28 nov 2017

TRENTO | Nuovi collegamenti ferroviari con le frecce


Le “FRECCE” che collegano la Regione del Trentino Alto Adige con Roma e Napoli fermeranno anche a Ora durante la stagione invernale.

Assicurati quindi i collegamenti veloci per turisti e viaggiatori che salgono da Roma Firenze Bologna e raggiungono le valli di Fiemme e di Fassa. Sono 12 complessivamente i collegamenti tra Trento e Roma ogni giorno.

“Si tratta di un passaggio importante: - ha annunciato l’assessore Mauro Gilmozzi -oggi abbiamo avuto notizia, dopo una interlocuzione avvenuta già lo scorso anno – quando con una mozione approvata in consiglio provinciale avevamo chiesto a Trenitalia di garantire una fermata a Ora per le Frecce, in modo che in particolare gli ospiti delle Valli laterali potessero scendere e salire e utilizzare il servizio cadenzato svolto da Sad e Trentino trasporti esercizio verso/da Cavalese Predazzo Moena e Canazei- che dal prossimo 10 dicembre il treno Frecciargento del mattino, che parte da Roma alle 5.45 e arriva a Trento alle 10.25 e a Ora verso le 11, si fermerà in quella località per consentire un facile trasbordo sui servizi di linea su autobus; al contempo anche la corsa Frecciargento che scende da Bolzano verso Roma nel tardo pomeriggio fermerà a Ora”.

Si tratta di una novità rilevante che è stata garantita per il periodo della stagione invernale dal 10 dicembre fino al 31 marzo 2018 nei giorni di venerdì sabato e domenica. Si valorizza in questo modo la possibilità per gli utenti di rinunciare, per arrivare e tornare dalle località turistiche, all’automobile, facendo interscambio a Ora con il servizio cadenzato su bus che serve la tratta da Ora fino a Penia e ferma in tutte le località e le valli di Fiemme e di Fassa.

L’assessore Gilmozzi ha voluto con l’occasione anche ricordare la cospicua oramai offerta di servizi ferroviari veloci che collegano il Trentino con Roma passando per Bologna e Firenze: sono sei le corse che scendono e sette le corse che salgono da Roma ogni giorno.

“Fa molto piacere” – ha concluso l’Assessore- che Trenitalia abbia tenuto conto dell’esigenza oggettiva di ampliamento dell’offerta della mobilitò turistica per le Valli di Fiemme e Fassa e non solo: da un lato le valli turistiche possono offrire agli ospiti una nuova modalità di accesso più sostenibile ed in linea con le azioni che la Provincia sta mettendo in campo su questo fronte, a partire dal potenziamento estivo della mobilità; dall’altro, disporre di 12 corse Frecciargento ogni giorno rappresenta un rilevante elemento di attrattività del territorio provinciale nella sua interezza”.


collegamenti ferroviarifreccetrento


Lascia un Commento