Articolo
09 feb 2018

GENOVA | Lavori per nuovo sottopasso pedonale a Genova Bolzaneto

di mobilita

Il passaggio a livello in prossimità del ponte San Francesco, a Genova Bolzaneto, sarà chiuso definitivamente alle 22:30 di lunedì 12 febbraio. In quella data, infatti, Rete Ferroviaria Italiana avvierà i lavori di realizzazione del nuovo sottopasso pedonale al di sotto dell’attuale passaggio a livello e di ristrutturazione del ponte San Francesco. Previste modifiche al traffico veicolare, che potrà utilizzare il Ponte Divisione Alpina Cuneense, e a quello pedonale per il quale è disponibile anche la passerella di via Barchetta. Variazioni di percorso anche per i mezzi pubblici, che saranno comunicate dalle aziende di trasporto interessate. Le ripercussioni del cantiere sulla viabilità stradale termineranno entro il mese di marzo, con l’apertura del nuovo sottopasso stradale e pedonale sostituivo del passaggio a livello in fase di ultimazione, che permetterà il collegamento tra via Bruzzo e via Pastorino. L’investimento complessivo di RFI è di circa 6 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 feb 2018

Sardegna | Stanziati 15 milioni di euro per le infrastrutture nei principali comuni

di mobilita

La Sardegna è tra le regioni italiane che più sta investendo nella mobilità elettrica. Con uno stanziamento di 15 milioni di euro (Fondi FSC 2014-2020 inseriti nel Patto per la Sardegna) e un Piano d’azione che prevede inizialmente la realizzazione di 650 stazioni di ricarica per auto elettriche, l’isola si pone all’avanguardia in Italia e crea le condizioni per una svolta ‘verde’. Tutto ciò, in linea con il Piano Energetico Regionale, predisposto dall’Assessorato dell’Industria, che prevede di abbattere del 50% entro il 2030 le emissioni climalteranti. A sancire l’avvio del nuovo corso della mobilità in Sardegna è l’Accordo di Programma firmato oggi dal presidente della Regione, Francesco Pigliaru con i Sindaci della Città Metropolitana di Cagliari, della Rete Metropolitana del Nord Sardegna, di Nuoro, Oristano e Olbia, presente l’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras. L’Accordo, inserito nella strategia della Giunta in materia di Smart Grid e Smart City, coinvolge le principali città dell’isola e riguarda un territorio con una popolazione di oltre 800 mila abitanti. PIGLIARU. “Vogliamo che il 2018 sia l’anno della svolta, quello in cui poter invitare i turisti a lasciare a casa le loro auto impattanti perché potranno muoversi in Sardegna in modo sicuro, moderno e sostenibile”, ha detto il Presidente della Regione Francesco Pigliaru. "Con la firma di questo accordo mettiamo un altro tassello di un progetto cruciale sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale che della creazione di quel lavoro qualificato di cui abbiamo così tanto bisogno. Nello stesso tempo, il Patto firmato con il Governo nel 2016 dimostra la sua lungimiranza oltre che, ancora una volta, l’efficacia che si traduce in risorse vere e fatti concreti. Questo investimento, che porta la Sardegna sulla frontiera rispetto al resto dell’Italia, permette la creazione di infrastrutture essenziali, che tanto più saranno in rete tanto meglio funzioneranno. Creare le connessioni giuste - ha sottolineato - è stato possibile grazie alla collaborazione con i Comuni e alla gestione attraverso un’unica regia. È bello vedere amministratori che sui problemi concreti e per il benessere della Sardegna sono capaci di superare le differenze politiche, lavorare in squadra e farlo molto bene. Stiamo correndo insieme verso un futuro positivo", ha concluso Francesco Pigliaru. PIRAS "L’accordo è importante perché la Regione assume una regia e un coordinamento complessivo del programma di interventi”, ha detto l’assessora Piras. “Abbiamo evitato che ogni Comune desse vita a un proprio bando e, grazie al lavoro condiviso con i Sindaci, abbiamo così scongiurato lo sviluppo di cinque iniziative diverse, un iter che avrebbe compromesso l’efficacia del Piano. Ora abbiamo uniformità di regole, di procedure e di tempi. Il soggetto che si aggiudicherà la gara per realizzare le infrastrutture avrà una mappa precisa su dove e come installare le colonnine di ricarica. Criteri e metodi più rapidi, quindi, per arrivare, speriamo entro l’anno, alla conclusione dei lavori. Ricordo inoltre che, in parallelo con l’attuazione dell’Accordo, stiamo definendo con l’ANAS la mappatura delle colonnine di ricarica che saranno installate lungo le principali arterie stradali, la Statale 131, la 131 dcn, la Sassari-Olbia e la Statale 130, mentre altri 600 mila euro sono stati assegnati al Comune di La Maddalena per l’avvio di un progetto pilota di mobilità elettrica. Le auto elettriche rappresentano il futuro e le strategie climatiche rafforzano l’importanza del passaggio a un nuovo modello di mobilità, in particolare nelle città. È in corso una vera e propria rivoluzione tecnologica nel settore automobilistico, un mercato nel quale oggi i veicoli elettrici rappresentano appena l’1% ma che subirà presto cambiamenti radicali. Si stanno aprendo scenari impensabili soltanto fino a qualche anno fa. Ritengo che anche le imprese sarde, soprattutto quelle dell’ICT, abbiano le carte in regola per cogliere le opportunità offerte dalla ‘rivoluzione’ elettrica”. L’ACCORDO DI PROGRAMMA Grazie all’Accordo, ogni Comune, oltre all’installazione delle colonnine di ricarica, avrà la possibilità di acquistare veicoli elettrici da inserire nel proprio parco mezzi. È prevista inoltre la realizzazione di infrastrutture per informatizzare e gestire i punti di ricarica ed erogare i servizi di info-mobilità. Le stazioni di Ricarica di tipo Fast Charging (con potenza di alimentazione maggiore di 22 kW) saranno 50. Le stazioni Quick Charging (con potenza di alimentazione compresa tra 7‐22 kW) saranno invece 300. Anche le stazioni Slow Charging (con potenza di alimentazione compresa tra 3‐7 kW) saranno 300. Infine, sono previsti interventi di integrazione con reti elettriche per Smart Grid.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 feb 2018

Nuovo volo Genova-Atene di Aegean Airlines

di mobilita

Al via il 13 giugno il nuovo volo Genova-Atene di Aegean Airlines. Il volo proseguirà fino al 16 settembre. Il colllegamento Genova – Atene di Aegean Airlines avrà frequenza bi-settimanale, ogni mercoledi e domenica, e sarà effettuato con aeromobili A319/320. Gli aerei offriranno due classi di servizio, Business e Economy, con l’ offerta di un servizio completo comprensivo di cibi e bevande gratuiti per tutti passeggeri. Il collegamento bi-settimanale fornirà ai passeggeri l’accesso diretto alla capitale greca, oltre ad offrire l’ opportunità di accedere a comode coincidenze per numerose destinazioni servite da Aegean Airlines. Tra le destinazioni disponibili ci sono Salonicco / Rodi / Heraklion / Chania / Santorini / Mykonos, nel network domestico, e Larnaca / Tel Aviv / Yerevan / Tbilisi / Beirut / Amman , nel network internazionale. Il nuovo volo «Genova-Atene di Aegean Airlines rappresenta un importante passo avanti nel percorso di sviluppo del network del Cristoforo Colombo»: così Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova, commenta l’annuncio del nuovo volo tra il capoluogo ligure e la capitale greca, che prenderà il via il prossimo 13 giugno. «È la prima volta che Aegean Airlines approda al Cristoforo Colombo. Si tratta di una compagnia estremamente importante, con una flotta di 60 aerei e una rete di oltre 150 destinazioni nel mondo: il fatto che abbia scelto Genova è un riconoscimento importante per il nostro aeroporto e per tutto il territorio ligure. – prosegue Odone, che aggiunge – Questo volo non solo collega le due città, ma apre le porte del network della compagnia aerea verso l’intera Grecia e importanti destinazioni internazionali, soprattutto in Medio Oriente e in Asia». Genova – Atene – Genova ( attivo dal 13 Giugno al 16 Settembre 2018 ) Da A Partenza Arrivo Giorni Aeromobile Genova Atene 17:45 21:00 mercoledì A320 Genova Atene 15:45 19:00 domenica A319 Da A Partenza Arrivo Giorni Aeromobile Atene Genova 15:40 17:00 mercoledì A320 Atene Genova 13:40 15:00 domenica A319

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

AEROPORTO DI GENOVA | Nuovo volo Genova-Lamezia Terme operato da Volotea

di mobilita

Nuovo volo Genova-Lamezia Terme con Volotea. Per l’estate 2018 la compagnia aerea Volotea presenta il nuovo volo Genova-Lamezia Terme (disponibile dal 27 maggio con 2 frequenze settimanali per un totale di 9.750 biglietti). Il volo che accorcia le distanze tra Liguria e Calabria si va così ad aggiungere ai collegamenti in partenza da Genova, per un totale di 16 destinazioni, 15 dei quali operati in esclusiva dalla low cost. Volotea si conferma come prima compagnia per numero di destinazioni raggiungibili dall'Aeroporto di Genova. Durante i prossimi mesi, Volotea collegherà il Cristoforo Colombo con 16 destinazioni totali, 9 in Italia – Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Napoli, Olbia, Palermo, Lampedusa e Lamezia Terme (entrambe novità 2018) - e 7 all’estero: Ibiza, Madrid (novità 2018), Minorca e Palma di Maiorca in Spagna, Atene, Mykonos (novità 2018) e Santorini in Grecia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

AEROPORTO DI CAGLIARI | Nuova rotta Cagliari – Parigi Charles De Gaulle operata da Air France

di mobilita

Air France annuncia la rotta Cagliari - Parigi Charles De Gaulle fra le sue novità per l’estate 2018. Il volo sarà operativo tutti i giorni dal 16 luglio al 2 settembre. Il nuovo collegamento giornaliero per la capitale francese– effettuato con un Embraer 190 di Hop! da 100 posti – contribuirà ad aumentare il traffico turistico verso la Sardegna. Cagliari entra così a far parte del network italiano di Air France che nella Summer ’18 sarà composto da 12 città connesse, tramite l’hub parigino, a decine di destinazioni in tutto il mondo. Biglietti per la tratta Cagliari - Parigi CDG (partenza alle 17.20, arrivo in Francia alle 19.35) e ritorno (partenza alle 14.20, arrivo in Sardegna alle 16.40). Info e prenotazioni su www.airfrance.com.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

AEROPORTI DI MILANO | È online il nuovo chatbot

di mobilita

Gli Aeroporti di Milano sono tra i primi in Europa e nel Mondo a lanciare una chat automatizzata a supporto dei suoi passeggeri. Il chatBOT è un'assistente virtuale in grado di conversare simulando l'interazione umana. Il chat BOT non ha bisogno di dormire o riposare, e può rispondere agli utenti 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Potrai ottenere informazioni di diversa natura: localizzazione in mappa di ristoranti e negozi, aggiornamenti sul tuo volo in tempo reale, FAQ relative per esempio al poter viaggiare con animali, alla tipologia del tuo bagaglio a mano, al trasporto di liquidi o alle necessità dei Passeggeri a Ridotta Mobilità e tanto altro. Utilizzare il ChatBOT di SEA è facilissimo: basta inviare un messaggio privato alla pagina Facebook di Milan Airports o direttamente da ogni pagina del sito Milano.Linate e Milano.Malpensa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

ROMA | Pronto progetto tram largo Corrado Ricci – piazza Vittorio

di mobilita

Presentato il progetto definitivo del tram largo Corrado Ricci – piazza Vittorio. L’infrastruttura è parte integrante del Pums, Piano Urbano Mobilità Sostenibile, e in Bilancio sono già stati stanziati 5 milioni di euro (2019-2020) per la realizzazione dell’opera. Ne hanno illustrato le caratteristiche la sindaca Virginia Raggi, gli assessori Linda Meleo (Città in Movimento) e Luca Montuori (Trasformazione Urbana), il presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno. Un intervento che garantirà benefici e migliorerà il trasporto pubblico, collegando zone periferiche all’area dei Fori Imperiali.  Obiettivo: ripensare gli spazi con uno sguardo complessivo che sia all’altezza della Capitale, grazie ad infrastrutture che consentano di vivere la città – sottolinea una nota del Campidoglio – “nella giusta integrazione tra la sua storia e il suo ruolo odierno”. “Il tram rappresenta una ‘cerniera urbana’ molto importante tra il quartiere dell’Esquilino, il Colosseo, piazza Venezia e il Foro Romano”, afferma la sindaca Raggi. “La progettazione di quest’opera s’inserisce nel contesto architettonico e storico dell’area. Un’occasione per riqualificare l’asse Vittorio-Lanza-Cavour e collegare la nuova isola ambientale del rione Monti come porta di accesso al parco archeologico dei Fori Imperiali. Abbiamo deciso di indire un concorso di progettazione per la riqualificazione di tutta l’area che sarà interessata dalla linea tranviaria”. In una seconda fase l’idea è di realizzare il collegamento con piazza Venezia lungo i Fori Imperiali, per pensare a una connessione che arrivi da largo Corrado Ricci a piazza San Marco. “Il tram migliorerà i collegamenti della zona: negli orari di punta quest’opera potrà soddisfare la domanda di oltre 2.600 passeggeri”,spiega l’assessora Meleo. “Una volta chiusa la conferenza dei servizi, chiederemo al Ministero di completare il finanziamento aggiungendo le risorse a quelle già stanziate da Roma Capitale per poter così bandire la gara. Contiamo di iniziare i lavori entro maggio 2019. Per la realizzazione del nuovo collegamento tranviario serviranno dai 12 ai 16 mesi di cantiere. Il tratto, poi, andrà ad aggiungersi alla mappa tranviaria di Roma. Attraverso la ‘cura del ferro’ creiamo collegamenti che migliorino la viabilità”. “Per ripensare il rapporto tra questa infrastruttura e gli spazi della città realizzeremo un concorso di progettazione: l'unico strumento che può ampliare il dibattito su luoghi che sono patrimonio dell'Umanità e consegnarci così un progetto all'altezza di questa sfida”, afferma l’assessore Montuori. “In particolare è l'occasione per ripensare i sistemi pedonali e il rapporto tra Monti e l'area archeologica, permettendo a tutti di comprendere le relazioni originarie tra la città e i Fori, assieme al ruolo che alcuni nodi rivestono nella possibile lettura dei sistemi che si sono sovrapposti nel tempo in questi luoghi”. “Il tracciato prevede un collegamento  diretto con la Prenestina attraverso la linea tranviaria già esistente che arriva sino a Piazza Vittorio. Quest’opera, quindi, non garantirà solo la riqualificazione di una porzione del centro storico, ma amplierà le soluzioni di trasporto per i pendolariprovenienti dalle zone più periferiche”, commenta il presidente della Commissione Mobilità Stefàno. E questo “in un’ottica di inter-modalità, senza dimenticare che il tram garantirà collegamenti con l’isola ambientale Monti in maniera efficace e sostenibile”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

Novità per migliorare il servizio ferroviario sulla Verona-Rovigo

di mobilita

Importanti novità per il servizio ferroviario sulla Verona-Rovigo sono state annunciate ieri nel corso di un incontro svoltosi al municipio di Legnago (Vr) tra l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, i rappresentanti dei Comuni attraversati dalla linea (Legnago, Bovolone, Cerea, Castagnaro, Villa Bartolomea, Badia Polesine, Lendinara, Costa di Rovigo e Rovigo), il direttore generale di Sistemi Territoriali, società che gestisce la linea, e i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (RFI). “Sono previsti interventi di miglioria sia sull’infrastruttura sia nella gestione del servizio – ha spiegato l’assessore regionale –. RFI già nel corso del 2018 investirà importanti risorse per la realizzazione del nuovo Apparato Centrale Computerizzato della stazione di Legnago (circa 5 milioni di euro) e per il rinnovo dell’armamento fra Cerea e Isola della Scala (circa 9 milioni di euro). Regione e RFI, inoltre, all’interno di un ampio accordo sottoscritto lo scorso luglio per l’eliminazione di passaggi a livello nel territorio regionale, cofinanzieranno la costruzione di un sottopasso in Comune di Cerea, di cui è già stato approvato il progetto definitivo, che assicurerà la soppressione di ben tre barriere oggi esistenti”. Regione, RFI e Comuni, attribuendo alla vetustà del materiale rotabile ma anche alla presenza di troppi passaggi a livello (ben 83 lungo i 74 chilometri della tratta) le principali cause di disservizio, considerano prioritario procedere speditamente con la loro eliminazione: le Amministrazioni locali, pertanto, verificheranno da subito la possibilità di eliminare al più presto i passaggi a livello vicini tra loro, la cui chiusura non provocherà alcun disagio alla viabilità stradale, valutando tale fattibilità in sede tecnica già nel corso di questo mese. Per quanto riguarda il servizio, le novità riguardano la qualità del materiale rotabile: Sistemi Territoriali ha comunicato che, sul totale di cinque convogli utilizzati sulla linea, da gennaio 2018 sono in servizio due treni di nuova generazione a sostituzione dei vecchi mezzi e un terzo entrerà in esercizio nelle prossime settimane. “Il servizio risulterà più efficiente – ha rilevato l’assessore – ma sappiamo che il margine di miglioramento è ancora notevole e contiamo sulla collaborazione di utenti e pendolari, i cui suggerimenti e segnalazioni ci aiuteranno a perfezionare ulteriormente il trasporto”. Nel frattempo la Regione ha assegnato a Sistemi Territoriali un finanziamento di 17 milioni di euro per l’acquisto di nuovi convogli diesel, che saranno disponibili sulla Verona-Rovigo dal 2020, fornendo migliori prestazioni tecniche, più comfort e spazi adeguati per il trasporto di biciclette”. “Promuoveremo due altre importanti iniziative – ha concluso l’assessore regionale –: una riguarda lo studio per l’elettrificazione della tratta Cerea-Isola della Scala, affidato a RFI, che renderebbe l’intera linea Legnago-Verona idonea all’uso di elettrotreni; l’altra coinvolge le aziende di trasporto su gomma del territorio, al fine di migliorare l’integrazione ferro-gomma, in un’ottica di intermodalità dei servizi pubblici, per rendere gli stessi più appetibili, sull’esempio di altre realtà venete in cui questo connubio sta dando ottimi risultati”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

BOLOGNA | Un servizio gratuito di Alert SMS che avverte i cittadini dei blocchi del traffico

di mobilita

Un servizio gratuito per allertare i cittadini, via sms o email, dei blocchi del traffico che scattano, tra il 1° ottobre e il 31 marzo, in caso si sforamento delle PM10 per quattro giorni consecutivi. Ci si può registrare al servizio dal sito della Città metropolitana di Bologna, che lo ha ideato in collaborazione con i Comuni del territorio e sviluppato internamente. Per iscriversi è sufficiente indicare il numero di cellulare (o l'indirizzo mail) e il Comune di residenza. L'iscrizione è anonima (non occorre indicare nome e cognome) e non richiede altri dati. Sono interessati a questa opportunità in particolare i cittadini di Bologna, Imola e dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa), territori nei quali scattano le misure emergenziali previste dal nuovo Piano Aria regionale. Il blocco della circolazione interessa i veicoli diesel fino all'euro 4, oltre ai benzina euro 0 e 1. Il controllo dei livelli di smog avviene ogni lunedì e giovedì (a cura di Arpae) e le eventuali limitazioni al traffico scattano dalle 8.30 del giorno dopo (martedì o venerdì) fino al successivo controllo. L'sms (o mail) che avverte il cittadino del blocco arriverà quindi il giorno precedente il blocco stesso. Dalla form di iscrizione al servizio è anche possibile verificare la classe del proprio veicolo, per capire se è soggetto o meno ai blocchi. Iscrizione al servizio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

FIRENZE | Tramvia, inizio delle prove sulla linea 3

di mobilita

Al via le prove di funzionamento sulla linea 3, nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 sarà avviata l’alimentazione del primo tratto della linea, da largo Brambilla a piazza Dalmazia fino a via Corridoni. Nella notte tra venerdì e sabato sarà poi posizionato il tram con cui saranno effettuate le prime prove. Numerosi e importanti gli interventi che, da questa settimana e per le prossime, si succederanno su entrambe le linee. Linea 2: da lunedì 5, dalle ore 21, modifiche nell’assetto della rotatoria area San Donato, da martedì 6 a venerdì 9, dalle 22 alle 6, restringimenti via Forlanini - via Ragghianti. Linea 3: chiusura via Valfonda, in orario 21-5, da lunedì 5 a giovedì 8, mercoledì 7 chiusura di una corsia da largo Alinari a piazza Adua. Sempre da lunedì 5 e per le settimane successive, nell’area compresa tra via Vittorio Emanuele II, via Pisacane e piazza Dalmazia, si svolgeranno una serie di interventi che prevedranno chiusure notturne, modifiche alla circolazione e istituzione di divieti di sosta.

Leggi tutto    Commenti 0