Articolo
25 mag 2017

Trenitalia presenta il nuovo orario estate/autunno 2017

di Roberto Lentini

E’ il segno “più” a connotare i servizi e le offerte di Trenitalia che prenderanno il via con il nuovo orario, in vigore dal prossimo 11 giugno: più posti disponibili, con un supertreno da oltre 900 posti, più libertà di movimento con un pass no limit per Frecce, Intercity e regionali. E, ancora, più frequenza, con 370 corse quotidiane e più destinazioni, con oltre 200 città collegate nel network di Frecce e Intercity. Il Frecciarossa 1000 raddoppia la sua capacità. Completata la flotta con la consegna del 50esimo esemplare e superati tutti i test di omologazione, il 1000 inizia a circolare in doppia composizione: due treni uniti tra loro che offrono complessivamente oltre 900 posti a sedere per viaggiare a 300 km/h. Si comincia con quattro corse al giorno, sull’asse Alta Velocità Torino – Napoli, destinate a crescere nei prossimi mesi. Con l’estate nasce PassXte, un pass a prezzo fisso per viaggiare nei fine settimana, per 48 ore, salendo su Frecce, Intercity e Regionali (incluse le corse di Trenord), in ogni angolo d’Italia. In vendita dal prossimo primo luglio, renderà semplice e conveniente organizzare tour estivi alla scoperta del Belpaese e potrà, quindi, costituire un forte stimolo al turismo sostenibile, con un occhio di riguardo ai giovani under 26 per i quali il prezzo di 2a classe è stato fissato in 99 euro, 129 euro per tutti gli altri. Quattro i viaggi compresi nel prezzo del pass (venti, come promozione, per i pass venduti a luglio), cinque euro il costo massimo di ulteriori viaggi, acquistabili senza limite. Altro segno più contraddistingue la frequenza e il numero di corse su rotte già attive. Di particolare rilievo l’incremento di fermate a Milano Rogoredo che sarà servita da altri 13 Frecciarossa da/per Roma (9 no stop e quattro con fermate a Bologna e a Firenze) che porteranno a 29 il totale di Frecce giornaliere con la Capitale. Due nuovi Frecciarossa tra Roma e Milano, con fermata a Bologna, faranno salire a 97 i collegamenti quotidiani tra le due città, mentre raddoppiano, da due a quattro, i Frecciargento tra Bergamo e Roma. Diventeranno otto i Frecciargento tra Bari e Roma con l’avvio, entro l’estate, di due nuove corse veloci. Benevento e Caserta, dal prossimo 11 giugno, beneficeranno di un’ulteriore coppia di Frecciargento da e per Roma, realizzando così, otto corse quotidiane, quattro per e quattro da Roma Termini. Salgono poi a 18 le Frecce tra Pescara e Milano con due nuovi Frecciarossa, a 86 le Frecce tra Roma e Napoli con una nuova corsa Frecciarossa del mattino per Napoli e a 63 quelle tra Napoli e Milano. Si inaugurano, infine, due nuovi collegamenti Salerno - Milano in 4 ore e 39 minuti e, nel traffico internazionale, una coppia di Eurocity (un’andata e un ritorno il sabato, la domenica e i festivi) sulla rotta Zurigo – Milano – Venezia, destinata a favorire l’incoming turistico. Aumentano le città e le stazioni servite da Frecce e Intercity: tra queste Rosarno, dove per la prima volta fermeranno due Frecciargento da e per Roma e Reggio Calabria, e Napoli Afragola, la stazione alle porte del capoluogo partenopeo che sarà inaugurata il prossimo 6 giugno e vedrà fermarsi 16 Frecciarossa e due Frecciargento. Poi Ferrara, Carpi, Civitanova Marche (da settembre) e Sapri, che sarà raggiunta nei fine settimana estivi dal Frecciarossa, insieme ad Agropoli e Vallo della Lucania. Dall’11 giugno al 17 settembre Monopoli e Ostuni diventano fermate estive di alcuni treni Frecciargento e Frecciabianca, confermate anche le fermate estive dei Frecciabianca a Riccione, Cattolica, Senigallia, Vasto-San Salvo, Giulianova e Orbetello, infine Cattolica, Sicignano degli Alburni e, in Sicilia, Patti e Santo Stefano di Camastra saranno fermate estive servite dagli Intercity. E sono soltanto alcuni esempi di un’ampia rete di località balneari che, durante tutta l’estate, vedranno aumentare i collegamenti con le grandi città e il cui appeal turistico sarà incentivato da particolari agevolazioni dedicate ai clienti Trenitalia, frutto di accordi siglati con le Associazioni alberghiere locali, dei quali è capofila l’ormai storico “Al mare in treno” sulla riviera romagnola seguito da analoga partnership con gli albergatori di Giulianova e Vasto San Salvo. Cresce, insieme, anche il network dei FRECCIAlink, con la novità quotidiana di Cremona e quelle periodiche, con corse nei fine settimana estivi, di Sorrento, Gallipoli, e Piombino Marittima, da dove proseguire per l’Isola d’Elba. Per i mesi di luglio e agosto, inoltre, sarà riattivata anche la rotta da/per Cortina Queste località si aggiungono a Matera, Potenza, Perugia, Siena già servite dai collegamenti intermodali, Frecce + Bus, di Trenitalia utilizzati fino ad oggi da oltre 40mila clienti. Il nuovo orario vedrà anche l’introduzione di uno speciale Fast Track per accelerare l’ingresso nell’area partenze di Milano Centrale e Roma Termini, riservato ai clienti CartaFreccia Oro e Platino e ai possessori di biglietto per il livello Executive. Inoltre, insieme alle tradizionali promozioni, Trenitalia conferma anche quest’anno, per tutto agosto, il biglietto a prezzo fisso di soli 5 euro per portare in vacanza il proprio amico a quattro zampe viaggiando su tutti i treni nazionali (Frecce e Intercity).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mag 2017

Ryanair lancia la programmazione per l’inverno 2017/18 da Treviso e Venezia con voli da 14,99 euro

di Roberto Lentini

Ryanair ha lanciato la sua più ampia programmazione per l’inverno 2017/18 da Treviso e Venezia, con 1 nuova rotta da Venezia Marco Polo per Barcelona El Prat e nuovi collegamenti invernali per Bristol, oltre che 8 nuove rotte da Treviso per Colonia Bonn, Edimburgo, Francoforte, Amburgo, Cracovia, Marrakech, Napoli e Varsavia (29 in totale), che faranno viaggiare oltre 2,9 milioni di clienti all’anno e supporteranno di 2.200* posti di lavoro “in loco”. La programmazione invernale 2017/18 di Ryanair da Treviso offrirà: 8 nuovi collegamenti invernali perColonia Bonn (2 a settimana), Edimburgo (3 a settimana), Francoforte (giornaliero), Amburgo (3 a settimana), Cracovia (2 a settimana), Marrakech (2 a settimana), Napoli (2 al giorno) e Varsavia (2 a settimana) Voli extra per Bruxelles Charleroi (10 a settimana), Catania (11 a settimana), Malta (4 a settimana), Palermo (11 a settimana) e Valencia (3 a settimana) 29 rotte in totale 2,8 milioni di clienti p.a. 2.100* posti di lavoro “in loco” p.a. La programmazione invernale 2017/18 di Ryanair da Venezia Marco Polo offrirà: 1 nuova rotta per Barcellona (9 a settimana) Voli extra per Bristol (4 a settimana) 2 rotte in totale 130.000 clienti p.a. 100* posti di lavoro “in loco” p.a. La programmazione estiva 2017 di Ryanair da Treviso e Venezia sta registrando un record di prenotazioni con maggiori frequenze verso destinazioni perfette per le vacanze estive delle famiglie, tariffe più basse grazie al minor costo del carburante e una migliorata esperienza per il cliente grazie alle implementazioni del programma “Always Getting Better” di Ryanair. A Treviso, John F. Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair, ha dichiarato:  “Siamo lieti di lanciare la nostra programmazione per l’inverno 2017/18 da Treviso e Venezia, che include una nuova rotta da Venezia a Barcellona El Prat e ulteriori collegamenti invernali per Bristol, oltre che 8 nuove rotte da Treviso per Colonia Bonn, Edimburgo, Francoforte, Amburgo, Cracovia, Marrakech, Napoli e Varsavia (29 in totale), che faranno viaggiare oltre 2,9 milioni di clienti all’anno e supporteranno di 2.200* posti di lavoro “in loco”.  Siamo inoltre lieti di registrare un record di prenotazioni per la programmazione estiva 2017 da Treviso e Venezia. I clienti possono aspettarsi tariffe ancora più basse. Non c’è mai stato, infatti, un momento più favorevole per prenotare un volo economico Ryanair. Invitiamo tutti i clienti che vogliono prenotare le proprie vacanze a farlo ora sul sito Ryanair.com o sulla nostra app, dove potranno approfittare delle tariffe più basse per volare da e per Treviso e Venezia.  Per celebrare il lancio della nostra programmazione per l’inverno 2017/18 da Treviso e Venezia stiamo mettendo in vendita posti sulle rotte già acquistabili del nostro network europeo a partire da soli €14,99 da Treviso e a partire da soli €16,99 da Venezia Marco Polo per viaggi nel mese di giugno, prenotabili fino alla mezzanotte di giovedì (25 maggio). Poiché i posti a questi fantastici prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i passeggeri ad accedere subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli.” 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mag 2017

Corridoio merci Mediterraneo: firmata una lettera di intenti per rafforzare la cooperazione tra reti

di Roberto Lentini

Rafforzare la cooperazione tra i membri del Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) per il Corridoio merci Mediterraneo a seguito dell’ingresso della Croazia. È questo il principale obiettivo della lettera di intenti firmata a Zagabria da Maurizio Gentile, Ad e Dg di Rete Ferroviaria Italiana, insieme ai CEO dei Gestori delle infrastrutture ferroviarie interessate dal Corridoio, finalizzata alla crescita del trasporto ferroviario merci sul Corridoio Mediterraneo nei prossimi anni. Il Corridoio merci Mediterraneo, uno dei quattro che attraversa l’Italia insieme a Reno-Alpi, Scandinavia-Mediterraneo e Baltico-Adriatico, è un asse di trasporto fondamentale per il traffico merci europeo est-ovest. Il Corridoio ha sede operativa e gestionale in Italia, a Milano e collega Spagna, Francia, Italia, Slovenia, Croazia e Ungheria (Almería – Valencia/Madrid – Saragozza/Barcellona – Marsiglia – Lione – Torino – Milano – Verona – Padova/Venezia – Trieste/Capodistria – Lubiana – Budapest – Zahony). Per la parte italiana, che attraversa l’intero nord Italia da Modane a Villa Opicina sulla direttrice Torino - Trieste, Rete Ferroviaria Italiana ha pianificato interventi di potenziamento infrastrutturale e di upgrading tecnologico che consentiranno un significativo miglioramento della performance del trasporto merci nel breve-medio periodo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Il PON Infrastrutture e Reti al forum PA 2017

di Roberto Lentini

Tra le iniziative dedicate alla comunicazione e all’informazione del Programma Operativo Nazionale (PON Infrastrutture e Reti 2014-2020) gestito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, rientra anche quest’anno la partecipazione al FORUM PA, la rassegna dedicata all’innovazione nelle pubbliche amministrazioni. Il PON IR, dal 23 al 25 maggio, sarà presente al Nuovo Centro Congressi di Roma “La Nuvola” con uno spazio espositivo dove saranno disponibili pubblicazioni e materiali informativi sulle principali tematiche del Programma Operativo Nazionale. Nella stessa area dedicata il Mit sarà presente con "Connettere l'Italia" e "Sicurezza Stradale". Nella giornata di mercoledì 24 maggio, presso la Sala 1, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell'ambito delle attività di comunicazione del PON Infrastrutture e Reti, con il supporto di Rete Autostrade Mediterranee, organizza il convegno: “La sfida del coordinamento interistituzionale per una buona programmazione. L'esperienza delle Aree Logistiche Integrate - ALI". Le ALI sono uno strumento innovativo, messo in campo dal PON IR nella nuova pianificazione nazionale, che si pone l’obiettivo di superare la frammentazione tra i vari enti nell'ambito della programmazione del settore, attraverso il coordinamento e la collaborazione fra istituzioni e partenariato economico. I soggetti che insieme al Ministero hanno sottoscritto gli accordi per la creazione di Tavoli Tecnici Locali di confronto per una migliore programmazione sono Regioni, porti, RFI, Agenzia della Coesione Territoriale e le Amministrazioni territoriali. I lavori del convegno inizieranno dagli obiettivi strategici del PON 2014-2020, illustrati dall’Autorità di Gestione del PON, al fine di motivare la necessità dell’istituzione dei tavoli ALI ed il lavoro finora svolto all’interno degli stessi. L’evento sarà l’occasione per gli enti locali, le regioni, la società civile e gli altri interlocutori per discutere dell’esperienza delle ALI come opportunità per il sistema logistico nazionale e motore di sviluppo per una progettualità integrata sul territorio. A tracciare le conclusioni dei lavori del convegno sarà Maria Margherita Migliaccio, D.G. Sviluppo del Territorio, Programmazione e Progetti Internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il programma completo del convegno e le modalità di accesso sono consultabili sul sito FORUMPA

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

FORUM PA 2017 “Una nuova PA per lo sviluppo sostenibile”

di Roberto Lentini

La 28^ edizione della manifestazione, che vedrà riuniti tutti gli innovatori del mondo pubblico e privato, si terrà oggi nel nuovo Roma Convention Center “La Nuvola” . Apertura oggi con il Ministro della PA e della semplificazione Marianna Madia che presenterà la riforma della Pubblica Amministrazione, chiusura giovedì 25 maggio con il Commissario Straordinario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini, passando dalla lectio magistralis di Jeffrey Sachs, Director of The Earth Institute della Columbia University, leader mondiale nello sviluppo sostenibile. Saranno tre giorni di grandi eventi di scenario, convegni tematici sulle politiche d’innovazione, tavoli di lavoro per i vertici delle amministrazioni e delle aziende, seminari di formazione gratuita quelli del FORUM PA 2017, la manifestazione sull’innovazione della Pubblica Amministrazione in programma dal 23 al 25 maggio al Roma Convention Center “La Nuvola”. Organizzata da FPA, società del gruppo Digital 360, la 28esima edizione sarà dedicata alla PA sostenibile: quale amministrazione serve per permettere all’Italia di raggiungere entro il 2030 i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile approvati dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite? Tra i tanti ospiti nell’agenda di FORUM PA 2017, ci saranno il Ministro dell’Economia e delle Finanze Piercarlo Padoan, il Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli,  il Ministro degli Affari regionali e della famiglia Enrico Costa, il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il Ministro dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Sandro Gozi, ma anche il Presidente ANAC Raffaele Cantone, il Sindaco di Roma Capitale Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. “Il tema di FORUM PA 2017 sarà la PA sostenibile – spiega Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA – o meglio il ruolo che una PA davvero innovativa, cioè efficiente, digitale, aperta, collaborativa, può svolgere per rispondere a grandi questioni aperte, come il lavoro che non c’è, la sicurezza percepita come precaria, la tutela della salute, la qualità dell’ambiente, le disuguaglianze in crescita. Perché nessuno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile SDGs può essere realizzato senza il contributo della Pubblica Amministrazione”. Il programma completo su www.forumpa2017.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Alitalia, la Cina potenziale acquirente?

di Roberto Lentini

Secondo quest'articolo la cinese Hainan Airlines potrebbe essere un potenziale acquirente per la compagnia di bandiera italiana, Alitalia. La Hainan Airlines Company Limited (HNA Group è la più grande compagnia aerea privata della Cina e la quarta per numero di aerei in flotta ed è una delle otto compagnie aeree asiatiche ad avere un ranking di cinque stelle da Skytrax. Tra Alitalia e Hainan esiste già un accordo di code-share stipulato per la prima volta all'inizio dell'anno. Inoltre Hainan ha anche delle azioni in Etihad, che a sua volta detiene il 49 per cento di Alitalia.  "Eravamo sicuri che ci sarebbe stato un interesse per Alitalia e ci aspettiamo diverse offerte non vincolanti". ha affermato il ministro dei trasporti, Graziano Delrio, parlando di Alitalia dopo le dichiarazioni del premier Gentiloni su un ipotetico interesse di investitori cinesi.  I soggetti interessati avranno tempo fino al 5 giugno 2017 per presentare le manifestazioni di interesse. Successivamente i Commissari Straordinari invieranno ai soggetti in possesso dei requisiti una lettera di procedura che fisserà i termini, le modalità ed i contenuti delle Proposte da presentare, di carattere non vincolante. La Lettera di Procedura fisserà altresì i tempi, le modalità ed i contenuti delle ulteriori fasi procedurali da espletare entro sei mesi dalla concessione del finanziamento .

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2017

Interventi per la velocizzazione della linea ferroviaria Bologna – Lecce

di Roberto Lentini

Tecnici al lavoro sabato 20 e domenica 21 maggio sulla linea Bologna - Rimini, fra Bologna e Imola, per interventi di potenziamento infrastrutturale della direttrice Adriatica. Per consentire l’attività dei cantieri sono state programmate modifiche al programma di circolazione dei treni. Il nuovo orario, in vigore nelle sole due giornate di attività dei cantieri, è interamente consultabile su trenitalia.com, dove è possibile verificare l’offerta alternativa. I lavori Rientrano nell'ambito del progetto di velocizzazione della linea Bologna - Lecce, Rete Ferroviaria Italiana sostituirà l’impalcato su cui poggia l’infrastruttura ferroviaria del ponte sullo scolo dei Prati (Castel San Pietro - BO) e di quello sul Rio Sabbioso (Dozza - BO). Principali modifiche alla circolazione Dalle 00.15 di sabato 20 maggio, per 48 ore, la circolazione dei treni sarà sospesa fra le stazioni di Bologna Centrale e Imola, con conseguenti modifiche di orario, di percorso e cancellazioni dei collegamenti regionali e a lunga percorrenza. Le stazioni di Bologna Centrale e Imola saranno collegate da un servizio di autobus navetta con fermata a Castel San Pietro. A Bologna i bus fermeranno in  Viale Pietramellara (lato farmacia) uscita laterale Ovest, a Castel San Pietro la fermata sarà in Via S. Carlo (uscita parcheggio posteriore lato Est) e a Imola in Via Serraglio (uscita parcheggio posteriore lato Est). Trenitalia potenzierà il servizio di assistenza ai clienti nelle stazioni di Bologna e Imola e prolungherà il servizio domenicale di biglietteria a Imola fino alle 20.30 del 21 maggio. Nei giorni di sabato 20 e domenica 21 maggio i viaggiatori in possesso di un abbonamento ferroviario in corso di validità, diretti o in partenza dalle stazioni di  San Lazzaro di Savena, Ozzano e Varignana potranno utilizzare gli autobus della linea 101 di Tper.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2017

Linea Ionica: protocollo d’intesa per potenziare e velocizzare i collegamenti ferroviari

di Roberto Lentini

Protocollo d'intesa firmato oggi a Catanzaro da Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana, e Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria. Obiettivo dell'intesa potenziare e velocizzare i collegamenti ferroviari sulla linea Ionica, migliorando la mobilità della Calabria. L’investimento complessivo è di oltre 500 milioni di euro. Tra i principali interventi previsti: la velocizzazione della linea Ionica; l’eliminazione di alcuni passaggi a livello e la realizzazione di opere viarie alternative; il rinnovo degli scambi e dei binari, nei punti della rete in cui è necessario; il prolungamento di alcuni sottopassi e la costruzione di nuovi; la riqualificazione delle stazioni, con particolare attenzione a quelle con maggiore traffico di viaggiatori. Agli intervententi concordati oggi si aggiunge la velocizzazione del collegamento ferroviario Aeroporto di Lamezia - Lamezia Terme Centrale - Germaneto - Catanzaro Lido, oggetto di un accordo firmato a ottobre 2016 che ridurrà i tempi di viaggio fra lo scalo, Lamezia Terme e Catanzaro. Graziano Delrio “Un progetto importante e reale che doterà la zona Ionica di un collegamento efficace e sostenibile. Dotare la Calabria di infrastrutture e di servizi efficaci è una scelta che riguarda la tenuta sociale e lo sviluppo della regione, oltre che la possibilità di tutti gli italiani di godere delle sue bellezze e delle sue opportunità”. Maurizio Gentile “Gli interventi presentati oggi permetteranno di velocizzare i collegamenti sulla linea ionica e, insieme all’upgrade tecnologico della linea Tirrenica Sud e alla velocizzazione del collegamento con l’aeroporto di Lamezia Terme, offriranno una migliore esperienza di viaggio a chi si sposta in Calabria. Queste azioni rientrano nel Piano Industriale di FS Italiane per il prossimo decennio, che prevede numerosi investimenti per il Sud, a conferma dell’importanza strategica delle connessioni di tali aree nell’ottica del Sistema Paese”. Mario Oliverio "Un grande progetto, fondato su un'attenta programmazione e certezza delle risorse, su progetti concreti e precisi tempi di attuazione, che potrà incidere sensibilmente sullo sviluppo della Calabria e, in particolare, del versante ionico”. È quanto ha dichiarato Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria. “Le infrastrutture e l'accessibilità sono presupposti irrinunciabili per dare una nuova prospettiva alla Calabria. Partono i lavori di un intervento strategico del mio programma di governo”. Da definire nei prossimi mesi anche la sottoscrizione di un Accordo Quadro tra RFI e Regione Calabria rispetto allo sviluppo del servizio ferroviario regionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2017

Un nuovo sommergibile per la Marina Militare Italiana

di Fabio Nicolosi

È stato consegnato presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia), il sommergibile “Romeo Romei”, ultimo di una serie di quattro unità gemelle della classe “Todaro”, tipo U212A, commissionate a Fincantieri dalla Direzione degli Armamenti Navali – NAVARM per la Marina Militare. Il sommergibile “Romeo Romei”, come l’unità gemella “Pietro Venuti” consegnata alla Marina Militare nel luglio dello scorso anno dal cantiere di Muggiano, è caratterizzato da soluzioni tecnologiche altamente innovative, interamente realizzato in materiale amagnetico con l’applicazione delle più moderne tecniche di silenziamento per la riduzione della segnatura acustica. “Romei” ha un dislocamento di superficie di 1.509 tonnellate, una lunghezza fuori tutto di 55,9 metri, un diametro massimo di 7 metri e può raggiungere in immersione una velocità superiore ai 16 nodi. L’equipaggio è composto da 27 persone. Il “Romei” è il 102esimo sommergibile realizzato al Muggiano dal 1907, anno in cui venne varato il “Foca” per la Regia Marina Italiana. Da allora questo cantiere si è sempre distinto nella realizzazione di unità navali, oltre che per la Marina italiana, anche per Marine estere (Brasile, Spagna, Portogallo, Svezia, Danimarca). Romeo Romei Il programma per la realizzazione dei sommergibili “Venuti” e “Romei” è la prosecuzione di quello iniziato nel 1994 in cooperazione con il German Submarine Consortium, che ha già portato negli anni scorsi alla costruzione di sei unità per la Germania e di due per l’Italia, il “Todaro” e lo “Scirè”, consegnati da Fincantieri rispettivamente nel 2006 e nel 2007 e che operano con successo all’interno della flotta della Marina Militare. Il “Romei”, così come gli altri sommergibili della serie, è dotato di un sistema di propulsione silenziosa basato sulla tecnologia delle celle a combustibile in cui l’energia elettrica viene prodotta tramite la reazione di ossigeno e idrogeno, quindi indipendentemente dall’aria, garantendo un’autonomia in immersione notevolmente superiore a quella dei sistemi convenzionali a batteria. L’unità dispone di un sistema elettroacustico perfettamente integrato nel sistema di comando e controllo e di un moderno sistema di automazione del controllo della piattaforma. Romeo Romei Capitano di Corvetta Medaglia d’oro al Valor Militare alla memoria Nacque a Castelnuovo (Cattaro) il 14 agosto 1906. Allievo all’Accademia Navale di Livorno dal dicembre 1924, nel 1928 conseguì la nomina a Guardiamarina e con il 1° luglio 1929 la promozione a Sottotenente di Vascello, stando imbarcato sull’incrociatore Trieste nell’incarico di ufficiale di rotta. Promosso Tenente di Vascello nel 1933, a domanda passò sui sommergibili ed al comando del sommergibile Perla partecipò a missioni speciali durante la guerra di Spagna. Alla dichiarazione di guerra del 10 giugno 1940, richiamato in Patria dalla Base Navale di Tobruk e promosso Capitano di Corvetta, assunse il comando del sommergibile Pier Capponi con il quale si distinse in audacissime e fortunate missioni di guerra, tanto da essere definito dalla stampa avversaria il “Corsaro degli abissi”. In una missione di guerra condotta sulla notte del 10 novembre 1940 nelle acque del Canale di Sicilia (50 miglia a SE di Malta), attaccò risolutamente una forte formazione navale inglese – composta da una nave portaerei e da due navi da battaglia, fortemente scortata da numerosi cacciatorpediniere – colpendo probabilmente una nave da battaglia. Nel corso della missione del 31 marzo 1941 l’unità, salpata da Messina e diretta nel Mediterraneo centrale, fu silurata dal sommergibile inglese Rorqual ed affondò a circa 17 miglia a sud di Stromboli. Nessun superstite fra l’equipaggio. Altre decorazioni: Medaglia di Bronzo al Valore Militare (Mediterraneo occidentale, 22 giugno 1940) Medaglia di Bronzo al Valore Militare (Mediterraneo, 10 giugno 1940 – 12 aprile 1941)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2017

Il futuro del trasporto aereo sarà con mezzi elettrici?

di Alessandro Gori

Mezzi elettrici: auto, autobus, biciclette…aerei? Il futuro dei trasporti è la sostenibilità ambientale, oppure il nostro pianeta ci presenterà il conto amaro. Anche le compagnie aeree faranno la loro parte? La minaccia ambientale causata dall'inquinamento umano è ben presente a tutti, nonostante il negazionismo sponsorizzato da corporations e da politici di scarsa moralità. Una fonte primaria del disastro ecologico dietro l’angolo sono le emissioni dai veicoli di trasporto. In primis le auto, ma anche i mezzi commerciali quali navi e aerei. Forse non sarà la coscienza ambientale a far cambiare alcune pratiche, ma la più classica delle ragioni: i soldi. Infatti i costi del carburante (leggi petrolio) sono già uno dei fattori primari di spesa per le compagnie aeree, tant'è che in certi vertici aziendali già circola l’idea di cambiare il combustibile usato. Lo scorso marzo la Wright Electrics ha mostrato al Tech Crunch Y Combinator Demo Day un progetto per sviluppare un veicolo da 150 posti alimentato completamente (o quasi) a energia elettrica. I membri della compagnia, provenienti da collaborazioni con la NASA e con aziende come Boeing e Cessna, pianificano di convertire innanzitutto un piccolo Piper Cherokee per poi riuscire a stimolare finanziatori per portare avanti il progetto su scala più ampia. EasyJet peraltro sembra già propensa su questa strada. Negli ultimi anni, molte compagnie aeree hanno anche implementato biocarburanti alternativi per alimentare i loro aerei su alcuni  voli. Nel 2016, United Airlines ha lanciato un'iniziativa per utilizzare i biocarburanti su ogni volo da Los Angeles a San Francisco. Alaska Airlines ha sperimentato un biocarburante basato sugli scarti della lavorazione del legno. Wright Eletrics propende anche per sistemi ibridi, il tutto sta a quanto velocemente la tecnologia delle batterie progredirà nei prossimi anni. Le domande vere a nostro avviso sono due: quanti anni ci vorranno per realizzare delle batterie di sufficiente potenza e durata per far volare un aereo passeggeri di linea? Inoltre, l’energia per ricaricare queste batterie da dove verrà? Comunque sia non ci sono dubbi che le compagnie aeree faranno di tutto per ridurre i costi, e se i motori elettrici si dimostreranno un’alternativa vantaggiosa non esiteranno a investirvi massicciamente.  

Leggi tutto    Commenti 0