Articolo
30 ago 2019

BOLZANO | Testato il nuovo bus elettrico, a idrogeno e batterie, il primo di 12

di mobilita

Solaris Urbino 12 hydrogen, questo in nome del nuovo bus elettrico, a idrogeno e batterie, a zero emissioni, destinato al trasporto pubblico locale. Lungo 12 metri per una larghezza di 2,55 metri, e dotato di 29 posti a sedere, ha una capienza passeggeri complessiva di 87 persone e un'autonomia di percorrenza di 350 chilometri. Il bus, che è il primo di una flotta di 12 che la Provincia acquista ed anche il primo del genere in Italia, è stato testato presso il distributore di idrogeno al centro H2 a Bolzano sud, dall’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider e dai vertici di SASA, Francesco Morandi, presidente, e Petra Piffer, direttrice, nonché da Dieter Theiner, presidente del Centro H2, e da Gabriela Kerschbaumer, direttore del dipartimento mobilità. I nuovi bus elettrici, che saranno gestiti da SASA, dovrebbero entrare in servizio alla fine del 2020. Per altri 18 bus sarà bandita una gara con consegna prevista anche per fine 2020.  L’investimento del dipartimento mobilità della Provincia per l’acquisto dei nuovi mezzi ad emissioni zero ha ottenuto il cofinanziamento europeo del 30% tramite il progetto JIVE. L’automezzo è dotato di due motori elettrici, uno con potenza nominale di 60 kW e l’altro di 125 kW. La potenza della cella a combustibile è di 60 kW, la capacità del serbatoio dell’idrogeno è di 36,8 chilogrammi e la potenza della batteria è di 125 kW. “Solo un sistema di trasporto pubblico locale funzionante costituisce una valida alternativa al traffico privato. La Provincia di Bolzano partecipa a molteplici progetti europei di successo interconnessi che puntano sulla mobilità del futuro con mezzi silenziosi e puliti”, ha affermato l’assessore Alfreider sottolineando che in tal modo l’Alto Adige è parte della rete europea di partner molto attivi in questo ambito. "La mobilità è uno dei grandi consumatori di energia e con questa nuova tecnologia possiamo usare energia pulita", ha posto in evidenza Alfreider aggiungendo: "Vogliamo investire in modo massiccio in questa tecnologia e intendiamo collaborare anche oltre i confini provinciali, sia a livello nazionale che internazionale, fornendo il nostro know how, dando un contributo significativo ad esempio per il Corridoio del Brennero, corridoio green". L'obiettivo perseguito nel trasporto pubblico locale è di "abbattere di quasi la metà la vita dei mezzi in circolazione", così l'assessore. I nuovi bus potranno fare rifornimento sia a Bolzano che a Merano; infatti, nell’ambito del progetto europeo LIFE alps presso il deposito bus di Merano sarà predisposto un distributore ad idrogeno dotato di punti di rifornimento rapido. In tal modo passo dopo passo non solo Bolzano, ma anche il resto del territorio provinciale saranno più liberi da emissioni e così più vivibili. “In qualità di società in house il nostro obiettivo è un trasporto pubblico locale efficiente e il più possibile sostenibile a Bolzano, Merano e Laives”, ha affermato il presidente della SASA Francesco Morandi. “Benché i costi d’acquisto siano ancora troppo elevati, i bus ad emissioni zero costituiscono un investimento nella salute dei concittadini ed ogni euro investito nella salute pubblica è ben investito. Per tale ragione per noi di SASA è importante puntare assieme alla Giunta provinciale su forme sostenibili di trazione dei mezzi pubblici”, ha aggiunto Morandi. “I nuovi bus vanno ad integrare perfettamente la nostra flotta di mezzi a emissioni zero” afferma Petra Piffer, direttrice di Sasa facendo presenti le esperienze estremamente positive raccolte con i primi e-bus in dotazione. “Contiamo di impiegare in modo capillare i 12 nuovi mezzi a emissioni zero, al fine di mettere a disposizione dei cittadini un trasporto pubblico dotato di mezzi moderni e puliti”, così Piffer.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ago 2019

Royal Caribbean ha annunciato le novità della nave crociera Freedom of the Seas

di mobilita

Royal Caribbean International ha annunciato le novità che approderanno a bordo della nave crociera Freedom of the Seas  dopo un investimento da 116 milioni di dollari, tra cui La tempesta perfetta duo di scivoli, una piscina con vista dei Caraibi. A partire da marzo 2020, la rinnovata Freedom of the Seas salperà da San Juan, Portorico con crociere nei Caraibi meridionali verso destinazioni idilliache, da Santa Lucia e Antigua alle isole ABC - Aruba, Bonaire e Curacao. Ecco le principali novità The Perfect Storm, il duo formato dagli acqua scivoli Typhoon e Cyclone con tre avventure diverse .  Una nuova piscina con emozioni caraibiche, con una più ampia varietà di posti a sedere e ombra con lettini e amache La Splashaway Bay, il parco acquatico dedicato ai piccoli crocieristi Il Lime & Coconut , il nuovo bar d'autore a bordo piscina del Royal Caribbean, al centro di tutto. Lo spot a tre livelli offre musica dal vivo, una gamma di cocktail e una terrazza panoramica per una visione a volo d'uccello di tutto. I ristoranti, con più sale da pranzo, spaziano dalla cucina italiana, asiatica e messicana, stuzzicando più che mai le papille gustative degli ospiti. La cucina italiana di Giovanni è una novità, una novità per i preferiti degli ospiti. I vacanzieri possono scegliere tra autentici piatti italiani con un tocco contemporaneo, tra cui pizze su ordinazione e cotte nel nuovo forno per pizza interno. Con un'ampia selezione di vini e limoncellos nel menu reinventato, è lo stile "Royal Caribbean" della "cena della domenica" Izumi Hibachi & Sushi, il ristorante di ispirazione asiatica con tavoli teppanyaki e un sushi bar, offre una varietà di antipasti caldi e freddi, antipasti, dessert e altro Playmakers Sports Bar & Arcade, Gli ospiti possono vedere la propria squadra su più di 80 schermi TV,  e fare uno spuntino con un menu di  da bar e birre ghiacciate alla spina El Loco Fresh sarà a bordo piscina e offrirà piatti messicani freschi, da tacos e burritos a quesadillas, insieme a una serie di salse. Per la prima volta, la sede includerà un bar a servizio completo con una selezione di tequilas in offerta. A partire dall'8 marzo 2020, la nuova Freedom navigherà per 7 notti  nel sud dei Caraibi da San Juan. Gli itinerari per tutto l'anno sono previsti per visitare i luoghi tropicali della regione, tra cui Oranjestad, Aruba; Willemstad, Curaçao; Castries, Santa Lucia; Bridgetown, Barbados; Saint Johns, Antigua; e Kralendijk, Bonaire.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ago 2019

ROMA | Parte domani la linea 117 con vetture elettriche completamente a zero emissioni

di mobilita

Domani parte la nuova linea ATAC 117 con vetture elettriche completamente a zero emissioni: da piazza San Giovanni in Laterano a Largo Chigi, un collegamento in più tra il polo ospedaliero San Giovanni-Addolorata, i rioni Celio e Monti, le stazioni metro B Colosseo, Cavour e l’area del Tridente. Dopo l’avvio a maggio scorso della linea 119, da piazza del Popolo a piazza Venezia, parte un altro servizio per muoversi nel centro di Roma.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ago 2019

BOLOGNA | Concluse le prove di agibilità sul people mover

di mobilita

Si sono concluse le prove di agibilità sul people mover condotte dalla commissione del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. I tecnici hanno osservato il comportamento del sistema e degli operatori in simulazione di esercizio e nelle molteplici casistiche di emergenza previste dalla normativa. A ciò si è accompagnata un’approfondita analisi documentale delle certificazioni di tutte le componenti del sistema, cioè le parti infrastrutturali, la centrale operativa e i veicoli. Proseguono nelle prossime settimane come da programma le verifiche richieste dai tecnici della commissione ministeriale, in vista dei sopralluoghi già calendarizzati a fine agosto. Tra le altre verifiche, si svolgeranno anche le prove di evacuazione. A seguire, è previsto il completamento della fase di pre-esercizio, al cui termine sarà rilasciato il Noe (Nulla osta all’esercizio). Nel frattempo, sta per terminare il monitoraggio acustico che, in accordo con il Comune di Bologna, concedente l’opera, la società Marconi Express ha anticipato alla fase di test e di pre-esercizio, al fine di poter verificare i livelli di impatto acustico per risolvere le eventuali anomalie nel più breve tempo possibile. I punti di recepimento delle emissioni acustiche (“ricettori”) sono stati ricollocati per coprire al meglio le zone abitate e maggiormente esposte.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2019

AUTOSTRADE SICILIANE | Attivo un “Punto Blu” allo svincolo di Giardini Naxos a servizio degli utenti autostradali

di mobilita

Da lunedì 5 agosto sarà operativo a Giardini Naxos un "Punto Blu" per il disbrigo delle procedure relative alla vendita dei sistemi di pagamento del pedaggio, alla fatturazione dei transiti, alla riscossione del mancato pagamento dei pedaggi e, in genere, alla assistenza all’utenza. Il "Punto Blu" sarà ubicato al casello di Giardini Naxos e sarà aperto solo nei giorni di lunedì e giovedì dalle 8 alle 13,30 e dalle 15 alle 18, e si aggiunge agli altri "Punti Blu" operanti al Casello di S. Gregorio (A18), alla sede CAS in contrada Scoppo-Messina (Tangenziale), al Casello di Patti (A20) ed al Casello di Buonfornello (A20). L’avvio funzionale del "Punto Blu"di Giardini Naxos sarà dato venerdì 2 agosto, alle ore 9:30, alla presenza dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, del Presidente del Consorzio Francesco Restuccia con la Vice Presidente Chiara Sterrantino ed il Direttore Generale Salvatore Minaldi. Di seguito i servizi messi a disposizione da tutti i Punti Blu: • Attivazione, con contratto cartaceo rilasciato dalla banca o con bancomat/carte di credito convenzionati, controllo/sostituzione dell'apparato Telepass (aziendale, privato e ricaricabile). • Rilascio telepass TWIN (secondo Telepass con il contratto privato); • Rilascio Telepass con il servizio europeo; • Rilascio adesivi per l'istallazione del Telepass (gratuite); • Rilascio batterie Telepass ricaricabile (gratuite); • Attivazione di tessere Premium e Truck; • Vendita Viacard a scalare e rimagnetizzazione delle tessere Viacard. • Adesione contributo mancata restituzione dell'apparato Telepass; • Incasso dei mancati pagamenti del pedaggio; • Ricariche per il Telepass Ricaricabile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2019

L’Italia dallo spazio. Le splendide foto scattate da Luca Parmitano a bordo dell’ISS

di Amedeo Paladino

L'Italia dallo spazio si riconosce facilmente: il suo profilo si staglia nel Mediterraneo, la Sicilia e la Sardegna sono inconfondibilii persino a 400 chilometri di distanza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. L'astronauta italiano Luca Parmitano, da pochi giorni impegnato nella missione dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) ‘Beyond’ sulla ISS ha già inviato il suo saluto alla sua terra d'origine, scattando la prima foto della Sicilia del suo secondo soggiorno nello spazio. La penisola italiana è uno dei soggetti più fotografati: i nuovi scatti dell'astronauta di origine siciliane mostrano l'Italia nella versione diurna e notturna. crediti foto: http://eol.jsc.nasa.gov/ elaborazione foto: http://mobilita.org/  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 lug 2019

Luca Parmitano saluta la Sicilia con uno scatto spettacolare

di Amedeo Paladino

L'astronauta italiano Luca Parmitano, a pochi giorni dal suo arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale, saluta la sua terra d'origine, scattando la prima foto della Sicilia del suo secondo soggiorno nello spazio. Il pilota dell'Aeronautica Militare originario di Paternò, in provincia di Catania, è impegnato nella missione dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) ‘Beyond’. A partire da settembre, Parmitano ricoprirà il ruolo di comandante, primo italiano ad avere questo onore: sarà il terzo astronauta europeo ad assumere questo importante incarico sull'ISS. La Stazione Spaziale Internazionale è un laboratorio orbitante ad un’altitudine di circa 400 chilometri dalla Terra in cui vengono condotti degli esperimenti scientifici in condizioni di microgravità. Ogni 90 minuti compie un giro completo attorno al nostro pianeta.   crediti foto: http://eol.jsc.nasa.gov/ elaborazione: https://www.forumastronautico.it/; https://www.isaa.it/  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2019

L’Aeroporto di Milano Bergamo offre 131 destinazioni in 39 Paesi di Europa e Mediterraneo

di mobilita

La chiusura dell’aeroporto di Milano Linate dal 27 luglio al 26 ottobre avvicina naturalmente i residenti di Brescia e provincia all’aeroporto di Milano Bergamo, che offre 131 destinazioni in 39 Paesi di Europa e Mediterraneo fino all’Egitto e alle isole iberiche atlantiche, con in più la possibilità di utilizzare vantaggiosamente le connessioni per le rotte intercontinentali. E’ quanto offre Alitalia, che dal 27 luglio riapre il collegamento tra Bergamo e Roma Fiumicino, operato con quattro voli giornalieri in andata e altrettanto al ritorno, consentendo sia di raggiungere la capitale e rientrare anche in giornata, sia di proseguire con comode coincidenze con voli di lungo raggio. Il volo Alitalia tra Bergamo e Fiumicino resterà anche nell’orario invernale, che scatta a fine ottobre, con tre frequenze giornaliere. Altra interessante novità è in calendario il 1° settembre, quando British Airways inaugurerà il collegamento con Londra Gatwick, operato tutti i giorni, eccetto il sabato, con un Airbus 320 da 177 posti, e dal 7 dicembre con frequenza giornaliera, incrementando le possibilità di raggiungere la capitale inglese e di avvantaggiarsi di un ulteriore ventaglio di destinazioni internazionali e intercontinentali per proseguire dallo scalo a Gatwick. I residenti a Brescia e provincia, che rappresentano il 17% dell’utenza lombarda, ovvero il 13% del movimento passeggeri all’Aeroporto di Bergamo, corrispondente a 1,7 milioni, hanno a disposizione un network che comprende 92 destinazioni servite da Ryanair, con ulteriore possibilità di sfruttare la rete dei voli in connessione gestita dal vettore irlandese, una dozzina nell’est Europa raggiunte da Wizz Air, con aggiunta a partire dal 24 dei voli su Barcellona operati da Vueling che rafforza l’offerta per rispondere alla comanda crescente di collegamenti con la città catalana. Da Bergamo operano anche Pobeda Airlines per Mosca, Air Arabia Maroc e TUIFly per Casablanca, Air Arabia Egypt per Alessandria Sharm el Sheikh, Arkia per Tel Aviv, Lauda per Vienna, Dusseldorf e Stoccarda, Blue Panorama per Reggio Calabria, Tirana e una serie di destinazioni vacanziere del Mediterraneo, Volotea, con i voli bisettimanali per Pantelleria Lampedusa, quelli in esclusiva per Spalato e Dubrovnik, e il giornaliero per Olbia, e Pegasus Airlines verso il proprio hub di Istanbul collegato con Paesi del medio Oriente, arabi e africani. L’aeroporto di Milano Bergamo ha curato particolarmente il tema dell’accessibilità da est. Per chi arriva in auto è stata introdotta una tariffa giornaliera di 4 euro valida per le aree parcheggio P2 (settore B e scoperto) e P3 scoperto per una sosta da effettuare entro il 9 settembre. Da Brescia l’aeroporto di Milano Bergamo è raggiungibile comodamente anche in bus autostradale, con 11 corse giornaliere in partenza dalla pensilina 24 dell’autostazione dalle 4:10 del mattino alle 20:30 e altrettante corse di ritorno dalle 5:10 del mattino alle 22:30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 lug 2019

AEROPORTO FIRENZE | Il Mit sospende il decreto di ratifica che concludeva la conferenza dei servizi

di mobilita

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha adottato in data odierna il provvedimento che sospende l’esecuzione del decreto direttoriale 6674/2019 con il quale era stata ratificata la conclusione della conferenza dei servizi sull’aeroporto di Firenze, accertando il perfezionamento del procedimento d’intesa Stato - Regione Toscana, relativo al Masterplan dell’Aeroporto “Amerigo Vespucci”. La sospensione si è resa necessaria a seguito della sentenza del TAR Toscana n. 793/2019 che ha annullato il  Decreto di compatibilità ambientale (VIA) del Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministero per i beni e le attività culturali, n. 377 del 28.12.2017 relativo al richiamato Masterplan.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 lug 2019

Meyer Turku incassa il terzo contratto da Royal Caribbean per una nuova nave crociera Icon

di mobilita

Royal Caribbean Cruises Ltd. e il cantiere navale Meyer Turku hanno firmato un accordo (ancora soggetto a finanziamento) sulla consegna di una terza nave da crociera di classe Icon, da consegnare da Turku nella primavera del 2025. Le precedenti navi Icon devono essere consegnate nel 2022 e 2024. Le navi da crociera Icon avranno una stazza lorda di 200.000 e saranno alimentate da GNL. "A Royal Caribbean, siamo costantemente concentrati sul miglioramento dell'esperienza degli ospiti costruendo nuove navi da crociera in cinque diversi paesi.Il design della nave Icon si sta sviluppando bene con Meyer Turku e spingerà i confini di ciò che definisce una moderna nave da crociera. progettato con la massima attenzione alla sostenibilità ambientale e alla riduzione delle nostre emissioni. Insieme al Meyer Turku, abbiamo sfruttato le ultime tecnologie e cerchiamo congiuntamente di svilupparne di nuove. "È con grande sicurezza che ordiniamo orgogliosamente Icon III. Per costruire le tre Icon, ci affidiamo allo sviluppo e alla flessibilità del cantiere di Turku e del cluster marittimo finlandese e ad un ambiente imprenditoriale adatto in Finlandia ", commenta il Vicepresidente esecutivo per il settore marittimo e newbuilding per Royal Caribbean Cruises Harri Kulovaara. Meyer Turku ha una storia di lunga data insieme a Royal Caribbean che è stata dimostrata più e più volte con molte innovazioni e navi che erano e sono ancora le caratteristiche del settore delle costruzioni di navi da crociera. Questi includono tra gli altri la prima passerella Royal Promenade costruita per la Voyager of the Seas nel 1999 e all'epoca rivoluzionarie e grandi navi da crociera Oasis e Allure of the Seas nel 2009 e nel 2010. La costruzione della prima nave Icon inizierà nel cantiere navale Meyer Turku nella primavera del 2020.

Leggi tutto    Commenti 0