22 ago 2017

Dal 2019 auto più “connesse”: il diktat della CE per la sicurezza


Auto sempre più intelligenti e sicure. E’ questa l’indicazione che arriva da Bruxelles dove la Commissione Europea ha previsto dei  finanziamenti per favorire l’innesto di nuove tecnologie nelle auto, che consentano di diminuire gli incidenti.

Le nuove strumentazioni dovranno essere obbligatorie in ogni nuova auto prodotta e consentirà  lo scambio di dati tra il veicolo e gli operatori del traffico/ servizi di emergenze e le altro auto sulla strada.

I conducenti di fatto potrebbero ricevere avvisi su una serie di variabili come il meteo, il traffico, i cantieri stradali o veicoli di emergenza nelle vicinanze. Sebbene già alcune vetture attuali siano dotate di queste nuove funzionalità, spesso si tratta di veicoli di fascia alta, non accessibili a tutti. La volontà dichiarata è diffondere queste tecnologie in tutte le vetture.

La CE investirà diversi miliardi di euro, attivando progetti di ricerca tecnologica attraverso il programma “Horizon 2020″.

In questa ricerca saranno oggetto di studi anche metodologie e strumenti per prevenire fenomeni di hackeraggio remoto. Infatti, la diffusione della tecnologia nelle vetture ha aumentato il rischio di intrusioni telematiche che potrebbero compromettere la sicurezza delle vetture stesse.


comunità europeahorizon 2020sensorismart car


Lascia un Commento