Articolo
06 giu 2018

BOLOGNA | Varati il secondo e il terzo veicolo del Marconi Express

di mobilita

Si sono concluse come da programma intorno alle 13 del primo giugno presso il cantiere Lazzaretto le operazioni di varo del terzo e ultimo veicolo del Marconi Express, la monorotaia che a partire dalla prossima primavera collegherà in 7 minuti e mezzo l'aeroporto Marconi con il centro di Bologna, con arrivo in stazione centrale.  Il secondo veicolo era giunto in città il 23 maggio ed è stato varato nella stessa giornata. Tutti e tre i mezzi previsti dal sistema di trasporto sono quindi da qualche giorno sulla nuova monorotaia di Bologna e vengono impiegati per completare le prove per il via libera alla messa in esercizio da parte delle autorità preposte. Il sistema, con tre veicoli, può arrivare a trasportare circa 560 passeggeri all'ora per direzione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mag 2018

BOLOGNA | In servizio 20 nuovi autobus a metano

di mobilita

Prosegue a grandi passi l'operazione di rinnovo della flotta di Tper portata avanti negli ultimi anni con una nuova importante tappa: nel corso delle prossime settimane entreranno, infatti, progressivamente in servizio nell'area metropolitana bolognese 20 nuovi autobus a metano: 14 saranno destinati alle linee urbane e 6 a quelle suburbane. I nuovi bus stati acquistati nell'ambito di una gara europea bandita da Tper, capofila di tutte le aziende di trasporto del territorio emiliano-romagnolo per la fornitura di diversi lotti di autobus, impiegando anche fondi europei POR FESR messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna per il rinnovo delle flotte pubbliche. I 20 nuovi mezzi Tper sono bus snodati del modello Lion's City alimentati a metano, prodotti dalla MAN. In considerazione delle caratteristiche costruttive e dei differenti allestimenti interni e degli spazi, questi bus saranno impiegati sulle linee Tper della città e della prima cintura metropolitana, dove sostituiranno bus più datati garantendo un sempre maggiore confort di viaggio e l'accessibilità ad ogni categoria d'utenza: il modello a 4 porte, adatto all'utilizzo urbano, è provvisto di due postazioni attrezzate, una dedicata al trasporto di persone in carrozzina e l'altra ad ospitare un passeggino aperto, ha 38 posti a sedere e 124 in piedi; il modello a 3 porte, invece, che ha un maggior numero di posti a sedere, 52, di cui uno attrezzato per l'alloggiamento di sedia a rotelle, sarà impiegato sui collegamenti suburbani. Tutti i nuovi MAN Lion's City sono dotati di climatizzazione integrale con regolazione temperatura in modo automatico, in base alle impostazioni della centralina di comando ed alla temperatura esterna, per garantire confort in viaggio in ogni stagione; sono provvisti di rampa a ribaltamento manuale nella porta centrale e di pianale integralmente ribassato per agevolare salite e discese. Le sospensioni del mezzo hanno un sistema di "kneeling" che permette al bus, in concomitanza delle fermate, di inclinarsi e quindi di abbassarsi (di 8 cm) per facilitare ulteriormente la salita. L'acquisto di questi 20 nuovi bus ha comportato un investimento complessivo di 7,6 milioni di euro, sostenuto al 69,2% in autofinanziamento da Tper e per il 30,8% dalla Regione Emilia-Romagna, con l'utilizzo delle risorse del programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (POR FESR) 2014-2020. La Regione Emilia-Romagna, attraverso questo programma comunitario, mette a disposizione complessivamente per tutte le aree d'intervento circa 482 milioni di euro per raggiungere obiettivi di crescita e sviluppo del sistema produttivo sull'intero territorio regionale. Il rinnovo del parco veicolare su gomma è intrapreso da Tper in accordo con la Regione Emilia-Romagna e con le Amministrazioni locali all'insegna del miglioramento dell'accesso al servizio, della qualità del viaggio e della sostenibilità ambientale, secondo la strategia ambientale di Tper che si articola su più direttrici per garantire, nel rispetto delle normative nazionali ed europee sulla decarbonizzazione, una mobilità ecosostenibile con soluzioni efficaci già nel breve periodo. Sulle linee portanti della rete urbana, grazie anche agli sviluppi della filoviarizzazione in corso e in progetto, sarà sempre maggiore l'utilizzo di veicoli a trazione elettrica; in area urbana, oltre ai filobus, si punta sull'impiego di bus a metano e ibridi, così come per il trasporto suburbano; in ambito extraurbano, dove si utilizzano mezzi a gasolio, anch'essi oggetto di un rinnovo negli ultimi anni secondo standard di ecocompatibilità, faranno il loro ingresso anche gli innovativi mezzi alimentati a metano liquido, attesi in consegna per l'inizio del 2019 a seguito della prima gara bandita in Europa per bus costruiti per l'uso esclusivo di questo carburante di trazione. Tper ha fatto propria la scelta, condivisa dalle Istituzioni, di puntare a politiche di miglioramento della qualità dell'aria attraverso veicoli a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico, come previsto dalle più virtuose linee-guida europee in vigore. Per questo, l'acquisto dei nuovi mezzi presentati oggi ha potuto fruire del contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale, essendo veicoli rispondenti ai criteri della Direttiva UE 94/2014 sui carburanti alternativi. Tper ha una flotta a gas naturale tra le più consistenti in Italia: con l'arrivo dei 20 bus presentati oggi salgono a 290 i bus a metano; altri 65 sono in arrivo entro la fine del 2019, con ulteriori opzioni d'acquisto che potranno portare, a regime, il parco veicolare a gas ad oltre 400 mezzi.Con i nuovi acquisti, sono già 163 i mezzi su gomma Tper - autobus e filobus - entrati in servizio dal 2016 in poi, per i quali sono stati investiti complessivamente oltre 87 milioni di Euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2018

REGIONE EMILIA ROMAGNA | Un contributo a chi acquista auto ibride

di mobilita

La Regione Emilia Romagna scende in campo per sostenere chi decide di acquistare auto ad alimentazione ibrida, a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico. E lo fa riconoscendo, per 3 anni, un contributo annuo pari al valore del bollo di un’auto di media cilindrata. E’ approvato dalla Giunta il bando che concede fino a un massimo di 191 euro all’anno agli emiliano-romagnoli (residenti in questa regione) che acquistano nel corso del 2018 un'auto ibrida fino a 9 posti di prima immatricolazione  con alimentazione benzina-elettrica, gasolio-elettrica, gpl-elettrica, metano-elettrica o benzina-idrogeno. Dalle ore 14 del 3  maggio prossimo e fino alle ore 12 del 31 dicembre 2018 sarà possibile registrarsi nella piattaforma online, che sarà resa disponibile alla pagina http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione/bandi/bandi-2018/bando_bollo/. Fatte le verifiche amministrative, gli uffici regionali accrediteranno annualmente - e per 3 anni - il contributo. Per stabilire la graduatoria, vale l’ordine di arrivo delle domande, fino a esaurimento del plafond. A disposizione fondi complessivi per 3 milioni di euro stanziati dalla Regione Emilia-Romagna con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria, affiancando le misure previste dal Pair 2020 (Piano aria integrato regionale). “Da anni puntiamo alla promozione di iniziative per la riduzione dell’inquinamento e il miglioramento delle condizioni dell’aria- sottolinea l’assessore regionale ai Trasporti, Raffale Donini- per questo abbiamo scelto di premiare i cittadini che acquistano veicoli a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico, soprattutto per gli spostamenti alle basse velocità caratteristici dei centri urbani. L’obiettivo è favorire il rinnovo del parco veicolare che circola in Emilia-Romagna, sostenendo in modo concreto e diretto le persone e concedendo contributi in modo semplice, dopo una domanda online”. Come ottenere il contributo: per il 2018 domande online da maggio. Da luglio si recupera anche il 2017 Non si tratta di una esenzione del bollo auto ma di un contributo equivalente: quindi gli intestatari dell’auto, che riceveranno il contributo, pagheranno comunque il bollo auto. Chi vorrà accedere a questo beneficio si dovrà registrare sul portale regionale, inserendo i dati anagrafici, quelli dell’auto e le coordinate bancarie sulle quale ricevere l’importo dovuto: ogni anno la Regione provvederà in automatico all’accredito. Sulla pagina web dedicata al bando sarà disponibile la graduatoria aggiornata dei contributi concessi. Per quanto riguarda gli oltre 7 mila automobilisti emiliano-romagnoli che hanno comprato l’automobile lo scorso anno, occorre invece attendere luglio, quando la Giunta metterà a disposizione le risorse necessarie con la manovra di assestamento del bilancio regionale. I veicoli ibridi in Emilia-Romagna Le automobili ibride sono sempre più diffuse in Emilia-Romagna: dai 2.776 veicoli ibridi immatricolati nel 2015 in regione si è passati ai 4.369 (+57%) del 2016 e ai 7.056 del 2017 (+61% rispetto all’anno precedente). Gli incentivi per le auto elettriche Gli incentivi per le auto ibride si affiancano a quelli già previsti dalla legislazione nazionale per l’acquisto delle automobili elettriche, esentate dal pagamento del bollo per 5 anni. La Regione ha investito 2,4 milioni per l’acquisto di 103 veicoli elettrici per la pubblica amministrazione e sta stringendo accordi con i Comuni sulle regole di accesso ai centri storici e i parcheggi gratuiti per le auto elettriche. Sono 150 le colonnine interoperabili installate e ulteriori 30 sono in corso di installazione.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Nuovo collegamento Bologna – Atene operato da Aegean

di mobilita

AEGEAN, membro di Star Alliance e principale compagnia aerea greca, continua ad investire in Italia attraverso l’ aumento della capacità offerta come parte della propria strategia di crescita. Per la stagione estiva 2018, AEGEAN opererà su 13 destinazioni in Italia tra cui Roma, Milano, Napoli, Venezia, Torino, Verona, Pisa, Bari, Catania, Palermo, Lamezia Terme, Genova e Bologna. Per quanto riguarda quest’ ultima, la compagnia opererà i propri servizi stagionali diretti dal 18 Maggio sino al 28 Settembre 2018. Il collegamento Bologna – Atene avrà frequenza bi-settimanale, ogni Martedì e Venerdì, e sarà effettuato con aeromobili A319/320, con l’offerta di un servizio completo comprensivo di cibi e bevande gratuiti per tutti passeggeri. Il servizio di bordo si contraddistingue per l’offerta gratuita di pasto caldo e bevande alcoliche (vino e birra), una franchigia bagaglio a mano di 1 pezzo delle dimensioni e peso consentiti (per tutte le tariffe – Golight e Flex), franchigia bagaglio registrato di 1 pezzo per peso massimo di 23 Kg (solo per tariffe Flex). Ulteriori dettagli / informazioni, nonchè possibilità di acquisto, presso le Agenzie di Viaggi autorizzate e visitando aegeanair.com Il collegamento bi-settimanale fornirà ai passeggeri l’accesso diretto alla capitale greca, oltre ad offrire l’ opportunita’ di accedere a comode coincidenze per numerose destinazioni servite da AEGEAN tra cui Salonicco / Rodi / Heraklion / Chania / Santorini / Mykonos, nel network domestico, e Larnaca / Tel Aviv / Yerevan / Tbilisi / Beirut / Amman , nel network internazionale. Atene è una delle città più antiche al mondo, con la sua storia lunga circa 3400 anni. L’Atene classica è stata un centro per le arti, la formazione e la filosofia, patria dell’Accademia di Platone e del Liceo di Aristotele, nota come culla della civiltà occidentale e patria della democrazia. Oggi la metropoli cosmopolita della moderna Atene è il centro economico, finanziario, industriale, politico e culturale della Grecia. L’epoca classica è ancora evidente nella città, che brulica di monumenti antichi e di opera d’arte, tra cui spicca il Partenone, considerato un’attrazione centrale per la civiltà occidentale moderna. Sede di due siti patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’Acropoli di Atene e il Monastero di Dafne, è un esempio di monumento storico per tutto il mondo.  Atene è stata anche la sede dei primi Giochi olimpici moderni nel 1896 e sede dei Giochi olimpici nel 2004. Bologna – Atene – Bologna (attivo dal 18 Maggio al 28 Settembre 2018) Da              A       Partenza    Arrivo    Giorni    Aeromobile Bologna    Atene    17.05    20.10    Venerdì    A320 Bologna    Atene    15:20    18:25    Martedì    A319 Da          A           Partenza    Arrivo    Giorni    Aeromobile Atene    Bologna    15.00    16.20    Venerdì    A320 Atene    Bologna    13.20    14.40    Martedì    A319

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2018

BOLOGNA | Il people mover entro marzo 2019: collegherà la stazione all’aeroporto in 7 minuti e mezzo

di mobilita

I lavori per il People mover di Bologna (la navetta che collegherà in 7,5 minuti aeroporto e stazione del capoluogo) sono arrivati all'88% della loro realizzazione, con il completamento del tratto Lazzaretto-Marconi. Ad annunciarlo oggi, nel cantiere base di via Agucchi, in occasione della visita dell'assessore alle Infrastrutture della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, è stata la società Marconi Express. A poco meno di un anno dal previsto avvio del servizio di collegamento rapido “Marconi Express”, è stato presentato il quadro dettagliato dei lavori svolti e di quelli in corso, sia per la costruzione dell’infrastruttura sia per la fase di prove sui veicoli, i quali hanno già cominciato a muoversi lungo la nuova monorotaia bolognese. I lavori Tutte le opere relative al percorso Aeroporto-Lazzaretto sono state completate ed è, infatti, in questa prima tratta funzionale di circa 2,5 chilometri che si stanno svolgendo i test sui veicoli. Le opere civili della stazione di capolinea in aeroporto sono a circa il 98% di avanzamento. Entro l’estate saranno terminati anche tutti gli impianti e le dotazioni tecnologiche. Al Lazzaretto - stazione intermedia dove si trovano il centro di controllo e l’area dedicata alla manutenzione dei veicoli - le opere civili sono completate al 97%, gli impianti e le dotazioni tecnologiche lo saranno entro l’estate. Il capolinea in stazione centrale, dove i lavori sono iniziati dopo la consegna delle aree da parte di Rfi, sarà ultimato entro l’estate 2018. In fase di avanzamento anche i cantieri relativi al completamento della seconda tratta funzionale Lazzaretto-Stazione centrale, ormai visibili sia dai passeggeri dei treni in stazione che dalle aree urbane attraversate dal tracciato. Il completamento della via di corsa di questa seconda tratta che arriva in stazione centrale è previsto entro la fine di maggio. I veicoli Per quanto riguarda i mezzi, nel novembre scorso sono stati consegnati il primo veicolo viaggiatori e il mezzo ausiliario Mrv. Si stanno compiendo i test dinamici che proseguiranno nei prossimi mesi. Nel frattempo saranno terminati i test in stabilimento sulla seconda e terza navetta, il cui arrivo in cantiere è previsto entro l’estate. I tre veicoli sono del modello P30 della Intamin Transportation, azienda che ha realizzato i mezzi per monorotaie simili a quella bolognese in varie altri parti del mondo. Il P30 è un veicolo integralmente automatico, controllato da remoto, che consente il trasporto di 560 passeggeri all’ora per direzione, nelle ore di punta. L’attesa media prevista, sempre nelle ore di punta, sarà inferiore ai 4 minuti. Lungo circa 18 metri, alto 3,5 metri e largo 2,3 metri, il P30 può raggiungere una velocità massima di 70 km/h. Sulla distanza di 5 chilometri che separa la Stazione Centrale dall’Aeroporto, il Marconi Express viaggerà mediamente a 40 km/h, percorrendo l’intera tratta in poco meno di 7 minuti e mezzo, compresa la sosta per la fermata intermedia al Lazzaretto. I pannelli fotovoltaici che saranno applicati al parapetto della passerella di emergenza che costeggia la via di corsa, copriranno circa un terzo del fabbisogno energetico del Marconi Express. La fase di pre-esercizio inizierà nell'autunno 2018 e terminerà nella primavera 2019, quando si prevede che il primo passeggero potrà effettivamente salire a bordo del mezzo. Marconi Express spa: è la società di scopo nata per la costruzione e la gestione del nuovo servizio di collegamento dedicato tra l’Aeroporto Marconi e la Stazione di Bologna, è composta dal Consorzio Integra (75%) e da Tper, Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna (25%).  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
31 mar 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Al via il chatbot Guglielmo, l’assistente virtuale su Messenger

di mobilita

Nell’ambito di una strategia che mette al centro il cliente passeggero e identifica l’innovazione come fattore chiave di sviluppo, l’Aeroporto di Bologna lancia un servizio altamente innovativo e social per i propri passeggeri: il chatbot “Guglielmo”. Si tratta in pratica di un assistente virtuale che, utilizzando Messenger, la chat di Facebook, è in grado di rispondere immediatamente e con precisione alle domande dei passeggeri sui voli in tempo reale.   Il chatbot “Guglielmo”, infatti, è collegato al sistema informativo dell’Aeroporto di Bologna e, se interrogato in italiano o inglese, risponde in pochi secondi, su tutto l’arco delle 24 ore, per 365 giorni all’anno. L’utilizzo dei più moderni sistemi di intelligenza artificiale e di auto-apprendimento, inoltre, consente un vera conversazione con l’utente. Per accedere al servizio, totalmente gratuito, è sufficiente possedere un profilo Facebook e scrivere un messaggio privato a @GuglielmoChatbot, seguendo le opzioni indicate dal chatbot. “Guglielmo” darà ogni informazione aggiornata in tempo reale sul volo richiesto dal passeggero: apertura e numero del banco check-in, apertura dell’imbarco e numero del gate, orari di decollo e atterraggio, numero del nastro di riconsegna bagagli, oltre ad eventuali ritardi e cancellazioni. I voli interessati sono tutti quelli in partenza o arrivo da/per Bologna nelle 24 ore successive. Per le altre informazioni, sarà sempre possibile contattare un operatore.Il servizio attualmente disponibile potrà in futuro essere arricchito con nuove funzionalità, a seconda delle esigenze espresse dai passeggeri. Il chatbot “Guglielmo” è stato realizzato dalle aree Innovazione e Comunicazione esterna dell’Aeroporto, in collaborazione con la società Quix srl di Modena.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mar 2018

BOLOGNA | Ecco i cantieri stradali in programma questa settimana

di mobilita

Ecco i lavori stradali in corso e in programma da questa settimana a Bologna. In caso di maltempo alcuni dei cantieri potrebbero essere ricalendarizzati. Lavori in corso Proseguono, con termine previsto per il 6 aprile, i lavori di realizzazione di nuovi marciapiedi nel tratto di via Larga compreso tra via Pioppe e via Sighinolfi, con l'istituzione del senso unico in direzione nord sul tratto di strada interessato. Fino al 20 aprile continuano anche gli scavi in Largo Bartolo Nigrisoli per le indagini preliminari alla realizzazione del parcheggio interrato di fronte all'Ospedale Maggiore. Prosegue, infine, il cantiere di Italferr in via Paolo Bovi Campeggi, che interesserà tutto il tratto di fronte al civico 15 fino al passo carraio di RFI, per la demolizione di alcuni fabbricati, del muro di recinzione che delimita di lato la via e la realizzazione di nuovo passo carraio e di una rotonda. Il termine dei lavori è previsto per il 27 giugno e per tutta la durata sarà in vigore il divieto di sosta sul tratto di strada coinvolto. Lavori in fase di attivazione Da lunedì 26 marzo avranno inizio i lavori in via della Rampa per la realizzazione di un percorso pedonale a raso e l’istituzione permanente del senso unico di marcia con direzione da via dell’Argine verso via Verde. In via Monte Donato il 29 marzo dalle 9 alle 16 è stata autorizzata la chiusura della strada nel tratto tra via del Poggio a via Santa Liberata per lavori di potatura alberi presso il civico 18. Rappezzi e rifacimenti di pavimentazione stradale Di seguito i cantieri Global Strade previsti in città la settimana prossima, dal 26 marzo. In viale XII Giugno prosegue fino al 30 marzo il ripristino della pavimentazione in ciottoli sulle piazzole di area sosta lungo tutta la via. Termineranno il 30 marzo anche i lavori di rifacimento della pavimentazione dei marciapiedi sull’intera via Vicenza. Infine fino al 30 marzo in via San Vittore è in programma la pulizia e la risagomatura dei fossi. Per quanto riguarda i rappezzi puntuali per ripristinare la pavimentazione stradale (questi lavori prevedono restringimenti di carreggiata), i tecnici di Global Strade saranno al lavoro in via Triumvirato (26 marzo), via San Mamolo (26 marzo), via Castiglione (26 marzo), viale Felsina (26 marzo), viale Abramo Lincoln (26 marzo), viale Salvemini (26 e 27 marzo), via Larga (27 marzo), via Tolmino (27 e 28 marzo), via San Donato (28 marzo), via Sabotino (28 marzo), via Emilia Ponente (29 marzo), via Massarenti (29 marzo), via Enrico Mattei (29 marzo), via Toscana (30 marzo), via Murri (30 marzo). Ancora, sulla rotonda Romagnoli dal 26 al 28 marzo è in programma la sigillatura di fessure stradali per tratti di circa 200 metri alla volta. In via Battindarno sono previsti gli stessi lavori di sigillatura dal 28 al 30 marzo. Infine in via di Roncrio è in programma dal 28 marzo al 6 aprile la pulizia e risagomatura dei fossi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mar 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Al via nuovo volo diretto per Tbilisi

di mobilita

Dal 28 marzo prenderà il via il nuovo volo diretto da Bologna per la capitale della Georgia Tbilisi. Il volo sarà operato dalla compagnia di bandiera georgiana Georgian Airways con aeromobili Embraer 190 da 97 posti. “L’Aeroporto di Bologna – commenta Antonello Bonolis, direttore Business Aviation e Comunicazione del Marconi – sarà l’unico aeroporto italiano ad avere un collegamento di linea diretto con Tbilisi. Si rafforza così sempre più la rete di collegamenti con l’Europa Centro-orientale, con voli attivi da Bologna per Albania, Bulgaria, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovacchia, Ucraina e Ungheria”. Nel dettaglio, il nuovo volo avrà due frequenze settimanali: il mercoledì e il venerdì. Il mercoledì la partenza da Tbilisi è fissata alle 9.15 con arrivo a Bologna alle 11.15, mentre il volo di rientro da Bologna partirà alle 12.15 con arrivo della capitale georgiana alle 17.45. Il venerdì partenza dalla Georgia alle 18.30 con arrivo sotto le Due Torri alle 20.30, mentre il volo dal Marconi è programmato alle 21.30 con atterraggio a Tbilisi alle 3.00 del giorno successivo (tutti gli orari sono espressi in ore locali).La Georgia è uno Stato dell’Europa orientale sulla linea di confine tra Europa e Asia e affacciato sulle rive del Mar Nero. Il centro storico di Tbilisi, con le antiche stradine acciottolate, rispecchia la lunga e articolata storia del Paese, che ha subito prima la dominazione persiana e poi quella russa. La città è caratterizzata da vari stili architettonici, che vanno dalle chiese ortodosse orientali ai palazzi in stile liberty, fino alle strutture moderniste di epoca sovietica. Da notare che il modernissimo “Ponte della Pace”, che dal 2010 unisce la città vecchia con la città nuova, è stato progettato dall’architetto e designer ferrarese Michele De Lucchi.Georgian Airways nasce nel 1993 con il nome di Airzena, mentre ha acquisito il nome attuale nel 2004. Compagnia di bandiera georgiana, ha una flotta composta da Boeing 737-700, Embraer 190 e CRJ200. Attualmente, collega Tbilisi con 21 città dell’Europa e dell’Asia occidentale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Al via nuovi voli di linea per sei destinazioni in Russia

di mobilita

Mosca Domodedovo, Ekaterinburg, Kazan, Krasnodar, Rostov e Samara: sono le sei nuove destinazioni russe che da aprile saranno raggiungibili da Bologna con voli di linea diretti. I voli saranno operati dalla compagnia aerea russa Ural Airlines con aeromobili Airbus A320 da 160 posti. “L’Aeroporto di Bologna – commenta Antonello Bonolis, direttore Business Aviation e Comunicazione del Marconi – rafforza notevolmente la propria presenza nel mercato russo, con i nuovi voli per la Capitale e per cinque importanti città del Paese. Ci attendiamo benefici importanti, soprattutto sul versante incoming, ma non vanno sottovalutate anche la componente business, in considerazione delle aziende del territorio che hanno interessi in Russia, e la componente di traffico etnico, cioè gli spostamenti dei cittadini stranieri residenti nella nostra regione”. “L’apertura di nuovi collegamenti per Bologna è un fatto significativo per lo sviluppo dei rapporti fra la Compagnia Ural Airlines e l’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna nell’ambito dello sviluppo di una rete di collegamenti per l’Italia. I nostri passeggeri ora potranno raggiungere sei città russe dall’Aeroporto di Bologna, con comode prosecuzioni da Mosca e da Ekaterinburg”, ha commentato Kirill Skuratov, primo Vicedirettore generale e Direttore Commerciale della compagnia Ural Airlines. Nel dettaglio, i nuovi voli avranno una frequenza settimanale, tutti con partenza il sabato. Il volo di Mosca (DME) partirà dalla capitale russa alle 5.00 con arrivo a Bologna alle 7.30. Il rientro da Bologna è fissato alle 19.05 con arrivo a Mosca alle 23.25. Il volo di Ekaterinburg partirà dalla città russa alle 6.15 con arrivo al Marconi alle 8.40, mentre il rientro è fissato alle 20.10 con arrivo alle 4.15 del giorno successivo. Il collegamento di Kazan partirà alle 14.35, con arrivo sotto le Due Torri alle 18.05. Il volo di rientro è programmato alle 8.30, con arrivo nella città russa alle 13.35. Il volo da Krasnodar partirà alle 10.35, con atterraggio a Bologna alle 13.25, mentre il rientro è fissato alle 14.25, con arrivo alle 18.50. Da Rostov il volo partirà alle 15.55, con arrivo a Bologna alle 19.10. Il volo da Bologna a Rostov è programmato alle 9.40 con arrivo alle 14.25. Infine, il volo da Samara partirà alle 5.20 con arrivo al Marconi alle 7.40, per poi ripartire alle 8.40 ed atterrare a Samara alle 14.50. Tutti gli orari sono espressi in ora locale. Fatta eccezione per Mosca DME, già servita in passato, le destinazioni operate da Ural sono novità assolute per il network del Marconi.Ural Airlines si attesta oggi fra i maggiori vettori russi per volumi di traffico passeggeri. Sono stati più di 8 milioni i passeggeri trasportati nel 2017 con un incremento del 23,7% rispetto al 2016. Ural Airlines, vincitrice di riconoscimenti nazionali ed internazionali, come Wings of Russia, Safety Leaders Awards, Best Russian Social Projects, National Geographic Travel Awards, Tome of Innovations, serve oltre 200 destinazioni, con una flotta composta di 43 Airbus (23 A320, 13 A321 e 7 A319).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2018

La prima navetta del People Mover è arrivata all’aeroporto di Bologna

di mobilita

La prima navetta del People Mover di Bologna ieri sera ha raggiunto l'aeroporto Marcono di Bologna, durante i test di circolazione in corso da qualche giorno. Quando entrerà in servizio collegherà, in circa 7 minuti e mezzo di viaggio, il centro città e l’aeroporto, effettuando un’unica fermata intermedia presso Bertalia-Lazzaretto, la grande area urbana in corso di riqualificazione destinata ad ospitare nuovi insediamenti residenziali e commerciali, nonché nuove aule e laboratori universitari ed un nuovo studentato. Il people mover di Bologna è un sistema di trasporto pubblico su gomma, che corre su sede propria a ad un’altezza media dal piano di campagna di circa 6-7 metri. lungo 5 Km tra la Stazione ferroviaria centrale e l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna. Ti potrebbero interessare: Marconi Express, arriva la prima vettura Marconi Express: continuano i lavori del people mover di Bologna

Leggi tutto    Commenti 0