Articolo
13 nov 2018

GENOVA | Verso una città vivibile e intelligente con la Genova Smart Week

di mobilita

La resilienza è il tema trasversale a tutti gli argomenti trattati nella settimana dedicata alle 'città intelligenti' in programma a Genova dal 19 al 24 novembre.  A presentarla, martedì 13 novembre nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, è l’assessore allo Sviluppo economico Giancarlo Vinacci, insieme con il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari e l’assessore all’Ambiente Matteo Campora. «La Genova Smart Week – spiega Giancarlo Vinacci - è arrivata ormai alla IV edizione e, oggi più che mai, rappresenta la più importante occasione per dialogare con i cittadini e per aprire nuove prospettive di sviluppo, amplificando le nostre attrattive verso il mondo delle imprese, a investitori di qualunque provenienza. Le tematiche di quest’anno sono attraversate da un fenomeno nuovo, la resilienza, trasversale a tutti gli argomenti trattati e a cui dedicheremo la giornata di martedì 20 novembre, con diversi tavoli di lavoro, più uno, trasversale, sulla resilienza. Genova è già coordinatore europeo per gli eventi climatici in tema di resilienza e probabilmente a breve entreremo a far parte delle cento città resilienti del mondo e accedere, quindi, a finanziamenti della Rockefeller Foundation». Rigenerazione urbana, resilienza, edifici intelligenti, economia circolare, human technology e mobilità elettrica, questi i macro-temi che saranno affrontati nel corso della settimana, tra il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi e Great Campus Erzelli, mentre venerdì 22 e sabato 23 in piazza Matteotti saranno esposti mezzi elettrici a basso impatto ambientale e sarà possibile conoscere da vicino i sistemi di ricarica (wallbox e colonnine) e provare l’esperienza di un test drive in prima persona.  Di mobilità elettrica, pubblica e privata, ha parlato il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari: «Parleremo di Valpolcevera a 360 gradi – ha sottolineato – un territorio che necessita di un occhio particolare e avrà un focus all’interno della settimana. Il prolungamento della metropolitana era necessario prima del 14 agosto e lo è diventato più che mai dopo. Con la nostra azienda di trasporto pubblico, che parteciperà a diversi tavoli di lavoro nell’ambito di Genova Smart Week, stiamo puntando su mezzi completamente elettrici e, per quanto riguarda il trasporto privato o intermodale, oltre ad aumentare le auto elettriche in car-sharing, si stanno avviando contatti per la sperimentazione dello scooter-sharing».Promossa dall’Associazione Genova Smart City, dal Comune di Genova e da Regione Liguria con il supporto tecnico e organizzativo di Clickutility Team, Genova Smart Week analizzerà gli strumenti tecnologici per rendere le città smart e a dimensione umana, riducendo il peso energetico e i costi economici. «Questa smart week è un’occasione per confrontarci sulle nuove tecnologie e sul futuro della nostra città e del nostro pianeta – aggiunge l’assessore alla Ambiente Matteo Campora – Con la circular eonomy affronteremo il tema della gestione dei rifiuti in Italia e nel mondo, tema che è tra i diciassette obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. Entro gennaio 2019 il Comune di Genova farà il primo bando di gara per il trattamento dei rifiuti. Giovedì 22 novembre sarà la giornata in cui ci confronteremo con i temi concreti del recupero energetico e del riutilizzo dei rifiuti, ma anche dellaloro riduzione alla fonte, con l’obiettivo di passare dalle attuali 180 tonnellate a 150». La Genova Smart Week, giunta alla sua IV edizione, si conferma anche quest’anno un importante tavolo di confronto a livello internazionale sui temi dello sviluppo di una città innovativa e vivibile grazie al coinvolgimento di prestigiose collaborazioni e al know how delle aziende partecipanti.   «E’ un evento che ha dato molta visibilità alla nostra città - sottoline Giancarlo Vinacci - lo scorso anno ha infatti ospitato oltre 1500 operatori di settore, e che quest’anno si arricchisce di nuove tematiche fondamentali, come la trasversalità della resilienza, per rendere Genova sempre più dinamica, pulita e vivibile e come richiamo appetibile per nuove aziende e nuovi residenti. La scorsa edizione, vivacizzata dal contributo di oltre 200 relatori tra nazionali ed esteri, ha favorito l'avvio di un tavolo di lavoro condiviso con le aziende del territorio e, a distanza di un anno, con estrema soddisfazione posso dire che tutte le istituzioni si sono allineate in un progetto comune per la diffusione di tutte le tecnologie fondamentali per rendere Genova una tra le città europee più smart». IL PROGRAMMAL'edizione numero quattro della Genova Smart Week inaugura lunedì 19 ottobre 14 con un focus sulla RIGENERAZIONE URBANA che delineerà le politiche atte a stimolare e governare il recupero e la riqualificazione delle aree urbane, presentando alcune case history di eccellenza nazionali per poi focalizzarsi su Genova, dove sono in corso svariati interventi di rigenerazione. I lavori, avviati da Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica del Comune di Genova, si concluderanno poi con una tavola rotonda di confronto per la rigenerazione del Quadrante della Valpocevera.Martedì 20 si parlerà di RESILIENZA delle città che, attraverso una migliore previsione e programmazione di azioni, porta a uno sviluppo sostenibile del territorio, incrementando la qualità della vita e riducendo i rischi naturali o antropici. La cooperazione internazionale resta fondamentale nel sostenere gli sforzi delle autorità nazionali e locali, delle comunità e delle imprese. La sessione, conGiovanni Toti, presidente e commissario straordinario, Regione Liguria, Marco Bucci, sindaco e commissario per la ricostruzione, Comune di Genova e Giancarlo Vinacci, assessore allo Sviluppo economico, Comune di Genova affronterà il tema di come si prepara e trasforma la città resiliente. Seguirà la tavola rotonda partnership pubblico e privato per lo sviluppo della città resiliente che vedrà coinvolte istituzioni e aziende in un confronto diretto.Nel pomeriggio, si avvieranno i lavori per la StrategiaGenova@Resiliente con tre tavoli di lavoro: Asset GREY – Sviluppo delle Infrastrutture, reti, comunicazioni; Asset GREEN -  Adattamento ai cambiamenti climatici e rigenerazione urbana; Asset SOFT -  Impatti economici, Community/Imprese che avranno l’obiettivo di definire una strategia condivisa e strumenti per prevenire, limitare i danni e potenziare il tessuto urbano, economico e sociale di Genova.Sempre nel pomeriggio, a Palazzo della Borsa si svolgerà la finale della SMARTcup Liguria a cura di Filse, Regione Liguria e Liguria International che decreterà le tre startup che concorreranno alla finale nazionale del Premio nazionale innovazione promosso da PNI Cube.La giornata di mercoledì 21 sarà dedicata ai quartieri e agli edifici intelligenti con la sessione SMARTDISTRICT&BUILDING che analizzerà le soluzioni innovative a oggi disponibili - connessione a banda larga, ICT, IoT, automazione, sensoristica big data, sicurezza informatica, software di monitoraggio e sistemi avanzati di storage – sottolineando quanto un’integrazione armonica delle tecnologie nella gestione e nell’erogazione dei servizi pubblici necessari alla vita cittadina sia il presupposto fondamentale per una smart city.Sempre mercoledì, prenderà l’avvio SMAU GENOVA, la tappa del roadshow di Smau in Italia dedicato al tema dell’open innovation e finalizzato a portare l’innovazione in giro per l’Italia. Un fitto calendario di SMAU Live Show (aperti al pubblico) e di tavoli di lavoro tematici (a porte chiuse) animeranno tutto il giorno la Sala delle Grida e la Sala del Telegrafo a Palazzo della Borsa.Giovedì 22 ospite dell’Auditorium Liguria Digitale – Parco Tecnologico degli Erzelli si svolgerà Human Technology Forum con due sessioni che analizzeranno, rispettivamente, le nuove frontiere dell’e-health, il settore più innovativo in ambito sanitario, e quelle di Remote Assistance & Healthcare, con un focus sulle avanguardie dei processi diagnostici, terapeutici e assistenziali a domicilio. Entrambe riuniranno i protagonisti del settore con l’obiettivo di rendere Genova uno dei centri più all'avanguardia nel panorama mondiale della sanità e, nel contempo, di soddisfare esigenze economiche e di servizio alla persona sempre più crescenti.Sempre alla mattina, nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, riflettori puntati sul ruolo delle città come motore di sviluppo dell’economia circolare nella sessione circular economy che sarà avviata da Matteo Campora, assessore all’Ambiente, servizi civici e informatica del Comune di Genova. Affinché le città possano assumere in pieno il loro ruolo verso un sistema economico sempre più circolare, sono necessarie un’azione d’indirizzo e di organizzazione degli enti pubblici e una partecipazione delle imprese e dei soggetti privati, sia sul fronte industriale che dei servizi. La sessione analizzerà i due punti di vista anche attraverso l’esame di esperienze innovative del territorio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

MESSINA | Interventi all’impianto di pubblica illuminazione a Galati Sant’Anna

di mobilita

Per consentire interventi di ammodernamento all’impianto di pubblica illuminazione a Galati Sant’Anna, sono state disposte limitazioni viarie. Pertanto giovedì 15, dalle ore 9 alle 13, nella S.P. 37 dal km 0.500 al km 0.800, sarà vietata la sosta su entrambi i lati, per singoli tratti d’intervento. Saranno inoltre istituiti il senso unico alternato e la chiusura al transito veicolare non continuativo nella fascia oraria 9-13.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

ROMA | Partiti i lavori sulla via Ostiense

di mobilita

Prosegue la manutenzione straordinaria della rete stradale della Grande Viabilità. Sono state individuate diverse strade che per prime, visto il grado di ammaloramento, saranno interessate dai lavori; tra queste si sta procedendo su Via Ostiense, nel tratto compreso tra Piazzale Ostiense e l’intersezione con Via Giulio Rocco. Questa strada, di fondamentale valenza strategica per la viabilità comunale, è interessata ogni giorno da un notevole flusso veicolare e soprattutto dalla presenza di veicoli pesanti. Per comprendere in che stato versava la strada, sono state eseguite dapprima delle indagini sia con carotaggi e sia con prove di carico. I risultati delle analisi hanno evidenziato la necessità di realizzare dei lavori per ripristinare il livello prestazionale della capacità portante. È quindi prevista una ricostruzione profonda ex novo del corpo stradale e contestualmente agli interventi di asfaltatura saranno pulite le caditoie, rimessi a quota i pozzetti, ed è previsto il rifacimento della segnaletica e di alcuni tratti di marciapiede.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

MILANO | Riaperta Via Fantoli dopo intervento di ripristino

di mobilita

Riaperta questa mattina, alle ore 6, via Fantoli, vicina al ponte sul Lambro in zona Mecenate, dopo che ieri pomeriggio c’era stato un cedimento sulla strada di accesso al ponte all’altezza della prima spalla. Dirigenti e tecnici del Comune sono immediatamente intervenuti sul posto e hanno effettuato lo scavo dell’area. Nella notte il foro è stato riempito con materiale cementizio e poi ricoperto con asfalto. Alle ore 6 di stamane la strada e il ponte sono stati riaperti alla viabilità. Resta interdetta al passaggio solo un’area sul lato nord che sarà sottoposta a manutenzione straordinaria già programmata, da realizzarsi nei prossimi mesi con un appalto in fase di aggiudicazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

FS Italiane potenzia i collegamenti merci da e per il Porto di Genova

di mobilita

Potenziati i collegamenti ferroviari merci fra il porto di Genova e i Terminal di Rivalta Scrivia, Padova e Milano Smistamento. I nuovi servizi, dedicati al trasporto ferroviario di container marittimi, sono operativi dalla scorsa settimana e gestiti da Mercitalia Rail (Polo Mercitalia) per importanti clienti. Nello specifico, si tratta di ulteriori sei treni merci a settimana fra Genova VTE (Voltri Terminal Europa) e l’Interporto di Rivalta Scrivia (per Autosped), due ulteriori treni a settimana fra Genova VTE e l’Interporto di Padova (per Logtainer) e due ulteriori treni a settimana fra Genova VTE e il terminal di Milano Smistamento (per Mercitalia Intermodal). Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno di Rete Ferroviaria Italiana e Mercitalia Rail al lavoro da metà agosto per ripristinare la piena efficienza dell’infrastruttura ferroviaria e del traffico merci su ferro da e per Genova. Il potenziamento dei collegamenti ferroviari merci si inquadra fra le azioni messe in campo dal Gruppo FS Italiane per aumentare l’offerta di trasporto su ferro da e per il porto di Genova e per contribuire a ridare impulso allo sviluppo economico e sostenibile del territorio ligure.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

MILANO | Lavori in piazza Missori e via Mazzini su asfalto e binari del tram

di mobilita

Nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre si svolgeranno in piazza Missori interventi per sistemare l’asfalto ammalorato e riparare uno scambio tranviario in via Mazzini. Sono lavori attesi da tempo e segnalati anche dal Municipio 1.  Nei giorni scorsi i tecnici del Comune di Milano e di Atm, insieme a Polizia locale, hanno definito gli interventi necessari e programmato la loro esecuzione per oggi, lunedì 12 novembre, dalle ore 21 fino alle ore 4 di domani mattina.Data la tipologia degli interventi e la necessità di sospendere per una sola notte l’esercizio di sei linee di trasporto pubblico, si è deciso di adottare alcuni provvedimenti viabilistici: per i veicoli provenienti da corso Italia in direzione piazza Missori, obbligo di svolta a destra in via Maddalena; per i veicoli che da piazza Missori sono diretti in via Mazzini, obbligo a svoltare in via Gonzaga sul percorso alternativo Gonzaga-Diaz-Giardino; per i veicoli provenienti da via Mazzini in direzione corso di porta Romana, obbligo di proseguire diritto sul percorso alternativo Italia-Maddalena; per i veicoli provenienti da via Mazzini in direzione via Albricci, la svolta a sinistra potrà avvenire al centro di piazza Missori.Sul sito di ATM è possibile avere maggiori informazioni sulle linee di trasporto pubblico deviate e sui percorsi alternativi.Pattuglie della Polizia locale saranno presenti sul posto durante l’intera esecuzione degli interventi. Nella planimetria sottostante, in rosso le cantierizzazioni e i presbarramenti e in verde i percorsi consentiti/alternativi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

ROMA | In progetto nuova autostazione a Tiburtina

di mobilita

L’Assessorato alla Città in Movimento di Roma Capitale è al lavoro per realizzare una nuova autostazione dei pullman nell’area di Tiburtina: l’obiettivo è quello di mantenere un nodo di scambio strategico per la città. Provvisorio lo spostamento ad Anagnina dei bus delle linee da e per le altre città “Voglio rassicurare i tanti pendolari che ogni giorno si recano a Roma per lavoro: è chiaro che non rinunciamo a Tiburtina, vogliamo recuperare nel più breve tempo possibile l’area del piazzale est di proprietà di Roma Capitale. La scelta di Anagnina è provvisoria, ma sarà comunque occasione per creare un altro nodo di scambio strategico per la nostra città. L’iter permetterà un servizio migliore e più funzionale e soprattutto metteremo fine a una situazione controversa. Siamo sempre aperti al confronto con cittadini e istituzioni per spiegare il percorso intrapreso, nel solco della legalità e della trasparenza”, così in una nota l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo. “La nostra", continua l’assessora Linda Meleo, "è stata una scelta di legalità. Ricordo ancora una volta che Tibus occupa gli attuali spazi dell'autostazione Tiburtina in modo abusivo da marzo del 2016. Come amministrazione, invece, di procedere all’ennesima proroga abbiamo posto fine alla ‘surreale’ concessione sottoscritta nel 1999”. “Entro fine anno il Dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana (Simu) bandirà la gara per l’esecuzione dei lavori della stazione Anagnina, operazioni che inizieranno dal 2019. Sottolineo comunque che Anagnina garantisce anche un collegamento diretto con la linea A della metropolitana fino al centro città e può quindi divenire un importante snodo strategico per chi arriva a Roma dalla direttrice sud”, conclude.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

ROMA | Tornano le domeniche ecologiche

di mobilita

Prevenire e contenere l’inquinamento atmosferico, contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche sono alcuni degli obiettivi delle Domeniche ecologiche, che tornano nella Capitale a partire dal 18 novembre. La Giunta capitolina ha dato il via libera all’iniziativa che prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" del PGTU (il Piano generale del traffico urbano), nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. La limitazione comprende anche gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. Le domeniche ecologiche sono state programmate secondo il seguente calendario:  18 novembre 2018, 2 dicembre 2018, 13 gennaio 2019, 10 febbraio 2019, 24 marzo 2019. Le date e gli orari possono essere modificati, qualora si verifichino eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, siano ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente. L'Assessorato alla Città in Movimento e i relativi uffici dipartimentali provvedono al potenziamento del trasporto pubblico locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale vigila per garantire il rispetto del provvedimento. “Le domeniche ecologiche rappresentano occasioni importanti - dichiara l'assessora alla Città in movimento Linda Meleo - per promuovere la mobilità sostenibile e sensibilizzare i cittadini al tema del rapporto tra inquinamento e trasporti. Con il piano per la mobilità elettrica stiamo mettendo in atto un’azione incisiva per la riduzione delle emissioni inquinanti. Come ogni anno, in occasione del blocco del traffico è previsto il potenziamento del trasporto pubblico locale, con un incremento delle corse di bus, tram e taxi”. L'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale promuove il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della qualità dell'aria e dei suoi effetti sulla salute e sull'ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all'utilizzo più responsabile delle fonti energetiche. "La sfida dei cambiamenti climatici - spiega Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale - è una delle sfide principali che dobbiamo affrontare, soprattutto nelle grandi città come Roma. Questa iniziativa rientra tra tutte le azioni volute dall'Amministrazione per garantire una migliore qualità dell’aria. Su questi temi occorre un approccio rigoroso e scientifico e iniziative concrete a favore del benessere e della salute".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

FIRENZE | Completata la riqualificazione di Parco Anconella

di mobilita

L’Anconella torna a nuova vita, dopo tre anni dall’ondata devastante di maltempo che nell’agosto del 2015 distrusse il parco e causò la caduta di 150 alberi. Adesso i lavori di riqualificazione sono terminati e lo spazio verde è di nuovo nella piena disponibilità della comunità fiorentina. Ma vediamo nel dettaglio gli interventi di ripristino: rifatti i percorsi pedonali, il pontile e il ponticello di accesso alla vasca, manotenuta l’area dell’anfiteatro e le sedute, installati nuovi giochi, riaperta l’area cani, riparati la casetta degli scout, i locali dei servizi igienici, del bar, così come gli impianti sportivi e gli impianti elettrici. In ultimo, ma non ultimo, ricostituito il patrimonio arboreo con la piantumazione di 180 alberi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

FIRENZE | Adottata la variante di Viale Belfiore

di mobilita

Adottata dalla giunta di Palazzo Vecchio la variante relativa al piano di recupero dell’area ex Fiat che chiude il ‘buco’ di viale Belfiore, dopo l’interruzione dei lavori avviati nel 2006 per le difficoltà della proprietà originaria. Il progetto prevede tre edifici con un grande ‘boulevard’ pedonale, una piazza verde e un tetto-giardino aperti al pubblico, oltre a  nuovi marciapiedi, illuminazione, pista ciclabile e una terza corsia lungo via Benedetto Marcello. L’edificio destinato ad albergo, affacciato su viale Belfiore in angolo con via Benedetto Marcello, è articolato in due immobili divisi da un grande passaggio pedonale a uso pubblico e comunicanti attraverso un tetto-giardino in parte adibito anch’esso a uso pubblico. Per far sì che la struttura risulti il più possibile in continuità con gli edifici circostanti, il fronte su viale Belfiore si presenta suddiviso in quattro corpi di fabbrica, intervallati da giardini pensili. L’attacco a terra è caratterizzato da un’ampia gradinata che lambisce lo spazio di uso pubblico, coperto e porticato, che corre lungo viale Belfiore. Il progetto ‘dialoga’ architettonicamente con l’edificio storico della palazzina Mazzoni, collocato nel lato opposto tra viale Belfiore e viale Redi. Il grande passaggio pedonale a uso pubblico unisce/separa i due edifici, attraversa l’isolato e prosegue nello spazio verde, sempre di uso pubblico, posto davanti al terzo edificio, creando così una diretta comunicazione tra il viale Belfiore e via Benedetto Marcello. All’interno del passaggio pedonale si trova una scala centrale con struttura leggera e trasparente, che conduce allo spazio in copertura, destinato per la maggior parte della sua superficie a uso pubblico. La variante al Piano di recupero prevede infine, secondo le modalità che saranno specificate nella convenzione da sottoscrivere, la realizzazione delle opere di urbanizzazione funzionali all’intervento di trasformazione urbanistica con opere interne ed esterne al perimetro (marciapiedi, pista ciclabile, terza corsia lungo via Benedetto Marcello, pubblica illuminazione, sottoservizi e organizzazione della raccolta rifiuti). Per quanto riguarda la tempistica dei lavori la proprietà del ‘The Student Hotel’ ha annunciato l’imminente avvio  della messa in sicurezza del sito e nella prima metà del prossimo anno la realizzazione della struttura interrata. Non appena questi lavori e l'iter autorizzativo saranno completati si potrà dare il via alla costruzione vera e proprio del complesso alberghiero.  

Leggi tutto    Commenti 0