Articolo
20 feb 2018

ROMA | Approvato il progetto definitivo Ponte Congressi

di mobilita

La Giunta capitolina ha approvato la delibera relativa al progetto definitivo per la realizzazione del ponte dei Congressi, che costituisce variante urbanistica. Il documento deve adesso passare in Assemblea capitolina. Obiettivo dell’intervento è la realizzazione di nuove infrastrutture che risolvano le attuali criticità nel nodo ponte della Magliana–viadotto della Magliana, prevedendo la realizzazione di un sistema infrastrutturale ad anello che utilizza in direzione Roma il nuovo ponte, e in direzione Fiumicino il ponte esistente della Magliana, organizzato in quattro corsie a senso unico di marcia. Prevista inoltre la realizzazione di una rampa di uscita sulla via del Mare in direzione Ostia-Stadio di Tor di Valle, e di una rampa di uscita sulla via Ostiense in direzione Roma. In calendario anche interventi di sistemazione di un tratto di via della Magliana, di un tratto di via del Mare–via Ostiense e dell’intersezione tra viale Egeo, via Oceano Pacifico e via dell’Oceano Indiano. Le opere relative al Ponte dei Congressi prevedono quindi anche altri lavori, e cioè la realizzazione del nuovo sistema stradale; adeguamenti e miglioramenti alle viabilità esistenti adiacenti alle nuove infrastrutture; la costruzione di un sistema ciclopedonale e la riqualificazione delle banchine del Tevere nei tratti in adiacenza al Ponte della Magliana e allo stesso nuovo Ponte dei Congressi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2018

In arrivo le TBM per lo scavo delle gallerie di linea da Mules al Brennero

di mobilita

Sono in dirittura d'arrivo le due talpe meccaniche (TBM) per lo scavo delle gallerie di linea da Mules al Brennero. Nel corso dell'inverno sono state collaudate presso lo stabilimento del produttore in Germania e, successivamente, smontate e preparate per il trasporto. Il trasporto dei pezzi più grossi, che arrivano a un peso di quasi 150 tonnellate l'uno, avviene addirittura via mare, date le limitazioni di peso e di sagoma sulle arterie stradali dalla Germania fino al cantiere. Una volta arrivate, le talpe saranno di nuovo assemblate in appositi cameroni di montaggio all'interno della galleria. Le talpe, chiamate "Flavia" e "Virginia", hanno un diametro di 10,65 metri, una lunghezza di ca. 200 metri ed una potenza pari a 4.200 kW, cioè oltre 5.600 cavalli.La terza fresa del lotto di Mules, chiamata "Serena", è già pronta per la partenza nel cantiere di Mules. A partire da marzo scaverà i 14 km del cunicolo esplorativo fino al confine di stato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2018

FERRARA | Un nuovo parcheggio alla stazione ferroviaria

di mobilita

Stazione ferroviaria di Ferrara ancora più accessibile e polo cittadino di integrazione modale. È stato presentato questa mattina, nella Sala degli Arazzi del Comune, il progetto di Metropark (Gruppo FS Italiane) per la realizzazione di un nuovo parcheggioa servizio del terminal ferroviario della città, in un’area centrale e urbanizzata già oggi ben servita da trasporto pubblico su gomma, taxi e ciclostazione. Ad illustrare l’opera sono stati Marino Ciaffi (progettista) e Simona Guidarelli (team di progetto) della società Metropark, insieme agli assessori comunali Roberta Fusari (Urbanistica) e Aldo Modonesi (Lavori Pubblici), Presenti anche Daniela Carrubba (Rete Ferroviaria Italiana) e Luca Pasquini (Centostazioni). 119 posti auto in area ferroviaria - di cui 3 dedicati alle persone a ridotta mobilità - con ingresso da via San Giacomo, controllo automatizzato e videosorvegliato degli accessi, assistenza ai clienti in tempo reale e collegamento pedonale diretto con la stazione. Il parcheggio disporrà di 5 posti riservati alla ricarica dei veicoli elettrici e - grazie alla collaborazione fra il Gruppo FS Italiane e Enel Distribuzione - sarà uno dei progetti pilota per lo sviluppo delle Smart Grids,  la nuova tecnologia Vehicle to Grid per il bilanciamento delle rete elettrica proveniente da fonti rinnovabili attraverso le batterie delle automobili elettriche collegate. Inoltre, tutti gli impianti all’interno del parcheggio utilizzeranno esclusivamente energia proveniente da fonti rinnovabili. Terminato l’iter autorizzativo dell’amministrazione Comunale - in corso - Metropark procederà con l’affidamento dei lavori. La durata del cantiere sarà di circa 4 mesi con obiettivo di aprire il parcheggio in autunno. Investimento economico circa 500 mila euro. Il nuovo parcheggio sarà aperto tutti i giorni 24 ore su 24, con sosta a pagamento – dalle 6.00 alle 1.00 – alla tariffa di 1 euro all’ora e 10 euro per l’intera giornata. Per chi sceglierà l’abbonamento il costo sarà di 40 euro al mese, ridotto a 35 euro per i possessori di abbonamento ferroviario. I primi 15 minuti di sosta saranno invece gratuiti per chi accoglie o accompagna i viaggiatori. Attraverso l'APP Metropark, si potrà verificare in tempo reale la disponibilità del posto auto, mentre sono allo studio ulteriori soluzioni per la prenotazione e l’acquisto di biglietti integrati (treno + posto auto), nonché accordi con servizi di noleggio auto e car- sharing. La realizzazione del nuovo parcheggio della stazione di Ferrara si inserisce nella strategia del Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane, che ha fra gli obiettivi il miglioramento dell’accessibilità delle stazioni ferroviarie anche attraverso infrastrutture e servizi per il potenziamento dello scambio modale. In questo modo infatti, in coerenza con le attuali politiche urbane di sostenibilità, sarà possibile  contribuire al trasferimento di quote di traffico dall’auto privata al trasporto collettivo e allo sviluppo di nuove forme di mobilità, tra cui quella condivisa ed elettrica. Foto di Copertina www.telestense.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2018

Porto di Ancona: +8% traffico passeggeri nel 2017

di mobilita

Cresce del +8% il traffico passeggeri nel porto di Ancona. Nel 2017 sono stati 1.085.967 rispetto a 1.005.886 del 2016. Dal “Rapporto statistico 2017” dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale emerge che la forte concentrazione dei passeggeri è nei mesi di luglio e agosto, con oltre mezzo milione di persone che passano nel porto. Da giugno a settembre, i passeggeri sono stati oltre 741 mila, pari a 68% del traffico annuale (90 mila a giugno, 213.613 a luglio, 307.150 ad agosto, 130.600 a settembre).  Numeri che mettono in risalto la forte capacità organizzativa di tutto il sistema del porto dorico, istituzioni, Agenzia dogane, forze di polizia, operatori, servizi tecnici nautici. È la Grecia che trascina l’andamento rappresentando il 73% del traffico totale, con 756.950 passeggeri (+17%), il miglior risultato degli ultimi cinque anni. I crocieristi, invece, sono stati più di 52 mila, con una leggera crescita (+2%) di coloro che, più di 11 mila persone, hanno scelto Ancona come “home port”, base di partenza per il loro viaggio. Nel 2017 sono state 28 le toccate delle crociere nello scalo dorico. Le automobili che sono transitate nel porto dorico sono 229.409, con una crescita del +10% sul 2016.  Le merci Il traffico delle merci su Ancona ammonta a 8,6 milioni di tonnellate nel 2017, con una leggera flessione (-3%) sul 2016. Un risultato che identifica Ancona come “casello” delle autostrade del mare ossia del servizio di trasporto marittimo alternativo alla viabilità ordinaria su strada per il trasporto delle merci. Approfondendo il dato, sul totale, registra segno positivo il movimento delle merci nei tir e trailer, 2,3 milioni di tonnellate con una crescita del +5%, caratterizzate per il 20% da prodotti alimentari e per il 18% da prodotti agricoli. Un traffico, questo, di prodotti freschi che richiede un’organizzazione specializzata e una catena logistica veloce, per permettere di mantenere la qualità dei prodotti. L’83% delle merci nei tir è diretto o proveniente dalla Grecia, 1,93 milioni di tonnellate, in particolare dai porti di Igoumenitsa e Patrasso, con almeno una toccata al giorno tutto l’anno. Il 13%, pari a più di 293 mila tonnellate, coinvolge la direttrice albanese mentre il restante, oltre 99 mila tonnellate, pari al 4% del totale, ha direzione Croazia. Lo scorso anno è cresciuto il numero di tir e trailer, con 148.263 transiti, + 5% sul 2016. Il risultato si deve all’ottima performance della tratta greca che, con più di 123 mila tir e trailer, ha segnato una crescita dell’8% sul 2016. Molto positiva, anch’essa in crescita dell’8%, la direttrice albanese con 16.568 mezzi. È invece in calo il traffico con la Croazia (7.687 mezzi, pari a – 23%). Un trend che si conferma anno dopo anno, anche a causa della riduzione dell’offerta di stiva dovuta al termine delle attività della compagnia marittima Blue Lines nel 2016. Un andamento che dovrà essere tema di approfondita riflessione da parte dell’Autorità di sistema. Rimane di minore rilievo, sul dato totale delle merci transitate nel porto, il traffico delle rinfuse solide che però registra un +25% e si attesta a 581 mila tonnellate, con un risultato che inverte la tendenza degli ultimi tre anni. Hanno segno negativo (-8%) le merci liquide, che comunque ammontano a 4,6 milioni di tonnellate, con un calo dovuto alla diminuzione del traffico nella raffineria di Falconara Marittima rispetto al 2016, anno boom del traffico, con un volume superiore alla media, pari a 5 milioni di tonnellate. La movimentazione dei container segna -9% nel 2017, con 168.578 teu, l’unità di misura standard, con un decremento condizionato soprattutto dai contenitori vuoti in importazione, 12 mila pezzi in meno, con un calo del -28%. Una discesa che non ci trova totalmente impreparati in quanto conseguenza della riorganizzazione e della razionalizzazione in atto dei servizi e delle linee delle compagnie armatoriali. Sono invece in leggera crescita i container pieni (+5%) in importazione. Complessivamente le merci nei contenitori transitate nel 2017 sono state pari a 1,1 milioni di tonnellate. Sono state ben 4.085 le toccate navi in totale.  Uno sguardo sul sistema portuale Sono quattro i porti su cui ha competenza l’Autorità di sistema portuale che registrano traffici merci e passeggeri, Pesaro, Falconara Marittima, Ancona, Ortona, mentre San Benedetto del Tronto continua ad essere scalo peschereccio e diportistico. A Pescara sono invece iniziati i lavori infrastrutturali che dovrebbero consentire la riapertura dello scalo al traffico merci e passeggeri. Le merci movimentate nel 2017 su Ancona, Falconara Marittima e Ortona sono state 9,7 milioni di tonnellate di cui 5 milioni di tonnellate di merci liquide (petrolio greggio e prodotti petroliferi raffinati) e 4,4 milioni di merci solide. Nei porti di Ancona e Ortona sono transitati 4.793 mezzi in esportazione per un totale di 12.400 tonnellate di merci. Il traffico passeggeri complessivo su Pesaro, Ancona e Ortona è stato di 1.095.395 persone. Pesaro, direzione Croazia per le vacanze estive Nel porto di Pesaro sono transitati 8.643 passeggeri. Di questi, 8.169 (+13% rispetto al 2016) hanno scelto il catamarano veloce Eurofast, da 266 posti, che ha effettuato 50 traversate dell’Adriatico verso le isole della Croazia (Lussino, Pag, Rab). Sono stati, invece, 474 coloro che hanno scelto di salire a bordo della Artemis, una nave da crociera di lusso di 60 metri battente bandiera maltese. I crocieristi, durante le 10 toccate stagionali, hanno potuto effettuare escursioni alla scoperta delle bellezze della Gola del Furlo, di Urbino e della città di Pesaro. Le toccate totali sono state 120, con un aumento del 20% rispetto al 2016. Ortona, autostrada del mare dell’automotive, ottima performance dei veicoli nuovi in esportazione Le merci transitate nel porto di Ortona sono state 1.034.974 tonnellate nel 2017. Un dato stabile rispetto al 2016, con un traffico di merci solide in pratica inalterato e con un leggero calo per quello di rinfuse liquide (-5%). Il 48% delle merci solide è rappresentato dai cereali e dai loro derivati, con un traffico di 295.608 tonnellate, in crescita dell’11% rispetto all’anno precedente. Le merci liquide sono state principalmente gasolio e benzina. Hanno registrato un’ottima performance i veicoli nuovi in esportazione, con un traffico che, nel corso dell’anno, si è consolidato attestando una vera e propria autostrada del mare sullo scalo ortonese. Sono stati 4.707 i veicoli in esportazione, un’attività a sostegno del distretto dell’automotive abruzzese. I passeggeri in transito sono stati 642, imbarcati sulle navi da crociera Artemis e Star Flyer, che hanno compiuto dieci toccate. Il presidente Giampieri, una strategia comune per favorire le prospettive di crescita “Il 2017 è stato il primo anno di attività dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. Una trasformazione non solo istituzionale – commenta il presidente Rodolfo Giampieri - ma che ha segnato la nascita di un ente con una nuova mission, che ha il compito di mettere a fattore comune e sviluppare le potenzialità di tutti i sei scali di competenza, Pesaro, Falconara, Ancona, San Benedetto del Tronto, Pescara ed Ortona. Una strategia per favorire prospettive di crescita non in un’ottica di campanile ma in una visione di cooperazione di sistema. Una banchina virtuale di 215 chilometri, al centro dell’Adriatico, che crea una grande opportunità di crescita per il sistema Italia”.  Sono fattori di soddisfazione, per Giampieri, “i risultati di un traffico passeggeri diffuso, che interessa tre porti su sei, e l’essere parte, con Ancona e Ortona, delle autostrade del mare, che danno a tutti i porti dell’Autorità di sistema un ruolo europeo e un evidente valore aggiunto per i settori produttivi dei territori su cui operano”. Nel 2018, aggiunge il presidente Giampieri, “è nostra intenzione continuare a lavorare per l’efficienza delle infrastrutture, per aumentare la competitività del sistema portuale e poter stimolare così la crescita economica e occupazionale, in un’ottica di sostenibilità”.  Un ringraziamento, aggiunge il presidente Giampieri, “va a tutte le diverse realtà che lavorano nelle aree portuali, dai servizi tecnici nautici agli enti e alle istituzioni, alle forze di polizia, soprattutto agli operatori e alle loro maestranze che, con il loro impegno continuo e giornaliero, in un’ottica di sistema e non di campanile, assicurano traffici e crescita economia”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2018

REGIONE LAZIO | Presentato il bando per l’acquisto di nuovi treni per la tratta Roma-Lido

di mobilita

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore ai Trasporti, Michele Civita, hanno presentato oggi presso la sede della Giunta regionale, il bando per l’acquisto dei nuovi treni che verranno impiegati sulle linee ferroviarie Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Il valore dell’intera gara è di circa 314 milioni di euro per 38 nuovi treni nei prossimi 5 anni e prevede anche la manutenzione per 10 anni a carico del fornitore. Il bando di gara e la domanda di ammissione alla procedura ristretta che dovrà contenere le dichiarazioni di sussistenza dei requisiti amministrativi sono in corso di pubblicazione. Verificata la sussistenza dei requisiti, da parte dei soggetti che invieranno la richiesta di partecipazione, saranno trasmesse le lettere di invito e il capitolato tecnico. Secondo l’assessore Civita, al netto dei ricorsi, ci vorrà circa un anno e mezzo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

ROMA | Dal 19 febbraio le linee Atac 16, 51, 81 e N28 tornano in via La Spezia

di mobilita

Conclusi i lavori per il cantiere della Metro C, da lunedì 19 febbraio le linee 16, 51, 81 e N28 - che erano state deviate - tornano sui percorsi originari percorrendo via La Spezia in entrambe le direzioni. La linea 16 è deviata fino alla chiusura del cantiere in via Alghero, poi prenderà il percorso tratteggiato in mappa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

ROMA | Inaugurato Playground a Torrespaccata

di mobilita

Inaugurato il Playground di Torrespaccata, nel Municipio VII, un’area giochi attrezzata e un campo multi sport. Presenti l’assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi, Daniele Frongia; l’assessora alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari; il presidente del Coni Regionale Lazio, Riccardo Viola; il vicepresidente del VII Municipio, Giuseppe Commisso; l’assessora alle Politiche della Scuola, Edilizia Scolastica, Cultura, Sport e Politiche Giovanili del VII Municipio, Elena De Santis, e il presidente della Commissione Sport del VII Municipio, Attilio Giannone. Ospite d’onore il campione di basket degli anni ’90 Maurizio Ragazzi, celebre realizzatore del canestro da tre punti insaccato sulla sirena, con il pallone scagliato addirittura dalla sua metà campo, che diede la vittoria alla Virtus Roma di un punto contro gli storici avversari della Juvecaserta. Il campione ha mostrato ai giovani presenti nel parco di Torrespaccata il celeberrimo canestro, e i ragazzi hanno cercato di imitarlo, partecipando a un contest molto apprezzato dai presenti, dove il primo che è riuscito a mandare la palla in rete ha vinto una medaglia offerta da Roma Capitale. Il progetto nasce sulla scia del fondo “Sport e Periferie”, stanziato dal Governo per il triennio 2015-2017 e trasferito poi al Coni, promotore della riqualificazione e realizzazione di impianti sportivi nelle zone più periferiche della Capitale. Verranno realizzati quindi altri 13 Playground, dopo quello del XIV e del VII, uno per ogni municipio della Capitale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

Rimozione di un ordigno bellico, domenica stop ai traghetti tra Sicilia e Calabria

di mobilita

Domenica 18 febbraio a causa del disinnesco di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale nel comune di Villa San Giovanni la zona degli imbarchi Caronte&Tourist sarà evacuata. I traghetti della flotta operanti sullo Stretto di Messina pertanto saranno dirottati sul porto di Reggio Calabria. In allegato gli orari del servizio che sarà garantito anche in caso di traffico intenso: La circolazione ferroviaria, le attività di traghettamento tra Messina e Villa San Giovanni, nonché l’accesso alla stazione di Villa San Giovanni saranno sospesi. Lo ha disposto il Prefetto di Reggio Calabria per consentire le operazioni di disinnesco e la rimozione di un residuato bellico trovato a Villa San Giovanni. Inoltre, ha reso noto Rfi, dalle 7 alle 14 sarà modificato il programma di circolazione: alcuni treni potranno essere cancellati, limitati nel percorso o ritardati in base all’effettivo completamento delle operazioni di disinnesco. Anas comunica che, per consentire le operazioni di rimozione di un ordigno bellico, saranno necessarie delle limitazioni al transito veicolare lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ tra i territori comunali di Villa San Giovanni e Campo Calabro in provincia di Reggio Calabria. Nel dettaglio, a partire dalle ore 8:45 di domenica 18 febbraio 2017 e fino al termine delle operazioni, è disposta la chiusura delle rampe di uscita, in entrambe le carreggiate, dello svincolo di Villa San Giovanni (km 433,000). Il traffico veicolare in uscita dall’Autostrada allo svincolo di Villa San Giovanni potrà usufruire dell’attiguo svincolo di Campo Calabro (km 433,800).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

Linea Palermo – Catania: firma per il raddoppio di binario tra Bicocca e Catenanuova

di mobilita

Firmati i contratti per la progettazione esecutiva e i lavori di raddoppio del tratto di linea Bicocca – Catenanuova, parte integrante della nuova linea Palermo – Catania. La sottoscrizione degli accordi arriva a valle della gara già aggiudicata da Rete Ferroviaria Italiana. La realizzazione del nuovo tracciato, lungo circa 38 chilometri, è stata affidata al Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) Salini Impregilo – Astaldi – SIFEL – CLF, per un valore di 186 milioni di euro. I lavori riguarderanno la nuova sede ferroviaria, l’armamento, gli impianti di segnalamento e telecomunicazione, le sottostazioni elettriche per l’alimentazione dei treni, la riqualificazione della stazione di Bicocca e la realizzazione di una nuova stazione a Motta Sant’Anastasia. L’attivazione di un primo binario è prevista nel 2020, mentre la fine di tutti i lavori è programmata per il 2022. L’opera rientra nel progetto di collegamento veloce Palermo – Catania – Messina ed è la prima in Sicilia tra quelle programmate con la Legge “Sblocca Italia”, percorso di accelerazione e semplificazione per la realizzazione di infrastrutture strategiche e urgenti per il nostro Paese. La realizzazione del nuovo tracciato rappresenta una fase fondamentale per migliorare i collegamenti ferroviari in Sicilia e connetterla al Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 feb 2018

SALERNO | 7 minibus dell’Eav per la Penisola Sorrentina/Amalfitana

di mobilita

Sette minibus ad alimentazione diesel, con una capienza massima di 30 passeggeri. Sono i nuovi mezzi, presentati questa mattina a Salerno, alla presenza tra gli altri del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e destinati al trasporto nei centri storici della Penisola Amalfitana/Sorrentina. I nuovi mezzi Eav rispondono alle esigenze di una mobilità più sostenibile al servizio del turismo, il più grande attrattivo economico della regione. “La Campania cresce anche grazie alle tante azioni che abbiamo messo in campo - ha sottolineato l’assessore regionale allo Sviluppo e Promozione del turismo, Corrado Matera - Questo è un progetto partito nel 2016 con il treno Campania Express, sulla tratta Napoli-Ercolano-Pompei-Sorrento-Napoli, proseguito nel 2016 con Le vie del Mare e l’Alta velocità per il CIlento. Nel 2017 questo programma è stato integrato ed arricchito anche con il progetto dei treni storici e, con quest’ultimo servizio per la penisola Sorrentina e Amalfitana, abbiamo completato questo grande programma sulla mobilità turistica”.

Leggi tutto    Commenti 0