Articolo
30 gen 2018

AEROPORTO DI BARI | Tariffe Taxi agevolate per e da Brindisi per la chiusura dell’Aeroporto

di mobilita

A causa della prossima chiusura dell’aeroporto “Karol Wojtyla” di Bari – Palese, che sarà fermo con tutti i voli sospesi da dal 28 febbraio all’8 marzo a causa di improcrastinabili lavori di ampliamento, potenziamento e manutenzione, sarà necessario in quei giorni utilizzare l’aeroporto del Salento di Brindisi Papola - Casale come scalo alternativo pugliese. Per facilitare il raggiungimento di Bari e di Brindisi da parte dei passeggeri ieri è stato firmato, presso la Regione Puglia alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, dell’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Bari e dei rappresentanti dei tassisti di Bari e Brindisi un verbale di intesa per la definizione di una speciale tariffa da applicare ai passeggeri durante la settimana di chiusura dell’aeroporto di Bari - Palese. L’accordo prevede, dagli attuali 180/190 euro necessari per una corsa, l’applicazione di una tariffa agevolata di 140 euro, onnicomprensiva di tutti i supplementi tariffari per gli itinerari Bari -Brindisi aeroporto e viceversa, valevole per un numero di passeggeri non superiori a 4, mentre per ogni passeggero aggiuntivo si applicherà un supplemento di 15 euro. “Grande apprezzamento” ha espresso l’assessore regionale ai trasporti “per la disponibilità che i tassisti di Brindisi e Bari, unitamente alle due amministrazioni coinvolte, hanno dato al raggiungimento dell’intesa. Le associazioni di categoria dei tassisti, opportunamente coinvolte, hanno dimostrato ancora una volta quanto utile può essere il loro contributo, laddove, anche attraverso opportune azioni tariffarie, si riesca ad intercettare ed aggregare domanda di mobilità”. Con questa intesa viene opzionata, anche per future necessità legate alla chiusura di uno dei due scali, il poter disporre di una tariffa calmierata concertata e condivisa. "Questa collaborazione, che è scaturita dal momentaneo stop dell'aeroporto barese, l'Hub principale per il trasporto aereo regionale - ha commentato l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Bari - nasce dall'idea di limitare al minimo i disagi per tutti i cittadini baresi che si spostano in aereo e per i tantissimi turisti che arrivano a Bari per visitare la nostra Regione e la nostra città. In questo modo offriamo da subito un' offerta di mobilità alternativa, cercando di ottimizzare i costi per i passeggeri. Per questo motivo abbiamo cercato di mettere insieme le società di taxi baresi e quelle brindisine per incrementare il loro lavoro, offrendo occasioni importanti, ma garantendo regole certe che devono essere rispettate da tutti. È stato molto importante coinvolgere da subito i referenti delle società di taxi in modo da responsabilizzare tutti in questa partita. Il nostro obiettivo è offrire un servizio efficiente, in modo da non perdere neanche un turista in questo periodo di chiusura dell'aeroporto, trasformando un possibile disagio in una opportunità per tutti".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2018

NAPOLI | Chiusura anticipata per lavori sulla Linea 1 metropolitana, il giovedì ed il lunedì

di mobilita

Per consentire lo svolgimento di lavori di manutenzione, da giovedì 1° febbraio, ogni lunedì e giovedì, Anm ha disposto la chiusura anticipata della Linea 1 Piscinola-Garibaldi, con ultima corsa da Piscinola alle ore 20.56 e da Garibaldi alle ore 21.27, come sgue: giovedì 1 febbraio; lunedì 5 febbraio; giovedì 8 febbraio; lunedì 12 febbraio; giovedì 15 febbraio; lunedì 19 febbraio; giovedì 22 febbraio; lunedì 26 febbraio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2018

MILANO | Il servizio ATM per la partita Milan-Lazio del 31 gennaio

di mobilita

Per raggiungere lo stadio è possibile utilizzare la linea M5 fino a San Siro stadio o la linea M1 fino a Lotto con interscambio con la M5. Sulla M1 saranno in servizio treni aggiuntivi e sarà inoltre incrementato il personale di stazione per assistere i passeggeri. Ecco tutte le informazioni per chi si muove in superficie con le linee di collegamento con lo stadio. Le linee 16 e 90/91 sono potenziate con vetture aggiuntive. È disponibile inoltre un servizio  navetta tra Lampugnano e lo Stadio. Le linee 16, 49, 64,80, 98 inoltre, modificano i percorsi in zona stadio. Linea 16: nella fase di afflusso, viene soppressa la fermata in direzione San Siro Stadio M5 di via dei Rospigliosi prima di piazza Axum. Durante l’evento (tra afflusso e deflusso), modifica il percorso con capolinea     provvisorio in via Dessié. In fase di deflusso, viene soppressa la fermata di via Dessié prima di piazza Axum. Linea 49: da due ore prima dell’inizio, modifica il percorso in entrambe le direzioni tra via Harar e via Morgantini con transito in via San Giusto, via Novara e piazza Melozzo da Forlì. Linee 64 e 80: dalla fine della partita per un’ora, modificano i percorsi solo in direzione Bonola M1 e via Piccoli/Quinto Romano, proseguendo in via Novara anziché svoltare in via San Giusto. Linea 98: dalla fine della partita per un’ora, la linea modifica il percorso solo in direzione Famagosta M2, dal capolinea di Lotto M1/M5 prosegue in piazzale Lotto, via Gavirate e riprende regolare. Su disposizione della Questura, a partire dal termine della partita, le stazioni di San Siro Ippodromo e Segesta M5 saranno chiuse. Di conseguenza i treni non effettueranno le fermate. In alternativa sarà possibile utilizzare le stazioni San Siro Stadio e Lotto. Si consiglia di acquistare in anticipo i biglietti per il viaggio di ritorno. Per informazioni si consiglia di fare riferimento al personale di Assistenza alla Clientela presente in stazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2018

MILANO | Fino al 31 gennaio abbonamenti e biglietti Trenord validi sulla rete Atm

di mobilita

Fino a mercoledì 31 gennaio, per facilitare gli spostamenti dei passeggeri delle linee ferroviarie, chi ha un abbonamento o biglietti Trenord può viaggiare liberamente sulla rete Atm Nel dettaglio: bus Lambrate M2-Segrate-Pioltello-Vignate dalle 5,30 alle 21; M2 potenziata; abbonamenti e biglietti Trenord validi sulla rete Atm. Per info su bus Trenord da/per Cassina M2 clicca qui

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2018

GENOVA | Variazioni del servizio AMT per la fiera di Sant’Agata 2018

di mobilita

Si rinnova domenica 4 febbraio l’appuntamento con la tradizionale Fiera di S. Agata. La Fiera è legata al nome della Santa venerata nell’omonima chiesa situata nel quartiere di S. Fruttuoso ed è un appuntamento molto sentito dai genovesi. L’edizione 2018 della Fiera presenta alcune modifiche rispetto agli anni precedenti a causa delle recenti disposizioni in materia di sicurezza stabilite dalla Prefettura. I posteggi a disposizione degli operatori, provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia, saranno comunque 634 in totale, garantendo in ogni caso un volume di attività in linea con le edizioni passate. Le strade interessate alla manifestazione saranno: corso Galilei, piazza Giusti, piazza Manzoni (lato mare), via Giacometti, via Casoni, via Novaro, piazza Martinez, via Torti (da piazza Terralba a piazza Martinez), piazza Terralba, corso Sardegna (tratto compreso tra la Via Giacometti e Via Don Orione). La viabilità e la sosta nelle strade interessate alla manifestazione saranno interdette dalle ore 00.00 del sabato 3 febbraio sino alle ore 4 circa del lunedì 5 febbraio 2018 quando verranno terminate le pulizie delle aree da parte di AMIU. I veicoli in sosta dopo le ore 24 del sabato sui posteggi riservati ai concessionari della Fiera, subito dopo la chiusura dell’area interessata, saranno oggetto della rimozione coatta da parte della Polizia Municipale. Infatti nelle strade sotto indicate, dalle ore 00.00 del giorno 4 febbraio 2018 alle ore 4.00 del giorno 5 febbraio 2018, ovvero fino a cessate esigenze, sono istituite le seguenti prescrizioni. Divieti di circolazione in: via de Paoli, via G.B. D’Albertis, (tratto compreso tra piazza Martinez e via Vitale), via Paggi (tra Via Casoni e Via San Fruttuoso), via Tomaso Pendola, via Paolo Giacometti, piazza Giusti (area antistante i civici 10 e 11 e stacco antistante l’edificio delle Ferrovie dello Stato), corso Galileo Galilei, via Giovanni Torti (tra piazza Martinez e via dell’Albero D’Oro), via Filippo Casoni, piazza Giovanni Martinez, piazza Manzoni (lato mare), via Michele Novaro (tra via Giacometti e via Toselli), corso Sardegna (nella semicarreggiata di levante, tratto compreso tra via Giacometti e via Don Orione e nello stesso tratto, nella semicarreggiata di ponente, istituzione del doppio senso di circolazione), via Oristano (obbligo di uscita su via Varese con obbligo di svolta a sinistra in Via Ayroli). Divieto di sosta in: piazza Terralba, via Pietro Toselli (tra piazza Martinez e via Novaro), via Marina di Robilant (lato ponente del tratto compreso tra la via S. Fruttuoso e la via Torti), via San Fruttuoso (lato mare nel tratto compreso tra passo Resa Villa Migone e villa Migone e su entrambi i lati nel tratto compreso da villa Migone fino a via dell’Albero D’Oro compresa), via Vitale (tra il civ 2 nero ed il civ 12 nero), passo Resa di Villa Migone, via G.B. d’Albertis (tra via Revelli Beaumont/Vitale e via Repetto) via Olivieri (tra corso Galileo Galilei e via Cambiaso, con l’istituzione del doppio senso di circolazione). Nella sola fascia oraria tra le ore 00.00 e le ore 13.30 del giorno 4 febbraio 2018, fatto salvo l’eventuale prolungamento d’orario per motivi logistici, è istituito il divieto di sosta veicolare sul lato levante di Corso Sardegna, nel tratto compreso tra lo sbocco nord del fornice e l’intersezione con la via P. Giacometti. Nella Via San Fruttuoso è istituito: - il senso unico di marcia nel tratto compreso tra Passo Resa di Villa Migone e l’intersezione con la Via dell’Albero d’Oro (compresa) con contestuale rimozione dei dissuasori di transito; - il divieto di circolazione nel tratto compreso tra la Via Imperiale e la Via dell’Albero d’Oro; Nella Via dell’Albero d’Oro è istituito l’obbligo di arresto e dare precedenza e l’obbligo di svolta a sinistra all’intersezione con la Via Torti. Nella Via Pietro Toselli sono stabilite le seguenti prescrizioni: - istituzione del senso unico di marcia con direzione ponente nel tratto compreso tra la Via Novaro e la Piazza Martinez; - per i veicoli in transito nel tratto a ponente dell’intersezione con via Novaro, è istituito l’obbligo di svolta a sinistra all’intersezione con la Via Novaro stessa. Nella via Oristano è istituito l’obbligo di uscita su via Varese con l’obbligo di svolta lato levante verso via Ayroli Nella Via Imperiale è istituito l’obbligo di svolta a sinistra all’intersezione con la Via Torti. Variazioni e intensificazioni al servizio bus AMT AMT, in occasione della Fiera, intensificherà il servizio di alcune linee bus. Saranno potenziate per l’intera giornata le linee: - 18 (Sampierdarena - via Mosso) - 18/ (Sampierdarena - Ospedale San Martino) - 44 (Borgoratti - via Dante) - 46 (via Donghi - piazza De Ferrari) - 82/ (via Pinetti - Stazione Brignole) - 356 (via Fea - Stazione Brignole). In mattinata sarà intensificato il servizio delle linee 89 (via Giovanni XXXIII - via Torti) e 385 (via Imperiale - piazza Solari). Amt informa inoltre che, in occasione della Fiera di Sant’Agata, le linee 18, 18/, 46, 48, 67, 84, 89, 385, 604 e 618 modificheranno il percorso come di seguito indicato. Linee 18, 18/ e 618 Direzione Sampierdarena: i bus, giunti in corso Gastaldi, proseguiranno per via Tolemaide, piazza Verdi dove riprenderanno il regolare percorso. Direzione San Martino: i bus, giunti in piazza Verdi, proseguiranno per via Invrea, via Montevideo, corso Gastaldi (svolteranno a sinistra all’altezza di via Dassori per transitare sul ponte Terralba), piazza Terralba dove riprenderanno il regolare percorso. Linee 46 e 604 Direzione Centro: i bus, giunti al termine di via Manuzio, proseguiranno per via Torti, via Barrili, corso Gastaldi, via Tolemaide, piazza Verdi dove riprenderanno il regolare percorso. Direzione San Fruttuoso: i bus, giunti in piazza Verdi, proseguiranno per via Invrea, via Montevideo, corso Gastaldi (svolteranno a sinistra all’altezza di via Dassori per transitare sul ponte di Terralba), piazza Terralba dove riprenderanno il regolare percorso. Linea 48 Direzione Molassana: i bus, giunti in corso Gastaldi, proseguiranno per via Tolemaide, piazza delle Americhe, tunnel di via Canevari, via Canevari, ponte Castelfidardo, piazza Manzoni, piazza Giusti, corso Sardegna dove riprenderanno regolare percorso. Direzione San Martino: i bus, giunti in corso Sardegna, proseguiranno per corso Torino, via Invrea, via Montevideo, corso Gastaldi (svolteranno a sinistra, all’altezza di via Dassori, per transitare sul ponte di Terralba), piazza Terralba dove riprenderanno regolare percorso. Linee 67 e 89 Direzione piazza Martinez: i bus, giunti al termine di via Manuzio, svolteranno a sinistra per via Torti dove, all'altezza del civico n° 37, effettueranno capolinea provvisorio. Direzione via Berghini: i bus, in partenza dal capolinea provvisorio di via Torti, proseguiranno per via Donghi dove riprenderanno il regolare percorso. Linea 84 Direzione Centro: i bus, giunti al termine di via Amarena, proseguiranno per via Marchini, via Ayroli, via Don Orione, corso Sardegna, via Archimede dove riprenderanno il regolare percorso. Direzione via Amarena: i bus, giunti in corso Sardegna, proseguiranno per via Don Orione, via Ayroli, via Marchini, via Amarena dove riprenderanno il regolare percorso. Linea 385 Direzione via Torti: i bus, giunti in piazza Solari, effettueranno il capolinea provvisorio. Direzione via Imperiale: i bus, in partenza dal capolinea provvisorio di piazza Solari, proseguiranno per via Savelli dove riprenderanno il regolare percorso. Divieti a scopo di prevenzione per la pubblica incolumità In occasione dello svolgimento della Fiera, a scopo di prevenzione finalizzata all’incolumità delle persone, è stata disposta l’interdizione temporanea della vendita, somministrazione, detenzione e consumo di bevande alcoliche e analcoliche in contenitori di vetro o metallici dalle ore 7 alle ore 22 di domenica 4 febbraio. Ai pubblici esercizi e circoli privati è vietata la vendita e somministrazione all’esterno dei locali e all’esterno dei loro dehors di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallo. Per il commercio su aree pubbliche vige il divieto di somministrazione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallo; è invece consentita la vendita per asporto di prodotti da parte degli espositori della fiera anche in contenitori in vetro o metallo. Inoltre per chiunque è stabilito il divieto di detenzione con consumazione su area pubblica di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallo. Le disposizioni sono in vigore nell’ambito dell’area fieristica, ed in particolare nei seguenti siti: via De Paoli, via C. G.B. D’Albertis, via Paggi, via Pendola, piazza Terralba, via Giacometti, piazza Giusti, corso Galilei, via Olivieri, via Torti, via Casoni, piazza Martinez, piazza Manzoni, via Novaro, via Toselli, via Di Robilant, via Marchini, via S. Fruttuoso, via Vitale, corso Sardegna. L’inosservanza delle disposizioni comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da   euro 100 ad euro 300 con pagamento in misura ridotta ai sensi dell’art. 16 della Legge n. 689/1981 pari ad euro 200.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2018

ROMA | Corridoio Eur Laurentina-Tor Pagnotta, pronto entro l’autunno

di mobilita

Proseguono i lavori per il completamento del Corridoio Eur Laurentina-Tor Pagnotta, con la realizzazione della rampa di accesso al viadotto sul Grande Raccordo Anulare, in prossimità del quartiere Fonte Laurentina.  Si tratta di un ponte sospeso che attualmente finisce nel nulla e impedisce il ricongiungimento del “Corridoio della mobilità Eur-Tor Pagnotta” nella zona sud della città. Questo corridoio, che prevede la realizzazione di corsie riservate alla circolazione esclusiva di filobus, fornirà un servizio di trasporto a favore della mobilità sostenibile ed elettrica, che contribuirà a migliorare la vivibilità dell'intero quadrante per un trasporto pubblico rapido ed ecologico. “Dopo anni di fermo - ha annunciato la Sindaca Virginia Raggi - prevediamo l’inaugurazione del Corridoio entro quest’autunno. Con quest’infrastruttura godremo di un nuovo sistema di trasporto sostenibile, a basso impatto ambientale, che connetterà in maniera rapida ed ecologica i quartieri a sud dell’Eur con la rete metropolitana, in un’ottica di intermodalità. Con l’apertura riposizioneremo i 45 filobus, che ora viaggiano sulla Nomentana, sul loro tracciato originario”. “L’opera - ha spiegato l’Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo - era rimasta in sospeso per molti anni in attesa della realizzazione del viadotto da parte del Consorzio Tor Pagnotta Due, collaudato nel maggio scorso. Nel piano investimenti per il 2018 sono stati stanziati 12,3 milioni per i due Corridoi di mobilità.Ora stiamo procedendo con l’iter delle attività progettuali e delle autorizzazioni per consegnare quest’opera ai cittadini”. Nei giorni scorsi Sindaca e Assessora hanno effettuato un sopralluogo al cantiere per la costruzione della rampa del corridoio della mobilità di Tor Pagnotta  e hanno poi visita il deposito ATAC di Tor Pagnotta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

Napoli | Chiuso sottopasso pedonale stazione Scampia

di mobilita

A Napoli, fino a mercoledì 31 gennaio per consentire lo svolgimento di lavori di ammodernamento e potenziamento della linea metropolitana Piscinola-Aversa Centro, è chiuso il sottopasso pedonale della stazione Piscinola-Scampia lato via Oliviero Zuccarini. Per accedere alle stazioni di ANM e EAV i viaggiatori possono utilizzare il parcheggio dell’ANM o il parcheggio dipendenti (lato stazionamento autobus).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

NAPOLI | Ripartono i lavori della stazione EAV di Melito

di Roberto Lentini

Riparte, secondo cronoprogramma, il cantiere della stazione EAV di Melito dopo nove anni di blocco per contenziosi. Un cantiere già pronto, con scale mobili e cartellonistica, ma in stato di abbandono in cui i treni passano ma non si fermano. Con il completamento dell'opera si punta a riqualificare l'area nord di Napoli La stazione Melito fa parte della linea Napoli–Giugliano–Aversa, detta anche linea Arcobaleno, gestita da Ente Autonomo Volturno ed è parte del sistema metropolitano regionale campano. La stazione Melito (progettata dallo studio di architettura FGP) è ubicata fra le fermate Mugnano e Giugliano e assume un ruolo centrale, per riconnettere i centri urbani e per avviare processi di riqualificazione del territorio. L'apertura della stazione risulta infatti importante in quanto serve, oltre gli abitanti dello stesso Comune (quasi 38000), anche gli abitanti delle zone confinanti nei Comuni di Giugliano in Campania, Villaricca e Mugnano di Napoli, arrivando quindi a un potenziale di oltre 40000 persone. La Stazione può essere raggiunta da più lati e la sua forma tiene conto di percorsi che si dipanano al suo intorno e al suo interno. Da nord vi si accede da un percorso pedonale e si può così leggere la stretta relazione dell'edificio con il tracciato dei percorsi e il disegno del parterre, i passeggeri sono accolti all'interno senza soluzione di continuità. A est invece il prospetto è caratterizzato dalla forte chiusura verso l’esterno ed è segnato solo dall’ingresso alla Stazione stessa; ortogonale a questo è prevista la realizzazione di un viale alberato a doppia carreggiata che rappresenta il nodo di interscambio con il sistema di trasporto regionale e locale su gomma. A mezzogiorno l'affusolato corpo costruito sembra accogliere e nascondere al contempo i viaggiatori, che alla luce accecante del sole meridionale entrano quasi furtivamente attraverso un ingresso laterale che rappresenta l'accesso privilegiato in quota.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 gen 2018

L’aeroporto di Olbia chiude il 2017 in crescita del 10,5%

di mobilita

L’Aeroporto Olbia Costa Smeralda conclude l’anno 2017 come nelle previsioni di traffico con 2.808.323 passeggeri, in crescita del 10,5% (+266.807) rispetto al 2016, anno che già aveva evidenziato eccezionali performance (+14,5%;+307.759 sul 2015). I movimenti complessivi sono stati 34.041, i quali sono stati in media effettuati con aeromobili di maggiori dimensioni. Lo sviluppo del traffico è stato trainato principalmente dal segmento internazionale, il quale, raggiungendo la quota di 1.345.441 passeggeri (circa il 48% del traffico complessivo), ha registrato un incremento del +15% (+173.048 unità). La crescita nell’ultimo triennio dei passeggeri internazionali di oltre 500.000 unità conferma la forte vocazione turistica e internazionale dello scalo gallurese. Positivo anche il dato relativo al traffico domestico, che raggiunge quota 1.439.692 passeggeri, il 6,9% in più (oltre 90.000 unità) di quelli transitati nel 2016. In particolare, il trend di crescita ha beneficiato dell'introduzione di 10 nuovi prodotti di linea e 4 charter, per un totale di 90 collegamenti offerti, e del potenziamento delle connessioni esistenti. L’elemento di maggiore rilievo per l’aeroporto e per gli operatori del settore turistico è l’incremento dell’offerta di voli nella stagione di spalla e nell’inverno, dove si registra un incremento del +15% (circa 100.000 passeggeri) rispetto allo stesso periodo del 2016. Le novità di questo inverno riguardano i collegamenti per Amsterdam, Barcellona El Prat e Londra Gatwick, operati rispettivamente dalle low cost Transavia, Vueling ed easyJet. Silvio Pippobello – Amministratore delegato di Geasar S.p.A. - ha dichiarato: “L’anno 2017 si chiude nel rispetto delle nostre previsioni e conferma la validità della strategia portata avanti dall’azienda: incremento dei flussi di traffico dai mercati con affinità al modello turistico del territorio, progressivo aumento dell’attività di volo nei periodi di media stagione e attivazione di collegamenti internazionali annuali. Tuttavia, l’aeroporto di Olbia rimane uno degli scali più importanti a livello nazionale sotto il profilo del traffico estivo, condizione che mette a dura prova le strutture e le infrastrutture preposte alla gestione delle operazioni aeroportuali e conferma la necessità di implementazione del piano di adeguamento infrastrutturale previsto.” Nel dettaglio, il 52% dei passeggeri sono generati dal mercato domestico e le rotte più trafficate risultano: Milano, Roma e Venezia. Per quanto riguarda il segmento internazionale, si evidenzia un’importante crescita dei seguenti mercati: Inghilterra (+48.519; +33%), Svizzera (+ 25.000; +15%), Olanda (+24.000; +48%) e Svezia (+22.000; +234%). Positivi anche i dati che riguardano gli altri mercati serviti: Germania, Francia, Spagna, Polonia, Repubblica Ceca, etc. L’Aviazione Privata ha registrato un numero di atterraggi e decolli pari a 11.118, con una crescita del 6,2% rispetto all’anno precedente. Il tonnellaggio complessivo degli aeromobili è cresciuto del +4,9%. Anche nel segmento dei voli privati i mesi di spalla hanno visto un importante crescita del traffico. In particolare, i mesi di aprile e maggio hanno registrato un incremento rispettivamente del +75% e 30% in termini di movimenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 gen 2018

AEROPORTO MARCONI | Nel 2017 sfiorati gli 8,2 MIL di passeggeri annui

di mobilita

L’Aeroporto Marconi di Bologna chiude per il nono anno consecutivo con un nuovo record di traffico della sua storia: nel 2017 sono transitati dall’aeroporto quasi 8,2 milioni di passeggeri (8.198.156)*, per una crescita del 6,7% sull’anno precedente. Lunedì 24 luglio è stato il giorno più “trafficato” dell’anno, con quasi 30 mila passeggeri tra arrivi e partenze: 29.691. Il traguardo storico degli 8 milioni di passeggeri annui è stato invece superato mercoledì 20 dicembre. L’incremento del 2017 è stato sostenuto soprattutto dai passeggeri su voli internazionali (6.249.972, in crescita dell’8,6%), che sono arrivati a rappresentare il 76% dei passeggeri complessivi, ma risultano in aumento anche i passeggeri su voli nazionali (1.939.900, +1,2%). Gli ottimi risultati dell’anno sono dovuti ad una molteplicità di fattori, che semplificando si possono riassumere nell’attivazione di nuovi collegamenti di linea (Lisbona, Eindhoven, Napoli, Praga, Colonia e Bratislava con Ryanair, Tirana con Ernest, Suceava con Wizzair) e nel potenziamento di alcune importanti tratte esistenti (in particolare, hanno inciso gli incrementi dei voli per Parigi CDG, Roma Fiumicino, Bucarest e Mosca). Da sottolineare, inoltre, il rinnovato interesse dei passeggeri verso gli hub europei (tendenza particolarmente accentuata per Francoforte, Londra Heathrow, Monaco, Istanbul e Mosca), anche per prosecuzioni su altri scali. Riguardo alle mete preferite, Londra, con oltre 590 mila passeggeri (considerando complessivamente gli aeroporti di Heathrow, Gatwick e Stansted) si è confermata al primo posto, seguita da Parigi (oltre 390 mila passeggeri tra gli aeroporti Charles De Gaulle, Beauvais e Orly). Al terzo posto si è piazzata Catania che, con un incremento dell’11%, ha registrato oltre 360 mila passeggeri. Nella “Top Ten” del Marconi troviamo quindi: Francoforte, Barcellona, Madrid, Palermo, Roma Fiumicino, Bucarest e Monaco. I movimenti totali del 2017 sono stati 71.878*, in crescita del 3,1% sul 2016, mentre si conferma il trend positivo (+11,8%) delle merci trasportate per via aerea, pari a 41.861 tonnellate. Il mese di dicembre, infine, ha registrato un vero e proprio “boom” di passeggeri, che hanno sfiorato quota 600 mila (599.966*) passeggeri per una crescita del 9,2%. Positivi anche i movimenti, pari a 5.234* (+3,5%), e le merci trasportate per via aerea, che hanno raggiunto le 3.413 tonnellate (+3,7%).

Leggi tutto    Commenti 0