25 gen 2018

Incidente Trenord, circolazione ferroviaria interrotta, autobus sostitutivi


La circolazione sulla linea ferroviaria Milano – Brescia è interrotta dalle 7.00 di questa mattina per lo svio del treno regionale 10452 di Trenord nella stazione di Pioltello Limito. che ha causato la morte di tre donne e 46 feriti, di cui 4 in codice rosso, nessuno in pericolo di vita

Fra Milano e Brescia il traffico è sospeso su entrambe le linee (direttissima e lenta). In corso di accertamento le cause dell’incidente.

I collegamenti delle Frecce tra Milano e Venezia percorrono l’itinerario alternativo Bologna – Verona, con conseguenti allungamenti dei tempi di viaggio. I clienti che intendono rinunciare al servizio avranno la possibilità di richiedere il rimborso integrale del biglietto.

Per i viaggiatori delle Frecce in partenza e in arrivo sulla tratta Milano – Verona, non servita al momento dal servizio ferroviario, Trenitalia ha istituito servizi di bus sostitutivi.

Sul sito di Trenord è possibile rimanere aggiornati in tempo reale sulle tratte ferroviarie.

Presentano “grave criticità” le linee Novara-Milano-Treviglio, Bergamo-Pioltello-Milano, Cremona-Treviglio, Verona-Brescia-Treviglio-Milano e Treviglio-Milano-Varese. I treni delle linee suburbane S5 (Varese-Milano passante-Treviglio) e S6 (Novara-Milano passante-Treviglio) alla stazione di Milano Porta Garibaldi viaggiano sui binari in superficie.

Istituiti da Trenord autobus sostitutivi per i viaggiatori del trasporto regionale.

Su questo sito di Trenord potete verificare la presenza di autobus sostitutivi.

Per facilitare gli spostamenti, oggi chi ha abbonamenti o biglietti Trenord può viaggiare liberamente su tutta la rete di mezzi pubblici gestita da ATM (Agenzia Trasporti Milanesi), che avranno una maggiore frequenza

Rete Ferroviaria Italiana, responsabile dell’infrastruttura, sta valutando le ragioni dell’uscita dai binari.

Secondo i primi accertamenti tecnici, il treno 10452 (Cremona 5.32-Milano Porta Garibaldi 7.24) stava transitando regolarmente dalla stazione di Pioltello quando le ultime tre carrozze sono uscite dai binari.

La causa della tragedia potrebbe essere il cedimento strutturale di un pezzo di binario di 23 centimetri 

2e76c28486e5d7efb5295ab25c17de3f

La rotaia che ha ceduto sulla linea Cremona-Milano FOTO ANSA

“Il nostro pensiero e il nostro cordoglio vanno innanzitutto alle famiglie delle vittime; esprimiamo la nostra vicinanza ai feriti e a tutte le persone che erano a bordo del treno”. Queste le prime parole dell’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè, giunta immediatamente sul luogo dello svio del treno partito da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi.

Ecco il commento del ministro dei Trasporti Graziano Delrio:

“Cordoglio per le vittime dell’incidente ferroviario, vicinanza ai feriti, ai familiari e a tutti i viaggiatori coinvolti. Il diritto alla mobilità deve partire dalla sicurezza delle persone come garanzia imprescindibile. In questa direzione occorre continuare a lavorare da parte di tutti. E’ presente sul posto l’Agenzia nazionale della Sicurezza Ferroviaria del Mit – ha aggiunto – per condurre accertamenti ispettivi sulle cause tecniche dell’incidente”


incidente ferroviarioMilano bresciaritarditrenord


Lascia un Commento