10 mar 2018

Una funicolare interrata per collegare Capri con Anacapri


Lo scorso 28 febbraio è stato presentato a Capri il progetto di una funicolare interrata, che dal porto di Marina Grande dovrebbe condurre al centro di Anacapri.

Lo studio di fattibilità è stato redatto dalla società Sintagma e prevede un tunnel lungo 3 chilometri, 810 giorni di lavoro di scavo, 840 per la costruzione delle infrastrutture e le prove tecniche, per un costo stimato di 101 milioni di euro.

Per i due sindaci di Capri e di Anacapri l’opera non prevede impatti sull’ambiente e sul paesaggio e produrrà una riduzione notevole del traffico tra Capri e Anacapri, dove d’estate i tempi di percorrenza arrivano fino a 45 minuti. Inoltre sottolineano che l’opera “non ha l’obiettivo di aumentare il numero di persone che vengono sull’isola“.

Il progetto prevede diverse soluzioni che riguardano soprattutto la stazione di partenza. La prima prevede una stazione nei pressi di Marina Grande con una galleria lunga 2940 metri, la seconda soluzione prevede una stazione nei pressi del porto turistico e una galleria lunga 2616 metri.

capri3

La stazione di arrivo, prevista ad Anacapri, dovrebbe essere la Stazione “Parco giochi”.

Per lo stilista Rocco Barocco, che ha casa da trentacinque anni sull’isola, una simile infrastruttura rappresenterebbe “uno scempio”.

Il sindaco di Anacapri Cerrotta si dice  comunquepronto a un confronto per valutare ciò che è più consono rispetto alle aspettative sia dei cittadini che dei nostri ospiti”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.


AnacapriCAPRIfunicolare interrata

3 commenti per “Una funicolare interrata per collegare Capri con Anacapri
  • filotramviaria 25
    11 mar 2018 alle 10:40

    Ma si interrassero quelli che hanno queste idee !!!!! La funicolare,cosi’ come e’ e’ un grazioso trenino PANORAMICO che perfettamente si adatta all’isola di Capri.Maledetti coloro che hanno la mania di interrare tutto !!

  • punteruolorosso 1078
    21 mar 2018 alle 9:51

    un progetto criminale in un’area a forte rischio idrogeologico. dovrebbero investire i soldi per combattere gli incendiari e consolidare i le montagne a rischio frana.


Lascia un Commento