18 ott 2018

Venezia “Città smart” con il Progetto europeo “Smarter Together”


Un autobus per raccogliere idee, critiche, suggerimenti da parte dei cittadini del quartiere della Gazzera per pensare, e contribuire a realizzare, assieme all’Amministrazione comunale la città “smart”del futuro.

Si è conclusa con la visita al “BusLab”, da parte dei delegati delle città europee presenti, la “due giorni” di approfondimento tecnico sui temi della Smart City, promossa nell’ambito del progetto europeo “Smarter together”.

 “Venezia vi partecipa – ha ricordato questa mattina, nel corso della tavola rotonda tenutasi al Municipio di Mestre, il delegato del sindaco alla Smart city, Luca Battistella - supportata dalle sue aziende pubbliche (Avm, Venis, Veritas e Ive), con l’obiettivo di ricercare soluzioni innovative nell’ambito della mobilità urbana, dell’efficienza energetica, delle energie rinnovabili e della ristrutturazione di edifici eco-compatibili. Il progetto ‘Smarter together’, in particolare, prevede che tre ‘città faro’ (Lione, Vienna e Monaco) realizzino soluzioni ‘smart’ integrate per soddisfare le nuove esigenze dei cittadini, migliorare i servizi pubblici e favorire la nascita di città intelligenti, e che tre città follower (Venezia, Sofia e Santiago de Compostela) seguano l’implementazione del progetto, con l’obiettivo di verificare a livello locale l’effettiva replicabilità delle soluzioni ‘smart’ scelte dalle città faro.”

La giornata odierna è stata dedicata, in particolare, proprio alla discussione pubblica delle strategie “Smart” individuate nell’ambito del progetto europeo, potenzialmente replicabili nel territorio veneziano.

Dopo la presentazione del progetto predisposto dal Comune di Venezia, da parte della dirigente del Settore Ricerca fonti di finanziamento e Politiche comunitarie, Paola Ravenna, sono state illustrate dai delegati delle città di Vienna e Monaco le esperienze fatte in queste città, a cui è seguito un momento di confronto generale, a cui hanno preso parte, tra gli altri, anche gli assessori comunali alla Mobilità, Renato Boraso, e ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto.

 “Questo progetto europeo – ha sottolineato Boraso, nel portare ai partecipanti, assieme all’assessore Zaccariotto, il saluto della città – è molto importante per Venezia, che vuole restare al passo con le principali città europee anche nel campo dell’innovazione. Alla Gazzera abbiamo avviato un significativo percorso di condivisione con i cittadini, per pensare la nostra città del futuro, ma stiamo compiendo anche azioni concrete nel presente.

Nel quartiere di Lido-Pellestrina abbiamo ad esempio avviato il progetto di trasformare l’intera rete di trasporto pubblica automobilistica, utilizzando solo mezzi elettrici. Una prima tranche, per una spesa di 6 milioni di euro, è già stata compiuta, e presto avvieremo la restante per un investimento di altri 14 milioni di euro.”


Città smartSmarter Togethervenezia


Lascia un Commento