Articolo
17 gen 2019

REGIONE PUGLIA | In arrivo, entro febbraio, 3 nuovi elettrotreni tipo “Jazz”

di mobilita

Continua l’azione di rinnovamento del materiale rotabile per le ferrovie pugliesi, finalizzata da un lato al continuo miglioramento qualitativo e al potenziamento dei servizi di trasporto pubblico e dall'altro ad incrementare il livello di soddisfazione dei delle esigenze dell’utenza. Come preannunciato nei mesi scorsi, dopo i 420 bus extraurbani, sono arrivati i primi nuovi treni che circoleranno sulle linee pugliesi: Trenitalia metterà in circolazione entro febbraio 3 nuovi elettrotreni tipo “Jazz” per i quali, nell’ambito del POR Puglia FESR 2014-2020, è stato previsto un investimento complessivo di 19.041.000 euro. I nuovi treni sono caratterizzati da elevati livelli di comfort, sicurezza, accessibilità ed affidabilità: sono già arrivati in Puglia e saranno presentati nei prossimi giorni. Si tratta dei primi tre treni, presto ne seguiranno altri che sostituiranno i convogli più vetusti. FAL ha acquistato cinque nuovi treni “Stadler” a 3 casse per un importo complessivo di 28.5 milioni di euro. In particolare: con Risorse Statali (FSC 2014-2020) 11.4 mln di euro, con Risorse Europee (PO FESR 2014-2020) 17.1 milioni. Il contratto è stato stipulato il 9 Gennaio scorso. L’obiettivo è sostituire nel medio periodo l’intero parco rotabile FAL con i nuovi treni. “I nuovi mezzi – afferma l’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini - aumenteranno il confort per i passeggeri, la qualità del servizio e ridurranno l’età media dei treni, nell’ottica del privilegiare il trasporto pubblico rispetto a quello privato, per soddisfare sempre meglio le esigenze dei lavoratori e studenti pendolari pugliesi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 gen 2019

AEROPORTI PUGLIA | Il 2018 è stato un anno record per Bari e Brindisi, raggiunta la soglia dei 7,5 milioni di passeggeri

di mobilita

Il 2018 è stato per gli aeroporti pugliesi un anno straordinario, segnato da  risultati frutto dell'eccellente lavoro svolto sul piano del potenziamento dei collegamenti e della qualificazione della rete aeroportuale. Complessivamente, su Bari e Brindisi, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati oltre 7,49 milioni – dato mai raggiunto - con un incremento del +7,2% rispetto al dato del 2017. Su base annua il traffico di linea, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +7,4%; ancor più netto l'incremento per la linea internazionale che, con 2,65milioni di passeggeri, ha segnato un + 18,2% rispetto al 2017. Record anche per Bari dove per la prima volta è stata superata la soglia dei 5milioni di passeggeri. "Il consuntivo del traffico 2018 su Bari e Brindisi testimonia l'eccellente lavoro svolto, in raccordo con la Regione, per sviluppare i collegamenti e, con essi, per migliorare la capacità attrattiva della Puglia e di tutta l'area sud est del Paese", dichiara il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti; risultati che nascono da una strategia attenta e premiante per il traffico aereo, per l'industria turistica e, più in generale, per il sistema economico. Grande l'attenzione dedicata allo sviluppo del network internazionale: il 2018 si è caratterizzato, infatti, per l'avvio di numerosi collegamenti, tutti importanti, su Bari e Brindisi. Tra questi il volo per Mosca, lungamente atteso, che oltre ad aver migliorato l'accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita, ha rinsaldato, in chiave di modernità e efficienza, gli storici legami con il popolo russo". "Una politica di sviluppo che interessa l'intero sistema infrastrutturale gestito da Aeroporti di Puglia, fatta di qualità e efficienza, non circoscritta solo al traffico passeggeri. La designazione – prima in Italia - della rete aeroportuale pugliese, l'individuazione di Taranto Grottaglie quale primo spazioporto in Italia destinato a accogliere voli suborbitali, la definizione dell'iter amministrativo per il prolungamento della pista di volo dell'aeroporto di Foggia, sono segni tangibili di un'attenta programmazione degli interventi finalizzati allo sviluppo integrato e sistemico delle infrastrutture aeroportuali, tenendo in debita considerazione vincoli e specificità di ciascun sito. Una pianificazione di attività che proseguirà, su basi rinnovate e solide, anche nel 2019 e che troverà collocazione in un piano strategico che, tra l'altro, individua le direttrici di sviluppo verso nuovi importanti mercati per tutta l'Italia del sud est e per la rete aeroportuale di Aeroporti di Puglia" "Questi risultati - dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano- premiano il grande lavoro che la Regione Puglia sta facendo nei settori della promozione turistica e dello sviluppo economico. In tre anni abbiamo inoltre creato le condizioni perché la società Aeroporti di Puglia sia un soggetto autonomo, capace di stare sul mercato  con le proprie gambe. Un progresso che la struttura societaria di Aeroporti di Puglia ha compiuto verso una completa e totale autonomia dal socio di maggioranza, che pone le basi per nuovi e sempre più importanti traguardi". L'aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2018, infatti, i passeggeri (arrivi + partenze) sono stati 5,02milioni, il +7,4% rispetto al totale 2017; di questi 2,87milioni (+1,5%) si riferiscono ai voli di linea nazionali, e 2,05milioni (+17,4%) alla linea internazionale. Un ottimo risultato conseguito nonostante la chiusura dell'aeroporto, sia pur limitata a soli nove giorni, per i lavori di riqualificazione e potenziamento della pista di volo. Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2018 i passeggeri sono stati 2,47milioni, il +6,7% rispetto al 2017. In crescita del +7,1% il traffico di linea, passato dai  2,28milioni di passeggeri 2017 ai 2,44 milioni del 2018. Anche per Brindisi va evidenziato l'incremento del +21,3% registrato dalla linea internazionale i cui passeggeri sono stati 608.025. "Quando l'impegno è sinergico e gli obiettivi sono chiari i risultati si vedono - dichiara l'assessore all'industria turistica e culturale Loredana Capone -L'anno record per Aeroporti di Puglia è il risultato di una strategia messa a segno dalla Regione Puglia con Aeroporti di Puglia per sviluppare i collegamenti nazionali e internazionali. Un grande lavoro di squadra che è ancora in corso e non solo per favorire nuovi collegamenti – e tra questi per esempio il tanto atteso volo per Mosca che consente l'accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita, e contribuisce a rendere più saldi gli storici legami con il popolo russo – ma anche per migliorare la capacità attrattiva della Puglia in modo che lo sviluppo dei voli diretti internazionali vada di pari passo con lo sviluppo di una regione sempre più dinamica sul piano economico e sempre più accogliente sul piano turistico". "Sono risultati - dichiara l'assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino- che ci incoraggiano a intensificare il nostro impegno per lo sviluppo e la valorizzazione del sistema aeroportuale pugliese. I buoni risultati della gestione di AdP chiamata anche a rilanciare gli aeroporti di Grottaglie e di Foggia è reso concreto anche attraverso i recenti impegni di spesa assunti dalla Regione e si inquadrano in una strategia tesa a potenziare le capacità di accoglienza turistica e di crescita economica della Puglia.  Si tratta, infatti, di linee di sviluppo che non possono avere un tetto predefinito. Si pensi, per esempio, alla leva ineguagliabile costituita dal turismo religioso nazionale e internazionale o da quello d'affari sviluppatosi intorno  ai poli industriali. Perciò occorre procedere in questa direzione con fiducia nell'ottica che quattro aeroporti sono meglio di due nella piena convinzione della non conflittualità tra loro".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2018

BARI | Approvato il progetto esecutivo del parco urbano nell’area dell’ex Gasometro

di mobilita

Oggi è stato approvato il progetto esecutivo del parco urbano che cambierà, completamente, il volto dell’area dell’ex Gasometro, nel quartiere Libertà. Lunedì 31 gennaio sarà pubblicato il bando per l’affidamento dei lavori che trasformeranno l’attuale terreno incolto di 15.640 metri quadri in un grande parco. Ci saranno aree dedicate al running, ai pattini e allo skate, al parkour, al fitness, una zona ludica ed una interamente dedicata ai cani, un anfiteatro e tutto ciò che renderà questo parco il posto perfetto per il tempo libero in città. Un progetto nato anche grazie al percorso di ascolto realizzato negli scorsi mesi dall’amministrazione con i residenti del quartiere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2018

AEROPORTI DI PUGLIA | Dal prossimo 23 giugno, la compagnia SWISS avvierà il collegamento Ginevra – Brindisi

di mobilita

Dal prossimo 23 giugno, la compagnia SWISS avvierà il collegamento Ginevra - Brindisi. Il volo, operato sino al 25 ottobre,  si articolerà su due frequenze settimanali, che diventeranno tre nei mesi di luglio e agosto. Con questo volo, la compagnia rafforza la propria presenza in Puglia, dove già vola da Zurigo sia su Bari che su Brindisi. “Il mercato svizzero – dichiara ilPresidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti – è, in termini assoluti, il primo riferimento per l’aeroporto del Salento e per il bacino territoriale pugliese. Per questo motivo non si può non accogliere con soddisfazione l’annuncio del nuovo voloGinevra - Brindisi che, oltre a rafforzare la presenza della compagnia elvetica SWISS in Puglia, qualifica in maniera significativa l’offerta sulla direttrice con la Svizzera. Grazie a tale collegamento, infatti, diverrà più capillare la rete dei collegamenti disponibili dal nostro territorio, venendo garantite oltre quaranta possibili prosecuzioni in aggiunta a quelle già offerte su Zurigo dal vettore; al tempo stesso, sarà possibile offrire servizi diversificati in base alle esigenze di distinti target di clientela – quali business e leisure – con possibili accrescimenti di flussi incoming. Non ultimo, mi preme sottolineare come la scelta di operare la nuova tratta per gran parte della stagione porti a una maggiore stabilità nei collegamenti verso primari e strategici mercati quale è quello svizzero”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 dic 2018

REGIONE PUGLIA | Presentato un nuovo orario ferroviario

di mobilita

“Con il confronto avuto questo pomeriggio, insieme anche con i rappresentanti di Ferrovie dello Stato, ritengo che si siano risolte le criticità paventate dai sindaci e dai pendolari. E comunque ribadisco che la Regione è sempre disponibile a verificare la necessità di ulteriori modifiche o cambiamenti, considerando che il servizio è in via di assestamento. Le esigenze dei pendolari sono assolutamente da considerare tenendo conto però che è necessario compiere uno sforzo tutti quanti affinchè vengano tutelate le posizioni collettive e non  quelle personali”. Così l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini che, questo pomeriggio insieme con i rappresentanti del Gruppo Ferrovie dello Stato, ha incontrato i sindaci di Giovinazzo Tommaso De Palma, di Polignano Domenico Vitto, e di Mola di Bari Giuseppe Colonna. Queste le decisioni assunte e i nuovi orari ferroviari. Dalla vigilia di Natale partenza posticipata alle 20.36 per il regionale veloce Bari-Lecce che fermerà a Mola di Bari alle 20.51 e a Polignano a Mare alle 21.00. Il treno regionale veloce in partenza alle 7.31 da Bari Centrale fermerà anche a Mola (alle 7.46) e a Polignano (alle 7.53). Il treno Lecce –Bari delle 6.43 fermerà anche a Bari Marconi alle 8.19. Dal 7 gennaio fermeranno a Giovinazzo due treni regionali veloci provenienti da Foggia (alle 7.39 e alle 9.09) che arriveranno a Bari rispettivamente alle 7.54 e alle 9.24; fermerà a Giovinazzo alle 8.09 anche il treno regionale San Severo – Bari (verrà cancellata la fermata di Cerignola). Nel pomeriggio, il regionale veloce Bari-Foggia delle 16.25, fermerà a Giovinazzo alle 16.41. Dal 14 gennaio partirà da Bari Centrale un treno diretto a Monopoli, con partenza alle 5.40 e arrivo a Mola di Bari alle 6.01 e a Polignano a Mare alle 6.10. Un nuovo treno partirà da Monopoli alle 6.36 e farà tutte le fermate comprese Polignano (alle 6.44) e Mola di Bari (alle 6.53) con arrivo a Bari Centrale alle 7.21 e a Barletta alle 8.17. Inoltre, dal 1 febbraio 2019, i possessori di abbonamento regionale sulle relazioni Lecce-Bari, Brindisi-Bari e Foggia-Bari potranno salire a bordo di Intercity e Frecciabianca con la carta Tuttotreno, al costo aggiuntivo della carta di 40 euro. Grazie al nuovo orario cadenzato, in vigore dal 9 dicembre, oltre l’80% dei treni regionali veloci per Lecce e per Foggia parte da Bari al minuto 01 e, nelle fasce di punta, al minuto 31. Bari Centrale diventa così l’orologio del trasporto regionale in Puglia, premessa fondamentale per l’armonizzazione dell’offerta di trasporto con le altre imprese ferroviarie presenti in Puglia. Raddoppia anche l’offerta di treni tra Barletta e Fasano e di tutte le stazioni comprese nella tratta, servite da un treno regionale ogni mezz’ora con partenze e arrivi nella maggior parte dei casi, a minuti fissi, per facilitarne la memorizzazione degli orari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 dic 2018

REGIONE PUGLIA | Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia e più treni tra Barletta e Fasano

di mobilita

Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia e più treni tra Barletta e Fasano, il tutto con orari cadenzati. Le partenze e gli arrivi dei treni regionali, nella maggior parte dei casi, avvengono a minuti fissi per facilitarne la memorizzazione e consentire alle persone di programmare in anticipo soluzioni di viaggio più adatte per l’andata e il ritorno. Sono queste le principali novità del cambio orario del trasporto regionale in vigore dal 9 dicembre. Inoltre, dal 1 febbraio 2019, i possessori di abbonamento regionale sulle relazioni Lecce - Bari, Brindisi - Bari e Foggia - Bari potranno salire a bordo di Intercity e Frecciabianca con la carta Tuttotreno, al costo aggiuntivo della carta di 40 euro. Tra Foggia e Bari tempi di viaggio ridotti di dieci minuti rispetto all’orario precedente: i regionali veloci impiegano un’ora e 23 minuti con fermate intermedie a Incoronata, Ortanova, Cerignola, Trinitapoli, Barletta, Trani, Bisceglie e Molfetta. Un’ora e 41 minuti invece il tempo di percorrenza tra Bari e Lecce, un risparmio di venti minuti rispetto a prima. I regionali veloci fermano a Trepuzzi, Squinzano, San Pietro Vernotico, Carovigno, Ostuni, Cisternino, Fasano, Monopoli e Bari Torre a Mare. Oltre l’80% dei treni regionali veloci per Lecce e per Foggia parte da Bari al minuto 01 e, nelle fasce di punta, al minuto 31. Bari Centrale diventa così l’orologio del trasporto regionale in Puglia, premessa fondamentale per l’armonizzazione dell’offerta di trasporto con le altre imprese ferroviarie presenti in Puglia. Raddoppia l’offerta di collegamenti tra Barletta e Fasano Tra le due città c’è un treno ogni mezz’ora con fermate a Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari Santo Spirito, Bari Palese, Bari Zona Industriale, Bari Centrale, Bari Marconi, Bari Parco Sud, Bari Torre Quetta, Bari Torre a Mare, Mola di Bari, Polignano, Monopoli e Fasano. Barletta, Fasano e Bari Torre a Mare diventano stazioni di interscambio I passeggeri in partenza nelle stazioni di Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Bari Torre a Mare, Monopoli e Fasano hanno a disposizione sia i regionali veloci sia i regionali. Confermata l’offerta sulla linea Taranto - Bari con l’inserimento di un treno in partenza in serata dal capoluogo di regione. Sulla linea Brindisi –Taranto ci sono due treni in più nel primo pomeriggio: il regionale Brindisi (p. 14.01) – Taranto (a. 15.13) e il Taranto (p.14.02) – Brindisi (a. 15.06). Cresce sempre più il numero di pendolari pugliesi che utilizzano il treno per i propri spostamenti: ogni giorno sono circa 45 mila. Viaggiare a bordo dei treni regionali conviene non solo in termini di sicurezza e di risparmio di tempo rispetto a chi sceglie di spostarsi in auto ma anche perché si spende meno.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

Iberia Express lancia una nuova rotta da Bari per l’estate 2019

di mobilita

Iberia Express ha annunciato il lancio di una nuova rotta Bari-Madrid per la stagione estiva 2019. La rotta Bari-Madrid, inizierà il 1 ° luglio 2019 e avrà due frequenze settimanali, il lunedì e il venerdì, con partenza da Madrid alle 12:40 e arrivo all'aeroporto di Bari-Palese alle 15:20. ore. L'orario di partenza dall'aeroporto italiano è alle 16:00, con arrivo all'aeroporto Adolfo Suárez di Madrid-Barajas alle 18:50. I biglietti per questo percorso sono già in vendita sul sito Web della società, iberiaexpress.com e il resto dei canali del Gruppo Iberia, con prezzi che partono da € 49 a tratta. Bari, capoluogo della regione Puglia e situata sulla costa adriatica, ha un ricco e variegato patrimonio culturale. Crocevia di culture, la città ha un centro storico circondato da mura all'interno delle quali sono vicoli e monumenti come il Castello Normanno-Svevo e la Basilica di San Nicola. Inoltre, Bari è la porta per perfezionare la regione e la Valle d'Itria ingresso, la terra dei famosi trulli, ed è molto vicino ai luoghi singolari come Alberobello, con i suoi edifici conici caratteristici dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco o Locorotondo, un villaggio bianco situato su un promontorio dal quale si può ammirare una vista meravigliosa con un paesaggio pieno di uliveti, boschi e colture. Il Gruppo Iberia è già presente nel mercato italiano. Le rotte Roma, Milano, Venezia, Firenze, Bologna, Torino e Napoli sono disponibili tutto l'anno mentre le tratte di  Cagliari e Olbia in Sardegna e Palermo, in Sicilia sono stagionali. Iberia Express, una controllata di Iberia, gestisce rotte a corto e medio raggio e fornisce traffico diretto, oltre ad alimentare la rete a lungo raggio di Iberia. È un membro di  oneworld, un'alleanza di quindici compagnie aeree che offre ai suoi passeggeri 14.000 voli giornalieri verso quasi 1.000 aeroporti in 150 paesi. Nel 2017, Iberia Express è stata la compagnia aerea a basso costo più puntuale al mondo per il quarto anno consecutivo, secondo quanto riporta la società di consulenza FlightGlobal.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2018

AEROPORTO BARI | Nuovo volo per Cracovia operato da Wizz Air

di mobilita

Dal prossimo  2  maggio  2019  AdP avvierà con Wizz Air un nuovo collegamento tra Bari e Cracovia. Il volo sarà operato su tre frequenze settimanali ogni martedì, giovedì e sabato. Per il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, "l'avvio del collegamento con Cracovia rientra in una precisa attività di pianificazione strategica con l'Agenzia Pugliapromozione. In questi anni, infatti, la Polonia si è segnalata quale mercato fonte in forte crescita per l'incoming pugliese; siamo certi che il volo su Cracovia, quarta destinazione polacca di Wizz Air, con la quale abbiamo definito la conferma per la prossima stagione estiva dei collegamenti con Varsavia, Katowice e Breslavia, farà crescere gli arrivi da un'area dinamica e con concreti margini di crescita. Confidiamo, perciò, che anche in questa circostanza i nostri operatori  saranno pronti a cogliere le possibilità offerte da una capillare rete di collegamenti sempre più orientata a favorire l'internazionalizzazione delle imprese e la destagionalizzazione dei flussi. Non si può non  sottolineare, infatti, come questi voli rappresentino un elemento fondamentale per il mondo delle imprese pugliesi, non solo del comparto turistico, per sviluppare business su mercati in espansione e in forte crescita economica". In questo ambito va ricondotta l'attività programmata da Pugliapromozione in Polonia. In questi giorni, infatti, la Puglia viene presentata al TT Warsaw. "La stretta  e proficua collaborazione con Aeroporti di Puglia continua a dare i suoi frutti. Quest'anno per la prima volta la Puglia viene presentata al TT Warsaw, la fiera di settore di riferimento per il mercato polacco -commenta l'Assessore all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - Per questa 26esima edizione della fiera l'Italia è partner country;  Pugliapromozione partecipa con 5 imprese pugliesi e uno spazio dedicato nello stand Italia di Enit. La partecipazione a TT Warsaw rientra in una più ampia strategia di rafforzamento della presenza sul mercato polacco anche a supporto dei 4 voli che collegano la Puglia. E nel 2019 a Varsavia è anche previsto un  appuntamento del BuyPuglia Tour! D'altra parte con 99mila pernottamenti e 32mila arrivi registrati nel 2017, la Polonia entra a far parte della top ten dei mercati esteri per numero di notti trascorse in Puglia. Dal 2010 a oggi il numero di turisti polacchi è aumentato del +51,8% per gli arrivi e del +66,7% per le presenze. Le potenzialità di crescita del flusso turistico verso la Puglia sono promettenti, non solo per i fattori legati alla crescita economica della Polonia, ma anche per una naturale propensione dei polacchi verso la cultura mediterranea, il prodotto balneare e spirituale". Andras Rado, Corporate Communications Manager di Wizz Air  ha dichiarato: "Siamo contentissimi di avviare una nuova rotta su Bari, collegando questa grande città con il centro storico e culturale di Cracovia, la nuovissima 26ma base di Wizz Air. Bari e Cracovia sono destinazioni perfette per tutti, ideali per quanti cercano città ricche di storia e architettura. Siamo sicuri che i nostri clienti apprezzeranno questo collegamento, i nostri voli e le nostre tariffe. Il nostro amichevole equipaggio attende con ansia di accogliervi a bordo di un volo 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 nov 2018

BARI | Ferrotramviaria, corsa aggiuntiva da Corato in direzione Bari

di mobilita

Sarà rinforzata con un autobus in più la corsa automobilistica di Ferrotramviaria diretta AS 1005 in partenza alle ore 07,00 da Corato in direzione Bari. Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori, sarà dunque disponibile un bus in più a partire da venerdì 12 ottobre. L’arrivo a Bari è previsto alle ore 07,50. La corsa sarà effettuata dal lunedì al sabato. Non si effettuerà la domenica ed i giorni festivi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

AEROPORTI PUGLIA | Continua il trend positivo, nel mese di ottobre +12,8%

di mobilita

"Il quadro che emerge dalla lettura dei dati di ottobre, un mese solitamente meno performante sul fronte turistico, è emblematico delle ottime  performance dei nostri aeroporti. Emerge, soprattutto, come in armonia con le politiche attrattive poste in essere dalla Regione, il costante impegno di Aeroporti di Puglia finalizzato alla crescita dei collegamenti, specie internazionali, stia incidendo in maniera positiva sul processo di destagionalizzazione dell'offerta che,  a mio avviso, può rappresentare la nuova sfida a cui è chiamata l'industria del turismo pugliese." Questo il commento del Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ai dati del traffico passeggeri registrati ad ottobre scorso negli aeroporti di Bari e Brindisi. Nello scorso mese di ottobre, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza nei due aeroporti sono stati poco più di 695mila, il +12,8% rispetto allo stesso mese del 2017. Di questi, 253mila circa sono stati i passeggeri di linea internazionale (+20,8%) e 431mila (+8,4%) quelli di linea nazionale. Se la crescita del traffico internazionale si è attestata su valori in linea con l'andamento sin qui registrato, il dato di ottobre evidenzia, altresì, l'ottimo andamento della linea nazionale che registra un sensibile miglioramento rispetto ai mesi scorsi, in particolare per l'aeroporto del Salento di Brindisi che, con 160mila passeggeri circa, ha registrato un incremento del 10,4%. Su base annua, su Bari e Brindisi, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati oltre 6,43 milioni, in crescita del +7,1% rispetto ai 6 milioni dello stesso periodo del 2017. Anche in questo caso di particolare interesse il dato riferito alla linea internazionale che, con 550mila passeggeri su Brindisi e 1,8milioni circa su Bari, cresce rispettivamente del 20,4% e del 18,6%.

Leggi tutto    Commenti 0