Articolo
27 mar 2018

5,6 sono i miliardi investiti nel 2017 dalle Ferrovie dello Stato

di mobilita

Il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane, riunitosi oggi sotto la presidenza di Gioia Ghezzi, ha esaminato e approvato il progetto di Relazione finanziaria annuale della società, che include anche il bilancio consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2017. Le FS Italiane si confermano primo gruppo industriale per investimenti in Italia, con un volume per il 2017 pari a 5,6 miliardi di euro (99% sul territorio nazionale), contribuendo al rafforzamento degli investimenti nel Paese in continuità con le azioni programmate nel proprio Piano industriale 2017-2026. Investimenti che hanno generato quasi 100mila posti di lavoro indotti, stima calcolata secondo i parametri forniti dall’ISTAT. Il valore economico distribuito, costituito principalmente dall’insieme dei costi operativi per beni e servizi e per il pagamento del personale, ammonta a 7,2 miliardi di euro (pari al 77% del valore economico generato). Il settore trasporto del Gruppo registra complessivamente un utile di 255 milioni di euro (+56% vs 2016) con azioni che hanno dato concretezza allo sviluppo della mobilità integrata, come accordi con altre compagnie di trasporto e l’introduzione di biglietti integrati. Società leader è Trenitalia, seguita dal gruppo Netinera, controllata FS Italiane in Germania. I ricavi da servizi di trasporto raggiungono 7,1 miliardi di euro (con una crescita complessiva differenziata nei diversi segmenti di business long haul e short haul, pari a +691 milioni di euro rispetto al 2016). Trasporto regionale Per il trasporto regionale sono stati presentati nel corso del 2017 i nuovi treni Rock e Pop, che inizieranno a circolare sui binari italiani dal 2019. Già firmati ordini per 86 nuove unità, altri treni saranno ordinati nel 2018 a seguito della firma dei contratti fra Trenitalia e le Regioni italiane. Nel frattempo, sono entrati in servizio 3 Jazz, 6 Swing, 4 Flirt e 41 carrozze Vivalto e sono state completamente rinnovate 56 carrozze media distanza. Gli investimenti per il materiale rotabile regionale nel 2017 ammontano a 371 milionidi euro. La customer satisfaction dei treni regionali è arrivata all’83,2% di passeggeri soddisfatti: 3,6 punti percentuali in più vs 2016. Per il secondo anno consecutivo si conferma il livello dell’1,1% delle cancellazioni dei treni regionali (Trenitalia best in class europeo). Trasporto a lunga percorrenza Per quanto riguarda il trasporto a media e lunga percorrenza, il 2017 è stato segnato dalla firma del Contratto fra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Trenitalia per il rilancio del servizio InterCity. Inoltre, è stata completata la fornitura dei 50 Frecciarossa 1000 con ulteriori 9 convogli. La flotta complessiva di 150 treni AV ha consentito l’incremento della frequenza e dei posti offerti sulle rotte Milano - Roma/Napoli e Venezia - Roma, grazie anche all’avvio da giugno 2017 del Frecciarossa 1000 a doppia composizione, con due treni connessi tra loro. Trasporto merci Il 2017 è stato un anno storico per il rilancio del settore merci grazie alla nascita, a gennaio 2017, del Polo Mercitalia e all’inizio dell’operatività della società Mercitalia Rail, nata dallo spin-off del settore Cargo di Trenitalia. Testimoniano la forte volontà di rilancio del settore gli investimenti, ripartiti dopo decenni: il contratto per la fornitura di 125 nuovi locomotori elettrici, 5 locomotori di manovra e oltre 250 carri di ultima generazione, così come gli accordi sottoscritti per lo sviluppo della logistica in Italia e all’estero. In particolare, il Polo Mercitalia sta raggiungendo gli obiettivi indicati dal Piano Industriale e, per la prima volta nella storia del business merci, ha generato nell’ultima parte dell’anno flussi di cassa positivi (40 milioni di euro). Trasporto su gomma Busitalia, operatore TPL in Veneto, Toscana, Umbria e Campania, ha rinnovato la propria flotta con 102 nuovi autobus e aumentato la propria offerta di servizio con la nascita di Busitalia Fast, operativa sulla lunga percorrenza in Italia e su tratte europee. Infrastruttura Ottime le performance del settore infrastruttura (risultato netto pari a 263 milioni di euro; +51,1% vs 2016) con la leadership di Rete Ferroviaria Italiana seguita da Italferr nell’engineering. Il 2017 si chiude con oltre 4,4 miliardi di euro spesi e circa 7,5 miliardi di euro di bandi di gara pubblicati che garantiscono importanti investimenti in infrastruttura anche negli anni a venire. Nel 2017 Italferr oltre ad assumere la direzione lavori del Terzo valico, in sostituzione del General Contractor, ha concluso in tutta Italia attività costruttive di oltre 30 opere infrastrutturali. È entrata nel concreto la cura del ferro al Sud: ne sono prova l’apertura della nuova stazione Napoli Afragola, l’avanzamento dell’iter costruttivo e autorizzativo di importanti lotti sia sulla linea Napoli - Bari sia in Sicilia, l’assegnazione di numerosi lavori e lo sblocco di alcune opere infrastrutturali. Inoltre, il settore infrastruttura rivestirà un ruolo ancora più importante sia per migliorare gli standard di sicurezza delle ferrovie ex concesse sia per lo sviluppo delle reti metropolitane nelle principali città italiane, come testimonia l’acquisizione del 36,7% di M5 Milano a giugno 2017. Tra le ferrovie ex concesse, è stato avviato il processo di risanamento di Ferrovie del Sud Est (FSE) per garantire ai cittadini pugliesi standard di servizio e sicurezza – su ferro e su gomma – a livello nazionale. Safety e security Il settore ferroviario ha visto, inoltre, importanti investimenti (40% degli investimenti in infrastrutture) in sicurezza grazie all’incremento da 1 miliardo di euro del 2012 a 1,8 miliardi di euro nel 2017. Investimenti che garantiscono una migliore gestione della circolazione ferroviaria ed elevati standard di regolarità del traffico ferroviario. Anche la security dei passeggeri sui treni e nelle stazioni è stata ulteriormente potenziata negli ultimi anni, con l’obiettivo di fornire una migliore esperienza ai viaggiatori, ad esempio ampliando e rinnovando i sistemi di videosorveglianza a bordo di oltre 600 convogli, in 50 stazioni e in 25 posti di controllo della circolazione. Risultati economici L’EBITDA del Gruppo si incrementa ulteriormente superando i 2,3 miliardi di euro con un EBITDA Margin del 24,9%, indice di gran lunga migliore rispetto sia alla francese SNCF (13,7%) sia alla tedesca Deutsche Bahn (9,9%). L’EBIT a 718 milioni di euro nel 2017 permette di raggiungere un EBIT Margin del 7,7%. È importante sottolineare come l’EBIT 2016 includeva operazioni straordinarie quali le plusvalenze da cessione dell’attività retail delle principali stazioni italiane per oltre 360 milioni di euro. Il 2017, invece, include sopravvenienze attive derivanti dalla nuova normativa sull’energia elettrica per trazione (pari a circa 128 milioni di euro) e maggiori ammortamenti per 72 milioni di euro, in linea con le previsioni legate al trend di investimenti registrati negli ultimi anni. Il confronto quindi fra risultati 2017 (424 milioni di euro) e 2016 (385 milioni di euro), avendo escluso da entrambi le operazioni non ricorrenti, evidenzia una crescita del 10%, proponendo l’utile netto normalizzato 2017 come il migliore dell’ultimo triennio. I ricavi operativi del Gruppo salgono a 9,3 miliardi di euro, con un incremento complessivo di 371 milioni di euro (+4,2% vs 2016; +9,3% al netto delle operazioni straordinarie) realizzato anche tramite operazioni di M&A concluse nel corso del 2017, in coerenza con le linee guida del Piano industriale di Gruppo, fra le quali l’acquisizione della società inglese NXET (ora Trenitalia c2c), di Busitalia Simet, che opera nel segmento servizi gomma long haul, di TrainOSE, che gestisce il servizio di trasporto ferroviario in Grecia, oltre che della società Qbuzz, terzo operatore di trasporto urbano olandese. I costi operativi crescono meno dei ricavi (+351 milioni di euro), a sostegno della crescita del business complessivo. Il Gruppo mantiene un elevato livello di solidità finanziaria con mezzi propri che a fine 2017 si avvicinano ai 38,7 miliardi di euro (+184 milioni di euro sul 2016). La  Posizione Finanziaria Netta (PFN) si attesta a 7,3 miliardi di euro e cresce dell’8% in linea con i fabbisogni finanziari previsti nel Piano industriale di Gruppo, mantenendo il rapporto PFN/EBITDA a 3,1 e il rapporto PFN/Patrimonio netto a 0,19. La solidità finanziaria del Gruppo è riflessa nei giudizi di rating (BBB) rilasciati per FS Italiane nell’autunno 2017 da Fitch e Standard&Poor’s. La sostenibilità L’emissione di un Green Bond da 600 milioni di euro a novembre 2017 permette a FS Italiane, per la prima volta in Europa, di finanziare nuovi treni sia per il trasporto regionale sia per l’alta velocità, e l’elevata domanda generata da tale emissione testimonia la forte credibilità green del Gruppo anche nei mercati internazionali. La volontà di trasformare il Gruppo in un’impresa di mobilità del futuro ispirata ai principi di sostenibilità è testimoniata dall’adesione, ad agosto 2017, al network dell’UN Global Compact, partecipando così al processo di creazione di un’economia globale inclusiva e sostenibile. Le società del Gruppo FS Italiane sostengono lo sviluppo e la promozione delle fonti rinnovabili, sia inserendo esplicite richieste nei bandi di fornitura energetica sia con l’attivazione di impianti fotovoltaici di proprietà. Il trasporto su ferro, in particolare, ha una forte relazione con le energie rinnovabili: la rete ferroviaria in Italia, elettrificata ormai all’80%, consente di beneficiare in modo immediato e diretto della quota di rinnovabili che compone il mix di produzione di energia elettrica e che si attesta intorno al 40% del totale. Nel 2017 è stata aggiudicata una gara per la fornitura di energia elettrica 100% da fonti rinnovabili (certificata e prodotta in Italia) per dieci società del Gruppo FS. Il numero complessivo del personale passa da 70.180 a 74.436 unità, anche come effetto di assunzioni (4.379, di cui 3.400 in Italia) e ingressi per acquisizioni societarie (3.789), al netto del turn over. La produttività media per dipendente (ricavo operativo medio) è cresciuta del 4%, superando i 128mila euro. Nel 2017 per il terzo anno consecutivo, il Gruppo FS Italiane è Best employer of choice, al primo posto nella classifica delle aziende più ambite dai giovani laureati, e ha avviato Women in Motion, programma nato con l’obiettivo di promuovere la carriera delle donne nelle aree tecniche. In particolare, nel 2017 è incrementata l’incidenza percentuale delle dipendenti (15,2%) sul totale. I risultati 2017 si inseriscono in una visione totalmente rinnovata del business che va progressivamente consolidandosi e che mira a fare del Gruppo FS Italiane uno dei leader della mobilità integrata a livello nazionale e internazionale. In tale ultima direzione è da inquadrarsi anche l’operazione di integrazione con Anas, conclusa il 18 gennaio 2018 e che sarà consolidata nel bilancio dell’anno in corso. Nel 2018 il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sarà, quindi, impegnato a proseguire nel percorso di realizzazione del Piano Industriale 2017-2026, focalizzandosi su obiettivi industriali ancor più sfidanti, fondati sui concetti di integrazione, internazionalizzazione e digitalizzazione. Il Consiglio di Amministrazione di FS Italiane, pur in assenza di obblighi di legge, ha introdotto nel corso del 2017 strumenti utili a rafforzare il controllo interno e la gestione dei rischi secondo le migliori pratiche di corporate governance nazionali e internazionali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mar 2018

Alitalia, da oggi gestione commerciale diretta del trasporto merci

di mobilita

Da oggi Alitalia gestisce direttamente le attività commerciali di vendita, distribuzione, revenue management e di supervisione operativa relative al trasporto delle merci su tutti i voli del proprio network. La compagnia italiana riporta quindi in house tutte le attività di commercializzazione del proprio portafoglio prodotti cargo, dopo la cessazione dell’accordo commerciale con Etihad Global Cargo Management Company (EGCMC). L’obiettivo di questa scelta è quello di rilanciare il brand Alitalia Cargo, in Italia e nel mondo, e di valorizzare un settore in crescita, offrendo alle aziende italiane – molte delle quali, a cominciare dalle PMI, hanno nell’export un importante fattore di sviluppo – un unico referente per le esigenze di trasporto merci e di mobilità dei propri dipendenti. Alitalia effettua trasporto merci nelle stive di tutti i suoi aeromobili che operano sul network intercontinentale e sulla maggior parte dei voli domestici ed internazionali, con un ampio portafoglio di prodotti in grado di soddisfare le diverse esigenze di trasporto dei propri clienti. Il network di Alitalia assicura una copertura geografica capillare in Italia e offre numerose destinazioni in ambito internazionale e intercontinentale, oltre ad avvalersi dell’integrazione con un efficace sistema di trasporto su gomma (RFS: Road Feeder Service). La divisione Alitalia Cargo è anche in grado di allestire voli charter cargo on demand collaborando, in questo ambito, con importanti clienti industriali e istituzionali: imprese manifatturiere, operatori postali, banche centrali e ministeri. L'hub merci della Compagnia è presso l'aeroporto di Roma Fiumicino. È possibile conoscere tutti i prodotti offerti dal servizio cargo sul sito della compagnia alitaliacargo.com. Ti potrebbe interessare: Alitalia si riprende l’attività cargo dopo il divorzio da Etihad

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mar 2018

AEROPORTO BOLOGNA | Al via nuovo volo diretto per Tbilisi

di mobilita

Dal 28 marzo prenderà il via il nuovo volo diretto da Bologna per la capitale della Georgia Tbilisi. Il volo sarà operato dalla compagnia di bandiera georgiana Georgian Airways con aeromobili Embraer 190 da 97 posti. “L’Aeroporto di Bologna – commenta Antonello Bonolis, direttore Business Aviation e Comunicazione del Marconi – sarà l’unico aeroporto italiano ad avere un collegamento di linea diretto con Tbilisi. Si rafforza così sempre più la rete di collegamenti con l’Europa Centro-orientale, con voli attivi da Bologna per Albania, Bulgaria, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovacchia, Ucraina e Ungheria”. Nel dettaglio, il nuovo volo avrà due frequenze settimanali: il mercoledì e il venerdì. Il mercoledì la partenza da Tbilisi è fissata alle 9.15 con arrivo a Bologna alle 11.15, mentre il volo di rientro da Bologna partirà alle 12.15 con arrivo della capitale georgiana alle 17.45. Il venerdì partenza dalla Georgia alle 18.30 con arrivo sotto le Due Torri alle 20.30, mentre il volo dal Marconi è programmato alle 21.30 con atterraggio a Tbilisi alle 3.00 del giorno successivo (tutti gli orari sono espressi in ore locali).La Georgia è uno Stato dell’Europa orientale sulla linea di confine tra Europa e Asia e affacciato sulle rive del Mar Nero. Il centro storico di Tbilisi, con le antiche stradine acciottolate, rispecchia la lunga e articolata storia del Paese, che ha subito prima la dominazione persiana e poi quella russa. La città è caratterizzata da vari stili architettonici, che vanno dalle chiese ortodosse orientali ai palazzi in stile liberty, fino alle strutture moderniste di epoca sovietica. Da notare che il modernissimo “Ponte della Pace”, che dal 2010 unisce la città vecchia con la città nuova, è stato progettato dall’architetto e designer ferrarese Michele De Lucchi.Georgian Airways nasce nel 1993 con il nome di Airzena, mentre ha acquisito il nome attuale nel 2004. Compagnia di bandiera georgiana, ha una flotta composta da Boeing 737-700, Embraer 190 e CRJ200. Attualmente, collega Tbilisi con 21 città dell’Europa e dell’Asia occidentale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mar 2018

Aerosmurf di Brussels Airlines oggi pomeriggio a Milano Linate

di Roberto Lentini

Oggi alle 18:00 all'aeroporto di Milano Linate è previsto l'atterraggio  dell'Aerosmurf. il nuovo A320-200 della Brussels Airlines con la livrea dei Puffi che quest'anno festeggiano il loro 60° compleanno. La livrea è stata realizzata dall'italiana Marta Mascellani e il nome Aerosmurf deriva dal titolo di un cartone animato Puffi, che racconta la storia di un piccolo Puffo che sogna di volare e di costruire un aereo. Da allora, il piccolo Puffo è noto come Aerosmurf. Sull'aereo sono rappresentati 9 Puffi, sia come passeggeri che membri dell'equipaggio, Puffetta come capitano e Grand Puffo come copilota. Aerosmurf è il risultato di un concorso lanciato dalla Brussels Airlines l'anno scorso che richiedeva la creatività dei partecipanti, che cercano " nuove idee tanto folli quanto sorprendenti da mettere il Belgio sotto i riflettori " Prima di Aerosmurf sono stati presentati, Rackham (Tintin), Magritte, Trident (Red Devils) e Amare (Tomorrowland). che potete ammirare nella galleria sottostante.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2018

REGGIO CALABRIA | Oggi parte “Music on the bus”, musica itinerante a bordo dei bus ATAM

di mobilita

Oggi prende il via, nella città di Reggio Calabria, “Music on the bus”. un'iniziativa che nasce con l’obiettivo di avvicinare l’arte e la musica calabrese alle persone in un momento di vita quotidiana come quello del viaggio in bus. Si tratta di un format, quello di “Music on the bus”, già collaudato a livello internazionale, accolto sempre con grande entusiasmo dal pubblico per la spontaneità che lo caratterizza. Il piccolo spettacolo verrà trasmesso in diretta su Radio Antenna Febea (100.3/6 fm www.antennafebea.it), media partner dell’iniziativa,  e live nella pagina Facebook di ATAM, per consentire al pubblico sui social di essere il vero protagonista dei prossimi appuntamenti di “Music on the bus” a Reggio Calabria, dal momento che l’iniziativa stessa mette al centro dell’esperienza il piccolo pubblico di passeggeri del bus. Se infatti la community dimostrerà di aver apprezzato le performance musicali, verrà resa artefice degli appuntamenti successivi, avendo la possibilità di scegliere tramite votazione gli artisti che verranno invitati a suonare sul bus. I concerti si svolgeranno sul bus di linea ATAM n. 28, in partenza alle ore 17.30 dall’Aeroporto dello Stretto “Tito Minniti”, a far data dal prossimo 24 marzo con l’esordio a bordo dal Triplet Acustic Trio (Noemi Rugolino - voce e percussioni, Jessica Grande – voce e Chiara Rinciari - voce e chitarra), il 31 marzo il viaggio proseguirà con il soprano Carolina Scopelliti e con Giuseppe Leoni al pianoforte, il 7 aprile sarà la volta del Trio jazz/manouche (Daniele Siclari – Chitarra, Nino Spezzano – Clarinetto,  Alessandro Calcaramo – Chitarra), il 14 aprile la protagonista dell’iniziativa sarà la musica tradizionale calabrese (Peppe Sapone - voce e tamburello, Paolo Paviglianiti – chitarra, Francesco Marrara - strumenti etnici) ed il viaggio si concluderà, per il momento, il 25 aprile con il concerto alla Stele del Partigiano presso la Villa Comunale, organizzato dall’A.N.P.I, ogni anno, in occasione della Festa della Liberazione, con la cantautrice calabrese Francesca Prestia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

REGIONE SICILIANA | Biglietto unico per il TPL nel disegno di legge di stabilità regionale

di mobilita

Nel disegno di legge di stabilità regionale per il 2018 approvato dalla giunta Musumeci è stato inserito il biglietto unico per il trasporto locale che prevede progetti sperimentali di integrazione tariffaria tra i servizi urbani delle tre Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina e quelli ferroviari regionali. Il disegno di legge passerà adesso all’Assemblea regionale siciliana per l’esame da parte delle Commissioni di merito.    

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 mar 2018

Enjoy lancia il nuovo servizio Enjoy cargo

di mobilita

Enjoy lancia il nuovo servizio Enjoy cargo con una flotta di oltre 50 veicoli commerciali con un ampia capacità di carico, perfetti per trasportare in ogni momento gli oggetti ingombranti che non entrano nella tua auto. Il servizio è per ora disponibile a Roma, Milano e Torino e la gestione di tutto il servizio avverrà sempre tramite app, dalla prenotazione all’apertura del veicolo e fino al termine del noleggio. A Milano e Roma ce ne saranno 30 a benzina e 10 bi-fuel, equamente divisi, mentre a Torino se ne troveranno solo 10. La tariffa è di 25 euro, con pre-addebito, per le prime due ore di utilizzo, oltre le quali scatterà il costo al minuto di 0,25€/cent come per le auto, inoltre i primi 50 km saranno gratuiti: una volta superati, si aggiungerà la tariffa di 0,25€/cent al kilometro. Per chi vorrà utilizzare il mezzo tutto il giorno, il costo sarà invece di 80 euro. La flotta è composta per il momento da cinquanta Fiat Doblò Cargo. Quaranta sono a benzina euro 6 e dieci con doppia alimentazione benzina e metano, venti a Milano e Roma (quindici a benzina e cinque bifuel) e dieci a Torino, solo benzina. I veicoli potranno essere rilasciati al termine dell’utilizzo (ma anche in sosta) in qualsiasi parcheggio consentito all’interno dell’area coperta dal servizio. A Milano i Doblò avranno libero accesso all’Area C e i parcheggi saranno consenti sulle strisce gialle per i residenti e sulle strisce blu gratuitamente. A Roma potranno circolare nella Ztl, con esclusione del Tridente, e potranno essere rilasciati gratuitamente sulle strisce blu. A Torino avranno libero accesso e transito nelle Ztl Centrale e Romana (mentre non sarà possibile nelle Ztl trasporto pubblico, Valentino e pedonali) e potranno essere parcheggiati gratis nelle strisce blu e nei 144 stalli prima riservati al car sharing comunale.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

NAPOLI | Oggi parte la manifestazione “Piano City” con duecento eventi gratuiti

di mobilita

Parte oggi la manifestazione "Piano City" con duecento eventi gratuiti, 300 pianisti coinvolti, 60 house concert, 49 location sparse per la città, 160 ore di musica, 3 giorni per un Festival visitato nelle precedenti edizioni da oltre 30.000 persone. Napoli ormai si è abituata al concertone di Piazza Plebiscito, ad ascoltare e vedere i 21 pianoforti distribuiti sotto l’emiciclo del porticato, ai suoi ventuno spazi ricavati tra le colonne. Anche quest’anno Piano City accontenta il pubblico napoletano ed i tanti turisti che popolano la città partenopea. Nelle due passate edizioni il programma prevedeva due composizioni di autori contemporanei scritte appositamente per ventuno pianoforti. Quest’anno invece, saranno proposte pagine celebri dei grandi maestri del passato, in particolare Beethoven, con il suo suggestivo Chiaro di Luna, Bach, con la virtuosistica Toccata e Fuga in re minore, Ravel, con l’ipnotico Bolero. Questi capolavori assoluti sono stati elaborati per 21 pianoforti da tre giovani compositori napoletani, Lorenzo Corrado, Andrea Laudante, Alfredo Giordano Orsini, studenti della scuola di Composizione di Patrizio Marrone. I brani sono stati così modificati timbricamente, forgiati con i colori pianistici a loro volta modificati dalle risonanze del porticato, della piazza, della città, mantenendo inalterata la forma originaria, la loro forza comunicativa, l’inattaccabile bellezza. Prima di ascoltare la piazza risuonare con i suoi ventuno pianoforti, saranno eseguite altre composizioni: le tarantelle di Shostakovich e Rachmaninov per due pianoforti, a cui seguiranno il Valzer dei fiori di Ciaikovski eseguito su quattro pianoforti e poi, in un crescendo di numeri multipli, Libertango di Piazzolla per otto pianoforti, fino a giungere al fatidico numero ventuno, quando finalmente Piazza Plebiscito esploderà grazie all’entusiasmo dei musicisti, del pubblico, della città, di Piano City Napoli. La manifestazione si concluderà domenica. Qui potete trovare il programma completo COLONNATO DI PIAZZA DEL PLEBISCITO. Oggi ore 21.00 21 PIANOFORTI IN CONCERTO.Saranno proposte pagine celebri dei grandi maestri del passato, in particolare Beethoven, con il suo suggestivo Chiaro di Luna, Bach, con la virtuosistica Toccata e Fuga in re minore, Ravel, con l’ipnotico Bolero. Questi capolavori assoluti sono stati elaborati per 21 pianoforti da tre giovani compositori napoletani, Lorenzo Corrado, Andrea Laudante, Alfredo Giordano Orsini, studenti della scuola di Composizione di Patrizio Marrone.Prima di ascoltare la piazza risuonare con i suoi ventuno pianoforti, saranno eseguite altre composizioni: le tarantelle di Shostakovich e Rachmaninov per due pianoforti, a cui seguiranno il Valzer dei fiori di Ciaikovski eseguito su quattro pianoforti e poi, in un crescendo di numeri multipli, Libertango di Piazzolla per otto pianoforti, fino a giungere al fatidico numero ventuno, quando finalmente Piazza Plebiscito esploderà grazie all’entusiasmo dei musicisti, del pubblico, della città, di Piano City Napoli.DIRETTORE: MARIANO PATTIPROGRAMMA:• D.Shostakovic: Tarantella - pianisti Dora Dorti, Fausto Trucillo,• S.Rachmaninov: Tarantella - pianisti Dora Dorti, Fausto Trucillo• P.I. Ciaikovski: Valzer dei fiori - pianisti Dora Dorti, Gennaro Musella, Carla Orbinati, Fausto Trucillo.• A.Piazzolla: Libertango - pianisti Dora Dorti, Gennaro Musella, Carla Orbinati, Fausto Trucillo• L.V.Beethoven: Chiaro di Luna - Elaborazione per 21 pianoforti Andrea Laudante• J.S.Bach: Toccata e Fuga in re minore - Elaborazione per 21 pianoforti Alfredo Giordano Orsini• M.Ravel: Bolero Elaborazione per 21 pianoforti Lorenzo Corrado. Qui potete scaricare il programma completo della manifestazione  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mar 2018

A partire dal 25 marzo Olbia collegata con Milano Malpensa, Napoli, Verona, Torino e Venezia

di mobilita

Con l'arrivo della primavera decollano i voli per l'aeroporto Olbia Costa Smeralda, pronto ad accogliere i turisti aprendo ufficialmente in quest'occasione la stagione primavera-estate 2018. A partire dal 25 marzo Olbia è collegata con Milano Malpensa, Napoli, Verona e Torino, Venezia, che si aggiungono a Bologna, Roma e Milano Linate, offerte tutto l'anno. Durante le prossime vacanze pasquali, fra il 28 marzo e il 3 aprile, Air Italy prevede di trasportare da e per Olbia 11mila passeggeri. La linea che vedrà il maggior numero di turisti in arrivo si riconferma la Milano Linate-Olbia, che in alcune date offrirà fino a 14 voli fra andata e ritorno. Con l'inizio di aprile l'isola si riapre ai turisti che guardano ai voli Air Italy come ponte per uno short break nella Sardegna "slow". Un'offerta imperdibile per gli amanti dello sport e dell'esercizio fisico, ma anche per chi semplicemente trova una ragione di viaggio nella bellezza dei paesaggi colorati primaverili e nella tranquillità che regna sovrana in questo angolo di paradiso. A fare da cornice, per chi non avesse il coraggio di tuffarsi nell'acqua smeraldina o non fosse propenso ad arrampicarsi su un monte per ammirare le mille sfumature di blu e di bianco della costa, c'è un'offerta enogastronomica unica nel panorama nazionale, adatta a tutti i palati e che non si può fare a meno di assaporare. A loro Air Italy dedica i voli plurisettimanali in partenza dal 25 marzo fra Olbia e Milano Malpensa (Sabato e Domenica), Napoli (Giovedì, Venerdì, Domenica, Lunedì), Torino, Verona e Venezia (Venerdì, Domenica e Lunedì). L'alta stagione si aprirà a fine maggio, con l'incremento delle frequenze dei voli avviati in aprile, che diventano tutti giornalieri e l'aggiunta di due linee internazionali per Olbia da Londra Gatwick (da 26 maggio il Sabato, Domenica e Lunedì) e Mosca Domeodedovo (ogni Sabato dal 2 giugno) e infine di Bergamo (dal 1° luglio). Nella prossima stagione primavera - estate 2018 Air Italy servirà 11 aeroporti con voli diretti da e per Olbia Costa Smeralda, delle quali 9 nazionali e 2 internazionali; su queste rotte saranno in servizio degli aeromobili Boeing B737, con una configurazione da 189 posti sui voli nazionali e di 14 posti in business e 168 in economy sui voli internazionali. VOLI DIRETTI AIR ITALY - TARIFFE A PARTIRE DA, A PERSONA, SOLO ANDATA VOLI   NAZIONALI   OLBIA PERIODO OLBIA DA/PER FARE OW ANNUALE MILANO LINATE DA 78€ * ANNUALE ROMA FIUMICINO DA 75€ * ANNUALE BOLOGNA DA 67€ DAL 25 MARZO MILANO MALPENSA DA 57 € DAL 25 MARZO VERONA DA 34€ DAL 25 MARZO VENEZIA DA 38€ DAL 25 MARZO TORINO DA 36€ DAL 25 MARZO NAPOLI DA 38€ DA 1° LUGLIO BERGAMO DA 66€ VOLI   INTERNAZIONALI  OLBIA DA 1° GIUGNO LONDRA DA 50€ DA 1° GIUGNO MOSCA DA 119€ * Tariffe previste dalla Continuità Territoriale Sardegna  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mar 2018

Aeroporto di Fiumicino n.1 al mondo per il miglioramento dei servizi aeroportuali

di mobilita

L’aeroporto Leonardo da Vinci conquista i vertici delle classifiche internazionali del trasporto aereo per quanto riguarda la qualità dei servizi erogati ai passeggeri. Skytrax, infatti, ha assegnato allo scalo della Capitale il prestigioso premio “World’s Most Improved Airport 2018”. Il premio è un riconoscimento globale che la principale società internazionale di rating e valutazione del settore aeroportuale conferisce ogni anno all’aeroporto che, tra un panel di oltre 550 scali in tutto il mondo, ha messo in atto il più forte miglioramento della qualità dei servizi offerti ai passeggeri. La rilevazione viene effettuata da SkyTrax in modo del tutto indipendente, attraverso apposite ricerche di mercato condotte a livello globale su prodotti e servizi “front-line” che concorrono all’esperienza del viaggiatore. Fiumicino è risultato essere, nel 2017 e nel primo periodo del 2018, lo scalo numero uno al mondo per la capacità di innovare e potenziare costantemente servizi come l’accoglienza dei passeggeri, la cortesia e la rapidità dei controlli passaporti, il comfort, l’ordine e la pulizia dei Terminal, la visibilità e la chiarezza della segnaletica aeroportuale e dei monitor infovoli, l’organizzazione e l’efficienza generale dello scalo. È, questo, il risultato della “cura Atlantia”: negli ultimi anni, attraverso una strategia a base di investimenti, innovazione, forte coinvolgimento di tutto il personale, totale concentrazione sulla qualità dei servizi forniti ai passeggeri, il Gruppo che controlla Aeroporti di Roma ha completamente cambiato pelle al Leonardo da Vinci. Il record ottenuto da Fiumicino è confermato anche dalle classifiche di ACI (Airport Council International), associazione indipendente che, attraverso interviste dirette ai passeggeri, valuta la qualità dei servizi erogati da oltre 300 aeroporti in tutto il mondo. Grazie al primato nella classifica ACI dei grandi hub europei per tutto il 2017 (con un punteggio di 4,28 su una scala di 5), il Leonardo da Vinci ha ottenuto il premio “Airport Service Quality Award”, risultando lo scalo più apprezzato dai passeggeri per la qualità dei servizi. Anche in questo caso, lo scalo della Capitale ha ottenuto i punteggi più alti sulla pulizia generale dei Terminal, sulla visibilità della segnaletica aeroportuale, sulla cortesia del personale aeroportuale e su servizi digitali come il Wi-Fi gratuito e illimitato, anche per lo streaming. “I riconoscimenti internazionali di Skytrax e ACI certificano in modo incontestabile il completamento in soli tre anni del turnaround dell’aeroporto Leonardo Da Vinci, considerato oggi un’eccellenza in Europa e nel mondo, e rappresentano per il nostro Gruppo motivo di grande soddisfazione e orgoglio. Premiano l’impegno quotidiano, le competenze e la passione di tutti i lavoratori di ADR, che considero i veri protagonisti di questo successo, e la determinazione con cui abbiamo posto i passeggeri al centro delle nostre strategie e dei nostri investimenti. Naturalmente questi riconoscimenti ci spingeranno a fare ancora meglio, rendendo l’hub di Fiumicino sempre più efficiente e competitivo” ha dichiarato l’AD di Atlantia Giovanni Castellucci. “Si tratta di riconoscimenti importanti per Fiumicino e per la città di Roma. Ogni giorno operiamo progettando soluzioni per rendere sempre più semplice e positiva l’esperienza dei passeggeri in aeroporto. Cortesia, accoglienza, chiarezza delle informazioni, rapidità nei controlli di sicurezza, servizi digitali come egates e wi-fi, animazione e intrattenimento culturale, qualità del food e dello shopping, precisione ed efficienza dei processi sono diventati i tratti distintivi dell’offerta ai viaggiatori nostri ospiti. C’è ancora molto lavoro da fare, perché un aeroporto così grande e importante come Fiumicino si migliora solo grazie a un impegno quotidiano” ha dichiarato l’AD di Aeroporti di Roma Ugo de Carolis. Per festeggiare i due importanti riconoscimenti internazionali, Aeroporti di Roma ha organizzato il “Top Quality Day”, una giornata di animazione artistica e culturale per ringraziare i passeggeri del loro forte apprezzamento. Nei Terminal del Leonardo da Vinci si terranno infatti, per tutta la giornata di oggi 22 marzo, concerti degli artisti dell’Accademia di Santa Cecilia, che intoneranno sinfonie e colonne sonore dedicate al tema della “Vittoria”. All’interno e all’esterno del Terminal, i passeggeri verranno informati e coinvolti attraverso un’apposita campagna di comunicazione.

Leggi tutto    Commenti 0