Articolo
04 feb 2018

NAPOLI | Progetto per la risistemazione del waterfront del porto

di mobilita

L’intervento – Riqualificazione dell’area monumentale del porto di Napoli – Calata Beverello è un lotto funzionale del più ampio progetto di riqualificazione del waterfront del porto di Napoli. Nel suo insieme, il progetto, basato sulla idea progettuale vincitrice del concorso internazionale del 2004, si propone di realizzare una rivisitazione dell’intero fronte del porto, che si collega più direttamente alla città antica, a partire da Molo S. Vincenzo sino a Piazza Mercato. Un intervento così delicato può essere strutturato necessariamente solo per fasi funzionali che preservino al tempo stesso una visione integrata di assieme. Il primo elemento funzionale, quello più urgente rispetto alla necessità di migliorare i servizi al passeggero, riguarda la realizzazione di un nuovo terminal passeggeri del Molo Beverello, che rappresenta il principale hubdel porto di Napoli per l’approdo degli aliscafi e dei traghetti che servono il traffico passeggeri da e per le isole del Golfo. Parliamo complessivamente di più di 6,5 milioni di turisti e cittadini, che ogni anno si avvalgono dei collegamenti verso le Isole del Golfo, e verso la Costiera. Il costo di questa fase è pari a 20,5 milioni di euro, ed è finanziata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; il progetto ha superato tutto l’iter previsto dalle nuove linee guida in tema di finanziamento delle opere portuali, compresa l’approvazione della analisi costi benefici valutata dalla struttura tecnica di missione del Ministero. Il progetto prevede la demolizione delle strutture esistenti e la realizzazione di una nuova stazione marittima per le vie veloci di collegamento con le isole del Golfo di Napoli e con la Costiera, i cui manufatti saranno utilizzati per i servizi connessi alle attività di banchina e di traffico passeggeri nonché alla realizzazione, nella parte relativa alla copertura, di una passeggiata – lungomare – di cui la città è sprovvista, in continuità con l’accesso alla città, attraverso la nuova stazione della metropolitana di piazza municipio. Il progetto consiste nella riqualificazione delle infrastrutture esistenti, attraverso la valorizzazione architettonica dei luoghi e il potenziamento dell’efficienza trasportistica di quest’ambito portuale. La superficie complessiva interessata dal progetto è di circa 14.000 mq. Si parte dalla realizzazione di un nuovo terminal passeggeri di servizio al traffico marittimo (metrò del mare) del golfo di Napoli. Il terminal è stato pensato come una struttura multifunzionale in cui saranno collocate aree biglietterie, uffici, negozi, bar e servizi, oltre ad aree attesa con i relativi servizi (wc, sala internet etc.). Il riassetto del molo prevede un nuovo Terminal plurifunzionale con le seguenti funzioni: servizi ai passeggeri (spazi di attesa, biglietterie, servizi igienici ecc.) di complessivi mq 3260 circa; servizi commerciali per complessivi 465 mq circa; servizi di ristorazione per complessivi 475 mq circa; uffici per complessivi 220 mq circa; La realizzazione del terminal passeggeri risponde non solo ad esigenze di tipo strutturale, data la vetustà delle strutture esistenti, che, realizzate negli anni ’90, non più in grado di sostenere i rilevanti flussi di passeggeri ma anche ad esigenze di tipo organizzativo, connesse alle inefficienze dei servizi di banchina e all’organizzazione del sistema di flusso dei passeggeri. Il progetto prevede azioni dedicate per fronteggiare le inefficienze organizzative e realizzare una gestione adeguata dei flussi di passeggeri attraverso l’erogazione di servizi specifici quali: sistemi di annuncio delle partenze/arrivi; sistemi di annuncio per le coincidenze mare/mare e mare/metro; punti di informazione permanenti; evoluzione di sistemi auto organizzanti; servizi di informazione di stazione e a distanza; servizi di biglietteria on line; servizi per la sicurezza, quali punto di vigilanza permanente e gestione degli stati di panico; servizi di assistenza sanitaria ai pass. Dal punto di vista tecnico il progetto prevede: la demolizione delle preesistenze (biglietterie e locali di ristoro esistenti); la realizzazione di una nuova struttura di circa 2.400 mq di basso impatto visivo ma di elevata qualità architettonica, nella quale riorganizzare le attività del terminal passeggeri (accoglienza imbarco-sbarco, biglietterie, sosta, ristoro, informazione ecc.); miglioramento dell’assetto di banchina mediante la realizzazione dei due nuovi pontili previsti in ATF, con un sostanziale miglioramento delle operazioni di attracco e di imbarco razionalizzazione dei flussi di traffico carrabile e pedonale in partenza e in arrivo e delle aree di sosta; realizzazione di una nuova struttura di circa 360 mq adibita alla ricollocazione delle attività bar-ristoro demolite spazialmente connessa al terminal; realizzazione sul lato del Maschio Angioino, a ridosso di Via Acton di un’area dedicata ai taxi e alla sosta breve delle auto private e pullman; creazione di un nuovo lungomare pubblico, in continuità con la piazza della Stazione Marittima, utilizzando la copertura del terminal come un percorso attrezzato ed un affaccio verso il mare e verso il Maschio Angioino; autonomia funzionale dei nuovi edifici rispetto al sistema complessivo di riqualificazione del waterfront monumentale del porto

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
30 gen 2018

NAPOLI | Chiusura anticipata per lavori sulla Linea 1 metropolitana, il giovedì ed il lunedì

di mobilita

Per consentire lo svolgimento di lavori di manutenzione, da giovedì 1° febbraio, ogni lunedì e giovedì, Anm ha disposto la chiusura anticipata della Linea 1 Piscinola-Garibaldi, con ultima corsa da Piscinola alle ore 20.56 e da Garibaldi alle ore 21.27, come sgue: giovedì 1 febbraio; lunedì 5 febbraio; giovedì 8 febbraio; lunedì 12 febbraio; giovedì 15 febbraio; lunedì 19 febbraio; giovedì 22 febbraio; lunedì 26 febbraio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

Napoli | Chiuso sottopasso pedonale stazione Scampia

di mobilita

A Napoli, fino a mercoledì 31 gennaio per consentire lo svolgimento di lavori di ammodernamento e potenziamento della linea metropolitana Piscinola-Aversa Centro, è chiuso il sottopasso pedonale della stazione Piscinola-Scampia lato via Oliviero Zuccarini. Per accedere alle stazioni di ANM e EAV i viaggiatori possono utilizzare il parcheggio dell’ANM o il parcheggio dipendenti (lato stazionamento autobus).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

NAPOLI | Ripartono i lavori della stazione EAV di Melito

di Roberto Lentini

Riparte, secondo cronoprogramma, il cantiere della stazione EAV di Melito dopo nove anni di blocco per contenziosi. Un cantiere già pronto, con scale mobili e cartellonistica, ma in stato di abbandono in cui i treni passano ma non si fermano. Con il completamento dell'opera si punta a riqualificare l'area nord di Napoli La stazione Melito fa parte della linea Napoli–Giugliano–Aversa, detta anche linea Arcobaleno, gestita da Ente Autonomo Volturno ed è parte del sistema metropolitano regionale campano. La stazione Melito (progettata dallo studio di architettura FGP) è ubicata fra le fermate Mugnano e Giugliano e assume un ruolo centrale, per riconnettere i centri urbani e per avviare processi di riqualificazione del territorio. L'apertura della stazione risulta infatti importante in quanto serve, oltre gli abitanti dello stesso Comune (quasi 38000), anche gli abitanti delle zone confinanti nei Comuni di Giugliano in Campania, Villaricca e Mugnano di Napoli, arrivando quindi a un potenziale di oltre 40000 persone. La Stazione può essere raggiunta da più lati e la sua forma tiene conto di percorsi che si dipanano al suo intorno e al suo interno. Da nord vi si accede da un percorso pedonale e si può così leggere la stretta relazione dell'edificio con il tracciato dei percorsi e il disegno del parterre, i passeggeri sono accolti all'interno senza soluzione di continuità. A est invece il prospetto è caratterizzato dalla forte chiusura verso l’esterno ed è segnato solo dall’ingresso alla Stazione stessa; ortogonale a questo è prevista la realizzazione di un viale alberato a doppia carreggiata che rappresenta il nodo di interscambio con il sistema di trasporto regionale e locale su gomma. A mezzogiorno l'affusolato corpo costruito sembra accogliere e nascondere al contempo i viaggiatori, che alla luce accecante del sole meridionale entrano quasi furtivamente attraverso un ingresso laterale che rappresenta l'accesso privilegiato in quota.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

METROPOLITANA NAPOLI | Domenica più corse per la linea 2 dopo Napoli-Bologna

di mobilita

A Napoli in occasione dell'incontro di calcio Napoli-Bologna, in programma domenica 28 gennaio alle ore 15.00 allo stadio San Paolo, per facilitare la fase di deflusso del pubblico a fine gara, sulla Linea 2 della Metropolitana sono istituite corse straordinarie in partenza dalla stazione Campi Flegrei. La stazione Piazza Leopardi è chiusa al pubblico dalle ore 16.30 alle 18.00.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2018

REGIONE CAMPANIA | Treni sospesi sulla linea Napoli-Piedimonte Matese

di mobilita

Il 27 gennaio e il 3 febbraio, per lavori di manutenzione è sospeso il servizio ferroviario sulla linea Napoli-Piedimonte Matese. È attivo un servizio sostitutivo su gomma. Gli autobus effettuano le seguenti fermate: - Piedimonte, davanti la stazione ferroviaria; - Alife, altezza P.L. - Dragoni, SS158 ingresso stazione; - San Marco, SS158 ingresso stazione; - Alvignano, SS158 ingresso stazione; - Villa Ortensia, SS158 ingresso stazione; - Caiazzo, SS158 ingresso stazione; - Piana di Monte Verna, SS158 altezza rotonda; - Pontelatone, SS158 altezza rotonda; - Triflisco, SS158 altezza rotonda; - Sant’Angelo in Formis, Via Galatina altezza incrocio stazione; - Anfiteatro, angolo Via dei Romani; - Santa Maria Capua Vetere, Via Avezzano angolo stazione FS; - Caserta, piazzale Stazione FS. - Napoli, piazzale stazione FS altezza Feltrinelli. Da Caserta gli autobus proseguono per Napoli via Autostrada non effettuando le fermate di Maddaloni e Cancello. Anche in partenza da Napoli i pullman si immettono direttamente in autostrada effettuando la prima fermata a Caserta

Leggi tutto    Commenti 0