21 mar 2017

Nice to meet you G7!


Dopo il successo della prima edizione, ritorna “Nice to meet you il programma di Open Government con il Patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  (MIT)  per trovare soluzioni innovative per le infrastrutture e la mobilità. 

Il progetto “Nice to meet you”, ideato da ItaliaCamp e patrocinato già lo scorso anno dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è un modello innovativo per avvicinare il Ministero a Cittadini, Università, professionisti e startup di settore, per coinvolgerli attraverso una “concorso” e avviare un processo di partecipazione ed emersione di soluzioni innovative nel campo della mobilità e delle infrastrutture.

Verranno individuati e premiati, a livello nazionale, i migliori progetti e le migliori proposte di policy nel campo delle infrastrutture e della mobilità.

Seguendo lo slancio del Governo sul progetto Open Government e puntando l’attenzione sull’utilizzo delle nuove tecnologie al servizio del cittadino, “Nice to meet you G7!” sarà focalizzata sul tema della sostenibilità:

  • sostenibilità economica: realizzazione di progetti funzionali ed economici,
  • sostenibilità ambientale: al rispetto e tutela dell’ambiente,
  • sostenibilità sociale: sviluppo di infrastrutture accessibili a tutti e in grado di connettere i centri con le periferie.

Rappresenta, dunque, la volontà del Ministero di continuare ad investire in un modello di apertura ed inclusione ad alto contenuto di innovazione per lo sviluppo delle infrastrutture, a tutela dell’ambiente e del territorio, delle esigenze di mobilità e accessibilità dei cittadini, includendo i segmenti sociali più vulnerabili. Il tutto, attraverso un crescente utilizzo di Open Data e servizi co-modali, con la riqualificazione e progettazione di infrastrutture integrate e all’avanguardia.

La seconda edizione del progetto dal titolo “Nice to meet you G7“, realizzata sotto gli auspici della Presidenza Italiana del G7, è partita il 7 marzo con l’evento di lancio di Terrazza Termini, per concludersi il 21 e il 22 giugno a Cagliari con il G7 Trasporti 2017. In questo incontro saranno presenti la Commissaria Europea Violeta Bulc e i Ministri dei Trasporti di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Usa.

Il vertice sarà l’occasione per proseguire il percorso avviato nell’ultimo summit di Karuizawa sul dibatto legato al ruolo sociale delle infrastrutture e all’uso delle tecnologie avanzate per migliorare la sicurezza su strada.

Le infrastrutture possono infatti contribuire a migliorare le condizioni degli individui e garantire l’accesso tanto ai servizi essenziali (salute, scuola, collegamenti, etc.) quanto a tutte quelle pratiche sociali che favoriscono la piena integrazione, in contrasto con i fenomeni di esclusione sociale.

Il vertice non si focalizzerà solo sull’accessibilità delle infrastrutture, ma discuterà il ruolo delle stesse anche in relazione ai segmenti sociali più vulnerabili: le infrastrutture non solo come strumento per l’integrazione, ma anche per recuperare il senso di appartenenza a una comunità attraverso forme di coinvolgimento e partecipazione dei cittadini nelle decisioni pubbliche che contribuiscono a creare coscienza civica.

Al tempo stesso, quando si parla di infrastrutture stradali, il tema della sicurezza diventa prioritario e investe gli sviluppi tecnologici sui veicoli che possono diventare i motori di una nuova crescita economica.

In proposito, durante il precedente summit di Karuizawa (Nagano – Giappone) i Ministri hanno concordato che le tecnologie per veicoli e strade debbano integrare il concetto di mobilità sostenibile, al fine di innovare e trasformare non solo il traffico su strada, la mobilità e l’industria di settore ma anche la società in generale, attraverso la declinazione dei principi di accessibilità, equità e coesione sociale.


Lascia un Commento