Articolo
15 set 2018

MESSINA | Per Il sindaco De Luca via i tram entro giugno 2019

di mobilita

Per il sindaco di Messina Cateno De Luca l'eliminazione dei tram è ormai cosa fatta e, in un post su facebook, ne annuncia anche la data: giugno 2019. Nella giornata odierna nella sala giunta di Palazzo alla presenza dei vertici e del tecnici ATM, nonché dell'esperto ing. Russo, del sindaco, del vicesindaco, del comandante crisafulli per il corpo della polizia municipale, si è infatti tenuta una riunione operativa al fine di definire gli ultimi dettagli relativi al varo del nuovo piano linee bus cittadini. Tale piano è stato illustrato nel dettaglio dall'ing. Russo attraverso una analisi della frequenza e dei problemi operativi e di messa in funzione. Il nuovo piano prevede l'attivazione di uno shuttle che percorrerà la città da Giampileri a Punta Faro e di un sistema di collegamenti a pettine per consentire di collegare i quartieri collinari ad un'unica direttrice, da nord a sud. Sembra invece tramontata l’idea del tram volante, non menzionato più da De Luca dopo la campagna elettorale, 

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
13 set 2018

Stretto di Messina, RFI smentisce ogni ipotesi di riduzione di navi traghetto

di mobilita

In merito ad alcune voci diffuse circa un eventuale abbandono o disimpegno sullo Stretto di Messina da parte del Gruppo FS Italiane RFI, in una nota, smentisce ogni ipotesi di riduzione di navi traghetto.  "Blu Jet, la nuova società controllata da Rete Ferroviaria Italiana, è stata creata per rafforzare il sistema di attraversamento dello Stretto, garantendo il collegamento navale dei passeggeri tra Messina e Villa San Giovanni. Non ci sarà pertanto alcun impatto sul servizio di traghettamento ferroviario tradizionale, relativo ai treni a lunga percorrenza.   Il nuovo assetto del sistema di attraversamento dello Stretto prevede, infatti, oltre a Blu Jet per i passeggeri, le navi di RFI per i treni a lunga percorrenza e le navi bidirezionali di Bluferries per gli autoveicoli e i mezzi pesanti.   RFI smentisce quindi ogni ipotesi di riduzione di navi traghetto, il cui servizio è organizzato anche in base agli accordi contenuti nel Contratto di Servizio, firmato nel 2017 fra Trenitalia e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tale documento stabilisce e vincola per dieci anni il perimetro dei collegamenti ferroviari tra il Nord e il Sud del Paese".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2018

Porti, nascerà la 16esima Autorità Portuale di Sistema “dello stretto”

di mobilita

 Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, su impulso del Ministro Danilo Toninelli, darà vita alla sedicesima autorità di sistema portuale, ovvero l’Autorità dello Stretto di Messina. Alla quale faranno capo i porti di Messina e Milazzo per la Sicilia e di Reggio Calabria e Villa San Giovanni per la Calabria. La scelta va nella direzione di tutelare e valorizzare la peculiarità dello Stretto di Messina, un territorio altamente svantaggiato e attraversato ogni giorno da tantissimi passeggeri, molti dei quali pendolari. A queste persone è giusto dare un servizio di trasporto adeguato e per questo è emersa la necessità di dotare la zona di un’autorità di sistema portuale ad hoc. La riforma dei porti voluta dal Governo precedente ha infatti previsto di accentrare nell’autorità di distretto portuale di Gioia Tauro anche la competenza su tutto il traffico nello Stretto. Una scelta, finora non attuata, che danneggerebbe ulteriormente  il territorio di Messina e di Reggio Calabria e che porrebbe in capo a un porto specializzato in transhipment, come quello di Gioia Tauro, la gestione di flussi consistenti di passeggeri. I pendolari e i passeggeri dello Stretto di Messina torneranno invece ora al centro dell’interesse pubblico, e la nuova Autorità avrà il compito di risollevare un territorio per troppi anni depauperato delle proprie risorse.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ago 2018

MESSINA | Incontro sul piano strategico del trasporto pubblico cittadino

di mobilita

Si è svolto questa mattina, nei locali della Sala Giunta di Palazzo Zanca, un incontro sul tema del trasporto pubblico cittadino.   Presenti, tra gli altri, il sig. Dino Saccà e l’Esperto del settore Trasporti Ing. Leonardo Russo. Tema centrale dell’incontro odierno, l’adozione di un nuovo piano strategico per il trasporto pubblico in città, legato alla razionalizzazione ed al miglioramento della viabilità in un’ottica complessiva. “Partendo dal presupposto- dichiara il Vice Sindaco- che il territorio va letto nel suo complesso, è opportuno ragionare con un approccio multidisciplinare, cogliendo tutte le sfaccettature che la città presenta e rappresenta. Ciò, per non incorrere nell’errore di focalizzare l’attenzione solo su alcuni aspetti dei problemi, che possono essere risolutivi per alcune questioni, ma al contempo creare nuove criticità in altri ambiti”. Nel quadro generale di lettura dello sviluppo del territorio, tale Piano strategico assumerà il ruolo centrale di vettore e catalizzatore per la riqualificazione delle periferie e dei villaggi, con l’inserimento di parcheggi di interscambio. La finalità resta quella di incentivare l’uso del mezzo pubblico e di abbassare il tasso di motorizzazione della città, che risulta essere tra i più alti d’Italia. La peculiarità del suddetto Piano è individuata nell’utilizzo di due linee denominate “Shuttle”, in servizio , ad alta frequenza, dalla stazione di Torre Faro a Giampilieri Marina. Nel merito sarà approntata, entro massimo 10 giorni, la stesura definitiva del piano operativo. In seno all’ATM, intanto, si stanno valutando gli step di attuazione di quanto previsto, che comporterà comunque delle fasi sperimentali, propedeutiche alla totale attuazione del piano stesso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

MESSINA | La viabilità per la “Notte Bianca di S. Nicola” a Ganzirri

di mobilita

Nell’ambito dei festeggiamenti in onore di San Nicola patrono di Ganzirri, per consentire lo svolgimento della Notte Bianca di sabato 11, e della processione del simulacro del Santo di domenica 12, sono stati disposti provvedimenti viari.  Dalle ore 8 di venerdì 10 alle 24 di domenica 12, saranno vietati la sosta ed il transito veicolare nel tratto di via Lago Grande, tra le vie Consolare Pompea e 185/N, e sarà consentita la direzione obbligatoria diritto su entrambi i sensi di marcia di via Consolare Pompea all’intersezione con via Lago Grande. Dalle 12 di sabato 11 sino alle 3 di domenica 12,vigeranno i divieti di sosta e di transito in via 185/N, dall’intersezione con via Denaro sino all’intersezione con via Consolare Pompea, con deviazione della circolazione proveniente da via Celona su via Lago Grande (direzione obbligatoria a destra); il divieto di transito nella salita Pelorias, dalla via Consolare Pompea alla traversa parallela alla stessa, che passa alle spalle della scuola Petrarca, con direzione obbligatoria dritto sulla via C. Pompea e circolazione veicolare deviata su via Denaro come percorso alternativo; il divieto di sosta, con rimozione coatta, ambo i lati di via C. Pompea tra via Denaro e salita Pelorias. Domenica 12, dalle 12 alle 24, sarà evidenziato il divieto di sosta, già esistente, nel tratto di via Consolare Pompea, per circa 50 metri, antistante la chiesa in entrambi i sensi di marcia; sarà inoltre istituito il divieto di sosta, dalle 15 alle 24, nel tratto di via Lago Grande, tra le vie 185/N e Paolo Arena. Sempre domenica 12, dalle 21 alle 24,vigerà il divieto di transito in via Denaro, nel tratto tra le vie C. Pompea e 185/N, con direzione obbligatoria dritto sulla via C. Pompea; in via 185/N, tra le vie Denaro e Lago Grande, con direzione obbligatoria a sinistra, per chi proviene da via Celona; ed in via Lago Grande, dall’intersezione con via 185/N sino a via Paolo Arena. Dalle 18.30 e non oltre le 24, a cura del Corpo di Polizia Municipale, sarà istituito il divieto di transito temporaneo, per il tempo strettamente necessario allo svolgimento della solenne processione del Simulacro, che impegnerà le vie Consolare Pompea, Papardo, Marina, Lido, Caratozzolo, Lago Grande, Consolare Pompea e rientro in Chiesa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2018

MESSINA | Assegnati venti biciclette con pedalata assistita a disposizione del personale comunale

di mobilita

Il sindaco, Renato Accorinti, ha assegnato a piazza Unione Europea venti biciclette con pedalata assistita alle sei Circoscrizioni, al Corpo di Polizia Municipale e al dipartimento Manutenzioni Stabili Comunali. I mezzi a due ruote, corredati di caschetto, saranno messi a disposizione del personale comunale esclusivamente per gli spostamenti di servizio, che devono essere autorizzati dal dirigente e tracciati con apposita timbratura del cartellino, in base all’Accordo di Programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e la Ducati Energia S.p.A. Si tratta di prototipi di bicicletta a pedalata assistita, ad alto rendimento e ad emissione zero (e-bike 0) che consentono di rilevare dati ambientali del territorio cittadino.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 giu 2018

MESSINA | Riaperto l’acquario comunale di Villa Mazzini

di mobilita

Oggi il sindaco di Messina ha firmato pubblicamente l’atto prodotto dal dipartimento al ramo, con il quale viene avviata la fase conclusiva del percorso amministrativo per bandire la gara di ristrutturazione dell’Acquario con un finanziamento di circa 3 milioni di euro. Lo storico Acquario di Messina era stato chiuso per numerose inadempienze burocratiche, dalla sez. CITES del Corpo Forestale dello Stato, che ne aveva disposto l’interdizione permanente al pubblico in assenza delle necessarie documentazioni obbligatorie per giardini Zoologici ed Acquari. La nuova gestione curatoriale affidata, con gara d’appalto, alla ditta Gallo a partire da gennaio 2016, ha consentito l’ottenimento dei documenti minimi necessari alla riapertura dello stabile, grazie alla sinergia dei curatori Mariateresa Costanzo e Gianluca Casella, con l’assessore Ialacqua ed il dipartimento Cimiteri, Verde Pubblico e Acquario. Tra di essi è fondamentale menzionare l’ottenimento dell’esenzione dalla licenza della struttura secondo l’art. 2 del dls.73/2005, norme sui giardini zoologici e acquari. L’Acquario inoltre è una struttura di interesse storico-scientifico che possiede reperti museali CITES, collezionati nel tempo dall’Istituto Talassografico di Messina (oggi IAMC CNR Messina), che ne fu il fondatore nel lontano 1959. La gestione curatoriale, collaborando fattivamente con la sez. CITES di Catania, ha ottenuto, effettuando indagini storiografiche sui reperti ossei alla biblioteca Regionale di Messina, la certificazione ministeriale per l’esposizione permanente dello scheletro incompleto di Zifio (Ziphius cavirostris) e della tartaruga tassidermizzata (Eretmochelys imbricata). ll maggiore sforzo nell’ambito del supporto tecnico-specialistico ha riguardato la riprogettazione ed il riallestimento degli spazi espositivi delle sale con la realizzazione di un percorso espositivo sotto il profilo scientifico museale che include la realizzazione della sala “museo” dove è allestita una prestigiosa mostra permanente presentata ad EXPO Venezia, intitolata “ I pesci abissali dello Stretto di Messina e le collezioni dell’Istituto Talassografico del CNR di Messina”. La mostra comprende una collezione scientifica di pesci abissali dello Stretto di Messina, pregiate iconografie e bollettini d’epoca sulle ricerche effettuate dall’Istituto Sperimentale Talassografico di Messina (fondatore dell’Acquario) nei primi del 900. Di nuova concezione è poi la sala che ospita la “vasca didattica” di tipo immersivo, che riproduce scientificamente ambienti naturali lagunari e marini attraverso pannelli fotografici sull’avifauna, murales sulle pareti e aerografia della vasca. L’area didattica si presenta come spazio multitasking, attrezzata per ospitare piccole conferenze e laboratori didattici ed è dotata di modelli in resina di cetacei, rettili e grandi pesci pelagici dello Stretto di Messina e giochi scientifici. Nella sala vasche espositive l’open space è stato suddiviso in aree specifiche con un percorso obbligato che si conclude con l’area meduse e pesci alieni. Quest’anno inoltre il servizio didattica dell’acquario ha operato su numerose progettualità di interesse nazionale tra cui il progetto pilota MIUR “Disco-very mare: a scuola di scienze marine”, realizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo San Francesco di Paola di Messina, concluso con la partecipazione alla puntata di Linea Blu in onda su Raiuno il 22 Luglio 2017 e registrata nella Riserva Naturale “Laghetti di Marinello”. Nonostante l’impegno profuso la struttura presenta purtroppo delle evidenti criticità impiantistiche poiché le vasche e tecnologie a supporto sono del tutto obsolete. L’Acquario infatti sarà ristrutturato definitivamente nei prossimi mesi con un importante investimento economico e progettuale nell’ambito del masterplan. La ristrutturazione restituirà ai cittadini messinesi ed ai numerosi turisti un Acquario moderno e finalmente costantemente fruibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 giu 2018

MESSINA |Nasce nuovo hub intermodale a Messina Centrale

di mobilita

Rendere la stazione di Messina Centrale un hub nevralgico dell’intermodalità di area vasta  e potenziare la connettività con la città, in coerenza con gli indirizzi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, attualmente in fase di redazione. Questi gli obiettivi del protocollo d’intesa siglato da Sara Venturoni, Direttore Stazioni di Rete Ferroviaria Italiana, Renato Accorinti, Sindaco di Messina e Gaetano Cacciola, Vice Sindaco e Assessore alla Mobilità del Comune. L’accordo prevede lo sviluppo di un progetto condiviso che definisca gli interventi di upgrading infrastrutturale e tecnologico, per l'incremento dell’offerta intermodale della stazione di Messina Centrale, una delle più importanti della Sicilia, che collega la città con i principali assi ferroviari dell’Isola. L’intesa, della durata di tre anni, ambisce a far esprimere al meglio il potenziale di nodo trasportistico e polo di servizi della stazione di Messina Centrale, partendo dalle connessioni che già oggi offre tra i servizi ferroviari e quelli di traghettamento veloce nella stazione di Messina Marittima, oltre che l’accessibilità dei sistemi di trasporto pubblico e privato. Il protocollo mira a rafforzare lo scambio modale, attraverso un nuovo terminal per il trasporto su gomma, parcheggi dedicati e nuovi percorsi ciclopedonali. Contestualmente alla firma dell’accordo è stato istituito un tavolo tecnico congiunto, che avrà il compito di monitorare le fasi di avanzamento del progetto. Il protocollo d’intesa rientra nel più ampio orizzonte delineato dal Piano industriale 2017-2026 di FS Italiane, che vede tra i suoi pilastri la centralità delle stazioni ferroviarie come hub urbani della mobilità integrata e sostenibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mag 2018

MESSINA | Proseguono i controlli con il dispositivo “scout”, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada

di mobilita

Il Comando del Corpo di Polizia Municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo della velocità con autovelox, nell’ottica della prevenzione dei sinistri stradali, e con il dispositivo “scout”, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada in materia di divieti di sosta. I servizi saranno effettuati da oggi, lunedì 28, sino a sabato 2 giugno, alternativamente sugli assi viari più interessati dal traffico. Il controllo con autovelox si svolgerà sulla Strada Statale 113 a Spartà; sulla Strada Statale 114, a Galati, e Mili Marina; sulle vie Circuito Torre Faro e Consolare Pompea e sul viale della Marina Russa. Il dispositivo “scout” monitorerà la Strada Statale 114, nel tratto tra il bivio Zafferia e la rotatoria “Alfio Ragazzi”; via Marco Polo; via Industriale (tratto Samperi – S. Cecilia); piazza della Repubblica; via I Settembre (nel tratto Battisti – S. Martino); via Consolato del Mare; via Laudamo (isola pedonale); piazza Duomo; viale Boccetta, dalla via Garibaldi al viale Principe Umberto; viale S. Martino, da Villa Dante a piazza Cairoli; via La Farina, tra le vie S. Cosimo e Cannizzaro; viale Giostra, tra il viale Regina Elena e lo svincolo S. Michele; via Garibaldi, dalla Prefettura sino a piazza Cairoli; via T. Cannizzaro, tra il corso Cavour e il viale Italia; via C. Battisti, dalla rotatoria del viale Europa a via Garibaldi; piazza della Repubblica; piazza Trombetta; viale della Libertà, dal viale Giostra sino alla Prefettura; corso Cavour, dal viale Boccetta sino alla via T. Cannizzaro; via Tommaso Cannizzaro, tra le vie La Farina e C. Battisti; viale della Libertà, tra la rotatoria Annunziata e Giostra; via Garibaldi, dalla Prefettura al viale Giostra; e viale della Libertà, dalla rotatoria Annunziata alla Prefettura. Il Comando della Polizia Municipale raccomanda agli automobilisti il rispetto dei limiti su tutte le strade, ricordando che l’eccesso di velocità è tra le cause che incidono maggiormente sulla gravità dei sinistri stradali, e l’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mag 2018

MESSINA | Presentati oggi a Palazzo Zanca i dati di Scout System e Scout Krono per l’anno 2017

di mobilita

Il sindaco, Renato Accorinti, il vicesindaco e assessore con delega alla Polizia Municipale, Gaetano Cacciola, ed il commissario ispettore superiore della Polizia Municipale, Michele Bonanno, insieme ai componenti della sezione “Astori”; nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, hanno illustrato i dati del 2017 relativamente all’utilizzo dei dispositivi veicolari Scout System e Scout Krono, in dotazione alla Polizia Municipale. Lo Scout System consente il rilevamento attraverso una fotocamera delle violazioni al codice della strada, in materia di divieti di sosta e servizio di controllo in tempo reale delle assicurazioni e delle revisioni dei mezzi di trasporto; mentre attraverso lo Scout Krono è possibile effettuare un accurato controllo dei mezzi pesanti, in particolare per la normativa relativa ai tempi di guida e riposo. Nel 2017 sono stati elevati 29.167 verbali di contravvenzione per varie modalità di sosta irregolare: 8.313, per divieto di sosta; 5.846, in seconda fila; 3.324, su pista ciclabile; 2.048, su corsia canalizzazione; 2.172, davanti a cassonetto r.s.u.; 2.305, su marciapiede; 1.128, su attraversamento pedonale; 1.128, in intersezione; 1.884, su striscia di margine; 741, non parallela all’asse stradale; e 278, in area pedonale. I 29.167 verbali, che sono stati elevati per soste irregolari nelle principali arterie cittadine, sono stati così distribuiti: 2.668 in via La Farina; 4.890 in via Garibaldi; 3.119 in via Cesare Battisti; 3.254 sul viale San Martino; 2.399, viale della Libertà; 1.449, corso Cavour; 180, S.S. 114; 2.204, piazza della Repubblica; 1.871, via Tommaso Cannizzaro; 0, via Consolare Pompea; 1.946, viale Boccetta; 323, piazza Pugliatti; 1.301, via I Settembre; 234 in via V. Emanuele; 0, piazza Duomo; 10, via Consolato del Mare; 1.437, via Marco Polo; e 1882, viale Giostra; 0, altre località. Il trend dei verbali per soste irregolari nel triennio 2015-2017 è così distribuito: 20.691, nel 2015; 24.702 nel 2016; e 29.167 nel 2017. Le multe elevate per il controllo di assicurazione e revisione dei veicoli con lo Scout System sono state 1.079 per omessa revisione e 302 per mancata copertura assicurativa. Sono stati invece 160 i verbali emessi per mancato rispetto dei tempi di guida e riposo da parte dei conducenti di mezzi pesanti dopo il controllo con lo “Scout System Krono”, dei quali 39, per violazione del superamento del periodo di guida giornaliero; 87, per incompleto riposo giornaliero; 24, per incompleto riposo settimanale; e 10, per inosservanza delle pause e interruzioni di guida. Erano stati invece 60 i verbali emessi nell’anno 2016, sempre nell’ambito dell’attività sanzionatoria per i mezzi pesanti. Relativamente al contenzioso sulle sanzioni Scout e Scout Krono, per il biennio 2016 – 2017, i ricorsi al giudice di pace nel 2016 sono stati 73, dei quali 20 rigettati, 35 rinviati e 18 accolti; 86 quelli al prefetto, di cui 40 rigettati, 44 rinviati e 2 accolti; per l’anno 2017, sono stati 50 i ricorsi al giudice di pace, dei quali 22 rigettati, 19 rinviati e 9 accolti; infine sempre per il 2017 i ricorsi al prefetto sono stati 101, e di questi 41 rigettati, 58 rinviati e 2 accolti.

Leggi tutto    Commenti 0