clicca qui.L'evento è aperto a tutti i runner maggiorenni: si terrà a Milano il 28 ottobre con partenza alle ore 10.30 in Piazza Duomo, in un percorso tutto cittadino che porterà i partecipanti attraverso alcuni degli scorci più suggestivi della città.L'iscrizione alla corsa è disponibile solo online fino a venerdì 26 ottobre alle ore 16.00 sulla piattaforma MySDAM/ENDU.Per recuperare il tuo voucher clicca qui.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

ROMA | Visite guidate dell’Eur in bici

di mobilita

Nell'ambito del programma  che il Municipio IX dedica alla conoscenza del patrimonio culturale, da domenica 30settembre e per le successive domeniche del mese di ottobre si svolgeranno le visite guidate gratuite dell'EUR. In sella alla propria bicicletta, la Cooperativa Sociale il Sogno vi guiderà, attraverso cinque percorsi tematici tutti diversi, tra i luoghi di rilevanza storica, archeologica, artistica, urbanistica e museale dell'EUR che sarà possibile osservare con uno sguardo nuovo. Importanti nella programmazione le collaborazioni con il Museo delle Civiltà e FENDI che ci ospiteranno con una visita guidata gratuita alla mostra Giro al Museo, dedicata al mondo della bicicletta da lavoro nella storia, e la visita alla Journées Particulières per conoscere metaforicamente il dietro le quinte della Maison FENDI. Programma di domenica 28 ottobre :Percorso misto: Viale Europa (vie dello shopping e dell’alta moda), via Cristoforo Colombo (con l’obelisco), illaghetto, Palalottomatica, Parco del Ninfeo. L'appuntamento è alle ore 10.00 a viale America, in prossimità della fermata della Metro B-EUR Fermi. Si ricorda che è possibile portare la bicicletta nella Metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

Fondazione FS: da Licata alla Valle dei Templi con i treni del gusto

di mobilita

Domenica 28 ottobre il Treno delle dolcezze di convento e dei pani sacri viaggerà tra Licata, Canicattì e la Valle dei Templi di Agrigento. La partenza del treno è programmata dalla stazione di Licata alle 9:15 con fermate intermedie nelle stazioni di Campobello/Ravanusa (9:47), Canicattì (10:08), Racalmuto (10:30), Grotte (10:34) Aragona Caldare (10:47), Agrigento Bassa (11:05) e arrivo a Tempio Vulcano alle 11:15. Nel cuore del parco archeologico, in programma una sosta di 2 ore per consentire ai passeggeri di partecipare al laboratorio del gusto di Slow Food ed eventualmente visitare l’area del Giardino della Kolymbetra. Alle 13:15 il treno partirà alla volta di Agrigento Centrale dove si effettuerà una sosta per il pranzo. Alle 15:00 partirà un bus per Porto Empedocle, dove sarà possibile visitare l’ottocentesca stazione ferroviaria o il centro cittadino. Alle 16:50 il bus riporterà i passeggeri del treno storico ad Agrigento Centrale, da dove, alle 17:30, partirà il treno di ritorno per Licata. I biglietti per viaggiare a bordo del treno storico sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo, senza alcuna maggiorazione di prezzo, in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Il titolo di viaggio comprende anche la partecipazione ai laboratori del gusto di Slow Food e alle visite guidate. Proseguono così gli appuntamenti con i treni storici del gusto promossi dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana con la collaborazione della Fondazione FS e Slow Food.

Leggi tutto    Commenti 0