27 mar 2018

MILANO | Entra in servizio il primo bus elettrico acquistato da ATM


Da oggi entra in servizio il primo bus elettrico acquistato da Atm che rientra nel lotto di 25 bus ordinati dall’Azienda.

Un investimento di 14 milioni di euro per iniziare il rinnovo e la conversione all’elettrico della flotta di superficie.

I primi 25 autobus saranno consegnati in 2 lotti: il primo da 10 veicoli sarà concluso entro metà aprile, mentre il secondo da 15 veicoli sarà consegnato a partire da ottobre, per concludersi entro fine anno. I primi 10 bus entreranno in servizio sulla linea 84 che percorre la tratta San Donato M3-Largo Augusto.

Questo è solo il primo passo di un progetto di rinnovo della flotta che prevede entro la fine di quest’anno l’avvio di una gara per ulteriori 175 bus elettrici.
Nei prossimi 10 anni – anche alla luce dei finanziamenti approvati dal Governo e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dedicati proprio al Tpl a favore della sostenibilità ambientale – Milano vedrà 1 miliardo di euro in investimenti solo sull’elettrico, di cui Atm ne sostiene la metà con risorse proprie.

Come annunciato lo scorso dicembre il piano dell’Azienda è molto ambizioso e punta ad acquistare dal 2020 solo ed esclusivamente mezzi elettrici, anticipando di cinque anni gli impegni presi a Parigi dal Sindaco di Milano Giuseppe Sala al vertice Together 4 Climate del network C40 Cities. L’obiettivo dichiarato è quello di arrivare, entro la fine del 2030, a una flotta composta da 1.200 bus elettrici. Atm renderà concreto l’impegno al C40 di avere una Zero Emission Zone, anzi, andrà oltre, perché tutta la sua flotta sarà elettrica, anche quella che servirà le periferie. Inoltre, tutti i depositi saranno riconvertiti, e verranno costruite ex-novo tre strutture innovative.

07288103

CARATTERISTICHE DEI NUOVI BUS ELETTRICI 

I 25 nuovi bus elettrici da 12 metri, che da oggi iniziano a percorrere le strade milanesi, sono stati acquistati a seguito di procedura di gara ad evidenza pubblica che ha visto l’aggiudicazione a Solaris Bus & Coach SA. Sono mezzi dotati di impianto di climatizzazione, videosorveglianza e postazione per il trasporto dei disabili senza elevatore grazie al pianale integralmente ribassato.

Le nuove vetture sono in linea con i programmi di contenimento delle emissioni relative alla flotta da impiegare nel Tpl dell’area urbana di Milano, e sono alimentate da batterie con tecnologia al litio-ferro-fosforo (con capacità complessiva di 240 kWh) che garantiscono un’autonomia di circa 180 km e senza la produzione di alcun tipo di emissione inquinante (zero particolato, zero ossidi di azoto, zero monossido di carbonio, zero idrocarburi incombusti). La ricarica delle batterie avviene in circa 5 ore al rientro in deposito, grazie a una colonnina di ricarica con potenza di 80 kW.


ATMbus elettricomilano

2 commenti per “MILANO | Entra in servizio il primo bus elettrico acquistato da ATM
  • filotramviaria 25
    28 mar 2018 alle 11:28

    E’ la stupida moda del momento: mi sembra la scoperta dell’acqua calda……………….SOLO SVANTAGGI!! : costosissimi gli autobus elettrici, costosissima la manutenzione, spazio disponibile all’interno INFERIORE a un autobus normale,a quanto dicono SEDILI SCOMODI in in numero INFERIORE di un autobus normale; ma soprattutto FUTURO MOLTO INCERTO E RISCHIO DI FALLIMENTO COLOSSALE!!! non era meglio il FILOBUS TRADIZIONALE CON ASTE E FILO ELETTRICO ? secondo le teste di CA]]O di oggi era obsoleto…………….invece noi siamo all’avanguardia……………….RIDEREMO FRA UN PAIO DI ANNI….RIDEREMO vedendoli buttati nei depositi .

  • punteruolorosso 1079
    27 apr 2018 alle 12:50

    sì il filobus è molto più bello. ci si è fissati che i fili fanno schifo. a me piacciono. a chi si scandalizza per i fili, i camion sul lungomare non dànno nessun fastidio.


Lascia un Commento