Articolo
16 feb 2018

VENEZIA | La città lagunare aderisce alla campagna “M’illumino di meno”

di mobilita

Il Comune di Venezia anche quest’anno aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico e sulla mobilità sostenibile "M'illumino di Meno" che si terrà il 23 febbraio prossimo giorno in cui, simbolicamente, verrà festeggiato il "compleanno" del Protocollo di Kyoto. L’iniziativa, giunta alla sua 14. edizione è stata ideata da Caterpillar, storico programma radiofonico in onda su Radio2. “Dalle ore 18 di venerdì 23 febbraio – commenta l’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin - anche Venezia, aderendo alla campagna “M’illumino di Meno”, spegnerà le luci dei suoi “simboli”. Resteranno al buio, compatibilmente con questioni di sicurezza, Piazza San Marco, Piazza Ferretto, i palazzi istituzionali dell’Amministrazione comunale come Ca’ Farsetti, Ca’ Loredan e la sede del Municipio di Mestre in Via Palazzo e, quest’anno, anche le installazioni luminose che abbiamo voluto creare a Marghera per ricordare il centenario della sua fondazione. Si spegneranno così, per quella notte, le luci che illuminano i serbatoi delle bioraffinerie Eni, il ponte Bossi, la torre dell’acquedotto e il faro Ramses II. Non potevamo non dare anche quest'anno il nostro sostegno all’iniziativa – continua De Martin - visto il tema che farà da filo conduttore all’edizione 2018: dedicare quella giornata alla bellezza di camminare e di andare a piedi, per ricordare simbolicamente che sotto i nostri piedi c'è la terra e per salvarla è necessario cambiare passo ed incentivare una delle forme più salutare di mobilità sostenibile, non può che trovarci favorevoli. L'invito, quindi, è di spegnere le luci e di andare a piedi – conclude De Martin - perché anche da questi piccoli gesti possiamo dare un segnale di amore e di rispetto per la nostra terra”. L’obiettivo dell'iniziativa è raccontare best practice in ambito di risparmio energetico da parte di istituzioni, comuni, associazioni, scuole, aziende e singoli cittadini, promuovendo la riflessione sul tema dello spreco di energia, che si può evitare con interventi strutturali, ma anche con semplici accorgimenti che ogni singolo individuo può mettere in pratica. Anche per questo motivo, il Comune di Venezia ha invitato le scuole ad aderire all'iniziativa attraverso varie attività, come il pedibus e un incremento dell'educazione fisica, per camminare, correre e andare in bicicletta non solo nel tragitto casa-scuola, ma anche nel resto della giornata. L’obiettivo è quello, impegnandosi a contare i passi percorsi, di offrire il proprio contributo alla missione nazionale di raggiungere la Luna a piedi percorrendo in tutta Italia 555 milioni di passi entro la notte del 23 febbraio.  Alcune scuole hanno già manifestato interesse per l'iniziativa, tra cui la scuola primaria Querini che ha proposto di organizzare un pedibus per tutta la scuola. All'iniziativa aderisce, anche quest’anno, la Fondazione Musei Civici di Venezia spegnendo le luci di 7 sedi museali (Palazzo Ducale, Museo Correr, Casa Goldoni, Ca’ Rezzonico – Museo del settecento Veneziano e Museo di Storia Naturale e Ca’ Pesaro- Galleria Internazionale d’Arte Moderna). Di seguito il decalogo di M’illumino di Meno 1. Spegnere le luci quando non servono 2. Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici 3. Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria 4. Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola 5. Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre 6. Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria 7. Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne 8. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni 9. Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni 10. Utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 feb 2018

La cura del ferro arriva anche nei porti di Venezia e Chioggia

di mobilita

Ieri è stato firmato da Maurizio Gentile Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e Pino Musolino Presidente dell'Autorità del Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale il protocollo d'intesa per il potenziamento infrastrutturale dei due scali marittimi. L'accordo sancisce l'istituzione di un gruppo di lavoro congiunto che nei prossimi sei mesi individuerà gli interventi necessari all'upgrading delle infrastrutture portuali, anche in relazione alla crescita dei traffici già registrata e all'ulteriore sviluppo previsto, e al miglioramento delle loro connessioni con la rete ferroviaria nazionale. Prevista una prima fase di interventi, finalizzati all'incremento del numero dei binari e all'adeguamento del modulo a 750 metri, che consentiranno di aumentare la quota del traffico merci da e per il porto di Venezia, uno dei principali nodi della rete europea dei Core Corridor TEN-T. Saranno valutati, inoltre, interventi per il ripristino del collegamento ferroviario tra il porto di Chioggia e la rete nazionale. La seconda fase di interventi prevede invece la realizzazione di ulteriori nuovi collegamenti tra la rete portuale e quella nazionale e il potenziamento del nodo di Venezia Mestre - Marghera Scalo. Le merci transitate per il porto di Venezia intercettano due dei principali Corridoi europei: quello Mediterraneo, che collega la Penisola iberica al confine dell'Est europeo passando per la dorsale italiana Torino - Trieste; e il Corridoio Baltico-Adriatico, che connette importanti porti italiani, come quello di Venezia, all'Austria e ai mercati del Nord Europa. "Questo tipo di interventi - ha dichiarato Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di RFI - rientra nella più ampia strategia di sviluppo dell'intero sistema logistico del Paese, che ci vede impegnati con l'obiettivo di incrementare il trasporto merci su ferro, attraverso il potenziamento della rete ferroviaria nazionale, l'adeguamento agli standard internazionali, il miglioramento della connettività dei porti con le altre infrastrutture di interscambio, i valichi internazionali e le linee che fanno parte dei corridoi TEN-T". "L'accordo di oggi segna una pietra miliare nello sviluppo del porto di Venezia e della nostra competitività a servizio del ricco entroterra e i numerosi mercati di riferimento. Le connessioni ferroviarie del nostro porto vanno infatti lette per la loro utilità non solo in chiave locale, ma verso l'intero Sistema Paese e del suo tessuto produttivo e manifatturiero. La domanda ferroviaria del nostro scalo nell'ultimo anno ha infatti registrato numeri record a partire dal 2016 (5.250 treni e 2,2 milioni di tonnellate pari a un +25% in peso rispetto al 2015), confermando la crescita anche nel 2017 (+4,3% in peso rispetto al 2016 e +2,3% numero di treni rispetto al 2016). Va ricordato che oggi sono già attivi alcuni importanti servizi ferroviari che rendono il Terminal Autostrade del Mare di Fusina totalmente intermodale e collegano la Grecia via Venezia con il Nord Europa (Francoforte e Rostock); gli sviluppi pianificati oggi con RFI consentiranno anche di contribuire all'implementazione di questo importante settore di traffico che nel 2017 è cresciuto del 43% e si prevede possa registrare un trend positivo anche nei prossimi anni", ha dichiarato il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale dell'Adriatico Settentrionale Pino Musolino.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2018

Carnevale di Venezia, oggi il Mestre Carnival Street Show

di mobilita

Il Mestre Carnival Street Show, propone un ricco programma di spettacoli per la domenica, 4 febbraio 2018, con artisti di strada e coreografie ispirate al tema del circo. Musicisti, acrobati, attori, performer daranno vita ad una animazione colorata, divertente ed originale nei principali luoghi della città a partire dal suo salotto buono, Piazza Ferretto, dove anche il palco e la pista di pattinaggio si ispirano al tema della kermesse nelle scenografie realizzate da Massimo Checchetto, scenografo del Teatro la Felice. Presenti alcuni elementi del circo Togni contraddistinti dalle classiche righe di colore rosso e giallo già presenti nel film “La strada” di Federico Fellini. Tra i poli del divertimento: In Piazza Ferretto, divertimento dalle 11.00 alle 13.00 e poi nel pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00. A partire dalle 15.30, di scena l’orchestrina di musicisti itineranti Grande Cantagiro Barattoli e le scatenate percussioni della Banda Berimbau con il sound brasiliano della Batucada. Alle 16.30 la tradizionale Sfilata delle Mascherine accompagnata da divertenti giochi e originali gag. Iscrizioni lato palco dalle ore 15.30 alle ore 16:15 presso il Carretto Mascherina in Piazza Ferretto. In Piazzale Donatori di Sangue, Le Petit Cabaret 1924, alle ore 18.00:  uno spettacolo di circo-cabaret che sulle note di musica jazz e swing, si ispira e ricrea le atmosfere dei locali tipici parigini degli anni ’20. Gli spettatori saranno accolti dagli artisti con un aperitivo di benvenuto, in attesa che inizi lo show. Un percorso che strappa dalla realtà per condurre in un’esperienza coinvolgente ed emozionale. In Piazzetta Pellicani, alle ore 12.00 spettacolo di hoola hop acrobatico e dalle 15.30 il Circo Fungo, laboratorio di circo per bambini. In giro per la città, spettacoli circensi con la Compagnia del Drago Nero, la Baracca dei Buffoni, il Grande Cantagiro Barattoli, la Baracca dei Buffoni, Acqualta Teatro, Giacomino, Teatro Moro e molti altri. Piazzetta Battisti, ore 17.30, spettacolo di clown con I 4 Elementi. In Via Palazzo, dalle 15.30 La Casa degli gnomi, antico carretto dei burattini con filastrocche e canti. Migliaia di bolle di sapone tutto il giorno in Piazzetta Matter con Mastro Bolla. Tutta l’area metropolitana verrà attraversata dalla carovana del Circo Ciclò. Una serie di spettacoli ed incredibili gag che ruotano attorno alla bicicletta. Compagnie di teatro di strada accompagnate da un presentatore su monociclo e musicisti porteranno a domicilio divertimento e gag per i più piccoli. Doppio appuntamento domani, ore 11.00, a Tessera presso la Chiesa di Santa Maria Assunta e alle 15.00 a Tarù presso il piazzale della Chiesa di Santa Lucia. Alternanza ludica di parole e musica al Teatro Momo, ore 15.00, con “Una storia a tempo di jazz”. Uno spettacolo per i più piccoli a cura di Pino Costalunga dove il genere musicale verrà narrato in un dialogo continuo tra attore e strumenti musicali. Imperdibile lo spettacolo in programma nella Sala San Marco di Trivignano, ore 16.00, dove, dopo il successo della Piccola Turandot eseguita nell'edizione 2017 del Carnevale, gli allievi dell’Associazione Musicale “Ermanno Wolf-Ferrari” si rivolgeranno al giovane pubblico di bambini e ragazzi facendolo divertire in Gioco musicando/musica giocando con suoni degli strumenti della Sinfonia dei giocattoli di L. Mozart e le celebri filastrocche di tutti i nostri giochi. Al Fab Lab Venezia, ore 10.00, Vega, spazio alla creatività con i laboratori di fabbricazione digitale, dove è possibile imparare divertendosi durante il Carnevale, scoprendo i droni, la stampa 3D, la progettazione di un videogioco e tanto altro ancora all'insegna dell'innovazione e della tecnologia. Tema di domani, Scopriamo Arduino! dedicato alla scheda open source per la prototipazione elettronica più diffusa al mondo. Un’occasione per muovere insieme i primi passi nel mondo della programmazione, in un contesto ludico e di sperimentazione. Il Centro Culturale Candiani, propone invece, ore 17.00 il capolavoro per bambini Omero. Odissea di Antonio Panzuto. Uno spettacolo per raccontare la suggestione del viaggio di Ulisse e l’immortale poema di Omero attraverso la forza espressiva degli oggetti e i delicati colori della luce. A Malcontenta, Teatro S. Ilario, ore 16.30, “Cappuccetto Rosso per 2 Lupi”, una fiaba per bambini della compagnia “Vengo Anch’io”, mentre a Chirignago, Ore 14.15 sfilata mascherata a piedi da Piazza San Giorgio e a seguire, Ore 14.30 Spettacolo del gruppo Pedalia presso il Centro Sportivo Montessori, a  cura dell’Associazione i Celestini Acsd.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2018

Carnevale di Venezia | Oggi inaugurazione del palco di piazza San Marco

di mobilita

Piazza San Marco oggi il suo grande palco dedicato al circo e ai giochi “Creatum – Civitas Ludens” studiato dallo scenografo della Fenice Massimo Checchetto e arricchito dalle scenografie del film “La strada” di Federico Fellini e apre, di fatto, il Carnevale di Venezia 2018 dopo il consueto e tradizionale prologo del 27 e 28 gennaio con la Festa Veneziana sull’Acqua in Rio di Cannaregio. Sono le 12 Marie, scelte tra 66 candidate domenica scorsa a Ca’ Vendramin Calergi, le protagoniste della giornata d’apertura di domani, sabato 3 febbraio. Faranno il loro esordio in pubblico indossando i tradizionali costumi dell’atelier Pietro Longhi nel consueto corteo che da San Pietro di Castello le porterà fino al palco di Piazza San Marco dove avverrà la loro presentazione da parte del Principe Maurice. La manifestazione rievoca in chiave moderna il rapimento e la liberazione di dodici promesse spose ai tempi del doge Pietro Candiano III (1039). All’inizio del IX secolo il 2 febbraio di ogni anno, giorno della purificazione di Maria, le dodici più belle fanciulle del popolo scelte a rappresentare la città Si radunavano insieme ai loro promessi sposi nella chiesa di S. Pietro di Castello, per ricevere la benedizione nuziale. Bruno Tosi, noto regista e operatore culturale, scomparso nel 2012, ha rilanciato a Venezia dopo secoli di abbandono, questa meravigliosa tradizione che oggi viene portata avanti dall’infaticabile “mamma” di tutte le Marie Maria Grazia Bortolato. Ecco chi sono le 12 Marie del Carnevale di Venezia 2018 che aspirano a succedere ad Elisa Costantini, vincitrice del concorso lo scorso anno, titolo che le ha garantito di essere domenica alle 11 la protagonista del Volo dell’Angelo. Alice Bertan, 22 anni, di Dolo, Erika Chia, veneziana di Castello, 19 anni, Andrea Chiarato, 18 anni, di Mestre, Valentina Coppo, 18 anni di Musile Piave, Karol D’Amico, 22 anni, nata a Palermo ma residente a Mestre, Giulia Gioia, 18 anni, di Favaro Veneto, Debora Pattarello, 18 anni di Zelarino, Micol Rossi, 26 anni, del sestiere San Polo di Venezia, Chiara Trincanato, 20 anni, di Campagna Lupia, Arianna Vidal, 21 anni di Spinea, Giulia Zancato, 18 anni di Fossò, Irene Zanetti, 18 anni, veneziana del sestiere di Cannaregio. Dopo aver raggiunto San Pietro di Castello verso le 14.30, il corteo con le 12 ragazze percorrerà via Garibaldi e Riva degli Schiavoni in uno scenografico corteo e arriverà sul palco di Piazza San Marco attorno alle 16.00.  Le 12 Marie verranno portate a spalla lungo tutto il percorso da giovani figuranti, sedute su delle portantine e quindi, accolte dal Principe Maurice sul palco, verranno presentate una ad una al pubblico del Carnevale di Venezia. La Festa è anche un momento unico per ammirare i costumi della tradizione veneziana. Il corteo, accompagnato dai gruppi storici in costume del C.E.R.S. e dalle associazioni Amici del Carnevale di Venezia e Associazione Internazionale per il Carnevale di Venezia, è composto da: Este Medievale, Cavalieri del Drago, Schola Tamburi Storici di Conegliano, Serenisimo Tribunal de l’Inquisithion di Venezia, Palio Arcella, Corporazione Artigiani Medievali, Associazione Giano, Compagnia di S. Vitale, Gruppo Storico di Servigliano, Firlitanz – Germania, Confraternita del Leone, Academia Sodalitas Ecelinorum di San Zenone degli Ezzelini. Ospiti d’Onore: I Principini del Carnevale di Bonn – Germania. Il coordinamento è a cura del presidente del Cers Massimo Andreoli. Programma di San Marco | sabato 3 febbraio ore 11.00–13.00: Concorso la Maschera più bella. Conduzione: Compagnia Pantakin Venezia. ore 15.00–15.30: Le Beuffon de Courmayeur al Carnevale di Venezia a cura di Commune Courmayer. Conduzione: Compagnia Pantakin Venezia ore 15.30–16.00: Aspettando le Marie del Carnevale con il trionfo carnevalesco di benvenuto. Show della tradizione. Conduzione: Compagnia Pantakin Venezia e Principe Maurice Agosti. ore 16.00–17.00: LA FESTA DELLE MARIE  ore 17.00–17.30: Esibizioni storiche, sbandieratori, duelli e danze. ore 17.30–19.00: DJ-SET Prsdnt & VJ-SET F-Productions, Dj Danielino in consolle ore 19.00–22.00 Piazza San Marco si anima con musica dal vivo e DJ Set con un programma selezionato dai migliori club partner di Red Bull. Musica dal Vivo Spazio Zero Band & VJ-SET F-Productions.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2018

Carnevale di Venezia: presentato il programma delle iniziative in Terraferma

di mobilita

 “Un Carnevale ricchissimo di appuntamenti, spalmati su tutto il territorio, e pensato non solo per i ragazzi ma anche per gli adulti; ma che soprattutto riesce a mettere 'a sistema' le tante iniziative nate spontaneamente a livello locale, abbinando a queste altri eventi di grandissima qualità”.  Gli assessori comunali al Turismo, Paola Mar, e alla Coesione sociale, Simone Venturini, hanno presentato al Municipio di Mestre, il calendario delle manifestazioni in programma in Terraferma, nell'ambito del Carnevale di Venezia 2018, nel corso della conferenza stampa a cui hanno preso parte anche la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, l'amministratore unico di Vela SpA, Piero Rosa Salva, la curatrice del “Mestre Carnival Street Show”, Enrica Crivellaro. Per 8 giorni (il 3 e 4 febbraio e dall'8 al 13 febbraio), Mestre diventerà una sorta di grande circo a cielo aperto. Le sue vie centrali, grazie al “Mestre Carnival show”, saranno animate da spettacoli condotti da scatenati musicisti, spericolati acrobati e stravaganti artisti. Nelle stesse giornate, in piazzale Donatori di Sangue si potrà assistere a “Le petit cabaret 1924”, uno spettacolo di circo-cabaret che riporterà alle atmosfere parigine degli anni Venti. In piazzetta Pellicani, invece, dall'8 al 13, ci sarà “Imaginarium”, un circo fotografico unico nel suo genere. Non mancheranno ovviamente gli appuntamenti “tradizionali”, come il Volo dell'Asino, fissato per domenica 11 febbraio alle ore 12, preceduto da “Ice Carnival Show”, uno spettacolo sul ghiaccio. Spazio inoltre alla tradizionale sfilata delle mascherine in piazza Ferretto nei giorni clou del Carnevale.  “Ma ci saranno – ha sottolineato Venturini – tanti appuntamenti anche in tutta la Terreferma: a Marghera, ad esempio, sabato 10 febbraio, ritorna la sfilata dei carri, ormai un appuntamento irrinunciabile e sempre più frequentato, che ha il merito di far sfilare insieme i carri 'professionali' e quelli 'amatoriali' realizzati dalle associazioni del territorio.”      “Nasce da un grande lavoro, che vede coinvolte ben 900 persone del luogo – ha ricordato Paola Mar – anche l'altra sfilata, fiore all'occhiello del programma di Terraferma: quella di Zelarino, giunta alla 51^ edizione, che si terrà martedì 13 febbraio. E con i tanti eventi di Carnevale, mi piace ricordare anche il ritorno di 'Happy Friday', venerdì 9 febbraio, per rendere il centro di Mestre ancora più attrattivo in queste giornate.” “E' davvero un Carnevale – ha osservato la presidente Damiano – per tutte le età, che fa di Mestre e della Terraferma sempre più un punto di riferimento. Non mancherà nemmeno lo sport: domenica 11 febbraio è in programma la 'Corri in maschera', con partenza alle ore 9 dalla Torre dell'orologio.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2018

Treno storico da Milano al Carnevale di Venezia

di mobilita

Domenica 11 Febbraio 2018 sarà possibile viaggiare su un treno storico elettrico degli anni '50-'60 alla volta di Venezia per partecipare a una delle più suggestive e rinomate feste del Carnevale. E' quindi consigliata (ma non obbligatoria) la partecipazione in costume e maschera. Partenza da Milano Centrale, fermate intermedie a Milano Lambrate, Treviglio Centrale, Rovato, Brescia e arrivo a Venezia Santa Lucia. Giunti a Venezia, i viaggiatori hanno tempo libero a disposizione per partecipare alle numerose manifestazioni e sfilate previste in città. Verranno utilizzate carrozze serie 45.000 tipo 1959 e carrozze serie UIC-X Ecco le Tariffe e i biglietti Prezzi validi per ogni stazione di partenza, corsa di andata e di ritorno: 1° classe € 45,00 adulti € 25,00 bambini (6/12 anni non compiuti:) 2° classe € 38,00 adulti € 20,00 bambini (6/12 anni non compiuti) Bambini: fino a 6 anni non compiuti, gratis senza garanzia di posto a sedere (uno ogni adulto pagante). Se richiesto posto a sedere € 10 in 2° classe e € 13 in 1° classe) Gruppi, oltre i 20 partecipanti (con una gratuità ogni 20 adulti paganti): 1° classe: adulti: € 40,00 - ragazzi 6/12 anni non compiuti: € 25,00 2° classe: adulti: € 34,00 - ragazzi 6/12 anni non compiuti: € 20,00 Per la prenotazione dei biglietti chiamare  035.4175180  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2018

VENEZIA | Per l’evento “Volo dell’Angelo” previste nuove misure di sicurezza

di mobilita

In ottemperanza alle recenti normative sulla sicurezza, la capienza di posti in Piazza San Marco in occasione dell’evento di domenica 4 febbraio, il “Volo dell’Angelo”, non potrà essere superiore a 20.000 persone - numero di gran lunga inferiore alle presenze dello scorso anno (40.000 persone). Allo scopo, di favorire l’accesso allo spettacolo dei residenti e dei turisti soggiornanti a Venezia, si è concordato di anticipare l’orario di inizio dell’avvenimento alle ore 11. Il Comune di Venezia, attraverso la società Vela, ha programmato contemporaneamente al Volo dell’Angelo lo svolgimento di ulteriori eventi nei principali campi per coloro che non potranno assistere allo spettacolo di Piazza San Marco. Si invitano, pertanto, coloro che si troveranno impossibilitati a raggiungere Piazza San Marco per assistere al Volo dell’Angelo ad approfittare delle innumerevoli altre possibilità di svago o di approfondimento culturale della città, riservando eventualmente al pomeriggio la visita di Piazza San Marco. Un particolare richiamo d’attenzione viene, inoltre, rivolto alle famiglie con bimbi nei passeggini, in considerazione della possibilità che una situazione di affollamento potrebbe determinare delle difficoltà nella mobilità. L’Amministrazione comunale assicura che fornirà costanti notizie sulla situazione in atto, tramite aggiornamenti sui canali ufficiali di comunicazione del Carnevale di Venezia, tradotti in più lingue. Confidando nel senso di responsabilità dei cittadini veneziani non interessati al Carnevale e che potranno subire disagi da quello che è comunque un vanto e una bellezza di questa straordinaria città, si forniscono di seguito alcune indicazioni di servizio: inizio del volo: ore 11.00 (anticipato di un’ora rispetto al tradizionale orario delle ore 12.00); dalle ore 7.00 verranno attivate i dispositivi di security e safety in Piazza San Marco per i necessari controlli e per la predisposizione delle misure e degli apparati di sicurezza; all’interno delle Piazza sarà previsto un congruo numero di moduli di esodo, appositamente segnalati e presidiati, per garantire il regolare deflusso delle persone; verrà mantenuto un corridoio centrale di sicurezza, con l’individuazione di un’area di decompressione e di una zona dedicata alle persone con disabilità; il conteggio delle persone verrà effettuato da specifici addetti dotati di palmari, per cui, una volta raggiunto il limite massimo di capienza stabilito, verrà disposta la temporanea chiusura degli accessi alla Piazza, con l’attivazione delle deviazioni del flusso pedonale individuate e adeguatamente pubblicizzate; verrà costituito un posto di comando avanzato, quale cabina di regia, per il coordinamento degli interventi, in situazioni di emergenza; saranno presenti 200 operatori delle Forze dell’Ordine, 250 della Polizia Locale, 60 del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, 100 stewards, 40 unità del personale sanitario del SUEM e della Croce Verde, 40 della Protezione Civile al fine di predisporre una cornice di massima sicurezza, atta a garantire il regolare svolgimento dell’evento e la tutela delle persone per un numero complessivo di 690 persone impiegate. Verranno, infine, potenziati i servizi di navigazione e automobilistici di Actv. Venezia, 31 gennaio 2018 Press Release Carnevale di Venezia: “The Flight Of The Angel” on Sunday the 4th of  February in Saint Mark’s Square, security regulations by the Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica  Following the recent security regulations, the capacity of Saint Mark’s square during the event of the “Flight of the Angel” on Sunday February 4 will not exceed the number of 20.000 people, a number by far inferior to last year's attendance (40.000). It has been decided to advance the schedule of the event to 11 am, in order to facilitate the access to the event to residents and tourists. The municipality of Venice, through the company Vela, has organized some simultaneous events to the “Flight of the Angel” for those who will not be able to attend the show in Saint Mark’s Square. These events will take place in the other main squares of the city. Therefore, those who will not be able to reach Saint Mark’s Square to attend the “Flight of the Angel” will be offered various opportunities of entertainment and cultural enrichment. This is particularly important for families with children in prams, considering the possibility of overcrowded passageways leading to mobility difficulties. The City Administration assures that it will constantly update the visitors on the current situation. The information will be transmitted by the Carnevale di Venezia communication official channels and translated in several languages. We believe in the sense of responsibility of those Venetian citizens who are not interested in the Carnival and who might experience some inconveniences during that time. Nevertheless, it should be remembered that Carnival is a pride and a beauty of this extraordinary city. Following is some service information: Start of the “Flight”: 11 am (advanced by one hour in comparison to the traditional schedule of 12 pm); Starting from 7 am security and safety devices will be activated in Saint Mark’s Square to ensure control and security measures, inside Saint Mark’s Square there will be an appropriate number of exits marked and guarded in order to guarantee a controlled outflow of people; a central corridor will be maintained for security matters, with a special area of decompression and another zone dedicated to people with disabilities; the counting of people will be carried out by staff with digital devices who will notify in case  maximum capacity is reached and a temporary closure of the Square's accesses will be required. Meanwhile an easily identified deviation of the foot traffic will be activated  and adequately published; in case on an emergency situation a control position will be installed in the control room to coordinate the actions; 200 policemen, 250 local police units, 60 fire department members, 100 stewards, 40 units of medical staff from SUEM and Green Cross and 40 units of the civil protection department will be present. This will provide a system of maximum security involving a total number of 690 people to guarantee a regulated implementation of the event and the safety of those attending.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

VENEZIA | Istituito un gruppo di lavoro interistituzionale sul Mose

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato il decreto per l’istituzione - decisa in accordo con il presidente di Anac, Raffaele Cantone, e il Prefetto di Roma, Paola Basilone - di un gruppo di lavoro interistituzionale, al fine di acquisire elementi informativi e valutazioni sulla gestione dei finanziamenti stanziati per la realizzazione degli interventi per la salvaguardia della Laguna di Venezia. Il gruppo di lavoro è formato da esperti di comprovata esperienza, capacità e professionalità delle tre istituzioni: il generale della Guardia di Finanza Cristiano Zaccagnini, Ufficiale di collegamento presso l’Anac,  Michelangelo Lo Monaco, Segretario generale in distacco presso la Prefettura di Roma, e Alberto Chiovelli, Capo Dipartimento per i trasporti al Mit. Il gruppo di lavoro potrà avvalersi per lo svolgimento dell’attività del Servizio Alta Sorveglianza sulle Grandi Opere del Mit, potrà acquisire ogni elemento utile e adottare ogni iniziativa idonea per l’assolvimento dei propri compiti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

VENEZIA | Al via i festeggiamenti del Carnevale con la Festa sull’acqua

di mobilita

A dare il via all'edizione 2018 del Carnevale di Venezia sarà anche quest'anno il tradizionale appuntamento con la Festa dell'acqua, in programma sabato 27 gennaio, a partire dalle ore 18, in Rio di Cannaregio, che per l'occasione si trasformerà in un vero e proprio palcoscenico. Ad incantare il pubblico sarà il suggestivo spettacolo di immagini e musiche acquatiche "VeCircOnda", un titolo che lega la città di Venezia con il Circo, tema prescelto per lo show, e con l'acqua su cui la città nasce e vive. Per raccontare tutto questo, Wavents si affiderà virtualmente all’occhio di Federico Fellini, grande estimatore della magia circense, che nelle sue pellicole ha raccontato questo mondo. Sarà infatti proprio Fellini a entrare in scena a Cannaregio, set cinematografico, che si comporrà pezzo dopo pezzo sotto gli occhi del pubblico. Una dopo l’altra sfileranno le attrazioni classiche del circo di inizio Novecento: il carosello dei cavalli, il carrozzone della soubrette, l’acrobata, i clown, gli animali esotici, fino a culminare nella grande attrazione finale, che sarà una sorpresa per tutti. Lo spettacolo, gratuito, sarà poi replicato alle ore 20. Gli organizzatori invitano chi vuole assistere allo spettacolo ad arrivare con un adeguato anticipo e a posizionarsi lungo le Fondamenta del Rio di Cannaregio. Si sconsigliano le zone di maggiore affollamento a chi ha ridotte capacità motorie, a chi utilizza carrozzine o passeggini, ecc. Potranno essere istituiti sensi unici o altre modifiche alla viabilità pedonale. La Festa veneziana sull'acqua proseguirà poi domenica 28 gennaio con il corteo acqueo delle Associazioni remiere e i percorsi enogastronomici con le specialità veneziane.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 gen 2018

Torino – Milano – Venezia: Italo collega il Nordest

di mobilita

Dal 1° maggio Italo porterà i suoi viaggiatori sulla linea Torino – Milano – Venezia che collegherà il Nord Est in poco più di 3 ore. Per festeggiare insieme ai suoi viaggiatori l’apertura delle vendite, Italo ha lanciato una promozione dedicata con biglietti a soli 9,90€ su alcune di queste tratte. Le tre Regioni interessate sviluppano quasi il 40 per cento del PIL nazionale e la domanda ferroviaria espressa in passeggeri chilometri  sulla direttrice Torino-Milano-Venezia è di circa 2 miliardi, una delle tratte a più grande potenzialità nel panorama italiano (Stima TRA consulting). Approdando su questa linea Italo implementerà il proprio network garantendo nuovi collegamenti: lungo la trasversale Torino – Milano – Venezia ci saranno infatti anche le fermate intermedie di Brescia, Desenzano (servizio attivo a partire da Giugno 2018), Peschiera del Garda, Verona, Vicenza, Padova e Mestre, portando i suoi viaggiatori nel cuore delle città servite. In questo modo città già servite da Italo saranno collegate fra di loro, ad esempio Milano con Venezia, una tratta frequentata costantemente sia dalla clientela business che da quella leisure. In meno di 2 ore e mezza si può viaggiare in massimo confort fra queste due città agevolando gli spostamenti dei numerosi i viaggiatori che si muovono per affari fra il capoluogo lombardo e quello veneto; altrettanto numerosi sono i turisti che si immergono prima nella capitale della moda e poi raggiungono Venezia per visitare una città unica nel suo genere. Così facendo Italo collegherà la dorsale Napoli – Torino alla trasversale Torino – Venezia: ad esempio chi parte da Verona oltre a raggiungere città come Firenze o Roma ora potrà anche andare a Venezia o Milano. Il network Italo, che lungo tutta Italia intercetta il 71% della popolazione, è così in grado di unire i diversi nodi ferroviari, unendo il Paese, offrendo ai viaggiatori nuove possibilità di spostamento ed aprendo nuovi interessanti scenari di mercato. L’arrivo di Italo su questa rotta rafforza inoltre i collegamenti già esistenti: come quelli fra Milano e Torino. Dagli attuali 18 viaggi giornalieri si arriverà a 26 servizi al giorno, garantendo una copertura oraria pressoché completa in tutte le fasce della giornata. In più ci saranno delle new entry come Desenzano, Peschiera del Garda e Vicenza. Oltre a facilitare gli spostamenti degli abitanti locali e di chi viaggia per lavoro, Italo mette a disposizione i propri treni anche ai turisti che frequentano queste località, consentendo di visitare il Duomo e il Castello di Desenzano, gli scavi romani e il laghetto del Frassino (inserito dall’UE fra i Siti di Importanza Comunitaria, SIC) a Peschiera, e la Cattedrale di Santa Maria Annunciata o la Basilica dei Santi Fortunato e Felice a Vicenza (patrimonio dell’UNESCO grazie a quanto ereditato dal lavoro dell’artista Andrea Palladio). I servizi, a partire dal 1° maggio, saranno 6 al giorno, numero che crescerà progressivamente nei mesi successivi per arrivare ai 14 collegamenti quotidiani dal 1° luglio 2018. Italo in questo modo risponde alle esigenze di un territorio con una forte domanda di mobilità, offrendo una nuova e comoda soluzione di viaggio che può ben integrarsi alle esigenze degli utenti che oggi spesso devono utilizzare il proprio mezzo per spostarsi fra un punto e l’altro dell’area del Nord Est. Basti pensare che partendo da Milano Centrale sarà possibile raggiungere Brescia in soli 37 minuti, Verona in un’ora e 14 minuti e Venezia Santa Lucia in 2 ore e 25 minuti. “L’apertura delle nuove tratte sulla trasversale del nord-est è una notizia che ci riempie di orgoglio perché con un treno eccezionale, modernissimo, tecnologico e made in Italy , il nostro Italo EVO, serviamo, con una strategia di forte sviluppo, una parte d’Italia in grande crescita non solo per il settore business ma anche per quello del turismo, collegandola alla dorsale Napoli-Torino su cui già corre Italo” afferma il Presidente di Italo, Luca Cordero di Montezemolo.

Leggi tutto    Commenti 0