Articolo
12 ott 2018

AEROPORTO RIMINI | Protocollo d’intesa per lo sviluppo di flussi turistici da e per San Pietroburgo

di mobilita

AIRiminum 2014, la società di gestione dell’Aeroporto di Rimini, durante il St. Petersburg International Economic Forum 2017 (SPIEF17), ha sottoscritto due importanti accordi strategici con le autorità governative del turismo e con l’aeroporto di San Pietroburgo. L’obiettivo è quello di favorire l’incremento dei flussi turistici di cittadini russi verso il nostro Paese e, viceversa, di cittadini italiani verso la Russia. Il primo accordo, sottoscritto con il Committee for tourism development of St. Petersburg (Committee) e con Northern Capital Gateway (NGC), la società di gestione dell’aeroporto di San Pietroburgo – ha lo scopo di incrementare i voli di linea tra San Pietroburgo e Rimini potenziando e intensificando la cooperazione tra aeroporti e il Governo di San Pietroburgo. Il secondo, sottoscritto con il Saint-Petersburg City Tourist Information Bureau, si pone l’obiettivo di creare e sviluppare in Italia una rete di agenzie di promozione delle ricchezze turistiche e culturali di San Pietroburgo e promuoverla congiuntamente nei mercati internazionali del turismo. L’accordo è stato presentato e ufficialmente firmato oggi, durante un convegno organizzato da Airiminum in occasione della giornata inaugurale del TTG, alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio, l’Assessore al turismo della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini, la Presidente di Airiminum Laura Fincato, con l’AD Leonardo Corbucci. Presente anche il Sindaco di Rimini e Presidente di Destinazione Romagna Andrea Gnassi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2018

Wizz Air dal 1 novembre cambia la politica sui bagagli

di mobilita

Wizz Air annuncia, dal 1 ° novembre 2018, la sua nuova politica sui bagagli che mira a facilitare l'imbarco per i passeggeri e che garantisce a tutti di portare un bagaglio a mano gratuito nella cabina dell'aeromobile su tutti i voli. A partire dal 1 ° novembre, ogni passeggero ha diritto a portare a bordo un bagaglio a mano gratuito (40x30x20 cm), mentre i passeggeri che acquistano WIZZ Priority potranno portare anche una borsa trolley (55x40x23 cm) nella cabina. In base al feedback dei clienti e al cambiamento dei modelli di viaggio, Wizz Air ha introdotto una borsa da 10 kg per facilitare la confortevole esperienza di viaggio con prezzi a partire da € 7. Johan Eidhagen, Chief Marketing Officer di Wizz Air, ha dichiarato: " I passeggeri vogliono prodotti separati e questo è il cuore del modello Ultra Low Cost, anche Wizz Air. Vogliamo offrire ai nostri clienti le tariffe più basse possibili e una visione trasparente dei prezzi dei biglietti. Tramite unbundling di prodotti e servizi, Wizz Air democratizza il modo di viaggiare e consente un'offerta pay-per-need ". La politica di Wizz Air è di incoraggiare i passeggeri ad acquistare WIZZ Priority, che include un bagaglio a mano gratuito (40x30x20 cm), un trolley (55x40x23 cm) da portare a bordo, il check in prioritario e l'imbarco prioritario a partire da € 5 . Le prenotazioni effettuate prima del 10 ottobre per il periodo di viaggio successivo al 1 ° novembre 2018 saranno aggiornate con una borsa da 10 kg gratuita, mentre le prenotazioni con bagaglio registrato verranno aggiornate con WIZZ Priority. Wizz Air ritiene che questo approccio alla politica sui bagagli contribuirà a un imbarco più confortevole e più veloce, a una migliore esperienza del cliente e allo stesso tempo a migliorare le prestazioni in tempo reale della compagnia aerea. Con più certezza che una borsa può stare a bordo e una nuova e più ampia selezione di dimensioni e peso del bagaglio, i clienti ora hanno un assortimento di combinazioni senza precedenti tra cui scegliere. Johan Eidhagen ha aggiunto: " Siamo lieti di presentare la nostra nuova politica del bagaglio trasparente e onesto che offre la più ampia scelta di bagagli per i nostri clienti, consentendo al tempo stesso un bagaglio a mano gratuito per ogni passeggero. Siamo convinti che la nostra versatile offerta di oltre 50 combinazioni di bagagli soddisferà le esigenze dei nostri clienti in modo personalizzato e che i nostri passeggeri continueranno a pagare solo per i servizi che intendono utilizzare. A partire dal 1 ° novembre, renderemo i viaggi più confortevoli offrendo al contempo le tariffe più basse possibili in tutta la nostra estesa rete di 143 destinazioni in 44 paesi. "

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2018

VENEZIA | Ponte della Costituzione: approvata la sostituzione sperimentale di alcuni gradini in vetro con la trachite

di mobilita

La Giunta Comunale ha approvato ieri il progetto esecutivo relativo alla sostituzione, sul Ponte della Costituzione, della pavimentazione in vetro di alcuni gradini con lastre in trachite, materiale di cui sono fatte anche le parti terminali e la fascia centrale del ponte. “I lavori, per un totale di 40 mila euro e svolti da Insula S.p.A – ha commentato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto – riguardano una prima sperimentazione concordata con la Sovrintendenza, per trovare una soluzione definitiva alle problematiche legate al rischio di inciampo e scivolamento delle parti vetrate, soprattutto dove si verifica il cambio del passo delle gradinate, in corrispondenza dei pianerottoli”. Inaugurato nel settembre 2008, il ponte, disegnato dall’architetto e ingegnere Santiago Calatrava, ha una lunghezza di 94 metri (partendo dagli scalini), con una luce centrale di 81 metri circa. La larghezza varia da 5,58 metri su entrambi i lati fino a 9,38 metri nella parte centrale. Il ponte si eleva da una altezza di 3,20 metri sulle sponde fino a 9,28 metri nella parte centrale. “Nel corso degli anni – ha continuato l’assessore Zaccariotto - il ponte è stato attentamente monitorato dal Comune e da Insula per tenerne costantemente verificate la staticità, le saldature e la tenuta. Per effettuare i monitoraggi, sono stati posizionati dei sensori che controllano tutta la struttura (operazione affidata ad una società specializzata che ne analizza puntualmente i dati). Vengono periodicamente verificati la lunghezza o la corda complessiva dell’arco e gli eventuali movimenti all’altezza delle prime costole del ponte, nonché lo stato di tutte le saldature. Il ponte ha fin da subito evidenziato alcune problematiche, specie nelle giornate particolarmente umide o piovose, in parte riconducibili ai gradini in vetro, alle quali nel corso degli anni si è cercato di porre rimedio. Pertanto – ha concluso Zaccariotto - si procederà alla sostituzione integrale di 16 lastre in vetro degli 8 pianerottoli del ponte con elementi in trachite (4 lato Stazione e 4 lato Piazzale Roma). L’utilizzo di questo materiale, tipico dei manufatti del centro storico della città, rappresenta infatti la soluzione più idonea a contenere il rischio d’inciampo. Chiediamo fin da subito di portare pazienza a quanti utilizzano il ponte per il disagio che deriverà dall’esecuzione dei lavori, che avranno una durata complessiva di 30 giorni”. Questo intervento si va ad aggiungere a quanto è stato realizzato lo scorso agosto sulle scalinate in pietra ai piedi del ponte: un lavoro di bocciardatura che l’Amministrazione ha commissionato ad Insula S.p.A. per eliminare il problema di scivolosità dei gradini, accentuata in caso di pioggia e neve. L’operazione permette di conferire un effetto antisdrucciolo ai piani di calpestio, aumentando la sicurezza nell’attraversamento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ott 2018

ROMA METRO C | Aggiornamento dei cantieri

di mobilita

Roma metropolitane ci informa, attraverso il suo inserto, sullo stato di avanzamento della nuova tratta T3: San Giovanni - Fori Imperiali della metro C Stazione Fori Imperiali: nell’area del cantiere lato clivo d’Acilio è in corso lo scavo di ribasso fino alla quota intradosso del solaio di copertura della stazione e prosegue la realizzazione del cordolo sulla testa dei diaframmi perimetrali. Parallelamente è in corso, nella stessa area, la realizzazione del solaio di copertura della stazione. Nell’area opposta, lato clivo di Venere, è stato ultimato il solaio di copertura di prima fase del cunicolo che collegherà la nuova stazione della Linea C alla stazione Colosseo della Linea B ed è stato completato il pozzo per la realizzazione degli interventi di compensation grouting a presidio della stazione Colosseo nelle fasi di sottoattraversamento delle gallerie TBM. È in corso di realizzazione, infine, la paratia circolare di micropali a perimetro del pozzo Colosseo. Monitoraggio monumenti ed edifici storici: proseguono le attività di monitoraggio dei monumenti ed edifici storici potenzialmente interferiti dai lavori della tratta in esame, tra i quali figurano: Colosseo, muro del Muñoz, Tempio di Venere e Roma, Chiesa di San Tommaso in Formis, Villa e Villino Rivaldi, Scuola Vittorino da Feltre, Mura Aureliane a Porta Asinaria e Porta Metronia, Pilone dell’Acquedotto Celimontano, Basilica di Massenzio, Acquedotto Celimontano, Cloaca Maxima. Colonnacce del Foro di Nerva: sono in corso le opere di cantierizzazione ed è in fase di completamento il montaggio dei sistemi di salvaguardia del monumento. Cloaca Maxima: a consegna avvenuta delle aree di cantiere, sono iniziate le opere in progetto finalizzate alla salvaguardia della condotta fognaria, con le attività inerenti al by-pass della cloaca e agli allestimenti correlati alle prescrizioni sulla sicurezza. Pozzo 3.2 (piazza Celimontana): terminato lo scavo di ribasso del pozzo fino alla profondità di circa 44 m da piano campagna, è in corso la posa in opera dell’impermeabilizzazione delle fodere da quota -7,00 m slm a quota +1,75 m slm. Pilone dell’Acquedotto Celimontano (via della Navicella): sul pilone, oggetto di specifici interventi di messa in sicurezza, proseguono le sole attività di monitoraggio. Chiesa di Santo Stefano Rotondo: continuano le attività di consolidamento dell’ambulacro, gli interventi di salvaguardia del tamburo della chiesa, nonché i lavori di protezione provvisoria delle pareti affrescate. Sono terminate, nel frattempo, le opere di consolidamento del muro perimetrale esterno. Chiesa di Santa Maria in Domnica: terminata la posa delle strutture lignee delle navate all’interno della chiesa, è in fase di completamento la posa delle analoghe strutture previste per il portico esterno antistante la chiesa. Pozzo compensation grouting a Porta Metronia: proseguono le perforazioni per l’intervento compensation grouting previsto a salvaguardia delle Mura Aureliane a Porta Metronia durante lo scavo delle gallerie. Stazione Amba Aradam/Ipponio: all’interno della stazione sono terminati gli scavi archeologici sotto la supervisione della Soprintendenza archeologica, a meno del pozzo arcaico, il cui scavo inizierà nei prossimi giorni. Nella zona della stazione lato San Giovanni sono entrate le due TBM e sono state realizzate le paratie di micropali immediatamente antistanti, a protezione dello scavo di ribasso propedeutico ai lavori necessari per la traslazione delle due TBM all’interno della stazione. Nella zona della stazione lato Colosseo è stato realizzato lo scavo fino a quota 3,80 slm. È in corso l’allestimento delle attrezzature per i consolidamenti del tampone di testata. È stata completata la realizzazione del solaio tecnico a quota 19,03 slm ed è in corso la realizzazione del solaio mezzanino a quota 13,51 slm. Man mano che si prosegue con lo scavo, viene infine realizzata l’impermeabilizzazione dei diaframmi. Pozzo 3.3 (giardini di via Sannio): all’interno del cantiere sono in corso le attività di smontaggio di tutti gli apparati a servizio delle due TBM che hanno eseguito lo scavo delle gallerie della sub-tratta pozzo 3.3 - stazione Amba Aradam/Ipponio. Sono in via di completamento i consolidamenti radiali delle due gallerie microtunneling comprese tra il pozzo e la stazione San Giovanni. La realizzazione delle fodere perimetrali del 2° livello tecnico è al momento sospesa per evitare interferenze con le lavorazioni di smantellamento degli impianti a servizio delle due TBM. Gallerie di linea tratta pozzo 3.3 - stazione Amba Aradam/Ipponio: sono state realizzate entrambe le gallerie della sub-tratta. La TBM S-410 binario dispari è partita il 12 marzo 2018 ed è entrata all’interno della stazione Amba Aradam il 26 giugno 2018, dopo la posa di 268 anelli in c.a.. La TBM S-409 binario pari è partita l’8 giugno ed è entrata all’interno della stazione Amba Aradam il 3 agosto 2018, dopo la posa di 274 anelli in c.a.. Al momento entrambe le TBM sono ferme in attesa della realizzazione della soletta di fondo necessaria all’attraversamento a vuoto della stazione. Prima, seconda e terza fase funzionale: Monte Compatri/Pantano - San Giovanni  Restano da completare alcune attività residuali che non influiscono sullo svolgimento dell’esercizio in corso

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2018

MESSINA | Shuttle, da sabato 13 partono i primi correttivi

di mobilita

Il nuovo piano viario, varato da ATM, non decolla e il sindaco di Messina Cateno di Luca ha voluto verificare personalmente come si viaggia sullo shuttle nella zona sud. E' salito a Giampilieri ed è sceso, dopo un ritardo di circa 33m, presso la sede ATM  rendendosi conto che il servizio, così come è impostato, non funziona. Mentre era a bordo ha ascoltato alcune proposte tra le quali: Prevedere delle corse via autostrada da Tremestieri o San Filippo con uscita al centro; Istituire il senso unico da sud a nord nel tratto di via Marco Polo da Contesse a MINISSALE con l'uscita dello Shuttle in Largo La Rosa. Subito dopo il sindaco ha indetto una riunione con le parti interessate per individuare ed applicare le soluzioni (la n 2) in cui si è deciso di avviare i correttivi già da sabato 13. " Abbiamo preso atto di alcuni errori di valutazione a seguito del viaggio che stamani ho fatto sullo shuttle ed abbiamo deciso di mettere in campo da sabato 13 ottobre alcuni correttivi che ruotano attorno alla soluzione proposta dall’ ispettore Capo Domenico Caminiti della polizia municipale di Messina".  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
09 ott 2018

COMISO | Inaugurata la bretella di collegamento per l’aeroporto

di Roberto Lentini

Oggi, alla presenza del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e dall'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, è stata inaugurata la bretella di collegamento dalla S.S. 514 Ragusa-Catania per l'aeroporto di Comiso. Il tempo necessario per la realizzazione è stato di un anno e mezzo per un importo di 4 milioni e 683 mila euro, rispetto ad una base d'appalto di 9 milioni e 201 mila euro. "La bretella di collegamento per l'aeroporto di Comiso non è una tappa di arrivo ma di partenza per completare tutti i collegamenti a supporto dello scalo di Comiso e del porto di Pozzallo" ha affermato il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza. Il prossimo 9 novembre vanno in gara il lotto 3 e 6 di questi collegamenti per 31,5 milioni di euro, e si è in attesa di altri finanziamenti per completare tutto l'asse viario.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2018

VENEZIA | Entro fine anno al via i lavori per 18 colonnine di ricarica

di mobilita

Venezia sempre più proiettata nel futuro e attenta alla mobilità green ed è per questo che, già entro la fine dell’anno a Mestre, Marghera, Campalto, Zelarino, Carpenedo, Gazzera, Favaro e Chirignago verranno installate le prime 18 colonnine per la ricarica di tutti i modelli di auto elettrica presenti sul mercato. Questo è stabilito nel protocollo d’intesa siglato tra il Comune di Venezia e Enel X, la divisione del Gruppo Enel dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali, che prevede, complessivamente, la realizzazione di una rete di ricarica per veicoli elettrici di 50 colonnine di ricarica. "Venezia, con la sua terraferma e il Lido, si attesta essere la prima città, tra le più importanti d’Italia – commenta il sindaco Luigi Brugnaro– nella quale verranno attrezzate piazzole dedicate alla ricarica elettrica. È un progetto che abbiamo fortemente sostenuto e che ora sta prendendo il via grazie ad Enel, che ha sempre sostenuto la Città in questo percorso con un progetto innovativo e che conferma Venezia come territorio all’avanguardia dal punto di vista di incentivi alla mobilità sostenibile e di rispetto dell’ambiente. Fatti concreti e non parole tanto che il nostro impegno è stato certificato anche dal primo monitoraggio quadriennale previsto dal Piano di azione per l'energia sostenibile. Da questo è emerso che il Comune di Venezia, con 4 anni d’anticipo rispetto al 2020, ha già raggiunto l’obiettivo di ridurre le emissioni in atmosfera di inquinanti del 20 per cento”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ott 2018

PORTO VENEZIA | Parte la sperimentazione di ausili digitali alla navigazione

di mobilita

La sicurezza nella manovra e l’accessibilità nautica di uno scalo portuale non discendono solo dalle infrastrutture e dalle condizioni fisiche di un porto ma sono influenzate anche, e sempre di più, dai flussi di dati e di informazioni digitali che, soprattutto se visualizzati su supporti portatili, possono fornire a tutti gli attori della comunità portuale maggiore profondità di analisi per la programmazione delle attività e un ausilio alla navigazione. A questo proposito, l’Autorità di Sistema Portuale, grazie alla stretta collaborazione con la Capitaneria di Porto di Venezia e con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto nazionale, ha deciso di accelerare sul fronte dell’Intelligent Transport System, avviando questa settimana una sperimentazione che consentirà a tutta la comunità portuale di disporre di informazioni aggiuntive in tempo reale su condizioni meteo-marine e di innovativi ausili alla navigazione. I dati relativi alle informazioni meteo sono ricavati dalle rilevazioni dei sensori dell’AdSP, installati lungo i canali di Grande Navigazione, e sono integrati con i dati provenienti da altri soggetti (il PIOPP, con il quale è stato siglato uno specifico accordo di collaborazione, ma anche il Comune di Venezia che offre le proprie rilevazioni in “open data”). Più in particolare, una volta raccolti ed elaborati, i dati e le rilevazioni su vento, correnti, moto ondoso che riguardano tutta la Laguna, le bocche di porto ed entrambi gli scali di Venezia e Chioggia, verranno sintetizzati dall’AdSP e resi immediatamente disponibili a tutta la comunità portuale tramite la piattaforma web iLOGIS (interfaccia digitale per tutti gli operatori del Porto di Venezia gestita dall’Adsp). Parallelamente i dati saranno inviati in tempo reale al Comando Generale della Capitaneria di Porto a Roma per la diffusione a tutte le navi, i comandanti e i piloti presenti nell’Alto Adriatico attraverso il protocollo standard AIS, rendendoli leggibili anche alla strumentazione di bordo. Importante tassello della nuova sperimentazione è l’attivazione di “ATON virtuali”, acronimo di “Aids TO Navigation”, supporti digitali alla navigazione che evidenzieranno sulle strumentazioni di bordo la rotta ideale da seguire per accedere al porto. Il supporto “ATON virtuale” – che a differenza di ogni altro segnalamento marittimo (come può essere una boa o un segnalamento luminoso) è sempre visibile – è la sintesi di una ricerca effettuata, su commissione dell’AdSP, dall’Università degli Studi di Napoli Parthenope sulla base di migliaia di tracciati di navigazione registrati negli ultimi anni all’interno della Laguna. Il progetto “ATON virtuali” sarà sottoposto a sperimentazione diretta a partire da ottobre. In questa fase si raccoglieranno i riscontri da parte dei piloti per migliorare e affinare il servizio, che è da intendersi sia come un ausilio alla sicurezza nella navigazione, sia come un supporto all’operatività degli scali di Venezia e di Chioggia in condizioni meteo-marine che, fino ad oggi, potevano determinare incertezze sul fronte dell’accessibilità nautica. A completare il quadro, si avvierà la sperimentazione dei dispositivi PPU (Pilot Portable Units), costituiti da un kit formato da un’applicazione e relativo tablet e da un’antenna GPS portatile dotata di accelerometri e giroscopi. Tali dispositivi verranno testati dai piloti, che potranno geolocalizzare perfettamente la nave e i relativi movimenti grazie all’antenna portatile, guidandola con l’ausilio di un’applicazione mobile che sfrutta una cartografia aggiornata del porto e che rileva tutte le informazioni meteorologiche e le indicazioni di rotta già descritte. L’utilizzo delle PPU permetterà anche alle navi dotate di strumentazione obsoleta di sfruttare le innovazioni tecnologiche introdotte. Pino Musolino, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, dichiara: “La sfida per la competitività di un porto si gioca prima di tutto sul mantenimento e sul miglioramento dell’accessibilità acquea – e a questo proposito non posso non ricordare l’urgente problema del conferimento dei sedimenti dragati dal fondo dei canali –, nel ventunesimo secolo, però, le infrastrutture fisiche vanno necessariamente affiancate e potenziate dalle infrastrutture digitali.Per questo, intendiamo accelerare sul fronte information technology, mettendo a disposizione di tutta la comunità portuale una quantità sempre maggiore di informazioni utili al decision making, che siano di facile lettura e che permettano di efficientare l’attività, ottimizzando arrivi e partenze delle navi. L’operazione mira a eguagliare le innovazioni introdotte nei migliori porti del Nord Europa e del mondo. Conoscere esattamente quanti sono i metri di visibilità in Laguna in una giornata di nebbia, visualizzare la posizione di una nave in tempo reale rispetto alla rotta ideale, disporre su supporti portatili di una cartografia dettagliata e aggiornatissima, sono solo alcuni degli elementi che permetteranno a comandanti e piloti – oltre che ad agenti, terminalisti e armatori – di prendere decisioni più ponderate e razionali nella loro attività quotidiana”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2018

Allarme ambientale per una collisione tra nave portacontainer e traghetto

di mobilita

Un incidente tra un traghetto tunisino, il Cotunav Ulysse  e una portacontainer cipriota la Csl Virginia, è avvenuto questa mattina a nord-ovest della Corsica. Non si registrano feriti ma l’incidente ha provocato lo sversamento di carburante in mare. La Francia ha chiesto il supporto all’Italia per fronteggiare l'emergenza inquinamento. La centrale operativa della Guardia Costiera italiana ha disposto l’invio nella zona di un Atr42 per l’attività di monitoraggio. Su direttiva del ministro dell’Ambiente italiano, inoltre, sono state inviate anche tre unità navali d’altura, si tratta di mezzi della Castalia adibiti al contenimento dello sversamento: la Nos Taurus di Livorno, la Bonassola di Genova e la Koral da Olbia. "Per il momento, il danno significativo dalla collisione ha portato a uno squarcio di diversi metri nello scafo di Csl Virginia, e una macchia è stata notata attorno a entrambe le navi, la cui natura deve ancora essere confermata", hanno fatto sapere dalla prefettura di Tolone.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2018

ROMA | Tutto il weekend culturale con musei civici e Fori, gratis domenica per i residenti

di mobilita

Domenica 7 ottobre, come ogni prima domenica del mese, ingresso gratuito in tutti i Musei civici per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana. L'iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. L'ormai tradizionale evento della prima domenica del mese si somma a quello che apre le porte di Palazzo Senatorio in Campidoglio, prezioso edificio sede dell'amministrazione dove, sempre per la giornata del 7, sono previste visite guidate e anche in questo caso gratuite. Un'occasione per visitare, oltre alle preziose collezioni permanenti, anche le mostre temporanee in corso in molti degli spazi capitolini: da Villa Torlonia all'Ara Pacis, dalla galleria d'Arte Moderna ai Musei Capitolini, dal museo Carlo Bilotti al Canonica a Villa Borghese. Aperto gratuitamente al pubblico anche il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali dalle ore 8.30 alle 18.30. L'ultimo ingresso è alle 17.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il camminamento nel Foro di Nerva, da dove si accede al Foro Romano mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato. E non dimenticare che chi vive o studia a Roma può acquistare la MIC, card che permette l’ingresso illimitato per dodici mesi nel Sistema dei Musei Civici al costo di 5 euro. Ma il palinsesto culturale del fine settimana capitolino non si ferma ai musei e spazia tra musica, festival, biblioteche, cinema, teatro, fotografia e altro. Qui una guida ragionata per andare a colpo sicuro in questo weekend.

Leggi tutto    Commenti 0