20 apr 2016

Torino: quasi pronta la spina centrale


Si è svolto ieri 19 Aprile, la visita del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio al cantiere del passante ferroviario di Torino sotto la guida del Sindaco Piero Fassino e dell’Assessore ai trasporti Lubatti.

(immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

(immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

Il nuovo ponte sulla Dora (immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

Il nuovo ponte sulla Dora (immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

sottopasso Statuto (immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

sottopasso Statuto (immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino)

In particolare il tratto da Corso Vittorio Emanuele a piazza Baldissera compreso il nuovo ponte sulla Dora lungo l’asse di Corso Principe Oddone, verrà consegnato nelle prossime settimane, al massimo entro Maggio 2016. Il ponte potrebbe già essere pronto per inizio Maggio invece.

Il tratto tra piazza Generale Baldissera e il raccordo e la sistemazione di corso Vigevano faranno invece parte di un nuovo lotto. Questo  verrà completato grazie alle risorse reperite attraverso il ribasso delle gare precedenti di  circa otto milioni di euro , a cui si aggiungeranno altri nove milioni di euro messi a disposizione dal Comune. .

“È un’opera importante, strategica per la viabilità e la mobilità della città, con cui avremo l’asse di attraversamento più interno della città e ricuciremo due parti di Torino divise da sempre dal passaggio della ferrovia”, così ha esordito il Sindaco. Con la consegna di questi quattro lotti verrà restituito alla città un ampio viale alberato con carreggiate centrali e laterali, piste ciclabili e il nuovo sottopasso stradale di piazza Statuto ( a detta di molti conosciuta come la silenziosa) .

il nuovo sottopasso Statuto ( immagine di torinotoday)

il nuovo sottopasso Statuto ( immagine di torinotoday)

 

Un cantiere ha creato negli anni  non pochi disagi ma grazie al quale la città post industriale ha cambiato volto riconnettendo le sue parti e creando una nuova spina urbana.

Novità annunciate anche sulla metropolitana Val. Sarà infatti un piano straordinario del Governo a finanziare il progetto della linea 2 della metropolitana. E’ quanto emerso questa mattina nel corso di una visita del ministro dei Trasporti . Si è parlato del prolungamento  della linea 1della metropolitana fino a Cascina Vica ( e si spera la prossima apertura delle stazioni Italia 61 e Bengasi)  e il futuro progetto e della linea 2 ( collegamento nord-sud).

Ma Delrio si è detto “molto ottimista” sul superamento degli ostacoli burocratici. “Il governo ha predisposto un piano di sviluppo, inserito nel Def (documento economico finanziario), che prevede un piano nazionale di potenziamento della rete tranviaria e delle metropolitane, di cui Torino fa parte.”

Il sindaco Piero Fassino, invece, ha annunciato che il 9 maggio si concluderà il bando di gara per la progettazione della linea 2 della metropolitana torinese. Dopodiché ci vorrà circa un anno per la progettazione esecutiva, nella seconda metà del 2017 si conta di aprire il primo cantiere del primo lotto.

Oltre i soliti proclami,  si spera vedremo presto progetti e cantieri tangibili.


cittàcorsodoraexpoferroviefierapassanteferroviarioponteRailwayrotaiespinacentraletorinotpltrasportitreni


Lascia un Commento