01 giu 2019

ROMA | La realtà aumentata arriva al Circo Massimo


Grazie alle nuove tecnologie potrete ammirare come è cambiato nel corso della storia il più grande palcoscenico per lo spettacolo dell’antichità.

Si chiama Circo Massimo Experience, il progetto all’avanguardia che integra tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni.

Indossando dei visori collegati ad uno smartphone e a degli auricolari, i visitatori, potranno ‘entrare’ nel sito archeologico e vedere le evoluzioni di uno dei luoghi simbolo di Roma: dalla prima costruzione in legno, ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino ai primi decenni del ’900. Ad accompagnare i visitatori saranno le voci degli attori Claudio Santamaria e Iaia Forte (la narrazione è prevista anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo).

Il percorso si snoda in 8 tappe: la Valle e le origini del Circo, il Circo da Giulio Cesare a Traiano, il Circo in età imperiale, la Cavea, l’Arco di Tito, le Botteghe (tabernae), il Circo in età medievale e moderna e, infine, “Un giorno al Circo”.

ll progetto, promosso da Roma Capitale insieme all’Assessorato alla Crescita culturale e alla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che si occupa della direzione scientifica, è organizzato da Zètema Progetto Cultura ed è realizzato da GS NET Italia e Inglobe Technologies.

 


Circo Massimorealtà aumentataroma


Lascia un Commento