08 set 2015

AGRIGENTO| SS 640: verso il completamento del tratto agrigentino


Sono ripresi i lavori, dopo la pausa estiva delle settimane a cavallo di ferragosto, sulla SS 640; dal 23 agosto scorso, un centinaio di operai sono tornati a lavoro per dare l’ultima e definitiva accelerazione della costruzione delle opere nel tratto agrigentino.

E’ bene infatti ricordare che il raddoppio a quattro corsie della SS 640, la quale collega Agrigento con Caltanissetta e si raccorda con l’Autostrada A19 Palermo – Catania, prevede due maxi lotti: il primo corrisponde alla provincia di Agrigento ed i cantieri sono stati aperti nell’aprile del 2009, l’altro tratto invece è in provincia di Caltanissetta.

Dopo anni di problematiche varie e dopo gli ultimi mesi costellati di incertezza, oramai sul tratto agrigentino sta per calare il sipario sui lavori; circa il 90% delle opere sono state completate e sono attualmente fruibili, restano due tratti ancora da completare su cui si sta lavorando alacremente.

Andando a fare una panoramica generale della situazione, mancano all’appello due tratti: il rettilineo di Racalmuto ed i 2 km che costituiscono il tracciato che va dallo svicolo di Favara/Petrusa alla rotonda che segnerà (provenendo da Caltanissetta) la fine della nuova superstrada. Come si può vedere dalla foto, scattata da un cavalcavia presente sopra la rotonda che costituirà il punto finale della nuova SS 640 (od iniziale partendo da Agrigento), l’asfalto per la corsia che va verso Caltanissetta è già stato passato.

La rotonda che segnerà l'inizio della nuova SS 640: asfaltata la carreggiata di destra (direzione Caltanissetta)

La rotonda che segnerà l’inizio della nuova SS 640: asfaltata la carreggiata di destra (direzione Caltanissetta)

Fino al mese scorso, era ancora visibili soltanto i rilevati; adesso invece, tale corsia sembrerebbe poter essere pronta per il mese di ottobre, verosimilmente subito dopo si passerà al livellamento ed al completamento con il nuovo strato di asfalto dell’altra corsia, che attualmente compone la sede stradale della ‘vecchia’ SS 640 a due corsie ed è regolarmente aperta il traffico.

Andando verso lo svincolo di Favara/Petrusa, a circa 1 km dalla rotonda in foto, si sta completando il nuovo viadotto sul fiume Ipsas; il traffico al momento anche qui passa sul vecchio tracciato che lambisce la riva di tale fiume e sul quale dal mese di maggio il flusso di auto è regolato da un semaforo. Il viadotto pare comprenderà soltanto due delle quattro corsie, dunque servirà soltanto per la carreggiata verso Caltanissetta; l’altra carreggiata invece sarà, anche in questo caso, molto probabilmente costituita dall’ammodernamento e livellamento del tratto attualmente in uso. Contestualmente, sull’incrocio Favara/Petrusa si sta lavorando per completare le bretelle di collegamento con la SS 122: da questo incrocio infatti, per mezzo di una rotatoria parzialmente completata negli anni scorsi, sarà possibile raggiungere tramite proprio la SS 122 sia la zona nord di Agrigento e la SS 189 che conduce verso Palermo e sia il centro abitato di Favara.

20150904110851

A Racalmuto invece, si lavora sul rettilineo di contrada Noce; le ultime notizie parlando di un cantiere che, dopo il via libera di giugno, adesso è in piena fase di evoluzione ed entro ottobre almeno una corsia sarà aperta. Poco più avanti, procedendo verso Caltanissetta, fra poco meno di un mese è prevista l’apertura della carreggiata verso il capoluogo nisseno all’altezza del distributore Esso, in un tratto quindi rimasto a lungo fermo per via di ricorsi inerenti gli espropri.

Già da luglio invece, risultano definitivamente aperti i tratti tra Grotte e Castrofilippo dove si procedeva ad una corsia per ogni senso di marcia per via di problemi riscontrati in alcune opere di recente costruzione; complessivamente dunque, ad ottobre si assisterà ad un grande avanzamento dei lavori finali, mentre entro l’anno il cantiere del maxi lotto agrigentino dovrebbe essere definitivamente concluso.

TRATTO NISSENO - Arrivano buone notizie anche dal tratto in provincia di Caltanissetta; abbattuti i diaframmi di entrambe le canne della galleria Papirazzo, si aspetta per settembre il completamento della prima canna della galleria ‘Caltanissetta’, l’opera più importante del secondo maxi lotto. Cinque chilometri di galleria in cui sta operando la TBM ‘Barbara’, la quale verrà poi smontata e rimontata nella base del cantiere di tale opera per scavare l’altra canna; in corso d’opera altri tre viadotti per un tratto che dovrebbe essere pronto nel 2017.

La nuova Ss 640 a doppia carreggiata con quattro corsie, permetterà di raggiungere da Agrigento il nodo autostradale Palermo – Catania in 35 minuti e di collegare la provincia agrigentina con l’aeroporto di Fontanrossa in meno di un’ora e mezzo. Una boccata d’ossigeno per un territorio assetato di grandi opere.


agrigentoagrigento-caltanissettaSS 640superstrada

4 commenti per “AGRIGENTO| SS 640: verso il completamento del tratto agrigentino
  • matteo O. 160
    08 set 2015 alle 15:00

    Ottime notizie ma rimane un dubbio: ho percorso più volte la strada ed il nuovo asfalto sembra pessimo… Le vibrazioni in auto sono davvero notevoli. Come mai? È un asfalto provvisorio? Rimarrà sempre così?

  • Mauro Indelicato 22
    08 set 2015 alle 19:35

    Si esattamente. Quando saranno completate tutte le opere, verrà passato l’asfalto definitivo; infatti anche nei lotti completati attualmente la segnaletica orizzontale ha colore giallo, segno che ancora il cantiere deve essere terminato. Soltanto tra Canicattì Nord e Grottarossa l’asfalto è definitivo ed infatti lì la segnaletica orizzontale è già bianca.

    • matteo O. 160
      09 set 2015 alle 0:03

      Mauro ti ringrazio per la risposta. Posso chiederti anche se sai quale sarà il limite di velocità una volta completata l’opera? 110 o 130km/h?

      • Mauro Indelicato 22
        09 set 2015 alle 10:39

        Viene ufficialmente catalogata come strada extraurbana principale, un gradino sotto l’autostrada e quindi credo che il limite sarà di 110 km/h


Lascia un Commento