Articolo
11 set 2017

Oggi riparte la metrotranvia Milano-Limbiate

di mobilita

Oggi riprende regolarmente il servizio, dopo la sospensione del periodo estivo, della metrotranvia Milano-Limbiate che collega i comuni di Cormano, Paderno Dugnano, Varedo, Limbiate a Milano. Negli scorsi mesi, dopo la drastica riduzione del servizio imposta da USTIF (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) dal 1°maggio al 10 giugno per ragioni di sicurezza, gli amministratori dei comuni interessati alla tratta, insieme alla Provincia di Monza e Brianza, alla Città metropolitana, all Regione e ad ATM avevano pianificato una serie di interventi finalizzati a garantire la ripresa del servizio con l'inizio dell'anno scolastico. Oggi USTIF, verificate le condizioni di sicurezza e il feedback sulla fase di pre-esercizio in corso, ha rilasciato il nulla osta alla partenza del servizio viaggiatori. I principali interventi effettuati a partire da giugno, nel rispetto dei tempi dettati da uno stretto cronoprogramma, sono stati: la posa di quattro impianti di passaggio a livello senza barriere con SOA (Segnalatore ottico acustico), la posa e l’ampliamento di tre impianti semaforici, la sistemazione di alcuni impianti semaforici guasti, l’adeguamento della segnaletica verticale e orizzontale, gli interventi di rinnovo sull’armamento e sulla linea aerea e il taglio della vegetazione per migliorare la visibilità viaria e del tram. Da lunedì 4 settembre si è svolto un periodo di pre-esercizio senza passeggeri e con personale ATM (utilizzando quattro tram in circolazione), che prosegue oggi, venerdì 8, e sabato 9 settembre per completare la formazione del personale operativo di ATM. Il servizio tram sarà attivo dal lunedì al sabato dalle 6 alle 10 circa e dalle 16:30 alle 21 circa per coprire le fasce orarie con maggiore afflusso di passeggeri. La mattina, oltre al tram saranno in servizio dei bus a rinforzo. Mentre il bus, che completerà l’offerta di trasporto giornaliera, circolerà dalle ore 9 circa alle 17 circa dal lunedì al sabato e la domenica e i festivi dalle ore 6 circa alle 24. La frequenza dei tram sarà di circa 20/25 minuti mentre quella dei bus di 30 minuti. La capienza del tram è di circa 350 passeggeri. ATM ha anche predisposto un piano di comunicazione ai cittadini con pubblicazione di news sul sito www.atm.it, tweet sul canale @atm_informa e avvisi nelle fermate della linea. Nei primi giorni di riattivazione del servizio sono previsti sulle principali fermate degli Assistenti alla Clientela per dare informazioni e supporto ai passeggeri. La linea Milano-Limbiate è importante perché consente ai cittadini provenienti dalla Brianza (Cormano, Paderno Dugnano, Varedo, Limbiate) di utilizzare il trasporto pubblico e collegarsi alla linea 3 della metropolitana (Comasina) e quindi di diminuire l'ingresso delle auto verso Milano, lungo la via Comasina e la strada provinciale Milano Meda. Grazie ai lavori fatti da ATM e dai comuni della tratta, da maggio a oggi, le vetture tranviarie possono viaggiare negli orari di punta con maggiore frequenza rispetto a prima - si passa dai quasi 60 minuti di maggio a 20/25 minuti. Il servizio sarà effettuato con queste modalità sino all'inizio dei lavori di riqualificazione e potenziamento della tranviaria Milano-Limbiate. Un processo già avviato che prevede di incrementare la capacità di trasporto passeggeri, la sicurezza e la qualità del servizio. Il progetto è finanziato dal Governo con 59 milioni di Euro a cui si aggiungono risorse della Regione Lombardia e dei Comuni della tratta. È stato già avviato il lavoro con MM per aggiornare il progetto di fattibilità (passaggio necessario per la presentazione al Governo), la redazione del progetto definitivo e la successiva realizzazione della nuova linea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Milano, Bike sharing a tariffa speciale durante la settimana della moda

di mobilita

Milano sempre più sostenibile anche durante la Fashion Week, la settimana della moda che va dal 20 al 25 settembre. Per incentivare l'uso della bicicletta fra chi non vuole perdersi le sfilate o chi deve farlo per lavoro Mobike, il bike-sharing a flusso libero da qualche settimana attivo anche a Milano, in accordo con il Comune ha previsto una tariffa speciale di 0,15 euro (tariffa base 0,50 euro, già scontata a 0,30 euro per l'avvio del servizio). Per gli operatori del settore moda c'è un'altra sorpresa: Mobike regala la possibilità di usare le biciclette gratuitamente per l'intera Fashion Week.  Oltre a questo, per festeggiare la concomitanza anche con la Settimana della Mobilità venerdì 22 settembre l'utilizzo delle biciclette sarà gratuito per tutti semplicemente scaricando la app e cercando la due ruote più vicina.  Da tempo a Milano sono attive politiche a sostegno della mobilità sostenibile. La bicicletta, di proprietà o condivisa, è anche un mezzo che favorisce spostamenti veloci e capillari, per questo è sempre più utilizzata in città. Le tariffe agevolate in concomitanza con la Fashion Week sono un incentivo a sperimentare le due ruote anche per chi si trova in città in questa speciale occasione. Mobike è un nuovo servizio di bike-sharing presente in Italia a Milano e a Firenze. Le smart bikes non hanno postazioni fisse e vengono distribuite in modo omogeneo in tutta la città, anche in periferia. Facili da prenotare e utilizzare, gli utenti scaricano una APP gratuita che indica sul proprio smartphone dove trovare la bicicletta più vicina grazie alla geolocalizzazione. Le biciclette Mobike sono equipaggiate di GPS, tessera SIM e di un lucchetto intelligente che si sblocca una volta prenotato l'utilizzo mediante un codice QR.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Alessandria da oggi 10 nuovi bus azzurri di AMAG Mobilità al servizio della città.

di mobilita

AMAG Mobilità ha presentato i nuovi mezzi che saranno a disposizione sulle linee urbane di competenza dell’azienda a partire da lunedì 11 settembre. Si tratta di 10 nuovi bus Otokar Kent, ditta turca specializzata in mezzi commerciali e militari, caratterizzati da un alto livello tecnologico, e di altri quattro bus ristrutturati. L’investimento, completamente a carico della proprietà, ammonta a un totale di 2 milioni e 300 mila euro e permetterà di rinnovare in modo importante (tra il 60 e il 70 per cento) il parco mezzi di AMAG Mobilità, offrendo garanzie di qualità e puntualità ai fruitori del servizio di trasporto locale alessandrino. I nuovi autobus sono accessibili alle persone con disabilità o scarse capacità motorie e dotate di telecamere che permetteranno ad autisti e passeggeri di compiere in sicurezza il proprio viaggio. La messa in funzione dei nuovi mezzi coinciderà con l’inizio dell’anno scolastico e con l’entrata in vigore dell’orario invernale, dunque l’auspicio dell’azienda è che lo sforzo compiuto possa dare fin da subìto i suoi frutti, con un servizio più puntuale e confortevole.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Milano, finanziati undici progetti con il Bando musei

di mobilita

Sono undici i progetti di valorizzazione dei musei della provincia di Milano che la Regione Lombardia ha scelto di finanziare con 173.700 euro.  Nel dettaglio: 18.700 euro sono stati assegnati al progetto “Guido Sutermeister-Un Uomo, un Museo, una Città” del Museo civico 'Guido Sutermeister' di Legnano, 27.500 euro a “Il patrimonio culturale della Statale: un bene da salvaguardare e valorizzare” del Coordinamento sistema museale d'Ateneo dell'Università degli Studi di Milano, 9.500 euro al “Progetto per il rifacimento parziale del percorso espositivo museale” del Museo Martinitt e Stelline di Milano, 25mila euro a “Il Museo regionale della Psichiatria: alla scoperta della storia dei nuovi modi di vedere il mondo attraverso il linguaggio dell'arte” del Museo regionale della Psichiatria di Milano, 11mila euro a “Alla riscoperta delle allegorie dei benefattori dell'Istituto Ciechi di Milano: interventi di restauro urgenti sulla Quadreria della raccolta museale Louis Braille” del Museo Louis Braille dell'Istituto Ciechi di Milano, 13mila euro per l’”Allestimento collezione Guido Sforni-Museo Villa Necchi Campiglio” di Villa Necchi Campiglio Milano, 21.500 euro per la “Valorizzazione del patrimonio storico dell'Orto botanico Città Studi: le tavole parietali e l'erbario” dell’Orto Botanico Città Studi Milano, 5mila euro per la “Valorizzazione dei depositi e dei percorsi tematici” di GASC-Galleria d'arte sacra dei contemporanei Milano, 17.500 euro a “La nuova illuminazione delle sale espositive e delle opere d'arte del Museo Poldi Pezzoli: le nuove sale del Museo” del Museo Poldi Pezzoli Milano, 8mila euro a “I minerali lombardi e le collezioni mineralogiche storiche alpine” del Museo delle collezioni mineralogiche, gemmologiche, petrografiche e giacimentologhe di Milano, 17mila euro per la “Catalogazione e valorizzazione delle collezioni del museo di fotografia contemporanea” della Fondazione Museo della fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo, Tra i soggetti beneficiari del bando ci sono sia realtà museali consolidate che piccoli musei, quello lombardo è infatti un settore culturale di straordinario valore che fa registrare numeri sempre più importanti in termini di visitatori e di servizi offerti. In particolare il bando musei, che eroga nel complesso finanziamenti per oltre 760 mila euro, ha posto l'attenzione sui temi delle identità locali, dei giovani e della disabilità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Aeroporto di Capodichino, da domani le nuove aree “Bacio al volo”

di mobilita

Parte da domani la ZTC - Area a Permanenza Limitata - Zona a Traffico Controllato - realizzata da Gesac - società di gestione dell’aeroporto di Napoli grazie alla stipula di una Convenzione con il Comune di Napoli e l’ENAC - Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. L’attivazione della ZTC - Area a Permanenza Limitata – Zona a Traffico Controllato - adottata già in altri scali come Milano, Roma e Palermo con ottimi risultati, consentirà di ottimizzare i flussi veicolari, rendendo sempre più efficiente, sicura e fluida tutta la viabilità aeroportuale, migliorando notevolmente la qualità del Servizio al Passeggero. Tale misura, permetterà inoltre di rafforzare ulteriormente l’attività di contrasto contro ogni forma di abusivismo in ambito aeroportuale e dunque la sicurezza. Come funziona operativamente la ZTC”: Gesac in collaborazione con il Comune di Napoli - Comando Polizia Locale - ed ENAC, ha progettato ed attuato – con un investimento complessivo pari a circa 700 mila euro- un sistema informatizzato di gestione della viabilità aeroportuale che permette a passeggeri e/o accompagnatori di fermarsi gratuitamente per massimo 10 minuti con la propria auto su apposite aree opportunamente segnalate denominate "bacio al volo", situate nelle zone immediatamente antistanti l’area partenze ed arrivi del Terminal. La ZTC è una Zona a Traffico Controllato e Non Limitato (come la ZTL), in quanto consentirà l’ingresso in aeroporto alle auto di tutti gli utenti, ma lo stesso verrà monitorato da telecamere che registreranno la targa del veicolo ed elettronicamente il tempo impiegato per entrare e uscire dal sedime aeroportuale. Dal momento dell’accesso in aeroporto si hanno a disposizione 10 minuti per accompagnare e/o accogliere il passeggero ed uscire dal sedime aeroportuale. Oltre tale tempo massimo consentito (pari a 10 min.) verranno applicate le sanzioni amministrative previste dalla legge. Gli introiti, derivanti dal pagamento delle sanzioni amministrative, andranno interamente al Comune di Napoli. Per le soste di tempo maggiore, rispetto ai 10 minuti previsti, si potrà sostare l'auto nei parcheggi dell’aeroporto oppure uscire dal sedime aeroportuale. Il Parcheggio P3 consentirà la sosta della propria auto per i primi 30 minuti al costo di 1,50 euro, mentre per chi non vuole entrare nella ZTC, nel parcheggio P2 (sosta breve) saranno garantiti gratuitamente i primi 10 minuti di sosta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Flixbus e i problemi con la fermata Montelungo di Firenze

di Cristina Betti

La fermata dei bus extraurbani Montelungo di Firenze è quella messa peggio da un punto di vista di servizi e sicurezza. Flixbus vorrebbe intervenire ma Palazzo Vecchio non è d'accordo. Fra Flixbus e Palazzo Vecchio è in corso una sorta di braccio di ferro e tutto per colpa della fermata dei bus extraurbana, denunciata da La Repubblica per le pessime condizioni in cui versa a causa di: mancanza di servizi igienici, di sedute e pensiline, sicurezza e scarsa illuminazione. A farne le spese è soprattuto Flixbus, la Ryanair degli autobus, che però si dice pronta ad investire personalmente per la creazione di una nuova fermata. «Nelle nostre statistiche di gradimento sulle femate la bellissima Firenze è tra le ultime nella classifica europea - annuncia il country manager di Flixbus Andrea Incondi - E va detto che noi copriamo più di mille città in tutto il continente. Per questo siamo pronti a investire per una nuova fermata a piazzale Montelungo, magari anche dall'altra parte della strada, dove oggi c'è il parcheggio»* Ma Palazzo Vecchio di fronte a questa offerta risponde con un secco "No grazie": il piano dell'assessore al traffico del comune di Firenze Stefano Giorgetti è infatti quello di spostare la fermata di Flixbus a Ponte a Greve, dove c'è la tramvia, in modo da "alleggerire" il traffico di Montelungo. Proposta però non accettata dalla società di bus: «Ci dà molto dispiacere , come lo dà ai nostri passeggeri, avere a Firenze una fermata come quella di Montelungo - lamenta Incondi - Noi siamo pronti a contribuire anche economicamente col Comune per allestire una nuova fermata a Montelungo, che come zona è perfetta: vicina ad un parcheggio auto, alla stazione dei treni, esempio perfetto di intermodalità. Spostarci sarebbe un errore»* Il braccio di ferro fra Flixbus e Firenze si annuncia duro e ancora lontano da una risoluzione. *Fonte: La Repubblica    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2017

Nasce una suburbana tra Napoli e Salerno

di mobilita

Oggi e domani 11 settembre sarà modificata l’offerta commerciale di Trenitalia Regionale Campania su alcune linee. Tra le principali novità la rimodulazione degli orari sulla linea Napoli Campi Flegrei – Salerno con l’introduzione di nuove fermate e una frequenza “cadenzata” di corse ogni 30 minuti. Ciò consentirà di migliorare le corrispondenze con gli altri collegamenti nel nodo di Salerno e con la sua metropolitana, dove sono state istituite quattro nuove corse in fascia pendolare e ristrutturati gli orari. Variazioni significative anche sulla Linea 2 metropolitana di Napoli, potenziata nei fine settimana con corse aggiuntive, con la rimodulazione dei collegamenti da Napoli Campi Flegrei per Caserta (via Cancello) e Castellamare di Stabia. Infine il nuovo collegamento  Benevento – Avellino – Napoli, che prevede treni in fascia pendolare, rappresenta un’offerta sperimentale che potrà essere confermata nelle prossime edizioni dell’orario in relazione ai flussi di viaggiatori che li avranno utilizzati. Le modifiche dell’offerta sono state concordate con le associazioni della clientela e con la Regione Campania, committente del servizio, che punta con decisione al rilancio del trasporto su ferro, anche nelle zone interne.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 set 2017

Campogalliano – Sassuolo: firmato affidamento per progettazione, realizzazione e gestione

di mobilita

E' stato sottoscritto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti l'Atto Aggiuntivo per l'affidamento in concessione delle attività di progettazione, realizzazione e gestione del collegamento autostradale Campogalliano - Sassuolo tra la A 22 e la SS 467 "Pedemontana". Il progetto consiste nella realizzazione di un asse principale di collegamento tra l’Autostrada A22 e la SS 467 di lunghezza complessiva pari a 14 Km, comprensiva di n. 2 gallerie artificiali, n. 8 viadotti e n. 5 svincoli. In data 4 dicembre 2014 era stata sottoscritta la Convenzione di concessione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Società di progetto Autostrada Campogalliano S.p.A., costituita da un’associazione di imprese composta da Autostrada del Brennero S.p.A. - Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. – Coopsette Soc. Coop. – Oberosler Cav. Pietro S.p.A. – Consorzio Stabile COSEAM Italia S.p.A. – Edilizia Wipptal S.p.A. – Cordioli & C. S.p.A aggiudicataria della realizzazione di un collegamento compreso tra l’autostrada A22 e la SS 467 “Pedemontana”. Nel maggio 2016 il Cipe ha determinato la procedura di finanziamento tramite defiscalizzazione. La Concessione, dell’importo complessivo di oltre 500 milioni di euro, con un contributo pubblico in conto capitale pari a 215 milioni di euro, avrà una durata di 31 anni, comprensivi dei 4 anni per progettazione e  costruzione dell’opera. L’apertura al traffico è prevista per il 2021/2022. Nel contempo avviata anche la progettazione riguardante la tangenziale di Rubiera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Aeroporto Caproni di Trento: approvato il progetto di fusione con Trentino Trasporti spa

di mobilita

Prosegue il progetto di riassetto delle società partecipate del cosiddetto Polo dei trasporti, che vedrà il nascere nel 2018 un’unica società dall’unione di Aeroporto Caproni spa e da Trentino Trasporti spa e Trentino Trasporti esercizio spa. Il nuovo soggetto avrà funzioni e competenze specifiche attinenti all’attività di trasporto ferroviario, stradale, aereo e funiviario.Oggi la Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi, ha approvato il progetto di fusione per incorporazione della società Aeroporto Caproni spa nella società Trentino Trasporti spa. Sempre oggi la Giunta ha approvato l’aumento di capitale sociale a pagamento di Trentino Trasporti S.p.A. per un importo di 1.533.719 euro da sottoscrivere mediante conferimento delle azioni detenute dalla Provincia autonoma di Trento in Aeroporto Gianni Caproni S.p.A.. Il 27 luglio scorso la società Aeroporto Caproni aveva effettuato il riacquisto delle proprie azioni detenute dal Comune di Trento e dalla Camera di Commercio di Trento. Il riacquisto delle azioni da parte della Caproni spa ha configurato la Provincia autonoma di Trento come unico socio della stessa società e reso più agevole il percorso di fusione con Trentino Trasporti spa oggi approvato dalla Giunta provinciale. I prossimi passi prevedono quindi: la fusione per incorporazione di Aeroporto Gianni Caproni S.p.A. in Trentino Trasporti S.p.A. con contemporaneo affidamento interno della gestione dei servizi aeroportuali in capo a Trentino Trasporti Esercizio S.p.A., mantenendo così il servizio in regime di in house providing, e successivamente la reinternalizzazione in Trentino Trasporti S.p.A. della gestione del servizio di trasporto e della disponibilità dei beni strumentali necessari al suo esercizio, con messa in liquidazione di  Trentino Trasporti Esercizio S.p.A..

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Aeromobile, dalla Regione Lazio oltre 3 milioni per sostenere lavoro e investimenti

di mobilita

Presentato oggi all’aeroporto di Fiumicino il bando regionale a sostegno del settore aeromobile. L’obiettivo fondamentale è proprio quello di creare sviluppo e lavoro intorno al maggior polo aeroportuale italiano. Il tutto è stato possibile grazie al lavoro di collaborazione tra assessorato al lavoro e assessorato allo sviluppo e al contributo fondamentale delle organizzazioni sindacali, di Adr e delle tante imprese del settore che in questi mesi si sono confrontate con la Regione Lazio.Una grande novità rispetto ad interventi fatti in passato. Cosa prevede il progetto? Finanziamenti a fondo perduto per tutte le imprese che operano negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino e per tutte le imprese dell’indotto del settore aeromobile. Un’azienda che opera nel settore potrà ricevere fino a 200.000 euro, 20.000 euro per ogni lavoratore stabilizzato o assunto ex novo, a patto che vi siano altrettanti investimenti in sviluppo.Più certezze ai lavoratori, ma anche un impulso alla competitività delle imprese nel rafforzare un asset che sappia stare con forza sul mercato.Per la prima volta il sostegno all’occupazione è legato agli investimenti, proprio perché il finanziamento regionale dei progetti di investimento è condizionato alla trasformazione di contratti precari in contratti a tempo indeterminato, o a nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato. L’intervento si integra con le iniziative già lanciate con i bandi su aerospazio e sostenibilità, a cui hanno aderito anche diverse imprese del settore aeromobile, e si inquadra nella rivoluzione sulle politiche attive per il lavoro che si stanno attuando.Per tutte le info sul bando vai qui. “È un'iniziativa nata dalla voglia di reagire e di creare nuovo lavoro stabile. Mettiamo 3,3 milioni di euro a fondo perduto per quelle aziende che vogliono investire nell'industria dell'aeromobile tra Roma e Fiumicino, con il patto però che chi investe deve anche assumere lavoratori a tempo indeterminato- parole del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto:credo sia un atteggiamento di grande serietà e di volontà di reagire - ha proseguito – su quello che è un grande settore in trasformazione, segnato dalla crisi di questi anni, crisi che ora deve finire. Bisogna tornare a rendere questo territorio utile e competitivo - ha concluso Zingaretti - La delocalizzazione non si combatte con pacche sulle spalle ma con le politiche, e la Regione Lazio anche in questo è presente”. “Noi abbiamo seguito importanti vertenze su questo settore, vertenze in cui tanti hanno perso il posto di lavoro, e abbiamo voluto garantire una preferenza: noi vi aiutiamo se migliorate le performance, ma voi in cambio aiutate i lavoratori e i precari – così Lucia Valente,  assessore al lavoro, che ha aggiunto:questo avviso parte da lontano.  Grazie al Consiglio regionale abbiamo ammodernato la legge e allargato lo spettro delle aziende a cui potevamo garantire il finanziamento. Abbiamo varato un piano che è un'ulteriore misura di politiche attive. Questo è un settore tra i più colpiti dalla globalizzazione: vogliamo dare risposte e abbiamo inteso così garantire sviluppo e occupazione".

Leggi tutto    Commenti 0