Articolo
25 mag 2019

Varata a Stabia unità anfibia multiruolo “Trieste”

di mobilita

Alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto dal Presidente di Fincantieri Giampiero Massolo e dall’Amministratore delegato Giuseppe Bono, si è svolta oggi, presso il cantiere di Castellammare di Stabia, la cerimonia di varo di nave “Trieste”, unità anfibia multiruolo e multifunzione, concepita, fin dalla fase preliminare del progetto, per essere uno strumento flessibile, multi-purpose by design, modulare, e a basso impatto ambientale. Si tratta di un’unità di tipo LHD (Landing Helicopter Dock) per le sue capacità d’impiego di aeromobili e mezzi anfibi, grazie alla disponibilità di un ponte di volo e un bacino allagabile interno alla nave. La nuova unità sarà consegnata nel 2022 e rientra nel Programma navale per la tutela della capacità marittima della Difesa, deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato nel maggio 2015 (“Legge Navale”). La Madrina della nave è stata Laura Mattarella, figlia del Presidente della Repubblica. Alla cerimonia sono intervenuti, fra gli altri, il Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali e Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Luigi Di Maio, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di squadraValter Girardelli. Nave “Trieste” sarà certificata da RINA Services in accordo con le convenzioni internazionali per la prevenzione dell’inquinamento sia per gli aspetti più tradizionali come quelli trattati dalla Convenzione MARPOL, sia per quelli non ancora cogenti, come quelli trattati nella Convenzione  di Hong Kong relativamente alla emissione del “Green Passport”.   Caratteristiche dell’unità: LHD - Landing Helicopter Dock L’unità avrà una lunghezza di circa 214 metri, una velocità massima di 25 nodi, e sarà dotata di un sistema di propulsione del tipo CODLOG (COmbined Diesel eLectric Or Gas) che utilizza la propulsione elettrica per le andature a basse velocità, in linea con la policy ambientale della Marina Militare (“Flotta Verde”). Le caratteristiche costruttive e di armamento di nave “Trieste” le consentiranno di proiettare e sostenere – in aree di crisi – la forza da sbarco della Marina Militare e la capacità nazionale di proiezione dal mare della Difesa, di assicurare il trasporto strategico di un numero elevato di mezzi, personale e materiali e di concorrere con la Protezione Civile alle attività di soccorso alle popolazioni colpite da calamità naturali, essendo anche in grado di fornire acqua potabile, alimentazione elettrica e supporto sanitario. L’Unità potrà inoltre assolvere le funzioni di comando e controllo nell’ambito di emergenze in mare, evacuazione di connazionali e assistenza umanitaria. Con oltre 1.000 posti letto disponibili, la nuova LHD sarà dotata di un ponte di volo per elicotteri, di circa 230 metri, per assicurare l’operatività di un battaglione di 600 uomini e di un ponte garage in grado di ospitare 1200 metri lineari di veicoli gommati e cingolati, sia civili che militari. Il bacino allagabile, lungo 50 metri e largo 15, consentirà alla nave di operare con i più moderni mezzi anfibi in dotazione alle Marine NATO e dell’Unione Europea. Le varie aree di stivaggio del carico saranno  accessibili tramite gru, rampe poppiere e laterali, e la movimentazione del carico sarà affidata a rampe interne ed elevatori. Sarà presente a bordo un ospedale completamente attrezzato, con sale chirurgiche, radiologia e analisi, gabinetto dentistico e zona degenza per 27 ricoverati gravi (ulteriori ricoveri sono possibili in moduli container opportunamente attrezzati).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mag 2019

FIRENZE | Nel tunnel della tramvia il primo murales che rilascia ossigeno

di mobilita

Nel tunnel Belfiore della tramvia arriva il primo murales che trattiene anidride carbonica e rilascia ossigeno. Mille metri quadrati di street art lungo la linea 2 con 20 artisti coinvolti tra figurativi e writers della scena fiorentina e non solo. È ‘Urban Graffiti’, il progetto presentato da Multiverso Coworking Network, che ha avuto l’ok della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore alle Politiche giovanili. Da questa notte, gli artisti saranno impegnati nella realizzazione dell’opera, che sarà completata nell’orario di interruzione del servizio tramvia. Secondo l’assessore si tratta di un tributo alle origini della street art, nata proprio sui vagoni della metropolitana di New York: un’opportunità di rilievo internazionale per ricollocare la street art nei suoi luoghi di origine e legare la stagione della street art fiorentina anche al tema ambientale, attraverso l’utilizzo di pitture ecologiche a rilascio di ossigeno. Il progetto, sostenuto anche economicamente dal Comune di Firenze, coinvolge gli street artist fiorentini più attuali, affiancati dai precursori della scena a Firenze e in Italia. A realizzare l’opera saranno 20 artisti tra figurativi e writers: Ninjaz, Leonardo Borri, Mr. G, Urto, Fone, Blu 2530, James Boy, Exit Enter, Zeus, Skim, Edf Crew, Rame Edf, Umberto Styla Edf, Nico Bruchi Edf; Kein, Mille, Tapes, Rusto, Swan. Tra gli artisti ‘storici’ coinvolti Toxic, JC e Zero T. Gli interventi saranno realizzati nelle notti tra il 20 e il 23 maggio, compatibilmente con gli orari di interruzione del servizio della tramvia. Saranno utilizzate pitture ecologiche di marchio italiano che trattengono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno. Le pitture coloreranno il tunnel Belfiore, ad esclusione dei 14 metri lineari sotto Palazzo Mazzoni in attesa di nullaosta della Sovrintendenza. 

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 mag 2019

MILANO M4 | Nuova edizione degli “Open Days” con la visita al cantiere della Stazione Linate

di mobilita

Sabato 25 maggio nuova edizione degli “Open Days” di M4: dalle ore 10 alle ore 18 il cantiere della Stazione Linate sarà aperto ai cittadini e i tecnici impegnati nella costruzione della Blu, la nuova metropolitana di Milano, guideranno gli interessati alla scoperta di un’opera fondamentale per la mobilità a Milano. La Stazione di Linate, inoltre, riveste un doppio ruolo molto particolare: non solo M4 sarà la linea metropolitana che consentirà agli utenti dell’aeroporto di raggiungere il centro città in pochi minuti ma anche Linate sarà la prima fermata della Blu ad aprire i tornelli al pubblico. L’entrata in esercizio è infatti programmata per gennaio 2021 (con le prime tre fermate, da Linate fino a Forlanini Fs). Questa edizione dell’Open Day M4 rientra tra gli eventi di “Open House Milano 2019”, l’evento organizzato dall’omonima associazione e che prevede per tutto il weekend un palinsesto di aperture straordinarie a edifici pubblici e privati dal notevole valore architettonico. Open House Milano rivolge la propria attenzione agli edifici normalmente non accessibili, al patrimonio architettonico moderno e contemporaneo, per estendersi fino alla città in trasformazione, senza mai trascurare la ricchezza artistica e culturale che caratterizza Milano dall’antichità in poi. Qui maggiori informazioni e l’elenco completo delle aperture: www.openhousemilano.org. Le visite al cantiere M4 di Linate sono gratuite e si svolgeranno in gruppi di circa 25 persone. Per l’ingresso sarà necessario registrarsi a partire dalle ore 9:30 con un documento di identità valido presso lo stand di accoglienza posizionato nei pressi della porta n.8 del piano arrivi dell’aeroporto di Linate (a pochi passi dal capolinea del bus 73). Non sono previste prenotazioni e i gruppi si formeranno al momento. Si consiglia di indossare calzature comode. L’ingresso sarà consentito anche ai bambini dai 5 anni di età. Nel cantiere sono presenti barriere architettoniche (scale). L’Open Day M4 è promosso dal Comune di Milano e realizzato, con il supporto di MM spa, dalla società concessionaria M4, i cui soci sono lo stesso Comune, le imprese costruttrici (Salini Impregilo, Astaldi, Hitachi Rail STS, Hitachi Rail SpA, Sirti) e il gestore Atm. Si ringrazia Sea Milan Airports per la collaborazione. Ti potrebbero interessare: MILANO METRO 4 | La Stazione Linate MILANO METRO 4 | La tratta Linate–Forlanini Fs già in esercizio entro gennaio 2021

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mag 2019

GENOVA | Visite gratuite alla Fregata L. Rizzo, ecco come fare

di mobilita

Il comune di Genova organizza delle visite gratuite alla Fregata L. Rizzo ormeggiata al porto di Genova, varco di Ponte dei Mille. Ecco le date: mercoledì 15 maggio pomeriggio - orari visite: 15 - 16 -17 -18 giovedì 16 maggio - orari visite: 10 - 11 - 12 - 15 – 16 -17 -18 venerdì 17 maggio - orari visite: 10 - 11 - 12 - 15 – 16 -17 -18 Per ciascun orario di visita saranno accettate 60 persone suddivise in tre gruppi. Per scegliere giorno ed orario clicca qui Punto di ritrovo: Varco di Ponte dei Mille, presso Stazioni , 15 minuti prima dell’orario di visita. Porta con te un documento di riconoscimento. Il Luigi Rizzo è una fregata missilistica della Marina Militare, in servizio dal 20 aprile 2017. Si tratta della sesta unità della classe Bergamini e la seconda in configurazione multiruolo dopo la capoclasse. La nave imbarca per la parte artiglieresca un cannone prodiero da 127/64 mm (in grado di impiegare le munizioni Vulcano) per interdizione navale e obiettivi terrestri a lungo raggio e per il tiro antiaereo; un cannone poppiero sul cielo hangar da 76/62 mm (in grado di impiegare le munizioni Davide e dotato del sistema STRALES), 2 mitragliere OTO/Oerlikon GBM-AO1 da 25/80 mm. Per la parte missilistica i sistemi d'arma sono: 8 missili Teseo Mk2/A per lotta antinave e obiettivi terrestri entro i 180 km; 16 celle VLS Sylver A50 per Aster 15 a corto e medio raggio per l'autodifesa e Aster 30 per la difesa aerea d'area (antiaereo e antimissile). Per la lotta antisommergibile imbarca 6 tubi lanciasiluri in due sistemi tripli B-515 per siluri MU-90 Impact da 324 mm; 1 sistema antisiluro SLAT. Infine imbarca 2 lanciarazzi SCLAR-H. Sistemi d'arma per la parte Radar sono: un radar da scoperta aerea 3D EMPAR Multifunzione Attivo, due radar direzione-tiro NA-25 DARDO-F, un radar da scoperta superficie RASS (RAN-30X-I), un radar per la navigazione Selex ES SPN-730 e due radar per la navigazione GEM-Elettronica MM/SPN-753, un radar IFF SIR M5-PA. Per la parte Sonar: 1 Thales UMS 4110 CL nel bulbo prodiero, 1 telefono subacqueo Thales TUUM-6 t, 2 sistemi MM/SMQ-765 per la guerra elettronica Nettuno 4100. Per il comando e controllo due sistemi da combattimento Athena, 21 triple consolle multifunzionali, di cui 19 nella Centrale operativa di Combattimento, 1 sul ponte di comando e 1 nella Sala Comando. Per la componente elicotteristica imbarcata: 2 SH90 o 1 SH90 ed 1 AW101 muniti di 2 missili Marte antinave o di 2 siluri MU-90 Impact; 1 sistema Curtiss-Wright per l'assistenza agli elicotteri in appontaggio. Ti potrebbe interessare: MILAZZO | Tutto pronto per la Cerimonia di consegna della Bandiera alla Nave Luigi Rizzo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2019

Presentato il programma del Port Day 2019 nei porti di Genova e Savona

di mobilita

Il Port Day 2019 dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale sarà ricco di eventi che partiranno venerdì e sabato 10 e 11 maggio a Savona e proseguiranno dal 16 al 18 maggio a Genova.  Mentre da venerdì 10 a sabato 11 maggio a Savona e da giovedì 16 a sabato 18 maggio a Genova l'appuntamento è con il Port Day dei Piccoli, l'appuntamento dedicato ai più piccoli organizzato in collaborazione con l'associazione Il Porto dei Piccoli. In Vecchia Darsena a Savona e al Porto Antico a Genova laboratori, spettacoli teatrali dedicati alle scuole elementari e in generale a tutti i bambini. Inoltre sabato 11 a Savona sarà possibile visitare il bacino portuale con l'imbarcazione degli Ormeggiatori e dei Piloti del Porto, salire a bordo di un rimorchiatore, scoprire i nodi marinareschi con la Lega Navale e incontrare la Capitaneria di Porto. Nell'ambito del Port Day genovese giovedì 16 maggio sarà la giornata dedicata alla Capitaneria di Porto che darà la possibilità ai ragazzi di visitare le unità navali della Guardia Costiera, la Sala Operativa della sede di Genova e di partecipare ad una conferenza sulle immagini e le fonti di archivio per la storia di Genova sul mare. Venerdì 17 alle ore 9 si terrà invece a Palazzo San Giorgio l'iniziativa "Il Porto incontra gli studenti" riservato alle scuole secondarie in collaborazione con Spediporto, Assagenti e Agenzia delle Dogane.  Per sabato 18 maggio è prevista l'apertura straordinaria di Palazzo San Giorgio con tre visite guidate (con orario 10/11/12), realizzate grazie alla consueta collaborazione con la delegazione Fai di Genova e l'apertura straordinaria del Genoa Port Center (visita prevista per ore 11). L'ingresso è libero per entrambe le visite ma è obbligatoria la prenotazione (fino ad esaurimento dei posti disponibili) all'indirizzo e-mail portday@portsofgenoa.com. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mag 2019

PORTO VENEZIA | Dal 15 al 20 maggio un fittissimo programma di attività per i 20 anni di Porto Aperto

di mobilita

Un fittissimo programma di attività rivolto ai diversi pubblici per coronare i 20 anni di Porto Aperto: così il Porto di Venezia aderisce all’iniziativa indetta da Assoporti “Italian Port Days – "Opening Port Life and Culture to people", che avrà luogo dal 15 al 20 maggio lungo tutte le coste della penisola. Per l’occasione a Venezia saranno offerte numerose iniziative dedicate a pubblici di ogni tipo, che si svolgeranno sia nel waterfront storico di Santa Marta che a Porto Marghera. Si inizia con “Kids on board” un’iniziativa dedicata ai bambini delle scuole primarie, che per 4 giorni avranno la possibilità di scoprire il porto e i suoi protagonisti tramite laboratori ludico-didattici appositamente studiati per i più piccoli. Questi potranno poi salire a bordo dei mezzi nautici di Capitaneria di Porto, Rimorchiatori, Ormeggiatori e Piloti del Porto di Venezia e vivere un’esperienza da “piccoli comandanti”. Anche gli studenti più grandi saranno coinvolti nelle attività dei Port Days, grazie alla collaborazione con l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica S. Venier: in quei giorni si svolgerà infatti la seconda edizione della “Settimana del Mare”, occasione di alternanza scuola-lavoro che vedrà gli studenti protagonisti di laboratori, visite guidate, seminari ed esperienze sul campo. Venerdì 17 maggio, a chiudere i lavori della settimana, gli studenti parteciperanno ad una visita guidata in barca alle infrastrutture portuali di Marittima e Marghera. Sempre il 17 maggio si terrà il seminario “Prospettive del cluster marittimo tra dinamiche globali e determinanti locali”realizzato dall’Autorità di Sistema Portuale in collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti con l’obiettivo di fare il punto sulle dinamiche in atto nel comparto e sulle sfide da superare per poter continuare a contribuire allo sviluppo del territorio. Sabato 18 maggio sarà invece la giornata dedicata a tutti coloro che desiderano conoscere tutte le opportunità offerte dalla realtà portuale: nel corso della mattinata il waterfront storico di Santa Marta sarà aperto a tutti ed ospiterà numerose attività coordinate dall’Autorità di Sistema Portuale con la collaborazione di: Consorzio Formazione Logistica Intermodale (CFLI), ITS Marco Polo, Venice Maritime School (VeMarS), Capitaneria di Porto di Venezia, Rimorchiatori Riuniti Panfido, Gruppo Ormeggiatori del Porto di Venezia, Corporazione Piloti Estuario Veneto, Venezia Terminal Passeggeri (VTP), Portabagagli del Porto di Venezia, Scuola Italiana Cani da Salvataggio – Sezione del Veneto. Grazie a questa ampia collaborazione i partecipanti avranno l’occasione di conoscere da vicino alcune delle principali realtà operanti in Porto, dalle istituzioni agli istituti di formazione logistica, incontrandone i rappresentanti per momenti formativi e di dialogo. Saranno inoltre visitabili i mezzi nautici di Capitaneria di Porto, Rimorchiatori, Ormeggiatori e Piloti, alla presenza del personale che ne illustrerà le caratteristiche e il funzionamento. Ad accompagnare le attività, verranno organizzate delle dimostrazioni di salvataggio in mare da parte della Sezione Veneto dell’Associazione Italiana Cani da Salvataggio. Tutte le attività del 18 maggio saranno accessibili esclusivamente su prenotazione tramite il sito www.eventbrite.com.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 mag 2019

Torna in Sicilia, dopo 9 anni, la Locomotiva a Vapore 685

di mobilita

Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati dei treni storici: i prossimi 10, 11 e 12 maggio sulla linea Catania-Caltagirone arriverà la “regina”, la Locomotiva a Vapore 685 del Deposito Locomotive di Pistoia. L’evento è organizzato dalla Fondazione FS su richiesta della Regione Siciliana che ha fortemente caldeggiato l’evento. Le locomotive a vapore del gruppo 685 sono state locomotive con tender delle FS per treni viaggiatori diretti e direttissimi di rodiggio 1-3-1 o 1C1, costruite in 391 unità in cinque serie, a vapore surriscaldato e a semplice espansione e dotate di un motore a quattro cilindri. I treni storici viaggeranno in occasione della Fiera Mediterranea del cavallo, importante manifestazione promossa dalla Regione Siciliana, che ha l’obiettivo di rilanciare alcune razze autoctone italiane e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, nonché promuovere il territorio, soprattutto i suoi itinerari “minori”, quelli al di fuori delle guide ufficiali. La manifestazione si articolerà in iniziative di carattere sportivo, ludico e culturale. Per l’occasione, la Fondazione FS per ognuno dei tre giorni organizzerà ben due treni storici: oltre al treno a vapore con carrozze Corbellini, viaggerà anche un secondo treno a trazione diesel con vetture del tipo 45000. Venerdì 10, il treno a vapore da Catania a Scordia partirà alle 9:02, quello a trazione diesel alle 8.10. Sabato 11, sia il treno a vapore sia quello a trazione diesel partiranno da Catania alle 9:40, con arrivo a Scordia alle 10:40. Domenica 12, invece, i treni storici percorreranno l’itinerario Catania-Militello: il treno a vapore partirà alle 8:55, quello a trazione Diesel alle 9:40. Giunti a destinazione, i passeggeri potranno usufruire di servizi navetta per raggiungere i luoghi dove si svolgerà la manifestazione. I biglietti per viaggiare a bordo dei due treni storici, al costo di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi di età inferiore ai 12 anni saranno commercializzati dalla Regione Siciliana. Per info è disponibile l’indirizzo trenistorici@fondazionefs.it. Informazioni dettagliate consultando la sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2019

Domenica 28 aprile torna sui binari il treno a vapore Iseo Express

di mobilita

Torna sui binari della Lombardia l'Iseo Express, il treno storico a vapore per turisti ed appassionati per vivere una esperienza unica dal cuore di Brescia fino alle sponde orientali del Lago d'Iseo. Composizione del treno : Locomotiva a vapore Gr. 740 e carrozze degli anni '30 "Centoporte" Per il secondo anno consecutivo l'Assessorato ai Trasporti della Regione Lombardia, in collaborazione con Fondazione FS e Ferrovie Nord organizza per domenica 28 aprile l'Iseo Express con un viaggio da Brescia a Iseo, mentre la tratta tra Iseo e Pisogne sarà garantita da un servizio bus. Oltre al viaggio, i passeggeri del treno storico potranno usufruire di un pacchetto turistico in collaborazione con l'Associazione F.T.I, che prevede visite guidate, prenotabile al numero di telefono 338.8577210 o tramite posta elettronica all'indirizzo fti@ferrovieturistiche.it Inoltre, dalle località del lago sarà possibile proseguire l'itinerario acquistando un biglietto per la navigazione pubblica di linea con uno sconto del 20% esibendo al desk il biglietto del treno storico. Info e prenotazioni consultando il sito www.navigazionelagoiseo.it, o chiamando il numero di telefono 035.971483 oppure, ancora, tramite posta elettronica scrivendo all'indirizzo info@navigazionelagoiseo.it I biglietti per viaggiare a bordo del Treno a Vapore Iseo Express sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su www.trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione "viaggi ed eventi" del sito web www.fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2019

NAPOLI | Ritorna METRO ART #FOCUS_EXHIBITION

di mobilita

Ritorna METRO ART #FOCUS_EXHIBITION, la proposta culturale dell’Azienda Napoletana Mobilità, curata da Maria Corbi e Marco Izzolino, che ripresenta agli appassionati le opere della collezione dopo un approfondito lavoro di ricerca. Il nuovo appuntamento Focus_Exhibition, fissato per il 2 maggio alle ore 17:00 presso la stazione Salvator Rosa, è dedicato alle opere Ritmo nello spazio di Renato Barisani e Tebe di Augusto Perez installate negli spazi esterni della stazione Salvator Rosa. La discussione sulle due opere sarà l’occasione per conoscerne aspetti inediti e approfondire l’importante ruolo che i due autori hanno svolto, a partire dalla fine degli anni Cinquanta, nello sviluppo culturale di Napoli, coniugando le matrici delle avanguardie storiche con i linguaggi delle correnti artistiche internazionali a loro contemporanee. L’iniziativa Focus Exhibition nasce per dare voce alle tante domande e riflessioni emerse dall’incontro con i visitatori nel corso della decennale esperienza di divulgazione del patrimonio di arte presente nel metrò e al tempo stesso per promuovere un rinnovato dialogo con appassionati, studiosi e addetti ai lavori. Il materiale raccolto nella ricerca di Focus_Exhibition andrà a far parte del nucleo di approfondimento sulle opere della collezione Metro Art e messo a disposizione di studiosi ed appassionati. La partecipazione è gratuita Prenotazione obbligatoria qui / posti limitati

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2019

NAPOLI | Torna l’appuntamento con i treni d’epoca fino ai parchi archeologici di Pompei, Paestum, ed Elea-Velia

di mobilita

La Fondazione FS Italiane ha programmato in Campania, per turisti e appassionati dei treni storici, un lungo ponte di fine aprile con itinerari ricchi di fascino. Domenica 28 aprile torna l’appuntamento con Archeotreno Campania, il servizio in treno d’epoca che consente di viaggiare dal cuore di Napoli fino ai parchi archeologici di Pompei, Paestum, ed Elea-Velia. Il treno, composto da carrozze Centoporte e Corbellini degli anni ’30 e ’40 del secolo scorso, partirà alle 8.20 dalla stazione di Napoli Centrale. Previste fermate intermedie a Pietrarsa-San Giorgio a Cremano (8:41); Portici–Ercolano (8:46); Pompei (9:06); Salerno (9:40), Pontecagnano (9:49); Paestum (10:12); Ascea (10:42); Sapri (11:09).  Il ritorno da Sapri alle 16:30, con arrivo a Napoli Centrale alle 19:22. I biglietti per viaggiare sui treni storici della Fondazione FS sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e sutrenitalia.com. Si potranno acquistare anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram.

Leggi tutto    Commenti 0