Articolo
21 dic 2018

Ryanair lancia 4 nuove rotte dall’italia verso la Grecia

di mobilita

Ryanair ha lanciato oggi (21 dicembre) 4 nuove rotte dall’Italia verso la Grecia, in particolare da Milano Bergamo verso Kalamata e Zante, da Bologna a Heraklion e da Pisa verso Kalamata, tutte con una frequenza di due voli a settimana e parte della programmazione di Ryanair per l’estate 2019. L’estesa programmazione estiva 2019 di Ryanair in Italia offre inoltre voli extra per la Grecia: da Milano Bergamo a Cefalonia e Rodi, da Bologna a Salonicco e da Milano Malpensa a Heraklion. I clienti italiani potranno scegliere tra più di 450 rotte che faranno viaggiare oltre 40 milioni di clienti dagli aeroporti italiani il prossimo anno. Clienti e visitatori italiani possono ora prenotare le loro vacanze in Grecia approfittando di tariffe ancora più basse e delle più recenti innovazioni del programma “Always Getting Better”, tra cui: Tariffa ridotta per il bagaglio in stiva Una tariffa da €25 per il bagaglio da 20kg Una tariffa da €8 per il bagaglio da 10kg Ryanair Rooms con Credito di Viaggio del 10% ‘Try Somewhere New’ – la piattaforma di contenuti di viaggio del sito Ryanair.com John Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair, ha affermato: “Ryanair è lieta di annunciare 4 nuove rotte estive da Milano Bergamo a Kalamata e Zante, da Bologna a Heraklion e da Pisa a Kalamata, oltre all’aumento delle frequenze da Milano Bergamo a Cefalonia e Rodi, da Bologna a Salonicco e da Milano Malpensa a Heraklion, facenti parte dell’estesa programmazione di Ryanair per l’estate 2019. Per festeggiare, siamo mettendo in vendita posti a partire da €9,99 per viaggiare fino a marzo 2019, prenotabili fino a sabato (22 dicembre). Poiché questi posti andranno a ruba, consigliamo ai clienti di accedere oggi stesso al sitoRyanair.com e non lasciarseli scappare.”  Tweet  Share

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 dic 2018

REGIONE EMILIA ROMAGNA | Viaggia su smartphone e smartcard la rivoluzione digitale del trasporto pubblico locale

di mobilita

Viaggia su smartphone e smartcard la rivoluzione digitale del trasporto pubblico locale dell’Emilia-Romagna. E sono quattro i progetti che partiranno tra oggi e marzo 2019 per rendere più semplice muoversi su treni e bus da Piacenza a Rimini a tutto vantaggio di pendolari, turisti e cittadini. Da Roger, l’assistente virtuale per acquistare biglietti, consultare gli orari, pagare il parcheggio e per informazioni sul mezzo più conveniente da utilizzare per raggiungere la propria destinazione, a Iter, il borsellino elettronico della tessera Mi muovo, a Chiamatreno, l’app testata con l’associazione dei pendolari che informa in tempo reale sugli orari e le variazioni di servizio dei treni Tper, per finire con Google maps che entro marzo, finora unico caso al mondo per una Regione, fornirà tutti gli orari di bus e treni dell’Emilia-Romagna in tempo reale. Le novità sono state presentate oggi a Bologna dall’assessore regionale alla Mobilità, Raffaele Donini e i rappresentanti delle Aziende del trasposto pubblico locale. “E’ una rivoluzione digitale che abbiamo voluto fortemente- afferma l’assessore Donini- perché il trasporto pubblico ha bisogno, oltre che di infrastrutture efficienti, anche di un sistema di bigliettazione e informazione all’utenza capillare, facilmente accessibile e al passo coi tempi. Le applicazioni già disponibili da oggi, il borsellino elettronico Iter, la collaborazione con Google, sono strumenti pensati per facilitare e rendere più semplice l’utilizzo del trasporto pubblico nella nostra regione. E sono il frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto i tecnici della Regione e i rappresentanti delle Aziende di trasporto, che ringrazio per il loro lavoro. L’invito, per tutti i cittadini, è quello di scaricare e utilizzare queste app e di richiedere online la nuova tessera Mi muovo Iter che in questi primi mesi verrà consegnata gratuitamente a casa a tutti coloro che la vorranno avere. Insieme possiamo fare la differenza per rendere sempre più competitivo il mezzo pubblico, a beneficio della salute di tutti e dell’ambiente”. Da oggi arriva Roger l’assistente virtuale che aiuta a programmare il proprio viaggio, acquistare i biglietti, consultare gli orari e pagare il parcheggio Si chiama Roger l’assistente virtuale che, a partire da oggi, fornirà a tutti gli utenti i biglietti e le informazioni per viaggiare in Emilia-Romagna. La app, scaricabile da Google play e dall’Apple store per i dispositivi android e Ios, permette di acquistare con carta di credito – anche se a breve sarà possibile utilizzare altre modalità di pagamento – tutti i biglietti per i bus e i treni. Non solo, attraverso un travel planner, Roger suggerirà il percorso migliore per la destinazione che vogliamo raggiungere tra gomma e ferro e ci permetterà di consultare gli orari della fermata vicina. Inoltre, per chi si sposta con la propria auto, sarà possibile pagare il parcheggio sulle strisce blu, senza alcun sovrapprezzo e solo per il periodo di sosta effettivo. Il servizio è al momento disponibile a Bologna, Cesena, Forlì, Modena, Ravenna e poi: San Lazzaro di Savena nel bolognese, Fiorenzuola d’Arda nel piacentino, Sant’Arcangelo di Romagna nel riminese, Bagno di Romagna, Cesenatico, Gatteo e Sarsina in provincia di Forlì-Cesena. E se non ci ricordiamo dove abbiamo lasciato l’auto, Roger, attraverso una apposita funzione dell’app, ce lo dirà. L’applicazione parte oggi con una prima fase di sperimentazione e sarà successivamente oggetto di una campagna di comunicazione sul territorio. Per informazioni consultare i siti delle Aziende Tpl e https://rogerapp.it/ Iter, il borsellino elettronico per le tessere Mi muovo Si chiama Iter, partirà tra meno di tre mesi, a marzo 2019, ed è un vero e proprio borsellino elettronico che andrà a integrare le tessere Mi Muovo e permetterà di acquistare e validare i biglietti dell’autobus e dei treni regionali. Ricaricabile in tabaccheria e sui siti online delle Aziende locali di trasporto pubblico, Iter permette di comprare i biglietti giusti, per una o più zone, direttamente a bordo del bus e con un risparmio sul costo del biglietto cartaceo se si viaggia in ambito urbano. Chi è in possesso di una tessera Mi muovo non dovrà fare nulla perché Iter è già disponibile automaticamente e potrà essere utilizzato, dal prossimo marzo, per tutti i viaggi non compresi nel proprio abbonamento. Chi non possiede la tessera Mi muovo potrà acquistare la nuova Mi Muovo Iter impersonale al costo di 10 euro con 8 euro precaricati nelle rivendite autorizzate o richiederla da oggi sul sito www.mimuovoiter.it per riceverla gratuitamente a casa. Per informazioni consultare i siti delle Aziende Tpl. Chiamatreno, l’app e il sito per i pendolari su ferro che informa in tempo reale È pensata per i pendolari su ferro, tanto che è stata testata per diversi mesi dalla loro associazione,  ed è disponibile da oggi: Chiamatreno, la app scaricabile dal Google play e dall’Apple store per i dispositivi android e Ios, ma c’è anche la versione online www.chiamatreno.it, permette di consultare in tempo reale, gli orari dei treni Tper e di ricevere informazioni sulle variazioni del servizio. L’orario di bus e treni dell’Emilia-Romagna viaggia su Google maps Entro marzo 2019 tutti gli orari di bus e treni dell’Emilia-Romagna in tempo reale, 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno, arrivano su Google maps. È la prima volta al mondo che i dati del trasporto pubblico locale di un’intera regione sono consultabili sull’app del colosso californiano più diffusa. E questo grazie agli investimenti messi in campo in questi anni dalla Regione e dalle aziende locali che hanno permesso di raccogliere in un’unica banca dati tutte le informazioni utili per tracciare in tempo reale gli arrivi di treni e bus sull’intero territorio dell’Emilia-Romagna. Da qui la collaborazione con Google, leader mondiale nel settore dell’infomobilità. /BB

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2018

BOLOGNA | In città sempre meno auto inquinanti, aumentano del 45% ibride ed elettriche

di mobilita

A Bologna circolano auto meno inquinanti rispetto alla media nazionale: più di una su tre è Euro5 o Euro6, meno della metà delle macchine va a benzina, mentre quelle a metano o Gpl sono più del doppio rispetto al dato nazionale. Aumentano le ibride e le elettriche superando la quota di 4.300 (nel 2016 erano 3.001, l'aumento è del 45%), pari al 2,1% del totale contro il dato nazionale dello 0,5%. Le Due Torri si distinguono poi per un tasso di motorizzazione molto basso, posizionandosi di fatto nella cerchia delle città con il rapporto tra numero di autovetture iscritte al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e abitanti tra i più bassi riferito alle grandi città italiane. Bologna si trova infatti all’undicesimo posto con 53 auto ogni 100 abitanti. I numeri delle autovettureLa fotografia del parco veicolare in città prende in considerazione tutto l'anno 2017 ed è stata scattata dall'Ufficio di Statistica del Comune di Bologna. Il numero dei veicoli iscritti al PRA di Bologna al 31 dicembre 2017 era pari a 288.351 (dato comprensivo di autovetture, autocarri, ciclomotori, motocicli), 6.498 in più rispetto al 2016. In aumento anche la cifra riferita alle sole autovetture: 206.386, con un incremento di 4.936 rispetto l’anno precedente. Il numero corrisponde a un tasso di motorizzazione di 53 autovetture ogni 100 residenti, tasso che aumenta a 60,3 se calcolato per l'intero territorio metropolitano: 7,3 punti percentuali di distanza. Bologna resta la città dove, in proporzione agli abitanti, circolano meno auto rispetto a quelle presenti nei comuni dell'area metropolitana. Se guardiamo all'Italia invece, Bologna è all’undicesimo posto, molto vicina ai valori di Trieste, Firenze e Milano, mentre a Catania (70,3), a Torino (67,7) e Verona (63,9) circolano il maggior numero di auto rapportate agli abitanti.La tipologia delle auto che circolano in cittàAprendo una finestra sulla tipologia di auto circolanti in città, i dati indicano che il parco auto bolognese risulta più moderno rispetto alla media nazionale, confermando l’andamento dell’anno precedente. Quanto alle emissioni prodotte, in Italia è ancora elevata la percentuale delle autovetture circolanti in classe inferiore all'Euro4 (38,3%): a Bologna queste categorie di auto corrispondono invece solo al 25,8% del totale, in calo di tre punti percentuali rispetto al 2016. La quota di Euro4 in città è pari al 31,6% (29,8% a livello nazionale), mentre più di un'auto su tre è Euro5 o Euro6 (42,5% contro il 32% in Italia). Per quanto riguarda l'alimentazione, il 46,9% delle auto bolognesi è alimentato a benzina, mentre la quota di auto a metano o Gpl in città è pari al 17,2% contro la media nazionale dell'8,4%. Molto più bassa della media italiana è invece la presenza delle auto diesel che a Bologna sono il 33,8% contro il 43,9% del dato nazionale. Le ibride (dotate di un motore termico più uno elettrico) e le elettriche costituiscono il 2,1% del totale delle autovetture circolanti (sono 4.348 in tutto), contro la quota di 0,5% a livello nazionale. Le auto a benzina in città sono in forte calo: dal 2005 al 2017 hanno subito una diminuzione pari al 31,4%, a fronte di un aumento complessivo del parco auto dell'1,1%. Le auto diesel invece nello stesso arco di tempo sono aumentate del 55,5%, quelle a Gpl sono più che triplicate e quelle a metano più che raddoppiate. Motocicli sempre in aumento e più di un veicolo commerciale leggero su tre è Euro5 o Euro6 Lo studio dell'Ufficio comunale di Statistica ha riguardato anche le moto bolognesi: dopo la battuta d'arresto del 2013, nel 2017 continua la crescita del numero di motocicli iscritti al PRA di Bologna. I motocicli circolanti sono 56.149, l'1,8% in più rispetto al 2016. Nell'arco di 15 anni l'aumento è stato pari al 36,7%. Con riferimento alle emissioni prodotte, tra le moto bolognesi è ancora significativa la quota della classe Euro0 (21,6%), sia pur inferiore al dato nazionale (28,4%). La classe Euro3 invece è la più numerosa in città, pari al 44,1% (36,3% il dato nazionale) e una piccola quota risulta Euro4 (5,5% contro lo 3,4% in Italia). Infine uno zoom sui veicoli commerciali leggeri (con massa totale fino a 35 quintali), il cui contributo in ambito urbano è particolarmente significativo per le elevate percorrenze chilometriche dei cicli di carico e scarico merci. A Bologna sono 16.434 i veicoli di questo tipo iscritti al PRA. L'80,7% di questi è alimentato a gasolio, mentre ben il 13,1% va a metano o Gpl. Con riferimento alle emissioni, il 42,5% è di classe inferiore all'Euro4, il 23,5% è Euro4 mentre i veicoli più moderni costituiscono il 34% del totale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2018

BOLOGNA | Proseguono i lavori della passerella coperta del People Mover

di mobilita

Proseguono i lavori per la realizzazione della passerella coperta che collegherà il capolinea della monorotaia People Mover con il primo piano del Terminal Passeggeri dell'aeroporto di Bologna. La passerella sarà lunga 70 metri e questa mattina  è stata posizionata la prima delle 4 campate in acciaio che costituiranno la struttura della passerella: un elemento lungo 28 metri e pesante 30 tonnellate. Ti potrebbero interessare: BOLOGNA | Il people mover entro marzo 2019: collegherà la stazione all’aeroporto in 7 minuti e mezzo La prima navetta del People Mover è arrivata all’aeroporto di Bologna Marconi Express: continuano i lavori del people mover di Bologna  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 nov 2018

BOLOGNA | È arrivato l’albero di Natale in piazza Nettuno, si accenderà sabato 24 novembre

di mobilita

Sabato 24 novembre alle 18.30, in piazza Nettuno, il sindaco di Bologna Virginio Merola, parteciperà all'accensione delle luci del tradizionale albero di Natale. Subito dopo saranno accese anche le luminarie di strade e piazze del centro. All'inaugurazione dell'albero saranno presenti oltre al Sindaco, il sindaco di Lizzano in Belvedere Elena Torri e il presidente di Confcommercio Ascom Bologna, Enrico Postacchini. L'albero è stato donato dal Comune di Lizzano in Belvedere, in collaborazione con l'Unione dei Comuni dell'Appennino bolognese, nell'ottica di un progetto di promozione turistica più ampia che guardi anche al territorio della montagna. L'albero è un abete rosso di circa 16 metri e sarà addobbato con decorazioni di microluci led a luce bianco caldo, avvolte attorno ai rami, e con sfere rosse e oro del diametro di circa 40 centimetri. La cima dell'albero sarà illuminata da una stella, sempre con microluci led. Da mercoledì 21 a domenica 25 novembre l'Appennino scende in Piazza: l'associazione Montagnamica – ente gestore della Strada dei Vini e dei Sapori Appennino Bolognese - allestirà in Piazza Maggiore un piccolo villaggio con diversi stand di promozione turistica per far conoscere le bellezze dell'Appennino bolognese, le opportunità di turismo e i prodotti tipici dell'enogastronomia locale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 nov 2018

BOLOGNA | Presto 28 nuovi autobus ibridi per Tper Spa

di mobilita

Il Consiglio di Amministrazione di Tper ha deliberato l’acquisto di 28 autobus ibridi da 12 metri Mercedes-Benz modello Citaro. Si tratta di mezzi nuovi a due porte, confortevoli, climatizzati e dotati di dispositivi per la disabilità. Il valore della fornitura è di 6,2 milioni di euro, con un autofinanziamento aziendale di 5,5 milioni di euro; Il 10% dell’investimento è coperto da fondi comunitari della Regione Emilia-Romagna. E’, questo, un investimento ulteriore rispetto a quanto già programmato nei piani aziendali: i 28 mezzi vanno infatti ad aggiungersi al piano già approvato di ammodernamento della flotta che Tper sta portando avanti con decisione dalla sua nascita. “E’ un investimento decisamente rilevante – spiega Giuseppina Gualtieri, Presidente e Amministratore delegato di Tper Spa – che abbiamo potuto compiere grazie alle competenze e allo stato di salute finanziaria dell’azienda. La nostra solidità ci ha consentito, infatti, di cogliere una opportunità di mercato per dotarci di mezzi all’avanguardia e presto pronti a circolare. Con questo acquisto abbiamo decisamente migliorato gli obiettivi, già comunque ambiziosi, di rinnovo in chiave ecologica della flotta previsti nel nostro piano di investimenti. Grazie a questi 28 nuovi mezzi possiamo anticipare la rottamazione degli ultimi Euro 0 ed Euro 1 e ridurre anche il numero e l’utilizzo di mezzi Euro 2. Si tratta di un’azione che avrà effetti positivi sia a Bologna che a Ferrara: un intervento concreto all’insegna della sostenibilità ambientale e della qualità del trasporto pubblico”. Una parte della nuova fornitura di autobus entrerà in linea già entro le prossime festività nelle aree urbane e suburbane di entrambe le province servite. La restante parte sarà sulle strade entro i primi mesi del 2019. Da febbraio, ad accelerare ancora nell’ammodernamento della flotta, arriveranno anche altri 37 nuovi mezzi prodotti da Iveco. In questo caso sono inserimenti già previsti nel piano di acquisti dell’azienda: 20 Crossway da 12 metri e 17 Urbanway da 18 metri. L’utilizzo dell’energia pulita è alla base dello sviluppo della flotta di mezzi ibridi. Con questi 28 autobus il parco veicolare di Tper arriverà a contare ben 86 mezzi con questa ecologica modalità di trazione. Tper avrà quindi la più numerosa flotta ibrida d’Italia e una delle più rilevanti in Europa anche in valori assoluti e non solo nel rapporto con il numero degli utenti serviti. Una notizia più che positiva innanzitutto per l’ambiente dal momento che i nuovi ibridi snodati entrati in servizio da qualche tempo e i 12 metri ibridi in esercizio a Ferrara dal 2017, come parimenti quelli che entreranno in linea a brevissimo, hanno un innovativo sistema di abbattimento di ossidi d’azoto e una ridotta emissione di anidride carbonica: si stima una riduzione del 33% di CO2 per km e del 40% di NOx per km rispetto al diesel. Gli investimenti sono pienamente in linea con i “tre assi” indicati da Tper per il rinnovo flotte in chiave ambientale: ibrido, metano ed elettrico sono le scelte individuate in base alle diverse caratteristiche ed esigenze della rete di servizi nei differenti bacini.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 nov 2018

BOLOGNA | 13 e 14 novembre: in bus ai concerti di Claudio Baglioni all’Unipol Arena

di mobilita

In occasione delle due date bolognesi del tour di Claudio Baglioni nelle “arene indoor”, martedì 13 e mercoledì 14 novembre sarà attiva la linea speciale Tper 675, un servizio di collegamento diretto, senza fermate intermedie, tra la Stazione Centrale di Bologna e l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Martedì e mercoledì, gli autobus della linea 675 partiranno in prossimità della Stazione Centrale, dalla fermata I, su viale Pietramellara, lato farmacia, con corse ogni 20 minuti, attive dalle ore 18 alle ore 20. Al ritorno, al termine del concerto, i bus partiranno da Via Gino Cervi, di fronte all’ingresso 10 dell’Unipol Arena, ed effettueranno le fermate a richiesta: Ospedale Maggiore, San Felice, Marconi, Piazza dei Martiri, Amendola, Stazione Centrale. Per accedere al servizio di bus dedicato agli eventi che si tengono all’Unipol Arena occorre dotarsi del biglietto speciale-spettacoli di andata e ritorno da 5 euro, valido solo per la linea speciale 675, in vendita presso i Punti Tper della Stazione Centrale, dell’Autostazione e di Via Marconi 4, a Bologna, o presso la biglietteria Tper dell’Autostazione di Imola.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 nov 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Ryanair ha annunciato la programmazione invernale con 7 nuove rotte

di mobilita

Ryanair ha festeggiato oggi (7 novembre) i suoi 10 anni da record a Bologna con 25 milioni di passeggeri trasportati dall’avvio delle operazioni nel capoluogo emiliano nel 2008. Ryanair ha inoltre celebrato l’avvio della sua programmazione invernale da Bologna che include 7 nuove rotte tutte verso fantastiche destinazioni come Alicante, Amman, Kaunas, Londra Luton, Manchester, Porto e Salonicco perfette per una vacanza o per una pausa dalla quotidianità. Con un’offerta di 41 rotte invernali, Ryanair trasporterà 3,9 milioni di passeggeri p.a. dall’aeroporto di Bologna. La programmazione invernale 2018/2019 di Ryanair da Bologna offre: 7 nuove rotte: Alicante (2 voli a settimana), Amman (2 voli a settimana), Kaunas (2 voli a settimana), Londra Luton (giornaliero), Manchester (2 voli a settimana), Porto (2 voli a settimana) e Salonicco (2 voli a settimana) 41 rotte in totale 3,9 milioni di clienti p.a. 075* posti di lavoro “in loco” Visitatori e clienti italiani possono approfittare di tariffe ancora più basse e usufruire delle più recenti innovazioni del programma “Always Getting Better” tra cui: Tariffa ridotta per il bagaglio in stiva: – una tariffa da € 25 per il bagaglio da 20kg – una tariffa da € 8 per il bagaglio da 10kg Ryanair Rooms con Credito di Viaggio del 10% Ryanair Transfers – ampia scelta di mezzi di trasporto via terra con il nuovo partner CarTrawler A Bologna, John F. Alborante, Sales & Marketing Manager per l’Italia di Ryanair, ha affermato: “Siamo lieti di festeggiare i nostri 10 anni da record dall’aeroporto di Bologna, che dall’avvio delle nostre operazioni al Marconi ci ha permesso di trasportare 25 milioni di passeggeri. In questa cornice, celebriamo anche l’inizio della nostra programmazione invernale 2018 da Bologna, che con 7 nuove rotte verso fantastiche destinazioni come Alicante, Amman, Kaunas, Londra Luton, Manchester, Porto e Salonicco, per un totale di 41 rotte, faremo viaggiare 3.9 milioni di passeggeri dal capoluogo emiliano. Per supportare l’inizio della programmazione invernale 2018/2019 da Bologna, abbiamo messo in vendita posti sul nostro network europeo a partire da soli €9,99, per viaggiare fino a fine gennaio 2019 e prenotabili fino alla mezzanotte di venerdí 9 novembre. Poiché i posti a questi fantastici prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i clienti ad accedere subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli.”  Tweet  Share  Share  Share

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 nov 2018

BOLOGNA | Navetta gratuita per il Recruiting Day dell’Università di Bologna

di mobilita

Per favorire gli spostamenti di studenti e laureati che si recheranno al Recruiting Day dell’Università di Bologna, Tper effettuerà su richiesta dell’Ateneo un servizio di navetta che sarà in funzione nelle giornate di martedì 6 e mercoledì 7 novembre tra via Jacopo della Quercia (nei pressi dell’uscita Carracci della Stazione Centrale) e il Plesso Battiferro di via della Beverara, sede dell’evento. Il servizio navetta gratuito sarà attivo, all'andata, dalle ore 8.45 alle ore 11 in direzione del Battiferro con corse in partenza ogni 5 minuti. Il ritorno, in direzione della stazione ferroviaria, sarà in funzione dalle ore 16 alle ore 17.30, sempre con corse ogni 5 minuti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 ott 2018

BOLOGNA | Debutta “Corrente” il Car Sharing di TPER con vetture esclusivamente elettriche

di mobilita

È partito questa mattina a Bologna il nuovo servizio di Car Sharing di TPER con vetture esclusivamente elettriche, per viaggiare dentro e fuori Bologna senza pagare il parcheggio. Per usare Corrente bisogna iscriversi al servizio attraverso l’applicazione disponibile sugli store Apple e Android o direttamente da questo sito, nell’apposita sezione. Per l'iscrizione bisogna essere maggiorenne, avere una patente di guida valida, inserire un documento di identità e gli estremi di una carta di credito, anche prepagata.  Una volta completato il processo di iscrizione si potrà utilizzare le auto corrente, attraverso l’apposita APP. Le auto di Corrente possono entrare nella ztl, viaggiare sulle corsie preferenziali. Possono essere parcheggiate gratuitamente anche sulle strisce blu e su quelle bianche per residenti. Escluse le zone pedonali (comprese quelle più ampie dei TDays) e le aree riservate a taxi e mezzi pubblici. Non ci sono costi di registrazione e la tariffa lancio è di 0,20 € al minuto tutto incluso (0,25 € dal 1° gennaio)

Leggi tutto    Commenti 0